JMedic.ru

Per affrontare la differenza in queste due malattie, diamo loro una definizione. Quindi, sotto la bronchite capire l'infiammazione diffusa (completa) dell'albero bronchiale. La polmonite (polmonite) è definita come una malattia polmonare infiammatoria infettiva locale acuta con una lesione primaria delle sezioni terminali (bronchioli, alveoli).

In che modo la bronchite è anatomicamente diversa dalla polmonite?

Il tratto respiratorio è costituito dai seguenti organi:

  • il naso;
  • rinofaringe;
  • laringe;
  • trachea;
  • i bronchi principali sinistro e destro, dai quali i bronchi con un diametro sempre più piccolo divergono come un albero.

I bronchi terminali sono chiamati bronchioli. Finiscono con borse speciali, in cui avviene lo scambio di gas - dagli alveoli. Così, l'infezione, penetrando nel tratto respiratorio attraverso il naso, prima passa i bronchi e poi entra nei bronchioli e negli alveoli. Pertanto, la bronchite può finire in recupero, senza andare in polmonite. E la polmonite è considerata una conseguenza della bronchite. È importante per la diagnosi e il trattamento di queste malattie sia negli adulti che nei bambini.

motivi

"Trigger" nello sviluppo di infiammazione dei polmoni e dei bronchi sono comuni raffreddori - SARS, influenza, rinite, tonsillite, per lo più un agente patogeno virale. Allo stesso tempo, il 3 ° - 4 ° giorno di un raffreddore, l'infezione può "scendere" nel tratto respiratorio inferiore, causando complicazioni come la bronchite o addirittura la polmonite.

Tutte queste malattie sono infettive, cioè causate da batteri e virus. In questo caso, la bronchite acuta è più spesso di origine virale (virus dell'influenza, parainfluenza, adenovirus). La "origine" della polmonite è diversa - è principalmente causata da batteri (pneumococco, stafilococco, streptococco), anche se negli ultimi anni il numero di polmonite virale è aumentato. Pertanto, gli antibiotici sono sempre prescritti per la polmonite. Ma la bronchite può spesso essere curata senza l'uso di antibiotici.

manifestazioni

I sintomi di queste malattie sono molto simili, anche in un bambino. Questi sono febbre, tosse, mancanza di respiro, debolezza e altri. Tuttavia, la natura e la gravità della loro possono variare. La tabella mostra come distinguere la bronchite dalla polmonite da segni esterni.

Ci sono anche caratteristiche che solo un medico può identificare. Quindi, ascoltando il torace con uno stetoscopio, il respiro affannoso per la bronchite si sente uniformemente su tutta la superficie dei polmoni (a sinistra ea destra del petto, davanti e dietro). Mentre con la polmonite, il respiro sibilante è locale, su un'area specifica (ad esempio, sulla sinistra sotto la clavicola o sulla destra sotto la scapola). Se un medico esegue una percussione diagnostica dei polmoni (percussione), allora si osserva anche opacità del suono della percussione in polmonite localmente - sulla zona interessata, con bronchite non ci sono tali cambiamenti.

Differenze dei raggi X.

Ma il modo principale e più affidabile per diagnosticare e distinguere la bronchite e la polmonite è l'esame a raggi X (raggi X).

Come sappiamo, la bronchite virale acuta si diffonde attraverso l'albero bronchiale. Questo si riflette anche sulla radiografia: si vede il cosiddetto "miglioramento del pattern polmonare". L'albero bronchiale sembra essere meglio disegnato rispetto alla norma - questi sono bronchi infiammati.

Istantanea per bronchite.

Ma il segno distintivo della polmonite è l'oscuramento di una certa area locale con confini abbastanza chiari. Può essere come una lesione di uno o due segmenti del polmone (un piccolo blackout nell'area), così come lobi interi sotto forma di 1/3 o addirittura 2/3 dell'area totale del polmone nella foto.

Snapshot per polmonite.

Dispone di un bambino

In un bambino, le manifestazioni di bronchite e polmonite sono principalmente dovute all'immaturità dell'età del sistema respiratorio e immunitario. Perciò, in bambini lo sviluppo di queste complicazioni può essere già nel 2o - 3o giorno di un raffreddore. Inoltre, un bambino con polmonite sviluppa sintomi di intossicazione più rapida - letargia, debolezza e rifiuto di mangiare. Pertanto, si consiglia di mostrare al bambino per 1-2 giorni di raffreddore di vedere e ascoltare i polmoni, in particolare con una febbre costante sopra 38 0 C. Il medico determinerà con certezza se c'è bronchite o polmonite nel bambino. Se i bambini mantengono la loro temperatura sopra 38 0 С per più di 3 giorni, il medico è obbligato a collegare un antibiotico al trattamento.

trattamento

I principi di trattamento della bronchite e della polmonite nei bambini e negli adulti sono molto simili, ma ci sono differenze. Il trattamento di bronchite e polmonite lieve dopo la prescrizione del medico può essere effettuato a casa. Mentre la polmonite è moderata e grave, è trattata solo in ospedale.

Durante l'alta temperatura, viene mostrato il riposo a letto, bevendo abbondantemente fino a 3 litri al giorno sotto forma di bevande calde e acqua minerale con oligoelementi. A temperature superiori a 38 ° C, sono prescritti farmaci antipiretici. Per alleviare la tosse, farmaci prescritti per diluire l'espettorato (mucolitici).

Ma il principale farmaco nel trattamento della bronchite e della polmonite sono gli antibiotici. Ci sono differenze Con la bronchite, il trattamento può essere iniziato senza di loro, come nella maggior parte dei casi è virale. Un farmaco antibatterico per l'infiammazione dei bronchi, il medico dovrebbe prescrivere, se non sta migliorando per 3 o 4 giorni. Ma con la polmonite, viene prescritto un antibiotico non appena viene formulata una diagnosi.

risultati

A casa, è possibile trovare e riconoscere le caratteristiche distintive di bronchite e polmonite. Tuttavia, queste malattie sono complicazioni di problemi più leggeri, un segno che la condizione sta peggiorando. Pertanto, è sempre meglio essere sicuri e visitare un medico che diagnostichi e prescriverà una cura accurata.

Bronchite e polmonite - differenze e somiglianze

Le malattie infiammatorie del sistema respiratorio rimangono una delle ragioni più comuni per cui i pazienti devono rivolgersi a un medico. Per una terapia efficace, è importante determinare se il paziente ha la bronchite e la polmonite - le differenze tra queste patologie senza esame e la ricerca aggiuntiva sono difficili da rilevare.

La lamentela più frequente di un paziente con infiammazione delle parti inferiori dell'albero respiratorio è una tosse - è lui, specialmente se questo sintomo persiste per un lungo periodo, che induce il paziente a cercare aiuto medico. Altre manifestazioni della malattia (temperatura, mancanza di respiro, dolore toracico) possono variare a seconda della forma della patologia e della durata del processo infiammatorio. In alcuni casi, a causa delle caratteristiche del paziente, i sintomi associati non vengono affatto rilevati.

Bronchite e polmonite - ciò che causa le differenze

Se l'infezione cade nella parte inferiore delle vie respiratorie, allora una persona può sviluppare bronchite e polmonite - le differenze sono dovute all'area del processo infiammatorio. La causa dell'infiammazione degli alveoli è più probabile che diventi una flora batterica, mentre i virus respiratori più spesso influenzano la mucosa bronchiale.

In caso di bronchite, l'infezione, spesso di natura virale, viene introdotta nella mucosa dei bronchi di varie dimensioni, che causa lo sviluppo del suo edema - questa situazione si manifesta inevitabilmente in violazione del passaggio dell'aria libera, e spesso i sintomi di ostruzione sono i sintomi principali della malattia nelle fasi iniziali (tosse secca improduttiva.. La progressione della malattia è dovuta all'aggiunta di microflora batterica - la comparsa di mucose o espettorato mucopurulento quando si tossisce può indicare un deterioramento. È con questo tipo di flusso che la bronchite è molto simile nelle sue manifestazioni alla polmonite.

Nella polmonite, l'area principale del processo patologico coinvolge gli alveoli, le sezioni terminali del tratto respiratorio, che sono responsabili del normale assorbimento di ossigeno e dell'eliminazione del biossido di carbonio dal corpo. La polmonite, specialmente nei bambini, si manifesta con uno scambio gassoso compromesso e i sintomi della carenza di ossigeno nel corpo si manifestano nel quadro clinico della malattia. Quando il fuoco infiammatorio si diffonde in ampie aree del tessuto polmonare, i sintomi di intossicazione (febbre, grave debolezza generale) si uniscono a segni di ipossia.

Le caratteristiche della struttura dell'apparato respiratorio nei bambini (la tendenza al rapido sviluppo dell'edema della mucosa bronchiale) contribuiscono alla rapida diffusione dell'infezione nel tratto respiratorio inferiore. Nei pazienti giovani, la broncopolmonite, che è caratterizzata dalla presenza di sintomi di due malattie, è molto più comune che negli adulti.

Le differenze tra bronchite e polmonite spiegano un diverso approccio al trattamento delle malattie infiammatorie delle basse vie respiratorie. Prima del trattamento, è importante stabilire la diagnosi corretta: la necessità di prescrivere terapia antibiotica, farmaci broncodilatatori e farmaci adatti per il trattamento della tosse dipende direttamente da questo.

Sintomi di bronchite e polmonite

Il processo infiammatorio nella mucosa bronchiale può svilupparsi come risultato di:

  • esposizione a virus aerodispersi;
  • effetti fisici (alta o bassa temperatura, umidità dell'aria) o sostanze irritanti chimiche;
  • colpito nel tratto respiratorio degli allergeni.

I principali sintomi della bronchite sono:

  1. Tosse: nelle prime fasi dell'infiammazione, rimane secca e hacking, con l'accumulo di espettorato diventa bagnato.
  2. Dolore al petto (dolorabilità) dovuto alla tensione eccessiva dei muscoli respiratori ausiliari.
  3. Febbre moderatamente pronunciata e debolezza generale, che persistono nei primi giorni di malattia.
  4. La comparsa di segni di bronchite sullo sfondo di processi infiammatori associati nel tratto respiratorio superiore (laringiti, faringiti, sinusiti, tracheiti).
  5. Nei bambini, le manifestazioni di bronchite sono spesso accompagnate da segni di ostruzione bronchiale, e più giovane è il bambino, più difficile è la malattia - ecco perché quando i primi sintomi di infezione compaiono nel tratto respiratorio di un giovane paziente, deve essere mostrato un pediatra. Negli adulti con bronchite acuta, i disturbi respiratori si sviluppano relativamente raramente - il broncospasmo si verifica più spesso nei pazienti che soffrono di malattie polmonari infiammatorie croniche (BPCO), malattie del sistema cardiovascolare.

L'infiammazione negli alveoli può causare:

  • batteri (nella maggior parte dei casi);
  • virus - sullo sfondo dell'influenza;
  • agenti patogeni di infezioni parassitarie (molto raramente);
  • flora fungina (raramente, solo sullo sfondo di stati di immunodeficienza).

I principali sintomi della polmonite sono:

  • Dolore al petto, spesso in una metà di esso, che aumenta quando si tenta di fare un respiro profondo
  • Pallore della pelle causato dalla mancanza di ossigeno nel corpo.
  • Tosse, accompagnata dallo scarico di espettorato purulento, spesso con una mescolanza di sangue.
  • Sintomi di intossicazione - febbre, manifestata da ripetuti aumenti bruschi e diminuzione della temperatura corporea, grave debolezza, perdita di appetito.
  • Nei bambini, un sintomo a favore della polmonite può essere la mancanza di effetto dall'assunzione di farmaci antipiretici (paracetamolo).

Bronchite e polmonite - come distinguere le malattie

Durante la consultazione, il medico può facilmente identificare le differenze nei sintomi di polmonite e bronchite. L'auscultazione di polmoni aiuta a confermare la diagnosi al dottore - ascoltando suoni respiratori al di sopra dei campi polmonari. Con la bronchite, il respiro sibilante secco che si verifica quando l'aria passa attraverso i bronchi stretti o spasmodici viene sentito, e la loro posizione può cambiare molto rapidamente dopo una tosse o qualche respiro profondo.

I sonagli rilevati durante la polmonite sono significativamente diversi: sono simili allo scricchiolio della neve sotto i piedi o al suono che si verifica quando le masse d'aria passano attraverso un liquido. Nei bambini, l'infiammazione spesso colpisce i bronchi più piccoli, a seguito dei quali si sviluppa la bronchiolite - in questo caso, il medico può sentire contemporaneamente rantoli sibilanti e umidi, tipici della polmonite.

Se il medico dubita che il paziente abbia la bronchite o la polmonite, consiglierà sicuramente una radiografia degli organi del torace.

Per confermare la diagnosi, raccomandano anche un esame del sangue clinico - in base alla natura dei cambiamenti, il medico sarà in grado di chiarire il tipo di infiammazione nel tratto respiratorio e sospettare la probabile causa della malattia.

Polmonite nei bambini: sintomi, forme, trattamento. Consiglio medico

Tutti i genitori sanno che la polmonite è una malattia pericolosa. Spesso si verifica come una complicazione di un raffreddore o disturbi che non hanno alcuna relazione con i polmoni. Hai bisogno di sapere su quali basi puoi sospettare che il bambino abbia polmonite, in quali casi dovrebbe essere ricoverato in ospedale, e quando puoi essere curato a casa, quanto è contagiosa la malattia. Gli antibiotici sono un rimedio efficace per la polmonite, ma aiutano solo se usati correttamente, quando la diagnosi è nota e il tipo di infezione è stabilito.

Come si verifica la polmonite nei bambini

La polmonite (polmonite) è un'infezione della parte più bassa del sistema respiratorio. A seconda dell'agente patogeno, potrebbe essere di natura virale o batterica. Virus e batteri causano infiammazione e gonfiore del tessuto polmonare, il che complica l'assorbimento di ossigeno e la rimozione dell'anidride carbonica, portando alla carenza di ossigeno di tutti gli organi.

La polmonite può verificarsi come una malattia indipendente (primaria), nonché una complicazione delle malattie del tratto respiratorio superiore (secondaria). Nei bambini sotto i 7 anni, si verifica più spesso dopo infezioni respiratorie acute. Tuttavia, può accompagnare malattie che non hanno alcuna relazione con i polmoni. Ad esempio, procede sullo sfondo di una lesione infettiva dell'intestino, intossicazione alimentare, ustioni o dopo interventi chirurgici. La ragione è che la diminuzione dell'attività fisica del bambino porta a un deterioramento della ventilazione dei polmoni, all'accumulo di microbi al loro interno e l'indebolimento del sistema immunitario aumenta la suscettibilità dell'organismo alle infezioni.

L'infiammazione dei polmoni è unilaterale e bilaterale.

La polmonite è contagiosa?

Gli agenti causali della polmonite possono essere virus, batteri, funghi e altri microrganismi. Esistono diversi tipi di polmonite:

  1. Tipico (i sintomi di polmonite in un bambino sono comparsi come conseguenza di ipotermia, SARS).
  2. Aspirazione (i microbi entrano nei polmoni insieme al muco, al vomito).
  3. Atipica. Gli agenti patogeni sono forme insolite di batteri che vivono nell'aria interna con ventilazione artificiale. A seconda del tipo di patogeno, si distinguono micoplasma, clamidia e altri tipi di polmonite. Sono difficili da diagnosticare usando i raggi X. Il tipo di malattia è stabilito solo con l'aiuto di metodi strumentali di analisi.
  4. Ospedale, insorto in 2-3 giorni dopo l'ammissione del bambino in ospedale, e l'infezione polmonare era inizialmente assente. Spesso si manifesta dopo operazioni sulla cavità addominale, nel torace, in pazienti con ventilazione artificiale dei polmoni. Gli agenti causali di tale polmonite non sono sensibili all'azione degli antibiotici.

La trasmissione di polmonite avviene principalmente attraverso goccioline trasportate dall'aria. Virus e batteri di un bambino malato, quando tossiscono e starnutiscono, entrano negli organi respiratori delle persone che li circondano, causando la comparsa di influenza o ARVI. Ma se poi passeranno in polmonite dipende dallo stato di immunità, dalla tempestività e dalla correttezza del trattamento di queste malattie. Rischio particolarmente elevato di infezione da polmonite asintomatica o nel periodo di incubazione, quando i sintomi sono assenti. La polmonite atipica e ospedaliera più infettiva e pericolosa, in particolare la caseosi (tubercolosi).

Nota: dopo che il bambino ha segni della malattia, non ha senso separarlo dal resto dei membri della famiglia che sono stati in contatto con esso prima, poiché l'infezione è già entrata nel corpo. È necessario prendere misure (usare vitamine, trattare la gola, mangiare aglio, limoni). È meglio astenersi dal contatto con persone non autorizzate fino a quando la rinite e la tosse non passano.

Il periodo di incubazione è di 3-10 giorni. Lo stadio acuto della malattia dura fino a 6 settimane.

Video: Dr. E. Komarovsky sulle cause, i sintomi e il trattamento della polmonite

Cause della malattia

La causa principale della polmonite è l'infezione. I fattori che contribuiscono sono il raffreddore, le malattie polmonari croniche, l'immunità debole, le caratteristiche strutturali degli organi respiratori nei bambini.

A causa del fatto che il sistema respiratorio nei bambini è sottosviluppato, lo scambio d'aria nei polmoni non è buono come negli adulti, a causa della minore porosità del tessuto. Il volume dei polmoni è più piccolo, i passaggi respiratori sono più stretti. Le membrane mucose sono più sottili, si verifica edema più veloce. La flemma è peggiore. Tutto ciò crea le condizioni per l'accumulo e lo sviluppo di microrganismi patogeni.

Rischio particolarmente elevato di moltiplicazione delle infezioni polmonari nei bambini che si trovano in una stanza piena di fumo (fumo passivo). L'infezione può entrare nei polmoni non solo attraverso i bronchi, ma anche attraverso il sangue e la linfa. Questo di solito si verifica nella polmonite secondaria, quando ci sono processi infiammatori cronici in altri organi.

La causa della polmonite può essere un trattamento scorretto di influenza o infezioni respiratorie acute. L'infiammazione dei polmoni si verifica anche a causa di vapori chimici e allergeni che entrano nel corpo.

Cause di polmonite nei neonati

Nei neonati, anche un piccolo raffreddore si trasforma rapidamente in polmonite, soprattutto se il bambino nasce prematuro o debole. L'infiammazione dei polmoni è causata da qualsiasi tipo di infezione da cui un adulto è protetto.

Il bambino può essere infettato nell'utero (polmonite congenita). Nei polmoni, l'infezione entra durante il parto se viene inghiottita dal liquido amniotico, se la madre ha una malattia infettiva (ad esempio, il virus dell'herpes o la clamidia entra nei polmoni del neonato attraverso il tratto respiratorio).

Segni di polmonite in un bambino

Se la polmonite in un bambino si verifica dopo un raffreddore o influenza, i genitori dovrebbero notare un cambiamento nelle sue condizioni e consultare immediatamente un medico. Ci sono primi segnali a cui si raccomanda di prestare particolare attenzione. Manifestazioni di polmonite aumentano la tosse e il deterioramento delle condizioni del bambino dopo che la malattia è durata per più di 7 giorni e recentemente si è sentito meglio.

Se il bambino ha mancanza di respiro, con un respiro profondo, inizia a tossire, la temperatura non cade anche dopo aver preso un antipiretico, ma parla anche dello sviluppo di polmonite. La mancanza di ossigeno nella polmonite influisce sul lavoro del cuore, alterando l'afflusso di sangue agli organi. Il bambino diventa pallido, appaiono cerchi blu sotto gli occhi.

Tipi di polmonite, sintomi caratteristici

In caso di polmonite nel bambino compaiono segni di insufficienza respiratoria e avvelenamento da sostanze che, nel corso della loro attività vitale, producono microrganismi patogeni. Pertanto, i più caratteristici sono sintomi come febbre alta (40 ° -41 °), tosse, vertigini, vomito, mal di testa, mancanza di respiro, dolore toracico.

A seconda della via di infezione nei polmoni e del volume dei siti di infiammazione, si distinguono i seguenti tipi di polmonite:

  • segmentale (l'infiammazione di uno o più segmenti del polmone si verifica) si verifica quando un'infezione entra nei polmoni attraverso il sangue;
  • lobare (infiammazione del lobo polmonare, della pleura e dei bronchi);
  • totale (infiammazione dell'intero polmone) può essere sia unilaterale che bilaterale;
  • interstiziale (infiammazione del tessuto connettivo del polmone).

Polmonite segmentale

Con questa forma, la temperatura del bambino aumenta bruscamente, ci sono brividi, mancanza di respiro, dolore al petto, vomito e distensione addominale. Nei primi 3 giorni, la tosse è secca e rara. Poi diventa più forte.

Polmonite lobare

Caratterizzato da un aumento della temperatura a 39,5 ° -40 °, segni di intossicazione e danni al tessuto polmonare. Esistono due forme di polmonite lobare: pleuropolmonite (polmonite criptosa) e broncopolmonite (o focale).

La malattia si sviluppa in 4 fasi (dalla fase di "marea" alla fase di "risoluzione"). Nella prima fase, c'è una tosse con espettorato abbondante, respiro sibilante e avvoltoi nei polmoni e nei bronchi. Se si verifica una pleurite (la pleura si infiamma, il liquido si accumula in essa), i bambini avvertono forti dolori quando girano il corpo, starnutiscono e tossiscono. Il dolore dà nella spalla, sotto le costole. Il bambino non può fare un respiro completo, respira pesantemente. Il suo polso si accelera.

Poi il viso si gonfia e si arrossa, la tosse diventa più frequente, la temperatura diminuisce bruscamente, il respiro affannoso aumenta. La malattia ha una natura protratta.

Polmonite totale

Questa è una forma estremamente pericolosa in cui uno o entrambi i polmoni sono completamente colpiti. Insufficienza respiratoria acuta osservata, tosse frequente, febbre e tutti gli altri segni di polmonite grave. Le unghie e le gambe del bambino, le labbra e l'area del viso sopra il labbro superiore e intorno al naso diventano blu. Può essere fatale

Polmonite interstiziale

Tale polmonite è più spesso osservata nei neonati, nei bambini prematuri e nella distrofia. Si verifica quando virus, micoplasmi, pneumococchi, stafilococchi, funghi e allergeni entrano nei polmoni. Tessuto connettivo infiammato negli alveoli e nei vasi sanguigni. Ciò interrompe la fornitura di ossigeno ai tessuti del polmone, che porta all'adesione dei suoi singoli elementi.

Le manifestazioni più caratteristiche di questa malattia sono la mancanza di respiro, la tosse secca con la separazione di una piccola quantità di muco. Forse la comparsa di impurità in esso pus.

Come distinguere la polmonite da SARS e bronchite

I sintomi di queste malattie (tosse, febbre) sono simili. Spesso, è possibile solo stabilire la natura esatta della malattia con i raggi X.

Sintomi di malattie virali (ARVI)

Sono caratterizzati da un aumento della temperatura fino a 38 °, che viene tenuto nei bambini per 2-3 giorni. Se la temperatura sale più in alto, allora i farmaci antipiretici aiutano a farlo scendere. Ci sono anche debolezza, mal di testa, moccio, tosse, starnuti, mal di gola. Durante l'ascolto, un medico può rilevare il respiro sibilante nel tratto respiratorio superiore. La malattia dura per 5-7 giorni. Gli antibiotici non hanno alcun effetto sul recupero. Vengono utilizzati solo agenti per la tosse, la rinite e la febbre.

Segni di bronchite acuta

In questa malattia, la temperatura non supera i 38 °. In primo luogo, vi è una tosse secca, che dopo 2 giorni si trasforma in una umida. A differenza della polmonite, la dispnea è assente. Ma la tosse diventa difficile, hacking. Nei bronchi, c'è respiro sibilante e respiro affannoso. I raggi X mostrano che i polmoni sono puliti, non c'è alcun cambiamento nella loro struttura.

Sintomi di polmonite nei bambini di età diverse

La gravità e la natura della manifestazione dipendono dal tipo di patogeni della polmonite e dall'età del bambino. Più piccolo è il bambino, minore è la sua resistenza alle infezioni e peggio soffre degli effetti dell'infiammazione degli organi respiratori.

Sotto i 2 anni

Molto spesso soffrono di polmonite in forma segmentale, lobare o interstiziale. L'infiammazione si presenta sotto forma di numerose piccole lesioni in uno o entrambi i polmoni. Allo stesso tempo, i bronchi sono colpiti. La durata della malattia acuta è di 3-6 settimane. Forse un corso più lungo e prolungato. Durante l'ascolto, il respiro sibilante è caratteristico, specialmente quando il bambino piange.

L'aspetto della malattia può essere rilevato dal cambiamento del comportamento. Il bambino diventa pigro, piange molto, rifiuta il seno (o altro nutrimento), vuole dormire, ma si sveglia rapidamente. Ha feci molli, possibilmente vomito o rigurgito frequente.

A questa età, la temperatura di solito non supera i 37,5 °, ma non è ostacolata da farmaci antipiretici. Appaiono naso e tosse che cola, i cui attacchi aumentano durante il pianto o l'alimentazione. Quando l'espettorato per la tosse bagnato ha un colore giallo-verde a causa delle impurità del pus.

Il bambino respira più spesso del normale (la norma è: per un bambino di 1-2 mesi - 50 respiri al minuto, 2-12 mesi - 40, nei bambini da 1 a 3 anni - 30, all'età di 4-6 anni - 25). Annuendo la testa al ritmo del respiro con il gonfiore simultaneo delle guance e lo stiramento delle labbra si parla di dispnea in un bambino.

È possibile notare che la pelle viene attirata tra le costole durante l'inalazione e si verifica in modo non equo verso destra e verso sinistra. Periodicamente, la respirazione si ferma, il suo ritmo e profondità sono disturbati. Con l'infiammazione unilaterale, il bambino tende a mentire su un lato sano.

Il bambino ha il triangolo nasolabiale blu.

Bambini dai 2-3 anni in su

Il bambino è pallido, apatico, capriccioso, non ha appetito, si addormenta male e spesso si sveglia. Gli antipiretici non aiutano a ridurre la temperatura. Questa condizione dura più di una settimana. Appare tosse, mancanza di respiro, mancanza di respiro, dolore toracico, irradiamento alla spalla e alla schiena.

I sintomi della polmonite atipica nei bambini

Molto spesso, i bambini hanno tali tipi di polmonite atipica, come la clamidia e il micoplasma. Puoi infettarti durante il tuo soggiorno in aeroporto, in negozio o in altre aree con grandi folle.

Questa malattia inizia con un forte aumento della temperatura a 39,5 °, presto diminuisce a 37,2 ° -37,5 ° e rimane entro questi limiti. Un naso che cola, starnuti, mal di gola. Quindi aggiungere la tosse secca debilitante. Mancanza di respiro quindi appare, quindi scompare, che è atipico per la polmonite, più caratteristica della bronchite. Questo potrebbe confondere il medico.

Ci sono rantoli deboli senza sintomi tipici. Alla radiografia, i cambiamenti nei polmoni sono scarsamente visibili. Di regola, la malattia assume una natura protratta. Solo gli antibiotici di un certo tipo aiutano (macrolidi - azitromicina, claritromicina).

Video: caratteristiche della SARS nei bambini, complicazioni

Quando viene eseguita l'ospedalizzazione

I bambini vengono ricoverati in ospedale se presentano segni di insufficienza respiratoria, perdita di coscienza, calo della pressione sanguigna, insufficienza cardiaca. L'ospedalizzazione viene eseguita se il bambino ha una polmonite lobare estesa con pleurite. Un bambino viene curato in ospedale anche nel caso in cui viva in condizioni di vita precarie, se è impossibile eseguire gli appuntamenti dal medico.

Il trattamento dei bambini viene effettuato in ospedale, poiché possono smettere molto velocemente di respirare, sarà necessaria una ventilazione artificiale urgente dei polmoni. Indipendentemente dall'età, il bambino viene mandato in ospedale per un trattamento se, oltre alla polmonite, ha malattie croniche.

Complicazioni di polmonite

Sorgono entrambi nel corso della malattia e successivamente. Le complicazioni tipiche sono:

  • pleurite (accumulo di liquido e pus nei polmoni);
  • infezione del sangue (penetrazione di batteri nel sangue da cui entrano in altri organi, causando meningite, peritonite, infiammazione del muscolo cardiaco, articolazioni);
  • insufficienza cardiaca;
  • arresto respiratorio (apnea).

Le malattie croniche degli organi dell'apparato respiratorio (asma bronchiale e altre) si presentano o aumentano e le calcificazioni si verificano nei polmoni. Inoltre, si manifestano gli effetti del trattamento antibiotico a lungo termine (allergie, disbiosi, malattie fungine).

Metodi diagnostici

Il medico fa una diagnosi e prescrive un trattamento, basato sulle manifestazioni della malattia, sulla natura della tosse, sulla respirazione e sul respiro affannoso nei polmoni di un bambino. Il principale metodo diagnostico è la radiografia, che viene utilizzata per determinare la presenza e l'estensione delle aree di infiammazione.

Le analisi del sangue generali e biochimiche possono rilevare deviazioni nella sua composizione, caratteristiche della polmonite.

La semina batteriologica di muco dal naso e dalla gola, così come l'espettorato, viene eseguita per identificare il tipo di batteri e gli effetti degli antibiotici su di essi.

ELISA e PCR possono determinare con precisione il tipo di infezione.

Nei casi più complessi, viene utilizzata una TC dei polmoni e una fibrobronchoscopia.

trattamento

In caso di polmonite virale, il trattamento antibiotico non viene eseguito, in quanto non agiscono sui virus. Solo sollievo da farmaci antipiretici (paracetamolo, panadol), agenti mucolitici che diluiscono l'espettorato (bromhexine, ACC 100), broncodilatatori, alleviare spasmi (efedrina, aminofillina), antistaminici (zirtek, suprastin).

Il trattamento principale per la polmonite batterica nei bambini è la terapia antibiotica. Deve essere eseguito per almeno 10 giorni. Se questo tipo di antibiotico è inefficace per 2 giorni, allora viene cambiato in un altro.

Nei casi più gravi, il trattamento è richiesto nell'unità di terapia intensiva e l'assistenza al bambino con l'aiuto di un apparato artificiale di ventilazione polmonare.

Se non ci sono complicazioni, il recupero avviene in 2-4 settimane.

Raccomandazione: nel periodo di recupero, i medici raccomandano di camminare più con il bambino in modo che si muova attivamente. Dovrebbe essere protetto sia dal raffreddamento eccessivo che dal surriscaldamento.

Vaccinazione per polmonite

Molto spesso nei bambini, l'agente eziologico della polmonite è il batterio del pneumococco. Esistono vaccini (Pneumo-23 e altri) raccomandati per la profilassi da somministrare a bambini con problemi. La vaccinazione consente più volte di ridurre il rischio di raffreddore, polmonite, otite media e bronchite.

Video: perché si verifica la polmonite nei bambini? prevenzione

Consiglio medico

Quando si cura la polmonite a casa, i medici consigliano di seguire alcune regole:

  1. Non somministrare antipiretici ai bambini quando la temperatura non supera i 38 °. Se il bambino ha mai avuto convulsioni, allora tali mezzi dovrebbero essere dati ad una temperatura di 37,5 °.
  2. Il cibo dovrebbe essere facilmente digeribile, senza additivi chimici e grassi, per alleviare il carico sul fegato. Non puoi costringere un bambino a mangiare quando non vuole.
  3. Ha bisogno di consumare molti liquidi (succhi naturali, tè con lamponi, brodo di rosa canina).
  4. La stanza dovrebbe essere pulita e fresca, ogni giorno si vuole fare la pulizia a umido.
  5. Senza la prescrizione del medico, ai bambini non dovrebbero essere somministrati farmaci per allergie, vitamine sintetiche, immunomodulatori. Possono peggiorare le condizioni del bambino con i suoi effetti collaterali, complicare il trattamento.

L'automedicazione è completamente vietata, le conseguenze possono essere imprevedibili. Il trattamento con rimedi popolari (espettoranti, antipiretici, anti-infiammatori) può essere effettuato solo dopo aver consultato il medico.

fattore / ACNE PNEUMONIA, BRONCHITI, BRONCHIOLITI NEI BAMBINI DELLA ROSA ANTICIPATA

PNEUMONIA ACUTA, BRONCHITI, BRONCHIOLITI NEI BAMBINI DELL'ARTE PRIMA Le malattie delle vie respiratorie inferiori dei bambini piccoli sono al centro dei pediatri e svolgono un ruolo importante nella patologia dell'infanzia. La frequenza delle malattie respiratorie nei bambini piccoli è associata a caratteristiche anatomiche e fisiologiche, reattività immunologica legata all'età. Secondo l'OMS, su 125 milioni di bambini nati ogni anno nel mondo, 10 milioni non vivono fino alla fine del 1 ° anno e altri 5 milioni - a 5 anni. Allo stesso tempo, un terzo degli esiti avversi è dovuto all'ARVI e alla polmonite. Tra le cause di mortalità infantile, le infezioni microbiche virali del tratto respiratorio sono mediamente del 10-15%. La polmonite nei bambini piccoli è caratterizzata da un decorso severo e turbolento, richiede una terapia intensiva di emergenza. Una diagnosi tardiva, un trattamento inadeguato può portare a un decorso prolungato e talvolta cronico. Il processo di cronizzazione spesso porta alla disabilità negli adulti in giovane età. OBIETTIVO: Essere in grado di fare una diagnosi e delineare un piano di trattamento basato sulla conoscenza dell'eziologia moderna e della patogenesi delle malattie delle basse vie respiratorie. OBIETTIVI: 1. Identificare le cause sottostanti e i fattori predisponenti per la comparsa di bronchiti, bronchioliti e polmoniti. 2. Determinare i sintomi di polmonite, bronchite, bronchiolite prendendo l'anamnesi e l'esame obiettivo (palpazione, percussione, auscultazione). 3. Per valutare i risultati di un esame del sangue clinico, radiografia del torace. 4. Insegnare la formulazione di una diagnosi dettagliata e di malattie respiratorie. 5. Realizzare un piano di terapia etiotropica, patogenetica e sindromica in un paziente con polmonite, bronchite, bronchiolite. 6. Essere in grado di dare ai genitori raccomandazioni sulla riabilitazione e prevenzione della malattia. COMPETENZE PRATICHE: 1. Acquisizione di abilità nella raccolta della storia per identificare i fattori che contribuiscono allo sviluppo di bronchite e polmonite. 2. Identificare i segni clinici di bronchite e polmonite. 3. Sostenere la diagnosi clinica di bronchite e polmonite acuta. 4. Assegna la terapia a queste malattie. Secondo la classificazione moderna, 4 forme di bronchite si distinguono tra le malattie del tratto respiratorio inferiore - bronchite acuta (semplice), bronchite acuta ostruttiva, bronchiolite, bronchite ricorrente e 4 forme di polmonite - focale, segmentaria, interstiziale, coriaca (Tabella 18). Tabella 18. Classificazione delle malattie acute del tratto respiratorio inferiore nei bambini

Caratteristiche del corso e complicazioni

o bronchite acuta (semplice) o bronchite acuta ostruttiva o bronchiolite o bronchite ricorrente

o Focale o Segmentale o Croupous o Interstiziale

o Insufficienza respiratoria o Insufficienza cardiovascolare o Neurotossicosi o Shock tossico infettivo o Coagulazione intravascolare disseminata o Edema polmonare o Distruzione polmonare (ascesso, pleurite, piopneumotorace) o Atelettasia o Altro

Bronchite acuta - infiammazione acuta diffusa dei bronchi, il più delle volte una manifestazione di infezioni virali, molto meno spesso - la loro complicanza batterica. Inoltre, ci sono irrigazione (sotto l'influenza di fattori fisici e chimici) e bronchite acuta allergica. Molto spesso, la bronchite si sviluppa sullo sfondo dell'infezione virale respiratoria sinciziale e della parainfluenza, meno spesso gli agenti causali sono adenovirus, rhinovirus, virus dell'influenza. La bronchite è registrata in circa il 20% dei casi con SARS. Negli ultimi anni, la cosiddetta flora atipica (micoplasmi, clamidia, legionella e pneumocisti) è stata sempre più l'agente eziologico della bronchite acuta. Il quadro clinico della bronchite dipende spesso dall'eziologia della malattia respiratoria. Il sintomo principale della bronchite acuta semplice è la tosse, all'inizio della malattia spesso secca, ossessiva. Più tardi, la tosse diventa produttiva. I cambiamenti di percussione sono assenti. La bronchite semplice auscultatoria è caratterizzata da diffuse rane a grana grossa e mid-wheezing, il cui numero cambia quando si tossisce. La bronchite nella maggior parte dei casi è bilaterale, i cambiamenti auscultatori asimmetrici dovrebbero essere allarmanti in relazione alla polmonite. I cambiamenti ematologici nella bronchite sono incostanti: un aumento significativo della VES con un numero normale o ridotto di leucociti, raramente una neutrofilia con uno spostamento verso sinistra. I cambiamenti radiografici sono generalmente ridotti ad un lieve miglioramento superficiale del pattern, spesso nelle zone mediali basali e inferiori. La durata del decorso della bronchite acuta non complicata è fino a 2 settimane, in alcuni casi i fenomeni catarrali minori e la tosse dura più a lungo, senza essere accompagnati da una violazione delle condizioni generali.La diagnosi e la diagnosi differenziale di bronchite semplice non è difficile, con bronchite a lungo termine è necessario pensare a corpo estraneo bronchiale, aspirazione cronica del cibo, fibrosi cistica. Con la diagnosi differenziale con polmonite, la bronchite è indicata a favore di una lesione diffusa, i dati fisici sono identici su entrambi i lati e non vi è alcun "sintomo locale". Con un'asimmetria pronunciata dei dati fisici, la radiografia è obbligatoria. Il trattamento della bronchite acuta è di solito effettuato a casa. Gli antibiotici sono prescritti per i bambini con focolai di infiammazione batterica o se si sospetta una polmonite prima che la diagnosi sia chiarita Il trattamento della bronchite acuta è principalmente sintomatico: agenti distraenti (bagno caldo ai piedi, impacco caldo), abbondante bevanda calda con lamponi, colore lime, bevande alla frutta, erbe, inalazioni espettoranti, mucolitici. Il cibo non differisce dal solito, ma non è necessario nutrire il bambino con la forza, è meglio offrire i tuoi piatti preferiti. Con un'abbondanza di espettorato, conducono il drenaggio posturale con un massaggio vibratorio.La prevenzione della bronchite acuta consiste nella prevenzione delle infezioni respiratorie acute, aumentando la resistenza non specifica del corpo del bambino. La bronchite acuta ostruttiva si verifica più spesso nei bambini del secondo e terzo anno di vita per 2-3 giorni di SARS. Ciò è dovuto al gonfiore della mucosa bronchiale, all'ipersecrezione di muco e broncospasmo. I disordini respiratori si sviluppano gradualmente, e non in modo parossistico, come nell'asma bronchiale. Febbre moderata o assente, tosse secca, infrequente. Dispnea fino a 50, raramente fino a 60-70 respiri al minuto. Disturbi respiratori accompagnati da respiro sibilante, uditi a distanza, sullo sfondo di un'espirazione bruscamente estesa. Il torace gonfio, con un'auscultazione sullo sfondo di un'espirazione prolungata, sentiva un gran sorso secco. Nella metà dei pazienti si osservano rantoli a bolle medie e grossolane e singoli ravanelli fini. La gravità della condizione è solitamente causata da disturbi respiratori con lievi sintomi di intossicazione. C'è ansia, il bambino non lascia andare la madre, cambia posizione. L'esame a raggi X mostra segni di distensione polmonare. Nelle analisi del sangue si verifica moderata eosinofilia. Il flusso è generalmente favorevole, i disturbi respiratori diminuiscono entro 2-3 giorni, ma l'allungamento dell'espirazione e il respiro sibilante possono essere uditi per 1-2 settimane. La terapia antibatterica viene solitamente prescritta per sospette complicanze batteriche (temperatura febbrile per 3 o più giorni, marcata asimmetria dei dati fisici, iperleucocitosi, aumento dell'insufficienza respiratoria). Condurre un'ossigenazione adeguata si ottiene nei seguenti modi: migliorando la conduttività bronchiale, riducendo il consumo di ossigeno da parte dei tessuti e aumentando la pressione parziale di ossigeno nell'aria che respiriamo. Crea pace per il paziente, arieggia la stanza, inalazione di ossigeno umidificato. Viene prescritta l'inalazione di farmaci di ossigeno (soluzioni di mucolitici, farmaci anti-istamina, aminofillina e prednisone in varie combinazioni). I simpaticomimetici sono utilizzati in aerosol, adrenomimetici B2, anticolinergici e farmaci combinati (beroduale). Non sempre danno un effetto positivo, probabilmente a causa della mancanza di penetrazione durante la respirazione superficiale. La somministrazione parenterale e enterale sono possibili. In caso di lieve ostruzione senza disturbi respiratori pronunciati, gli antispastici non si applicano. In caso di disturbi respiratori significativi, l'eupilina viene somministrata: per os (come miscela 1%, polveri, compresse), in supposte, per via intramuscolare (preferibilmente una soluzione al 2,4% in una dose appropriata per età), per via endovenosa lentamente, flebo. La dose iniziale è di 3-4 mg / kg di peso corporeo del bambino, la dose giornaliera è di 10-12 mg / kg di peso corporeo, uniformemente distribuita nelle ore (0,5 mg / kg / h). Il metodo di somministrazione di aminofillina dipende dalla gravità dell'ostruzione bronchiale. Nei casi gravi vengono prescritti corticosteroidi, dato il loro effetto anti-infiammatorio e potente anti-edema sulla mucosa bronchiale. Gli antistaminici non influenzano i cambiamenti ostruttivi, hanno spesso un effetto atropina (contribuiscono all'asciugatura della mucosa bronchiale e compromettono la funzione di drenaggio).Non si raccomanda di utilizzarli.L'osservazione dell'ospedale è ridotta all'identificazione delle reazioni allergiche e alla prevenzione di ulteriori sensibilizzazioni. I bambini di età superiore a 1 anno con bronchite ostruttiva ripetuta, è consigliabile sottoporre a test cutanei gli allergeni più comuni. Le immunizzazioni vengono somministrate un mese dopo il pieno recupero. Con la bronchite ostruttiva ricorrente, puoi essere vaccinato contro il morbillo e la poliomelite, invece di DTP per entrare in ADS-M. La bronchiolite è un'infiammazione acuta dei bronchioli con alterata pervietà, che porta a cambiamenti nello scambio gassoso e nella circolazione sanguigna. La malattia colpisce i bambini nei loro primi anni. Gli agenti causali sono virus (parainfluenza, respiratorio sinciziale, adenovirus).Il quadro clinico. La sindrome ostruttiva si sviluppa nel 2-4 ° giorno del catarro polmonare delle vie respiratorie: mancanza di respiro fino a 70-90 al minuto, difficoltà di espirazione, con la partecipazione di muscoli ausiliari, contrazione delle aree del torace flessibili, gonfiore delle ali del naso, cianosi. Tosse secca L'aumento dei disturbi respiratori è accompagnato da una forte ansietà del bambino. La temperatura subfebrillare con parainfluenza o infezione respiratoria sinciziale non dura più di 2 giorni. Nella bronchiolite adenovirale, la febbre febbrile dura 6-8 giorni. La gravità della condizione è principalmente dovuta a insufficienza respiratoria, i segni di intossicazione non sono pronunciati. C'è gonfiore del torace, con percussioni - un suono scatolato, una diminuzione nell'ottusità del cuore. L'auscultazione sullo sfondo della respirazione con un'espirazione prolungata, è determinata dalla massa del respiro ansimante e del crepitio a gorgogliare all'altezza dell'inalazione. Questa immagine del "polmone bagnato" è accompagnata da un affanno sdrucciolevole, che crea l'impressione di gorgogliare. I cambiamenti di Hematologic non sono caratteristici, leykotsitoz moderato, un leggero aumento di ESR è possibile. Radiologico è di solito determinato dal gonfiore dei polmoni, il rafforzamento del pattern broncovascolare. Il corso di bronchiolite nella maggior parte dei casi è favorevole. I cambiamenti ostruttivi raggiungono un massimo entro 1-2 giorni. In caso di forme respiratorie sinciziali virali e parainfluenzali, di regola, il 2-3 ° giorno, i cambiamenti ostruttivi diminuiscono, scomparendo completamente per 7-10 giorni. Con la bronchiolite adenovirale, la condizione migliora e le patologie respiratorie diminuiscono solo dopo che la temperatura diminuisce. Le complicanze rare della bronchiolite sono pneumotorace, enfisema mediastinico, polmonite batterica, atelettasia. La prognosi di un singolo episodio di ostruzione bronchiale (bronchiolite o bronchite ostruttiva) è generalmente favorevole. Tuttavia, nel 30% -50% dei bambini che hanno sofferto di bronchiolite, ulteriori episodi di ostruzione bronchiale appaiono sullo sfondo di ogni nuova infezione virale respiratoria acuta (che indica iperreattività bronchiale). Il 25% dei bambini con alti livelli di IgE, successivamente forma l'asma bronchiale. Insieme all'umore allergico, la persistenza del virus respiratorio sinciziale gioca un ruolo nella formazione della bronchite ostruttiva ricorrente.Il trattamento e la prevenzione della bronchiolite sono effettuati in modo identico alla bronchite ostruttiva. Il trattamento della bronchiolite grave è completato con un'adeguata reidratazione (orale o parenterale). Con i cambiamenti nel sistema emostatico nella direzione dell'ipercoagulazione, si raccomanda di usare anticoagulanti e disaggregati. Bronchite ricorrente A proposito di bronchite ricorrente può parlare in caso di esacerbazione della malattia fino a 3-4 volte l'anno per 2 anni. Lo sviluppo della bronchite ricorrente è principalmente influenzato da infezioni virali respiratorie acute, corpi estranei bronchiali, processi di aspirazione, ecc. Il quadro clinico della recidiva è composto da sintomi di bronchite acuta, ma la malattia è ritardata fino a 3-4 settimane. La febbre è moderata per 2-4 giorni, le condizioni generali cambiano poco. Il sintomo principale è la tosse, prima asciutta, poi bagnata con espettorato mucoso o mucopurulento. Il suono della percussione sopra i polmoni non è cambiato o con una leggera sfumatura. Il quadro auscultatorio della malattia è vario: sullo sfondo del respiro duro, si sentono, disperse, da entrambe le parti, rantoli umidi di bolle secche, ruvide, medie e grandi. Meno spesso, il respiro sibilante si sente solo da un lato. Il pattern auscultatorio nei polmoni è mutevole. Indicatori di sangue periferico senza cambiamenti patologici. Al di fuori della ricaduta, i cambiamenti fisici sono assenti, ma c'è una maggiore prontezza alla tosse (l'aspetto della tosse durante il raffreddamento, durante l'esercizio fisico, con lo stress neuropsichico). A volte la tosse è il sintomo più lungo di recidiva di bronchite. La radiografia nel periodo di interruzione rivela un aumento del pattern polmonare, meno spesso - l'espansione delle radici dei polmoni. Questi segni sono solitamente simmetrici e miti. Con la recidiva della bronchite, non appaiono segni radiologici qualitativamente nuovi. C'è solo un aumento leggermente maggiore nel modello polmonare e più spesso la reazione delle radici dei polmoni.Il trattamento di un paziente con bronchite ricorrente durante l'esacerbazione è possibile su base ambulatoriale. Il principale nel complesso medico dovrebbe essere l'eliminazione dei disturbi della conduzione bronchiale. È importante creare una condizione ottimale di aria (temperatura 18-20 ° С, umidità non inferiore al 60%). I farmaci secretolitici e mucolitici vengono somministrati al bambino per via orale o per inalazione. La terapia antibatterica viene eseguita secondo indicazioni (espettorato purulento o altri segni di infiammazione batterica) per un breve periodo (7-10 giorni). Igienizzazione dei focolai di infezione cronica, le procedure di fisioterapia migliorano la circolazione sanguigna e linfatica nei polmoni, riducono il gonfiore della mucosa bronchiale, alleviano il broncospasmo. La bronchite ricorrente può durare per un certo numero di anni, andare in asma bronchiale. Le persone che hanno avuto una bronchite ricorrente durante l'infanzia hanno un alto rischio di malattie polmonari croniche. I pazienti con bronchite ricorrente sono nel dispensario, la frequenza degli esami è determinata individualmente in base alla durata della malattia e alla frequenza delle recidive (almeno una volta all'anno). Se non ci sono recidive entro 2 anni, il bambino viene rimosso dalla registrazione del dispensario. Il buon effetto dà la terapia di esercizio e il trattamento in un sanatorio. La polmonite acuta è una malattia infettiva acuta del parenchima polmonare, diagnosticata dalla sindrome di disturbi respiratori e dati fisici, nonché da cambiamenti infiltrativi o focali sulla radiografia. Nella polmonite acuta, di norma, ci sono fattori predisponenti: effetti ambientali avversi (ipotermia, inquinamento atmosferico), anomalie congenite dell'apparato respiratorio, sistema cardiovascolare, riduzione dei fattori di protezione locali, alterazioni del quadro premorboso (rachitismo, ipotrofia, prematurità). Le malattie virali respiratorie sono importanti nello sviluppo della polmonite e, pertanto, l'idea di polmonite come processo batterico che si sovrappone al terreno preparato dal virus rimane in atto. Gli agenti causali della polmonite attualmente sono gli pneumococchi, la flora gram-negativa (pyocyanitis, Klebsiella, Proteus, ecc.), Lo stafilococco, gli streptococchi, la salmonella, gli pneumocisti, l'infezione da micoplasma e altri patogeni. Lo spettro eziologico della polmonite acuta dipende in gran parte dal luogo in cui si è verificato, dalla situazione epidemiologica e dall'età del bambino. Distinguere: 1) comunità acquisita (casa) 2) nosocomiale (ospedale) 3) atipica 4) polmonite nei pazienti immunocompromessi Polmonite domestica. Nei bambini dei primi mesi di vita, lo stafilococco e la flora gram-negativa del gruppo intestinale (Escherichia coli, Proteus, Klebsiella, ecc.) Predominano tra i patogeni batterici domestici. La frequenza delle malattie causate da clamidia, ureaplasma, quando l'infezione si verifica dalla madre durante il parto è elevata e l'infezione intrauterina è descritta. Va ricordato che la polmonite in un bambino durante i primi mesi di vita si verifica spesso come la manifestazione iniziale della sindrome da aspirazione cronica del cibo, fibrosi cistica, lo stato di immunodeficienza primaria. Il principale agente eziologico della polmonite domestica nei bambini di età superiore ai 6 mesi è rappresentato da pneumococco, mentre vengono rilevati meno frequentemente bacilli emofilici. Un bambino dopo 4-5 anni di "organizzato" (frequentando le istituzioni per bambini) la polmonite domestica non complicata è causata da micoplasma. Ogni 4-5 anni si verifica un aumento dell'incidenza dell'infezione da micoplasma, soprattutto nel periodo autunnale. Pazienti indeboliti dalla malattia di base, che è la causa di ospedalizzazione, interventi chirurgici, ecc. infetto da microflora ospedaliera, solitamente resistente alla maggior parte degli antibiotici. Allo stesso tempo, i microrganismi gram-negativi e lo stafilococco sono dominanti nell'eziologia. Infezione con flora ospedaliera si verifica quando si utilizzano attrezzature per inalazione, durante le manipolazioni (cateterizzazione, aspirazione del muco, endoscopia, ventilazione meccanica, ecc.). La polmonite da aspirazione suggerisce infezione con flora anaerobica: la polmonite atipica è causata da microrganismi intracellulari - micoplasmi, clamidia e legionella. Il rischio aumenta nei pazienti immunocompromessi La polmonite nei pazienti con gravi disturbi immunologici è causata. la cosiddetta infezione opportunistica con pneumocystis, funghi patogeni, citomegalovirus, virus dell'herpes, mycobacterium tuberculosis e banale diarrea. Gli agenti causali della polmonite penetrano nei polmoni più spesso per via bronchogenica. Il risultato di un'infiammazione è il gonfiore. Gonfiore dei setti alveolari, tessuto interstiziale rende più difficile lo scambio di gas tra il sangue e l'aria alveolare, si verifica l'ipossiemia. La carenza di ossigeno è una conseguenza non solo dell'ipossiemia respiratoria. L'emostasi, la linfostasi causa ipossiemia emodinamica circolatoria. La differenza dell'ossigeno arterioso-venoso diminuisce nel sangue, la funzione respiratoria del sangue inizia a soffrire, vale a dire si unisce all'ipossiemia ematica. Importante nella patogenesi della polmonite è una violazione del bilancio idrico. Le perdite di acqua sono dovute sia ad un'insufficiente assunzione di questo nel corpo, sia a una maggiore eliminazione attraverso i polmoni durante l'iperventilazione. La perdita patologica di liquidi porta ad una diminuzione del volume ematico circolante (aumento dell'ematocrito). Quando il volume del sangue circolante cade, il flusso sanguigno si ridistribuisce in vari organi (centralizzazione della circolazione sanguigna). Clinicamente, questo si manifesta con pallore, pelle grigia, acrocianosi, febbre persistente e danni al sistema nervoso centrale (ansia, iperestesia, neurotossicosi). Quando la polmonite soffre di emodinamica nel fegato con una violazione della sua funzione. Tutti i tipi di metabolismo sono sconvolti, si sviluppa la poliipovitaminosi. Con l'esaurimento delle capacità compensative del corpo del bambino (rafforzando il lavoro del cuore, aumentando l'utilizzo di ossigeno da parte dei tessuti), l'acidosi aumenta l'insufficienza respiratoria. Различают три степени дыхательной недостаточности (ДН): I степень - одышка, цианоз появляются только при физической нагрузке, II - степень - одышка, цианоз носогубного треугольника виден в покое, появляется акроцианоз при беспокойстве, в дыхании участвует вспомогательная мускулатура грудной клетки, III степень - одышка нарастает, появляется аритмичное дыхание. Чем выраженное степень дыхательной недостаточности, тем в большей степени изменяется соотношение частоты сердцебиения к дыханию (у здоровых оно составляет 3,5:1,0 или 3,0:1,0). Очаговые пневмонии представляют наиболее распространенную форму, тяжесть состояния ребенка во многом зависит от размера очага. Очаговые пневмонии имеют обычно циклическое течение и при правильном выборе антибактериального препарата дают хорошую обратную динамику. Очагово-сливные формы (поражение захватывает несколько сегментов или всю долю) имеют склонность к деструкции, что требует проведения интенсивной антибактериальной терапии с первого дня лечения. Присегментарной пневмонии в процесс вовлекаются ткани всего сегмента, находящиеся, как правило, в состоянии ателектаза. Последнее обуславливает торпидность обратного развития легочных изменений, склонность к фиброзной трансформации с ограниченным пневмосклерозом.Крупозная пневмония диагностируется, прежде всего, на основании клинических данных: острое начало, озноб, кашель с ржавой мокротой, боли в грудной клетке, покраснение щеки на стороне поражения, герпес на губе или крыльях носа, отмечается также лобарная инфильтрация на рентгенограмме. Назначение антибиотика, действующего на пневмококк, дает быстрый клинический эффект.Интерстициальная пневмония является редкой формой, составляет менее 1% всех пневмоний. Течение пневмонии может быть острым или затяжным. Большинство пневмоний разрешается в течение 6-8 недель, в отдельных случаях легочные изменения держатся дольше. Если обратное развитие пневмонии задерживается до 6-8 месяцев, то диагностируется затяжная пневмония, если изменения держатся более 8 месяцев, то на их месте формируется ограниченный пневмосклероз. Тяжесть пневмонии зависит не только от вида возбудителя, массивности инфекции, состояния макроорганизма, но и от своевременности терапии. Часто отмечается поражение других органов и систем с развитием соответствующих синдромов.Клиническая картинапневмонии обычно развивается через. 1-2 дня после начала ОРВИ: ухудшается общее состояние, усиливается кашель, температура повышается до фебрильных цифр, появляется одышка. Резко изменяется поведение (возбуждение, иногда апатия), нарушается сон, снижается эмоциональный тонус, появляется бледность кожных покровов с выраженным мраморным рисунком, холодные конечности, периоральный цианоз. При перкуссии на фоне тимпанита отмечается укорочение перкуторного звука. Изменение дыхания наблюдается тем чаше, чем обширнее пневмония. Иногда при выраженных массивных процессах одышки может не быть. Дыхание становится жестким или ослабленным, но может и не меняться. В легких прослушиваются звучные мелкопузырчатые влажные хрипы в области одного-двух сегментов или доли. Появляется тахикардия, тоны сердца становятся ослабленными, иногда глухими, отмечается аритмия сердечной деятельности. В крови - лейкоцитоз, нейтрофилез, сдвиг формулы влево, повышение СОЭ. Особой тяжестью отличается деструктивная пневмония. С первых часов выражен токсикоз, бледность кожных покровов с серо-землистым опенком, фебрильная лихорадка, частые срыгивания, рвота, тахикардия вплоть до эмбриокардии, возбуждение или вялость. Быстро развивается метеоризм, парез кишечника, увеличивается печень. В крови гиперлейкоцитоз, сдвиг влево до миелоцитов, нарастающая анемия. Рентгенологически определяется плотный инфильтрат (чаще в верхней доле) с реакцией костальной плевры. По мере вовлечения в процесс плевры увеличиваются симптомы дыхательной недостаточности, нарастает интоксикация. Физикальные данные при стафилококковой пневмонии в начале скудные, затем появляются рассеянные сухие и крупнопузырчатые хрипы, обусловленные гнойным бронхитом, нередко сопровождающим пневмонию. Деструктивные пневмонии могут сопровождаться пиотораксом, пневмотораксом, колабированием легкого с резким нарастанием дыхательной недостаточности ("синдром напряжения в грудной клетке"), требующим немедленного помещения больного в хирургический стационар.Лечение. Госпитализации подлежат больные с тяжелым течением домашней пневмонии, осложнениями и неэффективной антибактериальной терапией в течение 24-36 ч. Амбулаторно лечатся больные при отсутствии выраженного токсикоза, дыхательных расстройств, нарушений функции сердечно-сосудистой системы. Для подтверждения диагноза больной, оставленный дома, обследуется рентгенологически. Проводится также исследование крови и мочи. При неосложненной пневмонии через 6-10 дней ребенка переводят на общий режим. Поскольку в течение 4-6 нед. после болезни продолжается восстановление функции легких целесообразно избегать максимальных физических нагрузок, показано ЛФК. Питание ребенка с пневмонией не должно существенно отличаться от обычного. В первые дни аппетит, снижен, поэтому желательно предлагать любимые блюда. Водный режим предусматривает возмещение потерянной жидкости. Показаниями для инфузионной терапии являются выраженный эксикоз, токсикоз, снижение объема циркулирующей крови, нарушение микроциркуляции, угроза ДВС-синдрома, нейротоксикоз, гнойная интоксикация. При нейротоксикозах и сердечной недостаточности соотношение коллоидов и глюкозо-солевых растворов должно быть 1:1, а общий объем жидкости не более 30-40 мл/кг. При эксикозе и нарушениях циркуляции инфузионная терапия проводится аналогично мероприятиям, предусмотренным для лечения кишечного токсикоза. При выраженных микроциркуляторных расстройствах жидкость вводится до ликвидации симптомов. Из сердечных средств в экстренных случаях вводят внутривенно строфантин (0,1 мл 0,05% раствора на год жизни), коргликон (0,1 мл 0,06% раствора на год жизни). Кортикостероиды в лечении пневмонии используют лишь как средство борьбы с шоком, отеком мозга, отеком легкого и нарушением микроциркуляции (доза 4-10 мг/кг в сутки в течение 1-3 дней). Гепарин по 200-250 ЕД/кг в сутки назначается при угрозе ДВС в стадии гиперкоагуляции: Жаропонижающие средства больным острой пневмонией до терапии антибиотиками назначать не следует, так как это может затруднить оценку эффективности лечения. Наступление эффекта от антибиотика снимает вопрос об антипиретиках. Иммунотерапия показана при тяжелых пневмониях. В остром периоде заболевания вводится гипериммунная плазма с высокими титрами соответствующего антитоксина в дозе 5-15 мл/кг до улучшения состояния больного. Можно использовать препараты иммуноглобулинов. Антибактериальная терапия является основополагающей. Путь введения антибиотика (энтеральный, парентеральный - внутривенный или внутримышечный), а также кратность назначения препарата должны быть адекватны тяжести пневмонии. Дозировки антибиотиков даны в табл. 19. Длительность антибактериальной терапии определяется быстротой наступления эффекта и течением процесса. Это может составлять 4-5 дней (отменяется через 2-3 дня после нормализации температуры). Более длительные курсы антибиотикотерапии требуются при торпидности процесса (при сегментарной пневмонии). Дети с осложненной пневмонией обычно принимают антибиотики в течение 2-х недель. Гнойно-септические осложнения требуют лечения в течение 1-1,5 месяцев. Домашние пневмонии у детей старше 6 месяцев лечатся пенициллином, полусинтетическими пенициллинами, цефалоспоринами 1-2 поколения, широко применяются пероральные антибиотики - аугментин, амоксиклав, унозин. После 4 лет пневмонии у организованных детей, вызванной предположительно микоплазменной инфекцией предпочтительно лечить, сразу назначая макролиды - эритромицин, рулид, клацид, макропен, сумамед. При внутрибольничных пневмониях показаны полусинтетические пенициллины (или цефалоспорины 1-2 поколения) в сочетании с аминогликозидами (гентамицин, тобрамицин, нетилмицин), или изолированно цефалоспорины 3-4 поколений (монотерапия). В последние годы стали применяться новые антибиотики - карбопенемы (тиенам, моронем). Атипичные пневмонии хорошо лечатся препаратами группы макролидов. Таблица 19 Дозировки антибиотиков, применяемых при пневмонии у детей раннего возраста