Prevenzione della tubercolosi polmonare

La tubercolosi è una malattia infettiva di eziologia batterica. La malattia non ha solo un aspetto medico, ma anche sociale: il più suscettibile dell'agente causale della tubercolosi sono le persone con un basso livello di immunità, una dieta squilibrata, che vivono in condizioni di non conformità con gli standard sanitari e igienici, condizioni sociali inadeguate. Lo sviluppo della malattia è influenzato dal livello di qualità della vita umana. Tuttavia, il gruppo a rischio per la tubercolosi è costituito da tutti i segmenti della popolazione, indipendentemente dall'età e dal sesso.
L'alta frequenza di morti (fino a 3 milioni di persone all'anno) e la prevalenza della malattia sono dovute non solo a cause sociali, ma anche a un lungo periodo di malattia latente, quando i sintomi della tubercolosi non compaiono. Questo momento è il più favorevole per la terapia e per determinare la probabilità di infezione utilizzando una valutazione della risposta del corpo al test di Mantoux.

Cause della malattia e modi di infezione

La malattia si sviluppa dopo l'infezione del corpo umano con il batterio Mycobacterium tuberculosis o Koch. Questo microrganismo è resistente all'influenza dell'ambiente, agli effetti ad alta temperatura e mantiene la sua vitalità a lungo a basse temperature.

La bacchetta di Koch non è considerata un agente infettivo altamente contagioso, sebbene il portatore dell'infezione con la forma aperta della malattia diffonda i batteri nell'ambiente, la probabilità di ammalarsi dopo il contatto con l'agente patogeno e la sua penetrazione nel corpo in una persona sana è estremamente bassa. La tubercolosi (paziente tubercolosi) nella maggior parte dei casi non richiede il trattamento ospedaliero in una forma inattiva della malattia e non è limitata nel movimento e nell'attività sociale. Con il contatto familiare regolare, nelle famiglie in cui c'è una persona affetta da tubercolosi, si raccomanda di prestare attenzione non solo alla sua salute, ma anche al mantenimento dell'igiene, misure per rafforzare l'immunità degli altri membri della famiglia e controllare periodicamente la reazione del corpo al test di Mantoux per rilevare eventuali infezioni nelle primissime fasi.

Foto: Jarun Ontakrai / Shutterstock.com

La principale via di infezione è il rilascio di bastoncini di Koch attraverso il sistema respiratorio attraverso goccioline trasportate dall'aria. Trasmissione domestica (contatto) meno frequente e modalità di trasmissione transplacentare. Il batterio penetra nel corpo attraverso il tratto respiratorio, quindi migra verso la mucosa bronchiale, gli alveoli e si diffonde attraverso il corpo attraverso il flusso sanguigno.
Per il corpo umano, la bacchetta Koch è un microrganismo alieno. Normalmente, quando appare e si moltiplica nel corpo, le cellule immunitarie attaccano l'agente causale della malattia, evitando lo stadio della riproduzione attiva. Lo sviluppo della malattia è probabile in due casi: se il sistema immunitario viene soppresso, vi sono violazioni della produzione di anticorpi, lo stato di immunodeficienze, le difese dell'organismo sono indebolite da altre malattie, non sono sufficientemente formati a causa del fattore età o delle condizioni sociali; o se il contatto con l'agente patogeno è permanente, a lungo termine, il portatore di bacilli è nella fase della forma aperta della malattia e non riceve il trattamento necessario (con tubercolosi non diagnosticata da un membro della famiglia, tenuta in istituti chiusi, ecc.).

Foto: Kateryna Kon / Shutterstock.com

Tra i fattori che riducono l'immunità specifica e contribuiscono allo sviluppo della malattia a contatto con un agente infettivo, si distinguono:

  • fumo di tabacco come fattore nello sviluppo di malattie del sistema broncopolmonare, indebolendo l'immunità locale;
  • uso eccessivo di bevande alcoliche;
  • tutti i tipi di dipendenza;
  • predisposizione alle malattie dell'apparato respiratorio per la presenza di anomalie strutturali, frequenti malattie nella storia, presenza di processi infiammatori cronici nel sistema respiratorio;
  • malattie croniche e focolai di infiammazione in altri organi e tessuti;
  • diabete, malattie endocrine;
  • nutrizione squilibrata, carenza di vitamine nei nutrienti;
  • disordini nevrotici, stati depressivi, bassa resistenza allo stress;
  • periodo di gestazione;
  • condizioni sociali avverse.

Lo sviluppo della tubercolosi: segni e sintomi di diversi stadi della malattia

Di regola, l'aumento delle manifestazioni di tubercolosi avviene gradualmente. Per un periodo piuttosto lungo, l'agente patogeno non si manifesta nel corpo, diffondendosi e moltiplicandosi nella maggior parte dei tessuti dei polmoni.
All'inizio della tubercolosi, i sintomi sono assenti. Assegnare lo stadio primario in cui si verifica principalmente la riproduzione di organismi patogeni, non accompagnati da manifestazioni cliniche. Dopo il primario si verifica fase latente o latente della malattia, che può verificarsi i seguenti sintomi:

  • deterioramento generale della salute;
  • affaticamento, debolezza, irritabilità;
  • perdita di peso immotivata;
  • sudorazione eccessiva durante la notte.

La tosse, l'aumento della temperatura corporea non sono caratteristici dei primi stadi della malattia, questi sintomi sono osservati nella fase di ampie lesioni del tessuto polmonare. Con l'immagine cancellata delle prime fasi dello sviluppo della malattia, la diagnosi è possibile solo con i metodi dei test tubercolinici (test Diaskin, reazione al test di Mantoux, ecc.) O nell'analisi del sangue per PCR.
Lo stadio successivo è caratterizzato da uno stadio latente, una forma "chiusa" di tubercolosi, in cui il patogeno non viene rilasciato nell'ambiente e, con la sua riproduzione moderata e la resistenza del corpo, non si osservano evidenti danni alla salute.
La forma latente è pericolosa per la possibilità di transizione allo stadio della malattia attiva, non solo pericolosa per gli altri, ma anche estremamente dannosa per l'organismo.
Lo stadio attivo passa nel secondario, il microrganismo patogeno raggiunge lo stadio della riproduzione di massa e si diffonde attraverso altri organi del corpo. Ci sono lesioni gravi e malattie, che portano alla morte.

Stadio attivo della tubercolosi: sintomi e manifestazioni

I sintomi della tubercolosi nel periodo acuto della malattia:

  • tosse umida prolungata (più di tre settimane) con espettorato;
  • la presenza di inclusioni di sangue nell'espettorato;
  • ipertermia nell'intervallo subfebrillare;
  • perdita di peso immotivata;
  • affaticamento, deterioramento generale della salute, debolezza, irritabilità, perdita di appetito, deterioramento delle prestazioni e altri segni di intossicazione del corpo.

Tosse attacchi umidi, pronunciati, frequenti, con un aumento caratteristico dell'ora del mattino. Spesso, in questa fase della malattia, i fumatori assumono questo sintomo per manifestare la tosse del fumatore, un segno di bronchite cronica nei pazienti dipendenti dalla nicotina.
A un tasso di sviluppo della malattia più aggressivo, il quadro clinico può essere completato dai seguenti sintomi:

  • ipertermia nell'intervallo febbrile (temperatura corporea 38-39 ° C);
  • dolore alle spalle, allo sterno;
  • dolore quando si tossisce;
  • tosse secca, respiro affannoso.

La sintomatologia del processo infiammatorio tubercolare è simile al quadro clinico di altre malattie degli organi respiratori di eziologia virale e batterica. La differenziazione di diagnosi è effettuata solo da uno specialista.

I sintomi della malattia extrapolmonare

La bacchetta di Koch può influenzare non solo i tessuti dei polmoni, ma anche moltiplicarsi e causare processi infiammatori in altri organi. Con una tale localizzazione parli il tipo extrapolmonare della malattia. Un tipo non specifico di lesione tubercolare degli organi interni e dei sistemi viene diagnosticato, di norma, escludendo altre malattie e patologie. Il quadro clinico dipende dalla gravità del processo e dalla localizzazione dell'organo o del tessuto interessato.

  • Con la localizzazione del processo infiammatorio nel cervello, la malattia si manifesta in un aumento della temperatura corporea, disturbi del sistema nervoso, modelli di sonno, irritabilità aumentata, reazioni nevrotiche e un aumento dei muscoli del collo e del collo. Caratterizzato da dolore alla schiena quando si raddrizzano le gambe, la testa è inclinata nel lato del torace. La malattia progredisce lentamente, a rischio - bambini in età prescolare, pazienti affetti da diabete, persone con infezione da HIV.
  • Il danno tubercolare agli organi dell'apparato digerente è espresso in violazioni periodiche dei movimenti intestinali, una sensazione di gonfiore, dolori nella regione intestinale, segni di sanguinamento emorragico (compreso il sangue nelle feci), un aumento della temperatura corporea a 40 ° C.
  • La tubercolosi dell'osso e del tessuto articolare si manifesta con il dolore nelle zone interessate, limitando la mobilità delle articolazioni. A causa della somiglianza dei sintomi con altre malattie del sistema muscolo-scheletrico è difficile da diagnosticare.
  • La sconfitta del batterio tubercolare degli organi del sistema genito-urinario è di solito determinata nei reni e / o negli organi della piccola pelvi. Il quadro clinico consiste in attacchi dolorosi alla parte bassa della schiena, ipertermia del corpo, impulsi frequenti, dolorosi e improduttivi per urinare, l'inclusione di sangue nelle urine.
  • La lesione tubercolare della pelle è espressa sotto forma di eruzioni cutanee sparse su tutta la pelle, che si fondono e formano formazioni nodulari dense al tatto.

Altri sintomi sono possibili con la sconfitta di vari organi. L'organismo patogeno, penetrando nel flusso sanguigno, può diffondersi in tutto il corpo e scegliere quasi ogni organo, tessuto o sistema come bersaglio. Segni clinici della malattia in questo caso è difficile da differenziare da processi infiammatori simili di diversa eziologia. La prognosi del trattamento delle forme extrapolmonari dipende dal momento della diagnosi, dalla localizzazione del processo patologico, dal suo stadio, dal grado di danno d'organo e dalla salute generale del paziente.

Tecniche diagnostiche

Foto: Puwadol Jaturawutthichai / Shutterstock.com

La diagnosi viene stabilita sulla base di test che consentono di determinare la presenza dell'agente eziologico della malattia nel corpo. Le misure diagnostiche iniziano con la raccolta dell'anamnesi e l'analisi dei reclami dei pazienti, lo studio della storia della malattia. Per confermare o smentire la diagnosi, viene effettuata una serie di esami:

  • analisi del test di Mantoux o del test di Pirke, lo studio più comune per determinare la presenza di infezione nel corpo. Applicazione intradermica o cutanea della tubercolina e valutazione del livello di immunità specifica del corpo. Il test della tubercolina consente di valutare il probabile contatto con la bacchetta di Koch, ma non significa che la malattia sia confermata. Questo metodo diagnostico, tuttavia, è stato criticato dai phthisiatrici e da altri specialisti, in quanto potrebbe indicare il contatto con altri tipi di microbatteri. Inoltre, la diagnosi di tubercolina mediante il metodo di prova può portare a risultati errati dopo la vaccinazione con BCG. Il test di Mantoux viene anche utilizzato prima della vaccinazione primaria al fine di prevedere possibili reazioni allergiche al componente principale del vaccino;
  • Il test del diaskin si applica anche ai test cutanei, integrando la diagnosi di tubercolina usando il metodo di test di Mantoux. Essendo un test più specifico, rivela una reazione solo ai micobatteri tubercolari;
  • Il test quantificante o ELISA è un test immunoenzimatico raccomandato per i pazienti allergici alla tubercolina e, se necessario, per differenziare la reazione falsa positiva del corpo ai test di Mantoux e Diaskin dopo la vaccinazione con BCG. Lo studio è condotto su materiale biologico (sangue), non ha controindicazioni ed è considerato il test più affidabile (meno del 2% di risultati errati, rispetto al 30% per i test di Mantoux). Consigliato per rilevare forme di malattia latente ed extrapolmonare;
  • la microscopia a striscio viene eseguita come ricerca di un organismo patogeno nell'espettorato della tosse. Quando vengono rilevati micobatteri tubercolari in uno striscio, il metodo è integrato con l'inoculazione batteriologica del campione in un mezzo nutritivo;
  • PCR, il metodo della reazione a catena della polimerasi - il più accurato dei metodi di ricerca esistenti, che consente di determinare la presenza di DNA micobatterico in vari fluidi biologici;
  • L'analisi istologica dei tessuti rimossi con il metodo della biopsia è prescritta in situazioni in cui è impossibile confermare la diagnosi analizzando i fluidi biologici, in particolare con la tubercolosi lenta del tessuto osseo.

I metodi a raggi X e fluorografici rivelano la presenza di focolai di infiammazione nei tessuti polmonari.

Trattamento della malattia

La prognosi per il recupero da questa malattia si basa sullo stadio della malattia, sull'area del danno e sulla salute generale del paziente. La diagnosi nelle fasi iniziali consente di prescrivere un corso efficace di terapia che promuove la completa guarigione del paziente.
Il trattamento è a lungo termine, complesso, basato sull'assunzione di farmaci antibatterici, farmaci anti-tubercolari, immunomodulatori, immunostimolanti, probiotici e terapia vitaminica. Parte obbligatoria del corso del trattamento è cibo dietetico e terapia fisica.
Il trattamento del paziente nella fase attiva viene effettuato in un ambulatorio di tubercolosi per ridurre la probabilità di infezione di altri. La durata del soggiorno dipende dal tipo e dallo stadio di sviluppo del processo e può variare da diversi mesi a un anno o più. L'auto-interruzione del trattamento porta più spesso alla ricaduta o alla progressione della malattia, allo sviluppo di gravi complicanze e alla morte.

Misure preventive

Foto: Yusnizam Yusof / Shutterstock.com

Secondo le statistiche, in Russia circa il 90% delle persone è portatore della bacchetta di Koch. Allo stesso tempo, meno dell'1% di loro si ammalano. Lo sviluppo della malattia dipende dal livello di immunità, quindi la prevenzione principale è mantenere uno stile di vita sano.
La vaccinazione dei bambini, i test e gli esami regolari per rilevare la malattia nelle fasi iniziali, quando la prognosi per il trattamento è più favorevole, svolgono anche un ruolo significativo nella prevenzione della malattia.