Trattamento della tubercolosi polmonare negli adulti e nei bambini con compresse isoniazide, ecc.

Secondo le statistiche, la tubercolosi è tra le dieci principali cause di morte in tutto il mondo. Grazie alla strategia dell'OMS per l'eliminazione della tubercolosi, il tasso di morbilità sta gradualmente diminuendo a livello globale (circa il due per cento all'anno). Eppure, la tubercolosi continua ad essere il problema socio-medico più complesso e significativo.

La mortalità per tubercolosi è di circa 1,7 milioni di persone all'anno.

Prima della scoperta degli antibiotici, la tubercolosi era considerata una malattia assolutamente incurabile. Molti regimi terapeutici altamente efficaci per questa malattia sono stati sviluppati finora, tuttavia, molte forme di tubercolosi resistente ai farmaci multiresistenti presentano significative difficoltà per il trattamento.

A causa del rapido aumento della resistenza della tubercolosi da micobatteri ai farmaci antibatterici, tutti i trattamenti devono essere prescritti esclusivamente da uno specialista della tubercolosi, dopo un esame completo e il ricevimento delle colture per la suscettibilità del patogeno ai farmaci. Regolare in modo indipendente il trattamento, il dosaggio, il regime e la frequenza di somministrazione, così come interrompere il trattamento prima del tempo è severamente proibito.

Il trattamento della tubercolosi in casa rimedi popolari è inaccettabile. Le erbe, le infusioni, un metodo popolare su Internet - essiccato Medvedka per la tubercolosi polmonare non è efficace e non può sostituire una terapia completa anti-tubercolosi completa.

È necessario capire che i rimedi popolari per la tubercolosi polmonare negli adulti e nei bambini possono essere utilizzati solo in aggiunta al trattamento di rafforzamento generale prescritto dallo specialista della tubercolosi. Tutte le ricette e le erbe popolari per la tubercolosi possono essere utilizzate dopo aver consultato uno specialista della tubercolosi.

La tubercolosi è completamente trattata?

La tubercolosi è una malattia trattabile, ma devono essere considerati diversi fattori. Il Mycobacterium tuberculosis è un batterio diffuso e ha un alto livello di vitalità e capacità di adattarsi a vari fattori ambientali. In alcuni casi, la bacchetta Koch può passare dallo stato attivo a quello "dormiente", mentre diventa invulnerabile agli effetti degli antibiotici.

Inoltre, il batterio è in grado di produrre rapidamente resistenza ai farmaci utilizzati.

In particolare, un alto rischio di sviluppare tubercolosi resistente ai farmaci multiresistenti (insensibile alla maggior parte o tutti i noti farmaci antitubercolari) è osservato nei pazienti con HIV e nelle persone che dimenticano l'uso tempestivo di farmaci prescritti, l'interruzione del trattamento precoce, ecc.

È necessario capire che per una cura completa per la tubercolosi è necessario un farmaco a lungo termine e regolare. La cancellazione anticipata della terapia (con stabilizzazione del benessere del paziente) può causare la riattivazione dell'infezione e lo sviluppo di resistenza ai farmaci utilizzati.

Allo stesso tempo, se il paziente ha la tubercolosi aperta, può infettare altri con una malattia multi-resistente (i parenti del paziente sono principalmente a rischio).

La medicina della tubercolosi viene raccolta da uno specialista della tubercolosi in ospedale. Di norma, viene prescritto un trattamento complesso, comprendente da quattro a cinque farmaci. La durata del trattamento e gli schemi selezionati sono strettamente individuali.

Quante persone vivono con la tubercolosi allo scoperto

Con un trattamento tempestivo in ospedale, una buona sensibilità dei micobatteri e l'assenza di comorbidità, aggravando la gravità delle condizioni del paziente, la malattia è curabile.

Trattamento di tubercolosi ospedaliera

La forma aperta della tubercolosi è altamente contagiosa. A questo proposito, tutto il trattamento avviene in un dispensario di tubercolosi. La durata del trasferimento di un modulo aperto a uno chiuso è individuale e può variare da due a quattro o più mesi.

Anche la durata dell'ulteriore trattamento è individuale.

I pazienti con tubercolosi chiusa possono essere trattati a casa. In futuro, ai pazienti vengono prescritti trattamenti di supporto e termali.

Disabilità nella tubercolosi polmonare

Nella maggior parte dei casi, viene presa in considerazione la questione della registrazione della disabilità nella tubercolosi se il trattamento richiede più di dieci mesi. La decisione sull'assegnazione di un gruppo viene presa sulla base dei risultati delle competenze mediche e sociali. Il gruppo di disabilità assegnato a un paziente dipende dalla gravità della malattia e dal grado di disfunzione del corpo.

Le principali indicazioni per il riferimento all'ITU (competenze mediche e sociali) sono:

  • la durata del trattamento è superiore a 10-12 mesi;
  • l'apparizione di disturbi completamente o parzialmente irreversibili nelle funzioni del corpo, portando al fatto che il paziente ha bisogno di un cambiamento nelle condizioni di lavoro;
  • grave corso della malattia, accompagnato da disabilità e / o la necessità di un aiuto esterno (perdita di capacità di self-service);
  • la necessità del prossimo riesame, un cambiamento nella causa di disabilità precedentemente stabilita, un cambiamento nel gruppo precedentemente assegnato, la ricezione di raccomandazioni in merito all'ulteriore occupazione.

In base ai risultati della commissione medica, al paziente viene assegnato lo stato di invalidità temporanea o un gruppo di disabilità corrispondente alla gravità della sua condizione. L'assegnazione di pensioni sociali e lavorative a pazienti con tubercolosi è effettuata in accordo con il gruppo di disabilità ricevuto.

Come beneficio per i pazienti si basa:

  • registrazione di una lista malata per un periodo da nove a dodici mesi, con garanzia di conservazione del posto di lavoro;
  • registrazione delle prestazioni per l'assicurazione sociale;
  • fornitura di farmaci gratuiti dalla lista speciale dei farmaci anti-tubercolosi;
  • trattamento spa gratuito.

Dove lavorare dopo la tubercolosi

L'ammissione al lavoro dopo aver sofferto di tubercolosi è emessa dalla VCC (Medical Advisory Commission). L'ammissione a proseguire gli studi o il ritorno al lavoro è rilasciata a condizione:

  • completamento completo del ciclo di trattamento della tubercolosi;
  • nessun sintomo della malattia;
  • laboratorio confermato assenza di escrezione di batteri (tre analisi ad intervalli di 2-3 mesi);
  • mancanza di segni di riattivazione dei processi patologici.

I pazienti dopo la tubercolosi sono severamente vietati a lavorare nelle aree di:

  • assistenza sanitaria (ospedali, farmacie, laboratori, ecc.);
  • ristorazione;
  • istruzione e nelle istituzioni prescolari (asili, scuole, istituti, ecc.);
  • commercio.

Anche per i pazienti dopo la tubercolosi, il duro lavoro fisico, il lavoro che comporta il contatto con polvere, sostanze chimiche, polvere di carbone, aria calda (lavoro in officina), servizio notturno, ecc. È controindicato.

I pazienti dopo la tubercolosi possono lavorare come ragionieri, statistici, programmatori, economisti, lavorando da casa o in officine presso un dispensario della tubercolosi, officine di riparazione, ecc.

Trattamento della tubercolosi polmonare negli adulti

Per ottenere la massima efficacia, la terapia deve essere tempestiva, combinata, rigorosamente controllata e regolare (saltare il farmaco è inaccettabile), lunga e abbastanza intensiva, passo dopo passo, e anche prescritta tenendo conto della sensibilità dei micobatteri ai farmaci antibatterici utilizzati.

Il PTP (farmaci anti-TB) può essere diviso in tre gruppi:

  • Farmaci di classe A (i farmaci più efficaci) - I preparati di isoniazide (le pillole di tubercolosi isoniazide sono tra i farmaci più efficaci e frequentemente prescritti) e la rifampicina;
  • farmaci di classe B (farmaci di media efficacia) - farmaci di streptomicina, etambutolo, pirazinamide, etionamide, kanamicina, cicloserina, viomicina;
  • farmaci di classe C (farmaci a basso rendimento).

I principali farmaci usati nei regimi classici comprendono isoniazide (H), rifampicina (R), etambutolo (E), streptomicina (S), pirazinamide (Z).

La riserva di seconda linea sr-m include preparazioni di tioacetozone (T), protionamide (Pt), etionamide (Et), kanamicina (K), amikacina (A), capreomicina (cappuccio), cicloserina (Cs), rifabutina (Rb), PAS (PAS), fluorochinoloni (Fq), amikacina (Am), ecc.

Lo schema classico per la tubercolosi è la nomina di isoniazide, rifampicina, pirazinamide, etambutamolo e streptomicina (H, R, Z, E, S). In questo caso, la streptomicina viene utilizzata per un ciclo non superiore a due mesi. Puoi anche prescrivere una combinazione di RHZE o RHZ. Per i corsi di supporto è prescritta una combinazione di rifampicina e isoniazide.

Per comodità, mezzi combinati spesso usati:

  • Rifater (isoniazide, rifampicina e pirazinamide);
  • rifampicina, isoniazide e etambutamolo e altri farmaci.

Trattamento della tubercolosi nei bambini

Il trattamento di tubercolosi nei bambini è effettuato in un modo simile (di regola - HRZE). I dosaggi sono calcolati in base al peso del paziente.

Oltre alla chemioterapia della tubercolosi, la terapia del collasso (creazione di pneumotorace artificiale e pneumoperitoneo), la toracoplastica, fibrobronchoscopia terapeutica, esercizi di fisioterapia, ginnastica respiratoria (per tubercolosi, ginnastica respiratoria Bolotov, ecc.) Può essere utilizzata per trattare bambini e adulti.

Chirurgia per la tubercolosi polmonare

La chirurgia viene utilizzata in aggiunta alla chemioterapia. Per il trattamento della tubercolosi si può applicare:

  • toracoplastica (rimozione delle costole);
    pneumolisi (creazione di una cavità artificiale con una bolla di gas, ma oggi è usata raramente);
  • chirurgia sui nervi periferici, al fine di modificare la circolazione sanguigna e la circolazione linfatica nei polmoni;
  • resezione dei polmoni colpiti;
  • decorticazione e pleuroectomia;
  • kavernotomii;
  • operazioni per fermare l'emorragia polmonare.

Il trattamento della tubercolosi dopo l'intervento chirurgico continua secondo regimi chemioterapici precedentemente prescritti.

Trattamento di rimedi popolari di tubercolosi - gli schemi più efficaci

I pazienti chiedono spesso al medico della tubercolosi se è possibile mettere i cerotti di senape con la tubercolosi, usare le erbe e possono sostituire il trattamento farmacologico? No. Tutto il trattamento dovrebbe essere completo, lungo e individuale. Senza antibiotici, la tubercolosi non viene trattata.

Nonostante il fatto che la terapia antibiotica a lungo termine sia irta di varie complicanze, in questo caso è un rischio ragionevole. Il ritiro precoce dei farmaci può portare allo sviluppo di una forma della malattia completamente resistente ai farmaci.

Nessun rimedio popolare può curare la tubercolosi. Uso di miele con aloe, pesce, tasso, grasso d'orso, tinture a base di erbe, ecc. non sono una terapia patogenetica della tubercolosi. Tutti questi strumenti possono essere considerati solo come un supplemento di rafforzamento generale del regime di trattamento antibiotico prescritto dal medico.

Inoltre, per accelerare il recupero, è raccomandata una dieta ipercalorica completa, il riposo, il rifiuto di assumere alcol e fumare e assumere integratori multivitaminici.

Conseguenze della tubercolosi

Le conseguenze della malattia si dividono in complicanze della tubercolosi durante la fase attiva della malattia e le conseguenze del trattamento a lungo termine con farmaci antitubercolari e chirurgia (la toracoplastica per tubercolosi è utilizzata nelle malattie gravi, in aggiunta alla chemioterapia).

Le complicanze della tubercolosi polmonare possono essere:

  • sviluppo di insufficienza cardiopolmonare;
  • la comparsa di emottisi o emorragia polmonare;
  • lo sviluppo di pneumotorace spontaneo;
  • la formazione di pleurite tubercolare, empiema, atelettasia, ecc.;
  • l'aggiunta di tubercolosi extrapolmonare (meningite tubercolare, danno ai linfonodi mesenterici, ecc.)
  • disabilità a causa di alterazioni residue nei polmoni (fibroso, fibroso-focale, bolloso-distrofico, cirrotico, pleuropneumoskleroticheskie, ecc.), nonché a causa di alterazione della funzione respiratoria dopo il trattamento chirurgico (rimozione di una parte del polmone, ecc.);
  • sviluppo della tubercolosi secondaria, ecc.

Va anche notato che dal momento che la terapia patogenetica per la tubercolosi può

occorrono più di un anno (la durata del trattamento dipende dalla gravità della malattia e dalla sensibilità del micobatterio tubercolare agli antibiotici). I pazienti spesso hanno vari effetti collaterali da una terapia antimicrobica prolungata ed intensa:

  • reazioni allergiche;
  • disturbi del fegato e dei reni;
  • ittero;
  • disturbi del tratto gastrointestinale;
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • l'aggiunta di infezioni fungine;
  • problemi nel concepire e trasportare un bambino;
  • dolore nei muscoli e nelle articolazioni;
  • mal di testa, vertigini;
  • tinnito;
  • disbiosi grave;
  • la debolezza;
  • costante aumento della temperatura;
  • ansia, insonnia, disturbi depressivi;
  • cambiamenti nell'emogramma (leucocitopenia, neutropenia, trombocitopenia);
  • disturbi emorragici, ecc.

Per ridurre il rischio di effetti collaterali, tutti gli antibiotici per la tubercolosi dovrebbero essere presi sotto il controllo di parametri di laboratorio di fegato, reni, coagulazione del sangue, ecc.

Tubercolosi e infezione da HIV

L'infezione da HIV e la tubercolosi si aggravano a vicenda. Va notato che è stata l'epidemia di HIV alla fine del secolo scorso a diventare la causa principale del rapido aumento dell'incidenza della tubercolosi in tutto il mondo.

Attualmente, l'HIV rimane il principale fattore di rischio per lo sviluppo di adulti e bambini con tubercolosi. Secondo le statistiche, l'infezione più comune che porta alla morte dei pazienti con HIV è la tubercolosi.

Allo stesso tempo, ci sono due opzioni per combinare queste infezioni:

  • l'adesione della tubercolosi in pazienti con HIV o sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS);
  • adesione di HIV o AIDS in pazienti con tubercolosi attiva o esacerbazione del processo dopo la fine del trattamento.

L'alta incidenza della tubercolosi nei pazienti con HIV suggerisce che se un virus dell'immunodeficienza umana è danneggiato nel sistema immunitario, una infezione post-tubercolosi latente che era precedentemente presente nel paziente, ma è trattenuta dalla sua stessa immunità, viene riattivata.

A causa di danni al sistema immunitario dell'HIV, così come la compromissione della differenziazione delle cellule dei macrofagi e la formazione di specifici tessuti di granulazione, i pazienti con tubercolosi nelle fasi avanzate dell'HIV potrebbero non formare granulomi specifici della tubercolosi.

La gravità della tubercolosi dipende dallo stadio dell'HIV. Più piccole sono le cellule CD4 nel sangue del paziente, più veloce e più difficile è il danno ai polmoni.

Una caratteristica specifica dello sviluppo della tubercolosi nei pazienti affetti da AIDS è il suo sviluppo maligno e fulminante, la rapida progressione del decadimento polmonare nella tubercolosi, la tendenza a gravi reazioni necrotiche e la frequente aggiunta di tubercolosi extrapolmonare (meningite tubercolare, danno ai linfonodi mesenterici, ecc.) e l'inefficacia o l'inefficacia del trattamento anti-tubercolosi prescritto.

Quante persone convivono con l'HIV e la tubercolosi?

Quando si uniscono alla tubercolosi sensibile alla terapia antibiotica nelle prime fasi dell'HIV, se si utilizza un trattamento antiretrovirale e anti-tubercolosi adeguato, i pazienti possono vivere per 10, 20 o più anni (i periodi sono individuali).

Per le forme multi-resistenti di tubercolosi o l'accesso alla tubercolosi già negli stadi avanzati dell'AIDS (la tubercolosi allo stadio di disintegrazione in tali pazienti è caratterizzata da un corso maligno fulminante), così come la non conformità con i regimi terapeutici prescritti - una prognosi sfavorevole (meno di un anno).

Articolo preparato
dottore di malattie infettive Chernenko A.L.

Affida i tuoi professionisti della salute! Prendi un appuntamento per vedere il miglior dottore della tua città in questo momento!

Un buon dottore è uno specialista in medicina generale che, sulla base dei suoi sintomi, farà la diagnosi corretta e prescriverà un trattamento efficace. Sul nostro portale puoi scegliere un medico delle migliori cliniche di Mosca, San Pietroburgo, Kazan e altre città della Russia e ottenere uno sconto fino al 65% alla reception.

* Premendo il pulsante si accede a una pagina speciale del sito con un modulo di ricerca e si registra sul profilo specialistico che ti interessa.

* Città disponibili: Mosca e regione, San Pietroburgo, Ekaterinburg, Novosibirsk, Kazan, Samara, Perm, Nizhny Novgorod, Ufa, Krasnodar, Rostov-on-Don, Chelyabinsk, Voronezh, Izhevsk

Trattamento della tubercolosi polmonare

Cause della tubercolosi polmonare

La tubercolosi dei polmoni è una lesione infettiva del tessuto polmonare della specie Mycobacterium tuberculosis mycobacterium, noto anche come bacillo di Koch. L'infezione avviene attraverso goccioline trasportate dall'aria durante una conversazione con un paziente, la sua tosse e starnuti. Spesso dopo tale contatto si verifica la tubinificazione, un decorso asintomatico della malattia, il 10% dei quali diventa attivo sotto l'influenza di fattori negativi. Diverse forme aperte e chiuse di tubercolosi. Nella forma aperta, i micobatteri si trovano nelle secrezioni naturali del paziente, che non si verificano quando sono chiusi e, pertanto, i pazienti con la forma chiusa della tubercolosi non sono epidemiologicamente pericolosi. Le forme aperte e molto pericolose di tubercolosi comprendono anche quelle in cui i micobatteri non sono isolati, ma i segni disponibili di combinare il punto focale della malattia e l'ambiente esterno, quali una cavità polmonare, la tubercolosi bronchiale, la fistola bronchiale o toracica, la tubercolosi del tratto respiratorio superiore.

La causa della tubercolosi polmonare si trova solo nell'infezione con la bacchetta di Koch, in un gruppo separato è necessario distinguere le circostanze che predispongono alla malattia:

  • avverse condizioni sociali e ambientali della vita;
  • la malnutrizione;
  • alcolismo, fumo, tossicodipendenza;
  • immunità ridotta, così come HIV / AIDS;
  • lo stress;
  • la presenza di malattie concomitanti.

Quando la tubercolosi polmonare causa sintomi, è:

  • tosse prolungata - inizialmente secca, e successivamente trasformata in umida, a volte con emottisi, che appare nelle fasi successive;
  • aumento della temperatura corporea - inizialmente a subfebbrile, e dopo a 38-39 ° C;
  • febbre, debolezza;
  • sudorazioni notturne e mancanza di respiro;
  • mancanza di appetito e significativa perdita di peso corporeo.

Come trattare la tubercolosi polmonare?

La diagnosi di tubercolosi polmonare si basa sui risultati della fluorografia (raggi X) e il danno polmonare può essere valutato dai risultati della tomografia computerizzata. In presenza di tosse produttiva, l'analisi dell'espettorato è possibile determinare le varietà di microflora patogena e condurre un test di sensibilità al farmaco, dopo di che diventa possibile prescrivere il trattamento stesso.

Il trattamento della tubercolosi polmonare è un processo lungo e complesso. Il successo della terapia dipende da molti fattori: l'immunità generale del paziente e le particolarità dello sviluppo di questa malattia in lui, l'adeguatezza della terapia prescritta e l'osservanza del regime terapeutico. In parallelo con il corso principale dei farmaci, al paziente vengono prescritti esami regolari (fluorografia, esami del sangue, ecc.) Al fine di monitorare l'efficacia del trattamento, determinare la probabilità di effetti collaterali e, se necessario, regolare la terapia.

Il trattamento della tubercolosi avviene attraverso la chemioterapia e la chemioterapia. I farmaci da prescrizione sono spesso effettuati in un complesso, in cui l'effetto di un farmaco è supportato dall'azione di un altro. Il trattamento combinato può essere rappresentato da tre, quattro o cinque componenti, la cui adeguatezza è determinata dal medico curante in ciascun caso specifico. La scelta dei farmaci e il metodo di trattamento sono determinati dalla gravità della malattia, dalla sensibilità e resistenza a determinati farmaci, nonché dall'estensivo della lesione da tubercolosi. Il gruppo di farmaci aggiuntivi per il trattamento della tubercolosi comprende immunomodulatori, glucocorticosteroidi ed epatoprotettori.

La mancanza di trattamento o la sua interruzione determina la diffusione dell'infezione nel tessuto del pericardio, e attraverso il sangue la malattia raggiunge il cervello, le ossa e altri organi, il cui trattamento è ancora più lungo e più complesso.

Meno comunemente, ma effettuato, il trattamento della tubercolosi polmonare con metodi come pneumotorace artificiale e chirurgia.

Quali malattie possono essere associate

  • HIV / AIDS
  • Malattie polmonari croniche e progressive
  • diabete mellito
  • Ulcera duodenale
  • Ulcera peptica

Trattamento della tubercolosi polmonare a casa

Il trattamento della tubercolosi polmonare può verificarsi anche a casa, tuttavia, se il benessere si deteriora, la terapia fallisce, o le raccomandazioni del medico del paziente non vengono seguite, è consigliabile che il paziente venga ricoverato in ospedale sotto il monitoraggio 24 ore su 24 del personale medico. È importante seguire con precisione tutte le sfumature della terapia prescritta e sottoporsi a un trattamento a lungo termine e costoso. Altrimenti, è altamente probabile che il corpo sia infetto da bacilli tubercolari resistenti, l'infezione si diffonda ad altri organi e sistemi, nel qual caso il successo del trattamento è altamente discutibile.

Quali farmaci per curare la tubercolosi polmonare?

  • amikacina
  • isoniazide
  • kanamicina
  • capreomicina
  • Acido para-aminosalicilico
  • pirazinamide
  • protionamid
  • rifabutina
  • rifampicina
  • streptomicina
  • tubazid
  • ftivazid
  • cycloserine
  • etionamide

Trattamento della tubercolosi polmonare con metodi tradizionali

Ci sono ferventi sostenitori dei metodi di trattamento popolari, ma la tubercolosi è la malattia in cui è meglio usare ricette popolari in parallelo con il corso delle droghe. L'efficacia dimostra l'uso di droghe.

Combina 2 parti delle radici di Potentilla erette e l'abitante della serpentina, l'erba dell'alpinista del germoglio e le foglie di trifoglio, 3 parti di erba di grano e la borsa del pastore, 4 parti di assenzio; 3 cucchiai. preparare la miscela ottenuta in ½ litro di acqua bollente e lasciarla in un thermos per una notte; fatica la mattina e prendi tre set durante il giorno.

2 cucchiai. posizionare le lettere del medicinale in una ciotola di smalto e versare un bicchiere d'acqua; portare ad ebollizione e far bollire per 5 minuti a fuoco basso, altri 30 minuti per insistere sotto il coperchio, togliendo dal fuoco; nel brodo filtrato aggiungere 2 cucchiai. porto e prendere 1/3 di tazza tre volte al giorno mezz'ora prima dei pasti.

Un bicchiere di boccioli di betulla secca versa la stessa quantità di alcol medicale, insistono per due giorni; aggiungere 2 bicchieri di miele, mescolare bene con un cucchiaio di legno e lasciare per 9 giorni; infusione e prendere 1 cucchiaio. tre volte al giorno, mezz'ora prima dei pasti.

Trattamento della tubercolosi polmonare durante la gravidanza

La presenza di una diagnosi come la tubercolosi polmonare dovrebbe essere un motivo per rinviare la gravidanza fino al recupero. Tuttavia, la tubercolosi viene spesso diagnosticata in una donna già incinta. La gravidanza stessa può provocare sia una esacerbazione della malattia, sia una stabilizzazione della condizione, tuttavia, la donna dovrebbe essere sotto l'attenta supervisione di un fisiologo e ostetrico-ginecologo per l'intero periodo. La decisione sulla conservazione della gravidanza è presa dalla donna, guidata dalle raccomandazioni dello specialista della TB in attesa, che identificherà tutti i potenziali rischi. I farmaci di scelta in caso di decisione positiva saranno rifampicina, tubazid, isoniazide. Il controllo dello stato della donna viene effettuato durante la gravidanza e anche dopo la dimissione dall'ospedale di maternità, quando al bambino viene somministrato un test alla tubercolina e, con un risultato negativo, la vaccinazione BCG.

Il trattamento più efficace per la tubercolosi!

La tubercolosi è una malattia sociale che l'umanità non è stata in grado di sconfiggere finora.

L'infezione ha la capacità di adattarsi ai farmaci antibiotici, attraverso i quali il trattamento ha precedentemente portato a un risultato positivo.

Ma al giorno d'oggi, i medici sono alla ricerca di nuovi metodi per affrontare questa malattia. L'efficacia del metodo scelto dipende dal fatto che il paziente possa sconfiggere la malattia o meno.

Come trattare la tubercolosi oggi, l'efficacia dei metodi, il modo migliore per eliminare la malattia

Solo un medico può prescrivere un'efficace terapia della malattia. Non dovresti auto-medicare, a causa di ciò, si può perdere tempo prezioso.

Oggi ci sono diversi tipi di trattamento per l'infezione da tubercolosi:

  1. farmacologico: con mezzi farmaceutici;
  2. pathogenetic - un metodo che combina il trattamento della tubercolosi con altre malattie, contemporaneamente a ciò che si verifica nel corpo;
  3. un intervento chirurgico;
  4. kollapsologichesky.

È importante! Per sconfiggere la malattia, è necessario che i seguenti specialisti cooperino strettamente: un medico della tubercolosi, i medici generici, un'infermiera specializzata. Anche il paziente stesso deve essere pronto a riprendersi.

Trattamento farmacologico

Con lo sviluppo della malattia e la proliferazione di germi, l'infezione si diffonde nel sangue, nella linfa e nei bronchi. Nel cuore dell'infiammazione coesistono diverse popolazioni di micobatteri tubercolari. Differiscono nella loro posizione e attività metabolica. Con un'attività molto elevata, il numero di batteri è maggiore rispetto a una situazione normale e anche l'attività del loro metabolismo è elevata. Tenendo conto di tutti questi fattori, la terapia farmacologica è divisa in due periodi:

  1. L'iniziale Include un corso intensivo di trattamento che porta alla soppressione rapida di microbi con un alto tasso metabolico.
  2. Finale. I mezzi sono usati per sopprimere i microrganismi rimanenti con un basso livello di metabolismo.

Ci sono quattro regimi chemioterapici per la tubercolosi. Differiscono nel numero di farmaci usati, nella durata delle fasi, nella combinazione di sostanze farmaceutiche.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità sta dividendo i farmaci antitubercolari attraverso la prima e la seconda fila. Sono anche chiamati primari e di backup.

I farmaci di prima linea sono più attivi. Provocano meno resistenza ai farmaci e sono più facilmente tollerabili. Se i farmaci principali non danno il risultato desiderato, collegare i farmaci di backup.

In Russia, tutti i fondi per l'infezione da tubercolosi sono suddivisi in tre file di farmaci:

  1. Di base (farmaci della prima riga). Sono i più efficaci e hanno meno tossicità.
  2. Prenota farmaci. Sono utilizzati nei casi in cui è impossibile utilizzare farmaci del primo gruppo a causa della loro intolleranza da parte del paziente o della resistenza da parte dei batteri.
  3. Medicamenti 3 righe. Questi includono quei farmaci la cui efficacia non è stata dimostrata in modo convincente, ma le osservazioni empiriche e gli esperimenti sugli animali hanno dato risultati sufficienti. Sono usati solo quando è impossibile usare le droghe 1 e 2 righe.

Strumenti della prima riga

Sono usati per quei pazienti nei quali la tubercolosi è stata diagnosticata per la prima volta e non ci sono altre patologie. Le medicine devono bere rigorosamente in programma, senza perdere una dose. I farmaci sono prodotti sotto forma di compresse e ampolle per iniezioni.

Foto 1. Imballaggio del farmaco Pirazinamide sotto forma di compresse con un dosaggio di 500 mg. Produttore "Versa Pharm".

Alcuni di questi farmaci sono:

  • Inoziazid;
  • rifampicina;
  • Etamubol;
  • streptomicina;
  • Pirazinamide.

Attenzione! L'assunzione incontrollata di preparati farmaceutici non darà il risultato desiderato, ma aumenterà la probabilità di morte, causerà ricadute e resistenza dei pazienti ai farmaci.

Nonostante l'alta efficienza, i farmaci hanno i loro effetti collaterali. Ecco alcuni di loro:

  • eruzione cutanea;
  • dolore articolare;
  • aumento delle tossine nel fegato;
  • diminuzione dell'appetito;
  • nausea;
  • dolore addominale;
  • aumento delle feci;
  • la cecità;
  • epilessia;
  • atrofia dei nervi del sistema visivo.

Farmaco 2 righe

Sono utilizzati con il monitoraggio costante degli indicatori microbiologici dell'espettorato e la dinamica del decorso della malattia, al fine di comprendere quanto sia efficace il trattamento.

L'elenco include:

Questi rimedi hanno anche effetti collaterali:

  • nausea;
  • dolore addominale;
  • voglia di vomitare;
  • disturbi mentali;
  • danno renale;
  • digestione compromessa;
  • deterioramento nel sistema ematopoietico.

Foto 2. Confezionamento del farmaco Cicloserina in forma di capsule con un dosaggio di 250 mg. Nel pacchetto di 50 capsule.

Medicamenti 3 righe

Nonostante il fatto che questi farmaci non hanno superato gli studi clinici, sono stati usati con successo per il trattamento degli animali.

Questi includono:

  • PASK (acido para-aminosalicilico);
  • Tiacetazone.

Il trattamento dell'infezione da tubercolosi attiva con l'aiuto di compresse può essere utilizzato per tutte le sue forme, fasi e qualsiasi posizione nel corpo. Tuttavia, il loro grave inconveniente è la presenza di numerose controindicazioni ed effetti collaterali.

Trattamento patogenetico dell'infezione da tubercolosi

Questo metodo di trattamento è associato alla correzione dei disturbi funzionali causati da sostanze tossiche secrete dalla tubercolosi micobatterica.

Il metodo include:

  • aderenza alla modalità di movimento (esercizio terapeutico);
  • ricevimento di piatti medici;
  • rimozione delle tossine dal corpo;
  • l'uso di ormoni;
  • correzione dei disturbi immunitari;
  • riposo a letto (nei casi più gravi).

Il ruolo principale è svolto dalla nutrizione terapeutica, migliora il metabolismo. Per lo smaltimento completo delle tossine irradiare per via endovenosa il sangue con un laser e utilizzare la plasmaferesi.

Il trattamento patogenetico è usato per sopprimere le infezioni che hanno una pronunciata reazione essudativa dei tessuti. In questo caso, i cambiamenti della natura infiammatoria di se stessi causano ansia per le condizioni del paziente e il tessuto connettivo si forma in volumi eccessivi. Il trattamento può essere utilizzato per combattere l'infezione lenta e la tubercolosi miliare nella fase acuta, la meningite tubercolare, le reazioni allergiche ai farmaci della tubercolosi.

Anche il trattamento patogenetico non è l'ideale per tutti i pazienti. Ha controindicazioni:

  • tubercolosi polmonare nella fase acuta;
  • estesa infezione fibro-cavernosa e cirrotica;
  • tosse con sangue;
  • tubercolosi in combinazione con malattie come: cardiopatia ischemica, insufficienza dell'attività cardiaca di secondo o terzo grado, il processo di formazione del tumore, tireotossicosi.

I preparati di proprietà patogenetiche hanno anche effetti collaterali:

  • stati convulsi;
  • insonnia;
  • mancanza di energia;
  • dolore alla testa;
  • sanguinamento nell'utero;
  • insufficienza renale;
  • cambiamenti nella composizione del sangue;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • il diabete.

Trattamento della tubercolosi polmonare con metodi di chirurgia e terapia di collasso

I metodi di chirurgia sono prescritti nei casi in cui altri mezzi sono stati inefficaci, i pazienti hanno gravi complicanze o cambiamenti nei tessuti di proprietà irreversibili.

Per il trattamento dell'infezione utilizzando diversi tipi di chirurgia:

  • resezione polmonare e pneumonectomia;
  • toracoplastica;
  • riempimento extrapleurico;
  • intervento chirurgico alla caverna.

Questi sono solo alcuni dei mezzi di chirurgia usati per trattare l'infezione da tubercolosi. In alcuni casi, per il trattamento dell'infezione da tubercolosi con pneumotorace artificiale. Iniettato nel gas dei polmoni, che comprime i polmoni interessati. Ciò porta ad una diminuzione dell'elasticità del polmone e delle cavità di decadimento. Con l'aiuto dell'emostasi e della linfostasi, rallentano l'assorbimento di sostanze tossiche e la diffusione di micobatteri che causano infezioni.

Aiuto. Per quei pazienti in cui la tubercolosi attiva è stata rilevata per la prima volta, la chirurgia è prescritta nel 15% dei casi.

Va ricordato che la chirurgia di qualsiasi tipo mette a rischio lo stato del paziente. Nel peggiore risultato, il paziente potrebbe morire. Ma nella maggior parte dei casi si verifica il recupero (90%).

Foto 3. Raggi X dei polmoni con toracoplastica eseguita su di essi. Sul lato destro, una parte delle costole viene rimossa, a causa della quale il polmone si restringe, limitando in tal modo l'assorbimento della rottura del tessuto polmonare.

La durata del trattamento è scelta individualmente. È meglio aspettare la fase di remissione della malattia. Nel periodo preparatorio, vengono utilizzati trattamenti patogenetici, chemioterapia e altri metodi di trattamento.

Controindicazioni alla chirurgia:

  • scarso benessere generale del paziente;
  • vecchiaia;
  • alterazione della funzione respiratoria, dei reni e del sistema circolatorio.

Metodi tradizionali di trattamento

C'è una grande quantità di medicina alternativa per combattere la tubercolosi.

  1. Bevi latte caldo con grasso d'orso tre volte al giorno.
  2. Più volte al giorno, quando vuoi bere, usa un decotto di avena e crusca.
  3. Usa una miscela di miele, noci e grasso di tasso. È necessario dissolvere 4-5 volte al giorno, un cucchiaino.

I metodi tradizionali di trattamento non possono essere un'alternativa a pieno titolo ai mezzi della medicina ufficiale. Sono usati come trattamento ausiliario.

Il trattamento con metodi tradizionali può durare da diverse settimane a diversi mesi e persino anni, a seconda dei mezzi utilizzati, della forma e dello stadio della malattia. La medicina tradizionale può essere usata periodicamente, dando al corpo il riposo, fino al completo recupero.

Tuttavia, vale la pena ricordare che i rimedi naturali possono avere le loro controindicazioni e gli effetti collaterali.

Durata del trattamento

Ogni volta che il trattamento dura in modo diverso. Dipende dallo stadio della malattia, dallo stato fisiologico dell'intero corpo del paziente, dai metodi precedentemente utilizzati e da altre malattie precedenti. Il trattamento farmacologico dura in media 2-3 mesi. Nei casi più gravi, da quattro mesi o più. Dopo che la malattia si è attenuata, al paziente può essere prescritto un trattamento termale, ricevendo farmaci per rinforzare il corpo.

Il trattamento più efficace per la tubercolosi

Gli agenti più efficaci per il trattamento della tubercolosi sono i farmaci della prima fila. Non hanno quasi sostanze tossiche e un effetto molto potente sulla malattia. Il primo passo è quello di usarli, prevenendo lo sviluppo della malattia, che richiederà metodi chirurgici di trattamento.

Per migliorare l'effetto e aumentare le possibilità di recupero, vale la pena collegare altri metodi, compresi i metodi patogenetici e di medicina tradizionale. È così che viene creato un sistema di trattamento complesso, che agisce in modo molto più forte di qualsiasi altro modo per combattere la malattia.

Video utile

Il video racconta come rilevare la tubercolosi, qual è la malattia e come trattarla.

Trattamento della tubercolosi polmonare. Metodi e droghe, rimedi popolari

Anche con l'attuale sviluppo della medicina e della farmacologia, il trattamento della tubercolosi polmonare è una questione molto complicata, che richiede un approccio avanzato e integrato.

SCOPI DI TRATTAMENTO

Sfortunatamente, il recupero al cento per cento è impossibile da garantire, anche quando una malattia viene rilevata in una fase iniziale di sviluppo. Gli obiettivi principali degli effetti sul corpo con la tubercolosi sono:

  • raggiungere l'assenza di manifestazioni cliniche della malattia;
  • ottenere esami del sangue "puliti", urine ed espettorato;
  • migliorare il corso del processo, confermandolo radiologicamente;
  • in particolare ripristinare le funzioni generali del corpo e la funzione respiratoria.

METODI DI TRATTAMENTO DELLA TUBERCOLOSI

Al momento ci sono diverse forme principali di trattamento di questa malattia.

  1. Potente terapia farmacologica, è anche chiamata chemioterapia. Include alcuni regimi di trattamento, che vengono convenzionalmente chiamati - uno schema a tre componenti (o la prima modalità), uno schema a quattro componenti (la seconda modalità), uno schema a cinque componenti (la terza modalità).
  2. Terapia sintomatica concomitante finalizzata al ripristino di organi e sistemi distanti del corpo colpiti dal processo tubercolare o dalla chemioterapia.
  3. Crollo della terapia.
  4. Trattamento chirurgico chirurgico

FARMACOTERAPIA

La terapia tubercolotica è prescritta e selezionata individualmente e solo da un medico. L'assunzione di droghe indipendente e incontrollata porta allo sviluppo di resistenza del Mycobacterium tuberculosis ai componenti attivi del farmaco.

I preparativi per il trattamento della tubercolosi si dividono in:

  • battericida - che causa la morte di micobatterio tubercolare (isoniazide, rifampicina, streptomicina, pirazinamide);
  • batteriostatico - impedendo ai batteri di moltiplicarsi e aumentando il loro numero nel corpo interessato (etambutolo, etionamide, cicloserina).

Per il trattamento del processo tubercolare, due o più farmaci vengono solitamente usati contemporaneamente.

Isoniazide.

Questo farmaco è sempre usato per primo. È in grado di penetrare tutte le barriere tissutali ed è usato con successo nel trattamento della tubercolosi nei bambini e negli adulti. È prescritto sotto forma di compresse o iniezioni intramuscolari al ritmo di 10 mg per chilogrammo di peso corporeo al giorno.

Con l'uso prolungato può sviluppare complicazioni. Molto spesso, i pazienti che ricevono terapia isoniazid mostrano sintomi di neurite lontana. Questo si esprime nella sensazione di intorpidimento delle aree delle braccia o delle gambe, formicolio nei palmi e nelle dita, una diminuzione della sensibilità tattile. Tutte queste sensazioni sono reversibili e scompaiono completamente quando si cambia il farmaco o si regola la dose. Inoltre, questo farmaco ha epatotossicità. Questa variante della complicazione richiede l'interruzione immediata dell'isoniazide, altrimenti può verificarsi un danno irreversibile al tessuto epatico.

Questa condizione si manifesta con dolore addominale, nausea, vomito, ittero della sclera e della pelle. Nell'analisi del sangue, ci sarà un aumento delle transaminasi ALT e AST, così come delle frazioni di bilirubina.

Rifampicina.

Il farmaco ha un effetto simile con l'isoniazide, ma ha più effetti collaterali. Per raggiungere la concentrazione massima di rifampicina nel siero, deve essere assunto a stomaco vuoto. Principali effetti collaterali:

  • colorazione di lacrime, saliva e urina di colore arancione;
  • disturbi del tratto gastrointestinale;
  • epatotossicità grave, specialmente in associazione con isoniazide.

Il farmaco è disponibile in capsule da 150 e 300 mg, il che rende impossibile utilizzarlo nei bambini, poiché il dosaggio è ampio e non c'è modo di correggerlo.

Pirazinamide.

La dose ottimale, che migliora le prestazioni cliniche, è di 30 mg per chilogrammo di peso corporeo al giorno. È ampiamente usato nel trattamento della tubercolosi nei bambini, poiché la proprietà epatotossica è assente o solo leggermente espressa. Complicazioni sono state osservate in circa il 10% dei pazienti trattati con pirazinamide. Questo è principalmente una varietà di artralgia, artrite, aggravamento della gotta. È prodotto sotto forma di compresse di grandi dimensioni con un dosaggio di 500 mg. Per i bambini, è necessario macinare in polvere e mescolare con il cibo.

Streptomicina.

Uno dei farmaci più importanti nella lotta contro ceppi resistenti di micobatteri. È usato se il paziente non è aiutato dal trattamento con isoniazide o in forme di tubercolosi pericolose per la vita. In forma di tablet non è preso. Le iniezioni endovenose e intramuscolari sono fatte, che, purtroppo, sono molto spesso esacerbate dall'insorgenza di infiltrati dolorosi. Non può essere applicato a donne in gravidanza e bambini piccoli, poiché può sviluppare una perdita uditiva grave, che non è soggetta a correzione.

Ethambutol.

Ogni anno questo farmaco è usato sempre meno negli adulti e non nei bambini. Ha un pronunciato effetto tossico sugli organi della vista, che causa la cecità ai colori, i cambiamenti nei campi visivi, la neurite ottica, ecc.

La nomina di questo farmaco è giustificata solo se i micobatteri mostrano una resistenza attiva ad altri farmaci. Il dosaggio iniziale di 15 mg per chilogrammo al giorno, con l'inefficienza del suo aumento a 25 mg per chilogrammo al giorno.

Ethionamide.

È anche rappresentativo di farmaci batteriostatici. Il suo principale vantaggio è che può penetrare le meningi e affrontare il trattamento della meningite tubercolare. I bambini e gli adulti lo tollerano bene, con una stretta aderenza al dosaggio.

Naturalmente, questa non è l'intera lista di farmaci che vengono utilizzati nella lotta contro questa grave malattia. Questi sono solo i più efficaci e comuni. Vale la pena ricordare su molti altri farmaci che hanno anche dimostrato la loro efficacia anti-tubercolosi:

  • la kanamicina, l'amicamicina e la capreomicina sono utilizzate in caso di intolleranza alla streptomicina o se il micobatterio tubercolare si è dimostrato resistente a tale effetto;
  • la cicloserina - con l'uso regolare può causare disturbi isterici e depressivi, quindi non viene praticamente utilizzata nei pazienti adulti e mai utilizzata nel trattamento dei bambini;
  • i fluorochinoloni - un rappresentante popolare della ciprofloxacina, in grandi dosi possono distruggere il tessuto cartilagineo, soprattutto in un corpo in crescita, e quindi sono usati solo come ultima risorsa.

MODALITÀ DI TRATTAMENTO DELLA TUBERCOLOSI

I regimi chemioterapici per la tubercolosi dovrebbero essere intesi come varie combinazioni di farmaci, i loro dosaggi e la durata d'uso, nonché le vie di somministrazione (orale, endovenosa, intramuscolare).

Esiste una combinazione standard: isoniazide, rifampicina, pirazinamide, etambutolo, da cui tutti i regimi di trattamento sono stati inizialmente respinti. Per brevità, è indicato dalle prime lettere dei nomi delle droghe latine: H (isoniazide), R (rifampicina), Z (pirazianmide), E (etambutolo) e S (streptomicina).

La modalità 1 è prescritta ai pazienti con un recente processo tubercolare attivo rilevato. Entro due mesi, quattro farmaci vengono prescritti nei dosaggi massimi consentiti: HRZE o HRZS.

Dopo che il paziente ha assunto 60 dosi di ciascuno dei farmaci elencati, vengono condotti studi clinici. L'espettorato viene esaminato per la presenza di Mycobacterium tuberculosis e viene eseguita una radiografia del torace. Se c'è una tendenza positiva, i prossimi quattro mesi vengono assunti solo isoniazide e rifampicina.

La modalità 2A è prescritta a pazienti che hanno precedentemente ricevuto un trattamento inadeguato con farmaci anti-tubercolari (dosaggio o combinazione errata). Così come nei pazienti con tubercolosi polmonare ricorrente.

Lo schema è il seguente: due mesi vengono presi cinque farmaci (HRZES), nei prossimi 30 giorni, solo quattro di essi (la streptomicina è esclusa). Successivamente, isoniazide, rifampicina e etambutolo vengono assunti per altri 5 mesi.

Modalità 2B - è prescritto ad alto rischio per lo sviluppo di resistenza ai farmaci per Mycobacterium tuberculosis. Oltre ai farmaci usati nella modalità 2A, vengono aggiunti fluorochinoloni.

La modalità 3 è prescritta ai pazienti con tubercolosi polmonare di nuova diagnosi e manifestazioni minime. Un criterio obbligatorio nella scelta di questa modalità è l'assenza di batteri dall'espettorato (il paziente non è contagioso con gli altri). Entro due mesi, il paziente riceve 60 dosi di farmaci anti-tubercolosi essenziali: HRZE. In assenza di dinamiche positive, il trattamento in questa modalità viene esteso per un altro mese. Ulteriori tattiche di gestione del paziente dipenderanno da studi di laboratorio e radiologici.

La modalità 4 è utilizzata in pazienti con forme gravi, distruttive e cirrotiche di tubercolosi. Questi pazienti hanno bisogno di un approccio speciale, poiché i micobatteri nei loro corpi hanno già sviluppato resistenza alla rifampicina e all'isonezide.

Il trattamento di tali pazienti è possibile solo nelle condizioni dell'ospedale della tubercolosi, dove saranno costantemente sotto la supervisione dei medici. La durata del trattamento non è inferiore a 12 mesi.

La terapia crollo

Questo metodo è stato utilizzato in un momento in cui non c'erano farmaci antibatterici. Al giorno d'oggi, viene utilizzato per la resistenza dei micobatteri al trattamento che viene effettuato, per la tubercolosi cavernosa e se il processo è complicato da sanguinamento.

L'essenza del metodo è creare un pneumotorace artificiale. Per fare ciò, utilizzare il dispositivo sviluppato da Kachkachev, che consente di entrare nel gas della cavità pleurica sotto il controllo del manometro. Ciò porta ad un parziale collasso del polmone e ad una diminuzione della sua elasticità.

Di conseguenza, i fuochi del processo tubercolare (caverne) sono ridotti. Il successivo ripristino di una pressione adeguata nella cavità pleurica contribuisce all'attivazione delle forze rigeneranti del corpo.

Questo metodo viene eseguito per diversi mesi con controllo costante dei raggi x. In parallelo, vengono presi farmaci anti-TB.

TRATTAMENTO CHIRURGICO DELLA TUBERCOLOSI

Le principali indicazioni per il trattamento chirurgico sono:

  • l'inefficacia di varie opzioni di chemioterapia;
  • formazione di caverne, tubercolosi, fistole broncholinfatiche, stenosi cicatriziale;
  • lesione più di 2,5 cm di diametro con rapida progressione;
  • polmonite caseosa;
  • lunga escrezione batterica;
  • caverna nei lobi inferiori dei polmoni;
  • complicazioni della malattia, paziente che mette in pericolo la vita.

Le operazioni di questo tipo vengono eseguite secondo i piani, dopo i farmaci e dopo la preparazione preliminare del paziente. Dell'enorme versione delle operazioni fisiosurgiche, la resezione polmonare e la pneumoectomia sono attualmente più comunemente usate. Questi metodi radicali di intervento medico consentono di eliminare completamente e simultaneamente la lesione.

Le resezioni polmonari variano in volume. Al momento, stanno cercando di utilizzare la cosiddetta resezione "economica". Comporta la rimozione di uno o due lobi del polmone e la conservazione della maggior parte del tessuto polmonare. Alcuni ospedali dispongono di attrezzature per la resezione ad alta precisione.

In tali casi, non è il lobo del polmone che viene completamente rimosso, ma solo la lesione e una piccola area di tessuto polmonare. Grazie ai risultati della moderna chirurgia mini-invasiva, le operazioni ai polmoni durante il processo di tubercolosi sono spesso utilizzate. Dal momento che ti permettono di fermare il processo patologico e farlo nel modo più rapido ed efficiente possibile. La percentuale di pazienti che si riprendono dal trattamento chirurgico aumenta ogni anno. Al momento, questa percentuale è del 93%.

Prima e dopo l'operazione, tutti i pazienti devono ricevere un trattamento combinato con farmaci anti-tubercolosi.

Poiché questa malattia esiste da molto tempo, naturalmente, le generazioni precedenti hanno inventato il trattamento con rimedi popolari. La tubercolosi polmonare è stata trattata con miele, latte, tinture e decotti di erbe, vari impacchi e impacchi e persino insetti (orsi).

Con l'aiuto di rimedi popolari, è impossibile sbarazzarsi del processo di tubercolosi, ma nella qualità della riabilitazione a casa, alcuni di loro sono eccellenti.

Trattamento farmacologico della tubercolosi polmonare, farmaci

Perché il trattamento abbia successo, devi prescrivere diversi farmaci. La prima cosa che abbiamo incontrato nel 1946, iniziando a curare la tubercolosi con streptomicina, è stata una ricaduta dovuta allo sviluppo della resistenza ai farmaci nel patogeno. Dopo aver usato diversi farmaci, in particolare isoniazide in combinazione con rifampicina, il rischio di resistenza ai farmaci è stato significativamente ridotto. Nonostante il fatto che la maggior parte dei micobatteri a moltiplicazione rapida muoia piuttosto rapidamente dopo l'inizio del trattamento, deve essere lunga e continua, poiché ci sono ancora micobatteri persistenti, a moltiplicazione lenta o latenti, che richiedono tempo per distruggere.

Numerosi studi clinici condotti con il supporto del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti e del British Medical Research Council hanno dimostrato che il trattamento della tubercolosi polmonare può essere continuato per 6 mesi, se la combinazione di tre farmaci viene utilizzata per i primi 2 mesi e l'isoniazide e la rifampicina sono utilizzati per altri 4 mesi. Nella prima fase, i farmaci dovrebbero essere prescritti ogni giorno, in futuro, due volte a settimana. In questi test, la cura è stata raggiunta in oltre il 95% dei casi e il periodo di recidive è durato almeno un anno. In base ai risultati del test, il regime di trattamento standard è stato approvato: per 2 mesi - isoniazide, rifampicina e pirazinamide al giorno, per i successivi 4 mesi - isoniazide e rifampicina ogni giorno o 2-3 volte a settimana.

In caso di intolleranza alla pirazinamide, l'isoniazide è prescritto in combinazione con rifampicina per 9 mesi; per l'intolleranza all'isoniazide o alla rifampicina, o se l'agente patogeno è resistente a uno qualsiasi di questi farmaci, ne vengono prescritti altri due, generalmente etambutolo e streptomicina, e il trattamento viene continuato per 12-18 mesi. Gli stessi schemi possono essere usati per la tubercolosi extrapolmonare. Si ritiene che il trattamento delle persone con infezione da HIV dovrebbe continuare per almeno 9 mesi, anche se è possibile che il corso normale sia sufficiente.

La scelta dei farmaci influenza la sensibilità dell'agente patogeno. Nel 1997, negli Stati Uniti, il 7,8% dei ceppi di Mycobacterium tuberculosis era resistente all'isoniazide, l'1,4% dei ceppi era resistente all'isoniazide e la rifampicina. Queste cifre erano significativamente più alte in California, Florida, New Jersey e New York; in 35 stati, la proporzione di ceppi resistenti all'isoniazide era almeno del 4%. Nelle aree in cui la prevalenza di ceppi resistenti all'isoniazide supera il 4% o non è nota, un quarto farmaco, l'etambutolo o la streptomicina, è prescritto in aggiunta al primo stadio. Dopo aver valutato la sensibilità dell'agente patogeno, lo schema è aggiustato: se la sensibilità viene preservata, ritornano allo schema abituale; Se l'agente patogeno è resistente all'isoniazide o alla rifampicina, il trattamento viene esteso a 18 mesi.

Il trattamento ripetuto in assenza di effetti e il trattamento della tubercolosi multiresistente non sono di competenza del medico di medicina generale. La resistenza del Mycobacterium tuberculosis a entrambi isoniazide e rifampicina rende il trattamento più difficile: è necessario prescrivere farmaci meno efficaci e più tossici e aumentare la durata del corso.

Al fine di ottenere l'effetto desiderato ed evitare eventi avversi, è necessario monitorare il paziente durante il trattamento. Dovrebbe andare dal medico almeno una volta al mese per valutare le manifestazioni della malattia e le complicazioni del trattamento.

In caso di tubercolosi polmonare, l'esame dell'espettorato viene effettuato: prima mensile per 3 mesi o fino a quando si ottiene un risultato negativo, quindi dopo il trattamento è finito e 3-6 mesi dopo. La radiografia del torace è desiderabile ma non necessaria. Indicatori molto più importanti di successo nel trattamento sono le condizioni del paziente e i dati batteriologici. L'immagine radiografica, ovviamente, dovrebbe migliorare nel corso del trattamento, ma tali cambiamenti pronunciati, come, ad esempio, la chiusura di cavità, non sono affatto obbligatori. Prima del trattamento, si raccomanda di eseguire un esame del sangue generale, determinare il livello di AMK, l'attività degli enzimi epatici, il livello di acido urico (prima della prescrizione di pirazinamide), nonché esaminare la visione (prima della prescrizione di etambutolo). Poiché tutti e tre i principali farmaci sono epatotossici, è necessario determinare l'attività degli enzimi epatici mensilmente. Con un moderato aumento di questi indicatori, è possibile continuare il trattamento, poiché in futuro spesso si normalizzano, ma è necessario monitorare attentamente il paziente.

La ragione principale per il fallimento del trattamento è la non conformità con le prescrizioni del medico. È utile parlare con il paziente, spiegargli la natura della malattia e la necessità di continuare il trattamento per lungo tempo dopo che la condizione è migliorata.

Un altro metodo efficace è il sistema di terapia ambulatoriale controllata: il più coscienzioso dei membri della famiglia o la persona che si prende cura del paziente gli dà delle pillole prima di ogni utilizzo e assicura che il paziente le prenda. Il metodo è più comodo quando i farmaci vengono assunti 3 volte a settimana e si adatta a tutti i pazienti dai quali ci si può aspettare un atteggiamento frivolo nei confronti del trattamento. A quelli, a quanto pare, possono essere attribuiti a tossicodipendenti e pazienti con alcolismo. La situazione socioeconomica o il livello di istruzione non suggerisce quanto bene il paziente tratterà il trattamento. Considerando il pericolo della rinascita della tubercolosi, dove le prescrizioni del medico sono seguite da meno del 90% dei pazienti (cioè ovunque), si raccomanda di eseguire tutte le terapie sotto osservazione diretta.

Il trattamento forzato è usato raramente. Tutto ciò che semplifica il trattamento (ad esempio, riducendo l'assunzione di farmaci a due o tre volte alla settimana), contribuisce all'implementazione delle prescrizioni. Quando si usano i farmaci combinati (rifampicina / isoniazide o rifampicina / isoniazide / pirazinamide), il paziente, volente o nolente, deve prendere tutto ciò che gli viene prescritto. Molto spesso, per la prevenzione di tali effetti collaterali rari di isoniazide, come neuropatia, viene prescritta anche la piridossina. In questo caso, il paziente può iniziare a prendere solo vitamina; quindi, la nomina della piridossina può portare non benefici, ma danno. La migliore tattica è non complicare il trattamento.

L'intolleranza o gli effetti collaterali dei farmaci hanno meno probabilità di interferire con il trattamento. L'epatite, anche con la contemporanea nomina di isoniazide, rifampicina e pirazinamide, si osserva in non più del 4% dei casi (più spesso nelle persone con malattie epatiche). La pirazinamide di solito causa iperuricemia, ma l'artrite gottosa non si verifica spesso. Il rischio di neurite ottica nel trattamento con etambutolo può essere ridotto se, dopo 6 settimane di trattamento, si riduca la dose del farmaco da 25 a 15 mg / kg / die.

"Trattamento farmacologico della tubercolosi polmonare, farmaci" - articolo della sezione pneumologia