Metodi per diagnosticare l'asma bronchiale

Affinché il trattamento dell'asma sia corretto ed efficace, è necessario fare questa diagnosi in modo tempestivo. Quali sono le difficoltà della diagnosi? I sintomi di asma bronchiale possono verificarsi sporadicamente e la loro gravità può essere sottostimata da pazienti o medici.

Inoltre, l'asma bronchiale che procede atipicamente è facilmente confondibile con altre malattie del sistema broncopolmonare o cardiaco, ad esempio, BPCO, bronchite e insufficienza cardiaca. È particolarmente difficile per i bambini diagnosticare l'asma bronchiale, dal momento che può essere mascherato da groppa, bronchite e altre malattie.

Fare una diagnosi di asma negli adulti

La diagnosi inizia con la raccolta di cronologia e reclami.

Un paziente con asma bronchiale classica può lamentare:

  • mancanza di respiro (a seconda della gravità della malattia, può essere costante o può verificarsi parossisticamente sotto forma di soffocamento);
  • respiro sibilante (il paziente stesso può sentire e può essere udito da lontano);
  • sensazione di pesantezza o congestione al petto.

Ciò che conta è il verificarsi dei suddetti sintomi dopo il contatto con l'allergene, in un certo periodo dell'anno (in autunno, primavera), di notte e al mattino, durante l'esercizio, l'inalazione di aria fredda, fumo, gas e altre sostanze irritanti.

La storia ha un valore:

  • la presenza di asma in uno qualsiasi dei parenti;
  • la presenza di rinite allergica;
  • bronchite cronica a lungo termine;
  • contatto con sostanze irritanti a casa o al lavoro.

Con un esame obiettivo, il medico può sentire respirazione aspra e respiro sibilante nei polmoni. Tuttavia, a volte possono essere assenti, compaiono solo durante il periodo di asfissia o durante l'espirazione con uno sforzo.

La gabbia toracica in tali pazienti è gonfia, gli intervalli tra le costole sono ingranditi e quando il suono viene tappato nei casi gravi, si sente un suono scatolato.

Durante un attacco, il paziente può sviluppare cianosi della pelle, tutti i muscoli ausiliari sono coinvolti nella respirazione.

Metodi di test della funzionalità polmonare e interpretazione dei risultati

  1. Spirometria. Questo studio viene effettuato prima e dopo l'inalazione di broncodilatatore. Gli indicatori principali sono FEV1 - volume espiratorio forzato in 1 secondo e rapporto FEV1FVC (indice di Tiffno) - capacità vitale forzata dei polmoni. Il criterio per fare la diagnosi di "asma" è l'aumento di FEV1 del 12% o 200 ml rispetto ai valori precedenti l'inalazione di broncodilatatore e il rapporto di FEV1/ FVC> 0,7. Questi indicatori indicano la reversibilità dell'ostruzione bronchiale.
  2. Pikfluometriya. Questo studio dovrebbe essere condotto da tutti i pazienti con asma ogni giorno da soli. Con l'aiuto di esso è misurato PSV - picco di velocità di flusso espiratorio. Permette di valutare non solo la gravità dell'asma, la presenza di esacerbazione, ma anche di valutare l'efficacia del trattamento. Ciò che conta non è l'indicatore PSV stesso, ma la sua variabilità durante il giorno o durante il giorno. Quando si misura il PSV 2 volte al giorno, una differenza ≥10% indica la presenza di ostruzione. Se misurato una volta al giorno, la differenza non deve essere superiore al 20%.
  3. Nei pazienti con spirometria normale, è possibile eseguire un test provocatorio con metilina o istamina. Gli stessi parametri spirometrici vengono misurati, ma dopo l'inalazione di questi farmaci. Questi test rivelano un'ostruzione nascosta.
  4. Test dell'espettorato Condotto per rilevare livelli elevati di eosinofili o neutrofili, indicando la presenza di infiammazione nelle vie aeree.
  5. Ci sono marcatori specifici di infiammazione delle vie aeree. La concentrazione di ossido di azoto e monossido di carbonio nell'aria espirata è maggiore nei pazienti con asma bronchiale rispetto a individui sani. Questo metodo diagnostico è usato raramente.
  6. Immunogramma. Questo studio è condotto per rilevare un aumento del livello di IgE nel sangue. Le IgE possono indicare la natura allergica dell'asma. Il loro livello normale non supera 100 IU / ml. Tuttavia, l'aumento delle IgE non è specifico per l'asma e non può essere considerato separatamente.

L'asma bronchiale viene diagnosticata, concentrandosi su un complesso di esami, e non sulla base di un singolo studio.

Come diagnosticare l'asma nei bambini?

La diagnosi di asma bronchiale nei bambini si basa sugli stessi principi degli adulti, ma ha le sue caratteristiche.

  1. È necessario chiarire se l'ereditarietà nell'asma bronchiale è appesantita, se c'è un'allergia o se ci sono stati precedenti attacchi di asma.
  2. La presenza di tosse come sintomo principale. Nei bambini, una variante di tosse dell'asma è comune, la tosse appare di notte e al mattino.
  3. I genitori possono notare rantoli occasionali.
  4. Il bambino si lamenta di soffocamento o difficoltà di espirazione.
  5. Suffocation può verificarsi a contatto con allergeni. In questo caso, è necessario scoprire se l'attacco si interrompe dopo l'eliminazione del fattore allergico.

L'esacerbazione dell'asma nei bambini è caratterizzata da una tosse secca senza espettorato, fischi durante la respirazione, difficoltà di espirazione. Durante l'auscultazione, un medico può sentire non solo il respiro sibilante, ma anche un calibro umido e variegato. In generale, durante l'auscultazione, la respirazione è indebolita.

Quale ricerca viene condotta per i bambini?

  1. I bambini vengono diagnosticati sulla base di sintomi (più di un episodio al mese), anamnesi (aggravamento allergico ed ereditario), dati oggettivi (respiro sibilante nei polmoni in assenza di ARD), dati di laboratorio (aumento degli eosinofili nel sangue).
  2. La spirometria è fatta per i bambini sopra i 6 anni. FEV sotto inchiesta1 e FEV1/ FVC. FEV1/ FVC nei bambini dovrebbe essere> 0,8-0,9. Se si sospetta l'asma bronchiale e la presenza di una normale funzione respiratoria, viene eseguito un test di carico jogging.
  3. L'esame allergologico prevede la determinazione di IgE per allergeni specifici. Viene eseguito un esame del sangue o un test cutaneo.
  4. Uno studio sugli eosinofili nel sangue e nell'espettorato viene effettuato per tutti i bambini con sospetta asma bronchiale, ma solo un aumento degli eosinofili non indica la presenza della malattia.

Differenza di asma bronchiale

La diagnosi differenziale di asma bronchiale è effettuata secondo se c'è un'ostruzione bronchiale.

In presenza di sintomi ostruttivi, l'asma è differenziata da:

  • BPCO;
  • bronchiectasie;
  • corpo estraneo nei bronchi;
  • bronchiolite costrittiva;
  • stenosi della laringe, della trachea e dei grandi bronchi;
  • cancro ai polmoni;
  • sarcoidosi.

Se non ci sono ostacoli, devi differenziare con:

  • iperventilazione;
  • disfunzione delle corde vocali;
  • malattia da reflusso gastroesofageo;
  • insufficienza cardiaca;
  • rinite;
  • fibrosi polmonare;
  • sindrome di tosse cronica.

I bambini devono distinguere l'asma dalle seguenti malattie:

  • bronchiolite;
  • fluido estraneo o delle vie aeree;
  • fibrosi cistica;
  • malformazioni del sistema broncopolmonare;
  • discinesia ciliare primaria;
  • tumori, cisti, compressione delle vie aeree;
  • malattia polmonare interstiziale;
  • la tubercolosi;
  • difetti cardiaci con congestione nei polmoni.

Una diagnosi fatta in modo tempestivo e corretto migliorerà la prognosi per il paziente. L'asma precoce viene diagnosticata, meno, ma il trattamento sarà più efficace, migliore sarà il controllo sulla malattia.

Diagnosi di asma bronchiale

Diagnosi >> asma bronchiale

L'asma bronchiale (dal greco Asthma - respiro pesante, soffocamento) è una malattia cronica dell'apparato respiratorio umano. L'incidenza dell'asma è di circa il 5% della popolazione totale del pianeta. Negli Stati Uniti sono registrati annualmente circa 470.000 ricoveri e oltre 5.000 decessi associati all'asma bronchiale. L'incidenza tra donne e uomini è pressappoco la stessa.

Il meccanismo di insorgenza della malattia è quello di stabilire l'ipersensibilità dei bronchi sullo sfondo di un processo infiammatorio cronico localizzato a livello del tratto respiratorio. Lo sviluppo dell'asma può essere causato da vari fattori: infezione persistente del tratto respiratorio, inalazione di allergeni, predisposizione genetica. L'infiammazione prolungata delle vie aeree (ad esempio, la bronchite cronica) porta a cambiamenti strutturali e funzionali nel bronco - ispessimento dello strato muscolare, aumento dell'attività delle ghiandole che producono muco, ecc. Degli allergeni che più spesso causano l'asma, la polvere di casa può accumularsi in tappeti e cuscini, particelle guscio chitinoso mikroleschas e scarafaggi, peli di animali domestici (gatti), polline delle piante. La predisposizione genetica causa un'aumentata sensibilità dei bronchi ai fattori sopra descritti. Gli attacchi di asma bronchiale possono essere scatenati dall'inalazione di aria fredda o calda, sforzo fisico, situazioni stressanti, inalazione di allergeni.

In termini di patogenesi, distinguiamo due principali tipi di asma bronchiale: asma infettiva-allergica e asma atopica. Inoltre, sono descritte alcune rare forme di asma: asma causata da sforzo fisico, asma "aspirina" causata dall'uso cronico di aspirina.

Nell'asma allergico, distinguiamo due tipi di risposta all'inalazione di un allergene: una risposta immediata (il quadro clinico dell'asma bronchiale si sviluppa alcuni minuti dopo l'ingresso dell'allergene nei bronchi) e una risposta tardiva, in cui i sintomi dell'asma si sviluppano 4-6 ore dopo l'inalazione dell'allergene.

Metodi per diagnosticare l'asma bronchiale

La diagnosi di asma è un processo complesso e in più fasi. La fase iniziale della diagnosi è la raccolta di dati anamnestici (indagine paziente) e un esame clinico del paziente, consentendo nella maggior parte dei casi di effettuare una diagnosi preliminare di asma bronchiale. L'analisi della storia implica la chiarificazione dei reclami dei pazienti e l'identificazione dell'evoluzione della malattia nel tempo. I sintomi dell'asma bronchiale sono molto diversi e variano a seconda dello stadio della malattia e delle caratteristiche individuali di ciascun paziente.

Nelle fasi iniziali dello sviluppo (predastm), l'asma bronchiale si manifesta con attacchi di tosse, che possono essere asciutti o con una piccola quantità di espettorato. La tosse si verifica principalmente nelle ore notturne o mattutine, che è associata ad un aumento fisiologico del tono dei muscoli dei bronchi al mattino (3 - 4 del mattino). Una tosse può apparire dopo aver sofferto di un'infezione respiratoria. La tosse nelle fasi iniziali della malattia non è accompagnata da difficoltà respiratorie. All'auscultazione (ascoltando il paziente), possono essere rilevati rantoli secchi sparsi. Il broncospasmo latente (nascosto) viene rilevato utilizzando metodi di ricerca speciali: con l'introduzione di mimetici beta-adrenergici (farmaci che causano il rilassamento dei muscoli dei bronchi), si osserva un aumento della frazione di aria espirata (siringometria).

Nelle fasi successive dello sviluppo, gli attacchi di asma diventano il sintomo principale dell'asma.

Lo sviluppo di un attacco di soffocamento è preceduto dall'influenza di uno dei fattori provocatori (vedi sopra), o gli attacchi si sviluppano spontaneamente. All'inizio, i pazienti possono notare alcuni dei sintomi individuali dell'insorgenza di un attacco: un naso che cola, mal di gola, prurito della pelle, ecc. Segue la progressiva difficoltà nella respirazione. Innanzitutto, il paziente rileva solo difficoltà sull'esalimento. C'è una tosse secca e una sensazione di tensione al petto. I disturbi respiratori fanno sedere il paziente con le mani per facilitare la respirazione con il lavoro dei muscoli ausiliari del cingolo scapolare. L'aumento del soffocamento è accompagnato dall'apparizione di respiro sibilante, che dapprima può essere rilevato solo dall'auscultazione del paziente, ma poi diventa udibile a una certa distanza dal paziente. Per l'attacco di asma nell'asma bronchiale è caratterizzato da cosiddetti "sonagli musicali" - composto da suoni di diverse altezze. Ulteriore sviluppo dell'attacco è caratterizzato da difficoltà di respirazione a causa dell'installazione dei muscoli respiratori nella posizione di un respiro profondo (broncospasmo impedisce la fuoriuscita di aria dai polmoni durante l'espirazione e porta all'accumulo di grandi quantità di aria nei polmoni).

L'esame del paziente per la diagnosi nella fase di predastma non rivela alcuna caratteristica caratteristica. Nei pazienti con asma allergico, polipi nasali, eczema, dermatite atopica può essere rilevato.

I segni più caratteristici vengono alla luce a indagine del paziente con un attacco di asma. Di regola, il paziente tende a prendere una posizione seduta e appoggia le mani sulla sedia. La respirazione è allungata, intensa, notevolmente coinvolta nell'atto di respirazione dei muscoli ausiliari. Le vene giugulari del collo si gonfiano mentre espiri e cadi mentre inspiri.

Durante la percussione (battito) del torace, un suono alto (in scatola) viene rivelato, indicando una grande quantità di aria che si accumula nei polmoni - svolge un ruolo importante nella diagnosi. Il limite inferiore dei polmoni è abbassato e inattivo. Quando si ascoltano i polmoni, viene rilevato un gran numero di sibili di varia intensità e altezza.

La durata dell'attacco può variare da alcuni minuti a diverse ore. La risoluzione dell'attacco è accompagnata da una tosse tesa, con una piccola quantità di espettorato chiaro.

Una condizione particolarmente grave è lo stato asmatico - in cui l'asfissia progressiva mette in pericolo la vita del paziente. Con lo stato asmatico, tutti i sintomi clinici sono più pronunciati rispetto a un normale attacco d'asma. Inoltre, sviluppano sintomi di soffocamento progressivo: cianosi (cianosi) della pelle, tachicardia (aumento della frequenza cardiaca), disturbi del ritmo cardiaco (extrasistoli), apatia e sonnolenza (inibizione della funzione del sistema nervoso centrale). Nello stato asmatico, il paziente può morire per arresto respiratorio o aritmie cardiache.

Ulteriori metodi per la diagnosi di asma bronchiale

Una diagnosi preliminare di asma bronchiale è possibile sulla base dei dati clinici raccolti utilizzando i metodi sopra descritti. Determinazione di una forma specifica di asma bronchiale, così come l'istituzione di aspetti patogenetici della malattia richiede l'uso di ulteriori metodi di ricerca.

La ricerca e la diagnosi della funzione respiratoria (funzione respiratoria, spirometria) nell'asma bronchiale aiutano a determinare il grado di ostruzione bronchiale e la loro risposta a istamina stimolante, acetilcolina (sostanze che causano broncospasmo), attività fisica.

In particolare, conducono la determinazione del volume espiratorio forzato in un secondo (FEV1) e la capacità vitale dei polmoni (VC). Il rapporto di questi valori (indice di Tiffno) ci consente di giudicare il grado di pervietà bronchiale.

Esistono dispositivi speciali che consentono ai pazienti di determinare il volume espiratorio forzato a casa. Il controllo di questo indicatore è importante per un trattamento adeguato dell'asma bronchiale, così come per la prevenzione dello sviluppo di convulsioni (lo sviluppo di un attacco è preceduto da una progressiva diminuzione del FEV). Il FEV è determinato al mattino prima di assumere il broncodilatatore e dopo pranzo dopo l'assunzione del medicinale. La differenza di oltre il 20% tra i due valori indica la presenza di broncospasmo e la necessità di modificare il trattamento. Riduzione FEV inferiore a 200 ml. rivela broncospasmo pronunciato.

Radiografia del torace: un ulteriore metodo diagnostico consente di identificare i segni di enfisema (aumento della trasparenza polmonare) o della pneumosclerosi (proliferazione del tessuto connettivo nei polmoni). La presenza di pneumosclerosi è più caratteristica dell'asma infettivo. Nell'asma allergico, i cambiamenti radiologici nei polmoni (al di fuori degli attacchi di dispnea) possono essere assenti per lungo tempo.

Diagnosi di asma allergico - è quello di determinare l'aumentata sensibilità del corpo in relazione a determinati allergeni. L'identificazione dell'allergene corrispondente e la sua esclusione dall'ambiente del paziente, in alcuni casi, può guarire completamente l'asma allergico. Per determinare lo stato allergico, viene effettuata la determinazione degli anticorpi di tipo IgE nel sangue. Gli anticorpi di questo tipo determinano lo sviluppo di sintomi immediati nell'asma allergico. Un aumento del livello di questi anticorpi nel sangue indica una maggiore reattività dell'organismo. Inoltre, l'asma è caratterizzato da un aumento del numero di eosinofili nel sangue e in particolare nell'espettorato.

La diagnosi di malattie concomitanti dell'apparato respiratorio (rinite, sinusite, bronchite) aiuta a farsi un'idea generale della condizione del paziente e prescrive un trattamento adeguato.

Effettuando diagnostics a asma bronchiale

La diagnosi di asma viene eseguita, concentrandosi su un esame globale completo del corpo del paziente. Ottenere i risultati del trattamento dipende dalla diagnosi corretta.

I protocolli (standard) per determinare l'incidenza, così come l'ulteriore trattamento della popolazione adulta e dei bambini, tengono conto di varie tecniche: esame clinico, anamnesi, rilevazione dei sintomi, diagnostica di laboratorio.

Dopo aver preso le misure necessarie per ciascun paziente, viene selezionato un regime di trattamento individuale che aiuta a ridurre l'incidenza e alleviare le condizioni del paziente. La diagnosi differenziale dell'asma bronchiale tiene conto di tutti gli aspetti (test, sintomi, storia, ricerca allergologica e funzionalità respiratoria).

Metodi di esame diagnostico

La diagnostica moderna nello sviluppo dell'asma bronchiale è un compito importante per il medico, poiché un trattamento adeguato può fornire un controllo completo della malattia neutralizzando completamente i sintomi nei bambini e negli adulti. Per questo vengono valutati tutti i criteri per l'asma, ad eccezione della BPCO e una diagnosi preliminare.

I protocolli diagnostici vengono eseguiti in più fasi:

Storia di chiarificazione

L'asma bronchiale, a seconda del grado di morbilità, è determinata più spesso nell'infanzia e nell'adolescenza. Di norma, c'è una predisposizione genetica allo sviluppo di malattie asmatiche. Inoltre, il suo sviluppo è possibile sullo sfondo della BPCO.

L'attacco bronchiale è spesso associato all'esposizione a determinati fattori, provocando sintomi caratteristici (mancanza di respiro, tosse, respiro sibilante, debolezza, ecc.). L'attacco è in grado di apparire all'improvviso. Può essere fermato con l'aiuto di broncodilatatori inalatori. Se, dopo aver usato l'inalatore, l'attacco non viene rimosso, sono necessari ulteriori protocolli diagnostici e l'eliminazione della BPCO.

Ispezione visiva

Nella fase iniziale della malattia, la diagnostica professionale non è in grado di determinare alcun protocollo specifico nel determinare l'asma, ad eccezione della BPCO. Durante una crisi prolungata, può verificarsi un sintomo di "torace di canna", associato a difficoltà di espirazione. Di conseguenza, lo sviluppo graduale di enfisema è possibile, i cui criteri e protocolli dipendono dalla gravità dei sintomi e dallo stadio di morbilità. Ulteriori trattamenti possono dipendere dai risultati dell'ispezione visiva.

Auscultazione e percussioni

Un modo importante di diagnosi professionale è la percussione (percussione) e l'auscultazione (ascolto) dei polmoni. Man mano che si sviluppa un attacco, si possono udire sibili e respiro affannoso nei polmoni. La percussione è efficace per la malattia a lungo termine e l'enfisema.

Metodi diagnostici di laboratorio

La diagnosi di laboratorio prevede la nomina di un diverso tipo di analisi, tra cui:

  • analisi del sangue biochimica - determina il numero di eosinofili, che sono marcatori del processo allergico. Inoltre, questa analisi, insieme al test allergico, consente di identificare un allergene specifico a cui il corpo reagisce più acutamente;
  • emocromo completo - consente di identificare i processi infiammatori, la BPCO e l'intossicazione nel corpo del paziente. Il prelievo di sangue viene eseguito a stomaco vuoto;
  • analisi generale dell'espettorato - rivela i caratteristici marker asmatici con le caratteristiche spirali di Kurshman e cristalli di Charcot-Leiden. Allo stesso tempo viene definito l'espettorato viscoso e denso che può essere stratificato da due strati. L'esame al microscopio determina gli eosinofili;
  • analisi delle feci - aiuta a identificare le invasioni parassitarie, che spesso provocano lo sviluppo di asma bronchiale. Ad esempio, gli ascaridi, con il loro sviluppo ciclico, sono in grado di penetrare nel sistema polmonare, causando intossicazione generale del corpo, indebolimento del sistema immunitario, aumento dell'allergia al paziente;
  • test allergologico (compresa la scarificazione) - i criteri per condurre un test allergologico possono chiarire la presenza di un innesco nel sangue che provoca una catena di reazioni di risposta nel sangue, che porta al broncospasmo. Se la risposta è positiva, possono esserci segni locali di infiammazione (prurito, rossore, gonfiore, ecc.).

La più difficile da diagnosticare l'asma in presenza di bronchite ostruttiva (COB). Questo processo si manifesta come malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO).

Diagnostica strumentale

I protocolli per l'implementazione di questo tipo di diagnosi servono come indicatori per la formulazione della diagnosi finale.

radiografia

La radiografia professionale è in grado di rivelare una maggiore ariosità del tessuto polmonare (enfisema) e un miglioramento del pattern polmonare dovuto al flusso attivo di sangue nel tessuto polmonare. Tuttavia, si dovrebbe tenere presente che a volte anche una radiografia non può rivelare cambiamenti. Pertanto, è generalmente accettato che i metodi a raggi X siano profondamente non specifici.

spirometria

Questo metodo serve a determinare la funzione respiratoria (funzioni dell'attività respiratoria esterna) ed è piuttosto efficace. La spirometria professionale è in grado di determinare un numero di indicatori chiave dell'attività respiratoria.

La diagnosi della spirometria è la seguente:

  • il paziente è invitato a respirare attraverso un dispositivo speciale (spirometro), che è sensibile e cattura tutti i cambiamenti nella respirazione;
  • l'analisi dell'indagine viene confrontata (medico o paziente) con gli indicatori raccomandati della funzione respiratoria;
  • Sulla base delle caratteristiche comparative professionali della respirazione esterna, il medico stabilisce una diagnosi preliminare (per una fiducia del 100% nella diagnosi della sola spirometria non è sufficiente);
  • se il paziente ha disturbi broncocostruttivi (esclusa la BPCO), ciò può indicare una manifestazione di asma bronchiale.

Inoltre, i dati spirometrici possono determinare la gravità di un attacco d'asma e l'efficacia del trattamento nel caso in cui è stato utilizzato.

Flusso di colore

Questo metodo di diagnosi si riferisce alle innovazioni per il monitoraggio e la determinazione dello sviluppo dell'asma in un paziente adulto. Il protocollo di monitoraggio con misuratore di flusso di picco presenta i seguenti vantaggi:

  • consente di determinare la reversibilità dell'ostruzione bronchiale;
  • capacità di valutare la gravità della malattia;
  • i protocolli di misurazione del flusso di picco consentono di prevedere il periodo in cui si verifica un attacco d'asma, a seconda del grado di morbilità;
  • la possibilità di identificare l'asma professionale;
  • monitorare l'efficacia del trattamento.

La misurazione del flusso di prelievo deve essere eseguita giornalmente. Ciò consente risultati diagnostici più accurati.

pneumotacografo

Utilizzando questo metodo di diagnostica professionale, il volume di picco e la massima velocità volumetrica sono determinati a vari livelli, tenendo conto del rapporto percentuale di FVC (capacità vitale forzata dei polmoni). Misurare il tasso massimo al 75%, 50% e 25%.

I protocolli più difficili per determinare l'asma professionale, come un attacco può causare alcuni composti chimici presenti nell'aria. Per confermare l'asma professionale, è necessario chiarire la storia di un paziente adulto, nonché l'analisi dell'attività respiratoria esterna. Inoltre, è assolutamente necessario superare i test tempestivi (espettorato, urina, sangue, ecc.) Ed effettuare il trattamento necessario.

Determinazione dello stato allergologico

Contemporaneamente agli indici di respirazione esterna e in base alla gravità dei sintomi, vengono condotti test di priming (iniezione) e scratch test per l'individuazione dell'eziologia allergica. Tuttavia, va tenuto presente che il quadro clinico di tali esami in alcuni casi può dare una risposta falsa positiva o falsa negativa. Questo è il motivo per cui si raccomanda di eseguire un esame del sangue per la presenza di anticorpi specifici nel siero. Nella diagnostica professionale, è particolarmente importante accertare lo stato allergico nei bambini.

Diagnosi della malattia nell'infanzia

La diagnosi di asma bronchiale nei bambini è spesso accompagnata da grandi difficoltà. Ciò è dovuto principalmente ai sintomi della malattia nei bambini, che è simile a molte altre malattie infantili. Pertanto, molto dipende dalla scoperta della storia con una tendenza alle malattie allergiche. Prima di tutto, è necessario fare affidamento sulla ripetizione di un attacco notturno di asma bronchiale, che conferma lo sviluppo della malattia.

Inoltre, i protocolli diagnostici prevedono la conduzione della funzione respiratoria (studio funzionale esterno di respirazione) con broncodilatatori per la nomina di adeguate tattiche terapeutiche. È naturale che sia necessario superare test di espettorato, sangue e feci, nonché condurre test spirometrici e test allergologici.

Diagnosi della malattia in età avanzata

Va notato che è difficile diagnosticare un attacco asmatico negli anziani. Ciò è dovuto principalmente all'abbondanza di malattie croniche che accompagnano l'asma bronchiale, "cancellando" la sua immagine. In questo caso, è necessario fare una storia approfondita, espettorato e sangue, eseguire test specifici volti ad eliminare le malattie secondarie. Prima di tutto, la diagnosi di asma cardiaca, la rilevazione di malattia coronarica, accompagnata da sintomi di insufficienza ventricolare sinistra.

Inoltre, si raccomanda di condurre metodi funzionali per la rilevazione di asma bronchiale, incluso ECG, raggi X, misurazione del flusso di picco (entro 2 settimane). Solo dopo che tutte le misure diagnostiche sono state completate è stato prescritto un trattamento sintomatico dell'asma.

L'ARTICOLO È IN ROTTA - malattie, asma.

Diagnosi di asma: studi di laboratorio e strumentali

L'asma bronchiale è una diagnosi clinica, cioè il medico la pone sulla base principalmente di denunce, storia medica e dati di esame e ricerca esterna (palpazione, percussione, auscultazione). Tuttavia, ulteriori metodi di ricerca forniscono preziose e in alcuni casi definiscono le informazioni diagnostiche, quindi sono ampiamente utilizzate nella pratica.

La diagnosi di asma bronchiale con l'aiuto di metodi aggiuntivi include test di laboratorio e studi strumentali.

Indicatori di laboratorio per l'asma bronchiale

I seguenti test possono essere assegnati a un paziente asmatico:

  • emocromo completo;
  • analisi del sangue biochimica;
  • analisi generale dell'espettorato;
  • un esame del sangue per rilevare le IgE totali;
  • test cutanei;
  • determinazione delle IgE allergene-specifiche nel sangue;
  • pulsossimetria;
  • analisi del sangue per gas e acidità;
  • determinazione dell'ossido nitrico nell'aria espirata.

Naturalmente, non tutti questi test vengono eseguiti su ogni paziente. Alcuni di essi sono raccomandati solo in caso di una condizione grave, altri - in caso di rivelazione di un allergene significativo, e così via.

Emocromo completo viene eseguito su tutti i pazienti. Nell'asma bronchiale, come in qualsiasi altra malattia allergica, si nota un aumento del numero di eosinofili (EOS) nel sangue di oltre il 5% del numero totale di leucociti. L'eosinofilia nel sangue periferico può verificarsi non solo nell'asma. Tuttavia, la definizione di questo indicatore nel tempo (di nuovo) aiuta a valutare l'intensità di una reazione allergica, determinare l'inizio di una riacutizzazione, l'efficacia del trattamento. Nel sangue si può rilevare una lieve leucocitosi e un aumento della velocità di sedimentazione degli eritrociti, ma questi sono segni opzionali.

L'analisi biochimica del sangue in un paziente con asma spesso non rivela alcuna anomalia. In alcuni pazienti, vi è un aumento nel livello di α2- e γ-globuline, seromucoi, acidi sialici, cioè segni non specifici di infiammazione.

L'analisi dell'espettorato è un must. Contiene un gran numero di eosinofili - cellule coinvolte in una reazione allergica. Normalmente, sono meno del 2% di tutte le celle rilevate. La sensibilità di questa caratteristica è alta, cioè si trova nella maggior parte dei pazienti con asma e la specificità è media, cioè oltre all'asma, gli eosinofili nell'espettorato si trovano anche in altre malattie.

Nell'espettorato, le spirali di Kurshman sono spesso definite - tubuli convoluti formati da muco bronchiale durante broncospasmo. Sono intervallati da cristalli di Charcot-Leiden - formazioni costituite da una proteina formatasi durante la scissione degli eosinofili. Pertanto, questi due segni indicano una diminuzione della pervietà bronchiale causata da una reazione allergica, che è spesso osservata nell'asma.

Inoltre, la presenza di cellule atipiche caratteristiche del cancro e Mycobacterium tuberculosis è valutata nell'espettorato.

Un esame del sangue per IgE totali indica il livello ematico di questa immunoglobulina, che viene prodotta durante una reazione allergica. Può essere aumentato in molte malattie allergiche, ma la sua quantità normale non esclude l'asma bronchiale e altri processi atopici. Pertanto, è molto più informativo determinare nel sangue di IgE specifiche - anticorpi contro specifici allergeni.

Per l'analisi di IgE specifiche, vengono utilizzati i cosiddetti pannelli - set di allergeni, con cui il sangue del paziente reagisce. Il campione in cui il contenuto di immunoglobulina sarà più alto del normale (negli adulti è 100 U / ml) e mostrerà un allergene causa-significativo. Pannelli di lana usati e epitelio di vari animali, allergeni domestici, fungini, pollini, in alcuni casi - droghe e allergeni alimentari.

I test cutanei sono anche usati per identificare gli allergeni. Possono essere eseguiti nei bambini di qualsiasi età e negli adulti e non sono meno istruttivi della determinazione delle IgE nel sangue. I test cutanei si sono dimostrati nella diagnosi dell'asma professionale. Tuttavia, esiste il rischio di una reazione allergica grave improvvisa (anafilassi). I risultati del campione possono variare con i farmaci antistaminici. Non possono essere eseguiti con allergie cutanee (dermatite atopica, eczema).

L'ossimetria del polso è uno studio condotto con l'aiuto di un piccolo dispositivo - un pulsossimetro, che di solito viene messo sul dito del paziente. Determina la saturazione arteriosa di ossigeno (SpO2). Con una diminuzione di questo indicatore inferiore al 92%, è necessario effettuare uno studio sulla composizione del gas e sull'acidità (pH) del sangue. Una diminuzione del livello di saturazione di ossigeno nel sangue indica insufficienza respiratoria grave e una minaccia per la vita del paziente. La diminuzione della pressione parziale dell'ossigeno e l'aumento della pressione parziale dell'anidride carbonica, che è determinata nello studio della composizione del gas, indica la necessità di ventilazione artificiale dei polmoni.

Infine, la definizione di ossido nitrico nell'aria espirata (FENO) in molti pazienti con asma rivela un aumento di questo indicatore sopra la norma (25 ppb). Maggiore è l'infiammazione delle vie aeree e maggiore è la dose dell'allergene, maggiore è il tasso. Tuttavia, la stessa situazione si verifica in altre malattie polmonari.

Pertanto, i metodi di laboratorio speciali per diagnosticare l'asma sono test cutanei con allergeni e determinano il livello di IgE specifiche nel sangue.

Metodi strumentali di ricerca nell'asma

I metodi di diagnostica funzionale dell'asma bronchiale includono:

  • studio della funzione di ventilazione dei polmoni, cioè la capacità di questo organo di fornire la quantità d'aria necessaria per lo scambio di gas;
  • determinazione della reversibilità dell'ostruzione bronchiale, cioè riduzione della pervietà dei bronchi;
  • rilevamento di iperreattività bronchiale, cioè la loro tendenza allo spasmo sotto l'azione di stimoli inalati.

Il principale metodo di ricerca per l'asma bronchiale è la spirometria, o la misurazione dei volumi respiratori e dei tassi di flusso d'aria. La ricerca diagnostica di solito inizia con esso anche prima dell'inizio del trattamento del paziente.

L'indicatore principale analizzato - FEV1, cioè, volume espiratorio forzato al secondo. In poche parole, questa è la quantità di aria che una persona è in grado di espirare rapidamente per 1 secondo. Quando gli spasmi del broncospasmo lascia il tratto respiratorio più lentamente che in una persona sana, l'indice FEV1 andando giù.

Se durante la diagnosi iniziale il livello di FEV1 è pari all'80% o più dei valori normali, il che indica un leggero decorso dell'asma. L'indicatore, pari al 60 - 80% della norma, compare in caso di asma moderato, meno del 60% - nei casi più gravi. Tutti questi dati sono applicabili solo alla situazione della diagnosi primaria prima dell'inizio della terapia. In futuro, riflettono non la gravità dell'asma, ma il livello del suo controllo. Le persone con asma controllata hanno spirometria nel range normale.

Pertanto, gli indicatori normali della funzione respiratoria non escludono la diagnosi di "asma bronchiale". D'altra parte, una riduzione della pervietà bronchiale si trova, ad esempio, nella broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

Se viene rilevata una diminuzione della pervietà bronchiale, è importante scoprire come è reversibile. La natura temporanea del broncospasmo è una differenza importante tra asma e bronchite cronica e BPCO.

Quindi, con una diminuzione del FEV1 I test farmacologici vengono eseguiti per rilevare la reversibilità dell'ostruzione bronchiale. Il paziente riceve il farmaco per mezzo di un inalatore aerosol a dosaggio controllato, il più delle volte 400 μg di salbutamolo e la spirometria viene eseguita nuovamente dopo un certo periodo di tempo. Se l'indicatore FEV1 dopo aver usato i broncodilatatori aumentati del 12% o più (in termini assoluti, 200 ml o più), parlano di un test positivo con un broncodilatatore. Ciò significa che salbutamolo allevia efficacemente il broncospasmo in un dato paziente, cioè la sua ostruzione bronchiale non è costante. Se l'indicatore FEV1 aumenta di meno del 12%, è un segno di un restringimento irreversibile del lume bronchiale e, se diminuisce, indica uno spasmo paradossale dei bronchi in risposta all'uso di un inalatore.

Guadagno di FEV1 dopo l'inalazione di salbutamolo su 400 ml e più dà quasi piena fiducia nella diagnosi di "asma bronchiale". In casi dubbi, può essere prescritta una terapia di prova con glucocorticoidi per via inalatoria (beclometasone, 200 mcg 2 volte al giorno) per 2 mesi o anche compresse di prednisone (30 mg / die) per 2 settimane. Se gli indici di pervietà bronchiale migliorano dopo questo - questo è a favore della diagnosi di "asma bronchiale".

In alcuni casi, anche con FEV normale1 l'uso di salbutamolo è accompagnato da un aumento del suo valore del 12% o più. Questo suggerisce un'ostruzione bronchiale nascosta.

In altri casi, il valore normale di FEV1 Per confermare l'iperreattività bronchiale viene utilizzato un test di inalazione con metacolina. Se è negativo, questo può essere il motivo per escludere la diagnosi di asma. Durante lo studio, il paziente inala dosi crescenti della sostanza e viene determinata la concentrazione minima, che provoca una diminuzione del FEV1 del 20%.

Altri test sono anche usati per identificare l'iperreattività bronchiale, ad esempio con mannitolo o esercizio fisico. FEV caduta1 a seguito dell'uso di questi campioni, il 15% o più con un elevato grado di sicurezza indica asma bronchiale. Il test da sforzo (in esecuzione per 5-7 minuti) è ampiamente utilizzato per diagnosticare l'asma nei bambini. L'uso di campioni provocatori di inalazione da loro è limitato.

Un altro importante metodo di diagnostica strumentale dell'asma e controllo del suo trattamento è la misurazione del flusso di picco. Ogni paziente con questa malattia dovrebbe avere un misuratore del picco di flusso, perché l'autocontrollo è la base della terapia efficace. Usando questo piccolo dispositivo, determinare la velocità massima di flusso espiratorio (PSV) - la velocità massima alla quale il paziente può espirare l'aria. Questo indicatore, così come FEV1, riflette direttamente la pervietà bronchiale.

Il PSV può essere determinato in pazienti a partire dai 5 anni di età. Quando si determina l'HRP, vengono effettuati tre tentativi, viene registrato l'indicatore migliore. Misurare il valore dell'indicatore al mattino e alla sera di ogni giorno, nonché valutare la sua variabilità - la differenza tra i valori minimi e massimi ottenuti durante il giorno, espressa in percentuale del valore massimo giornaliero e media su 2 settimane di osservazioni regolari. Per le persone con asma, l'aumentata variabilità del PSV è superiore al 20% con quattro misurazioni durante il giorno.

Il PSV è usato principalmente in persone con una diagnosi accertata. Aiuta a mantenere l'asma sotto controllo. Durante le osservazioni determinare l'indicatore migliore migliore per questo paziente. Se c'è una diminuzione al 50 - 75% del miglior risultato, ciò indica un aggravamento crescente e la necessità di aumentare l'intensità del trattamento. Quando il PSV è ridotto al 33-50% del miglior risultato per il paziente, viene diagnosticata una grave esacerbazione e, con una diminuzione più significativa dell'indice, c'è una minaccia per la vita del paziente.

L'indicatore PSV, determinato due volte al giorno, dovrebbe essere registrato in un diario, che viene portato a ciascun appuntamento con un medico.

In alcuni casi, vengono condotti ulteriori esami strumentali. La radiografia dei polmoni viene eseguita in tali situazioni:

  • la presenza di enfisema o pneumotorace;
  • la probabilità di polmonite;
  • esacerbazione, portando la minaccia per la vita del paziente;
  • fallimento del trattamento;
  • la necessità di ventilazione artificiale dei polmoni;
  • diagnosi non chiara.

Nei bambini di età inferiore ai 5 anni viene utilizzata la broncofonografia computerizzata, un metodo di ricerca basato sulla valutazione del rumore respiratorio e che consente di rilevare una diminuzione della pervietà bronchiale.

Se necessario, la diagnosi differenziale con altre malattie esegue la broncoscopia (esame dell'albero bronchiale mediante un endoscopio per sospetto cancro bronchiale, corpo estraneo del tratto respiratorio) e la tomografia computerizzata del torace.

Come si svolge lo studio della funzione respiratoria:

Metodi per diagnosticare l'asma bronchiale

L'asma bronchiale può essere diagnosticata in persone di qualsiasi età. Le statistiche mediche dicono che circa 400 milioni di persone soffrono di asma, e il numero di persone con esso è in aumento.

Cos'è?

Asma bronchiale - la presenza di un processo infiammatorio nelle vie aeree, che è in una forma cronica. La malattia si manifesta mancanza di respiro. Spesso lei finisce nel soffocamento. Ciò è dovuto alla eccessiva reazione delle vie respiratorie a vari tipi di sostanze irritanti.

Le cause di questa malattia sono molte. Tra questi: infezioni virali croniche, contatto costante con allergeni, fumo prolungato, condizioni climatiche, predisposizione genetica, condizioni di lavoro professionali.

Sulla base delle cause dell'asma, le sue categorie si distinguono:

  1. allergie - gli attacchi della malattia sono causati dall'azione degli allergeni. La forma più comune. Può apparire in tenera età o negli anziani, spesso ereditati.
  2. non allergico - può essere causato da infezioni, farmaci a lungo termine, stress e una costante sensazione di ansia. Il più spesso rilevato in pazienti dopo di 30 anni.
  3. misto - fattori allergici e non allergici influenzano la sua manifestazione.

Questa malattia è pericolosa per la vita umana, perché causa la graduale distruzione della sua salute.

Quando pensare di passare il sondaggio

Pensare al sondaggio è nel caso in cui ci siano attacchi di soffocamento. Ogni volta che un attacco è accompagnato da mancanza di respiro (più spesso in caso di inalazione), tosse parossistica e grave mancanza di respiro.

Per facilitare la respirazione e alleviare un attacco di soffocamento, una persona assume una determinata posizione del corpo. Spesso gli attacchi di asma si verificano durante la notte.

Prima che inizi l'attacco sono osservati:

  • respirazione rapida;
  • tosse;
  • rinite acquosa;
  • starnuti frequenti;
  • forte mal di testa;
  • dolore o mal di gola;
  • mancanza di energia;
  • sbalzi d'umore.

Vale la pena considerare l'esame con frequenti reazioni allergiche a vari stimoli. Dopotutto, possono essere precursori della malattia del tipo allergico.

La presenza di questi segni dovrebbe incoraggiare un sondaggio per escludere (confermare) la malattia.

Video: metodi della tecnologia Detas

Metodi per la diagnosi di asma negli adulti

La diagnosi di questa malattia viene effettuata al fine di identificare il possibile tipo di allergeni e la rilevazione di malattie croniche dell'apparato respiratorio, che ha causato gli attacchi di soffocamento, consente di valutare la funzione respiratoria del paziente.

storia

Nella diagnosi di asma e il suo successivo trattamento, l'anamnesi è importante. La malattia viene sempre esclusa con mancanza di respiro e tosse senza causa, con frequenti bronchiti e polmoniti.

La sua gravità è giudicata dalla durata degli attacchi, dalla loro frequenza, gravità. Durante l'esame, la causa dell'attacco viene chiarita, sia che ci sia una differenza rispetto alla precedente, sia che si sia verificata nausea, dolore al petto, il tipo di farmaco assunto e il suo dosaggio (comparsa di effetti collaterali), viene accertata la condizione del paziente tra gli attacchi.

Quando si valutano le condizioni professionali, la vita, le abitudini e l'influenza delle condizioni climatiche e climatiche, è possibile identificare i fattori che causano la malattia.

Storia familiare Si scopre che ci sono parenti che soffrono di asma o malattie allergiche.

Esame fisico (esame, palpazione, percussione del torace, auscultazione dei polmoni). Se l'asma ha una forma non complicata, quindi un esame fisico non rivela anomalie.

Polso, pressione sanguigna, frequenza respiratoria, altezza, peso sono determinati, l'attenzione è rivolta alla postura e al tipo di paziente. Il polso e la respirazione durante un attacco aumentano sempre, la pressione aumenta spesso, l'aria fuoriesce attraverso le labbra pizzicate, le ali del naso si allargano, l'escursione al petto è notata, e la respirazione è dura con rantoli secchi.

La storia consente al medico di chiarire la diagnosi e identificare la gravità della malattia.

analisi

Durante l'esame vengono eseguite numerose analisi. Ti permettono di identificare la causa degli attacchi e di stabilire il meccanismo della malattia. Assegnato ai test del paziente può essere eseguito nella clinica clinica.

Il gruppo standard di test include:

  1. Un esame del sangue clinico viene eseguito con l'installazione di indici di emoglobina, leucociti ed eritrociti, la rilevazione di ESR.
  2. Analisi dell'espettorato Rilevamento di livelli aumentati di eosinofili, neutrofili e cellule infettive in esso indica la presenza di infezione.
  3. L'analisi del lavaggio viene eseguita per identificare la presenza di varie forme di leucociti nei bronchi.
  4. Analisi biochimica del sangue con determinazione del livello di proteine, acido sialico, aptoglobina.
  5. Lo studio dell'immunologia del sangue consente di determinare il contenuto di immunoglobuline.

È importante ricordare che nel periodo di remissione, tutti i risultati dei test rientrano nell'intervallo normale, ma durante l'esacerbazione della malattia gli indicatori presentano deviazioni significative.

I risultati dei test di laboratorio influenzano la formulazione di una diagnosi accurata e lo sviluppo di metodi per il suo trattamento.

sondaggio

La presenza di attacchi ripetuti è il criterio principale nella diagnosi della malattia.

I principali metodi di diagnosi del sondaggio sono:

  • L'esame iniziale del paziente - consente al medico di valutare le condizioni del paziente, per identificare le manifestazioni della malattia.
  • Radiografia - stabilisce le malattie croniche e acute disponibili dell'apparato respiratorio.
  • L'elettrocardiogramma - registra i parametri cardiaci, consente di identificare le malattie cardiache. I cambiamenti patologici nel cuore sono rilevati nelle forme moderate e gravi della malattia.
  • Spirometria: registra il volume e la velocità dell'aria espirata.
  • Fluorometria: consente di impostare la velocità di espirazione.
  • Pneumotachografia: consente di identificare possibili violazioni della pervietà nei bronchi, registra il volume di aria in entrata e in uscita a riposo e sotto stress.
  • Studi di laboratorio - sono condotti per rilevare agenti patogeni e allergeni che provocano attacchi.
  • I test cutanei vengono effettuati al fine di stabilire una sostanza che provoca una reazione allergica del corpo.

Questi metodi diagnostici aiutano a ottenere e valutare le informazioni sullo stato di salute del paziente, per determinare la gravità della malattia. Inoltre, ogni paziente viene esaminato da specialisti stretti: allergologo, otorinolaringoiatra, pneumologo.

Cos'è l'asma? Scopri il link.

Indicazioni per l'esame di laboratorio

Il numero di pazienti con diagnosi di asma è in costante aumento.

Già con la comparsa di disturbi respiratori, tosse, e anche:

  • quando i sequestri sono stagionali;
  • esacerbazione dello stato al contatto con sostanze non specifiche;
  • se i sintomi compaiono di notte;
  • dopo aver assunto farmaci;
  • se la tosse diventa grave e l'infezione dura più di 10 giorni

Puoi richiedere un sondaggio per chiarire i motivi del loro aspetto.

Per qualsiasi durata di un attacco di dispnea, con un aumento dei sintomi, se la condizione non migliora entro pochi giorni, è necessario consultare immediatamente un medico per un appuntamento.

Diagnosi differenziale

Il soffocamento non è sempre un sintomo di asma.

Le malattie hanno una manifestazione simile:

  • organi respiratori;
  • sistema cardiovascolare;
  • condizione di ictus emorragico;
  • epilessia;
  • sepsi;
  • intossicazione da farmaci;
  • stato di isteria.

Molto spesso, i medici differenziano l'asma bronchiale dalle condizioni patologiche del cuore e del sistema vascolare. Gli attacchi di asma associati a malattie cardiache acute o croniche sono più comuni nelle persone anziane.

Durante un attacco, una persona soffre di una forte mancanza d'aria, spesso è molto difficile respirare. L'espettorato per la tosse è liquido, spesso rosato (leggermente tinto di sangue).

Durante l'esame dal dottore c'è un aumento del volume del cuore, del fegato, del gonfiore delle estremità e del respiro sibilante.

Nella bronchite cronica, l'ostruzione bronchiale non scompare anche dopo l'uso di farmaci che espandono i bronchi. Chiusura con un tumore, un oggetto estraneo del tratto respiratorio porta a soffocamento, assomigliante a attacchi di asma. Respirare è rumoroso, con respiro affannoso, respiro affannoso.

Molte donne dopo gravi sconvolgimenti psico-emotivi possono sperimentare l'asma del tipo istericoide. La respirazione in questo stato è accompagnata da un gemito, un pianto convulso, una risata isterica, i movimenti respiratori sono attivi, l'inspirazione e l'espirazione si intensificano, non c'è respiro sibilante.

La diagnosi differenziale dell'asma bronchiale viene eseguita mediante broncoscopia, biopsia, esame a raggi X, combinato con tomografia.

Come vengono esaminati i bambini

La diagnosi di asma bronchiale nei bambini viene effettuata presso l'Ospedale pediatrico del Dipartimento di Allergologia o sotto la supervisione di un medico a livello ambulatoriale.

Quando si effettua una diagnosi, un punto importante è una conversazione con i genitori. Prima di tutto, il medico descrive la madre durante la gravidanza, il parto, le condizioni del bambino dopo il parto e il suo sviluppo.

Si scopre la presenza di reazioni allergiche a vari stimoli, quanto spesso ci sono attacchi e convulsioni, che allo stesso tempo hanno usato droghe.

È necessario venire al sondaggio con una carta del bambino, che riflette i risultati di recenti test e ricerche, ci sono record di malattie passate.

La fase successiva dell'esame del bambino è determinare il tipo causale di allergene. La determinazione viene effettuata conducendo test cutanei. Attraverso tale sondaggio, è possibile determinare con precisione il "colpevole" degli attacchi d'asma.

Rileva il tipo di test di laboratorio disponibili per gli allergeni. Comune ed efficace è l'analisi IF (immunoassay). Viene prelevato il sangue e viene determinata la presenza di anticorpi.

I bambini dopo i 5 anni conducono uno studio sulla respirazione esterna. Il risultato di esso rende possibile scegliere la medicina individualmente.

È possibile stabilire una diagnosi a casa

Alle prime manifestazioni dei sintomi della malattia come, mancanza di respiro, raucedine, grave e non tosse per lungo tempo, soffocamento, l'aspetto di oppressione toracica, molti cercano di diagnosticare se stessi e iniziare il trattamento.

I sintomi non sempre indicano adeguatamente l'insorgenza dell'asma. È insidioso perché è abbastanza facile confonderlo con molte altre malattie.

È facilmente confuso con la bronchite acuta (cronica), poiché la tosse, il respiro sibilante e il soffocamento accompagnano entrambe le malattie.

Molte persone anziane hanno spesso una tosse persistente e respiro affannoso, soprattutto per coloro che hanno una lunga storia di fumatori. Ma la presenza di questi sintomi non significa la presenza della malattia.

La paralisi delle corde vocali, la patologia cardiaca, lo stato di ictus, l'epilessia, lo strapazzo psico-emotivo si verificano anche sotto l'aspetto dell'asma bronchiale.

Un attacco di iperventilazione (mancanza di respiro a riposo), accompagnato da vertigini, secchezza delle fauci, nausea, dolore toracico, molti anche scambiati per asma.

Stabilire la presenza di questa malattia è impossibile. Solo un esame completo aiuterà a determinare con precisione la presenza di asma e la sua gravità.

Se i metodi di ispezione dipendono da una fase della malattia

La gravità della malattia colpisce i metodi di esame di laboratorio, che devono ammalarsi.

  • Stadio I malattia. Vengono eseguite le analisi delle urine e del sangue, viene esaminata la funzione di respirazione esterna, vengono effettuati test cutanei per rilevare il tipo di allergene attivo, viene determinato un indicatore di IgE, viene eseguita una radiografia e si esamina l'espettorato. A discrezione del medico del reparto ospedaliero, vengono effettuati diversi test - provocatori con costrittenti bronchi, allergeni, stress.
  • Malattia di stadio II Sono prescritti esami generali del sangue e delle urine, vengono effettuate ricerche sulla respirazione esterna, vengono eseguiti test cutanei, viene analizzato l'espettorato, vengono determinati gli indici di IgE e vengono effettuate le radiografie. Si raccomanda di eseguire misurazioni di picco giornaliere.
  • Malattia di stadio III Esami del sangue e delle urine, respirazione esterna, misurazioni del flusso di picco giornaliero, test della pelle vengono eseguiti, se necessario, vengono determinati i livelli di IgE, vengono analizzati i raggi X, l'espettorato. Esame ospedaliero dei componenti del gas del sangue.

Quando si effettua una diagnosi di asma bronchiale, tutti i risultati dei test e degli esami effettuati, la corretta valutazione della storia e del quadro dello sviluppo della malattia.

Hai l'asma? Metodi di trattamento, vedi pagina.

Cos'è l'asma atopica? È detto più lontano.

Solo questi metodi complessi di esame del paziente aiuteranno il medico a diagnosticare e prescrivere il trattamento appropriato.