Rilevazione di polmonite nell'analisi del sangue

La polmonite è un processo infiammatorio acuto che colpisce i segmenti polmonari o l'intero lobo. Per fare una diagnosi, non è sufficiente esaminare il paziente e ascoltare le sue lamentele. Il ruolo principale nella diagnosi gioca a raggi X e analisi del sangue. Sulla base di questi metodi di ricerca, è possibile diagnosticare con precisione. L'esame del sangue per la polmonite è abbastanza specifico, già un medico esperto può suggerire un processo infiammatorio negli organi respiratori.

È possibile determinare la polmonite mediante analisi del sangue

Quando si effettua una diagnosi, il medico deve inviare il paziente a un esame del sangue. Già mediante analisi cliniche, è possibile identificare alcune anomalie che sono caratteristiche del processo infiammatorio nei polmoni. Secondo i dati ottenuti, il medico può determinare quanto sia difficile l'infezione e fare previsioni appropriate.

La conta dei leucociti indica un processo infiammatorio nei polmoni. Se questo indicatore è molto alto, allora puoi assolutamente dire che c'è un'infiammazione nel corpo. Un medico esperto può determinare la localizzazione del processo patologico e il grado della sua negligenza in base al livello dei leucociti.

Normalmente, il livello dei leucociti non deve superare 4-9 g / l. Per deviazione dalla norma, possiamo parlare di tali disturbi di salute:

  • con un aumento del livello dei leucociti a 40-60 g / l, è sicuro parlare di polmonite;
  • se l'analisi mostra il conteggio dei leucociti normali e ci sono aree scure sulla radiografia, allora possiamo parlare della natura batterica della polmonite;
  • se la formula dei leucociti viene spostata nella direzione di aumentare i mielociti e i metamyelociti, si può sospettare una polmonite focale acuta;
  • se il tasso di mielociti e neutrofili è aumentato nel sangue, questo potrebbe indicare lo sviluppo della polmonite lobare.

Il secondo indicatore importante in base al quale il grado di infiammazione può essere determinato è l'ESR. Dalla norma, questo indicatore è molto diverso, a seconda dell'età del paziente. La VES nella polmonite negli adulti può raggiungere fino a 80 mm / h. Ma va tenuto presente che in alcune patologie del sangue, questo indicatore può rimanere normale anche se vengono rilevati cambiamenti significativi sull'immagine a raggi X.

Un quadro ematico nei pazienti adulti, che indica una polmonite virale, è considerato la norma per i bambini più piccoli. Solo dopo 5 anni la formula cambia notevolmente.

Per effettuare correttamente una diagnosi, è necessario confrontare i risultati del test ottenuti con l'età del paziente.

Analisi biochimiche

Oltre all'analisi generale del sangue per la polmonite in un adulto e un bambino, spesso fanno un'analisi biochimica. In questo test clinico, è possibile determinare il quadro generale della salute umana e identificare varie complicazioni che non sono rare nell'infiammazione dei polmoni.

Secondo l'analisi biochimica, è possibile rivelare il rapporto totale tra ossigeno e anidride carbonica. Con la polmonite nel sangue del paziente, tutti gli indicatori di fase acuta sono leggermente elevati - fibrinogeno, seromucoi, proteina c-reattiva e alcuni altri.

Con l'analisi biochimica, è possibile identificare varie complicazioni che possono essere associate alla carenza di ossigeno nel cervello e nei tessuti. Con l'identificazione tempestiva di tutte queste patologie, il paziente riceve rapidamente un trattamento appropriato.

L'esame del paziente può essere completato con analisi delle urine. Questo test clinico ti permette di determinare quanto bene funziona il sistema escretore.

Come passare un'analisi

Perché le analisi del sangue mostrino un'immagine obiettiva, dovresti prepararti alla recinzione. Prima di visitare il laboratorio, è necessario seguire queste raccomandazioni:

  • il paziente non deve mangiare o bere bevande di cacao prima di prendere il sangue. Tra l'ultimo pasto e il prelievo di sangue dovrebbero essere necessarie almeno 8 ore;
  • non meno di un giorno prima dei test, si dovrebbe interrompere l'assunzione di farmaci, in quanto possono influenzare i risultati. Se è impossibile rifiutare i farmaci, è necessario informare il medico su quali farmaci sono stati assunti;
  • un paio di giorni prima di visitare il laboratorio, alcol, grassi e cibi fritti dovrebbero essere esclusi dalla dieta.

Simultaneamente con il prelievo di sangue al paziente si raccomanda di passare e scaricare dai bronchi. Questo test clinico aiuterà a identificare l'agente causale e prescriverà i farmaci nel modo più accurato possibile.

L'espettorato dai bronchi viene raccolto in un contenitore sterile e testato per l'analisi. Secondo la testimonianza del medico può lavare e lavare l'acqua.

Risultati del test dopo il trattamento

Durante il trattamento della polmonite, la formula del sangue cambia gradualmente, ma è necessario capire che questo processo è molto lento. Dopo che il trattamento è stato eseguito, lo stato di salute del paziente è normalizzato e tutti i sintomi che indicano un processo infiammatorio nei polmoni scompaiono:

  • La temperatura corporea è stabilizzata. Sebbene in alcuni casi possa rimanere per altre due settimane subfebrilari, nelle persone con ridotta immunità viene abbassato.
  • A poco a poco la tosse diminuisce, la mancanza di respiro scompare e il respiro sibilante nei polmoni scompare.
  • Il tono generale del corpo aumenta.
  • I fenomeni dispepsicheskie scompaiono.
  • Il dolore nello sterno passa.

Ma anche dopo che tutti i sintomi scompaiono, la formula del sangue rimane patologica per qualche tempo, e questo può essere considerato la norma. Ciò suggerisce che il sistema immunitario risponda adeguatamente al trattamento.

Se il numero di eosinofili aumenta nel sangue del paziente durante il periodo di recupero, allora possiamo dire che il trattamento è stato scelto correttamente. Se il numero di eosinofili è nettamente diminuito o non ce ne sono affatto, allora possiamo dire che la malattia è diventata molto complicata.

Durante il periodo di recupero, il paziente deve sottoporsi a esami del sangue e delle urine una volta alla settimana. Anche dopo la scomparsa di tutti i sintomi della malattia, il medico osserva ancora il paziente per un po 'di tempo. Con questo approccio, è possibile riconoscere rapidamente le complicazioni.

Caratteristiche di analisi nei bambini

Nei bambini piccoli, la formula del sangue varia con l'età. Quindi, per i bambini di 4 anni, è considerato assolutamente normale se il numero di linfociti è superiore al numero di neutrofili. Se tali cambiamenti nella composizione del sangue sono osservati in un adulto, allora possiamo parlare della natura virale della malattia, ma nei bambini di questa età, tali indicatori sono la norma.

Dopo che il bambino ha 5 anni, i neutrofili cominciano a dominare nel sangue e la formula generale diventa simile a quella di un adulto. L'ESR nell'infiammazione polmonare in un bambino piccolo può aumentare notevolmente. Se questo indicatore è molto alto, indica sempre un processo infiammatorio nel corpo.

Per la diagnosi, il medico prescrive sempre un esame del sangue per i bambini. Di solito i risultati sono scritti sul modulo, dove c'è una norma grafica. Cioè, anche i genitori senza istruzione medica possono facilmente vedere ciò che è diverso dagli indicatori normali.

Se ci sono dei dubbi sui risultati dei test, il medico può ordinare una ripetizione e quindi confrontare i dati.

Bisogno di raggi x

Alcune persone diffidano dell'esame a raggi X e assolutamente per niente. La dose di radiazioni che una persona riceve in tale studio è completamente insignificante, ma è in molti casi l'istantanea che aiuta a diagnosticare correttamente la malattia.

In alcune malattie del sistema ematopoietico, anche in presenza di tutti i segni di polmonite, il conteggio del sangue può rimanere normale. Questo è dove è necessaria una radiografia per fare una diagnosi corretta.

Nei casi gravi di polmonite, il medico può prescrivere una radiografia più volte, questo è necessario per controllare il processo di guarigione.

Decifrare i test per le persone senza istruzione medica è molto difficile, quindi solo un medico dovrebbe interpretare i risultati. Quando si valutano i valori, l'età del paziente è necessariamente presa in considerazione, dal momento che alcuni indicatori nella formula del sangue possono variare notevolmente nei bambini e negli adulti.

Analisi del sangue per la polmonite: generale e biochimica

L'infiammazione dei polmoni è una grave malattia infettiva che colpisce gli organi respiratori inferiori dell'organo. Per diagnosticare una malattia, il paziente deve sottoporsi a una serie di procedure mediche obbligatorie. Un esame del sangue per la polmonite è incluso in questo elenco ed è un metodo importante per valutare la gravità della patologia.

Che esame del sangue da prendere con la polmonite

La diagnosi di polmonite comporta un complesso di diverse procedure. Un ruolo cruciale in questo problema è svolto dalla radiografia o dall'esame di laboratorio dell'espettorato, che consente di determinare la presenza di agenti patogeni nel corpo. Ma altri metodi di esame, compreso l'esame del sangue del paziente, non hanno alcuna importanza.

Un esame del sangue per la polmonite prevede lo studio di analisi cliniche (generali) e biochimiche. Ognuno di essi porta informazioni individuali, in base alle quali è possibile valutare le condizioni del paziente.

Analisi clinica

Emocromo completo per polmonite è necessario per valutare i suoi componenti importanti. Questi includono:

  • Globuli rossi. Se con malattie virali ordinarie, diventano più piccoli, poi con la polmonite, al contrario, il numero di globuli rossi cresce, anche se leggermente;
  • Leucociti. Sono cellule in grado di combattere i batteri patogeni. Per questo motivo, il loro numero aumentato in polmonite indica la natura batterica della malattia;
  • Linfociti. A differenza dei leucociti, rispondono attivamente ai patogeni virali. Se l'analisi mostra un aumento del loro numero, allora la polmonite è virale;
  • Piastrine. Questo indicatore nei risultati del test non cambia con la polmonite. Se ciò accade, dovresti prestare attenzione alla coagulazione del sangue;
  • Reticolociti. Queste cellule sono il materiale originale da cui si formano successivamente i globuli rossi. In presenza di polmonite negli adulti e nei bambini, il loro numero può anche aumentare. Questo accade a causa di alterato scambio di gas nel corpo;
  • ESR. Un importante indicatore che dimostra la risposta alla sedimentazione degli eritrociti. Più è alto, più difficile è la polmonite.

In aggiunta a questi indicatori, la presenza di polmonite può essere detta quantità di monociti e bassa emoglobina aumentato. Un esame del sangue per la polmonite in un bambino dovrebbe essere esaminato, tenendo conto di alcune caratteristiche. Ad esempio, nei bambini sotto i 5 anni di età ha aumentato il numero dei linfociti può essere considerata la norma, quando l'adulto è sempre parlando della presenza di infiammazione.

Analisi biochimiche

Gli indicatori di analisi biochimica del sangue possono confermare la presenza di una malattia infettiva, nonché valutare la natura della sua gravità. Ciò è possibile a causa del fatto che l'analisi riflette i processi metabolici responsabili del funzionamento di tutti gli organi e sistemi interni. Viene nominato insieme alla clinica e il suo obiettivo principale, in primo luogo, è identificare possibili complicanze nel corso della malattia.

Durante lo studio del materiale, il personale medico ha l'opportunità di stimare il rapporto tra due importanti indicatori per una persona: ossigeno e anidride carbonica.

Questo è molto importante perché la mancanza di ossigeno nei polmoni stanno gradualmente completata da inedia del cervello, che colpisce non solo notevolmente il deterioramento delle condizioni di salute, ma può anche portare a un esito letale del paziente.

Se si sospetta una polmonite in un paziente, viene raccolta una quantità sufficiente di materiale, pertanto, di regola, il sangue viene prelevato da una vena.

Esame del sangue biochimico - indicatori per la polmonite

L'analisi biochimica del sangue può riflettere una varietà di valori, ognuno dei quali porta informazioni specifiche. Quali indicatori dovrebbero prestare particolare attenzione alla polmonite e ai loro valori normali negli adulti sono elencati di seguito:

  • Alfa 2 globulina - 5-9%;
  • Gamma globulina - 12-19%;
  • Seromucoi - 1,2-1,6 mmol / l;
  • Acidi sialici - 2-2.3 mmol / l;
  • Proteina C-reattiva - 0-5 mg / l;
  • Fibrinogeno - 3-4 g / l;
  • ALT - 15-18 unità / l;
  • AST - 17-22 u / l;
  • LDH: fino a 250 unità / l.

L'aumento di uno qualsiasi di questi indicatori può indicare lo sviluppo del processo infiammatorio, inclusa la polmonite. Nei bambini, i valori sono diversi, quindi è importante che i test per la polmonite dei polmoni nei bambini siano trattati con particolare attenzione e con la partecipazione del pediatra.

Regole per la donazione del sangue

Le analisi del sangue saranno in grado di mostrare l'immagine più precisa dello stato del corpo al momento, se il paziente osserva una serie di semplici regole di preparazione per la loro consegna. Implicano le seguenti raccomandazioni:

  • È meglio fare un'analisi al mattino e ancor più preferibilmente al mattino dopo essersi svegliati;
  • Devi rispettare l'intervallo di tempo tra la donazione del sangue e l'ultimo pasto. Deve essere di almeno 8 ore. Se lo si desidera, è possibile bere acqua, ma certamente non contenente gas.

Durante l'ultimo giorno prima del campionamento, è necessario escludere quanto segue:

  • Bevande alcoliche e sigarette;
  • Grasso, fritto, pesante per il cibo dello stomaco, e inoltre non è raccomandato l'uso di succhi;
  • Farmaci, soprattutto se sono antibiotici o farmaci ormonali che possono influenzare i processi metabolici del corpo;
  • Sovratensione sotto forma di esercizio.

Tutte queste regole sono dovute al fatto che il rapporto degli indicatori delle analisi del sangue può variare in modo significativo sotto l'influenza di questi criteri. Nei bambini piccoli, il processo di dentizione può anche influenzare questo. Le donne incinte possono anche avere un quadro diverso degli indicatori, a causa dello sfondo ormonale alterato in un determinato periodo.

Analisi post-trattamento

Molti segni possono indicare i risultati positivi della terapia terapeutica. Tra questi, i seguenti sono particolarmente distinti:

  • Il dolore al petto scompare;
  • Mancanza di respiro e respiro sibilante sono eliminati;
  • L'intensità della tosse diminuisce;
  • La temperatura corporea ritorna normale;
  • Segni di intossicazione sotto forma di vomito o feci anormali scompaiono;
  • Migliora la condizione generale del corpo.

Ma è importante ricordare che i conteggi del sangue non tornano sempre alla normalità immediatamente. Questa immagine è considerata la norma, poiché è necessario un tempo aggiuntivo per la stabilizzazione di alcuni valori di analisi:

  • La velocità di eritrosedimentazione può rimanere troppo elevata;
  • La forma dei leucociti può anche stabilizzarsi gradualmente. Ciò è spiegato dal fatto che le nuove cellule si trasformano in cellule segmentate e richiedono tempo per questo;
  • Il numero di eosinofili, di regola, rimane elevato, e questo è un indicatore favorevole. La brusca scomparsa di queste particelle nel sangue indica una complicazione in via di sviluppo.

In generale, parlare della vittoria sulla malattia, basata solo su esami del sangue, è impossibile. Poiché il trattamento implica un approccio integrato, la sua efficacia dovrebbe essere valutata sulla base di indicatori di diverse procedure diagnostiche.

Indicatori di sangue per polmonite in un bambino. Cosa fa l'aumento di ESR?

Probabilmente tutti i genitori hanno sentito, e forse hanno dovuto affrontare la polmonite nei bambini. La polmonite è un'infiammazione del tessuto polmonare, che in assenza di diagnosi e trattamenti tempestivi può innescare lo sviluppo di gravi complicanze.

La diagnosi di polmonite, tranne per l'esame clinico e la radiografia del torace nei bambini comprende vari tipi di analisi, che vanno da un semplice esame del sangue e terminano studio PCR per identificare gli agenti patogeni specifici.

Nell'articolo in basso, rivediamo brevemente i metodi diagnostici e ci soffermiamo sui cambiamenti negli indicatori del test ematico generale e delle caratteristiche dell'indice ESR della polmonite.

Tipi di diagnostica e analisi

I genitori conoscono bene il loro bambino e quindi, con i minimi cambiamenti nelle loro condizioni generali, iniziano a preoccuparsi. E in alcuni casi, dovresti guardare attentamente il bambino. La causa della polmonite in 90 casi su 100 sono batteri (per esempio, streptococco o clamidia) e in 10 casi sono virus e funghi.

Contattare la clinica per la diagnosi di polmonite è necessario se ci sono diversi sintomi, presentati in dettaglio in questo articolo.

Qualsiasi diagnosi di infiammazione polmonare contiene due tipi di ricerca: test di laboratorio e diagnostica delle radiazioni.

I test di laboratorio comprendono le seguenti procedure diagnostiche:

  • esame del sangue clinico;
  • analisi delle urine;
  • biochimica del sangue;
  • microscopia dell'espettorato.

Le seguenti procedure sono assegnate alla diagnosi di radiazioni:

  • Esame a raggi X;
  • radiografia del torace;
  • Raggi X;
  • imaging.

In questo caso, la nomina di una procedura diagnostica viene eseguita a seconda dell'età del bambino e della gravità della malattia.

Nomina di test di laboratorio in base all'età

I bambini di età inferiore a 3 anni sono una categoria speciale di pazienti, e per diagnosticare la polmonite in loro, è necessario seguire questo piano:

  1. Valutazione visiva dello stato attuale del bambino.
  2. Esame completo e accurato da parte di un pediatra, toccando il torace e ascoltando lo stetoscopio. Un medico qualificato determinerà se il bambino ha la polmonite senza test. Anche nella maggior parte dei casi, il medico prescriverà anche test di laboratorio.
  3. Clinica (emocromo completo) - diagnosi standard.
  4. Analisi delle urine Condotto per diagnosticare la condizione dei reni e la gravità dell'intossicazione.
  5. Esame batteriologico del sangue
  6. Uno studio della composizione dell'espettorato del bambino.

I bambini dai 3 ai 10 anni, con diagnosi di attività standard di comportamento polmonite: l'ascolto della polmoni fonendoscopio, esami del sangue (general clinica, biochimica e batteriologiche), urina, espettorato. Quando, dopo la data specificata analisi della difficoltà osservata nella diagnosi, v'è un sospetto di complicazioni e sintomi di malattia grave, i bambini di questa età prescritti esame radiografico.

Dall'età di 10 anni, tutte le procedure diagnostiche sono consentite.

L'esame dell'espettorato è condotto solo nei bambini più grandi. Nei bambini, l'espettorato è difficile da raccogliere, poiché lo inghiottono. Utilizzando questo metodo diagnostico, determinare il numero di neutrofili, eritrociti, fibrina. Quindi, puoi scoprire qual è stata la causa e l'agente causale della malattia. Ma questo risultato dello studio non può essere definito sufficientemente informativo, dal momento che quando viene raccolto l'espettorato, c'è un'alta probabilità di batteri e microbi provenienti dalla cavità orale o dall'ingresso dei bronchi.

Tipi di esami del sangue per la polmonite in un bambino. Indicatori e norme

Nella diagnosi di polmonite nei bambini, un punto importante è l'esame del sangue. Ad esempio, conoscere gli indicatori dei leucociti e dei linfociti può determinare l'eziologia della malattia: virale o batterica.

I più significativi nella diagnosi di polmonite sono esami del sangue sierologici, biochimici e generali. Considera ciascuno di essi in modo più dettagliato.

sierologica

Consente di determinare rapidamente i microrganismi e gli agenti patogeni nel caso in cui vengano messi in discussione i risultati di altri test. È abbastanza raro. È usato per diagnosticare la SARS causata da clamidia o micoplasma. Questo studio consente di determinare quale sia stata la fonte della malattia e assegnare correttamente un ciclo di antibiotici per il trattamento.

Polymerase Chain Reaction (PCR)

Questo test è lo strumento più efficace per rilevare agenti patogeni e virus atipici (micoplasma, clamidia). Lo studio consente di determinare il DNA di qualsiasi microrganismo. Il vantaggio è la capacità di quantificare il microbo nel corpo e la capacità di rilevare più infezioni o virus contemporaneamente.

Saggio immunoassorbente legato all'enzima (ELISA)

A differenza della PCR, questo test non rileva agenti virali o batteri, ma misura la quantità di anticorpi prodotti dal sistema immunitario umano. Gli anticorpi, a loro volta, combattono l'agente causale. Ad esempio, nei primi 10 giorni di malattia, il test mostra la presenza di immunoglobulina di classe "M", e successivamente con lo sviluppo della malattia - classe "A". Il decorso prolungato dell'infezione può indicare la produzione di immunoglobuline "G" da parte dell'organismo.

biochimica

È significativo nella diagnosi della malattia. Gli indicatori nella biochimica del sangue non sono specifici, ma consentono al medico di determinare la gravità del processo infiammatorio e l'attività funzionale degli organi interni nella polmonite.

È importante prestare attenzione ai seguenti conteggi ematici:

  1. Proteine ​​totali Nello stato normale del corpo, il contenuto proteico è 65-85 g / l. In polmonite, non aumenta e non diminuisce, è nei valori limite consentiti.
  2. Alfa e gamma globulina. Il valore di questi indicatori è molto più alto del normale. Questa è un'indicazione che il corpo sta combattendo l'infiammazione.
  3. Fibrinogeno. Leggermente più alto del normale.
  4. Proteina C-reattiva. Questo indicatore è al di sopra della norma.
  5. Lattato deidrogenasi (LDH). La figura presentata è leggermente sopra il normale.

Analisi del sangue generale

Ha il più grande valore diagnostico e contiene i seguenti indicatori:

  1. Leucociti. Se è presente una polmonite batterica, il numero di leucociti sarà al di sopra della norma. Nella polmonite virale, vi è una significativa diminuzione del numero di leucociti (leucopenia). Nei bambini, il tasso di leucociti dipende dall'età. Per i neonati - 9,2-13,8 x 10 in 9 gradi Unità / l, da anno a 3 anni 6-17 x 10 a 9 gradi Unità / l, da 3 a 10 anni - 6.1-11.4 x 10 a 9 gradi Unità / l.
  2. Formula dei leucociti e suo spostamento. Quando la malattia è causata da batteri, nel sangue sono presenti neutrofili granulari pronunciati. Una quantità significativa delle loro forme immature (pugnalata) parla di polmonite batterica. Questo è il cosiddetto spostamento dei leucociti a sinistra. Quando ci sono pochi neutrofili nel sangue e nei linfociti più della norma, questo indica la natura virale della polmonite in un bambino.
  3. Globuli rossi. Con un leggero decorso della malattia, è possibile la loro leggera diminuzione, con un grado più grave di polmonite, il numero di globuli rossi aumenta. Il tasso di globuli rossi per i bambini al di sotto di un anno è 4-5,3 x 10 in 12 gradi g / l, di anno in tre anni - 3,7-5,3 x 10 in 12 gradi g / l, fino a 12 anni - 3,7 -5,0 x 10 a 12 gradi g / l
  4. Linfociti. Con un numero ridotto di linfociti, possiamo parlare della natura batterica della polmonite.
  5. Piastrine. Con la polmonite, sono entro i limiti accettabili caratteristici dell'età.
  6. Tasso di sedimentazione eritrocitaria (ESR).

Tasso di sedimentazione eritrocitaria (ESR) - norma e deviazione

Nella polmonite acuta, uno dei segni più importanti della presenza di una malattia nel corpo di un bambino è il tasso di sedimentazione degli eritrociti.

Nei bambini, questo indicatore varia con l'età. L'aumento della VES è uno dei segni più caratteristici della polmonite. Allo stesso tempo, la velocità di eritrosedimentazione nel sangue di un bambino aumenta e può superare i 30 mm / h.

Per confronto, le percentuali di VES nei bambini, a seconda dell'età, sono le seguenti:

  • per i neonati - 2-4 mm / h;
  • bambini fino a un anno - da 3 a 10 mm / h;
  • bambini di età compresa tra uno e cinque anni - da 5 a 11 mm / h;
  • bambini di età compresa tra 6 e 14 anni - da 4 a 12 mm / h.

Video utile

Il famoso medico dei media Komarovsky nel video qui sotto dice come distinguere tra polmonite virale e batteri usando i test del sangue:

conclusione

La polmonite non può essere diagnosticata dai genitori da soli. È necessario contattare un pediatra o immediatamente all'ospedale. Di regola, il trattamento della polmonite si verifica in ospedale sotto la supervisione di un medico polmonare. Un sistema di test avanzato, che va dall'analisi delle urine alle analisi del sangue complesse, aiuta a diagnosticare e iniziare in modo accurato il trattamento nel tempo.

Dopo il trattamento, è necessario ripetere il test del sangue e delle urine per vedere l'efficacia della terapia.

Quale dovrebbe essere un esame del sangue per la polmonite in un bambino

Un esame del sangue è incluso nella diagnosi standard di polmonite nei bambini. Aiuta a confermare la diagnosi, che viene fatta sulla base di un esame del bambino e una radiografia del torace. Utilizzando anche questo studio, è possibile identificare l'agente eziologico per trovare il trattamento giusto.

Quali sono i sintomi di un esame del sangue?

L'infiammazione dei polmoni di natura batterica e la polmonite virale sono le malattie che colpiscono più comunemente i bambini sotto i 5 anni. In circa il 20% dei casi, ciascuna di queste patologie si sviluppa nei neonati e nel 50% nei bambini di età inferiore a 1,5 anni. A questa età, la polmonite è mortale. Inoltre, la stragrande maggioranza dei casi si verifica nei neonati prematuri e in quelli nutriti con biberon. Tali bambini hanno problemi con l'immunità. Molto spesso la malattia ha una natura batterica. L'infezione porta ad esso:

  • stafilococchi;
  • E. coli;
  • pneumococchi;
  • clamidia.

Ogni madre ha bisogno di conoscere i sintomi dell'infiammazione polmonare. Questi includono:

  • scolorimento della pelle nella zona del triangolo naso-labiale - azzurrandolo;
  • respiro affannoso, frequente;
  • debolezza generale, perdita di appetito;
  • febbre alta;
  • sudore freddo

Quando la natura batterica della malattia, i sintomi principali sono: pelle blu, malessere, febbre e insufficienza respiratoria. La polmonite virale può avere un corso nascosto, a volte è difficile distinguere dal comune raffreddore. I sintomi più comuni sono: naso che cola, mal di gola, tosse debilitante.

Come potete vedere, la malattia non ha sintomi specifici, quindi solo un esame del sangue aiuterà a stabilire la causa dell'indisponibilità. Inoltre, il bambino ha bisogno di analizzare espettorato e radiografia. Queste procedure diagnostiche determineranno accuratamente la causa della malattia.

È necessario consultare un medico per la diagnosi immediatamente dopo aver avuto la febbre o altre anomalie (naso che cola, tosse, mal di gola, rifiuto del cibo, debolezza). Prima dell'arrivo del medico non è consigliabile abbassare la temperatura da soli, se non ha raggiunto 37,5 gradi. Per tariffe superiori a 38 gradi, si consiglia di contattare un pronto soccorso.

Come passare un'analisi

A seconda del decorso della malattia, a un bambino possono essere assegnati diversi test. Emocromo completo è lo standard per la diagnosi di polmonite e la ricerca biochimica si riferisce alle procedure di chiarificazione (consente di identificare anomalie nel lavoro di vari organi, complicanze della patologia). Indipendentemente dal tipo di analisi, è necessario rispettare le seguenti regole:

  1. Donalo solo al mattino.
  2. Il bambino della sera non si nutre, è sufficiente che i bambini non diano da mangiare per 4 ore.
  3. Se il bambino è cattivo e chiede di mangiare o bere, allora puoi dargli solo acqua pulita. Succhi, latte e altre bevande distorcono il risultato.

La prima analisi viene sempre eseguita dopo essere andata dal medico, nel corso del trattamento viene prescritta una seconda analisi del sangue. È necessario monitorare la terapia. Se il bambino è stato deciso di essere ricoverato in ospedale, gli viene assegnata una rapida analisi. La sua particolarità è che è fatto in 15 minuti. Affinché il medico possa interpretare in modo più accurato i risultati, sarà necessario informarlo: quando e cosa il bambino stava mangiando, per descrivere le sue condizioni generali.

Decodifica risultati

Il medico valuta i parametri del sangue in un complesso, che gli consente di determinare con precisione lo stadio della polmonite e il suo tipo. Un esame del sangue per la polmonite in un bambino ha il seguente quadro clinico:

  1. Gli eritrociti con polmonite nella fase iniziale rimangono normali o il loro livello è leggermente ridotto. Se la malattia è iniziata e ha causato la disidratazione, il loro numero aumenta. Dopo aver ripristinato l'equilibrio salino, il medico vede un quadro clinico dell'anemia - un basso numero di globuli rossi.
  2. L'ESR in questa patologia mostra sempre un risultato elevato.
  3. Il rapporto tra eosinofili, monociti e basofili è ridotto, mentre il numero assoluto di cellule rimane entro il range normale.
  4. La conta dei globuli bianchi significativamente aumentata è un segno caratteristico della natura batterica della malattia. Nella polmonite virale, il livello dei leucociti è sempre ridotto.
  5. La parte più importante nella diagnosi di polmonite è lo studio della formula dei leucociti. Quando una infezione virale al suo interno diminuisce i neutrofili e aumenta i leucociti. La natura batterica della malattia è confermata da un aumento dei neutrofili stabiosi e dei mielociti.

Tali risultati di ricerca appaiono non solo sullo sfondo della polmonite. Il quadro clinico può essere offuscato con:

  • dentizione;
  • introduzione di alimenti complementari;
  • vaccinazione recente.

Se al momento della diagnosi ci sono fattori fisiologici che possono influenzare il risultato dello studio, è necessario informare il medico. Non vale la pena provare a valutare i valori ematici da soli, poiché quando si considera il rapporto tra le cellule è necessario tenere conto dell'età del bambino e di altre malattie.

Come conseguenza dell'analisi influisce sul trattamento

Assegnare correttamente il trattamento senza risultati del test già pronti è impossibile. L'approccio al trattamento delle malattie batteriche e virali è completamente diverso, quindi è necessario determinare con precisione la natura della polmonite. L'automedicazione e la prescrizione errata di farmaci possono portare a complicazioni e alla morte del bambino.

Inoltre, è importante capire che fino a 5 anni con la polmonite, è necessario ricoverare un bambino. Al momento dell'invio all'ospedale, verrà effettuata una rapida analisi, che, se necessario, verrà ripetuta più volte. Ricorda che i bambini in età prescolare e i bambini soffrono di questa malattia molto più difficile rispetto agli adulti. Solo in ospedale i loro medici saranno in grado di controllare le loro condizioni.

Se rimani a casa, devi seguire rigorosamente le istruzioni del medico. Non usare rimedi popolari per il trattamento - con una malattia così terribile come la polmonite, sono impotenti, perché non sono in grado di uccidere virus o batteri.

Esame del sangue per polmonite in un bambino

Può esserci un buon esame del sangue per la polmonite o l'infiammazione?

La polmonite è un'infiammazione di uno o più segmenti del tessuto polmonare, nei casi più gravi, un intero lobo polmonare può infiammarsi. La malattia è grave, minacciando le sue complicanze, quindi è molto importante fare una diagnosi in tempo.

diagnostica

La diagnosi di polmonite consiste in un intero insieme di indicatori. Se sospetti una polmonite, il dottore eseguirà sicuramente un esame obiettivo:

- conta l'impulso, può essere aumentato;

- misurare la temperatura corporea, aumenta anche con l'infiammazione;

- ascolta il battito cardiaco, a seconda della gravità dello stato del suono dei toni cardiaci può cambiare;

- ascolta la respirazione per valutare il respiro sibilante, la loro localizzazione e le dimensioni, spesso la tosse è spesso dovuta a sibili;

- determinare i confini del tessuto polmonare normale mediante percussione (tapping).

Per la completezza della diagnosi clinica, oltre all'ispezione, sono necessari i dati degli studi di laboratorio e strumentali. Senza di loro, la diagnosi non sarà giustificata.

Oltre all'esame obiettivo generale per la diagnosi occorreranno dati da metodi di ricerca di laboratorio e non invasivi.

L'immagine dei polmoni può fornire solo l'esame a raggi X, quindi sarà necessario creare un'immagine dei polmoni. Mostrerà chiaramente quali cambiamenti si sono verificati nel tessuto polmonare, dove si trova esattamente l'area interessata e di quale dimensione è. Spesso è sulla base del quadro che viene fatta la diagnosi finale.

Diagnosi di laboratorio

Il primo tipo di test di laboratorio obbligatorio è un esame emocromocitometrico completo.

In generale, l'analisi del sangue ha diversi indicatori affidabili del processo infiammatorio nel corpo:

- il livello dei leucociti nel sangue aumenta, a volte in modo significativo;

- cambiamenti nel leucoformula (cioè nel rapporto tra diversi tipi di leucociti), i leucociti pugili diventano più di 6;

- aumentare il tasso di sedimentazione degli eritrociti;

- un aumento del livello di eosinofili (anche un tipo di globuli bianchi), caratteristico della polmonite eosinofila.

Nonostante l'ovvio processo infiammatorio, la reazione del sangue non è necessariamente ovvia. In alcuni casi, in cattive condizioni, un esame del sangue è buono.

In effetti, lo spostamento della protuberanza a sinistra, un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti e un aumento del livello complessivo dei leucociti sono cambiamenti caratteristici nel processo infiammatorio nel corpo. Ma ci sono situazioni in cui, con ovvie malattie, il sangue rimane calmo. Questo di solito è il caso di un'immunità debole. In questi casi, non solo il sangue non reagisce, ma anche la temperatura praticamente non sale, si mantiene tra 37-37,5 °.

Inoltre, quando l'infiammazione si verifica dopo aver sofferto di una grave malattia, può verificarsi una reazione lenta del sangue e il corpo è già esausto e non può rispondere adeguatamente all'infiammazione. E anche con la polmonite, l'analisi può essere buona.

Inoltre, un quadro di infiammazione potrebbe non apparire nei pazienti più anziani. Il fatto è che con l'età, le capacità reattive del corpo diminuiscono, e anche le malattie gravi procede con un quadro clinico e di laboratorio offuscato.

Questo è il motivo per cui le diagnosi non sono fatte per un solo sintomo o indicatore clinico.

Risultati dell'analisi del sangue per la polmonite

La polmonite, o polmonite, è una malattia infettiva che è caratterizzata da lesioni di varie parti dei polmoni. Un esame del sangue per la polmonite dovrebbe essere preso immediatamente dopo la scoperta di questa malattia.

Clinicamente, questa malattia può essere suddivisa in:

  • focale - polmonite, che colpisce alcune parti dei polmoni (alveoli e bronchi);
  • groppa - in cui un intero lobo del polmone è coinvolto nel processo patologico.

L'infiammazione dei polmoni è una delle più comuni malattie respiratorie.

Gli studi dimostrano che su una popolazione di 100.000 persone circa 400 persone sono ammalate.

Per la diagnosi e la nomina del trattamento corretto richiede un'attenta diagnosi. Una delle fasi più significative nella diagnosi di questa malattia è generale, metodi di esame clinico. Questi includono l'esame e la storia del paziente. Oltre all'esame obiettivo generale, per la diagnosi saranno necessari i dati degli studi di laboratorio. I test per questa malattia devono necessariamente includere esami generali e biochimici del sangue, dell'urina e dell'espettorato. Il test di laboratorio più importante e obbligatorio è un esame emocromocitometrico completo. A volte durante il processo infiammatorio, gli esami del sangue sono normali. La mancanza di reazioni del sangue in questa malattia suggerisce che il sistema immunitario è indebolito, che non può rispondere adeguatamente all'infiammazione.

Risultati dei test

Considera i risultati di un esame del sangue per la polmonite. Normalmente, i leucociti in uomini e donne dovrebbero essere 4-9 × 10 9. La leucocitosi, cioè un aumento del numero di leucociti, è caratteristica della maggior parte dei pazienti ed è considerata uno dei primi indicatori della presenza di infiammazione nei polmoni. L'eccezione è la polmonite causata da clamidia e micoplasma.

Nell'analisi del sangue nello stadio focale acuto, si osserva una leucocitosi neutrofila moderata e, nella polmonite lobare acuta, si osserva grave leucocitosi. La formula dei leucociti è la percentuale di vari tipi di leucociti.

  1. Mielociti.
  2. Metamielociti.
  3. Pungolo dei neutrofili: 1-5%
  4. Neutrofili segmentati: 40-70%.
  5. Linfociti: 20-45%.
  6. Monociti: 3-8%.
  7. Eosinofili: 1-5%.
  8. Basofili: 0-1%.
  9. Cellule al plasma

Tipi di formula leucocitaria

In varie malattie nel corpo umano si possono osservare 3 principali tipi di cambiamenti nella formula dei leucociti:

  1. Spostamento della formula dei leucociti a sinistra (compaiono mielociti e metamelociti).
  2. Spostamento della formula dei leucociti a sinistra con ringiovanimento (mielociti, metamyelociti, promielociti, mieloblasti ed eritroblasti compaiono).
  3. Spostamento della formula dei leucociti a destra (diminuisce il numero di neutrofili stab in combinazione con la presenza di nuclei ipersegmentati di neutrofili).

Nella polmonite focale acuta si osserva una leucocitosi neutrofila moderata e si osserva uno spostamento dei leucociti a sinistra. Nella forma del lobo acuto, vi è uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra nei mielociti e nei metamelociti, la granulosità tossica dei neutrofili.

Un altro importante indicatore di infiammazione è ESR (tasso di sedimentazione degli eritrociti). Normalmente, il tasso di sedimentazione degli eritrociti negli uomini è 1-10 mm in un'ora, nelle donne - 2-15 mm in un'ora. Nella polmonite focale acuta, la VES aumenta moderatamente, ma quando si osserva una malattia della specie comune, si può osservare un netto aumento della VES fino a 50-60 mm in un'ora.

Anche per la diagnosi della malattia viene effettuata l'analisi biochimica del sangue. In questo caso, l'attenzione è rivolta alla presenza di fibrinogeno e proteina C-reattiva. La norma del fibrinogeno nel corpo in un adulto è mantenuta entro i limiti da 2 a 4 g per litro, e la norma della proteina C-reattiva è di 5 mg / l. Un aumento della quantità di fibrinogeno e proteina C-reattiva è un indicatore di infiammazione nel corpo. Pertanto, nella polmonite acuta, si osserva un aumento del livello di fibrinogeno e proteina C-reattiva, nonché degli acidi sialici.

Nella polmonite cronica, i valori di laboratorio possono variare. Nella fase di remissione, cioè in un periodo di indebolimento della malattia, il paziente si sente soddisfacente, quindi i valori di laboratorio potrebbero non apparire, in quanto non vi è alcun processo infiammatorio. Se i parametri di laboratorio e appaiono, sono caratterizzati da un leggero aumento della VES, così come da una leucocitosi moderata con uno spostamento a sinistra. C'è ancora un aumento di fibrinogeno e alfa-2 e gammaglobuline.

Uno degli studi non meno importanti è lo studio della composizione gassosa del sangue arterioso. Nei casi gravi della malattia, a causa di difficoltà respiratoria, si sviluppa un'insufficienza respiratoria, pertanto, quando si studia la composizione del gas, si osservano ipossiemia (una diminuzione del contenuto di ossigeno nel sangue) e ipercapnia (un aumento di anidride carbonica). In questo studio, la questione dell'appuntamento dell'ossigenoterapia per eliminare la carenza di ossigeno.

Sintomi di polmonite in un bambino

La polmonite in un bambino è una malattia infettiva acuta che si verifica con l'infiammazione delle regioni respiratorie dei polmoni. La malattia è accompagnata dall'accumulo di liquido infiammatorio nelle vescicole polmonari-alveoli. I sintomi della polmonite nei bambini sono simili a quelli negli adulti, ma sono accompagnati da grave febbre e intossicazione.

Il termine "polmonite acuta nei bambini" è fuori uso in medicina, perché la definizione della malattia stessa include una caratteristica del processo acuto. Il Consiglio internazionale degli scienziati esperti ha deciso di dividere la polmonite in gruppi in base ad altri segni che determinano l'esito della malattia.

Quanto è pericolosa la polmonite?

Nonostante i progressi in medicina, l'incidenza della polmonite nei bambini rimane elevata. La polmonite è una condizione fatale e potenzialmente letale. La mortalità infantile da polmonite rimane alta. Nella Federazione Russa, fino a 1000 bambini muoiono di polmonite entro un anno. Fondamentalmente, questa terribile figura unisce i bambini che sono morti di polmonite all'età di 1 anno.

Le principali cause di morte di polmonite nei bambini:

  • Appello tardivo ai genitori per cure mediche.
  • Successiva diagnosi e ritardo nel trattamento adeguato.
  • La presenza di malattie croniche concomitanti che peggiorano la prognosi.

Al fine di stabilire una diagnosi accurata nel tempo e adottare misure per trattare una malattia pericolosa, è necessario conoscere i suoi segni esterni - i sintomi.

I principali sintomi di polmonite nei bambini:

  • Febbre: aumento della temperatura corporea a numeri elevati (> 38 ° C).
  • Mancanza di respiro - un aumento della frequenza respiratoria di più di 40 in 1 minuto (nei bambini 1-6 anni).
  • Tosse secca o con espettorato.
  • L'aspetto di un colore bluastro della pelle delle labbra, area naso-labiale, polpastrelli.
  • Cambiamenti nel rumore respiratorio nei polmoni durante l'ascolto (respiro sibilante, respirazione aspra).
  • Intossicazione, grave debolezza, rifiuto di mangiare.

Un aumento della temperatura corporea in un bambino è il primo sintomo di molte malattie, ad esempio, una normale infezione virale (ARD). Per riconoscere la polmonite, va ricordato: non è l'altezza della febbre che svolge un ruolo significativo, ma la sua durata. L'infiammazione polmonare microbica è caratterizzata dalla continuazione della febbre per più di 3 giorni sullo sfondo del trattamento competente dell'infezione virale.

Se valutiamo il significato dei sintomi per la diagnosi di polmonite nei bambini, allora il sintomo più terribile sarà la comparsa di mancanza di respiro. La dispnea e la tensione dei muscoli aggiuntivi sono segni più importanti della presenza di respiro sibilante durante l'ascolto del torace.

La tosse è un sintomo caratteristico della polmonite nei bambini. Nei primi giorni della malattia, la tosse potrebbe essere secca. Quando la risoluzione dell'infiammazione acuta del tessuto polmonare si risolve, la tosse diventerà produttiva, umida.

Se un bambino con una infezione virale respiratoria (ARI) ha sintomi simili, è necessaria una visita urgente dal medico. La sottovalutazione della gravità delle condizioni del bambino può portare a tristi conseguenze: lo sviluppo di insufficienza respiratoria acuta e la morte per polmonite.

Il medico esaminerà il piccolo paziente, prescriverà un esame e un trattamento efficace. L'ascolto dei polmoni nei primi giorni della malattia può non rivelare alcun segno caratteristico di infiammazione. Avere disperso dispersi quando si ascolta è spesso un sintomo di bronchite. Per chiarire la diagnosi di sospetta polmonite, è necessaria una radiografia del polmone. I sintomi radiografici di infiammazione polmonare sono un oscuramento (infiltrazione) dei campi polmonari, che conferma la diagnosi.

Sintomi di laboratorio di polmonite

Informazioni preziose sul fatto di infiammazione nel corpo portano un emocromo completo. Segni che aumentano la presenza di polmonite: un alto contenuto di globuli bianchi in 1 cu. mm di sangue (più di 15 mila) e aumento della VES. L'ESR è il tasso di sedimentazione dei globuli rossi. Questa analisi riflette la quantità di prodotti metabolici infiammatori nella parte liquida del sangue. L'entità della VES indica l'intensità di qualsiasi processo infiammatorio, inclusa la polmonite.

Come determinare il rischio di polmonite in un bambino?

Sono stati identificati i seguenti fattori che aumentano il rischio di polmonite nei bambini:
  • Ritardo nello sviluppo fisico e mentale del bambino.
  • Basso peso alla nascita
  • Alimentazione artificiale bambino sotto l'età di 1 anno.
  • Nessun vaccino contro il morbillo.
  • Inquinamento atmosferico (fumo passivo).
  • La sovrappopolazione della casa in cui vive il bambino.
  • Fumare i genitori, comprese le madri fumatrici durante la gravidanza.
  • La mancanza di oligoelementi nella dieta.
  • L'incapacità della madre di prendersi cura del bambino.
  • La presenza di malattie concomitanti (asma bronchiale, malattie cardiache o apparato digerente).

Quali forme può avere la malattia?

La polmonite nei bambini differisce dalla ragione e dal meccanismo di occorrenza. La malattia può colpire l'intero lobo del polmone - è una polmonite lobare. Se l'infiammazione occupa una parte di un lobo (segmento) o più segmenti, allora si chiama polmonite segmentaria (polisegmentale). Se un piccolo gruppo di vescicole polmonari è coperto da infiammazione, questa variante della malattia sarà chiamata "polmonite focale".

Quando l'infiammazione viene trasferita al tessuto respiratorio dai bronchi, la malattia è talvolta chiamata broncopolmonite. Il processo causato da virus o parassiti intracellulari come la clamidia si manifesta con gonfiore (infiltrazione) del tessuto polmonare vascolare su entrambi i lati. Questo tipo di malattia è chiamato "polmonite interstiziale bilaterale". Questi sintomi di differenze possono essere determinati durante una visita medica e l'esame radiologico di bambini malati.

I medici dividono la polmonite nei bambini secondo le condizioni di accadimento in casa (comunità) e in ospedale (ospedale). Le forme separate sono polmonite intrauterina nei neonati e polmonite con marcata mancanza di immunità. La polmonite (a casa) acquisita in comunità è una polmonite che si verifica in normali condizioni di casa. Polmonite ospedaliera (polmonite) sono casi di malattia che si sono verificati dopo 2 o più giorni di permanenza del bambino in ospedale per un altro motivo (o entro 2 giorni dopo la dimissione da lì).

Meccanismo di sviluppo di infiammazione dei polmoni

L'infezione del microbo patogeno nel tratto respiratorio può verificarsi in diversi modi: inalazione, perdita di muco nasofaringeo, diffusione attraverso il sangue. Questo modo di introdurre un microbo patogeno dipende dal suo tipo.

L'agente causale più comune della malattia è il pneumococco. Il microbo entra nelle parti inferiori dei polmoni inspirando o perdendo muco dal rinofaringe. Parassiti intracellulari, come micoplasmi, clamidia e legionella, entrano nei polmoni per inalazione. La diffusione dell'infezione attraverso il flusso sanguigno è la più caratteristica dell'infezione da Staphylococcus aureus.

Il tipo di agente patogeno che causa la polmonite nei bambini dipende da diversi fattori: l'età del bambino, il luogo di insorgenza della malattia e il precedente trattamento con antibiotici. Se entro 2 mesi prima dell'episodio attuale, il bambino ha già assunto antibiotici, allora l'agente causale dell'attuale infiammazione delle vie respiratorie può essere atipico. Nel 30-50% dei casi, la polmonite acquisita in comunità nei bambini può essere causata da diversi tipi di microbi allo stesso tempo.

Regole generali per il trattamento della polmonite nei bambini

Trattamento della malattia, il medico inizia con la nomina immediata di antimicrobici a qualsiasi paziente con sospetta polmonite. Il luogo di trattamento è determinato dalla gravità dei sintomi.

A volte con un decorso lieve della malattia nei bambini di età più avanzata, è possibile il trattamento a casa. La decisione sul luogo di trattamento è presa dal medico, come il paziente.

Le indicazioni per il trattamento ospedaliero dei bambini con polmonite sono: gravità dei sintomi e alto rischio di esiti avversi della malattia:

  • L'età del bambino è inferiore a 2 mesi, indipendentemente dalla gravità dei sintomi.
  • L'età del bambino è inferiore a 3 anni con la polmonite lobare.
  • Infiammazione di diversi lobi polmonari in un bambino di qualsiasi età.
  • Gravi malattie concomitanti del sistema nervoso.
  • Polmonite dei neonati (infezione intrauterina).
  • Il piccolo peso del bambino, il ritardo nel suo sviluppo rispetto ai coetanei.
  • Malformazioni congenite degli organi.
  • Malattie concomitanti croniche (asma bronchiale, malattie del cuore, polmoni, reni, malattie oncologiche).
  • Pazienti con ridotta immunità da varie cause.
  • L'impossibilità di cura e prestazioni accurate di tutti gli appuntamenti medici a casa.

Indicazioni per il posizionamento urgente di un bambino con polmonite nell'unità di terapia intensiva per bambini:

  • L'aumento del numero di respiri> 60 in 1 min per i bambini di età inferiore a un anno, e per i bambini di età superiore a un anno, mancanza di respiro> 50 in 1 min.
  • Intensità degli spazi intercostali e della fossa giugulare (fossa all'inizio dello sterno) durante i movimenti respiratori.
  • Respiro di lamenti e violazione del ritmo corretto della respirazione.
  • Febbre non curabile
  • Perturbazione della mente del bambino, convulsioni o allucinazioni.

In caso di un decorso non complicato della malattia, la temperatura corporea diminuisce durante i primi 3 giorni dopo l'inizio del trattamento con antibiotici. I sintomi esterni della malattia diminuiscono gradualmente di intensità. I segni radiografici di guarigione possono essere osservati nelle immagini dei polmoni non prima di 21 giorni dall'inizio del trattamento con antibiotici.

Oltre al trattamento antimicrobico, il paziente deve essere tenuto a letto e bere molta acqua. I farmaci espettoranti sono prescritti se necessario.

Prevenzione della polmonite

La protezione contro l'infezione virale respiratoria svolge un ruolo importante nel prevenire l'incidenza di polmonite.

È possibile vaccinare contro i principali patogeni della polmonite nei bambini: bacilli emofilici e pneumococco. Sono attualmente in fase di sviluppo pastiglie vaccinali sicure ed efficaci contro i germi che causano la polmonite e la bronchite. I farmaci di questa classe "Bronchox" e "Ribomunil" hanno un dosaggio per bambini. Sono prescritti da un medico per prevenire una malattia così pericolosa come la polmonite.

Polmonite in un bambino di 3 anni - una domanda per medici e mamme esperte

risposte:

L'efficacia clinica e batteriologica di cefixime (sovraxa) è stata dimostrata nel trattamento degli organi respiratori nei bambini. Con la polmonite, questo farmaco non è il principale, ma può essere utilizzato. Se la terapia è già iniziata, non interrompere il corso. Se la temperatura dura per tre giorni, allora ci sarà solo un motivo per cambiare l'antibiotico.
la polmonite è difficile da ascoltare, ovviamente, una radiografia è meglio, o dovresti fare un esame del sangue a casa.

Ksenia Smirnova

è meglio andare all'ospedale, fanno le procedure lì e sotto la supervisione, restiamo lì per tre giorni, e poi quando è diventato chiaro che non c'era polmonite,

Natalia Sermyagina

Hai avuto esami del sangue e esami del sangue? Fai attenzione alla febbre, tossendo (dovrebbe tossire). E in generale, il dottore chiede costantemente di tutto, agita.

Julia Khutorna

in modo che non ci fosse ristagno nei polmoni, abbiamo messo il bambino su un cuscino più alto e massaggiato (toccando) la schiena, e non hai ottenuto una radiografia?

nataly

Un antibiotico non si cura in un giorno e il fatto che ha funzionato, dice che la temperatura è tornata alla normalità, è necessario bere almeno 5-6 giorni e tutto torna alla normalità e tosse poiché gli effetti residui possono verificarsi entro 2 settimane

Natalia

Un giorno di trattamento non è stato giudicato presto. L'antibiotico non è debole, è nominato abbastanza adeguatamente. La temperatura potrebbe ancora aumentare, ma ci dovrebbe essere una tendenza al ribasso. Un colpo di tosse sarà lungo, specialmente al mattino. finché i polmoni non si schiariscono. Dopo 5 giorni sarebbe bello mostrare al dottore (se c'è una temperatura, chiama di nuovo il dottore) - ascolta i polmoni. Se il bambino ha frequentato la scuola materna, allora non aver fretta di andartene - lascia che il bambino rimanga a casa fino al completo recupero.

Irina Zvonkova

È necessario fare una fotografia dopo il trattamento.. abbiamo avuto una polmonite lenta e nascosta che è durata 3 mesi senza temperatura. Ho chiesto di fare una foto visto che c'era un colpo di tosse.. a cui i medici hanno risposto che non c'era bisogno.. di conseguenza, l'hanno mandata al sanatorio per un mese. Mia figlia aveva 3 anni lì, nessuno ha scoperto la polmonite. dopo le complicazioni cardiache dell'Istituto di Pediatria.. sono stati trattati per un lungo periodo di tempo. salute al tuo bambino.

Le ragazze grandi non piangono

Raggi X dai polmoni al bambino. mi sembra che non abbia polmonite. e la questione dell'inefficacia dell'antibiotico viene sollevata 72 ore dopo l'inizio della sua ricezione.

Boris Aizikovich

in generale, per il trattamento della polmonite c'è un farmaco standard usato dagli antibiotici. Supraks non li riguarda

Irina

2 settimane fa (il bambino aveva 4 anni) sono stati dimessi dall'ospedale, tutto era quasi lo stesso, non avevano il tempo di prescrivere un antibiotico, una temperatura elevata saliva a 39,9 - 2 giorni consecutivi, hanno scattato una foto, non hanno messo la polmonite, ma li hanno messi in ospedale. Certo che non volevo andare all'ospedale, ma ora non me ne pento. Procedure aiutate (UHF, inalazione, antibiotico - Amoxiclav). Una settimana a casa fino al pieno recupero (rafforzando l'immunità), e ora andiamo in giardino, ma con cautela. Nervi spesi. Salute a te e al tuo bambino.

Julia Borisovna

Non vedo nella tua domanda che un bambino sia sottoposto a raggi X, sulla base del quale puoi fare una diagnosi e prescrivere antibiotici.

Helena

Ciao Nastya! Non un solo medico esperto, anche in questione, una tale diagnosi senza radiografie e esami del sangue non sarà messa!
Sono stupido, come posso prescrivere molte medicine per un bambino senza ricevere i risultati dei test. !
La tosse può essere il risultato di qualsiasi cosa, infezioni respiratorie acute, bronchiti e persino allergie banali. Nastya, fai dei test per il bambino!
I denti del tuo bambino sono cresciuti?