Tracheobronchite: tipi, sintomi e trattamento, farmaci

Transizione rapida sulla pagina

Se chiediamo quale sia la più comune malattia dell'apparato respiratorio, probabilmente sentiremo rispondere che è un raffreddore. E, in realtà, non c'è nulla di cui discutere su questo: sebbene la cavità nasale non partecipi allo scambio gassoso, è ancora parte del tratto respiratorio superiore. Inoltre, nella cavità nasale, l'aria viene riscaldata e umidificata, il che è importante.

La seconda malattia più comune è la bronchite, o bronchite, che ha quasi sempre un decorso cronico. La bronchite acuta è meno comune. È primario, ma, essendo spesso sottotracciato, acquisisce un decorso cronico.

In tal caso, se l'infiammazione passa nella zona di piccoli bronchi e bronchioli e si diffonde al tessuto polmonare (alveolare), si verifica una polmonite. E nel caso in cui l'infiammazione dei bronchi si affretta, colpisce i grandi bronchi e il muro di un singolo "condotto d'aria" - si verifica una tracheobronchite.

Tracheobronchitis - che cos'è?

La tracheobronchite è un processo infiammatorio che si sviluppa contemporaneamente nella mucosa dei bronchi e della trachea. Una trachea è un "singolo bronco comune" in cui entra l'aria, scavalcando la laringe con il suo apparato di corde vocali. La trachea viene quindi divisa in due bronchi principali, ciascuno dei quali fornisce aria al polmone destro o sinistro.

Secondo la classificazione internazionale delle malattie (ICD-10), la tracheobronchite è codificata come J 40, cioè come bronchite non specificata e la tracheobronchite acuta può essere codificata come J 20 o come bronchite virale.

Nel caso in cui la tosse sia allergica, la tracheobronchite può avere il codice J 45 (asma bronchiale). Alla fine, quando la tracheobronchite può resistere e codificare J 44, se parliamo di malattia ostruttiva cronica.

Tipi di malattia

La normale tracheobronchite catarrale acuta non è altro che una complicazione che si verifica dopo un'infezione virale respiratoria acuta (ARVI). La tracheobronchite primitiva, che non è associata ad un attacco virale, è molto rara. Ad esempio, può avere una natura tossica e può verificarsi quando l'inalazione di fumi caustici, come ammoniaca o cloro.

Oltre a un'infezione virale che procede nel solito tipo "freddo", la tracheobronchite acuta può essere causata da un'infezione come il morbillo o la pertosse. Spesso il processo è "ascendente" e complica il decorso della polmonite e molto meno spesso il processo sta scendendo, ad esempio come complicazione della tonsillite catarrale o follicolare.

La tracheobronchite acuta secondaria può verificarsi utilizzando i seguenti metodi di diffusione dell'infezione:

  • Broncogeno (con la diffusione dell'agente patogeno nei bronchi). Dato che l'epitelio ciliato si trova in modo che tutte le sostanze e il muco accumulati vengano rimossi, non sorprende che la tracheobronchite appaia come una complicanza della bronchite o della polmonite: gli agenti causali vengono semplicemente trasportati alla periferia.
  • Inalatoria. Questo percorso è caratteristico delle tracheobronchiti primarie, che sono causate da virus tropici del tessuto ghiandolare, cioè gli adenovirus. Sono loro a causare ARVI, e il percorso aereo è nient'altro che l'introduzione di virus con una corrente d'aria inspirata ancora più profonda nelle vie respiratorie. Quindi, la rinite virale potrebbe essere complicata dalla tracheobronchite.
  • Ematogena. L'opzione di trasmissione più rara. Si riferisce alla tracheobronchite batterica e fungina. Il primo tipo, per esempio, può verificarsi con sepsi, endocardite batterica, in presenza di focolai purulenti nel corpo. Certamente, spesso la fonte di tracheobronchitis può essere la bronchite purulenta ordinaria, che si è alzata dopo il primario, il virale. Ma in questo caso, ci sarà un modo broncogena di diffondere l'infezione. Il danno fungino è caratteristico delle micosi sistemiche, che si verificano sullo sfondo di una ridotta immunità.

La tracheobronchite allergica è un'infiammazione della mucosa della trachea e dei bronchi, in cui vi è una pronunciata sensibilizzazione del tessuto bronchiale ai patogeni, e la muscolatura liscia dei bronchi reagisce spesso con la comparsa di spasmi. Non pensare che la tracheobronchite allergica si verifichi senza la partecipazione di agenti patogeni - c'è semplicemente una reazione alterata del corpo, che spesso si verifica con la presenza di attacchi dolorosi di tosse secca.

La tracheobronchite cronica si verifica se il processo acuto non è stato trattato correttamente e è stato ritardato per un periodo di oltre due mesi.

Ci può essere un'altra opzione per lo sviluppo della tracheobronchite acuta, in cui inizialmente non esiste un quadro clinico vivido. Procede con una sintomatologia pigra e, di conseguenza, un tale processo acquisisce un decorso primario - cronico. Molto spesso, questo tipo di corso si verifica in pazienti debilitati, negli anziani e in individui con disturbi immunitari severi.

Sui fattori di rischio

Naturalmente, qualsiasi persona sana può soffrire di questa malattia come complicanza di ARVI. Ma ci sono alcune condizioni in cui il rischio di tracheobronchite è significativamente più alto, incluso il rischio di cronicità. Questi fattori di rischio includono:

  • frequenti raffreddori, mal di gola;
  • lunga esperienza di fumare;
  • la presenza di polvere nell'aria, gas di scarico e aerosol industriali;
  • basso livello di attività fisica;
  • bassa immunità;
  • ipotermia frequente;
  • deformità toracica (ad esempio con scoliosi);
  • la presenza di malattia polmonare ostruttiva cronica, asma bronchiale.

Sintomi di tracheobronchite - tosse, dolore e respiro sibilante

Come si può intuire, i sintomi della tracheobronchite negli adulti consistono nei sintomi della tracheite e della bronchite, che esistono simultaneamente. I sintomi più comuni sono:

  • tosse e frequente, secca e dolorosa;
  • dolore al petto durante la tosse;
  • dolore e graffi dietro lo sterno;
  • il verificarsi di rantoli secchi che possono essere ascoltati anche a distanza.

Sui rantoli asciutti devono essere spiegati per quanto riguarda il loro calibro. I bronchi possono essere convenzionalmente equiparati ai tubi d'organo: più sottile e sottile è il calibro del bronco, più alto è il respiro sibilante e viceversa. Pertanto, con la sconfitta dei bronchioli piccoli e terminali e dei piccoli bronchi, si avrà un respiro sibilante e con la sconfitta dei grandi bronchi compaiono toni ronzanti, bassi e ronzanti. Il respiro sibilante può verificarsi dal movimento del muco denso all'interno dei bronchi.

In alcuni casi, il respiro affannoso può essere sentito a una distanza considerevole, tale respiro sibilante è chiamato lontano:

  • durante l'auscultazione (ascolto) in un paziente che respira intensamente su grandi bronchi è determinato;
  • dopo alcuni giorni compaiono i dolori muscolari, la cui fonte è il diaframma e i muscoli intercostali, poiché è solo doloroso tossire;
  • produzione di espettorato.

A proposito di espettorato anche bisogno di dire speciale. In una tracheobronchite tipica con lesioni del grosso bronco, l'espettorato viene rilasciato molto poco. Dal momento che il suo volume principale è prodotto nei piccoli bronchi e bronchioli, la cui superficie totale è molte volte più grande.

Pertanto, la tracheobronchite acuta è una tosse secca e dolorosa, che viene spesso chiamata "abbaiare". In alcuni casi, viene secreta una piccola quantità di espettorato di muco.

Nel caso in cui vi sia una tracheobronchite allergica, il muco lascia anche l'espettorato, e in alcuni casi è così spesso che assomiglia a calchi dei bronchi, ed è quasi trasparente.

Quando si attacca un'infezione batterica secondaria (e, come sapete, le malattie virali non sono accompagnate da suppurazione), l'espettorato diventa purulento, e la tosse dall'asciutto, con sibili sibilanti e fischianti può bagnarsi. Spesso c'è un aumento della temperatura e il deterioramento delle condizioni generali.

  • Questa fase del processo di trasformazione dal virale al batterico è ben nota ai pneumologi e suggerisce che è tempo di prendere gli antibiotici.

Tracheobronchitis nei bambini, in particolare

Naturalmente, i bambini hanno maggiori probabilità di soffrire di infezioni respiratorie, dal momento che le loro difese immunitarie sono imperfette, e specialmente se il bambino è stato alimentato artificialmente. Inoltre, i bambini in generale, hanno maggiori probabilità di ammalarsi più degli adulti: hanno maggiori probabilità di avere avitaminosi e immunodeficienza.

I bambini hanno segni di diatesi e le loro tonsille spesso contribuiscono all'infezione cronica, invece di impedire la sua penetrazione nei polmoni.

Molto spesso, la tracheobronchite nei bambini si manifesta con episodi di tosse secca, che disturba il bambino durante la notte. Lo stato di salute generale soffre un po ': solo per un breve periodo di tempo hanno la febbre subfebrile, raramente osservato il rifiuto di mangiare e l'indisposizione.

Pertanto, il quadro clinico è spesso sfocato e, di conseguenza, il trattamento della tracheobronchite nei bambini inizia tardi. Pertanto, vi è il rischio di infezione batterica e lo sviluppo di polmonite. Queste complicanze nei bambini sono più comuni che negli adulti.

Trattamento di tracheobronchite - farmaci e metodi

In effetti, il trattamento della tracheobronchite acuta è quasi lo stesso del trattamento della bronchite acuta. La trachea infatti non è altro che un "bronco comune" per i due polmoni ed è relativamente vicina alla faringe e all'orfofaringe. Pertanto, le sostanze medicinali che vengono introdotte nel corpo durante l'inalazione, cadono prima sulle pareti della trachea e producono un effetto terapeutico lì. È molto più facile curare l'infiammazione nella trachea che nei piccoli bronchi, dove l'accesso a volte è difficile a causa di uno spasmo o di una grande quantità di muco.

Come trattare correttamente la tracheobronchite? Nei primi giorni della malattia, devi seguire la modalità mezza-a-letto, la dieta a base di latte e verdura e smettere di fumare se fumi. Si consiglia di umidificare l'aria nella stanza in cui si trova il paziente, dal momento che gli attacchi aggravanti di tosse abbaiante si verificano con maggiore secchezza dell'aria.

Nel caso in cui si tratti di tracheobronchite virale acuta, vengono spesso utilizzati i seguenti metodi che consentono di rimuovere l'intossicazione virale e migliorare la funzione di drenaggio dei bronchi:

  • Viene mostrata un'abbondante bevanda vitaminica calda;
  • Si raccomanda l'uso di acque minerali riscaldate alcaline, poiché un ambiente alcalino migliora la formazione e lo scarico dell'espettorato;
    si prescrivono i mucolitici e i farmaci espettoranti, ad esempio "ACC" (acilcisteina), estratto di althea, compresse quali "Mukaltin", "Ambroxol", "Bromhexin", "Gerbion", vengono mostrate formulazioni a base di erbe espettoranti ("Raccolta pettorale");
  • I preparati di interferone sono mostrati, specialmente nelle prime ore della malattia, quando inizia a "torcere" il naso;
  • In caso di tosse secca, vengono mostrate inalazioni per tracheobronchite, sia con vapore medicinale di camomilla, calendula e inalazioni ad ultrasuoni, per esempio, con Lazolvan o Berodual per bronchite allergica e la comparsa di broncospasmo. Le inalazioni di vapore possono essere effettuate con oli essenziali aromatici di eucalipto, con soda. Puoi semplicemente respirare attraverso il beccuccio della teiera con uno spicchio d'aglio appena macinato: i suoi phytoncides disinfettano la mucosa dell'albero bronchiale e impediscono la crescita dell'attività dei microrganismi;
  • Per i dolori al petto e la febbre, i FANS sono mostrati, ad esempio, Nurofen e Efferalgan.

Attenzione! È severamente vietato prescrivere i bambini con acido acetilsalicilico prima che raggiungano l'età di 12 anni, a causa di una possibile complicanza grave - la sindrome di Ray, che può essere fatale.

Quando la tracheobronchite mostra vari rimedi popolari, in particolare un tale complesso, come un bagno. Può essere utilizzato solo se non c'è temperatura. Non si dovrebbe raggiungere una temperatura elevata nel compartimento gemello: migliore riscaldamento a lungo termine a 55 - 60%, perché l'aria non brucia i bronchi e non rispondono con spasmo.

È molto utile semplicemente riscaldare e respirare profondamente nella vasca da bagno se si cospargono olio essenziale di menta, eucalipto e ginepro sulle pareti del bagno turco. E dopo il bagno, per la notte, bevi latte tiepido con mummia e miele, decotto di rosa canina o tè vitaminico con miele di tiglio e menta.

Quando vengono mostrati gli antibiotici?

Solo se lo stato di salute è peggiorato ed è apparso un espettorato purulento giallo o giallo-verde, è necessario prescrivere una terapia antibatterica. È importante ricordare che solo un medico prescrive antibiotici. Naturalmente, idealmente, il trattamento dovrebbe essere mirato, cioè dopo l'esame batteriologico dell'espettorato con la determinazione della sensibilità della microflora a determinati antibiotici.

  • La durata del trattamento, in casi non complicati, è (in media) 5-7 giorni.

Se il patogeno è sconosciuto, viene prescritto uno schema empirico, che presuppone la presenza dei più comuni agenti patogeni. Tuttavia, in ogni caso, dopo l'assunzione di antibiotici, è necessario assumere preparazioni batteriche - Baktisubtil, Linex, Hilak-Forte, per normalizzare la microflora intestinale ed evitare la disbiosi, che può verificarsi a seguito della nomina di farmaci battericidi.

Dopo la normalizzazione del benessere, è necessario iniziare un trattamento finalizzato al miglioramento dell'immunità: vengono eliminati i focolai di infezione cronica del corpo, viene eseguita la riabilitazione dei denti malati, secondo le indicazioni viene eseguita una tonsillectomia, vengono induriti, adattogeni e vitamine.

prospettiva

La tracheobronchite, i sintomi e il trattamento di cui abbiamo analizzato, si riferisce a quelle malattie che vengono trattate a livello ambulatoriale, a casa, nella stragrande maggioranza dei casi. Ma a volte è necessario il ricovero in reparto pediatrico o per adulti di pneumologia.

Questa necessità può sorgere se una persona ha una flora anaerobica e la malattia è molto difficile, se la polmonite è una complicazione della tracheobronchite, se la malattia è solo grave negli anziani, e anche se il paziente ha gravi malattie concomitanti, per esempio, insufficienza cardiaca - vascolare cronica, presenza di ipertensione polmonare.

Anche i pazienti con asma bronchiale che sullo sfondo della tracheobronchite hanno bisogno di avere attacchi di asma necessitano di ricovero ospedaliero.

Tracheobronchite acuta

La tracheobronchite acuta è una malattia infiammatoria del tratto respiratorio che colpisce la mucosa del tratto respiratorio (trachea) e l'epitelio bronchiale.

Questa malattia respiratoria ha un codice ICD 10 - J06-J21.

Codice ICD-10

Cause di tracheobronchite acuta

Gli esperti attribuiscono la patogenesi della malattia con la penetrazione del infezioni del tratto respiratorio: i virus influenzali adenosina o rinovirus, e parainfluenza, coronavirus, virus respiratorio sinciziale, e batteri: Staphylococcus, Streptococcus, Mycoplasma pneumoniae, Moraxella catarrhalis, coccobacillus Bordetella pertussis o Bordetella parapertussis.

In primo luogo, un'infezione virale o microbica può interessare il rinofaringe e poi scendere: questa via di diffusione della patologia con l'infezione virale respiratoria acuta del paziente, l'influenza e la pertosse è nota come la principale causa di tracheobronchite acuta. Non è inoltre esclusa la relazione causa-effetto dello sviluppo di questa malattia con il generale sovraraffreddamento del corpo, l'esposizione alle mucose delle vie respiratorie del fumo di tabacco o la loro irritazione con sostanze chimiche gassose.

Nell'infiammazione linfocitaria interstiziale, l'epitelio ciliato della trachea e dei bronchi si gonfia e si ispessisce, e poi si allenta, dopo di che inizia la desquamazione (desquamazione) dovuta al danneggiamento delle membrane basali delle cellule epiteliali ciliate.

Sintomi di tracheobronchite acuta

I primi segni di tracheobronchite acuta sono la tosse convulsa, le cui crisi iniziano più spesso durante l'inalazione. In molti casi, periodi di tormento incontrollabile per la tosse di notte.

In primo luogo, la tosse è secca, combattendo la gola e causando dolore alla laringe, raucedine (o raucedine) e dolore dopo la tosse nella sezione del torace. Pochi giorni dopo, una tosse secca diventa produttiva con la secrezione di secrezione mucosa sierosa - espettorato, in cui possono essere presenti impurità di pus o sangue. Durante l'ascolto di respirazione affannosa, con un fischio sull'espirazione e respiro affannoso.

Sono possibili anche i sintomi della tracheobronchite acuta, come rinite, solletico e mal di gola, bassa temperatura corporea (nei primi giorni della malattia), dispnea, dolore al petto e al diaframma e debolezza generale.

Uno degli aspetti più allarmanti di questa malattia è la natura a lungo termine del processo infiammatorio: secondo le statistiche, la durata media della tosse negli adulti con questa diagnosi è di 18 giorni. La tracheobronchite acuta nei bambini piccoli ha molti sintomi identici, e nei neonati e nei bambini fino a 1,5-2,5 anni, il quadro clinico è completato da: aumento della respirazione e del polso, vomito durante gli episodi di tosse, aumento del volume del torace, cianosi delle labbra e della pelle, gonfiore dei tessuti molli, aumento dell'eccitazione, convulsioni convulsive.

Le complicanze della tracheobronchite acuta nei pazienti anziani e nei bambini al di sotto dei cinque anni di età determinano lo sviluppo della forma cronica della malattia, la bronchite ostruttiva, la polmonite focale, l'enfisema polmonare e la malattia polmonare ostruttiva cronica. Le conseguenze della malattia nei bambini piccoli possono portare a problemi cronici con la respirazione (ostruzione parziale dei bronchi) e persino a fermarla.

Tracheobronchite acuta durante la gravidanza

Va tenuto presente che la tracheobronchite acuta durante la gravidanza può portare a conseguenze più negative, specialmente nell'ultimo trimestre. Durante un forte colpo di tosse, i muscoli del peritoneo e il diaframma si irrigidiscono, i movimenti intensi del diaframma spingono l'utero, portandolo in tono. Dopo la 32a settimana, ciò potrebbe causare un parto prematuro.

Il trattamento della tosse nelle donne in gravidanza è possibile solo con i mezzi più sicuri. Questi includono il bere alcalino (latte con acqua minerale o soda), inalazioni con gemme di pino, eucalipto, bicarbonato di sodio e vapore di patate bollite. Dalle piante medicinali alle donne in gravidanza, è possibile utilizzare anche l'infusione o il decotto di radice di Althea e foglie di madre e matrigna (nei primi tre mesi e estratto di timo). Né origano, né trifoglio o devyala, né liquirizia, né semi di anice possono essere usati dalle donne incinte.

È controindicato l'uso di antibiotici nel trattamento delle donne in gravidanza e, se si presenta un'urgente necessità - una grave infezione, devono essere prescritte da un medico esperto, poiché questi farmaci penetrano nella placenta e il loro effetto sul nascituro non è sempre studiato. Anche i macrolidi, che sono considerati gli antibiotici più innocui, in molti casi, le istruzioni indicano che il farmaco deve essere usato durante la gravidanza e l'allattamento "solo in assenza di un farmaco alternativo adeguato".

Praticamente gli stessi metodi che nelle donne in gravidanza, tracheobronchite acuta è trattata in una madre che allatta.

Diagnosi di tracheobronchite acuta

La diagnosi viene effettuata con l'ausilio dell'auscultazione - ascoltando con uno stetoscopio i suoni presenti durante la respirazione. E con l'aiuto di un laringoscopio, viene esaminata la gola respiratoria.

Abbiamo anche bisogno di test per tracheobronchite acuta, in particolare, analisi del sangue clinico generale. E per determinare il tipo di infezione e la possibile individuazione di cocchi sierici, antigeni, eosinofili, si esegue lo studio biochimico del sangue di micoplasma. Con lo stesso scopo, viene studiata la composizione dell'espettorato (bacpery per microflora patogena).

Tuttavia, solo l'analisi del siero del sangue per il livello di procalcitonina può confermare assolutamente esattamente l'origine batterica delle condizioni patologiche del tratto respiratorio.

La diagnosi hardware e strumentale della malattia implica:

  • raggi X del torace, che consentono di determinare i cambiamenti strutturali dei tessuti;
  • radiografia bronchiale con un mezzo di contrasto (broncografia);
  • spirometria (determinazione del carico funzionale degli organi respiratori);
  • Ultrasuoni della trachea, dei bronchi e dei polmoni.

Poiché l'elenco delle patologie respiratorie con sintomi simili è ampio, è necessaria una diagnosi differenziale di tracheobronchite acuta - per distinguerla dall'influenza, escludere laringite, pertosse, polmonite, bronchite eosinofila, asma bronchiale, micoplasmosi respiratoria, broncopneumopatia ostruttiva, ecc.

La tracheobronchite acuta nei bambini deve essere distinta da molte altre lesioni batteriche e virali del tratto respiratorio superiore; Inoltre, i bambini dovrebbero essere testati per le feci - per eliminare l'invasione elmintica e la fibrosi cistica (per la quale esiste anche una forte tosse parossistica).

Chi contattare?

Trattamento della tracheobronchite acuta

In oltre l'80% dei casi, la causa della malattia è un'infezione virale, in modo che il trattamento della tracheobronchite acuta con farmaci antimicrobici sia effettuato nel caso di un'infezione combinata (quando i batteri si uniscono al virus e il pus appare nell'espettorato) o quando l'agente patogeno è identificato dall'insorgenza della malattia. E questo è possibile se durante la diagnosi è stato determinato il livello di procalcitonina nel siero.

Come effetto fisioterapeutico sui bronchi - per espandere i loro lumi e un migliore flusso d'aria ai tessuti polmonari - sono necessarie procedure per promuovere il flusso sanguigno e migliorare il metabolismo intracellulare: prugne e lattine di mostarda, nonché bagni caldi ai piedi (se la temperatura corporea è normale). I medici raccomandano di prendere questi farmaci per la tracheobronchite acuta (inibire il riflesso della tosse con una forte tosse secca):

  • Libexin (Prenoxdiazine, Tibeksin, Toparten): per gli adulti - 0,1 g (una compressa) tre volte al giorno; in forma grave della malattia - due pillole; il dosaggio per i bambini dipende dall'età (da 0,025 a 0,05 g tre volte al giorno;
  • Sinekod (Butamirato) sotto forma di sciroppo: per adulti e bambini sopra i 12 anni - 15 ml tre volte al giorno (prima dei pasti); bambini 6-12 anni - 10 ml; 3-6 anni - 5 ml. Gocce Sinekod: adulti e bambini dopo tre anni - 25 gocce quattro volte al giorno; bambini 1-3 anni - 15 gocce, neonati da 2 a 12 mesi - 10 gocce 4 volte al giorno.

Con un espettorato denso per la sua liquefazione e una migliore scarica sono nominati:

  • Lo sciroppo d'Ambroxol (Ambrobene, Lasolvan) per i bambini sopra i cinque anni viene somministrato 5 ml tre volte al giorno (dopo i pasti); 2-5 anni - 2,5 ml ciascuno e nella stessa posologia per i bambini sotto i due anni di età. Gli adulti possono assumere Ambroxol compresse (Bronchopront, Mucosan) - 30 mg (un pezzo) due o tre volte al giorno;
  • L'acetilcisteina (ACC) è utilizzata negli adulti e nei bambini dopo 12 anni: 100-200 mg tre volte al giorno;
  • Compresse di Mukaltin - 1-2 pillole tre volte al giorno;
  • Compresse di Terpingidrat - tre volte al giorno, una pillola.

Per prevenire l'edema della trachea mucosa e dei bronchi nella tracheobronchite acuta, i medici raccomandano antistaminici, ad esempio, compresse di soprastina (0,025 g ciascuno): gli adulti assumono una pillola due volte al giorno (durante i pasti); neonati - la quarta parte del tablet, dopo 6 anni - mezza compressa 2 volte al giorno. Gli adulti Erespal devono prendere una pillola 2-3 volte al giorno (prima dei pasti) e ai bambini deve essere somministrato uno sciroppo - 4 mg per chilogrammo di peso corporeo (una volta al giorno).

In caso di eziologia batterica di questa patologia, possono essere prescritti antibiotici come Amoxicillina (Augmentin, Amoxiclav) - per adulti e bambini sopra i 12 anni - una compressa due volte al giorno; Azitromicina: 0,5 g una volta al giorno; e bambini - Sospensione Sumamed - 10 mg per chilogrammo di peso corporeo una volta al giorno per tre giorni.

Durante il trattamento, è necessario raddoppiare la quantità di fluido che si beve. Dovresti anche fare inalazioni calde e umide con soda o acqua minerale alcalina, con un decotto di erbe salvia, foglie di eucalipto e oli essenziali di ginepro, cipresso, pino o timo (timo). Il calore e l'umidità aiutano a preservare l'umidità delle mucose della trachea e dei bronchi e aiutano a combattere la tosse.

Trattamento tradizionale della tracheobronchite acuta

Il trattamento folk esterno applicato comprende pediluvi caldi (+ 38-40 ° C) con polvere di senape, comprime con succo di rafano nero nella parte superiore del petto, sfregamento del seno con grasso di capra sciolto, riscaldamento del petto con patate bollite bollite nell'uniforme.

Dentro dovresti mangiare miele al limone (con tè caldo); strofinato con zucchero Kalina (cucchiaio da 150-200 ml di acqua bollita, due volte al giorno); per la notte - latte caldo con acqua alcalina minerale (1: 1) o mettere un quarto di un cucchiaino di bicarbonato di sodio su 200 ml di latte.

Puoi preparare un rimedio così popolare per una forte tosse secca: fai bollire un limone intero in acqua per 10 minuti, tagliala e spremila in un bicchiere, aggiungi due cucchiai di glicerina e 150 g di miele naturale, mescola accuratamente. Prendi un cucchiaino tre volte al giorno (prima dei pasti), così come di notte.

Un'altra ricetta è per i bambini. Un cucchiaio di miele, due cucchiai di semi di anice e sale (un quarto di cucchiaino) versare 200 ml di acqua, portare ad ebollizione, filtrare e raffreddare. Si consiglia di innaffiare il bambino ogni due ore con un cucchiaino.

Il trattamento a base di erbe di tracheobronchite acuta viene eseguito utilizzando foglie di farfara, piantaggine di grosse dimensioni, origano, sambuco nero, trifoglio dolce, viola tricolore. Quando la tosse secca aiuta bene l'infusione di timo (un cucchiaio in un bicchiere di acqua bollente, per insistere 30 minuti, prendere 50 ml più volte al giorno). Il bronco espande il decotto di radice di liquirizia, viola tricolore, boccioli di pino. Quando espettorato viscoso con radice di primavera, cianosi o elecampane.

Omeopatia per tracheobronchite acuta

Considerando che l'omeopatia implica un uso a lungo termine dei farmaci, la loro prescrizione, specialmente per le forme gravi della malattia, può essere inefficace. Tuttavia, l'arsenale di rimedi omeopatici per la tosse è ampio: Arnica (arnica montana), Aconite (combattente repovidny), Apis (ape), Argentum nitricum (nitrato d'argento), Belladonna (belladonna), Bryonia (croce bianca), Dulcamara (agrodolce), Echinacea (Echinacea a foglia stretta), Cephaelis ipecacuanha (ipecacuanus), Pulsatilla (prato traboccato o erba del sonno), Kalii bichromicum (bicromato di potassio).

Alcune piante medicinali, sulla base delle quali vengono prodotti questi espettoranti, vengono anche utilizzate nella fitoterapia. Ad esempio, l'arnica montana che cresce nei Carpazi viene utilizzata nel trattamento dell'enuresi notturna, della colite e della flatulenza. Una croce bianca velenosa (brionium o radice di Adamo) aiuta nei reumatismi e nella radicolite.

La medicina omeopatica complessa Broncho-Gran (produzione ucraina) allevia la tosse, promuove lo scarico dell'espettorato e riduce l'infiammazione delle vie aeree.

La mucosa compositiva ripristina le mucose danneggiate; significa Umkalor progettato per indebolire la tosse produttiva.

MCB 10 tracheobronchite

MALATTIE RESPIRATORIE DI CLASSE X (J00-J99)

Nota: se una lesione degli organi respiratori coinvolge più di una regione anatomica, che non è specificatamente designata, dovrebbe essere classificata per localizzazione anatomicamente inferiore (ad esempio, la tracheobronchite è codificata come bronchite sotto J40).

malattie endocrine, nutrizionali e metaboliche (E00-E90)

malformazioni congenite, deformità e anomalie cromosomiche (Q00-Q99)

alcune malattie infettive e parassitarie (A00-B99)

complicanze della gravidanza, parto e periodo postparto (O00-O99)

alcune condizioni che si verificano nel periodo perinatale (P00-P96)

sintomi, segni, anomalie identificate negli studi clinici e di laboratorio, non classificate altrove (R00-R99)

lesioni, avvelenamento e alcune altre conseguenze di cause esterne (S00-T98)

INFEZIONI RESPIRATORIE ACUTE DI VIE RESPIRATORIE SUPERIORI (J00-J06)

Se necessario, identificare l'agente infettivo utilizzando un codice aggiuntivo (B95-B97).

Non comprende: malattia polmonare ostruttiva cronica con esacerbazione di NOS (J44.1)

Come identificare i sintomi e trattare la tracheobronchite

Le vie aeree inferiori comprendono laringe, trachea, bronchi e bronchioli. L'infiammazione delle mucose di questi organi (eccetto la laringe) causata da un'infezione virale o batterica, alcuni tipi di sostanze chimiche e anche da allergeni, viene diagnosticata come tracheobronchite acuta. La malattia può anche essere cronica, se i sintomi sono stati osservati per tre mesi all'anno o più negli ultimi due anni.

La bronchite acuta tracheale si verifica più spesso come complicanza di ARVI (influenza, parainfluenza, adenovirus). Gli agenti patogeni possono anche essere pneumococco, streptococco, emofilico, bacillo, stafilococco, microrganismi atipici (micoplasma).

Tracheobronchite cronica si sviluppa spesso sullo sfondo di fattori predisponenti e ridotta immunità. Considerare queste forme di tracheobronchite in modo più dettagliato.

Classificazione internazionale

  1. La tracheobronchite acuta secondo la classificazione ICD-10 ha ricevuto un codice J20 (malattie acute del tratto respiratorio inferiore causate da un virus).
  2. Secondo l'ICD-10, la bronchite cronica, la tracheite e la tracheobronchite di natura non specificata sono il codice J40-42.
  3. Tracheobronchite allergica è assegnato un codice J45 (asma).
  4. L'ICD-10 forma cronica ostruttiva (difficoltà respiratorie) della malattia della trachea e dei bronchi secondo l'ICD-10 ha il codice J44.

Caratteristiche generali della malattia

La forma acuta di tracheobronchite si sviluppa drammaticamente, più spesso contagiosa, perché l'agente causale è un'infezione virale. Senza complicazioni, il trattamento dura da 6-7 giorni a due settimane. La malattia può essere pericolosa per i pazienti debilitati: bambini, anziani, donne durante la gravidanza. Per evitare complicazioni, il trattamento della tracheobronchite deve essere iniziato il più presto possibile.

Il sintomo più ovvio e sgradevole della malattia è una tosse hacking senza espettorato, o una tosse in cui un sacco di muco purulento giallo e bianco viene espettorato. Come risultato di una tosse convulsa e acuta, i muscoli pettorali e addominali iniziano a dolere, una sensazione dolorosa insorge dietro lo sterno. La tracheobronchite nei bambini è spesso accompagnata da un naso che cola, mal di gola e febbre. L'infiammazione delle membrane mucose può aumentare nel tratto respiratorio superiore o scendere più in basso, causando complicazioni nei polmoni, compresa la polmonite.

Per il trattamento della tracheobronchite a casa, è possibile utilizzare:

  • espettorante, antidolorifici, farmaci diluenti la flemma;
  • droghe sulfuree;
  • antibiotici;
  • procedure fisioterapeutiche.

La forma cronica si sviluppa:

  • dopo lo stadio acuto della malattia;
  • sullo sfondo di un'immunità debole;
  • sullo sfondo del fumo;
  • sullo sfondo del consumo di alcol;
  • in caso di avvelenamento con prodotti nocivi che irritano la mucosa quando inalato.

La tracheobronchite può anche essere di natura allergica.

Il rischio di guadagnare bronchite cronica sono gli addetti alla produzione, dove c'è polvere, scarichi e fumi tossici. L'infiammazione delle vie aeree può essere causata da agenti esterni:

  • gas velenosi, fumo, liquidi;
  • minerali;
  • mollica inorganica;
  • inalazione di polvere di carbone;
  • amianto, silicio;
  • spore di muffa.

Tosse cronica può causare effetti mucosi di alcuni farmaci:

Quando l'avvelenamento da sostanze esterne nella classificazione dell'ICD-10 indica il codice dell'agente (irritante), che ha provocato la malattia.

La tracheobronchite include i sintomi della trachea e della bronchite. Pertanto, in molti modi il quadro clinico di queste malattie è identico. Relativo alle malattie del tratto respiratorio inferiore è la bronchiolite.

La bronchite acuta e la tracheobronchite possono essere distinte dalle altre malattie respiratorie dalla respirazione disturbata; a volte i pazienti sviluppano apnea (soffocamento addormentato). La condizione generale è debole, la pelle diventa pallida. Quando si esaminano i ratti secchi e bagnati dei bronchi, la respirazione affannosa, si sentono lamentele di dolore durante la tosse. Per diagnosticare e trattare correttamente la tracheobronchite, è necessario sottoporsi a un esame in loco, superare i test e effettuare una radiografia del torace.

Sintomi e decorso della malattia

In tracheobronchite acuta nei primi giorni dopo l'infezione con un virus, può iniziare un naso che cola, tosse, congiuntivite (con infezione da adenovirus).

  1. Prima secca e dolorosa, parossistica, senza espettorazione.
  2. Il secondo o terzo giorno il muco giallo denso comincia ad espettorare.
  3. I bambini sviluppano nausea, il vomito è possibile (irritazione della radice della lingua e l'ipofaringe con una grande quantità di scarico).
  4. Dal quinto giorno, l'espettorato viene eliminato, la quantità di muco espettorante diminuisce e la tosse diminuisce.
  1. Respirazione difficile con il fischio.
  2. Suffocation.
  3. Sonagli nei bronchi: secco e umido.
  4. Dolore da sterno che peggiora durante la tosse.
  5. Aumento della temperatura
  6. Debolezza generale
  1. Otite, polmonite, sinusite.
  2. Bronchiolite.
  3. Recidiva di tracheobronchite acuta.

La clinica di bronchite cronica è individuale e dipende in larga misura dalla causa della malattia.

  1. Tosse cronica secca o produttiva.
  2. Scarica il carattere mucopurulento.
  3. Eccesso di muco nel tratto respiratorio superiore.
  4. Dolore al petto lieve.
  5. Frequente aumento della temperatura a 37-37,5 °.
  6. Freddo costante nella stagione fredda, che scompare con l'avvento del calore.
  7. Mancanza di aria a riposo
  8. Dispnea e dolore al petto durante l'esercizio.
  9. Il bluastro della pelle delle dita e il triangolo nasolabiale (acrocianosi).
  10. Ispessimento delle dita nella lamina ungueale.
  11. Malattie periodiche di tracheobronchite acuta.
  12. Affaticamento e malessere
  1. Bronchite acuta
  2. Broncopolmonite.
  3. Bronchiectasie.
  4. Aumentando le dimensioni del cuore.
  5. Enfisema.
  6. Aumento del rischio di mortalità.

La tracheobronchite allergica può essere acuta (se l'episodio si è verificato per la prima volta), ricorrente o cronica.

  1. Tosse secca, soprattutto di notte.
  2. Suffocation.
  3. Dolore al petto
  4. Nei bronchi si sentono rantoli deboli.
  5. Debolezza, stanchezza.
  6. La malattia poi scompare, quindi riprende.
  7. Gli eosinofili sono elevati nel sangue. Questa condizione si verifica in dermatite atopica, raffreddore da fieno, asma bronchiale - malattie allergiche che possono esistere sullo sfondo di tracheobronchite cronica.

Se sospetti una tracheobronchite cronica o allergica, devi prestare particolare attenzione a quanto spesso il paziente soffre di malattie respiratorie, in quale ambiente ecologico lavora o vive. Il trattamento di queste forme della malattia comporta la riduzione dei sintomi e il miglioramento della funzione respiratoria.

sondaggio

I pazienti con segni di una forma acuta di tracheobronchite si riferiscono a un terapeuta. Per una diagnosi più accurata, soprattutto se si sospetta una tracheobronchite cronica, è necessario contattare l'otorinolaringoiatra. Inoltre, il paziente può essere indirizzato anche per la consultazione a un pneumologo, allergologo, phthisiologist.

La flemma si sta allontanando male?

Per un rapido recupero, è importante che l'espettorato venga espulso e rimosso dal corpo. Il pneumologo EV Tolbuzina dice come fare questo.

Provato, modo efficace - scrivere una ricetta. Leggi di più >>

Il trattamento si basa sui risultati dell'esame. Nel trattamento delle malattie dei bronchi e della trachea, possono essere richieste le seguenti forme di diagnosi:

  • consultazione interna con uno specialista, esame del paziente;
  • un sondaggio per identificare reclami e sintomi;
  • fluorografia o radiografia del torace;
  • analisi generale dell'espettorato, uno studio su VC, coltura dell'espettorato della microflora e sensibilità agli antibiotici;
  • se la sospetta tracheobronchite cronica e allergica richiede un esame del sangue, incluso immunologico;
  • broncoscopia con l'eventuale raccolta di materiale per la ricerca.

Per il primo soccorso, una radiografia del torace può essere eseguita durante la gravidanza. La radiografia e la fluorografia vengono eseguite durante l'esame di bambini e persino neonati. I genitori dovrebbero sapere che questa procedura viene eseguita solo secondo le indicazioni e nessuno la nominerà semplicemente al bambino.

trattamento

La tracheobronchite è una malattia abbastanza grave, ma se trattata in modo tempestivo, l'infiammazione scompare in 1-3 settimane. Al fine di migliorare le condizioni del paziente durante l'esacerbazione, è necessario trattare non solo l'infezione, ma anche i singoli sintomi della malattia.

Sollievo delle condizioni del paziente

  1. È necessario aerare la stanza regolarmente.
  2. Umidificare l'aria ridurrà la tosse.
  3. Miscele espettoranti
  4. Tè morbido con miele e limone per sciogliere il muco.
  5. Inalazioni di decotto a base di erbe
  6. Ossigenoterapia per sostituire l'ossigeno nel sangue.
  7. Il medico può prescrivere una serie di iniezioni endovenose, inclusi farmaci per migliorare la circolazione sanguigna e la respirazione.

Controllo delle infezioni

Poiché la malattia è più spesso associata alla SARS, non è sempre richiesta la nomina di agenti antibatterici. Le indicazioni per la prescrizione di antibiotici per tracheobronchite acuta includono:

  1. L'aggiunta di un'infezione batterica, che si riflette nel cambiamento della natura dell'espettorato da mucoso a mucopurulento.
  2. L'aumento dei sintomi di intossicazione o debole dinamica della malattia, conservazione a lungo termine della tosse con espettorato;
  3. Età da bambini fino a 3 anni;
  4. La presenza di malattie concomitanti dei sistemi respiratorio e cardiovascolare, incluse anomalie dello sviluppo, diabete mellito scompensato;
  5. Inizialmente, la malattia procede con segni di un'infezione batterica - espettorato purulento, febbre alta, leucocitosi con un colpo di arma da fuoco nel KLA.

Gli antibiotici più preferiti per tracheobronchite acuta sono:

  1. Aminopenicilline, comprese quelle protette (amoxicillina - "Flemoxin Soluteb", "Amoxiclav", "Augmentin", "Unazin");
  2. Macrolidi ("Azitromicina", "Macropen", "Roxithromycin").

Oltre agli agenti antibatterici, nella bronchite acuta della trachea, di regola, vengono prescritti:

  1. Espettoranti - sciroppi per la tosse, Ambroxol sotto forma di inalazione attraverso un nebulizzatore o sotto forma di sciroppi;
  2. Mucolitici - acetilcisteina (ACC);
  3. Regime di bere abbondante;
  4. Vitamine e fortificanti (immunali, echinacea).

Con un trattamento adeguato, la forma acuta può essere curata in 1-3 settimane, il decorso della malattia per più di tre settimane è considerato protratto.

Trattamento di tracheobronchite cronica

La base della tracheobronchite cronica è sottotratta forma acuta, componente allergica, stato immunitario, stile di vita e malattie associate. Il fatto che nel corpo vi sia un processo infiammatorio cronico è indicato da un frequente lieve aumento della temperatura (febbre bassa). La durata della tosse nella tracheobronchite cronica è di tre mesi all'anno o più. La tosse è solitamente improduttiva.

Trattamento del complesso tracheobronchite cronico.

  1. Il paziente ha bisogno di liberarsi dalle cattive abitudini: alcol, fumo.
  2. La coltura dell'espettorato viene eseguita su microflora, i patogeni atipici (micoplasma, clamidia) sono esclusi.
  3. Vengono effettuati test allergici.
  4. La terapia è prescritta dal medico in base ai risultati della diagnosi.

La forma allergica è trattata con:

  • farmaci espettoranti;
  • farmaci antistaminici;
  • inalazioni, compresi i glucocorticosteroidi;
  • rimedi popolari;
  • Fisioterapia.

La tracheobronchite cronica non allergica è trattata con:

  1. Broncodilatatori (in particolare M-holinoblokatorov - ipratropio bromuro, tiotropio bromuro - "Berodual", "Atrovent", "Spiriva");
  2. Mucolitici-mucoregolatori - acetilcisteina, carbocisteina, erdostein;
  3. Inalazione con nebulizzatore di ambroxolo, soluzioni alcaline e ipertoniche;
  4. Agenti antibatterici - macrolidi, cefalosporine 3-4 generazioni, doxiciclina, fluorochinoloni respiratori, amoxicillina / acido clavulanico;
  5. Meno comunemente, c'è bisogno di glucocorticosteroidi per via inalatoria - Pulmicort, Benacort, Flixotide, Beclomet, Becotid, Asmanex, Twistheuler (più efficaci).

Prevenzione delle malattie

Tracheobronchitis si verifica spesso sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute, per prevenire lo sviluppo della malattia, è necessario:

  • tempo di iniziare il trattamento delle infezioni respiratorie acute e della SARS;
  • non portare la malattia sui suoi piedi;
  • non sovraccaricare quando compaiono i sintomi della malattia;
  • mangiare frutta e verdura fresca per ricostituire l'apporto di vitamine naturali;
  • camminare molto e spesso, ventilare attentamente la stanza, mantenere la temperatura nella stanza a circa 20 gradi e umidità intorno al 50%.
  • bere tè, acqua tiepida con succo di limone e miele per alleviare l'espettorazione quando si tossisce e non ferire i bronchi.

Cosa significa il codice per la bronchite acuta MKB 10?

Il codice ICD 10, bronchite acuta - J 20.0, include 10 diagnosi chiarificanti, a seconda del tipo di patogeno. Un tipo acuto di bronchite è una malattia infiammatoria delle pareti dei bronchi. È causato da un'infezione respiratoria acuta di varie eziologie.

cause di

La patologia si verifica sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • ipotermia;
  • il fumo;
  • immunità ridotta;
  • l'effetto di sostanze irritanti;
  • bevande alcoliche;
  • allergia.

Gli antigeni di virus e batteri che sono entrati nel flusso sanguigno causano la produzione di anticorpi nel corpo. Linfociti e macrofagi catturano particelle di agenti patogeni, che è accompagnato da una reazione infiammatoria.

Per migliorare il trasporto delle cellule immunitarie nel sito della malattia, il corpo aumenta il flusso sanguigno verso la mucosa bronchiale. Viene prodotto un gran numero di sostanze biologicamente attive. A causa dell'aumento dell'afflusso di sangue, la mucosa si gonfia e diventa rossa. Appare una secrezione mucosa, secreta dalle cellule del tessuto che ricopre i bronchi dall'interno. Inizialmente, è un po 'tossico e improduttivo. Mentre la malattia progredisce, la quantità di muco aumenta, inizia a tossire facilmente.

Se gli agenti patogeni penetrano nella trachea, la bronchite si trasforma in tracheobronchite, che anche, come acuta, appartiene a malattie del tratto respiratorio superiore e secondo la classificazione medica delle malattie, l'ICD 10 appartiene allo stesso blocco - J20.0.

Quando lo spasmo dei piccoli bronchi sviluppa una forma ostruttiva di bronchite. Nella classificazione internazionale delle malattie (ICD 10), questo tipo di disturbo si riferisce a malattie del tratto respiratorio inferiore. È escluso dal blocco che combina le infezioni respiratorie acute. Nel blocco "Malattie croniche delle basse vie respiratorie" gli è stato assegnato il codice - J44.0,

I sintomi della malattia

Tutti i tipi di malattie del tratto respiratorio superiore, incluso il tipo acuto di bronchite, sono caratterizzati da un insieme comune di sintomi nella fase iniziale della malattia:

  • la debolezza;
  • diminuzione del benessere generale;
  • mal di testa;
  • naso che cola;
  • tosse;
  • affanno;
  • aumento della temperatura;
  • dolore muscolare.

In violazione della pervietà dei bronchi, che è caratterizzata da bronchite acuta ostruttiva e insufficienza respiratoria, i seguenti sintomi si uniscono:

  • mancanza di respiro;
  • insufficienza respiratoria;
  • cianosi della pelle;
  • tosse secca persistente con difficoltà di espirazione;
  • rantoli spumeggianti fini;
  • scarico mucoso con l'aggiunta di pus;
  • dispnea.

Per la bronchite ostruttiva è caratterizzata da stagionalità (autunno-primavera). Il più delle volte colpisce i bambini dei primi anni di vita.

Quando la tracheobronchite ai sintomi che accompagnano la bronchite acuta, vengono aggiunti:

  • tosse convulsa per inalazione;
  • dolore dietro lo sterno e nella zona del diaframma;
  • respirando affannosamente con respiro sibilante;
  • pus e sangue possono apparire nell'espettorato.

Diagnosi di bronchite acuta

Per chiarire la diagnosi, sospettando la bronchite O., utilizzare:

  • ricerca fisica (sentire, ascoltare, toccare);
  • radiografia dei polmoni;
  • test di laboratorio (emocromo completo e urina).

Per la bronchite ostruttiva utilizzare dati aggiuntivi:

  • studi sulla funzione respiratoria;
  • broncoscopia;
  • test immunologici;
  • esame microscopico dell'espettorato secreto e suo bakposev.

Se sospetti che anche la tracheobronchite sia prescritta:

  • Ultrasuoni della trachea, dei polmoni e dei bronchi;
  • spirometria.

Come trattare la malattia?

Il trattamento delle malattie è efficace solo con effetti complessi. Per fare questo, utilizzare:

  1. Trattamento farmacologico A seconda del tipo di agente patogeno che ha causato p. bronchite, prescritta: antibiotici (per bronchite causata da batteri).
  2. Farmaci antimicrobici (se agenti causali sono virus); antistaminici (con la natura allergica della o bronchite); anti-infiammatori; espettoranti; farmaci mucolitici.
  3. Medicina tradizionale
  4. Fisioterapia.

Il ricovero in ospedale di un paziente con bronchite acuta, in accordo con l'ICD 10, è indicato solo in caso di sospetto sviluppo di complicanze. Medicina tradizionale per usi terapeutici:

  • impacchi di riscaldamento sulla zona bronchiale;
  • sfregamento con olio di abete, olio di tasso, unguento alla trementina;
  • pediluvio con mostarda;
  • Tasse di erbe:
  • sfruttatori (margherite, colchicum autunnali, cattivi comuni, captazione, harmala, origano, dymyanka, dyagil, mylyanyanka, miniere sabbiose, ecc.);
  • espettoranti (issopo, trifoglio arato, scorzonera, coronario di kukushkin, cardo, polsino, lino muschioso kukushkin, primula, malva della foresta, ecc.);
  • emolliente (terreno paludoso, giuggiola, muschio islandese, trifoglio, oca comune, consolida maggiore, fungo, ecc.);
  • antinfiammatorio (Altea, Aloe, Badan, Balsam, Budr, Basilis, Highlander Pomeranian, Città Graviatus, Devilsil, Zivuchka, Lapchatka Strisciante, ecc.);
  • diuretici (Astragalus fioritura soffice, balsamo, marsh belozer, fiordaliso, orologio, veronika pochechuynaya, foraggio per ranuncolo, lino lassativo, steli, portulaca, erba di cotone, ecc.).

I fisioterapisti trattano. bronchite, applicando:

  • massaggio;
  • inalazione di aerosol;
  • aeroionotherapy;
  • elettroforesi;
  • terapia fisica;
  • esercizi di respirazione, ecc.

Prevenzione della bronchite acuta

Per la prevenzione della bronchite generale si raccomanda:

  • rafforzare l'immunità;
  • nutrizione equilibrata;
  • fortificazione;
  • attività fisica;
  • indurimento;
  • rifiuto di cattive abitudini.

In caso di trattamento improprio o tardivo, la malattia può trasformarsi in un corso cronico. La bronchite acuta può svilupparsi in broncopolmonite, bronchiolite obliterante, bronchite asmatica. Nei pazienti debilitati e anziani può verificarsi insufficienza acuta dell'apparato respiratorio e circolatorio.

Questo video parla di bronchite acuta e il suo trattamento:

Con il trattamento complesso di bronchite acuta, tutti gli appuntamenti sono prescritti solo dal medico curante.

L'uso della medicina tradizionale è anche possibile in consultazione con il medico. Se tutti i metodi sono seguiti, la prognosi della malattia è positiva.

Bronchite acuta (J20)

Sono inclusi:

  • la bronchite:
    • BDU in persone di età inferiore ai 15 anni
    • acuto e subacuto (c):
      • broncospasmo
      • fibrinoso
      • vaporoso
      • purulento
      • settico
      • tracheiti
  • tracheobronchite acuta

Non comprende:

  • la bronchite:
    • NIS per persone di età pari o superiore a 15 anni (J40)
    • NOS allergico (J45.0)
    • cronica:
      • BDU (J42)
      • mucopurulento (J41.1)
      • ostruttivo (J44.-)
      • semplice (J41.0)
  • tracheobronchite:
    • BDU (J40)
    • cronico (J42)
    • ostruttivo (J44.-)

In Russia, la Classificazione Internazionale delle Malattie della 10a revisione (ICD-10) è stata adottata come documento normativo unico per spiegare l'incidenza, le cause delle chiamate pubbliche alle istituzioni mediche di tutti i reparti, le cause del decesso.

L'ICD-10 è stato introdotto nella pratica dell'assistenza sanitaria in tutto il territorio della Federazione Russa nel 1999 per ordine del Ministero della Sanità della Russia, datato 27 maggio 1997. №170

Il rilascio di una nuova revisione (ICD-11) è pianificato dall'OMS in 2017 2018.

ICD 10. Classe X (J00-J99)

ICD 10. Classe X. Malattie respiratorie (J00-J99)

Nota • Se il danno respiratorio coinvolge più di uno
regione anatomica, non specificatamente designata, sua
dovrebbe essere qualificato per la localizzazione anatomicamente inferiore (ad esempio, la tracheobronchite è codificata
come bronchite nella rubrica J40).
Esclusi: stati separati che si verificano nel periodo perinatale (P00-P96)
alcune malattie infettive e parassitarie (A00-B99)
complicanze della gravidanza, parto e periodo postparto (O00-O99)
malformazioni congenite, deformità e anomalie cromosomiche (Q00-Q99)
malattie endocrine, nutrizionali e metaboliche (E00-E90)
lesioni, avvelenamento e alcune altre conseguenze di cause esterne (S00-T98)
neoplasie (C00-D48)
sintomi, segni, anormalità, identificati in studi clinici e di laboratorio, non classificati altrove (R00-R99)

Questa classe contiene i seguenti blocchi:
J00-J06 Infezioni acute respiratorie superiori
J10-J18 Influenza e polmonite

J20-J22 Altre infezioni respiratorie acute del tratto respiratorio inferiore
J30-J39 Altre malattie del tratto respiratorio superiore
J40-J47 Malattia respiratoria inferiore cronica
Malattia polmonare J60-J70 causata da agenti esterni
J80-J84 Altre malattie respiratorie che interessano principalmente il tessuto interstiziale
J85-J86 Condizioni purulente e necrotiche delle basse vie respiratorie
J90-J94 Altre malattie della pleura
J95-J99 Altre malattie respiratorie

Le seguenti categorie sono contrassegnate da un asterisco:
J17 * Polmonite in malattie classificate in altre rubriche
J91 * Versamento pleurico in condizioni classificate altrove
J99 * ​​Disturbi respiratori in malattie classificate altrove

INFEZIONI RESPIRATORIE ACUTE DI VIE RESPIRATORIE SUPERIORI (J00-J06)

Escluso: malattia polmonare ostruttiva cronica con esacerbazione di NOS (J44.1)

J00 rinofaringite acuta (naso che cola)

Naso che cola (acuto)
Catarro acuto al naso
nasofaringite:
• NIS
• BDI infettivo
rinite:
• nitido
• infettivo
Escluso: rinofaringite cronica (J31.1)
faringiti:
• NDB (J02.9)
• acuta (J02. -)
• cronico (J31.2)
rinite:
• NDB (J31.0)
• allergico (J30.1-J30.4)
• cronico (J31.0)
• vasomotore (J30.0)

J01 sinusite acuta

Sono inclusi:
ascesso>
empiema> acuto (i), seno
infezione> (annessiale) (nasale)
infiammazione>
Festering>
Se necessario, identificare l'agente infettivo.
utilizzare un codice aggiuntivo (B95-B97).
Esclusi: sinusite cronica o NOS (J32. -)

J01.0 sinusite mascellare acuta. Antritis acuto
J01.1 sinusite frontale acuta
J01.2 Sinusite etmoidale acuta
J01.3 Sinusite sfenoidale acuta
J01.4 Pansinusite acuta
J01.8 Altre sinusiti acute. Sinusite acuta che coinvolge più di un seno, ma non pansinusite
J01.9 sinusite acuta, non specificata

J02 Faringite

Incluso: mal di gola acuto

Escluso: ascesso:
• peritonsillar (J36)
• faringeo (J39.1)
• retropharyngeal (J39.0)
laringofaringite acuta (J06.0)
faringite cronica (J31.2)

J02.0 Faringite streptococcica. Streptococcale mal di gola
Escluso: scarlattina (A38)
J02.8 Faringite acuta causata da altri agenti patogeni specificati
Se necessario, identificare l'agente infettivo utilizzando un codice aggiuntivo (B95-B97).
Escluso: chiamato (quando):
• mononucleosi infettiva (B27. -)
• virus dell'influenza:
• identificato (J10.1)
• non identificato (J11.1)
faringiti:
• vescicola enterovirale (B08.5)
• causato dal virus herpes simplex [herpes simplex] (B00.2)
J02.9 Faringite non specificata
Faringite (acuta):
• NIS
• cancrena
• BDI infettivo
• purulento
• ulcerativo
• Mal di gola (acuta) BDU

J03 tonsillite acuta

Escluso: ascesso peritonsillare (J36)
Mal di gola:
• NDB (J02.9)
• acuta (J02. -)
• streptococcale (J02.0)

J03.0 tonsillite streptococcica
J03.8 tonsillite acuta causata da altri agenti patogeni specificati
Se necessario, identificare l'agente infettivo utilizzando un codice aggiuntivo (B95-B97).
Escluso: faringotonsillite causata dal virus dell'herpes simplex (B00.2)
J03.9 tonsillite acuta, non specificata
Tonsillite (acuta):
• NIS
• follicolare
• cancrena
• infettivo
• ulcerativo

J04 laringite acuta e tracheite

Se necessario, identificare l'agente infettivo utilizzando un codice aggiuntivo (B95-B97).
Escluse: laringite acuta ostruttiva [groppa] ed epiglottite (J05. -)
laryngism (stridor) (J38.5)

Laringite acuta J04.0
Laringite (acuta):
• NIS
• gonfio
• sotto l'apparato vocale stesso
• purulento
• ulcerativo
Escluso: laringite cronica (J37.0)
laringite influenzale, virus dell'influenza:
• identificato (J10.1)
• non identificato (J11.1)
J04.1 tracheite acuta
Tracheite (acuta):
• NIS
• catarrale
Escluso: tracheite cronica (J42)
J04.2 laringotracheite acuta. laringotracheite
Tracheite (acuta) con laringite (acuta)
Escluso: laringotracheite cronica (J37.1)

J05 Laringite acuta ostruttiva [groppa] ed epiglottite

Se necessario, identificare l'agente infettivo.
utilizzare un codice aggiuntivo (B95-B97).

J05.0 laringite acuta ostruttiva [croup]. Laringite ostruttiva NOS
J05.1 Epiglottite acuta. Epiglottite BDU

J06 Infezioni acute del tratto respiratorio superiore di localizzazione multipla e non specificata

Escluso: infezione respiratoria acuta SAI (J22)
virus influenzale:
• identificato (J10.1)
• non identificato (J11.1)

Laringofaringite acuta J06.0
J06.8 Altre infezioni del tratto respiratorio superiore multiplo acute
J06.9 Infezione acuta del tratto respiratorio superiore non specificato
Tratto respiratorio superiore:
• malattia acuta
• infezione di NOS

FLU E PNEUMONIA (J10-J18)

J10 Influenza causata da un virus influenzale identificato

Escluso: causato da haemophilus influenzae
[Bacchetta Afanasyev-Pfeiffer]:
• infezione con NOS (А49.2)
• meningite (G00.0)
• polmonite (J14)

J10.0 Influenza con polmonite, virus dell'influenza identificato. Polmonite influenzale (broncho), virus dell'influenza identificato
J10.1 Influenza con altre manifestazioni respiratorie, identificato virus dell'influenza
l'influenza>
Influenza (il primo):>
• infezione respiratoria acuta> virus dell'influenza
tratto respiratorio superiore> identificato
• laringite>
• faringite>
• versamento pleurico>
J10.8 Influenza con altre manifestazioni, virus dell'influenza identificato
Encefalopatia causata da>
l'influenza>
Influenza:> virus influenzale
• gastroenterite> identificata
• miocardite (acuta)>

J11 Influenza, virus non identificato

Incluso: influenza> riferimento identificativo
virus dell'influenza> nessun virus
Escluso: causato da haemophilus influenzae [bacchette
Afanasyeva-Pfeiffer]
• infezione con NOS (А49.2)
• meningite (G00.0)
• polmonite (J14)

J11.0 Influenza con polmonite, virus non identificato
Polmonite influenzale (bronco), non specificata o senza identificazione del virus
J11.1 Influenza con altre manifestazioni respiratorie, virus non identificato. Influenza BDU
Influenza (il primo):>
• infezione respiratoria acuta> non specificata
delle alte vie respiratorie> o il virus no
• laringite> identificata
• faringite>
• versamento pleurico>
J11.8 Influenza con altre manifestazioni, virus non identificato
Encefalopatia influenzale>
Influenza:> non specificata
• gastroenterite> o il virus no
• miocardite (acuta)> identificata

J12 Polmonite virale, non classificata altrove

Incluso: broncopolmonite causata da altri virus diversi dal virus dell'influenza
Escluso: polmonite congenita della rosolia (P35.0)
polmonite:
• aspirazione:
• BDU (J69.0)
durante l'anestesia:
• durante il travaglio e il parto (O74.0)
• durante la gravidanza (O29.0)
• nel periodo postpartum (O89.0)
• neonato (P24.9)
• per inalazione di sostanze solide e liquide (J69. -)
• congenito (P23.0)
• con influenza (J10.0, J11.0)
• BDI interstiziale (J84.9)
• grasso (J69.1)

J12.0 polmonite adenovirale
J12.1 Polmonite causata da virus respiratorio sinciziale
J12.2 Polmonite causata dal virus della parainfluenza
J12.8 Altra polmonite virale
Polmonite virale J12.9, non specificata

Polmonite da streptococco J13 causata da Streptococcus pneumoniae

Broncopolmonite causata da S • pneumoniae
Escluso: polmonite congenita causata da S.pneumoniae (P23.6)
polmonite causata da altri streptococchi (J15.3-J15.4)

J14 Polmonite causata da Haemophilus influenzae [con asta Afanasyev-Pfeiffer]

Broncopolmonite causata da H • influenzae
Escluso: polmonite congenita causata da H. influenzae (P23.6)

J15 Polmonite batterica, non classificata altrove

Incluso: broncopolmonite causata da diverso da
Batteri S.pneumoniae e H.influenzae
Esclusa polmonite da Chlamydia (J16.0)
polmonite congenita (p23. -)
Malattia dei legionari (A48.1)

J15.0 Polmonite causata da Klebsiela pneumoniae
J15.1 Polmonite causata da Pseudomonas (Pseudomonas aeruginosa)
J15.2 Polmonite causata da stafilococco
J15.3 Polmonite causata da streptococco di gruppo B
J15.4 Polmonite causata da altri streptococchi
Escluso: polmonite causata da:
• streptococco gruppo B (J15.3)
• Streptococcus pneumoniae (J13)
J15.5 Escherichia coli Polmonite
J15.6 Polmonite causata da altri batteri gram-negativi aerobi. Polmonite causata da Serratia mārcescens
J15.7 Polmonite causata da Mycoplasma pneumoniae
J15.8 Altre polmoniti batteriche
J15.9 Polmonite batterica non specificata

J16 Polmonite causata da altri agenti patogeni infettivi, non classificati altrove

Escluso: ornithosis (A70)
pneumocistosi (B59)
polmonite:
• IED (J18.9)
• congenito (P23. -)
J16.0 Chlamydia Polmonite
J16.8 Polmonite causata da altri agenti patogeni infettivi specificati

J17 * Polmonite in malattie classificate in altre rubriche

J17.0 * Polmonite nelle malattie batteriche classificate altrove
Polmonite con:
• actinomicosi (A42.0 +)
• antrace (А22.1 ​​+)
• gonorrea (A54.8 +)
• nocardiosi (A43.0 +)
• salmonellosi (А02.2 +)
• tularemia (A21.2 +)
• febbre tifoide (A01.0 +)
• pertosse (A37. - +)
J17.1 * Polmonite nelle malattie virali classificate altrove
Polmonite con:
• malattia da citomegalovirus (B25.0 +)
• Morbillo (B05.2 +)
• rosolia (B06.8 +)
• varicella (B01.2 +)
J17.2 * Polmonite con micosi
Polmonite con:
• aspergillosi (B44.0-B44.1 +)
• candidosi (B37.1 +)
• coccidioidomicosi (B38.0-B38.2 +)
• istoplasmosi (B39. - +)
J17.3 * Polmonite per malattie parassitarie
Polmonite con:
• ascariasis (B77.8 +)
• schistosomiasi (B65. - +)
• toxoplasmosi (B58.3 +)
J17.8 * Polmonite per altre malattie classificate altrove
Polmonite con:
• ornitosi (A70 +)
• Febbre Q (A78 +)
• febbre reumatica (I00 +)
• spirochetosi, non classificata altrove (А69,8 +)

Polmonite J18 senza specificare l'agente patogeno

Escluso: ascesso polmonare con polmonite (J85.1)
Malattie polmonari interstiziali medicinali (J70.2-J70.4)
polmonite:
• aspirazione:
• BDU (J69.0)
• sotto anestesia:
• durante il travaglio e il parto (O74.0)
• durante la gravidanza (O29.0)
• nel periodo postpartum (O89.0)
• neonato (P24.9)
• per inalazione di sostanze solide e liquide (J69. -)
• congenito (P23.9)
• BDI interstiziale (J84.9)
• grasso (J69.1)
polmonite causata da agenti esterni (J67-J70)

Bronchopneumonia J18.0, non specificato
Escluso: bronchiolite (J21. -)
J18.1 polmonite lobare, non specificata
J18.2 Polmonite ipostatica, non specificata
J18.8 Altri polmoniti, agente causale non specificato
Polmonite J18.9, non specificata

ALTRE INFEZIONI RESPIRATORIE ACUTE
TRATTO RESPIRATORIO INFERIORE (J20-J22)

Escluso: malattia polmonare ostruttiva cronica con:
• esacerbazione di BDU (J44.1)
• infezione acuta del tratto respiratorio inferiore (J44.0)

Bronchite acuta J20

Incluso: bronchite:
• NOS in persone sotto i 15 anni
• acuto e subacuto ©:
• broncospasmo
• fibroso
• filmy
• purulento
• settico
• tracheite
tracheobronchite acuta
Escluso: bronchite:
• BDU in persone di età pari o superiore a 15 anni (J40)
• NOS allergico (J45.0)
• cronico:
• IED (J42)
• mucopurulento (J41.1)
• ostruttivo (J44. -)
• semplice (J41.0)
tracheobronchite:
• IED (J40)
• cronico (J42)
• ostruttivo (J44. -)

J20.0 Bronchite acuta causata da Mycoplasma pneumoniae
J20.1 Bronchite acuta causata da Haemophilus influenzae [con asta Afanasyev-Pfeiffer]
J20.2 Bronchite acuta causata da streptococco
J20.3 Bronchite acuta causata dal virus Coxsackie
J20.4 Bronchite acuta causata da virus parainfluenzale
J20.5 Bronchite acuta causata da virus respiratorio sinciziale
J20.6 Bronchite acuta causata da rinovirus
J20.7 Bronchite acuta causata da echovirus
J20.8 Bronchite acuta causata da altri agenti specificati
Bronchite acuta J20.9, non specificata

J21 Bronchiolite acuta

Incluso: con broncospasmo
J21.0 Bronchiolite acuta causata da virus respiratorio sinciziale
J21.8 Bronchiolite acuta causata da altri agenti specificati.
J21.9 Bronchiolite acuta, non specificata. Bronchiolite (acuta)

J22 Infezione acuta del tratto respiratorio inferiore non specificato

Infezione respiratoria acuta (più bassa) (respiratoria) NOS
Escluso: infezione del tratto respiratorio superiore (acuta) (J06.9)

ALTRE MALATTIE DELLE VIE RESPIRATORIE SUPERIORI (J30-J39)

J30 Vasomotore e rinite allergica

Incluso: rinite spasmodica
Esclusa: rinite allergica con asma (J45.0)
rinite BDU (J31.0)

J30.0 rinite vasomotoria
J30.1 rinite allergica causata da polline. BDU di allergia causata da polline
Febbre da fieno malattie polline
J30.2 Altra rinite allergica stagionale
J30.3 Altre riniti allergiche. Rinite allergica per tutto l'anno
J30.4 Rinite allergica, non specificata

J31 Rinite cronica, nasofaringite e faringite

J31.0 rinite cronica. Özen
Rinite (cronica):
• NIS
• atrofico
• granulomatous
• ipertrofico
• intasamento
• purulento
• ulcerativo
Escluso: rinite:
• allergico (J30.1-J30.4)
• vasomotore (J30.0)
J31.1 nasofaringite cronica
Escluso: nasofaringite acuta o BDI (J00)
J31.2 Faringite cronica. Mal di gola cronico
Faringite (cronica):
• atrofico
• granulare
• ipertrofico
Escluso: faringite acuta o NOS (J02.9)

J32 sinusite cronica

Incluso: ascesso>
empiema> seno cronico
infezione> (annessiale) (nasale)
Festering>
Se necessario, identificare l'agente infettivo utilizzando un codice aggiuntivo (B95-B97).
Escluso: sinusite acuta (J01. -)

Sinusite mascellare cronica J32.0. Antritis (cronico). Sinusite mascellare nasale
J32.1 Sinusite frontale cronica. Sinusite frontale NOS
J32.2 Sinusite etmoidale cronica. Sinusite etmoidale NOS
J32.3 Sinusite sfenoide cronica. Sinusite sfenoidale NOS
Pansinusite cronica J32.4. Paninusite BDU
J32.8 Altre sinusiti croniche. Sinusite (cronica) che coinvolge più di un seno, ma non la pansinusite
Sinusite cronica J32.9, non specificata. Sinusite (cronica) NOS

Polipo nasale J33

Esclusi: polipi adenomatosi (D14.0)

Polipo nasale J33.0
polipo:
• choanal
• rinofaringeo
J33.1 Degenerazione del seno polipo. Sindrome di Wakes o etmoidite
J33.8 Altri polipi sinusali
Polipi sinusali:
• subordinato
• etmoide
• mascellare
• sfenoide
J33.9 polipo nasale, non specificato

J34 Altre malattie del naso e dei seni nasali

Escluse: ulcera varicosa del setto nasale (I86.8)

J34.0 Ascesso, foruncolo e foruncolo al naso
cellulite>
Necrosi> Naso (setto)
ulcerazioni>
J34.1 Cisti o mucocele del seno nasale
J34.2 Setto nasale offset. Curvatura o spostamento del setto (nasale) (acquisito)
J34.3 Ipertrofia del turbinato
J34.8 Altre malattie specifiche del naso e dei seni nasali. Perforazione del setto nasale. rhinolith

J35 Malattie croniche delle tonsille e delle adenoidi

J35.0 tonsillite cronica
Escluso: tonsillite:
• NDB (J03.9)
• acuta (J03. -)
J35.1 Ipertrofia tonsillea. Tonsille ingrandite
J35.2 Ipertrofia delle adenoidi. Adenoidi ingrandite
J35.3 Ipertrofia tonsillea con ipertrofia adenoidea
J35.8 Altre malattie croniche delle tonsille e delle adenoidi
Crescita adenoide. Amigdalolit. Cicatrice di tonsilla (e adenoide). "Tag" tonsillari. " Tonsille tonsille
J35.9 Malattia cronica delle tonsille e delle adenoidi, non specificata. Malattia (cronica) tonsille e adenoidi NOS

Ascesso peritonsillare J36

Ascesso di tonsille. Cellulite peritonsillare Queens
Se necessario, identificare l'agente infettivo utilizzando un codice aggiuntivo (B95-B97).
Escluso: ascesso retrofaringeo (J39.0)
tonsilliti:
• NDB (J03.9)
• acuta (J03. -)
• cronico (J35.0)

J37 Laringite cronica e laringotracheite

Se necessario, identificare l'agente infettivo utilizzando un codice aggiuntivo (B95-B97).

J37.0 Laringite cronica
laringiti:
• catarrale
• ipertrofico
• asciutto
Escluso: laringite:
• NDB (J04.0)
• acuta (J04.0)
• ostruttivo (acuto) (J05.0)
J37.1 Laringotracheite cronica. Laringite cronica con tracheite (cronica). Tracheite cronica con laringite
Escluso: laringotracheite:
• NDB (J04.2)
• acuta (J04.2)
tracheiti:
• NDB (J04.1)
• acuta (J04.1)
• cronico (J42)

J38 Malattie delle corde vocali e della laringe, non classificate altrove

Escluso: striatura laringea congenita (Q31.4)
laringiti:
• ostruttivo (acuto) (J05.0)
• ulcerativo (J04.0)
stenosi postprocedurale della laringe sotto l'apparato vocale reale (J95.5)
stridor (R06.1)

J38.0 Paralisi di corde vocali e laringe. Laringoplegiya. Paralisi dell'apparato vocale stesso
J38.1 Piega vocale polipare e laringe
Esclusi: polipi adenomatosi (D14.1)
J38.2 corde vocali
Corda (fibrosa) (nodulare) (grumosa). Nodi di cantanti. Noduli dell'insegnante
J38.3 Altre malattie delle corde vocali
ascesso>
cellulite>
Granuloma> vocal fold (ok)
Leykokeratoz>
leucoplachia>
J38.4 Edema laringeo
edema:
• apparecchi vocali adeguati
• sotto l'apparato vocale stesso
• sopra l'apparato vocale stesso
Escluso: laringite:
• acuta ostruttiva [groppa] (J05.0)
• gonfio (J04.0)

J38.5 Spasmo della laringe. Laryngism (stridor)
J38.6 Stenosi della laringe
J38.7 Altre malattie della laringe
ascesso>
cellulite>
Malattia BDU>
Necrosi> laringe
pachidermia>
pericondrio>

J39 Altre malattie delle alte vie respiratorie

Escluso: infezione respiratoria acuta SAI (J22)
• tratto respiratorio superiore (J06.9)
infiammazione del tratto respiratorio superiore causata da interventi chimici, gas, fumi e vapori (J68.2)

J39.0 Ascesso retrofaringeo e parafaringeo. Ascesso periparinge
Escluso: ascesso peritonsillare (J36)
J39.1 Un altro ascesso faringeo. Faringe cellulite. Ascesso nasofaringeo
J39.2 Altre malattie della faringe
Cisti> faringe o
Edema> Rinofaringe
Escluso: faringite:
• cronico (J31.2)
• ulcerativo (J02.9)
J39.3 Reazione di ipersensibilità del tratto respiratorio superiore, localizzazione non specificata
J39.8 Altre malattie del tratto respiratorio superiore specificate
Malattia delle vie aeree superiori J39.9, non specificata

MALATTIE CRONICHE DELLE MODALITÀ RESPIRATORIE INFERIORI (J40-J47)

Escluso: fibrosi cistica (E84. -)

Bronchite J40 non specificato come acuta o cronica

Nota • La bronchite, non specificata come acuta o cronica, può essere considerata acuta nelle persone di età inferiore ai 15 anni e deve essere considerata
sotto la voce J20. la bronchite:
• NIS
• catarrale
• con tracheite BDU
Tracheobronchitis BDU
Escluso: bronchite:
• NOS allergico (J45.0)
• IED asmatico (J45.9)
• causato da sostanze chimiche (acute) (J68.0)

J41 Bronchite cronica semplice e mucopurulenta

Escluso: bronchite cronica:
• IED (J42)
• ostruttivo (J44. -)
J41.0 Bronchite cronica semplice
Bronchite cronica purulenta mucosa J41.1
J41.8 Bronchite cronica mista, semplice e mucopurulenta

Bronchite cronica J42, non specificata

cronica:
• bronchite BDU
• tracheite
• tracheobronchite
Escluso: cronico:
• bronchite asmatica (J44. -)
• bronchite:
• semplice e mucopurulento (J41. -)
• con ostruzione delle vie aeree (J44. -)
• bronchite enfisematosa (J44. -)
• malattia polmonare ostruttiva NOS (J44.9)

J43 Enfisema

Escluso: enfisema:
• compensativo (J98.3)
• causato da sostanze chimiche, gas, fumi e vapori (J68.4)
• interstitial (J98.2)
• neonato (P25.0)
• mediastinal (J98.2)
• chirurgico (sottocutaneo) (T81.8)
• traumatico sottocutaneo (T79.7)
• con bronchite cronica (ostruttiva) (J44. -)
• bronchite enfisematosa (ostruttiva) (J44. -)

J43.0 Sindrome di MacLeod
Un modo:
• enfisema
• trasparenza polmonare
J43.1 Enfisema di Panlobular. Enfisema di Panacinar
J43.2 Enfisema centrilulare
J43.8 Altro enfisema
J43.9 Enfisema (polmone) (polmonare):
• NIS
• bolloso
• vescicolare
Fiala enfisematosa

J44 Altra malattia polmonare ostruttiva cronica

Incluso: cronico:
• bronchite:
• asmatico (ostruttivo)
• enfisematoso
• con:
• ostruzione delle vie aeree
• enfisema
• ostruttivo:
• asma
• bronchite
• tracheobronchite
Asma escluso (J45. -)
bronchite asmatica BDU (J45.9)
bronchiectasie (J47)
cronica:
• bronchite:
• IED (J42)
• semplice e mucopurulento (J41. -)
• tracheite (J42)
• tracheobronchitis (J42)
enfisema (J43. -)
malattie polmonari causate da agenti esterni (J60-J70)

J44.0 Malattia polmonare ostruttiva cronica con infezione respiratoria acuta del tratto respiratorio inferiore
Escluso: con influenza (J10-J11)
J44.1 Malattia polmonare ostruttiva cronica con esacerbazione, non specificata
J44.8 Altre malattie polmonari ostruttive croniche specificate
Bronchite cronica:
• NOS asmatico (ostruttivo)
• BDU enfisematoso
• BDU ostruttiva
J44.9 Malattia polmonare ostruttiva cronica, non specificata
Ostruttiva cronica:
• malattia del tratto respiratorio
• malattia polmonare NOS

J45 Asma

Escluso: asma acuto grave (J46)
bronchite cronica asmatica (ostruttiva) (J44. -)
asma cronico ostruttivo (J44. -)
asma eosinofila (J82)
malattie polmonari causate da agenti esterni (J60-J70)
stato asmatico (J46)

Asma J45.0 con una predominanza di componente allergica
allergica:
• bronchite BDU
• rinite con asma
Asma atopico. Asma allergico esogeno. Febbre da fieno con asma
J45.1 Asma non allergico. Asma idiosincratico Asma non allergico endogeno
J45.8 Asma misto. Combinazione degli stati indicati nelle rubriche J45.0 e J45.1
Asma J45.9, non specificato. Bronchite asmatica Insorgenza tardiva dell'asma

J46 stato asmatico [status asmatico]

Asma grave acuta

Bronchiectasia J47

Bronhiolektazy
Escluso: bronchiectasie congenite (Q33.4)
bronchiectasie tubercolari (malattia corrente) (A15-A16)

MALATTIE DA POLMONE CAUSATE DA AGENTI ESTERNI (J60-J70)

Escluso: asma, classificato sotto J45.

Pneumoconiosi J60 carbone di legna

Anthracosilicosis. Anthracosis. Minatore di carbone più leggero
Escluso: con tubercolosi (J65)

J61 Pneumoconiosi causata da amianto e altri minerali.

asbestosi
Escluso: placca pleurica con asbestosi (J92.0) con tubercolosi (J65)

J62 Pneumoconiosi contenente silicio

Incluso: fibrosi silicea (estesa) del polmone
Escluso: pneumoconiosi con tubercolosi (J65)

J62.0 Pneumoconiosi causata da polvere di talco
J62.8 Pneumoconiosi causata da altra polvere contenente silicio. Silicosi NOS

J63 Pneumoconiosi causata da altra polvere inorganica

Escluso: con tubercolosi (J65)

J63.0 Aluminosi (polmone)
J63.1 Fibrosi di bauxite (polmone)
J63.2 Berillio
J63.3 Fibrosi di grafite (polmone)
J63.4 Sideros
J63.5 Stannoz
J63.8 Pneumoconiosi causata da altra polvere inorganica specificata

Pneumoconiosi J64, non specificata

Escluso: con tubercolosi (J65)

Pneumoconiosi della tubercolosi J65

Qualsiasi condizione elencata sotto J60-J64, in combinazione con tubercolosi, classificata in A15-A16

Malattia delle vie aeree J66 causata da polvere organica specifica

Esclusione della bagassosi (J67.1)
polmone del contadino (J67.0)
polmonite ipersensibile causata da polveri organiche (J67. -)
sindrome da disfunzione delle vie aeree reattive (J68.3)

Bssinosi J66.0. Malattia trasportata dall'aria causata dalla polvere di cotone
J66.1 Malattia dello scarso lino
J66.2 Cannabinoz
J66.8 Malattia respiratoria causata da altra polvere organica specificata

J67 Polmonite ipersensibile causata da polvere organica

Incluso: alveolite allergica e polmonite causata dall'inalazione di polveri organiche e particelle di funghi,
actinomiceti o particelle di altra origine
Escluso: polmonite causata dall'inalazione di sostanze chimiche, gas, fumi e vapori (J68.0)

J67.0 Polmone del contadino [lavoratore agricolo]. Mietitore di luce. Tosaerba facile Malattia del fieno ammuffito
J67.1 Bagassoz (dalla polvere di canna da zucchero)
Bagassoznaya (th):
• malattia
• polmonite
J67.2 Polmone allevatore di pollame
La malattia, o polmone, amante dei pappagalli. Malattia, o polmone, piccioni amante
J67.3 Suberose. Malattia, o polmone, gestore di corkwood. Malattia, o polmone, che lavorano nella produzione di sughero
J67.4 Malto facile da lavorare. Alveolite causata da Aspergillus clavatus
Polmone del fungo J67.5
J67.6 Collettore di corteccia di acero semplice. Alveolite causata da Cryptostroma corticale. Kriptostromoz
J67.7 Contatto leggero con aria condizionata e umidificatori
Alveolite allergica causata da muffe fungine, actinomiceti termofili e altri microrganismi che si moltiplicano nei sistemi di ventilazione [aria condizionata]
J67.8 Polmonite ipersensibile causata da altra polvere organica
Polmone da rondella. Facile macinino da caffè. Impresa rybomuchnogo dipendente polmone. Furrier's Lung [Furry]
Lavoro facile con la sequoia
J67.9 Polmonite ipersensibile causata da polvere organica non specificata
Alveolite allergica (esogena) NOS. Polmonite ipersensibile BDU

J68 Condizioni respiratorie causate dall'inalazione di sostanze chimiche, gas, fumi e vapori

Per identificare la causa, viene utilizzato un codice aggiuntivo di cause esterne (classe XX).

J68.0 Bronchite e polmonite causate da sostanze chimiche, gas, fumi e vapori
Bronchite chimica (acuta)
J68.1 Edema polmonare acuto causato da sostanze chimiche, gas, fumi e vapori
Edema polmonare chimico (acuto)
J68.2 Infiammazione delle vie aeree superiori causata da sostanze chimiche, gas, fumi e vapori, non classificati altrove
J68.3 Altre condizioni respiratorie acute e subacute causate da sostanze chimiche, gas, fumi e vapori
Sindrome da disfunzione delle vie aeree reattive

J68.4 Condizioni respiratorie chimiche causate da sostanze chimiche, gas, fumi e vapori. Enfisema (diffuso) (cronico)> inalazione indotta Bronchite obliterante (cronica> chimica) (subacuta)> sostanze, gas. Fibrosi polmonare (cronica)> fumi e vapori
J68.8 Altre condizioni respiratorie causate da sostanze chimiche, gas, fumi e vapori
J68.9 Condizioni respiratorie non specificate causate da sostanze chimiche, gas, fumi e vapori

Polmonite J69 causata da solidi e liquidi

Per identificare la causa, viene utilizzato un codice aggiuntivo di cause esterne (classe XX).
Esclusa: sindrome da aspirazione neonatale (P24. -)

Polmonite J69.0 causata da cibo e vomito
Polmonite da aspirazione (causata da):
• NIS
• cibo (con rigurgito)
• succo gastrico
• latte
• vomito
Escluso: sindrome di Mendelssohn (J95.4)
J69.1 Pneumonite provocata dall'inalazione di oli e essenze. Polmonite grassa
J69.8 Polmonite causata da altri solidi e liquidi. Polmonite causata dall'aspirazione del sangue

J70 Condizioni respiratorie causate da altri agenti esterni.

Per identificare la causa, viene utilizzato un codice aggiuntivo di cause esterne (classe XX).

J70.0 Manifestazioni polmonari acute causate da radiazioni. Polmonite da radiazioni
J70.1 manifestazioni croniche e altre manifestazioni polmonari causate da radiazioni. Fibrosi polmonare dovuta a radiazioni
J70.2 Disturbi polmonari interstiziali acuti causati da droghe
J70.3 Disturbi polmonari interstiziali cronici causati da droghe
J70.4 Patologie polmonari interstiziali indotte da farmaci, non specificate
J70.8 Condizioni respiratorie causate da altri agenti esterni specificati
J70.9 Condizioni respiratorie causate da agenti esterni non specificati.

ALTRE MALATTIE RESPIRATORIE DOPO LE IMMAGINI PRINCIPALI
TESSUTO INTERISTICO (J80-J84)

Sindrome da distress respiratorio dell'adulto J80 [angoscia]

Malattia della membrana ialina adulta

J81 Edema polmonare

Gonfiore acuto del polmone. Ristagno polmonare (passivo)
Escluso: polmonite ipostatica (J18.2)
edema polmonare:
• chimica (acuta) (J68.1)
• causato da agenti esterni (J60-J70)
• con menzione di malattie cardiache o insufficienza cardiaca (I50.1)

Eosinofilia polmonare J82, non classificata altrove

Asma eosinofila Polmonite, leffler Eosinofilia tropicale (polmonare) BDU
Escluso: causato da:
• aspergillosi (B44. -)
• droghe (J70.2-J70.4)
• infezione parassitaria raffinata (B50-B83)
• lesioni sistemiche del tessuto connettivo (M30-M36)

J84 Altre malattie polmonari interstiziali

Malattie interstiziali polmonari indotte da farmaci (J70.2-J70.4)
enfisema interstiziale (J98.2)
malattie polmonari causate da agenti esterni (J60-J70)
polmonite interstiziale linfoide causata dal virus dell'immunodeficienza umana [HIV] (B22.1)

J84.0 Alveolari e disturbi parietho-alveolari. Proteinosi alveolare. Microlitiasi alveolare polmonare
J84.1 Altre malattie polmonari interstiziali con fibrosi
Fibrosi polmonare diffusa Fibrosio alveolite (criptogenico). Sindrome di Hammen-Rich
Fibrosi polmonare idiopatica
Escluso: fibrosi polmonare (cronica):
• causati dall'inalazione di sostanze chimiche,
gas, fumi o vapori (J68.4)
• causato da radiazioni (J70.1)
J84.8 Altre malattie polmonari interstiziali specificate
J84.9 Malattia polmonare interstiziale, non specificata. Polmonite interstiziale NOS

Condizioni purulente e necrotiche delle prime vie respiratorie (J85-J86)

Ascesso del polmone e del mediastino J85

J85.0 Gangrena e necrosi polmonare
J85.1 Ascesso polmonare con polmonite
Escluso: con polmonite causata dall'eccitatore specificato lem (J10-J16)
J85.2 Ascesso polmonare senza polmonite. Ascesso polmonare
J85.3 Ascesso mediastinico

J86 Piothorax

Incluso: ascesso:
• pleura
• petto
empiema
pneumoempyema
Se necessario, identificare l'agente patogeno utilizzando un codice aggiuntivo (B95-B97).
Escluso: a causa di tubercolosi (A15-A16)

J86.0 Piotrax con fistola
J86.9 Pyotorax senza fistole

ALTRE MALATTIE PLEURALI (J90-J94)

J90 ​​Versamento pleurico, non classificato altrove.

Pleurite con versamento
Escluso: versamento di peli (pleurico) (J94.0)
pleurite BDU (R09.1)
tubercolare (A15-A16)

J91 * Versamento pleurico in condizioni classificate altrove

J92 Placca pleurica

Incluso: ispessimento pleurico

J92.0 Placca pleurica con asbestosi
J92.9 Placca pleurica senza asbestosi. Placca pleurica NOS

Pneumotorace J93

Escluso: pneumotorace:
• congenito o perinatale (P25.1)
• traumatico (S27.0)
• pleopneumotorace tubercolare (caso corrente) (A15-A16) (J86. -)

J93.0 Tensione pneumotorace spontanea
J93.1 Altro pneumotorace spontaneo
J93.8 Altro pneumotorace
Pneumotorace J93.9, non specificato

J94 Altre lesioni pleuriche

Escluso: pleurite NOS (R09.1)
traumatica:
• emopneumotorace (S27.2)
• gemotorace (S27.1)
lesione tubercolare della pleura (caso corrente) (A15-A16)

Versamento J94.0 di Hilus. Versamento spinoso
J94.1 Fibrotorax
Emotorace J94.2. Gemopnevmotoraks
J94.8 Altri stati pleurici specificati. pleurorrhea
J94.9 Lesione pleurica, non specificata

ALTRE MALATTIE RESPIRATORIE (J95-J99)

J95 Disturbi respiratori dopo procedure mediche, non classificate altrove

Escluso: enfisema (sottocutaneo) post procedura (T81.8)
manifestazioni polmonari causate da radiazioni (J70.0-J70.1)

Disfunzione del tracheostoma J95.0
Sanguinamento della tracheotomia. Chiusura delle vie aeree tracheostomiche. Sepsi tracheotomica
Fistola tracheoesofagea a causa di tracheotomia
J95.1 Insufficienza polmonare acuta dopo chirurgia toracica
J95.2 Malattia polmonare acuta dopo chirurgia non toracica
J95.3 Insufficienza polmonare cronica a causa di un intervento chirurgico
J95.4 Sindrome di Mendelssohn
Escluso: complicare:
• parto e parto (O74.0)
• gravidanza (O29.0)
• periodo postparto (O89.0)
J95.5 Stenosi sotto l'apparato vocale reale dopo le procedure mediche
J95.8 Altri disturbi respiratori dopo procedure mediche
J95.9 Disturbo respiratorio dopo procedure mediche, non specificato

J96 Insufficienza respiratoria, non classificata altrove

Escluso: insufficienza cardio-respiratoria (R09.2)
insufficienza respiratoria postprocedurale (J95. -)
• arresto respiratorio (R09.2)
• sindrome da distress respiratorio [stress]:
• adulto (J80)
• nel neonato (P22.0)

J96.0 Insufficienza respiratoria acuta
J96.1 Insufficienza respiratoria cronica
Deficit respiratoria J96.9, non specificato

J98 Altri disturbi respiratori

Escluso: apnea:
• NDB (R06.8)
• nel neonato (P28.4)
• durante il sonno (G47.3)
• nel neonato (P28.3)

J98.0 Malattie dei bronchi, non classificate altrove
Bronholitiaz>
Calcificazione> bronco
stenosi>
ulcera>
Tracheobronchiale (th):
• collasso
• discinesia
J98.1 Crollo polmonare. Atelettasia. Collasso polmonare
Escluso: atelectasis (y):
• neonato (P28.0-P28.1)
• tubercolare (malattia corrente) (A15-A16)
J98.2 Enfisema interstiziale. Enfisema mediastinico
Escluso: enfisema:
• NDB (J43.9)
• nel feto e nel neonato (P25.0)
• chirurgico (sottocutaneo) (T81.8)
• traumatico sottocutaneo (T79.7)
J95.3 Enfisema compensatorio
J98.4 Altre lesioni polmonari
Calcificazione del polmone. Malattia polmonare cistica (acquisita). Malattia polmonare Pulmolitiaz
J98.5 Malattie del mediastino non classificate in altre
intestazioni
fibrosi>
Ernia> Mediastino
Offset>
mediastiniti
Escluso: ascesso mediastinico (J85.3)
J98.6 Malattie del diaframma. Aperture. Paralisi del diaframma. Rilassamento dell'apertura
Escluso: difetto congenito del diaframma NKDR (Q79.1)
ernia diaframmatica (K44. -)
• congenito (Q79.0)
J98.8 Altri disturbi respiratori specificati
J98.9 Disordine respiratorio, non specificato. Respiratory Disease (Chronic) NOS

J99 * ​​Disturbi respiratori in malattie classificate altrove

J99.0 * Malattia polmonare reumatoide (M05.1 +)
J99.1 * Patologie respiratorie in altri disturbi del tessuto connettivo diffuso
Disturbi respiratori in:
• dermatomiosite (M33.0-M33.1 +)
• polimiosite (M33.2 +)
• sindrome da secchezza [Sjogren] (M35.0 +)
• sistema (ohm):
• lupus eritematoso (M32.1 +)
• sclerosi (M34.8 +)
• Granulomatosi di Wegener (M31.3 +)
J99.8 * Disturbi respiratori in altre malattie classificate altrove
Disturbi respiratori in:
• amebiasi (A06.5 +)
• spondilite anchilosante (M45 +)
• crioglobulinemia (D89.1 +)
• sporotricosi (B42.0 +)
• sifilide (A52.7 +)