Broncodilatatori (broncodilatatori)

Pubblicato: 04.04.2015
Parole chiave: broncodilatatori, broncodilatatori, classificazione, bronchi, asma.

Tra i farmaci utilizzati nelle malattie dell'apparato respiratorio, i broncodilatatori (broncodilatatori) sono importanti. Questi farmaci vengono utilizzati per eliminare la sindrome ostruttiva delle vie aeree che accompagna tali malattie come la bronchite ostruttiva, la bronchite asmatica, l'asma, l'enfisema polmonare, la fibrosi cistica.

L'ostruzione bronchiale transitoria è rilevata nella polmonite acuta, ma la sindrome ostruttiva acquisisce il significato clinico più importante nell'asma bronchiale. Per eliminare gli attacchi di asma bronchiale, così come la loro prevenzione, le sostanze medicinali di vari gruppi sono usate.

Classificazione dei broncodilatatori

Caratteristiche farmacologiche dei broncodilatatori

beta-agonisti hanno il seguente meccanismo di azione: stimolazione dei recettori β₂-adrenergici nei miociti ➞ bronchi ➞ attivazione di adenilato ciclasi attivazione di deposizione di calcio cAMP accumulo ➞ Sa⁲⁺-ATPasi ➞ nel reticolo endoplasmatico e abbassando la sua concentrazione nel rilassamento delle cellule della muscolatura liscia bronchiale. I mezzi di questo gruppo sono utilizzati principalmente per alleviare gli attacchi di ostruzione bronchiale.

In aggiunta a quanto sopra, i preparati di farmaci mimetici β-adrenergici includono anche efedrina. Per il trattamento dell'ostruzione bronchiale, viene applicato per via orale o per iniezione. Il meccanismo di azione di efedrina è che stimola il rilascio di noradrenalina endogena dalle vescicole sinaptiche adrenergici, e blocca il metabolismo di questo neurotrasmettitore enzimi: catecol-O-metiltransferasi (COMT) e monoamino ossidasi (MAO), che porta ad accumulo di noradrenalina nella fessura sinaptica. Gli adrenorecettori bronchiali sono stimolati, con conseguente rilassamento della muscolatura liscia del tratto respiratorio.

M-holinoblokatory hanno il seguente meccanismo di azione: blocco dei recettori M-colinergici in miociti bronchi ➞ inibizione della riduzione guanilato ciclasi ➞ di cGMP ➞ diminuire la concentrazione di calcio intracellulare ➞ rilassamento bronchiale.

Come broncodilatatori, gli anticolinergici M sono inferiori agli adrenomimetici. I mezzi di questo gruppo sono anche usati principalmente per alleviare gli attacchi di ostruzione bronchiale. Ipratropio bromuro è un composto di ammonio quaternario, creato appositamente per il trattamento dell'ostruzione bronchiale. A causa di questa caratteristica della struttura chimica, non penetra attraverso la membrana mucosa dei bronchi nel sangue e non ha un effetto sistemico. È usato solo per inalazione. In combinazione con il fenoterolo β₂-adrenergico fa parte del farmaco Berodual.

Inibitori della fosfodiesterasi (teofillina, teobromina, aminofillina) hanno il seguente meccanismo di azione: inibizione della PDE miociti bronchiali in accumulo di cAMP ➞-ATPasi deposizione di calcio attivazione Sa⁲⁺ ➞ nel reticolo endoplasmatico e abbassando la sua concentrazione nel rilassamento delle cellule ➞ del muscolo liscio bronchiale. I mezzi di questo gruppo, come gli β-adrenomimetici, sono usati per alleviare gli attacchi di ostruzione bronchiale.

Gli stabilizzatori della membrana mastocitaria agiscono come segue: bloccano i canali del calcio sulla membrana dei mastociti ➞ il calcio è inibito all'interno dei mastociti e la loro degranulazione è disturbata e la produzione di istamina.

Questi broncodilatatori sono usati solo per la prevenzione delle convulsioni. Sotto le condizioni del broncospasmo sviluppato, sono inefficaci, poiché in quest'ultimo caso l'istamina ha già lasciato i mastociti e stimolato i corrispondenti recettori. Cromolin-sodio è usato nella forma di inalazioni, ketotifen - dentro nella forma di targhe.

I corticosteroidi hanno i seguenti effetti:

  • sopprimere le reazioni immunitarie, inibire la sintesi degli anticorpi; prevenire la formazione di complessi antigene-anticorpo;
  • bloccare l'enzima fosfolipasi А₂, interrompendo la formazione di prostaglandine (PG F2a) e leucotrieni, che causano broncospasmo;
  • inibire l'espressione del fieno di fattori pro-infiammatori (il gene COX e le interleuchine 1 e 6);
  • hanno un effetto permissivo, cioè aumentano la sensibilità degli β-adrenorecettori.

I corticosteroidi hanno l'effetto broncodilatatore più potente, sono usati per trattare forme gravi di asma bronchiale. Efficace sia per la prevenzione che per il sollievo dei sequestri.

I calcio antagonisti agiscono come segue: bloccano i canali del calcio dei miociti della muscolatura liscia dei bronchi ➞ il calcio non è incluso nel rilassamento cellulare dei bronchi. Utilizzato per il sollievo degli attacchi di ossuto di ossa obstruktsii.

Mezzi con azione anti-leukotriene. I leucotrieni sono sostanze biologicamente attive formate nel corpo durante il metabolismo dell'acido arachidonico. Sono tra i mediatori dell'infiammazione, compreso il sistema respiratorio. I recettori dei leucotrieni sono presenti nei bronchi, stimolano questi agenti biologici, promuovono l'accumulo di calcio nei miociti e provocano il broncospasmo.

Il meccanismo di azione dei farmaci: blocchi zileuton lipossigenasi, interferendo con la sintesi di leucotrieni, mentre recettori leucotrieni Zafirlukast e montelukast bloccando nei bronchi, impedendo l'azione di leucotrieni su di essi. Come risultato di entrambi i tipi di azione, i bronchi sono rilassati.

Questi farmaci sono usati per prevenire gli attacchi. Il più efficace per il trattamento della cosiddetta asma aspirina - una malattia che a volte si verifica con l'uso prolungato di farmaci anti-infiammatori non steroidei (da cui il nome della malattia). Nelle condizioni di soppressione cronica della sintesi delle prostaglandine, il metabolismo dell'acido arachidonico è diretto esclusivamente lungo il percorso di formazione dei leucotrieni. Questi ultimi, essendo sintetizzati in eccesso, hanno un effetto pronunciato sui bronchi, provocando il loro spasmo.

fonti:
1. Lezioni in farmacologia per l'educazione medica e farmaceutica superiore / V.M. Bryukhanov, Ya.F. Zverev, V.V. Lampatov, A.Yu. Zharikov, O.S. Talalaeva - Barnaul: Casa Editrice Spektr, 2014.
2. Farmacologia con una formulazione / Gayevy MD, Petrov VI, Gaevaya LM, Davydov VS, - Mosca: ICC marzo 2007.

Broncodilatatori: il principio di azione dei farmaci, indicazioni per l'uso, effetti collaterali, prezzi

Per il trattamento delle malattie respiratorie nei bambini e negli adulti, i medici prescrivono spesso farmaci broncodilatatori. Senza influenzare le cause dei sintomi spiacevoli sotto forma di spasmo dei bronchi, questi farmaci contribuiscono alla rapida normalizzazione del benessere del paziente. Il tasso di insorgenza dell'effetto terapeutico è particolarmente importante durante gli attacchi asmatici. Prima che l'uso di droghe dovrebbe conoscere il principio della loro azione, per prevenire lo sviluppo di complicazioni pericolose.

Cos'è il broncodilatatore

Il processo di scambio di gas nei polmoni e nei tessuti del corpo è molto importante per la vita umana. La violazione dei meccanismi respiratori è una condizione pericolosa per la vita e richiede assistenza immediata. Uno dei motivi per il deterioramento della fornitura di ossigeno è il broncospasmo, una stenosi patologica dei rami della gola respiratoria. Lo spasmo dei bronchi può essere causato da fattori endogeni o esogeni, che sono soggetti ad eliminazione con metodi appropriati.

I farmaci broncodilatatori sono progettati per alleviare i sintomi di malattie che provocano una contrazione dei muscoli della gola (asma, bronchite). I broncodilatatori raggiungono il corretto effetto terapeutico in diversi modi:

  • invocare la risposta biologica degli adrenorecettori (agonisti specifici - salbutamolo, clenbuterolo, terbutalina, fenoterolo o non specifico - beta-agonisti);
  • bloccare la funzione dei recettori colinergici;
  • una diminuzione del tono della muscolatura liscia (antispasmodici miotropi, derivati ​​della xantina, una base purinica presente in tutte le cellule del corpo);
  • stimolazione del centro respiratorio (analeptici);
  • inibizione dei canali del calcio da parte degli alcaloidi.

I farmaci appartenenti a questo gruppo farmacologico non hanno lo scopo di eliminare la causa degli spasmi, pertanto tali tipi di farmaci come antistaminici, corticosteroidi, antivirali e antimicrobici non appartengono ai broncodilatatori. Le droghe di effetti di broncodilatatore hanno parecchie forme di rilascio - targhe, inalatori, sciroppi, soluzioni per iniezione. La durata dell'effetto terapeutico dipende dai componenti costitutivi dei farmaci (varia da diverse ore a giorni).

Indicazioni per l'uso

La necessità di eliminare la broncocostrizione si manifesta quando compaiono i sintomi dei sintomi del tratto respiratorio. Segni pericolosi di attività respiratoria compromessa sono l'edema della mucosa, il broncospasmo, l'ipersecrezione del muco, la stenosi dei bronchi. Tutte queste condizioni richiedono l'adozione di misure per eliminarle al fine di prevenire la fame di ossigeno e le sue conseguenze. I broncodilatatori sono prescritti da un medico in base al quadro clinico della malattia e allo stato attuale del paziente.

Le principali indicazioni per l'uso di farmaci in questo gruppo sono la presenza di patologie che provocano lo sviluppo di segni di insufficienza respiratoria, che includono:

  • malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO);
  • malattie infiammatorie del tratto respiratorio (asma bronchiale);
  • violazione delle vie respiratorie dovuta al processo infiammatorio (bronchite acuta ostruttiva);
  • Bronchiolite costrittiva (obliterante) - ostruzione progressiva fibrosa o infiammatoria progressiva delle parti terminali del sistema bronchiale;
  • bronchiectasie - accumulo di pus in bronchi funzionalmente difettosi (che hanno perso la loro funzione a causa di deformità congenite o acquisite);
  • patologie genetiche congenite del sistema respiratorio (fibrosi cistica, fibrosi cistica, discinesia ciliare primaria);
  • displasia broncopolmonare - si sviluppa a causa di danni ai bronchi sottosviluppati durante la ventilazione meccanica.

Tipi di broncodilatatori

Al fine di influenzare le manifestazioni specifiche dello spasmo dei bronchi, a seconda della loro causa, vengono prodotti diversi tipi di farmaci che rilassano la muscolatura liscia. La classificazione dei farmaci broncodilatatori si basa su:

  • principio di azione dei principi attivi - broncodilatatori adrenomimetici, anticolinergici, miotrofili, inibitori della fosfodiesterasi, stabilizzanti della membrana dei mastociti, glucocorticoidi, calcio antagonisti, anti-leukotriene;
  • durata degli effetti terapeutici - azione lunga e breve;
  • il grado di effetto terapeutico - selettivo, non selettivo;
  • possibile uso nella pratica pediatrica - per bambini, solo per adulti.

Per il momento dell'azione

Il trattamento delle malattie croniche dell'apparato respiratorio è una combinazione complessa di farmaci con effetti specifici. Per eliminare i sintomi dei processi infiammatori, vengono prescritti farmaci a lunga durata d'azione, che mirano alla graduale soppressione dei mediatori dell'infiammazione e garantiscono una condizione stabile e stabile del paziente. Con un forte deterioramento del benessere o il rapido sviluppo di un attacco di asfissia, è necessario utilizzare farmaci ad azione rapida, ma con un breve effetto terapeutico.

Broncodilatatori a lunga durata d'azione

Per facilitare il trattamento delle malattie associate ai broncospasmi, si stanno sviluppando farmaci a lunga durata d'azione. I preparativi di questo gruppo comprendono i broncodilatatori, usati come inalatori, che iniziano ad agire dopo 30-50 minuti. dopo aver assunto e mantenuto un effetto terapeutico per almeno 24 ore. I broncospastici intestinali a lunga durata d'azione dovrebbero essere usati per il trattamento di malattie croniche (BPCO, asma) e la progressione dei sintomi di ostruzione bronchiale.

I farmaci che forniscono un lungo effetto terapeutico appartengono a diversi gruppi farmacologici. La scelta dei fondi si basa sulla loro capacità di raggiungere l'obiettivo e gli effetti collaterali in un particolare paziente. I broncodilatatori a lunghissima durata includono Indacaterolo, Carmoterolo, Salbutamolo. I vantaggi di questi fondi sono la convenienza del loro uso a causa dell'effetto prolungato nel tempo, gli svantaggi sono l'insufficienza dei farmaci come monoterapia.

Farmaci a breve azione

I broncodilatatori a breve durata d'azione sono inefficaci per il trattamento di malattie croniche. Il loro uso è giustificato durante condizioni spastiche derivanti da fatti esogeni o endogeni. La farmacodinamica di questo gruppo di farmaci consiste nel bloccare i recettori beta-2, che si verifica pochi minuti dopo che i principi attivi entrano nel plasma sanguigno. L'assorbimento è effettuato dalle mucose dei bronchi, dal metabolismo da parte del fegato.

Per il trattamento dell'asma bronchiale, viene utilizzata una combinazione di broncodilatatori a breve durata d'azione (Salmeterolo) e un corticosteroide (Fluticasone). I farmaci di questo gruppo vengono prodotti principalmente sotto forma di aerosol o inalatori per facilitarne l'uso durante un forte attacco di stenosi bronchiale. I vantaggi dei farmaci broncodilatatori a breve termine includono un alto tasso di insorgenza dell'effetto: gli svantaggi includono un'alta probabilità di reazioni avverse (battito cardiaco accelerato, spasmo paradosso, tremore muscolare, vomito).

Secondo il meccanismo d'azione

Il blocco di bronchospasm è effettuato in parecchi modi. A seconda del meccanismo di influenza esercitato dai principi attivi, i farmaci broncodilatatori inibiscono o attivano vari recettori, cellule o enzimi. L'effetto dei farmaci di tutti i tipi differisce in gravità, durata dell'effetto, rischio di complicanze. L'autotrattamento delle patologie dell'apparato respiratorio è inaccettabile. Decidere quali mezzi dovrebbero essere utilizzati in una forma o nell'altra della malattia se il medico della specializzazione pertinente.

adrenomimetiki

I neuroni che sono sensibili alle sostanze adrenergiche (adrenalina, norepinefrina) sono chiamati recettori adrenergici. Esistono 3 tipi di questi recettori:

  • recettori alfa - situati nelle pareti dei vasi sanguigni, del muscolo cardiaco, dei polmoni;
  • i recettori beta-1 si trovano nel sistema di conduzione cardiaca;
  • recettori beta-2 - il sito di localizzazione sono i bronchi, i vasi sanguigni del cuore, la trachea.

Un gruppo di farmaci contenenti sostanze attive che possono influenzare gli adrenorecettori è adrenomimetica. Stimolando i recettori beta-2, lo spasmo muscolare viene eliminato e i bronchi si espandono. A seconda della capacità di agire sui tipi di recettori, si distinguono diversi gruppi di adrenomimetici. I broncodilatatori di azione universale possono interessare tutti i tipi, inclusi Efedrina, Epinefrina e Adrenalina.

Secondo il principio dell'esposizione gli adrenostimolatori sono divisi in selettivi e non selettivi. Il primo gruppo comprende mezzi Ventolin (salbutamolo), Berotek (fenoterolo), Ipradolo (esoprenalina). Gli adrenomimetici selettivi sono disponibili in varie forme, adatte al trattamento di adulti e bambini. Il vantaggio di questi rimedi è l'assenza di gravi complicanze, alta efficacia nel trattamento di forme gravi di malattie, lo svantaggio è rappresentato dagli effetti sui recettori, dal pericolo di sovradosaggio.

Mezzi non selettivi Izadrin (isoprenalina), Alupent (orciprenalina) sono usati molto raramente a causa dei loro effetti sistemici sul corpo e dello sviluppo in relazione a queste complicanze sotto forma di patologie cardiovascolari. Il principale vantaggio di questo gruppo di farmaci può essere definito indispensabile per gli attacchi acuti di spasmo dei bronchi, che è dovuto all'alto tasso di insorgenza dell'effetto.

Broncodilatatori per inalazione

Le caratteristiche di penetrazione nel corpo di sostanze attive per inalazione rendono questo metodo ampiamente applicabile nelle malattie dell'apparato respiratorio. Durante l'inalazione, i farmaci non penetrano nel plasma sanguigno, ma influenzano direttamente i bronchi, il che aumenta la loro efficacia e riduce la probabilità di reazioni negative. Come mezzo adatto per l'inalazione utilizzando un inalatore o nebulizzatore, applicare tali gruppi di broncodilatatori, come ad esempio:

  • M-holinoblokatory - ipratropium bromide (Atrovent), Atropina sulfate, metatsin, l'effetto si verifica dopo 5-10 minuti, dura 5-6 ore, mostrato in bronchite ostruttiva e patologie concomitanti del cuore, effetto broncodilatatore di moderata gravità;
  • beta-2-agonisti - salbutamolo (Salgim, Astalin), fenoterolo (Berotek), indicazioni per l'uso sono attacchi acuti di asma, effetto terapeutico ad insorgenza rapida della durata di 3-4 ore;
  • mezzi di azione combinata - Berodual (fenoterolo e ipratropio bromuro), indicazioni primarie sono BPCO, bronchite cronica, l'effetto arriva rapidamente (dopo 3-4 minuti) e dura fino a 6 ore.

Inibitori della fosfodiesterasi

Il gruppo enzimatico che idrolizza il legame fosfodiestere comprende 5 tipi. L'inibizione di diversi tipi di fosfodiesterasi (PDE) porta a specifiche reazioni biochimiche nel corpo. Pertanto, la soppressione dei tipi di adenile (3 e 4) provoca un aumento della concentrazione di adenosina monofosfato ciclico nelle miofibrille, la ridistribuzione degli ioni di calcio, la soppressione dell'attività dei mastociti, dei linfociti T e degli eosinofili. L'inibizione del tipo gunilovy (5) porta alla cattura del calcio da parte dei mitocondri e ad una diminuzione della sua concentrazione nel citosol.

Il gruppo di broncodilatatori che inibiscono la PDE (Teobromin, Teofillina, Eufillin), può sopprimere la frazione ad alto peso molecolare di tutti i tipi solo durante la sua attività, che viene osservata durante un attacco asmatico acuto. Questo fatto causa l'alta efficienza degli inibitori della fosfodiesterasi durante la fase acuta della malattia, che è il loro vantaggio. Gli svantaggi includono un debole effetto broncospasmolitico, che è spiegato dall'inadeguatezza del blocco della PDE esclusivamente senza influenzare i recettori dell'adezine.

Stabilizzatori di membrana di mastociti

I mastociti (o mastociti) sono granulociti nel loro tipo e fanno parte del sistema immunitario. Il loro ruolo fisiologico è associato alle funzioni protettive della barriera emato-encefalica e dell'angiogenesi. Oltre alle proprietà immunomodulatorie di queste cellule sono coinvolti in reazioni allergiche e la loro attività eccessiva porta al broncospasmo. Sotto l'influenza di agenti patogeni (allergeni, batteri, infezioni) i mastociti producono mediatori infiammatori nel microambiente.

Un gruppo di broncodilatatori, la cui azione è volta a stabilizzare le membrane dei mastociti, viene utilizzato per minimizzare il restringimento delle vie aeree. I preparati del gruppo stabilizzante comprendono Nedocromil, Ketotifen, Cromolin, Theofillin. I principi attivi che costituiscono gli stabilizzanti influenzano i canali del calcio, inibendo in tal modo la degranulazione dei mastociti (rilascio di mediatori dell'infiammazione).

I vantaggi dei broncodilatatori di questo tipo sono la rara presenza di reazioni avverse, la prevenzione efficace degli attacchi d'asma, gli svantaggi - l'inefficacia dell'uso per il trattamento dell'ostruzione bronchiale. Le medicine sono disponibili sotto forma di compresse, sciroppo, aerosol. Al fine di prevenire i broncospasmi, i farmaci devono essere assunti 2 volte al giorno nel dosaggio prescritto dal medico.

Broncodilatatori per l'asma bronchiale

Per il trattamento sintomatico dell'asma bronchiale da moderato a grave, l'inalazione con agenti ormonali viene utilizzata per alleviare rapidamente l'infiammazione. I corticosteroidi efficaci sono budesonide (Pulmicort), beclometasone dipropionato (Nasobek, Aldecine), flunisolide (Ingakort), flutinazone proniat (Flixotide). Con l'inefficacia dei farmaci ormonali usati sotto forma di inalatori e durante l'esacerbazione della malattia, è indicata la somministrazione di glucocorticosteroidi compressi (prednisolone, desametasone, idrocortisone, triamicinolone).

L'azione farmacologica dei broncodilatatori ormonali sintetici del triamcinolone e del desametasone è di inibire il rilascio di interleuchine dai linfociti, che contribuisce al sollievo del processo infiammatorio. L'induzione della proteina lipocortinica porta alla stabilizzazione delle membrane dei mastociti, per cui il loro numero nello strato mucoso dei bronchi diminuisce e l'iperattività della muscolatura liscia diminuisce.

I farmaci sono disponibili sotto forma di inalatore, compresse, soluzione iniettabile. Nell'asma, la somministrazione intranasale è prescritta 2 volte al giorno. I vantaggi dell'uso di broncodilatatori di questo tipo includono un effetto terapeutico a lungo termine e rapido insorgenza, gli svantaggi sono la presenza di un ampio elenco di controindicazioni e il frequente sviluppo di effetti collaterali (sanguinamento nasale, lesioni fungine, riniti, faringiti, vomito).

Bloccanti dei canali del calcio

Durante il trattamento profilattico o terapia di malattie croniche di lieve entità, vengono utilizzati mezzi per alleviare le condizioni del paziente. Questi farmaci includono bloccanti dei canali del calcio, la cui azione è quella di rallentare il flusso di calcio nelle cellule, che porta al rilassamento della muscolatura liscia.

Gli effetti positivi dell'assunzione di questo gruppo farmacologico di farmaci sono un notevole miglioramento del passaggio del sangue attraverso i vasi e la rapida eliminazione degli spasmi, mentre la mancanza di un corretto effetto nelle forme gravi di malattia è negativa. Preparazioni Nifedipina e Isradipina sono i bloccanti dei canali del calcio più utilizzati nella pratica medica.

La nifedipina e l'isradipina, essendo bloccanti selettivi, hanno un effetto antianginoso riducendo il movimento extracellulare degli ioni calcio. L'espansione dei vasi coronarici e periferici contribuisce all'abbassamento della pressione sanguigna, che stimola l'insorgenza dell'effetto antispasmodico. Il vantaggio di prendere i bloccanti dei canali del calcio è la loro azione selettiva, la bassa probabilità di sviluppare complicazioni pericolose. Gli svantaggi includono la loro esposizione ristretta, che li rende applicabili solo per il sollievo degli attacchi acuti.

Preparati anti-leucotrieni

Una delle cause dell'asma è l'infiammazione, che è provocata da agenti allergici. I leucotrieni sono mediatori di allergia coinvolti nello sviluppo del processo infiammatorio. Preparati anti-leucotrieni, in possesso di azione anti-infiammatoria e broncodilatatoria, vengono utilizzati come farmaci di base nel trattamento dell'asma lieve. I broncodilatatori appartenenti a questo gruppo sono zafirlukast (Accolat), montelukast (Singolare), pranlukast.

Accol è un rappresentante di una nuova generazione di farmaci anti-asma. La principale sostanza attiva zafirlukast aiuta a migliorare il funzionamento del sistema respiratorio e ridurre la necessità di utilizzare broncodilatatori. Il farmaco viene preso due volte al giorno, 1 compressa. Accolate ben tollerato. Effetti indesiderati rari includono mal di testa, disturbi dispeptici. Il vantaggio delle compresse anti-leucotriene è la loro selettività, lo svantaggio è che non possono essere utilizzate per trattare forme gravi della malattia.

Il farmaco Singulyuka include montelukast - un inibitore dei recettori dei leucotrieni cisteinici.Il farmaco è stato prescritto per prevenire lo sviluppo di sintomi di asma bronchiale, alleviare i broncospasmi, prevenire la rinite allergica nei bambini. Singular ha un effetto prolungato (fino a 24 ore), quindi deve essere assunto 1 volta al giorno in una dose di 5 mg (per i bambini dai 6 anni di età) o di 10 mg (per gli adulti). Il vantaggio di questo strumento è il suo effetto terapeutico a lungo termine, meno l'effetto sulla funzionalità epatica.

Broncodilatatore per bambini

La natura ostruttiva della tosse in un bambino richiede la terapia broncodilatatoria utilizzando forme inalate di farmaci a breve durata d'azione (Salbutamolo, Ventolin, Clenbuterolo), M-holinoblokatorov (Atrovent), droghe a base di teofillina (Eufillin). I broncodilatatori efficaci in caso di bronchite in un bambino sono farmaci combinati che aiutano a liberare i bronchi, eliminare l'infiammazione ed eliminare l'espettorato. Tali farmaci sono lo sciroppo del Dr. MoM e la soluzione di nebulizzatore Berodual.

La composizione del medicinale Dr. Mohm contiene estratti vegetali (basilico, aloe, liquirizia, zenzero, curcuma, ecc.), Noti per le loro proprietà curative e l'effetto broncodilatatore. Puoi prendere la medicina per i bambini da 3 anni. Il corso del trattamento è di 2-3 settimane, durante il quale è necessario dare al bambino tre volte al giorno per 0,5 cucchiaini. sciroppo. Il vantaggio di questo farmaco è la sicurezza e la facilità d'uso per i bambini, lo svantaggio è l'effetto terapeutico scarsamente pronunciato rispetto ad altri gruppi di farmaci broncodilatatori.

Effetti collaterali e controindicazioni

I farmaci, l'espansione dei bronchi e il rilassamento dei muscoli lisci, a causa della natura dell'azione farmacologica, hanno una serie di controindicazioni da utilizzare. Non è raccomandato l'uso di broncodilatatori per il trattamento di persone diagnosticate con una delle seguenti condizioni:

  • epilessia;
  • infarto miocardico in fase acuta;
  • ipotensione;
  • disfunzione epatica (cirrosi);
  • alta sensibilità alle sostanze composte;
  • periodo prenatale (2-3 settimane prima della consegna);
  • periodi di forte aumento della frequenza cardiaca (tachicardia parossistica);
  • depolarizzazione ritardata del cuore (extrasistole);
  • tireotossicosi.

L'assunzione di farmaci con effetto broncodilatatore può provocare lo sviluppo di reazioni negative dagli organi e dai sistemi del corpo. Gli effetti collaterali più comuni dei farmaci di questo gruppo farmacologico sono:

  • mal di testa;
  • ipokaliemia;
  • tachicardia;
  • stenosi paradossa dei bronchi;
  • nausea, vomito;
  • tremore delle membra, muscoli;
  • aritmia;
  • eccitazione nervosa;
  • vertigini;
  • esacerbazione di malattie del tratto gastrointestinale;
  • ematuria;
  • manifestazioni allergiche.

Prezzo dei broncodilatatori

Dopo aver consultato un medico e aver determinato un trattamento adeguato, è possibile acquistare farmaci di questo gruppo dietro presentazione di una prescrizione medica presso le farmacie della città. I prezzi medi per le medicine sintomatiche più popolari per eliminazione di bronchospasm a Mosca sono mostrati nella tabella:

Classificazione ed effetto dei broncodilatatori

I broncodilatatori sono un ampio gruppo di agenti farmacologici di azione sintomatica. Sono prescritti nel complesso trattamento delle malattie del tratto respiratorio inferiore associato all'ostruzione. I farmaci alleviano il broncospasmo. Ma non influisce sulla vera causa della malattia: virus, allergeni, ormoni, microbi. La classificazione dei farmaci dipende dal modo in cui il broncospasmo è stato bloccato.

Azione farmacologica di farmaci

L'azione broncodilatatoria è un meccanismo volto a rilassare la muscolatura liscia dell'albero bronchiale. I farmaci broncodilatatori, a seconda della loro composizione chimica, sono divisi in gruppi e agiscono nelle seguenti aree:

  • stimolazione β2-recettori adrenergici;
  • blocco dell'enzima fosfodiesterasi (trasmette segnali intracellulari);
  • aumenta la quantità di cAMP - un composto organico, un intermediario coinvolto nella trasmissione di impulsi all'interno della cellula.

Quando esposto a farmaci elimina broncospasmo, interrompere gli attacchi di soffocamento. Effetto antispasmodico parzialmente manifestato, elimina il dolore al petto, nell'area del diaframma.

I broncodilatatori espandono il lume del tratto respiratorio, aumentano il diametro dei vasi sanguigni. Questo riduce la pressione nell'arteria polmonare.

Impatto sul lavoro del cuore e dei vasi sanguigni:

  • tachicardia, aumento della funzione miocardica;
  • aumento del numero di contrazioni cardiache;
  • riduce la pressione delle pareti dei vasi sanguigni;
  • aumenta il bisogno di ossigeno del cuore;
  • interferisce con la trombosi;
  • ridurre la pressione venosa.

Allo stesso tempo aumentano le diuresi quotidiane nei pazienti, le cadute di pressione intracraniche. Allo stesso tempo, il centro respiratorio viene stimolato, il diaframma e i muscoli intercostali sono più attivamente ridotti, la clearance mucociliare è migliorata (le proprietà protettive della mucosa del tratto respiratorio).

Se usati localmente per inalazione, i farmaci non vengono assorbiti nella circolazione sistemica, ma agiscono solo a livello locale. L'effetto terapeutico si verifica rapidamente, entro 1-2 minuti. In rari casi, i farmaci possono agire un'ora dopo l'uso. La durata dell'esposizione, a seconda della composizione chimica, dura da 2 a 6 ore.

Se la soluzione entra accidentalmente nel tratto digestivo, i farmaci vengono adsorbiti nel tratto gastrointestinale.

I farmaci broncodilatatori sono disponibili in forma solida e liquida. Sono prescritti per inalazione, per via orale, per via intramuscolare, per via endovenosa.

Indicazioni per la prescrizione di farmaci

I farmaci broncodilatatori sono prescritti a pazienti con malattie croniche dell'apparato respiratorio, che sono spesso irreversibili. Le medicine consentono di monitorare le condizioni del paziente, in tempo utile per determinare la tendenza a peggiorare. I broncodilatatori in modo tempestivo alleviano gli spasmi con tono muscolare persistente e prolungato, prevengono lo sviluppo di complicazioni - asfissia, arresto respiratorio.

Indicazioni per la prescrizione:

  • bronchite con grave ostruzione;
  • asma bronchiale;
  • malattia polmonare ostruttiva cronica.

I farmaci eliminano la tosse parossistica con la bronchite, regolano le difficoltà respiratorie, smettono i ratti distali, mancanza di respiro.

In pediatria, i broncodilatatori interferiscono con la cessazione della respirazione dei neonati, sono la prevenzione della mortalità infantile in caso di insufficienza della funzione respiratoria dei polmoni.

Gruppo farmacologico di farmaci che espandono i bronchi

Nei moderni farmaci, ci sono tre gruppi principali di farmaci che sono stati introdotti nella pratica clinica dagli anni '70 del secolo scorso.

Broncodilatatori anticolinergici

Questo gruppo di droghe è apparso prima tra gli agenti che influenzano la condizione dei bronchi. La loro azione principale è il blocco dei recettori colinergici, biochimici, strutture cellulari attive che convertono l'energia in impulso nervoso o contrazione muscolare.

Secondo il loro meccanismo d'influenza, sono divisi in 3 sottogruppi.

M-holinoblokatory - significa che fermano l'attività di recettori speciali che si trovano nelle membrane cellulari e nei tessuti molli degli organi interni lungo le fibre colinergiche. I preparati riducono o eliminano l'influenza del sistema nervoso parasimpatico sui sistemi del corpo. Sotto la loro influenza diminuisce la secrezione di essudato bronchiale.

Elenco dei farmaci broncodilatatori:

  • Atropina - usato per via orale in forma di pillola e per via parenterale. Non c'è limite di età.
  • Platyfillin - somministrato per via orale e sottocutanea. Il farmaco ha una vasta lista di controindicazioni, quindi è prescritto ai pazienti dopo 15 anni.
  • Scopolamina - usato per via orale o sottocutanea. Ha un effetto sedativo pronunciato, provoca sonnolenza. Effetti collaterali - delusioni, allucinazioni. Assegnare a pazienti adulti da 18 anni.
  • Metacina - disponibile in compresse per somministrazione orale e soluzione per somministrazione endovenosa. Nei bambini, il farmaco può addensare il muco e formare ingorghi nei bronchi, quindi è prescritto principalmente per gli adulti.
  • Ipratropio bromuro - uno strumento che viene utilizzato solo per inalazione, viene prodotto sotto forma di un aerosol, soluzione e polvere. Il farmaco è usato nella pratica pediatrica.

Ganglioblocker - sostanze attive che bloccano i recettori N-colinergici nei gangli, i nodi nervosi del sistema autonomo. Limitano l'influenza del sistema nervoso centrale sull'attività degli organi interni, sospendono i riflessi a livello locale, il cui centro è concentrato nei gangli.

Elenco dei ganglioblocker con effetto broncodilatatore:

  • Esametonio: il farmaco viene somministrato per via sottocutanea, intramuscolare, per via endovenosa. In pediatria, viene utilizzato in caso di cure urgenti in caso di broncospasmo grave.
  • Dimekolin iodite - compresse con una conchiglia per la nomina ad adulti. Un effetto collaterale è il collasso ortostatico.
  • Pemidina - polvere per ingestione, destinata agli adulti.
  • Pahikarpin - compresse e soluzione per la somministrazione sottocutanea e intramuscolare. Lo strumento è altamente tossico, può causare un grave avvelenamento del corpo.

Rilassanti muscolari - bloccano i recettori colinergici H dei gruppi muscolari striati, che porta al loro rilassamento. La trasmissione degli impulsi nervosi viene bloccata, la conduzione dell'impulso dai nervi al tessuto muscolare viene disturbata.

Elenco dei farmaci:

  • Meltiktin - compresse per somministrazione orale.
  • Bromuro di vecuronio - destinato alla somministrazione endovenosa in corso grave della malattia.
  • Dioxonium - soluzione iniettabile nella vena. Il farmaco viene utilizzato solo in rianimazione contemporaneamente alla ventilazione artificiale dei polmoni.
  • Tubocurarina - somministrata per via endovenosa. Se inavvertitamente somministrato, può causare arresto respiratorio. È un broncodilatatore a lunga durata d'azione.

metilxantine

Questi sono agenti neurostimolanti. Tali broncodilatatori sono prescritti per l'asma bronchiale e agli ultimi stadi della malattia polmonare ostruttiva. Per la durata dell'esposizione, sono a corto raggio e prolungati. Rilassano lo strato muscolare dei bronchi di vari calibri, alleviano lo spasmo. I preparati di questo gruppo sono prescritti ai neonati dalla nascita per prevenire l'insufficienza respiratoria.

Nomi di droghe:

Farmaci β2-agonisti

I prodotti chimici stimolano i recettori che si trovano nelle cellule della mucosa bronchiale e producono espettorato. Partecipa al meccanismo di rilassamento della muscolatura liscia. I broncodilatatori di questo gruppo sono usati per eliminare gli attacchi di spasmo e soffocamento.

Gruppo di medicinali β2-agonisti:

Broncodilatatori combinati

I broncodilatatori combinati sono stati sviluppati per il trattamento di processi cronici nel tratto respiratorio inferiore. Sono nominati nella forma di inalazione, hanno una lunga azione. L'uso di farmaci di diversi gruppi aumenta l'efficacia del trattamento.

Farmaci ad azione combinata:

  • Berodual (ipratropium + fenoterol);
  • Seretide (fluticasone + salmeterolo);
  • Tevacomb (fluticasone + salmeterolo);
  • Symbicort (formoterolo + budesonide);
  • Foster (formoterolo + beclometasone);
  • Zenheyl (formoterolo + mometasone).

Effetti collaterali quando si usano i broncodilatatori

Durante il trattamento con broncodilatatori, i pazienti sviluppano effetti collaterali da vari organi interni e sistemi.

Da parte del sistema nervoso ci sono tali fenomeni negativi:

  • sudorazione eccessiva;
  • mal di testa, vertigini;
  • arrossamento improvviso del viso;
  • tremore delle membra;
  • violazione delle diverse fasi del sonno;
  • ansia, irritabilità;
  • rallentamento delle reazioni psicomotorie, effetto sedativo.

Da parte del tubo digerente si manifestano tali effetti collaterali:

  • nausea, voglia di vomitare;
  • bocca secca;
  • disturbi dispeptici, diarrea;
  • candidosi mucosa orale;
  • aumento di peso;
  • infiammazione faringea;
  • gastrite.

Con inalazione della soluzione in pazienti con reazioni locali negative, che si manifestano sotto forma di irritazione della mucosa del tratto respiratorio, bocca nasofaringea. I pazienti hanno una sensazione di bruciore, prurito alla laringe e alla gola, sensazione di sete, mal di gola e tosse riflessa.

I broncodilatatori per i bambini possono causare broncospasmo paradosso. Questo è un effetto collaterale che appare come l'opposta reazione imprevedibile a quella prevista dall'uso del farmaco. Questo aumenta lo spasmo dell'albero bronchiale, aumenta il tono dei muscoli del torace. Questi processi si verificano invece di rilassamento dei muscoli lisci e scheletrici e sollievo dell'ostruzione bronchiale.

In alcuni casi, i farmaci sono controindicati

I broncodilatatori non sono prescritti ai pazienti nella storia di cui esiste una grave patologia del sistema cardiovascolare:

  • aritmie gravi;
  • ipertensione;
  • storia di infarto miocardico;
  • angina pectoris;
  • fallimenti in base ai risultati del cardiogramma del cuore.

I farmaci sono controindicati nei disturbi della tiroide, diabete mellito di tipo 1 e 2 (somministrato per via parenterale).

Le medicine non sono prescritte per disturbi mentali acuti e gravi danni al sistema nervoso.

La controindicazione assoluta alla nomina di broncodilatatori è la gravidanza. Durante il periodo dell'allattamento al seno, le medicine sono prescritte secondo le indicazioni rigorose del medico, il trattamento è effettuato sotto controllo regolare.

Con cautela, i farmaci vengono prescritti a pazienti con fame cronica di ossigeno, che è il più delle volte associata a insufficienza respiratoria.

Si sconsiglia di assumere simultaneamente soluzioni ormonali, diuretiche, simpaticomimetiche (vasocostrittori per uso topico - Galazolin, Xymelin, Nazivin, Rinonorm, Tizin, Farmazolin).

Broncodilatatori per bronchite, asma, BPCO sono prescritti a pazienti di tutte le età. I farmaci svolgono diverse funzioni. Sono prescritti per il trattamento dei processi bronchiali cronici esacerbati. In alcuni casi, vengono utilizzati come agenti profilattici che impediscono lo sviluppo di attacchi di asma, ad esempio durante la fioritura di piante che causano allergie. Molte soluzioni per la somministrazione parenterale sono dispositivi di emergenza per broncospasmo grave. Nei neonati, i broncodilatatori riducono il rischio di sviluppare apnea (trattenere o smettere di respirare).

Elenco dei farmaci broncodilatatori e raccomandazioni per il loro uso

I farmaci broncodilatatori (broncodilatatori) sono un gruppo farmacologico di farmaci sintomatici che non solo contribuiscono all'eliminazione dei broncospasmi, ma possono anche essere utilizzati nel trattamento di patologie quali la broncopneumopatia cronica ostruttiva e l'asma bronchiale.

I farmaci in questo gruppo sono farmaci di prima linea che vengono utilizzati nel corso della terapia complessa della malattia polmonare ostruttiva cronica. Tra questi, la preferenza è data a beta2-adrenomimetikam e anticolinergici. La selezione dei mezzi giusti per voi viene effettuata tenendo conto della disponibilità di un particolare farmaco, della sensibilità individuale dei pazienti ai principi attivi, nonché della tollerabilità del farmaco.

Cos'è il broncodilatatore

Farmaci broncodilatatori che aiutano a eliminare la mancanza di respiro, i segni di soffocamento e gli spasmi delle vie respiratorie.

Questo gruppo di farmaci non influisce sulla causa dello sviluppo del broncospasmo, tuttavia, colpisce il tono muscolare dei bronchi. La terapia con l'uso di farmaci broncodilatatori con esposizione prolungata a base di formoterolo, salmeterolo, tiotropio bromuro è raccomandata per la BPCO con decorso grave ed estremamente grave.

Per quali malattie sono usate?

Indicazioni per l'uso di farmaci dal gruppo di broncodilatatori a breve durata d'azione (recettori beta2-adrenergici) sono il trattamento dell'asma e di altre condizioni associate allo sviluppo di ostruzione delle vie aeree.

I beta2-adrenorecettori prolungati vengono utilizzati nel corso del trattamento complesso dell'ostruzione bronchiale reversibile: tra questi, per eliminare gli attacchi di asma che si verificano durante la notte e dopo l'esercizio.

Tali farmaci non sono usati per eliminare gli attacchi acuti di soffocamento. Il loro compito principale è l'azione preventiva, il controllo prolungato sui sintomi dell'asma bronchiale.

M-holinoblokatory nominato con ostruzione bronchiale reversibile, così come ostruzione parzialmente reversibile, che accompagna la bronchite cronica.

Indicazioni per l'uso di derivati ​​della xantina sono broncospasmo acuto e grave ostruzione bronchiale prolungata, malattie polmonari ostruttive, compresa l'asma bronchiale.

Tipi di droghe e loro effetti

Una lista moderna di farmaci broncodilatatori è la seguente:

  • Le metilxantine (derivati ​​delle purine) comprendono farmaci a esposizione breve e di lunga durata che includono teofillina.
  • L'uso di beta2-adrenomimetici contribuisce alla fornitura di un'esposizione sia a breve che a lungo termine. Tali farmaci possono essere usati per inalazione, per via orale e per via parenterale. I broncodilatatori a lunga durata d'azione aiutano a rilassare la muscolatura liscia dei bronchi, sopprimono le reazioni infiammatorie, riducono l'iperattività bronchiale e aumentano la produzione di tensioattivo (tensioattivi che rivestono gli alveoli dei polmoni dall'interno).
  • Per anticolinergici m (anticolinergici) sono inclusi i farmaci destinati esclusivamente all'uso per inalazione, che possono differire nell'esposizione a breve ea lungo termine. L'efficacia farmacologica degli anticolinergici M è dovuta alla loro capacità di bloccare gli effetti dell'acetilcolina (un neurotrasmettitore responsabile dell'implementazione della trasmissione neuromuscolare) sui recettori localizzati nella regione delle principali vie aeree.
  • Può anche essere raccomandato l'uso di cromoni - stabilizzatori di mastociti. L'uso regolare di inalazione aiuta a ridurre la frequenza degli attacchi nell'asma bronchiale, riduce il dosaggio di altri farmaci usati (corticosteroidi sistemici, broncodilatatori).

La scelta di un medicinale adatto deve essere affidata a uno specialista qualificato, che terrà conto dell'età, delle indicazioni per l'uso del medicinale e delle caratteristiche individuali del paziente.

Stimolanti adrenorecettori

Gli stimolanti selettivi beta2-adrenorecettori sono farmaci che promuovono:

  1. Fornire effetti a breve termine a base di salbutamolo, terbutalina e fenoterolo.
  2. Il rendering dell'effetto prolungato è promosso da farmaci a base di salmeterolo (Serevent, Salmeter), formoterolo (Foradil, Oxis Turbuhaler, Atimos).

Gli effetti broncodilatatori dopo l'uso di farmaci a base di formoterolo si verificano rapidamente, il che rende possibile il loro utilizzo nello sviluppo di broncospasmi.

Uso di Salbutamol

Il salbutamolo è caratterizzato da un breve periodo di effetti farmacologici, pertanto non è raccomandato l'uso per prevenire lo sviluppo di un attacco d'asma. È presentato in farmacia sotto forma di polvere o aerosol per inalazione, nonché compresse e sciroppo.

Nella maggior parte dei casi, i farmaci broncodilatatori a base di salbutamolo sono utilizzati per le malattie dell'apparato respiratorio, accompagnate dalla condizione spastica dei bronchi.

Per eliminare l'attacco iniziale di soffocamento, si raccomanda di iniettare 1-2 dosi del medicinale sotto forma di un aerosol. In caso di malattia grave e mancanza di adeguati effetti farmacologici, si raccomanda l'inalazione ripetuta di 2 dosi di farmaco.

Serevent

Disponibile sotto forma di aerosol a dose controllata per inalazione, che può essere utilizzato da pazienti di età superiore ai 4 anni.

Il dosaggio massimo è di 4 inalazioni due volte al giorno. Se non si segue il dosaggio raccomandato, possono svilupparsi tachicardia e mal di testa.
Per ottenere l'effetto terapeutico ottimale del farmaco si consiglia di utilizzare sistematicamente, sotto la supervisione di un medico.
Come antidoto, è possibile utilizzare bloccanti beta-adrenorecettori cardioselettivi.

M-holinoblokatory

Questo gruppo di farmaci broncodilatatori dimostra una maggiore efficacia durante la complessa terapia della bronchite. Tali farmaci sono i farmaci di scelta durante lo sviluppo:

  • Asma della tosse, ostruzioni bronchiali causate da sforzo fisico, improvvisi sbalzi di temperatura.
  • "Asma umido".
  • "Asma recente", il cui sviluppo è osservato nei pazienti di età più avanzata. In questo caso, espettoranti e mucolitici sono prescritti insieme a M-holinoblokatorami.

Oltre all'effetto rilassante sui muscoli dei bronchi, l'uso di farmaci in questo gruppo contribuisce allo sviluppo di reazioni collaterali indesiderate sotto forma di:

  • Arrossamento della pelle
  • Estensioni degli alunni
  • Aumento del numero di battiti cardiaci.
  • Secchezza delle membrane mucose nel rinofaringe e nel tratto respiratorio superiore.
  • Inibizione della funzione di evacuazione dei bronchi: diminuzione della funzione secretoria delle ghiandole bronchiali e motilità delle ciglia dell'epitelio.

L'elenco di M-holinoblokatorov comprende farmaci a base di ipratropio bromuro (Atrovent, Iprovent) e tiopropio bromuro (Tiotropium-nativo, Spiriva).

Usando Spiriva

Disponibile sotto forma di capsule con polvere per inalazione, che vengono utilizzate durante il trattamento di mantenimento di pazienti con BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva), inclusa bronchite cronica ed enfisema.

Il farmaco è controindicato nel 1 ° trimestre di gravidanza, nei 2 e 3 trimestri - solo nei casi in cui il beneficio previsto per la madre superi il rischio per il feto.

Il farmaco è destinato alla somministrazione per inalazione utilizzando un dispositivo HandiHaler appositamente sviluppato. La capsula non deve essere ingerita.

Derivati ​​della xantina

Le metilxantine includono farmaci a base di teofillina. Questo componente è un broncodilatatore, che è prescritto per le ostruzioni bronchiali reversibili, che aumenta la capacità contrattile dei muscoli respiratori, compreso il diaframma, impoverito da un'ostruzione bronchiale prolungata.

I farmaci a base di teofillina sono utili in quanto sotto la loro influenza, l'aumento della pressione nella circolazione polmonare diminuisce, vale a dire. diminuzione di ipertensione polmonare è stata osservata.

Nella medicina moderna, la teofillina nella sua forma pura non è assegnata ai pazienti. Questa sostanza fa parte dei medicinali combinati: Teofedrina N, Teopek, Teotarda, Retafila, Ventaxa.

Droghe combinate

L'uso di broncodilatatori con un effetto combinato è consigliabile per l'asma bronchiale e nel corso del trattamento complesso delle malattie polmonari ostruttive croniche.

I principi attivi dei farmaci migliorano mutuamente l'effetto terapeutico l'uno dell'altro, riducono il rischio di reazioni collaterali indesiderate.

Flomax

Disponibile sotto forma di soluzione per aerosol e nebulizzatore per inalazione, che contribuisce all'effetto broncodilatatore.

Prima di usare l'aerosol dosato, la bottiglia di medicina deve essere agitata e premuta due volte sul fondo. Per i pazienti di età superiore ai 6 anni, il dosaggio raccomandato è di 2 dosi iniettate.

Controindicazioni

I farmaci broncodilatatori del gruppo di recettori beta2-adrenergici a breve durata d'azione non sono raccomandati per l'uso con:

  • Insufficienza cardiaca.
  • Aritmia.
  • Ipertiroidismo.
  • Ipertensione.
  • Durante il periodo di gravidanza.

I farmaci destinati alla somministrazione parenterale non sono utilizzati per il diabete.
Il trattamento combinato richiede particolare cautela nella combinazione di farmaci broncodilatatori con farmaci del gruppo simpaticomimetico, corticosteroidi, diuretici e con farmaci a base di teofillina.

I derivati ​​della xantina sono controindicati nei pazienti con:

  • Ipertensione arteriosa severa.
  • Tireotossicosi.
  • Infarto miocardico acuto
  • Stati convulsi.
  • Disturbi del ritmo cardiaco: tachicardia parossistica, extrasistole ventricolare frequente.
  • Durante il periodo di gravidanza.

Si raccomanda di astenersi dall'uso di qualsiasi farmaco broncodilatatore se si è ipersensibili a componenti attivi o ausiliari.

Broncodilatatore combinato

1. Antischiuma: O2, passato attraverso alcool etilico, anti-fomosilano

2. Disidratazione: urea, mannitolo (w / w) - gr. Diuretico (diuretici osmotici).

3. Diuretici: furosemide (lasix), uregit (che è etacrombico)

4. Ganglioblocchi: benzoesano, pentamina

5. Glicosidi cardiaci: strofantina, Korglikon

6. Farmaci ormonali: prednisone (Glucocorticoidi gr.)

7. Farmaci: morfina, promedol, omnopon, fentanil

8. Nitrati: nitroglicerina

aumenta la tensione superficiale del fluido.

promuovere il trasferimento di fluido dagli alveoli ai capillari

il fluido viene escreto dal corpo, cioè

ristagno nella circolazione polmonare

dilata i vasi sanguigni, il sangue viene ridistribuito da mk a. in bk a

avere tagli del battito cardiaco

migliore circolazione sanguigna, ristagno

permeabilità capillare nei polmoni

la respirazione diventa rara e profonda

dilata i vasi periferici - fornisce deflusso di sangue da mk in bk a