Adenocarcinoma polmonare

L'adenocarcinoma del polmone è una malattia grave, un tipo di tumore polmonare che si verifica nel quaranta percento delle persone affette da malattie dei tumori polmonari. La malattia si verifica a livello cellulare nel sistema bronzo grande e successivamente colpisce gli organi vicini. Ma a prescindere da quanto sia grave la malattia dell'adenocarcinoma polmonare, la prognosi dà speranza: se inizi un trattamento tempestivo, puoi superare la malattia e, anche nelle fasi finali, rallentare il processo di distruzione cellulare. Più avanti nell'articolo verrà descritto in dettaglio che cos'è l'adenocarcinoma del polmone, quali sono i suoi sintomi, le cause e i metodi di trattamento.

Trattamento di adenocarcinoma polmonare

loading...

Quindi, l'adenocarcinoma polmonare è una formazione cancerosa che colpisce i bronchi, i polmoni e nei casi avanzati, la metastasi penetra nei linfonodi. Molto spesso, questo problema si verifica negli uomini, mentre tra i pazienti ci sono solo alcune forme di questa malattia.

Le cause della massa della malattia, ma le principali sono le seguenti:

  1. Fumo a lungo termine e alcolismo che aumenta il rischio di cancro nei polmoni 30 volte.
  2. Sfondo ambientale sfavorevole (vivere o lavorare in una zona con lo stato della zona di Chernobyl, con un coefficiente di inquinamento dell'aria e radiazioni maggiore, in presenza di imprese industriali dannose).
  3. Eccessivo consumo di cibo spazzatura (fast food, che è una delle principali cause di molte gravi malattie; cibi fritti e molto piccanti).
  4. La presenza di gravi malattie infettive del sistema bronchiale e dei polmoni.
  5. Uso a lungo termine di alcuni potenti farmaci (antibiotici, farmaci ormonali).
  6. Predisposizione genetica.

Di norma, l'adenocarcinoma dei polmoni colpisce le persone anziane (dopo 60 anni), i giovani con una forte immunità sono a rischio estremamente rari, perché la causa principale della malattia diventa una diminuzione del sistema immunitario.

Nella prima fase, la malattia praticamente non si manifesta. Potrebbero esserci solo sintomi minori facilmente confondibili con un segno di altri disturbi meno gravi:

  1. Perdita di appetito
  2. Debolezza.
  3. Vertigini.
  4. Disagio nello sterno.
  5. Perdita di peso

Al secondo stadio, una terza tosse può già apparire, alla terza, una tosse con una grande quantità di espettorato, a volte con pus e persino sangue. Il quarto stadio è caratterizzato da gravi condizioni fisiche, un forte aumento della temperatura corporea, che non può essere ridotto da antipiretici, sensazioni dolorose e un forte tosse con il sangue. Ma anche se una persona è colpita da un adenocarcinoma polmonare altamente differenziato, la prognosi dà speranza di guarigione. La cosa principale è non sedersi e agire.

La diagnosi precoce della malattia aiuta ad evitare gravi conseguenze. La ricerca medica è il passaggio dei raggi X, degli ultrasuoni dei polmoni e dell'analisi del sangue, dando l'immagine più completa di ciò che sta accadendo all'interno del corpo del paziente. A volte viene prescritta una biopsia, una procedura piuttosto complicata che implica il prelievo di un pezzo di tessuto per la ricerca. Sulla base dei risultati dell'analisi, il medico prescrive il trattamento.

Il trattamento è di tre tipi:

  1. Intervento chirurgico, che consiste nel rimuovere la fonte della malattia, il tumore causando metastasi e dolore.
  2. Chemioterapia per adenocarcinoma dei polmoni.
  3. L'irradiazione.

La medicina alternativa include anche il trattamento dell'adenocarcinoma polmonare con rimedi popolari, che sarà discusso più avanti.

Chemioterapia per adenocarcinoma dei polmoni

loading...

Il trattamento più comune per gli stadi 1 e 2 è la chemioterapia. Se il trattamento viene avviato prima dell'inizio di numerose metastasi, poi con l'adenocarcinoma polmonare, il tasso di sopravvivenza è elevato. In casi più complessi, è necessario un trattamento complesso a lungo termine, consistente sia in chirurgia che in un ciclo di radioterapia e chemioterapia, in modo che il tessuto rimosso che causa la malattia non si sviluppi di nuovo. Ma l'esposizione e il corso di assunzione di sostanze chimiche - un grave onere per il corpo, quindi è importante rafforzarlo prima di decidere su una procedura così difficile. Ecco perché la nutrizione per l'adenocarcinoma dei polmoni non è meno importante. Dovrebbe consistere solo di alimenti sani e dietetici, con completa esclusione dalla dieta di alcol, tabacco, cibi piccanti, fritti e grassi.

La chemioterapia si svolge in più fasi. Questa è una procedura complessa e dispendiosa in termini di tempo: una soluzione viene iniettata nel paziente per diversi giorni per alcuni giorni, il che distrugge le cellule patogene. Sfortunatamente, insieme alle cellule malate e sane, vengono distrutte, quindi devi essere pronto a separarti dai capelli.

Il periodo di riabilitazione è lungo e difficile. La debolezza complessiva del corpo - il risultato di esposizione chimica ad esso. Dopo la procedura, ha bisogno di procedure di riabilitazione e riabilitazione.

Trattamento di 4 fasi di adenocarcinoma polmonare

loading...

La prognosi dello stadio 4 dell'adenocarcinoma polmonare offre tutte le possibilità di salvezza, ma il trattamento richiederà molto tempo e richiederà uno sforzo volontario.

Di regola, il trattamento della quarta fase inizia con diversi cicli di radiazioni. La radioterapia è l'effetto dei flussi di radiazioni attive sul corpo, che sono in grado di distruggere le cellule tumorali. Ma, come la chemioterapia, la radioterapia ha un effetto negativo sulle cellule sane, quindi la radiazione viene accompagnata da una seria riabilitazione.

Dopo che la crescita delle cellule patogene viene rallentata dall'esposizione a flussi di fasci attivi, il medico prescrive un'operazione. La preparazione per l'operazione richiede da diverse settimane a un mese e comprende la ricerca e il rafforzamento del corpo in modo che possa sopportare un carico così grave.

Durante l'operazione, viene rimosso un tumore canceroso, dopo il quale, nella maggior parte dei casi, viene condotto un corso - un tipo di radiazione basata sull'effetto dei raggi di radiazione direttamente sulla fonte della malattia. Questo è necessario per escludere l'occorrenza della regressione.

Il vantaggio della brachiterapia è il fatto che è in grado di distruggere le cellule tumorali dall'interno, a livello cellulare, mentre il bisturi del chirurgo può rimuovere il tumore solo dal suo lato visibile.

Trattamento di rimedi popolari adenocarcinoma dei polmoni

loading...

La medicina tradizionale Piggy è piena di tutti i tipi di ricette contro l'adenocarcinoma dei polmoni. Le ricette sono divise in emostatico e antitumorale.

È possibile portare brodi di un islandese tsetrariya che è chiamato ancora il muschio islandese a styptic. La pianta contiene molte vitamine e oligoelementi, in particolare le vitamine B, A, gli acidi, che hanno un effetto benefico sul sangue, pulendolo, ripristinandolo. La ricetta di tsetrariya è semplice: due cucchiaini di polvere secca vengono versati con un bicchiere di acqua calda per una notte. Al mattino, è necessario cuocere a vapore la materia prima per circa 15 minuti a fuoco basso, filtrare. Bere fresco 5 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 3 settimane, dopo di che è necessario fare una pausa di una settimana e tenere un altro corso.

La tintura del cataratto è anche famosa per le proprietà curative che aiutano il cancro dei polmoni. Il farmaco viene preparato come segue: le foglie della quarantena sono riempite di vodka nel rapporto di 1:20. Per una settimana, la tintura viene rimossa in una stanza buia, quindi vengono prese 10 gocce, che vengono diluite in mezzo bicchiere d'acqua. C'è un'altra ricetta: le foglie e gli steli della pianta vengono versati con alcool (70%), per 2 cucchiai per bicchiere di alcol e puliti in un luogo buio per dieci giorni. Nella prima fase del trattamento, la tintura viene presa in 5 gocce, che vengono diluite in un cucchiaio d'acqua. La tintura è presa 30 minuti prima dei pasti. Il corso dura 21 giorni, dopodiché il dosaggio viene aumentato a 10 gocce.

Altre ricette a base di celidonia, muschio, bardana, zafferano e altre erbe medicinali non sono meno efficaci. Permettono non solo di distruggere le formazioni tumorali, ma anche di rafforzare il sistema immunitario. Ma la medicina tradizionale dovrebbe andare insieme al tradizionale per ottenere un risultato vittorioso.

Nutrizione per adenocarcinoma dei polmoni

loading...

Molto dipende dalla corretta alimentazione durante la malattia. L'assunzione di alcol e il fumo di tabacco sono inaccettabili. Devi anche abbandonare il fast food, altri cibi grassi e piccanti. Una dieta ricca di vitamine e oligoelementi aiuterà a ottenere il risultato della guarigione più velocemente.

Prognosi di recupero per adenocarcinoma polmonare

loading...

La pratica medica mostra una prognosi abbastanza buona di recupero per adenocarcinoma dei polmoni. Se inizi il trattamento in modo tempestivo, agli stadi 1 e 2, questa previsione è dell'80-90%. 3o stadio: 50%. 4 - 20%. Molto importante qui è lo spirito spirituale dell'uomo, la fede nella guarigione. Come dimostrato da recenti studi condotti da scienziati americani: quelle persone che erano determinate a vincere - hanno davvero superato la malattia, mentre l'atteggiamento passivo ha ridotto le possibilità di recupero del 70%! Il corpo umano è un robot biologico. Che comando gli invia il cervello, così come tutti i sistemi del corpo. Pertanto, l'umore dello spirito e dei pensieri non è meno importante della terapia e dell'intervento operabile.

Sopravvivenza dei pazienti con adenocarcinoma polmonare

loading...

Come accennato in precedenza, la percentuale di sopravvivenza durante le fasi iniziali della malattia è alta - 80-90%. Nel processo di metastasi, questa percentuale è del 25-30%. Ma un trattamento complesso può fermare lo sviluppo della malattia anche al quarto stadio.
L'adenocarcinoma polmonare è un tumore complesso, ma può essere trattato. E questa è la cosa principale che il paziente dovrebbe ricordare.

Dieci anni fa, l'adenocarcinoma dei polmoni apparteneva alla categoria delle malattie complesse che praticamente non potevano essere curate, oggi la medicina ha compiuto un passo in avanti verso nuove tecnologie che aprono un campo di speranza e possibilità di guarigione per i pazienti. Condurre la terapia complessa in combinazione con una corretta alimentazione e medicina tradizionale e, naturalmente, il giusto atteggiamento spirituale è la chiave del successo.

Adenocarcinoma del polmone (carcinoma ghiandolare)

loading...

L'adenocarcinoma polmonare è una delle varianti istologiche del cancro caratteristico della localizzazione broncopolmonare. Questo è il tipo più comune di lesione maligna del tessuto polmonare. Si verifica nel 40-45% di tutti i casi del processo tumorale. I rappresentanti maschili sono malati più spesso delle donne. Il secondo nome è il cancro del polmone ghiandolare, che riflette l'aspetto di un tumore dalle ghiandole dell'epitelio bronchiale. Nella maggior parte dei casi, il processo interessa le ghiandole bronchiali periferiche, l'adenocarcinoma dei grandi bronchi centrali è affetto molto meno frequentemente.

Ha un quadro clinico caratteristico, è caratterizzato da una rapida crescita progressiva, prognosi infausta per il trattamento e la diagnosi tardiva.

motivi

loading...

Ciò che distingue l'adenocarcinoma da altre forme di cancro ai polmoni è la mancanza di un legame diretto tra lo sviluppo della malattia e la storia del fumo. La maggioranza assoluta dei casi sono pazienti non fumatori. Si ritiene che i principali fattori eziologici della malattia siano:

  • La presenza di malattie polmonari croniche che portano a cambiamenti fibrosi e sclerosanti nel tessuto polmonare.
  • Esposizione a lungo termine a agenti cancerogeni nocivi che causano danni cronici - pneumoconiosi, che costituisce lo sfondo per l'insorgenza del cancro. Tale processo patologico è più suscettibile ai pazienti che hanno lavorato nel carbone, all'amianto, alla produzione del vetro, alle imprese dell'industria metalmeccanica, con l'esperienza di lavoro dannoso di 5 anni. L'esposizione prolungata ai rischi professionali aumenta il rischio di sviluppare adenocarcinoma più di dieci volte.
  • Uso a lungo termine di farmaci ormonali, che porta anche a cambiamenti non solo del tessuto polmonare, ma anche all'immunosoppressione.
  • La presenza di una lesione tumorale benigna, contro la quale l'adenocarcinoma dei polmoni può svilupparsi sotto l'influenza di vari fattori: polvere, fumo, altre sostanze cancerogene.
  • Studio attivo del ruolo delle componenti virali nello sviluppo della malattia, in grado di modificare la struttura del DNA, portando così alla comparsa di lesioni tumorali.

I ricercatori moderni stanno studiando attivamente la probabilità di predisposizione genetica per lo sviluppo di questa forma di cancro, il ruolo degli oncogeni, originariamente incorporato nella struttura del DNA cellulare, attivato sotto l'influenza di fattori ambientali aggressivi.

classificazione

loading...

Dato il grado di differenziazione cellulare, l'adenocarcinoma del polmone è suddiviso in tumori:

  • Altamente differenziato.
  • Con un grado medio di differenziazione.
  • Basso differenziato.
  • Indifferenziata.

Inoltre, il carcinoma bronchioalveolare si distingue dal gruppo di adenocarcinomi, caratterizzato da danni alle strutture ghiandolari degli alveoli e dei bronchioli.

A seconda del grado di diffusione della lesione tumorale, 4 stadi del processo oncologico sono isolati per carcinoma polmonare.

  • Il primo stadio di adenocarcinoma polmonare è caratterizzato da una limitata lesione solo del tessuto polmonare, una piccola dimensione della massa tumorale (fino a 3 cm) e l'assenza di affezione delle metastasi dei linfonodi regionali.
  • Nella seconda fase, il tumore raggiunge una dimensione molto più grande, ci sono screening delle cellule tumorali nei linfonodi regionali sul lato interessato.
  • Per la terza fase del processo è caratteristica: la dimensione della formazione del tumore primario di 6 cm o più, la presenza di linfonodi metastatici colpiti non solo sul lato interessato, ma anche sul contrario.
  • Fase 4 - forma corrente. È caratterizzato dalla presenza di tumori metastatici distanti. Il più delle volte con adenocarcinoma delle metastasi polmonari sono interessati: il polmone adiacente, la pleura, il fegato, le ossa, le ghiandole surrenali, il cervello, i tessuti molli, ecc.

La prognosi per l'individuazione della malattia nel quarto stadio è sempre sfavorevole.

Determinando il grado di differenziazione, la stadiazione del processo oncologico gioca un ruolo essenziale nel determinare la tattica del trattamento, la prognosi della malattia e il calcolo dei tassi di sopravvivenza.

I più sfavorevoli in termini di prognosi sono la terza e soprattutto la quarta fase del processo oncologico e l'identificazione di un tumore con una diminuzione del grado di differenziazione cellulare.

Quadro clinico

loading...

L'adenocarcinoma polmonare è caratterizzato da sintomi clinici luminosi. La malattia è accompagnata da:

  • Un colpo di tosse con abbondante espettorato, a volte con striature di sangue.
  • Dolore al petto.
  • Grave mancanza di respiro. La gravità di questo sintomo dipende dalla diffusione del processo nel tessuto polmonare, dalle lesioni metastatiche dei linfonodi del mediastino.
  • Manifestazioni di polmonite nel lobo interessato, segmento polmonare.
  • Grave insufficienza respiratoria
  • Febbre, forte perdita di peso, sintomi di intossicazione.

In presenza di lesioni metastatiche di altri organi, possono esserci disturbi del dolore osseo, segni di insufficienza renale, crisi ormonali causate da metastasi nelle ghiandole surrenali, disturbi neurologici, cambiamenti mentali in presenza di metastasi nel cervello.

Metodi diagnostici

loading...

Il minimo necessario di procedure diagnostiche per rilevare il cancro del polmone comprende:

  • Esame clinico generale - Esame completo del sangue e delle urine, valutazione dei parametri biochimici del sangue venoso.
  • Esame microscopico dell'espettorato per rilevare le cellule tumorali dell'adenocarcinoma, diagnosi differenziale con lesioni polmonari di diversa eziologia, ad esempio, tubercolosi.
  • Metodi a raggi X: una radiografia del sondaggio rivela la presenza di un tumore, un mediastino espanso dovuto a linfonodi ingrossati. Uno studio computerizzato dei polmoni aiuta a valutare il grado di danno, svolge un ruolo importante per la corretta stadiazione del processo tumorale.
  • Broncoscopia. È una misura diagnostica obbligatoria che consente in molti casi di eseguire una biopsia del focus del tumore.
  • L'esame ecografico degli organi interni è importante per valutare la prevalenza del processo. Permette di identificare le lesioni metastatiche negli organi interni.
  • La biopsia è cruciale per stabilire la diagnosi di un processo oncologico.
  • Se ci sono indicazioni: dolore alle ossa, disturbi neurologici, un esame tomografico computerizzato o risonanza magnetica cerebrale, scintigrafia ossea, esame a raggi X delle strutture ossee, ecc., Ulteriori metodi di esame aiutano a stabilire correttamente lo stadio del cancro.
  • PET CT ha un alto livello di informazioni per determinare l'estensione della lesione patologica.

La diagnosi di adenocarcinoma polmonare in presenza di segni di lesioni tumorali viene stabilita solo sulla base di una verifica citologica o morfologica del processo.

Metodi di trattamento

loading...

Nell'adenocarcinoma polmonare, il trattamento, la sua tattica, dipende dalle dimensioni, tiene conto della posizione del tumore nel polmone, dello stadio del processo oncologico stabilito come risultato di un esame completo, dell'estensione della malattia, del danno ad altri organi e tessuti. Di regola, è complesso, include un metodo chirurgico, effetti chemioterapici, radioterapia.

È necessario trattare il processo oncologico in un ospedale specializzato, che ha tutte le risorse diagnostiche, terapeutiche e chirurgiche necessarie. I complessi metodi di terapia combinati, il periodo di recupero, richiedono personale altamente qualificato, richiedono molto tempo.

Trattamento chirurgico

Se è possibile eseguire un intervento chirurgico radicale, per i tumori la cui diffusione corrisponde a 1-2, a volte il terzo stadio, viene intrapresa un'operazione nella prima fase del trattamento. Gli standard sono:

  • Parte della resezione polmonare - rimozione di un segmento, lobo, diversi lobi del polmone.
  • Rimozione completa di un polmone.

Il volume oncologico dell'intervento include necessariamente la rimozione dell'apparato linfatico regionale.

chemioradioterapia

Viene eseguito dopo un intervento chirurgico radicale o viene utilizzato come trattamento di tipo indipendente per i processi inizialmente inoperabili e diagnosticati tardivamente.

La limitazione all'uso dei farmaci chemioterapici e dei metodi di irradiazione è la condizione del paziente, che non consente il trasferimento dei metodi di esposizione indicati, continuando la progressione del processo tumorale sullo sfondo del trattamento eseguito.

Riabilitazione e prognosi

Il periodo di riabilitazione dopo il trattamento chirurgico del carcinoma polmonare dipende dalle capacità compensatorie del corpo. Tuttavia, è necessario almeno un anno affinché il corpo si riprenda e impari a vivere con un volume ridotto di tessuto polmonare. I pazienti hanno bisogno di un corso specialistico di riabilitazione terapeutica e devono anche essere tenuti a un controllo regolare del dispensario, data la possibilità del ritorno e della progressione della malattia.

La prognosi per il cancro del polmone, in particolare le fasi 3-4, è sfavorevole. La sopravvivenza a cinque anni per tutte le fasi successive al trattamento radicale non supera il 40%.

Dopo il trattamento chirurgico effettuato in caso di cancro differenziato del 1o stadio, circa il 65-70% sopravvive per cinque anni, fino al 45% del 2o stadio e non più del 15% del terzo stadio.

La prevalenza del processo in base allo stato locale, la presenza di linfonodi regionali affetti da metastasi e gli screening dei tumori ancora più distanti - rendono la prognosi sfavorevole, riducono la probabilità della possibilità di un decorso a lungo termine della malattia senza recidive.

Adenocarcinoma polmonare

loading...

L'adenocarcinoma del polmone è considerato una delle forme più comuni di carcinoma polmonare non a piccole cellule. Questa malattia si verifica in circa il 40% delle neoplasie polmonari maligne diagnosticate. Presumibilmente, si verifica in strutture cellulari grandi bronchiali, ma quando rilevato, è definito come un tumore del polmone cancro periferico con un decorso asintomatico.

Codice ICD-10

loading...

Cause di adenocarcinoma polmonare

loading...

Secondo le statistiche, il più delle volte la malattia viene rilevata nei pazienti di sesso maschile. Ciò può essere spiegato dalle peculiarità dell'attività professionale (lavoro nella produzione pericolosa, inalazione di sostanze chimiche e tossiche) e una maggiore tendenza alle abitudini nocive. Nelle pazienti di sesso femminile si riscontrano più spesso solo alcuni tipi di malattia, ad esempio l'adenocarcinoma bronco-polmonare.

Sono considerati fattori predisponenti della formazione del tumore

  • esperienza prolungata nel fumo (ci sono prove che l'inalazione quotidiana di catrame e nicotina aumenta il rischio di tumori di 20-30 volte);
  • l'alcolismo;
  • caratteristiche ambientali della zona di residenza (situate in prossimità di grandi impianti industriali, autostrade, nonché indicatori insufficienti di acqua, atmosfera, suolo);
  • errori nell'alimentazione (aumento dell'uso di agenti cancerogeni - prodotti semilavorati, fast food, grassi, cibi fritti);
  • esposizione prolungata a stanze con aria inquinata (polvere, fuliggine, ecc.);
  • lavoro relativo alla produzione e allo sfruttamento dell'amianto;
  • contatto regolare con i polmoni del radon, che è associato a una particolare posizione geografica;
  • danno radioattivo ai polmoni;
  • malattie polmonari infettive e virali croniche;
  • predisposizione genetica.

La maggior parte delle diagnosi di adenocarcinoma polmonare viene effettuata su pazienti dopo 60 anni, quindi l'età può anche essere considerata tra i fattori che contribuiscono alla malattia.

Anche una causa minore dello sviluppo della malattia può essere considerata un uso incontrollato a lungo termine di farmaci ormonali per il trattamento di altre patologie nel corpo.

Sintomi di adenocarcinoma polmonare

loading...

Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi le malattie maligne non si manifestano con sintomi specifici e l'adenocarcinoma polmonare non fa eccezione.

Tra i segni non specifici dell'oncologia, si può menzionare quanto segue:

  • diminuzione o scomparsa dell'appetito;
  • debolezza generale, affaticamento, diminuzione della capacità lavorativa;
  • stato assonnato;
  • perdita di peso;
  • anemia progressiva.

In futuro, i sintomi aumentano, aumentano, ci sono nuovi segni:

  • tosse irragionevole, spesso con una piccola quantità di espettorato;
  • mancanza di respiro durante l'attività fisica, e con il tempo e a riposo;
  • dolore e condizione di disagio dietro lo sterno;
  • linfonodi ingrossati sotto la mascella, sotto le braccia, ecc.;
  • un leggero aumento della temperatura corporea;
  • malattie polmonari spesso ripetute che sono estremamente difficili da trattare.

Se si sviluppano metastasi - cellule figlie del tumore che si diffondono in tutto il corpo - allora i sintomi dipenderanno dall'organo specifico in cui si manifesta la metastasi.

Dove fa male?

loading...

Cosa ti infastidisce?

loading...

Fasi di adenocarcinoma polmonare

loading...

L'efficacia degli interventi terapeutici dipende direttamente dalla diffusione della malattia in tutto il corpo. Su questa base, ci sono 4 fasi nel corso del processo tumorale:

  • nel primo stadio, la malignità dei tessuti non lascia il polmone;
  • nella seconda fase, il tumore è piccolo, fino a 60 mm, ma si osserva la penetrazione delle metastasi nei linfonodi;
  • nella terza fase, il tumore copre completamente l'intero lobo polmonare, sono presenti metastasi nei linfonodi;
  • nella quarta fase, si osserva una lesione del secondo polmone, e le metastasi si trovano anche in organi lontani.

A causa della scarsità di sintomi, l'adenocarcinoma polmonare dello stadio polmonare 4 è più spesso rilevato. Tuttavia, tale patologia può essere trattata con successo con metodi moderni.

Diagnosi di adenocarcinoma polmonare

La tempestiva diagnosi di tumori maligni rende possibile rendere il trattamento più efficace e in oncologia è un punto molto importante. Certo, molto dipende dal paziente stesso, che deve chiedere aiuto in tempo.

I seguenti metodi diagnostici sono utilizzati per rilevare un tumore o per chiarire una diagnosi:

  • La radiografia del torace è una delle procedure più diffuse per la rilevazione di tumori maligni nei polmoni. Spesso i tumori vengono rilevati per caso, ad esempio durante la fluorografia profilattica.
  • L'imaging a risonanza magnetica e computerizzata è considerato il metodo più moderno per ottenere informazioni, quando il medico può esaminare e valutare lo stato del sistema respiratorio da diverse angolazioni. Ciò fornisce il quadro più completo della patologia, con la scala della neoplasia, della diffusione e delle metastasi.
  • L'ecografia è anche la procedura numero uno nella diagnosi di una malattia, ma il suo contenuto informativo in oncologia è in qualche modo sovrastimato.
  • L'esame broncoscopico viene eseguito utilizzando un apparecchio speciale - un endoscopio. Il dispositivo è costituito da un tubo elastico in fibra ottica, dotato di un dispositivo video e un dispositivo di illuminazione. Il tubo viene inserito per via intratracheale e aiuta a ispezionare lo stato interno della trachea con l'immagine in uscita sul monitor.
  • Un esame del sangue per la presenza di marker tumorali indica la presenza di malattie maligne nel corpo.
  • La biopsia è una ricerca molto importante e fondamentale, senza la quale è difficile immaginare l'oncologia moderna. L'essenza del metodo consiste nel prendere un elemento del tessuto interessato con la sua ulteriore indagine. Secondo il campione, è possibile determinare con precisione la malignità del processo. Il materiale per l'analisi viene preso contemporaneamente alla broncoscopia o con l'aiuto della puntura transtoracica (che è meno desiderabile e viene eseguita solo come ultima risorsa).

Cosa hai bisogno di esaminare?

Differenziazione dell'adenocarcinoma polmonare

I tumori del cancro possono differire in varie caratteristiche e parametri, pertanto sono spesso suddivisi in tipi, tipi e sottospecie specifici.

Ad esempio, in base alle caratteristiche distintive delle cellule maligne da quelle salutari a quelle tumorali, vengono utilizzate diverse categorie di differenziazione. A proposito, strutture cellulari altamente differenziate e normali sono quasi le stesse.

Il termine "adenocarcinoma altamente differenziato del polmone" spiega il fatto che la trasformazione intracellulare consiste solo nel modificare le dimensioni del nucleo cellulare - il suo allungamento è osservato. Questo suggerisce che questa forma della malattia per lungo tempo non mostra alcun sintomo fino a quando non raggiunge una certa dimensione. Sicuramente possono essere presenti segni non specifici: questa è debolezza generale, apatia, perdita di interesse per il cibo, emaciazione, eritrocitopenia.

L'adenocarcinoma altamente differenziato del polmone si trova nel 60% di tutti i casi di lesioni maligne del sistema polmonare e più spesso nei pazienti di sesso maschile. Questa patologia può assumere la forma di un nodulo o di un tumore di dimensioni considerevoli. Può verificarsi nella forma acinacea (con una predominanza della struttura ghiandolare) o nella forma papillare (con la struttura papillare). E quello, e l'altro corso è incline ad una maggiore formazione di muco.

Come abbiamo detto sopra, la malattia non si manifesta inizialmente. Un po 'più tardi, compaiono i primi segni:

  • una grande quantità di espettorato, possibilmente con particelle di pus o sangue;
  • periodi di tosse, aumento della temperatura (non rispondente ai farmaci antipiretici convenzionali);
  • mancanza di respiro, sia durante l'esercizio fisico che a riposo.

L'adenocarcinoma polmonare moderatamente differenziato assomiglia a una malattia altamente differenziata in termini di natura del processo. Tuttavia, in questo caso c'è un deciso cambiamento nelle strutture cellulari. Ora sono relativamente facili da distinguere da quelli normali, dal momento che il numero di cellule con una struttura atipica e quelle che attraversano la fase di divisione cresce costantemente, ed è impossibile non notarle.

Inoltre, l'adenocarcinoma moderatamente differenziato è più grave degli altri, con un alto grado di rischio di sviluppare malattie e conseguenze combinate. Questa forma del tumore è soggetta a metastasi, principalmente nel flusso linfatico e nei linfonodi più vicini. È interessante notare che nei pazienti di età inferiore ai 30 anni non sono state osservate metastasi diffuse nell'adenocarcinoma dei polmoni.

L'adenocarcinoma polmonare di basso grado si distingue per lo sviluppo primitivo delle cellule. Tali strutture sono difficili da confrontare con qualsiasi tessuto corporeo, pertanto la valutazione della struttura e del meccanismo di sviluppo di questo tumore è difficile. Tuttavia, una neoplasia scarsamente differenziata ha il più alto grado di malignità. Il tumore cresce molto rapidamente e già nel periodo iniziale del suo sviluppo può diffondersi in tutto il corpo. Naturalmente, questa forma di adenocarcinoma è considerata la più sfavorevole, indipendentemente dalla fase di crescita.

Chi contattare?

Trattamento di adenocarcinoma polmonare

Il trattamento per l'adenocarcinoma dei polmoni può consistere nella rimozione chirurgica del tumore, della chemioterapia e delle radiazioni. Molto spesso, questi metodi terapeutici sono utilizzati nel complesso - il regime di trattamento è determinato dall'oncologo sulla base dei risultati dei test e della ricerca del paziente.

Come con altri tumori maligni, l'obiettivo del trattamento è quello di rimuovere completamente il tumore o, se ciò non può essere fatto, prolungare la vita del paziente, alleviando la sua sofferenza.

Intervento operativo necessariamente utilizzato negli adenocarcinomi di stadio I e II, cioè circa il 10-30% della malattia. Se il processo di diffusione delle metastasi a organi distanti è già iniziato, allora non è più necessario fare affidamento solo sull'operazione. Inoltre, la chirurgia potrebbe non essere possibile se il tumore maligno si trova vicino alla trachea o se a un paziente viene diagnosticata una grave cardiopatia.

Il tipo di intervento sui polmoni è selezionato in base alla dimensione e alla posizione del tumore. Ad esempio, il chirurgo può rimuovere una parte del lobo polmonare, l'intero lobo o completamente un polmone. Allo stesso tempo, vengono rimossi anche i linfonodi interessati.

Il periodo di riabilitazione nei pazienti postoperatori non è facile, i pazienti hanno bisogno di cure accurate, forse per diversi mesi. Inizialmente, i pazienti operati avevano difficoltà a respirare, mancanza di respiro, dolore al petto. I pazienti anziani hanno bisogno di una riabilitazione più lunga.

  • La radioterapia viene utilizzata prima o dopo l'intervento chirurgico. L'essenza della radiazione - nell'uso di raggi speciali che possono distruggere le cellule tumorali. Nella maggior parte dei casi, il trattamento con radiazioni è combinato con la chirurgia e la terapia farmacologica.

La brachiterapia può anche essere prescritta al posto dei raggi. Questo metodo è un tipo di radioterapia quando una sostanza che emette radiazioni viene posta direttamente sull'organo interessato sotto forma di granuli. Il grande vantaggio di questo metodo è che la radiazione non influenza il tumore dall'esterno, cioè non ha bisogno di superare gli strati di tessuti sani. A causa di questa brachiterapia ha un numero molto minore di effetti collaterali e complicanze.

La radioterapia può essere utilizzata se il paziente rifiuta per qualche motivo un intervento chirurgico o se l'operazione diventa impossibile o priva di significato. Effetti collaterali dopo la radioterapia: una sensazione di debolezza costante, affaticamento, aumento della suscettibilità alle malattie infettive, compromissione della coagulazione del sangue.

Chemioterapia per adenocarcinoma dei polmoni ti permette di fermare lo sviluppo di cellule maligne, prevenire la loro divisione e causare la loro morte. Esistono più di sessanta tipi di farmaci chemioterapici. I più famosi tra questi sono i seguenti:

  • cisplatino
  • carboplatino
  • gemcitabina
  • vinorelbina
  • paclitaxel
  • Docetaxel.

Molto spesso, questi farmaci non sono presi separatamente, ma in combinazione tra loro. Le medicine sono prescritte sia sotto forma di compresse che sotto forma di iniezioni endovenose. Calcolare le dosi durante la chemioterapia è una decisione puramente medica, poiché è piuttosto difficile determinare l'esatta quantità del farmaco: se la dose è troppo bassa, il trattamento diventerà inefficace e le dosi eccessive sono piene di forte tossicità e la comparsa di marcati effetti collaterali. In genere, la dose viene calcolata in base al valore del FPG: l'area della superficie del tronco del paziente. Il PPT viene calcolato individualmente utilizzando una formula appositamente derivata, in cui gli indicatori chiave sono il peso corporeo e la crescita del paziente.

Inoltre, uno dei metodi di dosaggio può essere considerato la determinazione della quantità di un farmaco chemioterapico nel plasma sanguigno per un certo periodo di tempo, seguito da un aggiustamento della dose per un'azione ottimale. Quindi è possibile calcolare gli effetti tossici minimi del farmaco sullo sfondo del trattamento efficace del tumore.

Il corso del trattamento farmacologico di solito dura diversi giorni. Alla fine del corso, al paziente viene data una pausa per ripristinare e alleviare i sintomi di intossicazione, dopo di che il trattamento viene ripreso. Il numero totale di procedure è calcolato individualmente.

È noto che i farmaci chemioterapici spesso causano effetti collaterali, anche se i medici insistono sul fatto che tali manifestazioni possano essere controllate. Di quali effetti collaterali stiamo parlando?

  • Un aumento della sensibilità del corpo alle infezioni - questa condizione di solito si manifesta dopo una settimana alla fine del corso, raggiungendo un massimo dopo 2 settimane. Dopo questo, il sistema immunitario inizia a riprendersi e fino a quando il trattamento non riprende, si normalizza. Controllare questo processo mediante periodici prelievi di sangue per l'analisi: se il quadro ematico non è soddisfacente, ulteriori procedure possono essere posticipate.
  • La comparsa di ematomi e sanguinamento è il risultato di un peggioramento della coagulazione del sangue a causa di una diminuzione della conta piastrinica. Questa condizione è un serio pericolo, dal momento che il sanguinamento dei tessuti può svilupparsi in un sanguinamento completo, che richiede cure mediche immediate.
  • L'anemia è un effetto collaterale molto comune. L'anemia si verifica a causa di una diminuzione del livello dei globuli rossi e, di conseguenza, dell'emoglobina, che si manifesta con una sensazione di costante affaticamento, debolezza e apatia.
  • Gli attacchi di nausea e vomito possono iniziare improvvisamente. In tali casi, è necessario consultare un medico che prescriverà farmaci per eliminare questo problema.
  • La stomatite e le gengive infiammate vengono eliminate con regolari risciacquo della bocca. Per evitare lesioni meccaniche eccessive della mucosa orale, dovresti mangiare cibo spazzato e bere abbastanza liquido calorico.
  • La caduta dei capelli è un effetto collaterale frequente e molto spiacevole, soprattutto per le pazienti di sesso femminile. Puoi chiedere al medico di sostituire il farmaco che causa questo effetto, o accettarlo e indossare una parrucca o uno scialle. Nella maggior parte dei casi, i capelli vengono ripristinati diversi mesi dopo l'ultimo ciclo di trattamento.

Il trattamento dell'Adenocarcinoma non ha sempre lo stesso effetto sui pazienti: una persona che è malata reagisce dolorosamente alle radiazioni, e in un altro queste procedure non causano alcuna conseguenza negativa. Qualcuno soffre di effetti collaterali dei farmaci, e qualcuno è perfettamente adatto. Ecco perché i medici insistono su un approccio individuale al trattamento: è importante ascoltare il medico e seguire tutte le sue raccomandazioni.

Tutto su adenocarcinoma polmonare

Nel mondo moderno, le malattie oncologiche sono quasi di natura epidemiologica. L'adenocarcinoma polmonare è sempre più diagnosticato. Ciò è dovuto al deterioramento della situazione ecologica, allo sviluppo attivo dell'industria chimica, alla scarsa qualità del cibo e, di conseguenza, alla diminuzione dell'immunità.

Uno stile di vita sedentario causa l'insorgere dell'obesità in ogni secondo abitante, che è un fattore predisponente per lo sviluppo del processo del cancro.

L'adenocarcinoma è la proliferazione patologica delle cellule ghiandolari dello strato epiteliale che forma la superficie interna di un organo. Questo tipo di cancro può colpire qualsiasi organo nel corpo umano e costituisce circa il 70% di tutti i processi oncologici.

Fattori eziologici di adenocarcinoma polmonare

Sfortunatamente, non esiste una causa definita che causi un processo canceroso nei polmoni. Lo sviluppo di patologia causa una combinazione di vari fattori con una storia oncologica oppressa della persona. Le cause più comuni che possono scatenare il cancro del polmone, gli esperti chiamano il seguente:

  • predisposizione genetica;
  • ereditarietà gravata;
  • cattive abitudini, specialmente il fumo;
  • malattie infiammatorie frequenti del sistema respiratorio inferiore;
  • la vecchiaia è più suscettibile agli episodi oncologici;
  • contatto costante con sostanze chimiche e radioattive;
  • l'immunità ridotta non può far fronte all'inizio della divisione delle cellule atipiche, che diventa la causa principale dell'inizio del processo oncologico;
  • violazione dei processi metabolici nel corpo (diabete, obesità, degenerazione);
  • siti di tessuto connettivo dopo polmonite, tubercolosi o altri processi cronici sono fattori predisponenti;
  • i tumori benigni nei polmoni nella maggior parte dei casi tendono a degenerare in un processo di cancro.
La principale causa di adenocarcinoma polmonare, secondo gli scienziati, è il fumo, scarsa ecologia e predisposizione genetica. Proteggere dal cancro del sistema respiratorio utilizzando alcuni metodi specifici è impossibile. I medici raccomandano di mantenere uno stile di vita sano e annualmente esaminano la fluorografia, che consente di identificare lo sviluppo del processo patologico in una fase precoce. È semplicemente impossibile influenzare il principale fattore eziologico associato a una cattiva situazione ambientale.

La migliore protezione contro lo sviluppo degli esperti di adenocarcinoma è quella di fornire all'organismo tutti i nutrienti necessari.

La razione umana giornaliera deve contenere verdure fresche, frutta, carni magre, cereali di cereali integrali, latticini e una varietà di oli vegetali per resistere attivamente alle condizioni di vita esterna aggressive.

Caratteristiche cliniche dell'adenocarcinoma polmonare

Di solito l'adenocarcinoma a 2-3 stadi di sviluppo ha un decorso brillante. Gli oncologi notano i seguenti sintomi di adenocarcinoma polmonare:

  • l'emottisi è considerata una delle manifestazioni caratteristiche del cancro polmonare ghiandolare;
  • mancanza di respiro durante l'esecuzione di un carico minore;
  • tosse persistente con una grande quantità di espettorato;
  • il dolore al petto indica la prevalenza del processo tumorale sulla pleura, in cui vi è un gran numero di terminazioni nervose, causando un dolore marcato;
  • una marcata diminuzione del peso corporeo in un breve periodo di tempo caratterizza quasi sempre la progressione dell'oncologia;
  • scarso appetito e disturbi digestivi possono caratterizzare la diffusione delle metastasi di un cancro;
  • un aumento della temperatura corporea a numeri subfebbrili si osserva solo nella metà dei casi;
  • linfonodi ingrossati nel sottomascellare e sotto le ascelle;
  • sviluppo di sintomi di intossicazione.
Va notato che molte delle manifestazioni elencate possono essere segni di una serie di altre patologie, quindi non è necessario essere sconvolti prima del tempo. Quando i primi fenomeni patologici hanno bisogno di consultare un medico, chi con l'aiuto di studi speciali determinerà la causa esatta della loro origine.

Caratteristiche della diagnosi di adenocarcinoma

La prognosi per l'adenocarcinoma del polmone dipende dai dati diagnostici. Quanto prima viene rilevato un tumore, tanto più efficace sarà il trattamento e tanto più ottimista sarà la prognosi per il futuro. Per differenziare e affinare la diagnosi, gli specialisti usano i seguenti metodi:

  • la radiografia convenzionale, di regola, diventa il primo metodo diagnostico che rileva un oscuramento sul film di una lesione di eziologia sconosciuta;
  • La tomografia computerizzata e la risonanza magnetica sono considerate le più informative, poiché con il loro aiuto il medico ha l'opportunità di ottenere informazioni sull'educazione patologica in tutti gli angoli e sezioni stratificate, determinare accuratamente la natura e la struttura del tumore, l'estensione del processo, l'entità del danno all'organo e ai tessuti di tutto il corpo;
  • Il metodo endoscopico di studio dei bronchi ha un importante valore diagnostico e viene utilizzato quando è impossibile applicare il metodo di scansione TC, la risonanza magnetica o un altro motivo specifico, ad esempio un adenocarcinoma del bronco con struttura cellulare indeterminata;
  • un esame del sangue per la presenza di marcatori che determinano il processo oncologico del sistema broncopolmonare;
  • la biopsia è di grande importanza nel processo di diagnosi di adenocarcinoma, poiché con il suo aiuto il medico può determinare il tipo di struttura istologica, che renderà possibile determinare il piano per un trattamento efficace e conveniente, oltre a prevedere l'ulteriore comportamento del processo tumorale;
  • gli studi clinici generali sul sangue non forniscono un contenuto specifico di informazioni in oncologia, ma possono chiarire il quadro delle condizioni generali degli organi e dei sistemi vitali sullo sfondo di un processo maligno che interessa il corpo;
  • l'analisi del liquido pleurico e l'espettorato portano informazioni sulla presenza di cellule atipiche, sangue, pus e muco in questi fluidi biologici.
Sulla base dei dati dello studio, un oncologo-pneumologo esperto può prescrivere un trattamento efficace dell'adenocarcinoma polmonare.

Classificazione di adenocarcinoma polmonare

L'adenocarcinoma del polmone ha diverse varietà in base al grado di differenziazione della struttura cellulare di una neoplasia maligna. I seguenti tipi di adenocarcinoma si distinguono:

  • un tumore altamente differenziato è registrato nel 60% dei casi di carcinoma polmonare, specialmente negli uomini, ed è caratterizzato da una minima differenza nelle cellule alterate da strutture tissutali sane del corpo, che causa la sua progressione latente nel tessuto polmonare per un lungo periodo di tempo;
  • l'adenocarcinoma polmonare moderatamente differenziato si sviluppa in modo più evidente, poiché questo tipo di processo oncologico presenta evidenti differenze nella struttura cellulare ed è in grado di metastatizzare già nelle prime fasi dello sviluppo del carcinoma non a piccole cellule;
  • l'adenocarcinoma di basso grado ha una struttura istologica molto primitiva, ma una progressione molto rapida e un effetto tossico sul corpo, che causa questo tipo, come il più maligno, con la più alta percentuale di mortalità (fino all'80%);
  • il cancro indifferenziato è una forma fulminante di lesioni del corpo, con metastasi nelle fasi iniziali del processo di sviluppo.

Fasi di adenocarcinoma

L'adenocarcinoma dei polmoni si verifica e inizia a progredire, passando attraverso 4 fasi di sviluppo ed effetti sul corpo umano. Gli esperti distinguono le seguenti fasi del processo oncologico:

  • nella prima fase, la neoplasia colpisce una piccola porzione dei tessuti del sistema broncopolmonare, che nella maggior parte dei casi non presenta sintomi gravi e la metastasi è esclusa;
  • la seconda fase della progressione dell'adenocarcinoma è caratterizzata da un aumento delle dimensioni del processo tumorale, ma senza danneggiare i tessuti degli organi vicini, tuttavia, la metastasi al sistema linfatico è del tutto possibile;
  • la terza fase del cancro ghiandolare ha un decorso grave, con manifestazioni cliniche luminose e una vasta area di danno al tessuto polmonare e agli organi circostanti;
  • La quarta fase dell'adenocarcinoma è caratterizzata da abbondanti metastasi a carico del fegato, del cervello e dello sviluppo di gravi sintomi di intossicazione generale del corpo, che nel 98% dei casi porta alla morte.
Un'alta percentuale di sopravvivenza è rilevata solo quando il tumore viene diagnosticato nello stadio 1-2 dello sviluppo, fino all'85%. Nello stadio 3 dell'adenocarcinoma, molto dipende dal tipo e dalla localizzazione del processo tumorale, quindi il tasso di sopravvivenza a cinque anni non supera il 45%.

Nella fase 4 di adenocarcinoma polmonare, la prognosi è molto scarsa, la sopravvivenza è data non più del 2-5%.

Trattamento di adenocarcinoma

Nel trattamento delle tattiche del cancro del polmone determinare il tipo, la posizione, la prevalenza del processo e la fase del corso. I seguenti aspetti degli interventi terapeutici sono comunemente usati:

  • la chemioterapia viene applicata prima e dopo l'intervento chirurgico;
  • la chirurgia comporta l'escissione del tumore dal tessuto interessato o completamente con l'intero polmone e linfonodi regionali, al fine di eliminare completamente la possibile messa a fuoco, da cui il tumore origina come una ricaduta della malattia;
  • la radioterapia può essere eseguita in caso di inoperabilità del paziente o con l'operazione;
  • prevenzione delle ricadute;
  • riabilitazione.
L'efficienza e un esito favorevole nella maggior parte dei casi sono caratteristici solo dell'adenocarcinoma polmonare, diagnosticato allo stadio 1-2 dello sviluppo e talvolta allo stadio 3.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

Adenocarcinoma dei polmoni: trattamento, prognosi. C'è qualche possibilità di recupero?

L'adenocarcinoma polmonare è uno dei tumori più comuni che influiscono sulla funzionalità del sistema respiratorio (e non sono correlati alle piccole cellule).

Sia le donne che gli uomini sono suscettibili a questa malattia, ma a questi ultimi viene diagnosticata quasi 3 volte più spesso. Che cosa causa l'adenocarcinoma polmonare, quali sintomi lo precedono e che tipo di trattamento viene somministrato al paziente?

Cos'è?

L'adenocarcinoma del polmone è una neoplasia maligna che colpisce le ghiandole situate in questo organo. Nel processo di sviluppo, il tumore può germogliare nello strato epiteliale del polmone, interessando il sangue e i vasi linfatici.

L'adenocarcinoma può colpire qualsiasi parte del polmone, dai passaggi bronchiali ai vasi sanguigni che permeano gli alveoli. Sulla base di questo, il cancro del polmone è classificato in:

  • centrale;
  • periferiche;
  • tipo misto

Allo stesso tempo, il tumore può essere non invasivo (non interessando i tessuti circostanti) e invasivo (con chiare tracce di germinazione nei tessuti circostanti). Il cancro è anche classificato in 4 fasi, a seconda della fisiologia dello sviluppo del tumore maligno stesso e della presenza di metastasi.

motivi

Fino ad ora gli scienziati non sono in grado di determinare con precisione le cause dell'adenocarcinoma polmonare. Ci sono solo teorie sui fattori che provocano l'emergenza dei tumori. Tra loro ci sono:

  • fumare per 3 anni o più;
  • vivere in una zona con una grave situazione ambientale;
  • predisposizione genetica;
  • complicazione di malattie croniche dell'apparato respiratorio (tubercolosi, polmonite);
  • lavoro che implica una lunga permanenza in ambienti con polvere di amianto, schegge di metallo, clorometil etere.

E se credi alle assicurazioni dei medici, allora nell'80% dei casi di diagnosi di adenocarcinoma polmonare il "colpevole" è esattamente il fumo. Inoltre, il paziente al momento attuale potrebbe aver già eliminato la sua cattiva abitudine e l'ultima volta ha fumato tabacco più di 10 anni fa. Tutto questo - le conseguenze della dipendenza da nicotina a lungo termine.

sintomi

I sintomi del cancro del polmone dipendono in gran parte dalla posizione del tumore maligno. E nella maggior parte dei casi, i segni della malattia si manifestano negli ultimi stadi, il che porta ad un alto tasso di mortalità quando viene rilevato un tumore nel polmone. Tuttavia, è necessario consultare immediatamente un medico e sottoporsi a un esame a raggi X se compaiono i seguenti sintomi:

  • escrezione di grandi quantità di espettorato;
  • tosse prolungata, che non è influenzata dai farmaci;
  • mancanza di respiro;
  • tosse con sangue;
  • dolore al petto (sia in stato di calma che durante lo sforzo fisico);
  • aumento irragionevole della temperatura corporea fino a 40 gradi;
  • bronchiti frequenti e altre malattie dell'apparato respiratorio;
  • difficoltà a respirare con un "fischio".

In circa il 15% dei casi, l'adenocarcinoma non si manifesta in alcun modo fino al momento in cui il tumore inizia a crescere nel tessuto osseo. Questo processo è accompagnato da un dolore molto forte, che non può essere alleviato da comuni analgesici. Di norma, viene diagnosticato un cancro del 4 ° stadio e l'ulteriore trattamento è già privo di significato, poiché le metastasi si trovano in altri organi.

Nelle fasi successive, il paziente può anche sperimentare i seguenti segni della malattia:

  • forte sanguinamento quando si tossisce;
  • pleurite;
  • affaticamento molto rapido del paziente;
  • forte dolore al petto;
  • perdita di peso

In casi estremi, il paziente non può più respirare autonomamente e ha bisogno di ossigenoterapia. Questo è l'unico modo possibile per evitare la fame di ossigeno.

diagnostica

Uno studio differenziale è inizialmente assegnato per fare una diagnosi finale. La sua caratteristica è quella di escludere altre possibili malattie che cadono sotto i sintomi descritti.

Successivamente, vengono prescritti radiografi, esami del sangue (per la definizione di marker tumorali), broncoscopia, biopsia transtoracica, ecografia del torace. In conclusione, viene fatta una valutazione dello stato mutazionale e anche allora il medico è pronto ad annunciare una prognosi preliminare per l'eventuale trattamento della malattia.

Se la diagnosi è confermata nella diagnosi, al paziente viene immediatamente prescritto un trattamento, se ciò è ancora possibile. Tuttavia, si dovrebbe anche prendere in considerazione il fattore di errore morfologico nel rilevamento di adenocarcinoma polmonare. È possibile stabilire esatte variazioni nel tessuto epiteliale solo conducendo un esame istologico del neoplasma.

Tuttavia, nella diagnosi del cancro del polmone, è consentita solo la biopsia transtoracica, durante la quale viene raccolto il parenchima polmonare. E con un cancro invasivo, è impossibile raccogliere materiale da tutte le aree affette del sistema respiratorio.

Di conseguenza, non è possibile stabilire i limiti esatti dei cambiamenti morfologici. Questo è il motivo per cui il trattamento, compreso quello chirurgico, può essere prescritto quando teoricamente è già privo di significato eseguire l'operazione. Questo non è considerato un errore medico - è una mancanza dell'attuale livello di sviluppo della medicina.

Metodi di trattamento

Oggi, ci sono 3 metodi principali per il trattamento di adenocarcinoma:

  • rimozione chirurgica del tumore e del tessuto interessato;
  • metodo radiologico (radioterapia, che può ancora essere prescritto in aggiunta al metodo chirurgico);
  • chemioterapia (somministrazione di farmaci, sotto l'influenza di cui muoiono le cellule tumorali).

Una categoria separata può essere distinta dal trattamento palliativo, che viene utilizzato in casi senza speranza e comporta solo la creazione di condizioni confortevoli per il paziente e l'eliminazione dei sintomi dolorosi. La base di tale trattamento è l'anestesia, l'ossigenoterapia, l'assistenza psicologica, la disintossicazione del corpo.

Per quanto riguarda i rimedi popolari, nella maggior parte dei casi sono privi di significato e porteranno inevitabilmente a un'ulteriore crescita del tumore. Ma i medici non proibiscono l'uso di consigli popolari oltre alla terapia prescritta. Naturalmente, possono essere utilizzati solo previa consultazione medica.

Qual è il trattamento più efficace? Non esiste un tale concetto in linea di principio. E la terapia raccomandata dipende completamente dallo stadio di sviluppo del tumore maligno e dal luogo della sua dislocazione. Solo l'oncologo presente ha il diritto di scegliere il metodo di trattamento, avendo tutte le informazioni sulla diagnosi effettuate. La terapia prescritta non dipende in alcun modo dal sesso del paziente, dalla sua età.

prospettiva

Secondo le statistiche dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, circa l'89% di tutti i pazienti con rifiuto di trattamento muoiono già da 2 anni dopo la comparsa dei primi segni di adenocarcinoma. In generale, la mortalità per cancro del polmone è di circa il 70% di tutti i casi diagnosticati, incluso quando si usa un trattamento chirurgico. La cosa principale in tutto questo - diagnosi precoce.

Ma al 4 ° stadio con metastasi, la probabilità di un esito positivo dal trattamento è significativamente ridotta. In circa il 95% dei casi, la malattia si conclude con la morte del paziente. Tuttavia, vale la pena notare che la presenza di metastasi anche con una massiccia lesione polmonare non è sempre necessaria.

Per la maggior parte dipende dalla dimensione del tumore stesso. Con 20 millimetri di diametro, la probabilità della loro presenza non supera il 15-20%. Ma con 50 millimetri e oltre - oltre l'80%. Inoltre svolge un ruolo e l'invasione del tumore. Se il tumore non cresce nei tessuti circostanti, allora la probabilità di successo del trattamento è molto alta.

In sintesi, l'adenocarcinoma polmonare è una malattia del cancro con un alto grado di mortalità. Il motivo principale è il fumo prolungato o il permanere in regioni con cattive condizioni ambientali, esposizione alle radiazioni. Quando si effettua questa diagnosi, si consiglia immediatamente la radioterapia e, se necessario, la rimozione chirurgica del tessuto interessato.

L'esito della terapia prescritta dipende direttamente dallo stadio in cui è stato diagnosticato l'adenocarcinoma, dalla presenza di metastasi e dall'invasione della neoplasia.

Video interessante

Assicurati di guardare il video su come proteggersi dal cancro ai polmoni: