I primi sintomi di polmonite pediatrica

La polmonite è una malattia abbastanza grave, che è un'infiammazione dei polmoni, il più delle volte di origine infettiva. Molto spesso, viene diagnosticato in bambini di età diverse, ma molti genitori sono troppo frivoli per la diagnosi del loro bambino, come se si trattasse di un raffreddore comune. Ogni genitore deve sapere che la diagnosi è troppo avanzata, un ritardo con la terapia antibatterica (il conto continua per un minuto!) Peggiora la prognosi e può essere fatale. Per evitare ciò, è necessario sapere come si manifesta la polmonite nei bambini: in base a quali sintomi è possibile riconoscere il "nemico" in una fase iniziale di sviluppo?

Respirazione rapida, febbre può essere segni di polmonite.

I primi segni di polmonite

È molto importante conoscere le primissime manifestazioni della malattia nei bambini per cercare immediatamente l'aiuto di un medico. La difficoltà è che la polmonite è come due gocce d'acqua come l'influenza o le infezioni respiratorie acute. La natura del flusso può essere molto diversa: per alcuni bambini, si manifesta improvvisamente, bruscamente, per gli altri - cresce gradualmente.

Nella fase iniziale della polmonite, i seguenti sintomi si osservano di solito:

  • tosse forte e umida con espettorato;
  • respiro frequente, grugnito (più di 40 respiri al minuto);
  • impulso rapido;
  • l'alta temperatura supera i 38 ° C per più di tre giorni consecutivi, e qui i genitori devono conoscere una caratteristica di questa malattia: se solo di recente il bambino aveva una malattia respiratoria acuta e dopo 4-5 giorni aveva una temperatura tale, probabilmente questo è un segno di complicazioni polmonari ;
  • sudorazione eccessiva;
  • un rosso brillante arrossisce su una delle guance.

Una combinazione di due o più di questi segni i genitori dovrebbe considerare come una potenziale minaccia per la salute e anche la vita del bambino. Nonostante il fatto che ci siano sintomi simili in altre malattie infettive e polmonari, in questo caso è impossibile rischiare. Non appena i segni sono lì, è necessario consultare un medico il più presto possibile, anche chiamare un'ambulanza. Solo uno specialista in seguito all'esame determinerà esattamente la polmonite e prescriverà il trattamento necessario (antibiotici). Se entro poche ore non viene fornita l'assistenza necessaria al bambino, altri segni della malattia inizieranno a manifestarsi, il che sarà accompagnato da un peggioramento della sua condizione.

Il rifiuto del bambino di mangiare è uno dei segni successivi di polmonite.

Più tardi i sintomi della malattia

Se per qualche motivo i genitori non riuscissero a stabilire che la dolorosa condizione delle loro briciole non è altro che la polmonite, inizieranno ad apparire altri segni del processo infiammatorio nei polmoni del bambino. Questi possono essere:

  • forte tremante fino allo stridore dei denti;
  • labbra blu;
  • unghie blu;
  • pelle pallida;
  • rifiuto del bambino di mangiare;
  • dolore sufficientemente intenso in diverse parti del corpo: i bambini possono lamentare dolore al petto, ai muscoli o alla testa;
  • mancanza di respiro;
  • grave debolezza.

La polmonite nei bambini si sviluppa abbastanza rapidamente, quindi è necessario riconoscere i sintomi della malattia il più presto possibile. Particolarmente difficile è la polmonite nei neonati. Nonostante il fatto che la medicina moderna tratti questa malattia con successo oggi e non consenta risultati letali, molto dipende da quanto prontamente i genitori si sono rivolti al medico per chiedere aiuto. L'auto-trattamento è severamente proibito. Inoltre, diversi sintomi possono indicare diverse forme di polmonite nei bambini.

Calore, mal di testa, debolezza - sintomi di polmonite virale

I sintomi di varie forme di polmonite

L'infiammazione dei polmoni nei bambini è causata da diverse cause, quindi ci sono diverse forme di questa malattia in medicina, e ognuna di esse manifesta sintomi diversi.

  • febbre
  • brivido
  • dolore al petto acuto
  • sudorazione intensa
  • impulso rapido
  • tosse con espettorato denso, rossastro o verdastro
  • respirazione accelerata
  • cianosi (cianotica) di unghie e labbra
  • calore
  • mal di testa
  • tosse secca
  • dolore muscolare
  • lavorare troppo
  • debolezza
  • grave mancanza di respiro

Il caso più pericoloso è quando la polmonite nei bambini è completamente asintomatica. Questo è raro, ma è del tutto possibile. In questo caso, la diagnosi può essere confermata solo da una visita medica.

L'esame a raggi X è considerato la misura più efficace per la diagnosi di polmonite

Diagnosi di polmonite nei bambini

Per i medici ci sono i loro sintomi speciali di polmonite infantile. Dopo aver attentamente ascoltato le lamentele sulla condizione del bambino dai genitori, lo esamineranno, lo invieranno all'analisi del sangue generale e ai raggi X. Questi sono i principali metodi per diagnosticare questa malattia nei bambini. Solo loro possono confermare o negare la diagnosi presuntiva.

Il medico prima ascolta il torace con uno stetoscopio. Il sintomo principale di polmonite nello stesso momento - respiro sibilante specifico, che non può essere sentito sempre perfino con polmonite. Tuttavia, il medico allerta la respirazione "indebolita" in alcuni punti dei polmoni.

Al fine di escludere un errore nella diagnosi e nella prescrizione del trattamento corretto, i medici esperti trarranno necessariamente conclusioni dai risultati di un esame del sangue. La polmonite sarà confermata da un aumento dei leucociti e della VES nell'analisi generale, così come dai cambiamenti nella formula dei leucociti.

La radiografia assicura la massima precisione di conferma della polmonite. Se l'immagine risulta pulita, senza macchie, quindi con una probabilità del 99 percento, i medici possono affermare che non c'è polmonite. Ciò è particolarmente importante quando i sintomi esterni della malattia sono assenti nei bambini e l'infiammazione è chiaramente visibile sulla radiografia. In tali situazioni, le letture dei raggi X sono sempre considerate una priorità.

Se i sintomi della polmonite pediatrica sono stati notati dai genitori in tempo, se il bambino è stato mostrato con urgenza a un medico, se la terapia antibiotica (il principale metodo di trattamento di questa malattia) è iniziata in tempo, la malattia si ritirerebbe. Spesso i sintomi di polmonite sono percepiti da genitori frivoli come sintomi di un raffreddore, il che porta a risultati sfortunati. Questo non dovrebbe essere permesso: qualsiasi deviazione nella salute del tuo bambino dovrebbe essere presa sul serio, specialmente quando si tratta di polmonite. Prenditi cura dei tuoi figli.

Come prevenire la polmonite in un bambino?

Le malattie possono essere divise in gruppi a seconda di quanto siano forti le minacce a una persona in una particolare età. Se parliamo di bambini, allora la polmonite o la polmonite è considerata una delle malattie più pericolose. A causa di alcune caratteristiche del corpo del bambino, i giovani pazienti di età compresa tra sei mesi e 5 anni sono più sensibili alla malattia. Inoltre, è molto facile avere la polmonite durante l'infanzia, questa malattia rappresenta un'enorme minaccia per la vita: ogni anno una tale diagnosi prende la vita di circa 2 milioni di bambini in tutto il mondo, tenendo conto della gravità della situazione, l'osservanza delle misure preventive è di particolare importanza. Se segui una serie di raccomandazioni di esperti, puoi ridurre in modo significativo il rischio di polmonite, proteggendo così la vita del bambino dal pericolo e il corpo da test non necessari. In questo articolo, consideriamo i modi efficaci esistenti per prevenire la polmonite.

Misure preventive di base per la polmonite per bambini di età diverse

La causa più comune del processo infiammatorio è il pneumococco, ma altri microrganismi patogeni possono causare polmonite, batteri e virus e funghi. Un bambino può ottenere un agente patogeno attraverso goccioline trasportate dall'aria, cioè da un veicolo attraverso starnuti o tosse. Le seguenti precauzioni possono essere fatte per prevenire lo sviluppo di polmonite in un bambino:

  • il più possibile limitare il contatto con i possibili portatori della malattia e ancora di più con le persone già malate Durante le infezioni di massa, è meglio non mandare il bambino all'asilo e non apparire con lui in luoghi affollati;
  • È necessario insegnare al bambino a monitorare correttamente l'igiene delle loro mani. Quindi, è necessario lavarli con sapone per almeno 20 secondi;
  • Uno dei fattori di rischio è vivere in stanze inquinate (spesso l'inquinamento atmosferico si verifica quando si utilizzano biocarburanti per cucinare o riscaldare). Se possibile, un bambino dovrebbe essere protetto da questo fattore trovando un'alternativa ai metodi usati per riscaldare la stanza;
  • Se la situazione è tale che il bambino è costantemente in un'abitazione sovrappopolata, allora è molto importante che tutti i residenti osservino le regole generali di igiene;
  • la nutrizione deve garantire l'apporto di vitamine nell'importo richiesto;
  • È importante ricorrere ad attività mirate ad un aumento generale dell'immunità. Prima di tutto, stiamo parlando di tempra - aria e acqua;
  • malattie di natura infettiva devono essere curate prontamente e completamente, altrimenti si possono verificare complicanze come la polmonite;

Indipendentemente da dove si trova il sito di infezione, la mancanza di trattamento può causare polmonite. Ci sono casi in cui la fonte e la causa principale della malattia era un dente affetto da carie.

  • I massaggi vengono spesso utilizzati per alleviare lo stress e aumentare il livello di protezione immunitaria;
  • enormi danni al corpo dei bambini provocano genitori fumatori. Nonostante il fatto che il bambino non fumi, il fumo di sigaretta arriva ancora nei polmoni, danneggiando il bambino come un fumatore passivo. Al fine di ridurre il rischio di polmonite, i genitori dovrebbero astenersi da questa abitudine;
  • Le passeggiate regolari e la messa in onda della stanza sono importanti per la salute del bambino.

Misure preventive di base per la polmonite

In alcuni casi, la polmonite può essere congenita - un patogeno può penetrare nel feto, entrando nel sangue di una madre incinta. In questo caso, lo strumento di prevenzione più sicuro è l'attitudine attenta di una donna alla sua salute, specialmente quando porta un bambino. È importante che durante la gravidanza una donna non tolleri alcuna malattia, specialmente del tipo virale.

L'allattamento al seno è molto importante.

Dopo che il bambino è nato, è molto importante fornirgli l'allattamento al seno per almeno sei mesi. Gli esperti attribuiscono il dolore eccessivo del bambino alla mancanza di allattamento naturale nella prima infanzia.

Vaccinazione contro la polmonite

In alcuni casi, ci sono difficoltà nel trattamento della polmonite - alcuni ceppi non sono sensibili ai farmaci antibiotici, e quindi il paziente non può essere curato. Al fine di ridurre al minimo il rischio di infezione, è stato sviluppato un vaccino, progettato per creare l'immunità a un agente patogeno specifico. I bambini (in particolare quelli che si ammalano spesso, soffrono di asma, diabete o varie forme di immunodeficienza) vengono vaccinati contro lo pneumococco, un batterio che nella maggior parte dei casi causa la polmonite. Lo scopo della vaccinazione è quello di proteggere il corpo a rischio di età da un'alta probabilità di insorgenza della malattia, ma questa protezione è di breve durata (di solito valida fino a 5 anni).

Esistono diverse varietà di vaccini nel mondo, ma le più comuni sono:

  • Vaccino francese Pneumo-23, approvato per bambini sopra i 2 anni;
  • Prevenar prodotto negli Stati Uniti, che può essere somministrato ai bambini dai 2 mesi di età.

Secondo il calendario di vaccinazione infantile, si raccomanda di somministrare la vaccinazione una volta per raggiungere l'età di due anni. Per proteggere in età precoce, utilizzare un altro farmaco, iniettarlo in 2 mesi e rivaccinare dopo 18 mesi.

Non ci sono controindicazioni a questa procedura profilattica. L'unico fatto, a causa del quale la data della vaccinazione può essere posticipata per qualche tempo, è il decorso di qualsiasi malattia in forma acuta.

Gli effetti collaterali dopo la somministrazione del farmaco sono estremamente rari. In alcuni casi, ci sono reazioni locali (sotto forma di edema nel sito di iniezione, lieve arrossamento), a volte la temperatura aumenta. La vaccinazione è uno dei metodi più affidabili e comuni per prevenire la polmonite infantile.

Come riconoscere i sintomi della polmonite nei bambini?

Spesso una malattia comune che rappresenta una vera minaccia per la vita è la polmonite nei bambini, nel trattamento di cui la medicina moderna ha avanzato molto. Anche 30-40 anni fa, secondo le statistiche, i medici riuscivano a salvare solo 3-4 bambini con polmonite.


I moderni metodi di terapia hanno permesso di ridurre la mortalità da questa malattia dozzine di volte, ma ciò non rende la malattia meno grave. Le previsioni nel trattamento di ogni bambino dipendono sempre non solo dalla corretta affermazione della diagnosi e del piano di trattamento, ma anche dalla tempestività del rinvio ad un medico.

Cos'è la polmonite?

L'infiammazione dei polmoni, denominata polmonite, è una malattia comune che si verifica non solo nei bambini di tutte le età, ma anche negli adulti.

Il concetto di polmonite non include altre malattie dei polmoni, ad esempio, le loro lesioni vascolari o allergiche, bronchiti e vari disturbi nel loro lavoro causati da fattori fisici o chimici.

Nei bambini, questa malattia è comune, di regola, circa l'80% di tutte le patologie polmonari nei bambini si verificano in polmonite. La malattia è un'infiammazione del tessuto polmonare, ma a differenza di altre malattie polmonari come la bronchite o la tracheite, con la polmonite, i patogeni penetrano nelle parti inferiori del sistema respiratorio.

La parte interessata del polmone non può svolgere le sue funzioni, rilasciare anidride carbonica e assorbire ossigeno. Per questo motivo, la malattia, in particolare la polmonite acuta nei bambini, è molto più grave di altre infezioni respiratorie.

Il principale pericolo della polmonite infantile è che senza un trattamento adeguato, la malattia progredisce rapidamente e può portare a edema polmonare di diversa gravità e persino alla morte.

Nei bambini con un sistema immunitario debole, la malattia si manifesta in forme molto gravi. Per questo motivo, la polmonite nei neonati è considerata la più pericolosa, dal momento che il loro sistema immunitario non è ancora sufficientemente formato.

Lo stato del sistema immunitario gioca un ruolo importante nello sviluppo della malattia, ma è importante determinare correttamente la causa della polmonite, poiché solo in questo caso il suo trattamento avrà successo.

Cause di polmonite

Per il successo del trattamento della polmonite nei bambini, è importante diagnosticare correttamente la malattia e identificare l'agente eziologico. La malattia può essere causata non solo da virus, ma anche da batteri e funghi.

Spesso la causa è un microbo pneumococco e anche un micoplasma. Pertanto, la natura dell'inizio della polmonite può essere diversa, ma è proprio questo punto che è importante per l'organizzazione del trattamento efficace, poiché i farmaci per combattere batteri, virus e funghi sono completamente diversi.

La polmonite può avere un'origine diversa:

  1. Origine batterica La malattia può verificarsi non solo sullo sfondo di una diversa malattia del sistema respiratorio, come una complicazione, ma anche in modo indipendente. Gli antibiotici per la polmonite nei bambini sono usati proprio in questa forma di malattia, poiché richiede un'attenta e urgente terapia antibiotica.
  2. Origine virale Questa forma della malattia è la più comune (rilevata in circa il 60% dei casi) e la più semplice, ma richiede un trattamento adeguato.
  3. Origine fungina Questa forma di polmonite è rara, nei bambini di solito si verifica dopo un trattamento inadeguato delle malattie del sistema respiratorio con antibiotici o abuso di loro.

L'infiammazione dei polmoni può avere una forma unilaterale, quando un polmone o una sua parte è interessata, o essere bilaterale, coprendo entrambi i polmoni contemporaneamente. Di norma, in qualsiasi eziologia e forma della malattia, la temperatura del bambino aumenta notevolmente.

La stessa polmonite non è una malattia contagiosa, e anche in forme virali o batteriche viene trasmessa molto raramente da un bambino all'altro.

L'unica eccezione è la SARS, la cui causa era l'attivazione di un certo tipo di micoplasma. In questo caso, la malattia nei bambini è molto difficile, accompagnata da alte temperature.

Speciali micoplasmi di polmonite, che causano la micoplasmosi respiratoria e la polmonite, sono facilmente trasmessi da goccioline trasportate dall'aria, causando malattie del sistema respiratorio di varie forme, la cui gravità dipende dallo stato del sistema immunitario del bambino.

Molto spesso, la polmonite nei bambini fino a un anno o più si verifica come una complicazione di altre malattie respiratorie, come ad esempio:

Il processo infiammatorio inizia in un momento in cui una grande quantità di muco si accumula nei polmoni e nei bronchi, che si ispessisce e crea un ostacolo alla normale ventilazione dei polmoni.

Un quadro tipico dell'emergenza e del rapido sviluppo della polmonite può essere definito una situazione in cui un bambino si ammala di SARS o di un'altra malattia respiratoria, mentre la produzione di muco nelle vie aeree inizia a intensificarsi. Ma i bambini piccoli (in particolare fino a un anno, e fino a 2-3 anni) non riescono ancora a pulire in modo indipendente le vie respiratorie con l'aiuto della tosse riflessa a causa di insufficiente sviluppo dei muscoli del sistema respiratorio.

Nei bronchi l'accumulo di espettorato, a causa del quale la ventilazione viene interrotta in diverse aree dei polmoni in una sola volta. Gli agenti causali della malattia sottostante dall'area del rinofaringe entrano nei polmoni e si depositano nei punti in cui si accumula il muco, dove iniziano a moltiplicarsi rapidamente, causando l'insorgenza del processo infiammatorio.

Non è difficile da trattare la forma virale, esso, di regola, non richiede preparazioni speciali e è curato in una settimana. Ma se un'infezione batterica si unisce al processo infiammatorio e la malattia assume la sua forma avanzata, saranno necessarie dosi elevate di antibiotici.

Polmonite nei bambini, sintomi e segni della malattia

I sintomi della polmonite in un bambino sono molto specifici, il che aiuta i genitori a sospettare di polmonite in polmonite.

I sintomi di polmonite nei bambini sono considerati:

  • Tosse permanente e molto forte, derivante da attacchi prolungati, con una forma acuta della malattia, una tosse può trasformarsi in attacchi di soffocamento.
  • Ciclo protratto di un raffreddore quando rimane in fase attiva per più di 7 giorni.
  • Un forte deterioramento delle condizioni del bambino dopo una recente infezione virale respiratoria acuta o influenza.
  • Alta temperatura, persistente per diversi giorni e non cadere giù con farmaci antipiretici, e se la temperatura può essere leggermente ridotta, sale rapidamente ai suoi livelli precedenti.
  • Incapacità di fare un respiro profondo. Quando si prova a respirare profondamente in un bambino, inizia un attacco di tosse forte.
  • Pelle pallida Pallore della pelle suggerisce che lo sviluppo di polmonite è batterico ed è spiegato dal fatto che la riproduzione attiva dei batteri nel corpo porta a spasmi dei vasi sanguigni, in quanto ciò provoca avvelenamento da tossine, che sono i prodotti metabolici dei batteri nocivi. La tinta bluastra della pelle richiede cure mediche immediate.

Le alte temperature tendono a verificarsi a seconda dell'età del bambino. Nei bambini di età inferiore a un anno, e talvolta nei bambini fino a 2-3 anni, la temperatura può essere bassa, entro 37,5 °, che si spiega con il sottosviluppo del sistema immunitario e l'incapacità di dare una risposta adeguata quando la malattia si sviluppa. Per i bambini più grandi, la temperatura può raggiungere i 38-40 °.

Quasi sempre, la polmonite è accompagnata da segni di intossicazione generale, manifestata da debolezza, mancanza di appetito, sonnolenza e sudorazione eccessiva.

Diagnosi della malattia

Anche se il bambino ha tutti i sintomi della polmonite, non ha bisogno di essere diagnosticato in modo indipendente, dal momento che la vera malattia può essere molto diversa. Una diagnosi accurata può essere effettuata solo da uno specialista dopo aver condotto una serie completa di studi ed esami.

Pertanto, la scoperta di tali sintomi dovrebbe essere un'occasione per un appello urgente agli specialisti che confermano le ansie dei genitori e prendono le misure appropriate o le confutano.

Diagnostica include le seguenti attività:

  1. Ispezione completa e ascolto dei polmoni. Un medico esperto può determinare se un bambino ha la polmonite anche a orecchio.
  2. Valutazione delle condizioni generali del bambino.
  3. Esame a raggi X, che viene eseguito simultaneamente in due proiezioni, scattare foto dal lato e frontale per una diagnosi e una valutazione più accurate della condizione polmonare.
  4. Un esame del sangue che stabilirà non solo il processo infiammatorio nei polmoni, ma la sua natura e il tipo specifico di infezione, che è necessario per la nomina di un trattamento efficace.

Polmonite atipica nei bambini

L'infiammazione dei polmoni causata da clamidia o micoplasma è chiamata atipica. La differenza tra tale polmonite e tipi tipici è che la malattia inizia e procede, come un comune raffreddore, ma poi cambia drasticamente in una forma completamente diversa. È importante ricordare che la malattia può rimanere a lungo nascosta, senza mostrarsi. Maggiori informazioni sulla micoplasmosi →

I sintomi di questo tipo di polmonite sono in qualche modo diversi:

  • All'inizio della malattia, la temperatura del bambino aumenta bruscamente, i cui valori raggiungono i 40 °, ma dopo questo diminuisce e diventa subfebrile con indicatori persistenti di 37.2-37.5 °. In alcuni casi, c'è una completa normalizzazione degli indicatori.
  • In alcuni casi, la malattia inizia con i soliti segni di SARS o di raffreddore, come mal di gola, starnuti frequenti e un brutto raffreddore.
  • Poi c'è mancanza di respiro e tosse secca molto forte, ma la bronchite acuta ha gli stessi sintomi, questo complica la diagnosi. Spesso, i bambini iniziano a essere trattati per la bronchite, che complica e aggrava notevolmente la malattia.
  • Ascoltando i polmoni di un bambino, il medico non può identificare la polmonite a orecchio. I sonagli sono rari e di diversa natura, non ci sono praticamente segni tradizionali durante l'ascolto, il che complica enormemente la diagnosi.
  • Nello studio degli esami del sangue, di regola, non si osservano cambiamenti pronunciati, ma viene rilevato un aumento della VES, così come una leucocitosi neutrofila, completata da leucopenia, anemia ed eosinofilia.
  • Quando i raggi X vengono eseguiti, il medico vede nei fuochi di immagini di infiltrazione polmonare eterogenea con un pattern polmonare aumentato.
  • I micoplasmi, come la clamidia, che causano la polmonite atipica, possono esistere per lungo tempo nelle cellule epiteliali di polmoni e bronchi, e quindi la malattia è solitamente protratta e, una volta comparsa, può spesso ripetersi.
  • Il trattamento della polmonite atipica nei bambini dovrebbe essere macrolidi, che comprendono la claritromicina, la josamicina e l'azitromicina, perché è loro che i patogeni sono i più sensibili.

Indicazioni per il ricovero in ospedale

Solo un medico può decidere dove e come trattare un bambino con polmonite. Il trattamento può esser effettuato non solo in condizioni stazionarie, ma anche a casa, comunque, se il dottore insiste su ricovero in ospedale, non vale la pena di ostacolare questo.

I bambini devono essere ricoverati in ospedale:

  • con una grave malattia;
  • con polmonite complicata da altre malattie, come la pleurite, insufficienza cardiaca o respiratoria, compromissione acuta della coscienza, ascesso polmonare, calo della pressione sanguigna, sepsi o shock tossico-infettivo;
  • in cui vi è una lesione di diversi lobi del polmone o una variante lobare di polmonite;
  • fino a un anno. Nei neonati fino a un anno di età, la malattia procede in una forma molto grave e rappresenta una vera minaccia per la vita, pertanto il loro trattamento viene effettuato solo in condizioni stazionarie, dove i medici possono fornire loro un aiuto di emergenza in modo tempestivo. I bambini sotto i 3 anni sono sottoposti a trattamento ospedaliero, indipendentemente dalla gravità della malattia. I bambini più grandi possono ricevere un trattamento domiciliare, a condizione che la malattia non sia in una forma complicata;
  • che hanno malattie croniche o immunità gravemente indebolita.

trattamento

Nella maggior parte dei casi, la base del trattamento per la polmonite è l'uso di antibiotici, e se il medico le ha prescritte al bambino, in nessun caso si dovrebbe rifiutare di usarle.

Nessun rimedio popolare, omeopatia e persino metodi tradizionali di trattamento delle infezioni virali respiratorie acute non possono aiutare con la polmonite.

I genitori, in particolare per le cure ambulatoriali, devono seguire rigorosamente tutte le prescrizioni del medico e seguire scrupolosamente tutte le istruzioni in termini di farmaci, dieta, bere, riposare e prendersi cura di un bambino malato. In ospedale, tutte le misure necessarie devono essere eseguite da personale medico.

È necessario trattare correttamente la polmonite, il che significa che è necessario seguire alcune regole:

  • Il ricevimento di antibiotici prescritti da un medico deve essere rigorosamente in accordo con il programma stabilito. Se, come prescritto da un medico, gli antibiotici devono essere bevuti 2 volte al giorno, deve essere osservato un intervallo di 12 ore tra le dosi. Quando si nomina una ricezione di tre volte, l'intervallo tra loro sarà di 8 ore e questa regola non può essere violata. È importante rispettare i tempi dei farmaci. Ad esempio, gli antibiotici a base di cefalosporina e penicillina non vengono assunti più di 7 giorni e i macrolidi devono essere utilizzati entro 5 giorni.
  • È possibile valutare l'efficacia del trattamento, espressa nel migliorare la condizione generale del bambino, migliorare l'appetito, ridurre la mancanza di respiro e ridurre la temperatura, solo dopo 72 ore dall'inizio della terapia.
  • L'uso di medicine antipiretiche sarà giustificato solo quando gli indicatori di temperatura in bambini da un anno superano 39 °, e in bambini fino a un anno - 38 °. La febbre alta è un indicatore della lotta del sistema immunitario contro la malattia, con la massima produzione di anticorpi che distruggono i patogeni. Per questo motivo, se il bambino tollera normalmente il calore, è meglio non agitarlo, poiché in questo caso il trattamento sarà più efficace. Ma se un bambino ha visto almeno una volta le convulsioni febbrili sullo sfondo di un aumento della temperatura, dovrebbe essere dato antipiretico già quando gli indicatori salgono a 37,5 °.
  • Potenza. La mancanza di appetito per la polmonite è una condizione naturale. Costringere un bambino a mangiare con la forza non è necessario. Durante il periodo di trattamento, il bambino dovrebbe preparare pasti leggeri. Il cibo ottimale sarà costituito da cereali liquidi, torte di vapore di carne magra, zuppe, patate bollite o purè di patate, nonché frutta fresca e verdura ricca di vitamine.
  • È necessario seguire il regime del bere. Il bambino dovrebbe consumare grandi quantità di acqua pura non gassata, tè verde con lamponi, succhi naturali. Se il bambino rifiuta di usare il liquido nella quantità richiesta, dovresti dargli piccole porzioni di soluzioni farmaceutiche speciali per ripristinare l'equilibrio salino, ad esempio, Regidron.
  • Nella stanza del bambino, è necessario effettuare la pulizia con acqua ogni giorno, così come monitorare l'umidità dell'aria, per questo è possibile utilizzare umidificatori o mettere un contenitore con acqua calda nella stanza più volte al giorno.
  • Va ricordato che nel trattamento della polmonite non è possibile utilizzare immunomodulatori e antistaminici. Non aiuteranno, ma possono portare a effetti collaterali e ad aggravare le condizioni del bambino.
  • L'uso dei probiotici è necessario per la polmonite, poiché la somministrazione di antibiotici causa un disturbo nella funzione intestinale. E per rimuovere le tossine formate dall'attività vitale di agenti patogeni, il medico prescrive di solito i sorbenti.

Se vengono seguite tutte le prescrizioni, il bambino malato viene trasferito nella modalità normale e gli viene permesso di camminare all'aria aperta da circa 6-10 giorni di terapia. Con una polmonite non complicata, a un bambino viene dato sollievo dallo sforzo fisico per 1,5-2 mesi dopo il recupero. Se la malattia è grave, sarà permesso praticare sport solo dopo 12-14 settimane.

prevenzione

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle misure preventive, in particolare dopo la malattia di un bambino. È importante prevenire l'accumulo di espettorato nei polmoni a causa di ciò che sta accadendo e dello sviluppo della malattia.

Mantenere una quantità sufficiente di umidità nella stanza del bambino non solo aiuterà a fornire una respirazione più facile, ma sarà anche una misura eccellente per impedire che l'espettorato si asciughi e si asciughi nei polmoni.

Lo sport e l'elevata mobilità dei bambini sono eccellenti misure preventive che aiutano a eliminare l'espettorato dai polmoni e il tratto respiratorio e prevengono la formazione dei suoi accumuli.

Bere molta acqua aiuta non solo a mantenere il sangue del bambino in buone condizioni, ma aiuta anche a fluidificare il muco nelle vie aeree e nei polmoni, rendendo più facile il suo scarico in modo naturale.

Effettivamente per trattare la polmonite può essere soggetto solo a tutte le prescrizioni del medico. Ma, ovviamente, è molto più facile prevenirlo, e per questo, qualsiasi malattia dell'apparato respiratorio dovrebbe essere prontamente e completamente eliminata.

Va ricordato che la polmonite nella maggior parte dei casi diventa una complicazione se vengono trascurate la catarrale o altre malattie dell'apparato respiratorio, così come se la terapia non è tempestiva o il trattamento viene interrotto precocemente. Pertanto, al fine di evitare possibili complicazioni e lo sviluppo di polmonite, non si dovrebbe impegnarsi nell'auto-trattamento del raffreddore, ma cercare assistenza medica per qualsiasi delle loro manifestazioni.

Autore: Irina Vaganova, dottore,
specificamente per Mama66.ru

5 segni e cause di polmonite nei bambini

Infiammazione dei polmoni - una malattia che si verifica tra i bambini abbastanza spesso. Secondo le statistiche, rappresenta circa l'80% di tutte le patologie dell'apparato respiratorio. I primi segni di polmonite in un bambino permettono di iniziare il trattamento in tempo e accelerare il recupero.

Cause della malattia

Agenti patogeni - virus patogeni, batteri, funghi vari. A seconda della natura della malattia e lo schema di trattamento è selezionato.

  • Indebolimento dell'immunità.
  • Mancanza di vitamine
  • Malattia respiratoria posticipata.
  • Penetrazione di un oggetto estraneo nel tratto respiratorio.
  • Lo stress.

La polmonite da stafilococco e streptococco può essere associata ad altre malattie e si verifica dopo aver sofferto di influenza, morbillo, pertosse. A causa di muscoli respiratori insufficientemente sviluppati, il piccolo paziente non è in grado di eliminare l'espettorato che si accumula nei bronchi. Di conseguenza, la ventilazione dei polmoni è disturbata e microrganismi patogeni si insediano in essi, causando un processo infiammatorio.

I batteri patogeni provocano altre malattie. La polmonite da streptococco in gola causa spesso tonsillite acuta.

Primi segni

I sintomi della polmonite nei bambini si manifestano in un certo modo. Dipende da vari fattori. Ad esempio, la polmonite da aspirazione nei bambini si sviluppa gradualmente, nella fase iniziale, i suoi segni possono essere trascurati. Dopo un po 'di tempo, tosse, dolore al petto e altri sintomi, a seconda del sito di aspirazione. Ciò che distingue questa forma della malattia è l'assenza di brividi e febbre. Nella SARS nei bambini, i sintomi sono più pronunciati: si sente un nodo alla gola, gli occhi sono lacrimanti, si manifestano mal di testa e tosse secca.

Entro la fine della prima settimana della malattia, la tosse aumenta, la temperatura della polmonite nei bambini può salire a 40 ° C. Forse l'adesione di rinite, tracheite. Molti genitori sono interessati a quale temperatura nella polmonite è considerata normale. Dipende dallo stato del sistema immunitario del bambino. Alcuni tipi di polmonite si verificano senza temperatura.

Nella fase iniziale della polmonite, i sintomi nei bambini possono manifestarsi in modi diversi.

  • Cianosi della pelle, specialmente nel triangolo naso-labiale.
  • Forte aumento della temperatura.
  • Respirazione difficile a causa dell'accumulo di espettorato nei polmoni.
  • Tosse.
  • Letargia.

Come la polmonite si manifesta nei neonati aiuta a determinare il numero di movimenti respiratori in 1 minuto. In un bambino di 2 mesi, sono 50 respiri. Man mano che cresce, questa cifra diminuisce. Quindi, in un bambino di 3 mesi ha già 40 anni e entro l'anno è ridotto a 30 respiri. Se superi questo indicatore, consulta un pediatra.

Nella polmonite nei bambini, i sintomi e il trattamento differiscono a seconda dell'età. Per i bambini di età più avanzata, l'espettorato compare quando il processo patologico raggiunge i bronchi. Sospetta polmonite si verifica quando respiro affannoso, cianosi delle labbra. Riconoscere l'infiammazione aiuta il sintomo principale - mancanza di respiro. Se non scompare dopo il corso del trattamento, è necessario un esame aggiuntivo.

Come assicura il medico Evgeny Komarovsky, i primi sintomi non provocano tali danni, come il successivo. Pertanto, è importante essere in grado di distinguere i segni della malattia in una fase precoce.

Sintomi di polmonite

Ogni tipo di malattia si manifesta a modo suo, a seconda della posizione del fuoco infiammatorio.

Polmonite sinistra

Con una forma simile della malattia, il processo patologico si sviluppa sul lato sinistro. La polmonite del lato sinistro è molto più pericolosa rispetto ad altri tipi a causa dell'irreversibilità delle conseguenze che possono verificarsi. Il polmone è infiammato sullo sfondo delle precedenti malattie respiratorie, quando un'immunità indebolita non può resistere agli effetti dei patogeni. La polmonite sinistra è caratterizzata da sintomi lievi che rendono difficile la diagnosi.

  • Dolore al petto sinistro.
  • Nausea.
  • Tosse con espettorato, che può contenere macchie purulente.
  • Il forte aumento della temperatura, accompagnato da brividi.
  • Sensazione di dolore severo durante l'inalazione.

Succede che la polmonite sinistra si verifica senza temperatura e altri segni evidenti. Il trattamento tardivo in questo caso può causare gravi complicanze, aumenta il rischio di morte.

Polmonite destra

La forma della malattia, che è caratterizzata dalla presenza di una lesione in uno dei lobi del polmone - superiore, medio o inferiore. È molto più comune della polmonite sinistra. Ognuno dei cinque casi è di età inferiore ai 3 anni. La malattia più grave si verifica nei neonati e nei bambini sotto i 2 anni.

  • Una tosse che ha un sacco di espettorato.
  • Tachicardia.
  • Cianosi della pelle, specialmente nel triangolo naso-labiale.
  • Leucocitosi.

Spesso la forma destra procede con la sintomatologia pigra.

Polmonite bilaterale

Malattia quando entrambi i polmoni sono infiammati. È molto difficile, specialmente nei bambini al di sotto di un anno. Pertanto, la polmonite bilaterale in un bambino viene trattata solo in condizioni stazionarie.

Nei neonati e nei bambini del primo anno di vita, una caratteristica è la pelle pallida, mancanza di respiro, tosse, sindrome astenica, gonfiore, ipotensione. Nei polmoni sono sibili. Lo sviluppo della malattia è rapido, l'ometto ha bisogno di ricovero urgente.

Nei bambini di 2 anni, i sintomi dell'infiammazione si manifestano spesso a seguito di una reazione allergica. Nei bambini di 3-5 anni, la malattia si sviluppa spesso dopo una malattia respiratoria acuta. Durante il trattamento è necessario prestare attenzione alla temperatura elevata, che persiste per più di tre giorni.

All'età di 6 anni, la polmonite si verifica con alternanza di flusso lento ed esacerbazione.

Indipendentemente dall'età, i seguenti segni aiutano a riconoscere la polmonite bilaterale in un bambino: febbre fino a 40 ° C, respiro accelerato, perdita di appetito, mancanza di respiro, cianosi, tosse, sonnolenza, debolezza. Il suono della percussione quando l'ascolto è accorciato sul lato della lesione, nelle parti inferiori dei polmoni si respira affannosamente.

La polmonite bilaterale in un bambino minaccia con la comparsa di complicazioni sotto forma di otite, sepsi, meningite.

Con qualsiasi polmonite virale nei bambini, i sintomi e il trattamento non sono molto diversi dalle manifestazioni della malattia e dalla terapia per gli adulti.

broncopolmonite

La malattia si verifica più spesso nei bambini che hanno meno di 3 anni. Rappresenta il processo infiammatorio che interessa le pareti dei bronchioli. La malattia ha un altro nome - polmonite lenta a causa della confusione dei sintomi.

Hanno l'aspetto di mancanza di respiro, tosse, aritmia, a volte appaiono senza temperatura. Più tardi intensificato, un aumento della temperatura a 39 ⁰C, mal di testa.

Polmonite batterica

Gli agenti causali che causano la polmonite batterica sono pneumococchi, stafilococchi, streptococchi, batteri gram-negativi. I primi segni di polmonite nei bambini sono notati prima rispetto agli adulti. Si manifestano sotto forma di respirazione rapida, vomito, dolore all'addome. I bambini con la febbre nella parte inferiore dei polmoni a volte hanno la febbre.

Mycoplasma e polmonite da clamidia

Le lesioni da micoplasma, oltre ai sintomi principali, causano eruzioni cutanee alla gola e dolore. La polmonite da Chlamydia nei bambini può innescare lo sviluppo di una forma pericolosa di congiuntivite. Quando viene diagnosticata la polmonite causata da questo batterio intracellulare, la rinite, la tracheobronchite viene spesso diagnosticata. La polmonite da Chlamydia nei bambini manifesta anche sintomi extrapolmonari - artralgia, mialgia. Si ritiene che questa malattia assorba fino al 15% di tutte le malattie acquisite in comunità. Con le epidemie, questa cifra aumenta al 25%.

La malattia può svilupparsi sia acutamente che gradualmente, assumendo una natura protratta. I sintomi principali sono congestione nasale, insufficienza respiratoria, voce rauca, piccole secrezioni mucose nasali. Dopo l'insorgenza di questi sintomi, il processo infiammatorio dura da 1 a 4 settimane. La tosse e il malessere persistono a volte per diversi mesi. La malattia può verificarsi senza temperatura.

video

Polmonite latente

Il decorso della malattia senza sintomi gravi è il più pericoloso per i bambini che non hanno compiuto 2 anni. A questa età, non riescono ancora a capire cosa li preoccupa esattamente. La polmonite nascosta nei bambini può manifestare un disagio appena percettibile. Notandoli, i genitori spesso li biasimavano per un raffreddore, una dentizione. Solo quando le condizioni del bambino peggiorano drammaticamente, inizia il trattamento.

  • Sbiancamento della pelle
  • Arrossire sulle guance sotto forma di macchie.
  • Dispnea che si verifica con un piccolo carico.
  • Aumento della sudorazione.
  • Respirando con grugniti.
  • Aumento della temperatura fino a 38⁰С.
  • Rifiuto di mangiare

In caso di polmonite latente nei bambini, i sintomi sopra elencati possono manifestarsi entrambi ad uno ad uno e in combinazione, a volte senza febbre. Dopo averli trovati, dovresti immediatamente mostrare il bambino al dottore.

diagnostica

La questione di come determinare la polmonite in un bambino è ora facilmente risolvibile con l'aiuto di moderni metodi diagnostici. Quando si raccoglie la storia determinare il tempo di individuazione dei primi segni di indisposizione, quali malattie hanno preceduto il verificarsi di infiammazione, se c'è un'allergia. L'ispezione visiva rivela l'insufficienza respiratoria esistente, il respiro sibilante e altri sintomi caratteristici della polmonite.

I metodi di laboratorio aiutano a diagnosticare la malattia.

  • L'analisi biochimica determina tali indicatori come il numero di leucociti, ESR, livello di emoglobina.
  • A causa di due emocolture, è possibile eliminare la batteriemia e la sepsi.
  • L'analisi sierologica rivela la presenza di immunoglobuline.

La coltura dell'espettorato viene eseguita anche raschiando la parete posteriore faringea.

Una diagnosi più accurata può essere fatta determinando il grado di danno al polmone (oltre a riconoscere la bronchite in un bambino e qualsiasi altra malattia broncopolmonare) usando la radiografia.

Principi generali di trattamento

Il trattamento viene di solito effettuato solo in condizioni stazionarie. Quanto è in ospedale con la polmonite dipende dalla gravità della malattia, lo stato del sistema immunitario. Il componente principale del trattamento nel processo infiammatorio sono gli antibiotici.

Per far fronte alla malattia non può che seguire rigorosamente tutte le prescrizioni del medico. L'automedicazione con una malattia così grave è inaccettabile. La medicina è presa secondo un programma determinato dal medico. Solitamente utilizzato nel trattamento di penicilline, cefalosporine, macrolidi. L'efficacia dell'uso di un farmaco è stimata solo dopo 72 ore. Affinché la microflora intestinale non risenta dell'azione degli antibiotici, i probiotici sono inoltre prescritti. Al fine di purificare il corpo dalle tossine che rimangono dopo la terapia antibiotica, vengono utilizzati gli assorbenti.

Si sconsiglia di abbattere la temperatura con farmaci antipiretici se non supera i 39 ° C (per i bambini del primo o del secondo anno di vita è di 38 ° C).

Un ruolo importante nel processo di trattamento è svolto da una corretta alimentazione. Nella dieta del paziente dovrebbe essere facilmente digeribile il cibo. Possono essere zuppe di verdure, cereali sottili, patate lesse, verdure fresche e frutta. Come bevanda, è meglio dare ai bambini infusione di dogrose, succhi di frutta, tè con lamponi.

prevenzione

  • Non permettere l'ipotermia infantile.
  • Fornire una nutrizione di qualità, comprese tutte le vitamine necessarie.
  • Eseguire le procedure di tempra.
  • Più camminare con i bambini all'aria aperta.
  • Evitare il contatto con il malato che può trasmettere l'infezione.
  • Nel periodo di epidemie non frequentano asili nido e luoghi affollati.
  • Insegna al bambino a lavarsi accuratamente le mani, insaponandole per almeno 20 secondi.
  • Trattare tempestivamente le malattie infettive.

Prendersi cura della salute di un bambino fin dai primi giorni della sua vita è la migliore difesa contro una malattia.

La vaccinazione aiuta a ridurre il rischio di infezione. Il vaccino forma l'immunità all'agente causativo della polmonite. Tuttavia, la durata di tale protezione non è superiore a 5 anni.

Dr. Komarovsky sulla polmonite nei bambini

La frase "polmonite" è molto spaventosa per i genitori. Non importa quanti anni o mesi sia il bambino, questa malattia tra mamme e papà è considerata una delle più pericolose. E 'davvero, come riconoscere la polmonite e come trattarla correttamente, dice Yevgeny Komarovsky, un noto medico per bambini, autore di libri e articoli sulla salute dei bambini.

A proposito della malattia

La polmonite (è ciò che i medici chiamano ciò che la gente chiama polmonite) è una malattia molto comune, un'infiammazione del tessuto polmonare. Sotto lo stesso concetto i medici significano diversi disturbi. Se l'infiammazione non è contagiosa, il medico scriverà una polmonite sulla carta. Se gli alveoli sono colpiti, la diagnosi suonerà in modo diverso - "alveolite", se la membrana mucosa dei polmoni è colpita - "pleurite".

Il processo infiammatorio nel tessuto polmonare è causato da funghi, virus e batteri. Ci sono infiammazioni miste - virali-batteriche, per esempio.

Le malattie incluse nel concetto di "polmonite" sono tutte classificate come piuttosto pericolose, a causa dei 450 milioni di persone da tutto il mondo che si ammalano con loro un anno, circa 7 milioni muoiono a causa di diagnosi errate, trattamento scorretto o ritardato e anche sulla velocità e gravità del decorso della malattia. Tra i morti, circa il 30% sono bambini sotto i 3 anni.

Secondo la posizione della fonte di infiammazione, tutta la polmonite è divisa in:

Inoltre, l'infiammazione può essere bilaterale o unilaterale, se è interessata solo un polmone o parte di esso. Raramente, la polmonite è una malattia indipendente, più spesso è una complicanza di un'altra malattia - virale o batterica.

La polmonite più pericolosa è considerata per i bambini al di sotto dei 5 anni e gli anziani, tra questi casi le conseguenze sono imprevedibili. Secondo le statistiche, hanno il più alto tasso di mortalità.

Yevgeny Komarovsky sostiene che il sistema respiratorio in generale è il più vulnerabile a varie infezioni. È attraverso il tratto respiratorio superiore (naso, orofaringe, laringe) che la maggior parte dei germi e dei virus entra nel corpo di un bambino.

Se l'immunità del bambino è indebolita, se le condizioni ambientali nella zona in cui vive sono sfavorevoli, se il microbo o il virus è molto aggressivo, l'infiammazione non si attarda solo nel naso o nella laringe, ma scende al di sotto - nei bronchi. Questa malattia è chiamata bronchite. Se non può essere fermato, l'infezione si diffonde ancora più in basso nei polmoni. La polmonite si verifica

Tuttavia, l'infezione nell'aria non è l'unico modo. Se consideriamo che i polmoni, oltre allo scambio di gas, svolgono molte altre importanti funzioni, diventa chiaro il motivo per cui a volte la malattia appare in assenza di un'infezione virale. La natura ha messo nei polmoni dell'uomo la missione di idratare e riscaldare l'aria inalata, pulirla da varie impurità nocive (i polmoni fungono da filtro), e filtrare allo stesso modo il sangue circolante, estraendone molte sostanze nocive e neutralizzandole.

Se il bambino ha subito un'operazione, si è fratturato una gamba, non ha mangiato nulla e ha ricevuto avvelenamento da cibo grave, si è bruciato, si è tagliato, questa o quella quantità di tossine, coaguli di sangue ecc. Entra nel sangue in varie concentrazioni. usando un meccanismo protettivo - tosse. Tuttavia, a differenza dei filtri domestici che possono essere puliti, lavati o gettati via, i polmoni non possono essere né lavati né sostituiti. E se un giorno una parte di questo "filtro" fallisce, diventa intasato, inizia la stessa malattia che i genitori chiamano polmonite.

Gli agenti causali della polmonite possono essere una varietà di batteri e virus. Se un bambino è malato mentre è in ospedale con un'altra malattia, allora con molta probabilità avrà una polmonite batterica, che viene anche chiamata ospedale o ospedale. Questa è la più difficile di polmonite, come nelle condizioni di sterilità ospedaliera, l'uso di antisettici e antibiotici, sopravvivono solo i microbi più forti e più aggressivi, che non sono così facili da distruggere.

Il più comune nei bambini è la polmonite, che ha avuto origine come complicazione di un'infezione virale (ARVI, influenza, ecc.). Per tali casi di infiammazione dei polmoni rappresenta circa il 90% delle diagnosi dei rispettivi bambini. Questo non è nemmeno dovuto al fatto che le infezioni virali sono "terribili", ma a causa del fatto che sono estremamente diffuse e alcuni bambini ne soffrono fino a 10 volte l'anno o anche di più.

sintomi

Per capire come la polmonite inizia a svilupparsi, è necessario essere ben consapevoli di come il sistema respiratorio funziona in generale. I bronchi secernono permanentemente il muco, il cui compito è bloccare le particelle di polvere, i microbi, i virus e altri oggetti indesiderati che entrano nel sistema respiratorio. Il muco bronchiale ha alcune caratteristiche, come la viscosità, per esempio. Se perde alcune delle sue proprietà, invece di combattere l'invasione di particelle aliene, esso stesso inizia a causare un sacco di "seccature".

Ad esempio, muco troppo denso, se il bambino respira aria secca, intasa i bronchi, interferisce con la normale ventilazione. Questo, a sua volta, porta alla stagnazione in alcune parti dei polmoni: si sviluppa una polmonite.

Spesso, la polmonite si verifica quando il corpo del bambino perde rapidamente le sue riserve di liquido e il muco bronchiale si ispessisce. La disidratazione di grado variabile può verificarsi con diarrea prolungata in un bambino, con vomito ripetuto, calore elevato, febbre, con insufficiente assunzione di liquidi, specialmente sullo sfondo dei problemi precedentemente menzionati.

I genitori possono essere sospettati di avere polmonite in diversi modi:

  • La tosse è diventata un sintomo principale della malattia. Il resto, presente prima, gradualmente passa, e la tosse si intensifica solo.
  • Il bambino è peggiorato dopo il miglioramento. Se la malattia si è già ritirata, e improvvisamente il bambino si è sentito di nuovo male, potrebbe ben parlare dello sviluppo delle complicanze.
  • Il bambino non può fare un respiro profondo. Ogni tentativo di farlo porta a un forte attacco di tosse. La respirazione è accompagnata da respiro sibilante.
  • La polmonite può manifestarsi attraverso il pallore della pelle sullo sfondo dei sintomi di cui sopra.
  • Il bambino ha avuto fiato corto e le droghe antipiretiche, che hanno sempre sempre rapidamente aiutato, hanno cessato di avere un effetto.

Polmonite nei bambini: sintomi e trattamento

L'infiammazione dei polmoni (polmonite) è una grave malattia infettiva che colpisce persone di tutte le età. E i bambini non fanno eccezione. Recentemente, c'è stato un aumento nel numero di malattie infettive acute degli organi respiratori e la polmonite è la più pericolosa di loro. Pertanto, i genitori dovrebbero capire di cosa si tratta - polmonite, come riconoscere questa malattia e cosa fare se appare in un bambino.

descrizione

Il pericolo della malattia è associato al ruolo importante che i polmoni svolgono nel corpo umano. Dopo tutto, i polmoni svolgono la funzione di erogare ossigeno ai tessuti del corpo e, pertanto, la sconfitta di un organo così importante può avere gravi conseguenze.

L'ossigeno entra nei polmoni dal tratto respiratorio superiore durante l'inalazione. Nelle vescicole speciali dei polmoni - gli alveoli, avviene il processo di arricchimento del sangue con l'ossigeno. Allo stesso tempo, l'anidride carbonica entra negli alveoli dal sangue e viene rilasciata all'esterno durante l'espirazione. La superficie interna dei polmoni ha una membrana mucosa, il cui scopo è proteggere i polmoni da influenze esterne negative.

Ogni polmone è costituito da 10 segmenti, che sono raggruppati in lobi - ce ne sono tre nel polmone destro e due nella sinistra. Nella polmonite, il processo infettivo colpisce le strutture interne dei polmoni, il che complica notevolmente il processo di respirazione e lo scambio di gas. E questo può influenzare altri organi, specialmente il cuore.

Lo scambio di gas non esaurisce le funzioni dei polmoni nel corpo. Partecipano anche ai seguenti processi:

  • regolazione della temperatura corporea
  • filtraggio di sostanze nocive
  • regolazione della quantità di liquidi e sali,
  • purificazione del sangue
  • eliminazione delle tossine
  • sintesi e neutralizzazione di proteine ​​e grassi.

Con malattie infettive del tratto gastrointestinale, avvelenamento, lesioni e ustioni, il carico sui polmoni aumenta molte volte e non possono far fronte alla rimozione delle tossine dal corpo. Questo può scatenare un'infezione nei polmoni.

Tipi di polmonite

A differenza di altre malattie del sistema respiratorio, la proporzione di casi che hanno un'eziologia puramente virale è piccola. In circa l'80% dei casi parliamo di danni ai polmoni da parte di vari ceppi di batteri. Nell'infanzia, la maggior parte delle malattie da polmonite sono associate a tre tipi di batteri: pneumococco, micoplasma e clamidia polmonare. Tuttavia, altri tipi di batteri possono anche essere una fonte di malattia.

Questi includono stafilococchi, streptococchi, Klebsiella, bacilli emofilici, E. coli, il programma del Pus, Mycobacterium tuberculosis e alcuni altri. Molto meno spesso, i polmoni soffrono di esposizione a funghi patogeni e, ancor più raramente, può verificarsi una polmonite causata da elminti.

Per gruppi di età, i patogeni sono distribuiti in modo non uniforme. La polmonite nei neonati e nei bambini in età prescolare è più spesso causata da pneumococchi. Nei primi anni di scuola, i bambini sono più spesso suscettibili alla polmonite da micoplasma. Gli adolescenti molto spesso soffrono di polmonite causata da clamidia.

In termini di dimensioni e forma dell'area di infiammazione, la polmonite è divisa in:

  • focale,
  • segmentale,
  • drain,
  • lobare,
  • lato sinistro,
  • lato destro.

Nella polmonite focale, ci sono solo focolai separati di infiammazione di circa 1 cm di dimensione, e nella polmonite confluente, questi fuochi si fondono insieme. Quando la polmonite segmentaria colpisce uno dei segmenti dei polmoni. Nel tipo di polmonite polmonare, l'intero processo è coperto dal processo patologico.

Batteri nelle vie respiratorie. Foto: Kateryna Kon

Quando la broncopolmonite colpisce non solo il tessuto polmonare, ma anche la mucosa dei bronchi. Solitamente la broncopolmonite è una conseguenza della bronchite.

Meno comune è la polmonite virale pura. Gli agenti causali di questa forma della malattia possono essere virus dell'influenza, parainfluenza, adenovirus. La polmonite bilaterale è più spesso causata da pneumococchi e da un'asta emofilica. La polmonite atipica in un bambino è più spesso causata da micoplasmi e clamidia. Questo tipo di polmonite può durare più a lungo ed è difficile da trattare con antibiotici.

La polmonite ospedaliera è più spesso causata da stafilococco, Pseudomonas aeruginosa e Klebsiella.

Peculiarità della polmonite nell'infanzia

La polmonite del lato sinistro in un bambino è spesso più grave di quella destra. Ciò è dovuto al fatto che i polmoni hanno una struttura asimmetrica e sul lato sinistro le vie aeree sono più strette che sul lato destro. Questa circostanza complica l'escrezione di muco e contribuisce all'insorgenza di infezioni.

È noto che i bambini sono più inclini alla polmonite più spesso degli adulti. Ci sono diversi motivi per questo. Prima di tutto, i bambini hanno un'immunità piuttosto debole rispetto agli adulti. E la seconda ragione è che gli organi respiratori del bambino non sono sviluppati come in un adulto. Inoltre, la ristrettezza delle vie respiratorie nei bambini causa la stagnazione del muco in esse e complica la sua escrezione.

Anche nei neonati, la respirazione viene solitamente eseguita con l'aiuto dei movimenti del diaframma, che sono influenzati dalle condizioni del tratto gastrointestinale. La violazione del suo lavoro, che si esprime, ad esempio, nella distensione addominale, si riflette immediatamente nei polmoni - essi sviluppano ristagno, portando ad un aumento del numero di agenti patogeni. I neonati hanno anche muscoli respiratori relativamente deboli, che non consentono loro di espellere efficacemente l'espettorato.

Sintomi di polmonite in un bambino

Come si manifesta la polmonite? I sintomi di polmonite nei bambini di età diverse sono in qualche modo diversi. Tuttavia, vale la pena notare che in tutti i tipi di polmonite esiste un sintomo come l'insufficienza respiratoria. Si esprime principalmente nell'accelerazione della respirazione nella polmonite, che di solito non si verifica con le malattie infettive del tratto respiratorio superiore. Normalmente, il rapporto tra frequenza cardiaca e frequenza respiratoria è 3 a 1. Tuttavia, con la polmonite, il rapporto può raggiungere 2 a 1 e 1 a 1. Cioè, se il bambino ha un impulso di 100, quindi la frequenza respiratoria può essere più di 50 respiri al minuto. Nonostante l'aumentata frequenza della respirazione, di solito è superficiale, superficiale.

In quale altro modo si può determinare l'insufficienza respiratoria? Ci sono un certo numero di altri segni che testimoniano ad esso, per esempio, la pelle blu, in particolare nella zona del triangolo naso-labiale. A volte si può osservare pallore della pelle.

In secondo luogo, con la polmonite, c'è un altro sintomo caratteristico - febbre alta. Il livello di ipertermia nella polmonite è di solito significativamente più alto rispetto ad altre malattie respiratorie e può raggiungere + 39-40 ° C. Tuttavia, questo sintomo potrebbe non verificarsi in tutti i tipi di polmonite. I sintomi della polmonite atipica in un bambino comprendono febbre di grado basso o una temperatura leggermente superiore a + 38ºС. A volte può esserci un tale scenario della malattia, quando la temperatura nei primi giorni sale a valori alti e poi diminuisce. Inoltre, nei bambini di età inferiore ad un anno, a causa dell'imperfezione del sistema immunitario, la temperatura può anche rimanere all'interno del subfebrile, anche nelle forme più gravi di polmonite.

Segni di polmonite in un bambino includono altri sintomi respiratori. Prima di tutto, è un colpo di tosse. Di norma, può verificarsi se l'infezione colpisce non solo i polmoni, ma anche i bronchi, che più spesso si verificano nella pratica, così come se la polmonite è una complicazione delle infezioni respiratorie acute. La tosse può essere variata, ma di regola non è completamente secca, ma è associata allo scarico dell'espettorato. Oppure, nei primi giorni della malattia, appare una tosse secca, e poi entra in tosse con espettorazione dell'espettorato. Una varietà di manifestazioni differisce dalla polmonite lobare bilaterale. Nei bambini, i sintomi in questa forma della malattia includono non solo la tosse, ma espettorato "arrugginito", compresi i globuli rossi dai piccoli capillari danneggiati.

Con lo sviluppo di polmonite in un bambino, i sintomi includeranno segni di intossicazione - mal di testa, nausea, vertigini. In alcuni tipi di polmonite nei bambini, i sintomi possono includere dolore al petto, a volte nell'ipocondrio.

I sintomi di polmonite in un bambino potrebbero non essere così gravi come nei bambini più grandi. Spesso i sintomi della polmonite nei bambini includono solo febbre e tosse di bassa qualità (in alcuni casi può essere assente). Pertanto, il riconoscimento della malattia nell'età di un anno è difficile. Occorre prestare attenzione ai sintomi indiretti: basso tono muscolare, letargia, insufficienza toracica, ansia, rigurgito frequente.

cause di

Per le cause della polmonite è diviso in primario e secondario. La polmonite primaria comprende casi di malattia che derivano direttamente dall'infezione da agenti patogeni. La polmonite secondaria comprende casi di malattia, che sono complicazioni di altre malattie respiratorie - ARVI, bronchite, influenza, tonsillite, ecc.

Nella maggior parte dei casi parliamo di malattie secondarie. Va notato che le malattie respiratorie virali molto spesso provocano la comparsa di polmonite e preparano il terreno per loro indebolendo il sistema immunitario e abbassando le proprietà protettive dell'espettorato battericida formato nei polmoni.

Raramente, la polmonite viene trasmessa da persona a persona da goccioline trasportate dall'aria. Tipicamente, gli agenti causali della malattia vivono già nel corpo, molto prima che inizi, e stanno semplicemente aspettando nelle ali per iniziare la loro avanzata sui polmoni. L'innesco che può innescare l'attivazione della microflora patogena può essere una malattia infettiva del tratto respiratorio superiore, influenza, un'immunità indebolita, ad esempio, a causa dell'ipotermia del corpo.

Un gruppo speciale di casi di polmonite comprende le cosiddette infezioni nosocomiali. Si verificano negli ospedali, nel caso in cui i pazienti vengano curati per altre malattie. La polmonite ospedaliera è causata da speciali ceppi di batteri ospedalieri che hanno una maggiore resistenza agli antibiotici tradizionali.

Pertanto, la polmonite può anche essere causata da congestione nei polmoni associata a riposo a letto lungo. Nei bambini piccoli, la congestione polmonare può anche essere causata da malattie infettive intestinali, in cui si verifica la distensione addominale e la normale ventilazione dei polmoni è disturbata. Inoltre, l'insorgenza di polmonite può essere favorita dal frequente rigurgito di cibo da parte di un bambino, in cui il vomito con i patogeni intestinali contenuti in essi può parzialmente entrare nei polmoni.

Se la polmonite si verifica nei neonati, allora ci possono essere due ragioni principali: o il bambino è stato infettato direttamente nell'ospedale di maternità, o era già stato infettato nel grembo materno.

Altri fattori che contribuiscono alla malattia:

  • sollecitazioni,
  • beri-beri,
  • dieta malsana
  • fumo passivo circostante.

diagnostica

In un bambino, la polmonite acuta può essere diagnosticata solo da un medico. Ai primi segni di polmonite in un bambino dovrebbe chiamare un terapeuta. Un medico esperto può determinare il punto focale dell'infiammazione ascoltando i rumori e il respiro sibilante nei polmoni e toccando il torace. Inoltre, per riconoscere la malattia sono utilizzati altri segni diagnostici: insufficienza respiratoria, natura dell'ipertermia, danni alle vie respiratorie superiori.

Tuttavia, al fine di effettuare una diagnosi inequivocabile e determinare la posizione del nidus della malattia, nella maggior parte dei casi sono necessari i raggi X. Il grado di lesione polmonare e l'area di distribuzione del processo patologico sono chiaramente visibili sulla radiografia. Questo sintomo è il più importante nella diagnosi.

Tuttavia, i raggi X non sempre consentono di determinare l'agente eziologico della malattia. Ma la strategia di trattamento dipende in gran parte da queste informazioni. A tale scopo vengono utilizzate analisi batteriologiche - l'isolamento di anticorpi contro il patogeno o gli stessi patogeni da goccioline di sangue e espettorato. Tuttavia, non è sempre possibile identificare in modo univoco il patogeno, dal momento che diversi microrganismi potenzialmente patogeni possono essere contenuti nello sputo in una sola volta. Inoltre, viene presa in considerazione una violazione della formula dei leucociti, un aumento del livello di VES (20 mm / ho più), una diminuzione dell'emoglobina. Tuttavia, un aumento significativo del numero di leucociti accompagna non tutti i tipi di polmonite. L'aumento massimo del numero di leucociti è osservato nelle infezioni da clamidia (30 000 per μL).

prospettiva

Nella maggior parte dei casi di polmonite nei bambini, soggetto a un accesso tempestivo a un medico, la prognosi è favorevole. La polmonite nei neonati e nei lattanti, specialmente nei bambini prematuri, è una grave condizione di pericolo di vita. È anche pericoloso per le sue gravi complicazioni di polmonite causate da stafilococchi e streptococchi, nonché con un bastone piocianico. Nella maggior parte dei casi, con un trattamento adeguato, la probabilità di complicanze è piccola.

complicazioni

L'infiammazione dei polmoni in un bambino di 2 anni può assumere forme gravi e diffondersi ad altri organi.

Tra le complicanze più comuni c'è l'ascesso polmonare, la distruzione del tessuto polmonare, la pleurite, l'aria che entra nella pleura.

Complicazioni di polmonite nei bambini che colpiscono altri organi:

  • insufficienza cardiaca
  • sepsi e shock settico,
  • la meningite,
  • miocardite,
  • endocardite,
  • pericardite,
  • disturbo emorragico.

trattamento

Il trattamento della polmonite acuta in un bambino può essere eseguito sia in ospedale che a casa. La scelta di una particolare opzione è fatta da un medico, sulla base di questi fattori:

  • età del bambino
  • condizione del paziente
  • tipo stimato di malattia
  • la possibilità per i genitori di fornire un'adeguata assistenza per il bambino,
  • la presenza di fumatori in famiglia.

Se non si cura la polmonite acuta, allora può trasformarsi in cronica, che dura fino a sei mesi.

Il trattamento della polmonite batterica in un bambino viene effettuato principalmente con l'aiuto di antibiotici. Naturalmente, durante il primo esame, il medico spesso non è in grado di determinare con precisione il tipo di agente patogeno. Pertanto, vengono prescritti i primi antibiotici generali o viene selezionato un antibiotico sulla base di ipotesi approssimative. Successivamente, man mano che i dati diagnostici si accumulano, questo incarico può essere cancellato o confermato. L'efficacia dell'antibiotico viene valutata nei primi giorni dopo l'appuntamento, di solito dopo 2-3 giorni. Come capire se la droga ha agito? Se, sullo sfondo della sua ricezione, ci sono miglioramenti nelle condizioni del paziente - una diminuzione della temperatura, una diminuzione dei sintomi che indicano un'insufficienza polmonare, continua la terapia farmacologica con questo farmaco. Se non ci sono miglioramenti, viene usato un altro farmaco. A questo punto, il medico può già disporre dei dati sulla natura dell'infezione, che possono aiutarlo a fare la scelta giusta.

Non tutti i farmaci antibatterici possono essere utilizzati nel trattamento della polmonite nei bambini. Tra i farmaci che sono efficaci nella polmonite e permessi nella pratica pediatrica, gli antibiotici più comuni sono il gruppo delle cefalosporine e dei macrolidi. Tuttavia, è possibile scegliere altri farmaci - penicilline, sulfonamidi, amoxicilline. I fluorochinoloni e le tetracicline sono meno comunemente usati, solo nel caso di complicazioni gravi e l'inefficacia di altri farmaci. È necessario prendere in considerazione l'età del bambino, ad esempio, in 3 anni alcuni farmaci possono venire, e in 1 anno - non più.

La scelta del farmaco non è un compito facile e non dovrebbe essere effettuata a caso da persone che non conoscono le proprietà degli antibiotici, ma da uno specialista qualificato con una vasta esperienza pratica e in grado di tenere conto di tutti i fattori, come controindicazioni, efficacia ed effetti collaterali del farmaco, nonché delle condizioni del paziente, la sua età, le caratteristiche della malattia. Altrimenti, l'uso di antibiotici può solo danneggiare.

Foto: Ermolaev Alexander / Shutterstock.com

Se un bambino ha la polmonite, allora, di regola, vengono prescritti antibiotici per via orale. Tuttavia, in caso di malattia grave o nel caso in cui l'assunzione di antibiotici provochi nausea o vomito in un bambino, è prescritta la somministrazione parenterale di farmaci.

È necessario osservare strettamente il dosaggio indicato dal medico. L'assunzione irregolare può negare l'intero effetto terapeutico dei farmaci, a causa del fatto che non c'è abbastanza concentrazione della sostanza nel sangue. Inoltre, se il paziente ha segni di miglioramento, non deve interrompere l'assunzione del farmaco, è necessario completare il trattamento.

Tra i fattori negativi associati all'assunzione di antibiotici, è necessario evidenziare il fatto che essi influenzano negativamente la microflora utile del corpo, in particolare l'intestino. Pertanto, in parallelo con l'assunzione di antibiotici, dovrebbero essere presi anche preparati probiotici.

Dovrei usare farmaci antipiretici e anti-infiammatori per la polmonite in un bambino? In alcuni casi, questo può essere fatto, ma solo con il permesso del medico. Per ridurre la temperatura con l'aiuto di antipiretici con infiammazione dei polmoni non è raccomandato perché l'ipertermia è una reazione difensiva del corpo ed è progettata per mobilitare tutte le sue forze per combattere l'infezione. Naturalmente, molto dipende da quanto alti sono i valori di temperatura. Se supera + 39 °, il surriscaldamento del corpo può influire negativamente sulle condizioni del paziente. Nei bambini piccoli, la febbre può anche portare a convulsioni. In questi casi, vale la pena dare al bambino un effetto antipiretico già quando il termometro raggiunge il segno di +37,5 ° C. Altrimenti, se il bambino tollera bene la temperatura, e non ha malattie concomitanti in cui la temperatura elevata può essere pericolosa, allora è meglio non ridurre la temperatura artificialmente. Il paracetamolo e altri farmaci non steroidei sono più comunemente usati come farmaci antipiretici.

È anche necessario dare il paziente il più possibile. Con la polmonite nel bambino, il corpo perde molto liquido - questo è dovuto principalmente all'abbondante sudorazione. Inoltre, bere molta acqua consente di rimuovere rapidamente le tossine dal corpo. Tuttavia, con segni di edema polmonare, l'assunzione di liquidi è limitata.

Di regola, la polmonite in un bambino è combinata con la formazione di muco nei bronchi e la tosse, in cui questo muco viene rimosso dal sistema respiratorio. Pertanto, una importante categoria di fondi sono i farmaci per alleviare la tosse. Sono divisi in tre gruppi principali: mucolitico, espettorante e broncodilatatore. Gli agenti mucolitici abbassano la viscosità del muco bronchiale e i farmaci espettoranti facilitano il suo ritiro. Tra espettoranti e farmaci mucolitici più comunemente usati sono bromhexin, ambrohexal, acetilcisteina. Tra i farmaci broncodilatatori progettati per alleviare i broncospasmi, l'aminofillina è più comunemente usata.

Le preparazioni fredde che sopprimono l'attività del centro della tosse sono controindicate perché portano al ristagno dell'espettorato nei polmoni.

È possibile utilizzare i rimedi popolari?

È necessario utilizzare la medicina tradizionale per la polmonite rilevata in un bambino e possono sostituire gli antibiotici? Come sai, molti genitori sono diffidenti nei confronti degli antibiotici. E questa preoccupazione è comprensibile - perché gli antibiotici possono avere effetti collaterali, ad esempio, la disbatteriosi e possono causare reazioni allergiche. Pertanto, stanno cercando di sostituire gli antibiotici nel trattamento delle malattie infettive con alcuni mezzi alternativi. Va detto direttamente che un tale approccio nel caso della polmonite batterica è una leggerezza irresponsabile.

La polmonite in un bambino non è un mal di gola che dura sette giorni in caso di trattamento, e una settimana in assenza di trattamento. È una malattia grave e pericolosa per la vita che non ha altri metodi di trattamento efficaci diversi dagli antibiotici. Ciò è dovuto al fatto che il centro dell'infiammazione è molto profondo, a volte nella parte inferiore dei polmoni, e nessun gargarismo con infusioni di erbe o persino inalazione può influenzarlo. Coloro che desiderano trattare il loro bambino con metodi popolari dovrebbero ricordare che prima dell'invenzione degli antibiotici, il tasso di sopravvivenza dei bambini piccoli nel caso della polmonite era di circa il 30%. Queste statistiche mostrano chiaramente l'efficacia dei rimedi popolari rispetto alla moderna terapia antibiotica. Certamente, se un bambino non tollera alcun tipo di antibiotico, allora il medico dovrebbe essere informato su questo, e sarà sicuramente in grado di trovare un sostituto.

Ulteriori misure per il trattamento

Come misure ausiliarie possono essere assegnati a massaggi e fisioterapia. Sono effettuati con polmonite, quando il bambino ha iniziato a diminuire la temperatura.

Inutile dire che quando si tratta a casa, il paziente deve rispettare il riposo a letto. L'aria nella stanza in cui si trova non dovrebbe essere né troppo calda né troppo fredda. La temperatura ottimale è di 19-20 gradi. Dovresti anche monitorare l'umidità sufficiente dell'aria, perché l'aria secca irrita le mucose delle vie respiratorie. Oltre a bere in abbondanza, dovresti anche prestare attenzione alla dieta. Naturalmente, il paziente non dovrebbe essere costretto a nutrirsi, se non c'è appetito ad alta temperatura. Tuttavia, vale la pena notare che con la malattia il corpo dovrebbe ricevere una maggiore quantità di proteine, vitamine e microelementi, in modo che la nutrizione dovrebbe essere completa. Il cibo dovrebbe essere facilmente digeribile e ipoallergenico.

In condizioni stazionarie in condizioni gravi viene praticata l'ossigenoterapia (ventilazione artificiale dei polmoni).

Periodo di recupero

Con una corretta aderenza a tutte le prescrizioni del medico, il recupero completo può avvenire in 10-14 giorni. Tuttavia, anche dopo il ricovero, un bambino che frequenta la scuola per diversi mesi (da 1,5 a 3) dovrebbe essere sollevato dall'educazione fisica e dall'attività fisica. Dovresti evitare l'affaticamento emotivo e fisico dei bambini che hanno avuto una polmonite. Sono registrati per un periodo di un anno e mezzo. A questo punto, possono essere prescritti ulteriori test e radiografie. Durante la riabilitazione, si consiglia di utilizzare la ginnastica respiratoria.

Dopo il recupero, i sintomi residui della malattia possono essere osservati per qualche tempo, ad esempio, una tosse secca associata a un insufficiente ripristino della mucosa. Per il rapido ripristino della funzionalità polmonare, si raccomanda il trattamento di sanatorio e l'inalazione di aria di mare.

prevenzione

La polmonite in un bambino nella maggior parte dei casi è una malattia di bassa immunità. Pertanto, la prevenzione della malattia nei bambini comprende misure per migliorare l'immunità - indurimento, la corretta routine quotidiana, l'attività fisica, una buona alimentazione, l'assunzione di complessi vitaminici. Allo stesso tempo bisogna fare attenzione che il bambino non ottenga ipotermia, pulizia e sufficiente umidità nell'appartamento.

E, naturalmente, è necessario trattare le malattie respiratorie nel tempo, che può essere la causa immediata di polmonite - SARS, faringite, laringite, tonsillite e, prima di tutto, bronchite.

Al momento non esistono vaccinazioni universali contro la polmonite, tuttavia è possibile ottenere vaccinazioni contro alcuni patogeni della polmonite, ad esempio il pneumococco e i bacilli emofilici. Queste vaccinazioni sono opzionali e sono opzionali.

La tendenza alla polmonite nell'infanzia è un motivo per un esame approfondito e l'identificazione delle cause della situazione. È possibile che il bambino abbia patologie ereditarie di polmoni e bronchi e malattie croniche come la muscoviscidosi. Questa condizione richiede monitoraggio e trattamento costanti.