Cavità pleurica - struttura e funzione

Nel corpo umano, ogni organo si trova separatamente: questo è necessario in modo che l'attività di alcuni organi non interferisca con il lavoro degli altri, oltre a rallentare la rapida diffusione dell'infezione in tutto il corpo. Il ruolo di tale "limitatore" per i polmoni è eseguito da una membrana sierosa costituita da due fogli, lo spazio tra i quali è chiamato la cavità pleurica. Ma proteggere i polmoni non è la sua unica funzione. Per capire quale sia la cavità pleurica e quali compiti svolge nel corpo, è necessario considerare in dettaglio la sua struttura, la partecipazione a vari processi fisiologici, la sua patologia.

Struttura della cavità pleurica

La cavità pleurica stessa è lo spazio tra due fogli di pleura, contenente una piccola quantità di fluido. In una persona sana, la cavità non è macroscopicamente visibile. Pertanto, è consigliabile considerare non la cavità stessa, ma i tessuti che la formano.

Volantini pleura

La pleura ha uno strato interno ed esterno. Il primo è chiamato la membrana viscerale, il secondo - la membrana parietale. La distanza insignificante tra loro è la cavità pleurica. La transizione degli strati descritti di seguito da uno all'altro avviene nella regione del portale polmonare - in termini semplici, nel punto in cui i polmoni si connettono agli organi del mediastino:

Strato viscerale

Lo strato interno della pleura copre ogni polmone così strettamente che non può essere separato senza danneggiare l'integrità dei lobi polmonari. Il guscio ha una struttura piegata, quindi è in grado di separare i lobi dei polmoni gli uni dagli altri, assicurando il loro facile scivolamento nel processo di respirazione.

In questo tessuto, il numero di vasi sanguigni prevale su quelli linfatici. È lo strato viscerale che produce il fluido che riempie la cavità pleurica.

Strato parietale

Lo strato esterno della pleura si fonde con le pareti del petto su un lato, e dall'altro, di fronte alla cavità pleurica, è coperto da mesotelio, che impedisce l'attrito tra gli strati viscerali e parietali. Situato approssimativamente da un punto 1,5 cm sopra la clavicola (la cupola della pleura) a un punto 1 bordo sotto il polmone.

La parte esterna dello strato parietale ha tre zone, a seconda delle parti della cavità toracica con cui viene a contatto:

Nello strato parietale un gran numero di vasi linfatici, in contrasto con lo strato viscerale. Con l'aiuto della rete linfatica, le proteine, gli enzimi del sangue, i vari microrganismi e altre particelle dense vengono rimossi dalla cavità pleurica e il liquido parietale in eccesso viene riassorbito.

Seni pleurici

La distanza tra le due membrane parietali è chiamata seni pleurici.

La loro esistenza nel corpo umano è dovuta al fatto che i confini dei polmoni e della cavità pleurica non coincidono: il volume di quest'ultimo è più grande.

Ci sono 3 tipi di seni pleurici, ognuno di essi dovrebbe essere considerato in modo più dettagliato.

  1. Il seno costiero-diafragico si trova lungo il margine inferiore del polmone tra il diaframma e il torace.
  2. Phrenico-mediastinico - situato alla congiunzione della parte mediastinica della pleura nel diaframma.
  3. Il seno costale-mediastinale si trova sul margine anteriore del polmone sinistro lungo il filetto cardiaco, molto debolmente espresso a destra.

Il seno costipno-frenico può essere considerato condizionalmente il seno più importante, in primo luogo a causa delle sue dimensioni, che possono raggiungere 10 cm (a volte di più), in secondo luogo, perché accumula il fluido patologico in varie malattie e lesioni dei polmoni. Se una persona ha bisogno di una puntura polmonare, il liquido sarà prelevato per l'esame mediante puntura (puntura) del seno frenico.

Gli altri due seni hanno un valore meno pronunciato: sono di piccole dimensioni e non contano nel processo di diagnosi, ma dal punto di vista dell'anatomia è utile conoscere la loro esistenza.

Così, i seni sono spazi liberi della cavità pleurica, "tasche" formate dal tessuto parietale.

Le principali proprietà della pleura e le funzioni della cavità pleurica

Poiché la cavità pleurica è parte del sistema polmonare, la sua funzione principale è quella di aiutare nel processo di respirazione.

Pressione nella cavità pleurica

Per comprendere il processo di respirazione, è necessario sapere che la pressione tra gli strati esterno e interno della cavità pleurica è detta negativa perché è inferiore al livello della pressione atmosferica.

Per immaginare questa pressione e la sua forza, puoi prendere due pezzi di vetro, bagnarli e comprimerli. Sarà difficile dividerli in due frammenti separati: il vetro sarà facile da scivolare, ma sarà semplicemente impossibile rimuovere un bicchiere dall'altro, diffondendolo in due direzioni. È dovuto al fatto che nella cavità pleurica ermetica le pareti della pleura sono collegate e possono muoversi l'una rispetto all'altra solo mediante scorrimento e il processo di respirazione viene eseguito.

La partecipazione nella respirazione

Il processo di respirazione può essere cosciente o no, ma il suo meccanismo è lo stesso, che può essere visto nell'esempio di inalazione:

  • una persona prende un respiro;
  • il suo petto si espande;
  • i polmoni sono raddrizzati;
  • l'aria penetra nei polmoni.

Dopo l'espansione del torace, i polmoni dovrebbero essere raddrizzati immediatamente, perché la parte esterna della cavità pleurica (parietale) è collegata al torace, il che significa che quando quest'ultimo si espande, ne consegue.

A causa della pressione negativa all'interno della cavità pleurica, la parte interna della pleura (viscerale), che è strettamente attaccata ai polmoni, segue anche lo strato parietale, facendo sì che il polmone si appiattisca e lasci entrare aria.

Partecipazione alla circolazione sanguigna

Nel processo di respirazione, la pressione negativa all'interno della cavità pleurica influenza anche il flusso sanguigno: quando si inala, le vene si espandono e il flusso di sangue al cuore aumenta, e quando si espira, il flusso sanguigno diminuisce.

Ma dire che la cavità pleurica è un partecipante completo nel sistema circolatorio non è corretta. Il fatto che il flusso di sangue al cuore e l'inspirazione dell'aria siano sincronizzati è solo un motivo per notare che l'aria entra nel flusso sanguigno a causa della lesione delle grandi vene, per identificare l'aritmia respiratoria, che non è ufficialmente una malattia e non causa alcun problema ai suoi proprietari.

Fluido nella cavità pleurica

Il fluido pleurico è lo strato fluido sieroso nei capillari tra i due strati della cavità pleurica, che assicura la loro scorrevolezza e la pressione negativa, che svolge un ruolo di primo piano nel processo di respirazione. La sua quantità è normalmente di circa 10 ml per una persona che pesa 70 kg. Se il liquido pleurico è più della norma, non permetterà ai polmoni di finire.

Oltre al fluido pleurico naturale, anche quelli patologici possono accumularsi nei polmoni.

L'eliminazione del fluido patologico dalla cavità pleurica implica sempre l'esecuzione di una corretta diagnosi e quindi il trattamento della causa del sintomo.

Patologia della pleura

Il liquido patologico può riempire la cavità pleurica a causa di varie malattie, a volte non direttamente correlate al sistema respiratorio.

Se parliamo delle patologie della pleura stessa, possiamo distinguere quanto segue:

  1. Adesioni nella regione pleurica - la formazione di aderenze nella cavità pleurica, che interferiscono con il processo di scorrimento degli strati della pleura e portano al fatto che la persona è dura e dolorosa da respirare.
  2. Pneumotorace - accumulo di aria nella cavità pleurica a causa di alterata integrità della cavità pleurica, a causa della quale una persona ha un forte dolore al petto, tosse, tachicardia, senso di panico.
  3. La pleurite è un'infiammazione della pleura con perdita di fibrina o accumulo di essudato (cioè, pleurite secca o effusiva). Si verifica sullo sfondo di infezioni, tumori e lesioni, manifestate sotto forma di tosse, pesantezza al torace, febbre.
  4. La pleurite sommata è un'infiammazione della pleura della genesi infettiva, meno spesso delle malattie sistemiche del tessuto connettivo, in cui l'essudato si accumula solo in una parte della pleura, essendo separato dal resto della cavità dalle aderenze pleuriche. Può manifestarsi sia senza sintomi sia con un quadro clinico pronunciato.

La diagnosi di patologie viene eseguita utilizzando una radiografia del torace, tomografia computerizzata, puntura. Il trattamento viene effettuato prevalentemente in maniera medicamentosa, a volte può essere necessario un intervento chirurgico: pompare aria dai polmoni, rimuovere l'essudato, rimuovere un segmento o lobo del polmone.

Cavità pleurica - struttura, funzione, patologia di base

La cavità pleurica è uno spazio a fessura, delimitato su un lato del polmone, e sull'altro lato della pleura parietale, che circonda ogni polmone. Lo spazio libero, che si trova tra i fogli di parete della pleura, è chiamato un seno (tasca).

Lo spazio pleurico è coinvolto nel processo di respirazione. Il fluido prodotto dalla pleura non consente all'aria di entrare nella cavità toracica, a causa della quale l'attrito tra i polmoni e lo sterno diminuisce.

Ulteriori informazioni sulla struttura, la funzione, le malattie della pleura e il loro trattamento saranno discusse ulteriormente.

La struttura delle fessure pleuriche

La pleura è la membrana sierosa del polmone. Esistono 2 tipi di pleura:

  1. Viscerale - il guscio che copre il polmone.
  2. Parietale - membrana che copre la cavità toracica.

La lacuna che si trova tra le membrane viscerale e parietale, piena di liquido - questa è la regione pleurica.

La guaina viscerale avvolge il polmone, penetra in ogni spazio tra i segmenti polmonari. Alla radice del polmone, la membrana viscerale passa nel parietale. E sotto la radice, dove si uniscono i fogli di pleura, si forma un legamento polmonare.

La membrana parietale copre la superficie interna del torace e nella parte inferiore è collegata alla pleura polmonare.

Esistono 3 tipi di parete pleura:

  1. La pleura costiera è la membrana che riveste le costole e gli spazi intercostali.
  2. Mediastinal (mediastinal) - la pleura, che copre gli organi del mediastino.
  3. Diaframmatico: una pellicola che riveste il diaframma in alto, ad eccezione delle sezioni centrali.

La cupola della pleura è la porzione superiore, situata dove la pleura costiera passa nel mediastino. La cupola si trova sopra la prima costola e la clavicola.

La cavità pleurica è uno stretto divario tra la pleura parietale e polmonare, che ha una pressione negativa. Lo spazio a fessura è riempito con 2 ml di fluido sierico, che lubrifica le membrane polmonari e parietali e riduce al minimo l'attrito tra di loro. Con l'aiuto di questo fluido, 2 superfici si bloccano.

Al momento della contrazione dei muscoli respiratori, il petto aumenta. La membrana parietale viene rimossa dal polmone e la trascina dietro di sé, di conseguenza, allunga il polmone.

Recentemente, ho letto un articolo che racconta lo strumento Intoxic per il ritiro dei parassiti dal corpo umano. Con questo farmaco è possibile SEMPRE sbarazzarsi di raffreddori, problemi con il sistema respiratorio, stanchezza cronica, emicrania, stress, irritabilità costante, patologia del tratto gastrointestinale e molti altri problemi.

Non ero abituato a fidarmi di nessuna informazione, ma ho deciso di controllare e ordinare la confezione. Ho notato i cambiamenti una settimana dopo: i vermi hanno letteralmente cominciato a volar via da me. Ho sentito un'ondata di forza, ho smesso di tossire, il costante mal di testa mi ha lasciato andare e dopo 2 settimane sono scomparsi completamente. Mi sento come se il mio corpo si stesse riprendendo dall'esaurimento parassitario debilitante. Provalo e tu, e se qualcuno è interessato, allora il link all'articolo qui sotto.

Con lesioni end-to-end al torace, i livelli di pressione intrapleurica e atmosferica si disattivano. La cavità pleurica è piena di aria che penetra attraverso il foro, di conseguenza, il tessuto polmonare collassa e l'organo smette di funzionare.

I seni pleurici sono depressioni nello spazio pleurico, che si trovano nel punto di transizione delle parti del guscio parietale l'una nell'altra.

Ci sono 3 seni:

  1. Costal-diaframmatico formato nella zona in cui la guaina costale entra nel diaframma.
  2. Il mediastino diaframmatico è il seno meno pronunciato, che si trova dove la pleura mediastinica passa nel diaframma.
  3. Rib-mediastinal - posto sul sito in cui la membrana costiera passa nel mediastino sul lato sinistro.

Quindi, i seni pleurici sono aree che sono collocate tra due fogli di parete della pleura. Quando l'infiammazione della membrana nelle tasche pleuriche può formare pus.

Il bordo anteriore della membrana pleurica (sul lato destro) inizia dalla parte superiore di esso, passa l'articolazione sternoclavicolare, la metà della semimanatura dell'impugnatura dello sterno. Quindi attraversa la parte posteriore dello sterno, la cartilagine della sesta costola e scende al limite inferiore della pleura. Questo limite del guscio corrisponde ai limiti del polmone.

Il limite inferiore della membrana pleurica si trova sotto il limite del polmone. Questa linea coincide con l'area in cui la membrana costiera entra nel diaframma. Poiché il limite inferiore del polmone sinistro è posizionato 2 cm più in basso rispetto a quello destro, il limite pleurico sul lato sinistro è leggermente inferiore rispetto a quello destro.

Il limite posteriore della pleura sul lato destro è posto di fronte alla testa della 12a costola, il confine posteriore della membrana e i polmoni coincide.

Pressione nello spazio pleurico

La pressione nella cavità pleurica è detta negativa perché è inferiore a 4-8 mm Hg atmosferica. Art.

Se la respirazione è calma, la pressione nella fessura pleurica al momento dell'inalazione è 6-8 mm Hg. Art., E la fase espiratoria - da 4 a 5 mm Hg. Art.

Se il respiro è profondo, la pressione nella cavità pleurica diminuisce fino a 3 mm Hg. Art.

La creazione e il mantenimento della pressione intrapleurica sono influenzati da 2 fattori:

  • tensione superficiale;
  • polmone elastico.

Nella fase inspiratoria, i polmoni si riempiono di aria dall'atmosfera. Dopo la contrazione dei muscoli respiratori, la capacità della cavità toracica aumenta, di conseguenza, la pressione nella fessura pleurica e gli alveoli diminuiscono e l'ossigeno entra nella trachea, nei bronchi e nelle sezioni respiratorie del polmone.

Quando espiri (espirazione) dell'aria che ha partecipato allo scambio gassoso, fuori dai polmoni. In primo luogo, l'aria viene rimossa dallo spazio morto (il volume d'aria che non partecipa allo scambio di gas), quindi l'aria dagli alveoli polmonari.

Quando si misura la pressione del neonato diventa evidente che durante la fase di espirazione, corrisponde a quello atmosferico, e quando si inspira, diventa nuovamente negativo. La pressione negativa deriva dal fatto che il petto in un bambino cresce più velocemente dei polmoni, poiché sono costantemente (anche durante la fase inspiratoria) soggetti allo stretching.

La pressione negativa si verifica anche perché la membrana pleurica ha una capacità di aspirazione intensa. E quindi, il gas che entra nella fessura pleurica viene rapidamente assorbito e la pressione diventa nuovamente negativa. Su questa base, c'è un meccanismo che mantiene una pressione negativa nella fessura pleurica.

La pressione negativa colpisce la circolazione venosa. Grandi vene, che si trovano nel torace, sono facilmente tese, e quindi la pressione intrapleurica (negativa) viene trasmessa a loro. A causa della pressione negativa nei tronchi venosi principali (vene cave), è più facile riportare il sangue sul lato destro del cuore.

Di conseguenza, nella fase inspiratoria, la pressione nella regione pleurica aumenta e il flusso di sangue al cuore viene accelerato. E con un aumento della pressione intratoracica (forte tensione, tosse), il ritorno venoso diminuisce.

Patologia della pleura e loro diagnosi

A causa di varie patologie, la cavità pleurica è piena di liquido. Questa è una condizione molto pericolosa che può provocare insufficienza respiratoria e morte, e quindi è importante identificare la malattia nel tempo e trattarla.

Lo spazio pleurico può riempire un liquido diverso:

  • sangue - dopo il danneggiamento dei vasi della membrana pleurica;
  • il trasudato è un fluido edematoso (la pressione oncotica del sangue diminuisce con forti emorragie o ustioni);
  • essudato - un fluido infiammatorio (nell'infiammazione dei polmoni, della pleura, del cancro);
  • pus - a causa dell'infiammazione della pleura.

La cavità pleurica è riempita di liquido sullo sfondo di varie malattie, come ad esempio:

  1. Attraverso la ferita del torace.
  2. Infiammazione degli organi addominali.
  3. Malattie del cancro
  4. Insufficienza cardiaca funzionale.
  5. Infiammazione dei polmoni
  6. Tubercolosi.
  7. Myxedema.
  8. Embolia polmonare
  9. Uremia.
  10. Patologia diffusa del tessuto connettivo.

Indipendentemente dal motivo per cui si riempie lo spazio pleurico con il fluido, si verifica un'insufficienza respiratoria. Se una persona ha sentito dolore nella cavità toracica, vi è una tosse secca, mancanza di respiro, arti blu - è necessario andare in ospedale.

Quando si verifica una lesione toracica, si verifica un'emorragia nella cavità pleurica, un espettorato rosso spumoso viene espulso dalla bocca della vittima e la coscienza viene disturbata. In questo caso, la persona deve essere urgentemente ricoverata.

Per valutare la condizione della cavità pleurica destra e sinistra aiuterà l'esame a raggi X della cavità toracica.

Per determinare la natura del fluido deve essere forato. La tomografia computerizzata visualizzerà la cavità toracica, identificherà il fluido e la causa della malattia.

È importante iniziare il trattamento in una fase precoce della malattia. La terapia sintomatica viene eseguita con l'aiuto di farmaci anelgetitici, mucolitici, antinfiammatori e antibatterici. Se necessario, usare farmaci ormonali.

È necessario seguire una dieta, assumere complessi vitaminici e minerali, che nomineranno un medico. Se compaiono sintomi di accumulo di liquidi nello spazio pleurico, dovresti consultare immediatamente un medico che prescriverà un trattamento dopo che sono stati effettuati tutti gli studi necessari.

Cavità pleurica

La cavità pleurica (lat. Cavitas pleuralis) è uno spazio a forma di fessura tra le foglie parietali e viscerali della pleura, che circonda ogni polmone. La pleura è una membrana sierosa liscia. La pleura parietale (esterna) che riveste le pareti della cavità toracica e le superfici esterne del mediastino, la viscerale (interna) copre il polmone e le sue strutture anatomiche (vasi, bronchi e nervi). Normalmente, la cavità pleurica contiene una piccola quantità di fluido sieroso.

contenuto

Nell'area delle radici dei polmoni, la pleura parietale adiacente al mediastino (pleura mediastinica) passa nella pleura viscerale. A sua volta, il tessuto connettivo che forma la pleura viscerale penetra nel tessuto polmonare, formando uno scheletro polmonare interstiziale e allinea la superficie dei lobi polmonari nelle fessure interlobari. La pleura che riveste le superfici laterali della cavità toracica (pleura delle costole) e la pleura mediastinica sottostante si muovono sulla superficie del diaframma formando la pleura diaframmatica. I luoghi di transizione della pleura da una superficie del polmone a un altro sono chiamati seni pleurici; non sono pieni di luce nemmeno con un respiro profondo. Esistono nervi diastrammatici, nervosi mediastinici e diaframmatici-mediastinali, orientati su piani diversi. Nei seni pleurici, in particolare nella parte più bassa del diaframma posteriore, il primo liquido si accumula durante lo sviluppo dell'idrotorace (vedi disegno). La pleura è innervata da nervi vaganti, intercostali e frenici. Nella pleura parietale si trovano i recettori sensibili al dolore.

La cavità pleurica con i fogli pleurici che lo formano aiuta a svolgere l'atto della respirazione. Il liquido contenuto nelle cavità pleuriche aiuta la pleura a scivolare l'una contro l'altra durante l'inspirazione e l'espirazione. La tenuta delle cavità pleuriche, che mantiene costantemente la pressione al di sotto della pressione atmosferica, così come la tensione superficiale del liquido pleurico, contribuiscono al fatto che i polmoni sono costantemente appiattiti e fissati alle pareti della cavità toracica. A causa di ciò, i movimenti respiratori del torace vengono trasmessi alla pleura e ai polmoni.

Il liquido pleurico ha un contenuto sieroso ed è prodotto dalla pleura. Una persona sana con una massa di 70 kg produce diversi millilitri di liquido pleurico [1].

Il liquido pleurico è prodotto prevalentemente dai capillari delle arterie intercostali ed è evacuato dal sistema linfatico. Quindi, lo sviluppo costante e il riassorbimento del fluido. Normalmente, la capacità di riassorbimento supera la produzione reale del liquido 40 volte. Un fluido pleurico può accumularsi solo quando il volume dei suoi prodotti supera il volume di aspirazione inversa, che può essere dovuto a un aumento del flusso di fluido nella cavità pleurica o al blocco del suo riassorbimento. Il limite superiore del fluido libero in eccesso nella cavità pleurica corrisponde alla linea Damozo.

Negli esseri umani, le cavità pleuriche non sono comunicate, e quindi il fluido o l'aria (con idrotorace e pneumotorace, rispettivamente) non fluiscono da una cavità pleurica a un'altra.

Negli esseri umani, la pleura viscerale ha un doppio apporto di sangue e riceve sangue da entrambe le arterie bronchiali e polmonari.

Posizione, struttura e funzione della cavità pleurica

La cavità pleurica è un piccolo spazio sotto forma di una fessura. Si trova tra i polmoni e la superficie interna del torace. Le pareti di questa cavità sono rivestite di pleura. Da un lato, la pleura copre i polmoni, e dall'altro, allinea la superficie della costola e il diaframma. La cavità pleurica gioca un ruolo importante nella respirazione. La pleura è sintetizzata una certa quantità di fluido (normalmente alcuni millilitri), a causa della quale l'attrito dei polmoni contro la superficie interna del torace viene ridotto durante la respirazione.

La cavità pleurica si trova nel torace. La parte principale del torace è occupata dai polmoni e dagli organi mediastinici (trachea, bronchi, esofago, cuore e grandi vasi). Quando si respira, i polmoni si calmano e si espandono. E le diapositive dei polmoni rispetto alla superficie interna del torace sono dotate di una pleura umida che riveste gli organi. La pleura è una sottile membrana sierosa. Nel corpo umano ci sono due tipi principali di pleura:

  1. 1. Visceral è un film sottile che copre completamente i polmoni all'esterno.
  2. 2. Parietale (parietale): questa membrana è necessaria per coprire la superficie interna del torace.

La pleura viscerale è immersa nei polmoni sotto forma di pieghe in quei luoghi dove il bordo dei lobi. Assicura che i lobi polmonari scivolino l'uno rispetto all'altro durante la respirazione. Connettendosi con i setti del tessuto connettivo tra i segmenti polmonari, la pleura viscerale è coinvolta nella formazione dello scheletro polmonare.

La pleura parietale è divisa a seconda di quale area è allineata, sul costale e diaframmatico. Nella zona dello sterno di fronte e lungo la colonna vertebrale dietro la pleura parietale diventa mediastino. La pleura mediastinica alle radici dei polmoni (il luogo in cui i bronchi e le navi entrano nei polmoni) diventa viscerale. Nell'area della radice della pleura sono collegati tra loro, formando un piccolo legamento polmonare.

In generale, la pleura si forma come due buste chiuse. Sono separati gli uni dagli altri da organi mediastinici coperti da pleura mediastinica. Fuori dalle pareti della cavità pleurica sono formate da nervature, sotto - dal diaframma. In questi sacchi, i polmoni sono in uno stato libero, la loro mobilità è assicurata dalla pleura. I polmoni nel torace sono fissati solo nell'area della radice.

La cavità pleurica è normalmente rappresentata da uno stretto spazio tra le foglie della pleura. Poiché è chiuso ermeticamente e contiene una piccola quantità di fluido sieroso, i polmoni sono "attratti" dalla superficie interna del torace da una pressione negativa.

La pleura, in particolare il parietale, contiene un gran numero di terminazioni nervose. Il tessuto polmonare stesso non ha recettori del dolore. Pertanto, quasi ogni processo patologico nei polmoni è indolore. Se il dolore si verifica, questo indica il coinvolgimento della pleura. Un segno caratteristico della sconfitta della pleura è la risposta del dolore alla respirazione. Può essere intensificato durante l'inspirazione o l'espirazione e aver luogo durante una pausa respiratoria.

Un'altra importante proprietà della pleura è che produce un fluido che funge da lubrificante tra le foglie della pleura e facilita il volo a vela. Nella sua normale 15-25 ml. La particolarità della struttura della pleura è tale che se le foglie della pleura sono irritate dal processo patologico, si verifica un aumento riflesso della produzione di fluidi. Una maggiore quantità di liquido "diffonde" la pleura nei lati e facilita ulteriormente l'attrito. Il problema è che il fluido in eccesso può "stringere" il polmone, impedendogli di spezzarsi durante l'inalazione.

Poiché la pressione nella cavità pleurica è negativa, quando si inala a causa dell'omissione della cupola del diaframma, i polmoni vengono massaggiati passando aria passivamente attraverso il tratto respiratorio. Se hai bisogno di inspirare profondamente, il torace si espande a causa del fatto che le costole si alzano e divergono. In un respiro ancora più profondo, sono coinvolti i muscoli della fascia superiore della spalla.

Quando espiri, i muscoli respiratori si rilassano, i polmoni si attenuano per la loro stessa elasticità e l'aria lascia le vie respiratorie. Se l'espirazione è forzata, i muscoli che abbassano le costole vengono accesi e il torace è "compresso", l'aria viene espulsa attivamente da esso. La profondità della respirazione è fornita dalla tensione dei muscoli respiratori ed è regolata dal centro respiratorio. La profondità della respirazione può essere regolata e arbitrariamente.

Per avere un'idea della topografia dei seni, è utile correlare la forma della cavità pleurica con un tronco di cono. Le pareti del cono sono la pleura costiera. Dentro ci sono gli organi del petto. A destra ea sinistra sono i polmoni, coperti di pleura viscerale. Nel mezzo - il mediastino coperto da due parti con una pleura viscerale. Sotto - un diaframma a forma di cupola sporgente.

Poiché la cupola del diaframma ha una forma convessa, anche i siti di transizione della pleura costale e mediastinica al diaframma hanno la forma di pieghe. Queste pieghe sono chiamate seni pleurici.

Non sono leggeri - sono pieni di liquido in una piccola quantità. Il loro limite inferiore si trova leggermente al di sotto del limite inferiore dei polmoni. Esistono quattro tipi di seno:

  1. 1. La costola diaframmatica, che si forma nella regione della transizione della pleura costiera al diaframma. Va a semicerchio lungo il bordo inferiore esterno del diaframma nel punto in cui è attaccato alle costole.
  2. 2. Phrenic-mediastinal - è uno dei seni meno pronunciati, situato nell'area di transizione della pleura mediastinica nel diaframma.
  3. 3. Rib-mediastinal - situato nell'umano dalla superficie anteriore del torace, dove la pleura della costola si connette con il mediastino. A destra, è più pronunciato, a sinistra, la sua profondità è meno dovuta al cuore.
  4. 4. Il mediastino vertebrale - situato nella transizione posteriore della pleura costiera al mediastino.

I seni pleurici non sono completamente espansi anche con l'alito più profondo. Sono le parti più basse della cavità pleurica. Pertanto, è nei seni che si accumula il liquido in eccesso, se è formato. Il sangue viene inviato lì se appare nella cavità pleurica. Pertanto, sono i seni che sono oggetto di particolare attenzione se si sospetta la presenza di un fluido patologico nella cavità pleurica.

La pressione negativa nella cavità pleurica è quando si inala, a causa di ciò, ha un effetto "aspirazione" non solo in relazione all'aria. Quando inspiri, le grandi vene localizzate nel torace si espandono, migliorando così il flusso di sangue al cuore. Quando espiri, le vene si placano e il flusso sanguigno rallenta.

Non si può dire che l'influenza della pleura sia più forte dell'influenza del cuore. Ma questo fatto deve essere preso in considerazione in alcuni casi. Ad esempio, quando vengono ferite vene di grandi dimensioni, l'azione di aspirazione della cavità pleurica porta talvolta all'ingresso di aria nel flusso sanguigno durante l'inalazione. A causa di questo effetto, la frequenza del polso durante l'inspirazione e l'espirazione può anche cambiare. All'atto di registrazione di un elettrocardiogramma nello stesso momento l'aritmia respiratoria è diagnosticata, che è considerata come una variante della norma. Ci sono altre situazioni in cui questo effetto dovrebbe essere preso in considerazione.

Se una persona espira pesantemente, tossisce o fa uno sforzo fisico significativo trattenendo il respiro, la pressione nel torace può diventare positiva e piuttosto alta. Questo riduce il flusso di sangue al cuore e rende difficile lo scambio di gas nei polmoni stessi. Una pressione atmosferica significativa nei polmoni può ferire i loro tessuti delicati.

Se una persona è ferita (ferita al petto) o un danno interno al polmone con alterata integrità della cavità pleurica, allora la pressione negativa al suo interno provoca l'ingresso di aria in essa. In questo caso, il polmone collassa, in tutto o in parte, a seconda della quantità di aria intrappolata all'interno del torace. Questa patologia è chiamata pneumotorace. Esistono diversi tipi di pneumotorace:

  1. 1. Aperto - si scopre nel caso in cui il foro (ferita), che comunica la cavità pleurica con l'ambiente, si apre. Con pneumotorace aperto, il polmone di solito scompare completamente (se non viene trattenuto da aderenze tra la pleura parietale e viscerale). Durante la radiografia, è definito come un nodulo informe nell'area della radice del polmone. Se non si sviluppa abbastanza rapidamente, poi nel tessuto polmonare si formano zone in cui non entra aria.
  2. 2. Chiuso: se una certa quantità d'aria penetra nella cavità pleurica e l'accesso è bloccato o da solo o dalle misure adottate. Quindi solo una parte del polmone collassa (la dimensione dipende dalla quantità di aria che è entrata). Nelle radiografie, l'aria è definita come una vescica, di solito nella parte superiore del torace. Se l'aria non è molto - si risolve da sola.
  3. 3. Valvola - il tipo più pericoloso di pneumotorace. Si forma quando il tessuto nel sito del difetto forma una somiglianza con la valvola. Quando inspiri, il difetto si apre, una certa quantità di aria viene "aspirata". Quando espiri, il difetto si attenua e l'aria rimane all'interno della cavità pleurica. Questo è ripetuto durante tutti i cicli respiratori. Nel corso del tempo, la quantità di aria diventa così grande che "strappa" il torace, la respirazione diventa difficile e il lavoro degli organi viene disturbato. Questa condizione è mortale.

L'accumulo di aria nella cavità pleurica, oltre al pericolo di infezione della ferita e la minaccia di sanguinamento, danneggia anche il fatto che altera la respirazione e lo scambio di gas nei polmoni. Di conseguenza, si può sviluppare insufficienza respiratoria.

Se l'aria rompe il respiro, deve essere rimosso. Questo deve essere fatto immediatamente con pneumotorace della valvola. La rimozione dell'aria viene effettuata utilizzando procedure speciali: foratura, drenaggio o chirurgia. Durante l'operazione, il difetto nella parete toracica deve essere chiuso o il polmone deve essere suturato per ripristinare la tenuta della cavità pleurica.

Come già accennato, una certa quantità di fluido nella cavità pleurica è normale. Durante la respirazione fornisce uno scivolone dei suoi fogli. Nelle malattie degli organi del torace, la sua composizione e quantità cambiano spesso. Questi sintomi sono importanti per una ricerca diagnostica.

Uno dei sintomi più frequenti e importanti è l'accumulo di liquidi nella cavità pleurica: l'idrotorace. Questo fluido ha una natura diversa, ma la sua stessa presenza causa un quadro clinico uniforme. I pazienti sentono mancanza di respiro, mancanza di aria, pesantezza al petto. Quella metà del torace, che è colpita, resta indietro nella respirazione.

Se l'idrotorace è piccolo e si è sviluppato a causa di polmonite o pleurite, si risolve con un trattamento adeguato. A volte un paziente ha aderenze e sovrapposizioni pleuriche. Non è pericoloso per la vita, ma crea difficoltà nella diagnosi in futuro.

L'effusione pleurica si accumula non solo nelle malattie dei polmoni e della pleura. Alcune malattie sistemiche e danni ad altri organi portano anche al suo accumulo. Si tratta di polmonite, tubercolosi, cancro, pleurite, pancreatite acuta, uremia, mixedema, insufficienza cardiaca, tromboembolia e altre condizioni patologiche. La composizione chimica della cavità pleurica è suddivisa nei seguenti tipi:

  1. 1. essudato È formato come conseguenza di danno infiammatorio agli organi della cavità toracica (polmonite, pleurite, tubercolosi, a volte - cancro).
  2. 2. Transudate. Si accumula con edema, riduzione della pressione oncotica plasmatica, insufficienza cardiaca, cirrosi epatica, mixedema e alcune altre malattie.
  3. 3. Pus. Questo è un tipo di essudato. Appare quando la cavità pleurica è infettata da batteri piogeni. Può comparire dopo la penetrazione del pus dai polmoni - con un ascesso.
  4. 4. Sangue. Si accumula nella cavità pleurica quando i vasi sono danneggiati, provocati da lesioni o da un altro fattore (disintegrazione del tumore). Tale emorragia interna è spesso la causa di una massiccia perdita di sangue, pericolosa per la vita.

Se un sacco di liquido si accumula, "preme" il polmone e si abbasserà. Se il processo è a due lati, si sviluppa il soffocamento. Questa condizione è potenzialmente pericolosa per la vita. La rimozione del liquido salva la vita del paziente, ma se il processo patologico che ha portato al suo accumulo non è guarito, la situazione di solito si ripete. Inoltre, il fluido nella cavità pleurica contiene proteine, oligoelementi e altre sostanze che il corpo perde.

Per valutare le condizioni del torace e della pleura, vengono utilizzati vari studi. La loro scelta dipende da quali denunce il paziente fa e da quali cambiamenti vengono rivelati durante l'esame. La regola generale è passare dal semplice al complesso. Ogni studio successivo viene nominato dopo aver valutato i risultati del precedente, se è necessario chiarire uno o un altro cambiamento identificato. La ricerca diagnostica utilizza:

  • analisi generale del sangue e delle urine;
  • analisi del sangue biochimica;
  • radiografia e fluorografia del torace;
  • studio della funzione respiratoria;
  • ECG e ultrasuoni del cuore;
  • ricerca sulla tubercolosi;
  • puntura della cavità pleurica con l'analisi del versamento pleurico;
  • CT e RM e altri studi se necessario.

Dato che la pleura è molto sensibile ai cambiamenti nello stato del corpo, reagisce a un gran numero di malattie. L'effusione pleurica (il sintomo più comune associato alla pleura) non è un motivo di disperazione, ma una ragione per l'esame. Può significare la presenza di una malattia con una prognosi positiva e una patologia molto grave. Pertanto, solo un medico dovrebbe determinare le indicazioni per la ricerca e il significato diagnostico dei loro risultati. E dovresti sempre ricordare che non è un sintomo che dovrebbe essere trattato, ma una malattia.

Cavità pleurica e liquido in esso: cause, sintomi, trattamento patologico

Per capire come trattare un fluido nella cavità pleurica, devi prima capire che cos'è la pleura, come si trova e per quale condizione patologica è pericolosa.

Qual è la cavità pleurica

Nel corpo umano, tutti gli organi si trovano separatamente: è necessario che non interferiscano con il lavoro dell'altro e, in caso di malattia, l'infezione non sia stata trasmessa molto rapidamente.

Pertanto, la pleura separa i polmoni dal cuore e dalla cavità addominale. Quando la guarda da un lato, assomiglia soprattutto a due grandi borse unite insieme. In ciascuno di essi è localizzato un polmone: sinistro e destro, rispettivamente. La pleura ha due strati:

  • esterno - adiacente al petto dall'interno, responsabile della messa in sicurezza dell'intero sistema;
  • quello interno è molto più sottile di quello esterno, penetrato dai capillari e si annida contro il muro del polmone.

Quando il polmone si muove inspirando ed espirando, lo strato interno si muove con esso, mentre quello esterno rimane quasi immobile. In modo che l'attrito che si verifica nel processo non porti a irritazione, lo spazio sottile tra gli strati è riempito con liquido pleurico.

Fluido nella cavità pleurica - la norma assoluta, se non è più di due cucchiaini. Agisce come un lubrificante ed è necessario affinché gli strati della pleura scivolino uno sull'altro, anziché sfregare. Tuttavia, se si accumula troppo, iniziano i problemi.

Per capire perché si verifica l'accumulo di liquidi, devi anche capire cosa le capita nei polmoni. Il processo è sequenziale:

  • i capillari e le ghiandole speciali dello strato esterno lo producono;
  • lava i polmoni e di tanto in tanto viene risucchiato dal sistema linfatico - che flirta tutto ciò che è superfluo e il fluido ritorna alla cavità pleurica.

Il processo è costante: è grazie all'aspirazione che non si accumula nulla in più.

Ma se il processo si perde o non solo il versamento naturale inizia a fluire nella pleura, si verificano sintomi spiacevoli e l'intervento del medico è richiesto.

Quali liquidi possono esserci

Una varietà di liquidi può accumularsi nella cavità pleurica, e ognuno ha non solo le sue cause, ma anche i suoi stessi sintomi.

trasudato

Questo è il nome di un liquido giallastro e inodore che riempie la cavità pleurica in assenza di un processo infiammatorio. In effetti, è un versamento naturale che per qualche motivo non può essere rimosso dalla cavità pleurica. Questo succede:

  • se la secrezione aumenta e il sistema linfatico non funziona;
  • se il processo di assorbimento è più lento del normale, o si ferma.

Inoltre, la cavità pleurica è piena di trasudato, se il paziente ha:

  • Insufficienza cardiaca. La circolazione sanguigna è disturbata, di conseguenza, la pressione sanguigna aumenta, il sangue inizia a ristagnare. I capillari iniziano a secernere più fluido e ad un certo punto il sistema linfatico non è più in grado di far fronte.
  • Insufficienza renale. In medicina, c'è il concetto di "pressione oncotica". È responsabile di garantire che i liquidi corporei non entrino nei vasi sanguigni. Se diminuisce a causa di insufficienza renale, il fluido espulso dai capillari ritorna a loro e il processo è disturbato.
  • Dialisi peritoneale Come risultato di questa diagnosi, la pressione nella cavità addominale aumenta e i fluidi che dovrebbero esserci dentro vengono spinti attraverso il diaframma nella cavità pleurica, allagandola.
  • Tumori. Sia i tumori benigni che i tumori maligni possono disturbare i normali processi del corpo. La secrezione e l'assorbimento del fluido nella cavità pleurica è uno di questi.

Il volume di versamento può raggiungere diversi litri - specialmente se non si presta attenzione ai sintomi:

  • Mancanza di respiro - si verifica in risposta al fatto che il transudato preme sul polmone e quindi riduce il suo volume. L'ossigeno entra meno nel corpo, quando si tenta di impegnarsi in attività fisica, il paziente inizia a soffocare.
  • Dolori al petto. Lo strato esterno della pleura ha recettori del dolore, quindi quando viene messo sotto pressione, reagisce con dolore.
  • Tosse secca Lungo senza espettorato. Si verifica anche come risposta alla compressione del polmone.

Noterà che un transudato si accumula intorno al polmone in due casi: o il paziente viene dal medico per l'esame e lo scopre, oppure c'è così tanta accumulazione nella cavità pleurica che i sintomi diventano troppo evidenti.

Ma prima viene fatta la diagnosi, più facile sarà rimuovere l'accumulo di liquido edematoso nella cavità pleurica. Ecco perché è così importante essere controllati da un medico in tempo.

essudazione

Questo è il nome del fluido che appare nel corpo a causa di infiammazione, e ce ne sono diversi tipi:

  • Essudato sieroso Trasparente, inodore. Viene rilasciato se la pleura stessa è infiammata, cosa succede se i virus entrano in essa, gli allergeni o vengono bruciati. Tale essudato è assegnato, per esempio, quando la pleurite.
  • Fibrotica. Opzione più densa, una media tra essudato e trasudato. Viene escreto nella tubercolosi, nei tumori, in empiema, a causa del fatto che la pressione nella cavità pleurica diminuisce. La secrezione viene accelerata, il liquido riempie i polmoni, si infiamma. Ha la capacità di lasciare cicatrici e ulcere sul guscio della pleura, mangiandolo dentro.
  • Purulenta. Liquido viscoso, verdastro o giallastro con un odore sgradevole. Si verifica se batteri e funghi entrano nella cavità pleurica. Le cellule del sistema immunitario, i leucociti, si affrettano a proteggere il corpo e, morendo, iniziano a marcire, motivo per cui un semplice trasudato diventa un essudato purulento.
  • Emorragica. La variante più rara che si verifica nella pleurite tubercolare è che nel processo della malattia, le pareti della pleura vengono distrutte, a seguito della quale il sangue trasuda e cambia in composizione. Il liquido è rossastro, opaco.

Qualunque essudato possa riempire i polmoni, è sempre accompagnato da un processo infiammatorio, e con esso i sintomi caratteristici dell'infiammazione:

  • febbre, e con essa debolezza, dolore nei muscoli e nelle articolazioni;
  • mancanza di appetito e sintomi neurologici come l'insonnia;
  • mal di testa che sono alleviati da antidolorifici;
  • respiro sibilante, tosse umida con scarico di espettorato;
  • mancanza di respiro quando si cerca di muoversi attivamente - dopo tutto, l'essudato fa pressione sul polmone;
  • i dolori al petto del polmone colpito si manifestano sia come risposta alla pressione sia come risposta all'infiammazione.

Quando il liquido pleurico accumulato è il risultato di un processo infiammatorio, il paziente si sente molto peggio che con le patologie non infiammatorie e vede rapidamente un medico.

Sangue e linfa

L'accumulo di sangue nella cavità pleurica si verifica più spesso in lesioni quando i vasi nel torace sono danneggiati. Il sangue inizia a fluire nella pleura, si accumula in esso e inizia a esercitare pressione sul polmone, il che porta alla comparsa di sintomi:

  • è difficile per il paziente respirare - il polmone è compresso e non può essere rotto fino alla fine;
  • il paziente si sente debole, la pelle diventa bluastra, capogiro, secchezza della gola, ronzio nelle orecchie e si può svenire - questi sono i classici sintomi di anemia e riduzione della pressione, che sono inevitabili con la perdita di sangue;
  • il paziente inizia a battere il cuore più velocemente - questo è dovuto al fatto che il sistema cardiovascolare, nonostante tutto, sta cercando di mantenere il contenuto di ossigeno nel sangue e la pressione a un livello normale.

La condizione si sviluppa rapidamente, accompagnata dal dolore. Se una persona non viene portata al dottore in tempo, può perdere conoscenza e persino morire per perdita di sangue.

L'accumulo di linfa nella pleura è più lento e può durare fino a diversi anni. Si verifica quando un flusso linfatico nella pleura è interessato durante l'intervento chirurgico o dopo un infortunio. Di conseguenza, la linfa comincia ad accumularsi nelle cellule della pleura e quindi si rompe nella cavità stessa. Il paziente sarà osservato:

  • mancanza di respiro - dopo tutto, la linfa preme anche sul polmone e gli impedisce di spezzarsi;
  • dolori al petto e tosse secca sono anche comuni per l'accumulo di liquidi nella cavità pleurica;
  • segni di esaurimento - debolezza, perdita di funzioni cognitive, mal di testa, insonnia o sonnolenza, uno stato di costante ansia, perché è la linfa che trasporta proteine, grassi, carboidrati e oligoelementi nel corpo e la sua perdita porta alla loro mancanza.

La perdita di sangue e linfa da parte del corpo è molto difficile, perché l'accumulo di liquido nella cavità pleurica non passa inosservato dal paziente stesso e va dal medico.

Come trattare

Il trattamento di un paziente nel quale il liquido della cavità pleurica si è accumulato inizia con una diagnosi, che include:

  • presa di storia - il medico chiede al paziente i sintomi, il tempo della loro comparsa e di ciò che lo ha preceduto;
  • toccando - il medico si tocca il petto con le dita, a causa del quale c'è un tonfo, che si sposta se il paziente cambia la sua postura;
  • Raggi X: consente di scoprire in quale area si è accumulato il liquido;
  • Ultrasuoni e tomografia: ti fanno sapere se ci sono tumori e qual è lo stato della pleura;
  • puntura - a seguito del prelievo di sangue per l'analisi, il medico sarà in grado di stabilire cos'è il fluido, in che cosa consiste e in che modo ha causato il suo aspetto.

Come risultato di tutte le misure, il medico alla fine si diagnostica e può iniziare a curare il paziente. Diversi mezzi sono usati per questo:

  • Se un transudato si accumula nella pleura, il medico scopre quale malattia è diventata la causa e prescrive un trattamento specifico per essa.
  • Se l'essudato si è accumulato nella pleura, il medico prescrive antibiotici o agenti antibatterici o funghi, accompagnandoli con farmaci anti-infiammatori e farmaci antiedemici.
  • Se il sangue o la linfa si accumulano nella pleura, il medico deve eliminare gli effetti della lesione. A volte questo richiede un intervento chirurgico.

Ma anche quando il fluido nella pleura non si accumula più, devi in ​​qualche modo liberarti dell'eccesso, che è già dentro. Per questo puoi applicare:

  • Attesa. Se un transudato si è accumulato nella cavità pleurica, quindi senza un costante supporto dall'aumentata secrezione, dedurrà tranquillamente il sistema linfatico.
  • Foratura. Se il liquido si è accumulato un po ', il medico può perforare il torace e ritirare attentamente con una siringa.
  • Drenaggio. Se c'è molto liquido, e il pompaggio con una siringa non funzionerà - o se è necessario drenare la pleura prima che la causa della malattia sia guarita - un drenaggio viene inserito nel paziente sottoposto a puntura. Il fluido in eccesso viene espulso semplicemente attraverso di esso e non si accumula più nella cavità.
  • Chirurgia. Se ci sono così tanti liquidi che è in pericolo di vita, o se il liquido pleurico nei polmoni, o se il suo aspetto è causato da un trauma, può essere eseguita un'operazione in cui il chirurgo avrà accesso diretto alla cavità e non solo può pomparlo fuori, ma anche rimuovere le cause del suo accumulo.

Dopo l'intervento, le cicatrici rimarranno molto probabilmente, ma poi il paziente sarà di nuovo in grado di respirare liberamente e impegnarsi in attività fisica. Se non lo spendi, possono iniziare le complicazioni.

Ciò che è irto della mancanza di trattamento

Se il liquido si accumula nella cavità pleurica, questo può portare a molte spiacevoli conseguenze. Tra loro ci sono:

  • Infiammazione dei polmoni - procede in una forma molto acuta e si verifica se l'essudato arriva dalla cavità pleurica nei polmoni stessi. Accompagnato da tutti i sintomi di infiammazione, dolore e può portare alla morte.
  • Insufficienza polmonare acuta - accompagnata da mancanza di respiro, tosse, movimenti convulsi dei polmoni nel tentativo di ottenere un po 'd'aria, l'azzurro di tutta la pelle, il dolore, l'accelerazione del battito cardiaco. Alla fine porta alla cessazione del respiro, perdita di coscienza e morte, se non viene fatto nulla. E anche se viene fornito il primo soccorso, la mancanza di ossigeno può ancora portare allo svenimento e cadere in un coma.
  • Insufficienza cardiaca. Se il cuore riceve costantemente non abbastanza ossigeno, inizia a contrarsi più rapidamente, il che porta a cambiamenti degenerativi irreversibili. Il paziente può sperimentare un'accelerazione della frequenza cardiaca, dolore, accelerazione dell'impulso. Se la complicazione si sviluppa in modo definitivo, finirà in disabilità per il paziente.
  • Insufficienza renale. Porta a dolore e problemi con l'assimilazione del cibo.

Se il liquido nella cavità pleurica è purulento, se entra nella cavità addominale, il paziente avrà inevitabilmente problemi con il tratto gastrointestinale e per far fronte a loro sarà necessario un trattamento maggiore, fino alla necessità di asportare parte del fegato o della cistifellea.

Per evitare questo, il trattamento dovrebbe iniziare quando vengono rilevati i primi sintomi. A casa, è impossibile: basta osservare un medico e seguire tutte le sue raccomandazioni aiuterà a tornare a una vita piena.

Cavità pleurica

La cavità pleurica è uno spazio a forma di fessura tra le foglie parietali e viscerali della pleura, che circonda ogni polmone. La pleura è una membrana sierosa liscia. La pleura parietale (esterna) che riveste le pareti della cavità toracica e le superfici esterne del mediastino, la viscerale (interna) copre il polmone e le sue strutture anatomiche (vasi, bronchi e nervi). Normalmente, la cavità pleurica contiene una piccola quantità di fluido sieroso.

contenuto

anatomia

Nell'area delle radici dei polmoni, la pleura parietale adiacente al mediastino (pleura mediastinica) passa nella pleura viscerale.

funzioni

La cavità pleurica con i fogli pleurici che lo formano aiuta a svolgere l'atto della respirazione. Il liquido contenuto nelle cavità pleuriche aiuta la pleura a scivolare l'una contro l'altra durante l'inspirazione e l'espirazione. La tenuta delle cavità pleuriche, creando in esse una pressione costante (con valori negativi rispetto all'atmosfera), nonché la tensione superficiale del liquido pleurico, contribuiscono al fatto che i polmoni sono costantemente mantenuti nello stato raddrizzato e adiacenti alle pareti della cavità toracica. A causa di ciò, i movimenti respiratori del torace vengono trasmessi alla pleura e ai polmoni.

Liquido pleurico

Il liquido pleurico ha un contenuto sieroso ed è prodotto dalla pleura. Una persona sana con una massa di 70 kg produce diversi millilitri di liquido pleurico [1].

Il liquido pleurico è prodotto prevalentemente dai capillari delle arterie intercostali ed è evacuato dal sistema linfatico. Quindi, lo sviluppo costante e il riassorbimento del fluido. Normalmente, la capacità di riassorbimento supera la produzione reale del liquido 40 volte. Un fluido pleurico può accumularsi solo quando il volume dei suoi prodotti supera il volume di aspirazione inversa, che può essere dovuto a un aumento del flusso di fluido nella cavità pleurica o al blocco del suo riassorbimento. Il limite superiore del fluido libero in eccesso nella cavità pleurica corrisponde alla linea Damozo.

Negli esseri umani, le cavità pleuriche non sono comunicate, e quindi il fluido o l'aria (con idrotorace e pneumotorace, rispettivamente) non fluiscono da una cavità pleurica a un'altra.

Rifornimento di sangue

Negli esseri umani, la pleura viscerale ha un doppio apporto di sangue e riceve sangue da entrambe le arterie bronchiali e polmonari.

note

  1. Eric Widmaier, la fisiologia umana di Eric P. Vander: 10 ed. McGraw Hill, 2006. Pagina 481. (eng.)

Wikimedia Foundation. 2010.

Guarda che cos'è la "cavità pleurica" ​​in altri dizionari:

cavità pleurica - (cavum pleura, PNA, BNA, JNA, sin. cavità pleurica) hanno accoppiato lo spazio a fessura chiusa tra la pleura parietale e polmonare, piena di liquido sieroso... Ampio dizionario medico

La cavità pleurica - - lo spazio a fessura tra la pleura viscerale e parietale, contiene fluido sieroso; la pressione nella cavità è inferiore a quella atmosferica di 4-10 mm Hg. Art., Che contribuisce alla ventilazione dell'aria nei polmoni, al movimento del sangue attraverso i polmoni e alla linfa in...... Glossario dei termini sulla fisiologia degli animali da allevamento

cavità pleurica - (cavum pleurae) vedi: cavità pleurica... Ampio dizionario medico

Cavità pleurica - lo spazio tra la pleura viscerale e parietale; di solito è a fessura, poiché i fogli della pleura sono molto vicini l'uno all'altro. L'aspetto di un fluido (effience pleurico) o gas in questa cavità separa il pleurico...... termini medici

Cavità pleurica - (cavità pleurica) lo spazio tra la pleura viscerale e parietale; di solito è a fessura, poiché i fogli della pleura sono molto vicini l'uno all'altro. L'aspetto di fluido (effiision pleurico) o gas in questa cavità...... Dizionario medico di medicina

Pneumotorace - I Pneumotorace (pneumotorace: greco Pneuma air + thrax torace, torace) accumulo di aria nella cavità pleurica, a seconda del tipo di comunicazione della cavità pleurica contenente acqua, con l'ambiente esterno che distingue tra chiuso, aperto e...... Enciclopedia medica

Pleurite - I Pleurite (pleurite; Pleura + itis) è un'infiammazione della pleura, accompagnata dalla formazione di essudati di diversa natura nella cavità pleurica. Di regola, P. non è una forma nosologica indipendente, ma complica il corso di patologia...... Enciclopedia medica

PLEAVER - (pleura), la membrana sierosa che riveste le superfici interne di entrambe le metà della cavità toracica e copre i polmoni, a segale apparire come! sarebbe inglobato in sacche pleuriche chiuse. Proprio come nel peritoneo, in P. ci sono due fogli: il muro... La grande enciclopedia medica

Pleura - I Pleura (pleura; greca pleura costale, lato) membrana sierosa che copre i polmoni, la superficie interna del torace, il mediastino e il diaframma. Anatomia. Ci sono P. viscerale viscerale e parietale, che coprono i polmoni su tutti i lati e... Enciclopedia medica

Pleura: tomogramma computerizzato che mostra un eccesso di liquido nella cavità pleurica sinistra (idrotorace). Pleura viscerale e parietale ispessita. La cavità pleurica è uno spazio a fessura tra il parietale e l'viscerale...... Wikipedia