Fibrosi polmonare - sintomi e trattamento

La pneumofibrosi è una malattia in cui il tessuto connettivo cresce nel polmone. La patologia si presenta come una complicazione. La pneumofibrosi si riferisce alle malattie pneumosclerotiche insieme alla pneumosclerosi e alla cirrosi dei polmoni.

Quando si forma un "polmone cellulare", quando nell'organo si formano piccole cavità simili a cisti, la funzione respiratoria viene significativamente ridotta. Se un'infezione si unisce alla malattia, allora è possibile la morte del paziente.

cause di

Ci sono molti fattori che aumentano il rischio di pneumofibrosi:

  • Malattia trasferita o esistente - polmonite, sifilide, tubercolosi, malattie ostruttive croniche dell'apparato respiratorio;
  • attività o condizioni di vita associate alla costante inalazione di gas nocivi, polveri;
  • ereditarietà;
  • lesioni al torace associate a danni agli organi respiratori;
  • processi stagnanti;
  • radiazioni ionizzanti che colpiscono il torace;
  • farmaci con effetti tossici;
  • ipossia (carenza di ossigeno) dei tessuti.

La malattia si sviluppa approssimativamente in questo scenario.

Nei bronchi il deflusso del segreto è disturbato e il suo accumulo avviene. Queste sono condizioni vantaggiose per aumentare il numero di agenti patogeni. Inoltre, a causa di infiammazione e ristagno, il flusso sanguigno e linfatico è disturbato. Nel luogo in cui il flusso dei fluidi biologici è disturbato, cresce il tessuto connettivo. Sostituisce gli alveoli vicino a sé.

Il tessuto di un polmone sano è elastico. L'elasticità fornisce un'alta pressione intrapolmonare, grazie alla quale la parete interna degli alveoli si apre durante l'inalazione. Se il tessuto polmonare è affetto da fibrosi, la pressione diminuisce, parte degli alveoli non si apre e viene fornita meno ossigeno.

In termini di entità del danno d'organo, si distingue la fibrosi polmonare locale e diffusa.

Con la fibrosi polmonare locale, alcune parti del polmone sono colpite. La qualità della vita del paziente non si deteriora molto, poiché la perdita di elasticità e compattazione del tessuto si osserva solo nell'area interessata, la funzione respiratoria si deteriora leggermente.

Entrambe le forme sono caratterizzate da uno stadio progressivo e non progressivo. Nella fase progressiva, ci sono serie complicazioni, inclusi ascessi. Le esacerbazioni possono disturbare per tutta la vita del paziente. Stadio non progressivo più favorevole, che procede praticamente senza manifestazioni cliniche. Più possibilità per il corso polmonare in individui che seguono uno stile di vita sano.

I sintomi della malattia

Come accennato in precedenza, la forma locale a volte passa inosservata. I sintomi di solito compaiono se entrambi i polmoni sono colpiti.

Il sintomo principale di pneumovirus è mancanza di respiro. Nella fase iniziale, appare da un forte sforzo fisico, e in seguito - a riposo. Altri sintomi della malattia:

  • Tosse, con espettorato viscoso e pus;
  • cianosi della pelle;
  • dolore al petto, specialmente quando si tossisce;
  • la debolezza;
  • differenze nella temperatura corporea;
  • perdita di peso senza un motivo apparente.

Nelle fasi successive, il medico rileva il respiro sibilante nei polmoni e uno squittio sull'espirazione, che è particolarmente ben udibile nella parte anteriore, nella parte superiore del torace. Il paziente ha un gonfiore delle vene del collo. Allo stesso tempo, possono verificarsi sintomi della malattia che ha provocato la pneumofibrosi.

Come trattare una malattia

Prima della nomina della terapia condurre un esame per stabilire la diagnosi. Il principale metodo diagnostico è la radiografia. Inoltre, broncoscopia, valutazione della funzione respiratoria, test di laboratorio generali sono eseguiti. Questa ricerca rivela anche la causa sottostante della fibrosi polmonare.

La fibrosi polmonare senza sintomi non è sempre trattata con farmaci.

Se la malattia non è passata nella fase acuta, il trattamento viene effettuato a casa. Il compito principale degli interventi terapeutici è eliminare la causa della malattia. Quando la causa è l'ingresso di particelle di polvere e altre sostanze nocive, quindi, prima di tutto, interrompono il contatto con il provocatore della malattia. Il paziente è controindicato in ansia e stress.

Se la causa è stata un'infezione, vengono mostrati farmaci antibatterici a seconda dell'agente patogeno. Anche prescritto terapia di mantenimento.

Esercizi di respirazione utili, che aiutano a migliorare la funzionalità dell'apparato respiratorio.

Trattamento di rimedi popolari

È stato a lungo utilizzato nelle malattie dei baccelli di pino polmoni. Questo prezioso prodotto contiene molti oli essenziali che hanno un effetto benefico sulle vie respiratorie: aiutano a rilasciare espettorato, distruggere gli agenti patogeni e attivare la capacità secretoria dell'epitelio.

Per il brodo, prendere 10 g di rognoni, versare un bicchiere d'acqua e riscaldare a bagnomaria per mezz'ora, insistere per altri 15 minuti. Quindi filtrare il brodo e bere caldo 3 volte al giorno a una dose di 1 cucchiaio.

Metodi di prevenzione

La principale prevenzione della fibrosi polmonare è la cessazione del fumo, perché è l'inalazione di sostanze tossiche che sono contenute, incluso nel fumo di tabacco, e la malattia si sviluppa. È importante trattare le malattie respiratorie ai primi sintomi. Uno stile di vita sano preserverà l'immunità e rafforzerà il corpo.

Quando si eseguono compiti professionali relativi a fattori di rischio, utilizzare dispositivi di protezione - respiratori.

La fibrosi polmonare provoca cambiamenti irreversibili nel tessuto polmonare. Pertanto, curarlo completamente è impossibile. Ma il processo può essere rallentato. La terapia, che il medico prescriverà dopo che la diagnosi è stata chiarita, è volta a mantenere la condizione. Il rispetto delle misure preventive è importante.

fibrosi polmonare

La fibrosi polmonare è una malattia caratterizzata dall'aspetto e dalla successiva proliferazione del tessuto connettivo nei polmoni. Questa condizione non è una malattia completamente indipendente. Piuttosto, è il risultato (conseguenza) di alcune lesioni del sistema polmonare.

La fibrosi polmonare si riferisce al gruppo generale di malattie pneumosclerotiche. Oltre a lui, in questo gruppo ci sono anche la pneumosclerosi e la cirrosi del polmone. Queste sottospecie differiscono nel tasso di crescita del tessuto connettivo nei polmoni. Tra questi, la pneumofibrosi è caratterizzata dal più lento tasso di crescita del tessuto connettivo e la sclerosi e la cirrosi sono più veloci.

La pneumofibrosi può essere suddivisa in pneumofibrosi locale e diffusa. La pneumofibrosi diffusa è caratterizzata dalla comparsa di ampie aree di sostituzione del tessuto polmonare da parte del tessuto connettivo. Nella variante locale della fibrosi polmonare (fibrosi polmonare focale), tutti i processi saranno concentrati in uno dei focolai (locus) e raramente andranno oltre i suoi confini.

Adesso la pneumofibrosi ha cominciato ad apparire molto più spesso. Ciò può essere spiegato dall'aumentata esposizione a sostanze nocive che entrano nell'organismo attraverso il tratto respiratorio sul tessuto polmonare. Anche recentemente, il processo di cronologia delle malattie polmonari (come, per esempio, la polmonite), che molto spesso si trasformano in pneumovirus, è significativamente aumentato.

Causa pneumovirus

La fibrosi polmonare è una malattia composta da varie cause. Come accennato in precedenza, la pneumofibrosi non si verificherà mai da sola. Affinché appaia, la presenza di cosiddette malattie primarie e condizioni che porteranno allo sviluppo della fibrosi polmonare dovrebbe essere obbligatoria. I più basilari sono:

- Vari agenti infettivi e polmonite

- Esposizione a sostanze tossiche, polvere

- Lesioni al petto che interessano i polmoni

- Risultati dello sviluppo di malattie che colpiscono il tessuto connettivo

- Danni causati da funghi e parassiti

- Conseguenze del fallimento della funzione del ventricolo sinistro e del conseguente ristagno di sangue nei vasi polmonari

Come è già chiaro, il principale meccanismo patologico che si verificherà nei polmoni durante la fibrosi polmonare sarà la sostituzione del tessuto polmonare con il tessuto connettivo. Le cause del suo aspetto nella fibrosi polmonare sono diverse e dipendono dalla malattia primaria che ha causato la fibrosi polmonare. Ad esempio, il tessuto connettivo nei polmoni può apparire come risultato dell'organizzazione di un versamento infiammatorio (un esempio brillante è la pneumofibrosi a causa di un'infiammazione della pleura). Inoltre, può apparire a causa degli effetti tossici diretti sulle cellule polmonari delle sostanze inalate. Di conseguenza, moriranno e saranno sostituiti dal tessuto connettivo.

Ma la causa più comune della comparsa della sostituzione del tessuto connettivo nei polmoni durante la fibrosi polmonare è indubbiamente l'ipossia del tessuto polmonare. Il fatto è che l'ipossia del tessuto polmonare innesca l'attivazione di cellule, fibroblasti. Questi fibroblasti, in risposta all'ipossia, inizieranno rapidamente e in grandi quantità a produrre collagene. È il collagene che diventerà una sottospecie di tessuto connettivo, che sostituirà il tessuto polmonare.

Oltre al principale meccanismo del "tessuto connettivo" della fibrosi polmonare, ci sono anche tre principali cause "chiave" dello sviluppo di questa malattia. Questa è una violazione della ventilazione dei polmoni, del drenaggio dei bronchi e del danno ad un'adeguata circolazione sanguigna e alla circolazione linfatica.

Una violazione della ventilazione dei polmoni segue direttamente dal meccanismo principale della fibrosi polmonare e può essere spiegata come segue. Normalmente, il tessuto polmonare è abbastanza elastico ed è la sua elasticità che svolge un ruolo importante nel processo di respirazione. Maggiore è l'elasticità del tessuto polmonare, maggiori saranno gli sforzi del corpo per allungare il più possibile il tessuto. Pertanto, vengono iniettati alti livelli di pressione intrapolmonare. A sua volta, un alto livello di pressione intrapolmonare spinge la parete degli alveoli dall'interno e, quindi, la raddrizza mentre inala.

Ma con la fibrosi polmonare, molti alveoli sono già colpiti dal tessuto connettivo. A differenza della polmonare, questo tipo di tessuto non ha praticamente proprietà elastiche. Più elastico è il tessuto degli alveoli, più facile sarà allungarlo. Quindi, il corpo non avrà bisogno di usare una grande forza per lo stretching. Pertanto, il livello di pressione intrapolmonare è ridotto. Ma un livello così basso di pressione non sarà in grado di aprire gli alveoli e le loro pareti collasseranno. Di conseguenza, una parte del tessuto polmonare sarà semplicemente disattivata dal sistema generale di arricchimento del corpo con l'ossigeno: gli alveoli non aperti non possono riempirsi di ossigeno e passare attraverso i loro capillari nel corpo.

La violazione della funzione di drenaggio dei bronchi si verifica a causa di condizioni infiammatorie della parete bronchiale a causa del suo gonfiore infiammatorio. Di conseguenza, il deflusso del segreto viene disturbato e si accumula. Questi depositi di secrezione bronchiale diventano favorevoli per lo sviluppo di infezione in essi, che causerà focolai infiammatori secondari in tutto il polmone.

A sua volta, il blocco del bronco causerà il contatto di un certo lobo del polmone con aria inalata da rompere. Questo di nuovo porterà al fatto che i processi di pressione intrapolmonare vengono interrotti e questa frazione di polmone si riduce semplicemente.

Oltre al disturbo infiammatorio del normale drenaggio del bronco, la causa della fibrosi polmonare può essere una violazione della secrezione motoria dei bronchi. Di solito, si verificano in violazione della componente neuromuscolare dei bronchi.

La circolazione linfatica e la circolazione sanguigna possono essere disturbate a causa della compressione dei vasi nei polmoni. La circolazione sanguigna può anche essere disturbata e causare pneumofibrosi se la stasi del sangue inizia nei vasi che circondano il polmone. Molto spesso, questa stasi può verificarsi a causa di vasospasmo o infiammazione, che restringe il lume. Come risultato di una lunga permanenza statica nei vasi, il fluido stagnante inizia gradualmente a passare attraverso la parete (a sudare), formando un versamento proteico. Questo essudato proteico cresce gradualmente con il tessuto connettivo, che poi sostituisce gradualmente i singoli alveoli (il più delle volte quelli vicino al sito di ristagno). E ancora si sviluppa la pneumofibrosi.

Pertanto, è possibile isolare una certa catena di importanti cambiamenti nella fibrosi polmonare. Innanzitutto, il tessuto polmonare è affetto dalla malattia primaria, il principale fattore patologico colpisce il polmone. Questo fattore è suddiviso nei seguenti tipi: ventilazione polmonare compromessa, problemi nella funzione di drenaggio dei bronchi o insufficienza dei sistemi linfatici e circolatori dei polmoni. Ciascuno di questi fattori sarà accompagnato dalla sostituzione del tessuto polmonare normale con patologico, connettivo.

Ogni fattore che elabora l'apparizione del tessuto connettivo si sviluppa in diversi modi: per qualcuno diventeranno la causa principale (come una violazione della ventilazione polmonare), perché qualcuno ne sarà la conseguenza. Ma per tutti e tre i motivi saranno richiesti. Quindi si verificherà la proliferazione separata del tessuto polmonare dal meccanismo respiratorio e nel corpo si svilupperà una certa sottospecie di insufficienza respiratoria e uno scambio di gas disturbato tra alveoli, vasi e tessuti.

Segni di fibrosi polmonare

La fibrosi polmonare ha forme locali e diffuse di manifestazione. Fondamentalmente, il più delle volte la clinica di pneumofibrosi si manifesta in pazienti con la seconda forma, poiché con la pneumofibrosi focale la clinica della malattia può non manifestarsi affatto (a causa di una lesione sistemica inferiore).

Il segno più eclatante che indica la sconfitta del tessuto polmonare sarà la mancanza di respiro. Innanzitutto, si verificherà durante il sovraccarico fisico e quindi apparirà a riposo. Spesso sarà accompagnato da una forte tosse e dalla separazione dell'espettorato viscoso e purulento. Visivamente, i pazienti saranno in grado di trovare la presenza di cianosi comune (si verificherà a causa di grave ipossia nei polmoni).

Dolori toracici del carattere lamentoso, affaticabilità veloce, forte perdita di peso, debolezza generale sono possibili. Con la lesione primaria delle regioni basali dei polmoni, si formano spesso "dita di Ippocrate" (le cosiddette bacchette).

I pazienti possono lamentare un dolore abbastanza forte nel petto che si verifica quando si tossisce. È possibile ascoltare l'area delle parti inferiori delle reni polmonari, nonché il caratteristico "suono del plug di attrito", che è un segno di stadi avanzati di fibrosi polmonare.

Se ci sono complicazioni, i segni di insufficienza della piccola cerchia di sangue possono iniziare a comparire: emottisi, espettorato con striature di sangue, ecc.

Oltre ai suddetti segni, tipici della pneumofibrosi, ci saranno anche segni di malattie primarie: per esempio, manifestazioni di polmonite o bronchite.

Diagnosi di fibrosi polmonare

Il criterio diagnostico più importante per la fibrosi polmonare è, naturalmente, un esame radiologico dei polmoni. Ti permette di trovare i primi segni della malattia e di identificare la presenza di patologie associate. Inoltre, questo studio aiuterà a distinguere la pneumofibrosi e il cancro del polmone con sintomi simili.

Il principale sintomo della fibrosi polmonare sarà un aumento del pattern polmonare e della sua deformazione. Le ombre vascolari si espandono, e nella parte interessata, puoi persino vedere le singole ombre dei piccoli rami delle navi con la loro direzione disturbata. È inoltre possibile trovare le cosiddette "ombre polmonari" con contorni irregolari e taglienti. Queste ombre sono le aree del polmone danneggiato.

Nelle fasi avanzate della fotografia a raggi X si possono trovare segni della struttura del tessuto connettivo completo del polmone: linee d'ombra in direzioni caotiche diverse, aree dense e addominali (come "a nido d'ape") e radici polmonari deformate sfregiate (fibrosi radicolare).

Il secondo studio importante sarà la ricerca sulla funzione della respirazione esterna. Stima un valore speciale - indice Tiffno. La sua riduzione (di solito inferiore al 70%) sarà un segno di respirazione alterata. A questo indice, vengono esaminati gli indicatori del volume polmonare: VC (capacità polmonare) e FVC (capacità funzionale). La pneumofibrosi sarà caratterizzata dalla loro riduzione. Tale cambiamento negli indicatori di cui sopra è chiamato restrittivo ed è caratteristico di malattie con lesioni del tessuto polmonare.

Il terzo elemento del piano di ricerca sarà uno studio bronchologico. Di solito aiuta a separare la pneumofibrosi focale da quella diffusa. Con una versione diffusa della malattia, non ci saranno cambiamenti nella cavità bronchiale, con una focale, è possibile trovare l'espansione dei bronchi (bronchiectasie).

Trattamento di pneumofibrosi

Nel trattamento della fibrosi polmonare, la cosa principale è eliminare la causa o la terapia della malattia primaria.

Se hai la polmonite, devi prescrivere una buona terapia antibiotica. Spesso usato una combinazione di terapia farmacologica e cultura fisica medica. Con la fibrosi polmonare, la polmonite deve essere trattata fino al completo recupero clinico e radiologico. Dopo il trattamento, tali pazienti vengono messi in contabilità attiva, che dura per circa 1 anno.

Inoltre, i farmaci espettoranti (Bromhexin) e una speciale posizione di "drenaggio" nel letto sono assegnati ai pazienti con pneumofibrosi, che contribuirà a rilasciare l'espettorato.

Se la pneumofibrosi è complicata da processi infiammatori, allora, come per la polmonite, sono prescritti alcuni schemi antibatterici: i farmaci di un certo numero di macrolidi e cefalosporine sono i più adatti per loro. È importante sapere che con la pneumofibrosi il numero di agenti infettivi nei polmoni può superare diverse dozzine, pertanto è consigliabile utilizzare farmaci antibatterici con un'ampia gamma di azioni. Insieme agli antibiotici vengono prescritti glucocorticoidi.

In caso di causa della radice cardiaca della malattia o in caso di insufficienza della funzione cardiaca, che si è già sviluppata a seguito di fibrosi polmonare, vengono prescritti preparati di glicosidi cardiaci. I più comunemente usati sono Strofantin o Korglikon.

Inoltre, non dimenticare la terapia vitaminica e la fisioterapia. Nelle fasi della pneumofibrosi senza insufficienza polmonare, le ionoforesi e le procedure ecografiche con sostanze medicinali hanno un buon effetto.

Anche con la pneumofibrosi, è prescritta l'ossigenoterapia. Nutre i polmoni con l'ossigeno, che manca ai polmoni malati. Di solito, l'ossigeno viene fornito in quantità tale da essere presente nell'atmosfera circostante.

E non dovremmo perdere un altro punto importante di trattamento: la nomina di movimenti respiratori speciali. Migliorano le funzioni respiratorie e sostengono il corpo e aiutano anche a fornire ossigeno alle aree collassate dei polmoni.

La prevenzione della fibrosi polmonare è il trattamento adeguato delle malattie primarie che causano la fibrosi polmonare. Abbiamo bisogno di tempo per identificare e curare malattie come la bronchite e la polmonite, prima che entrino nella fase della complicazione. È anche importante abbandonare le cattive abitudini, specialmente il fumo.

Inoltre, è necessario attenersi rigorosamente alla sicurezza, lavorando con sostanze tossiche per le cellule polmonari: se necessario, utilizzare maschere e respiratori. Se viene rilevata una pneumofibrosi in un dipendente di tale produzione, è necessario trasferirla immediatamente a un altro lavoro.

fibrosi polmonare

La fibrosi polmonare è la proliferazione del tessuto connettivo nei polmoni, che si verifica sotto l'influenza di un processo distrofico o infiammatorio. La fibrosi polmonare dei polmoni porta a una violazione della loro elasticità e insufficienza delle funzioni di scambio gassoso delle aree colpite.

Tipi e cause della fibrosi polmonare

La prevalenza della malattia è divisa in fibrosi polmonare diffusa e locale (limitata).

La pneumofibrosi polmonare locale è un'area densa del tessuto polmonare. Il volume del polmone interessato è ridotto. Con fibrosi polmonare diffusa dei polmoni sono ridotti in volume, denso. La normale struttura dei polmoni è persa.

La fibrosi polmonare limitata non influenza troppo le proprietà meccaniche dei polmoni e le loro funzioni di scambio gassoso. Ma con la malattia diffusa, la ventilazione polmonare normale è significativamente ridotta.

Di norma, la pneumofibrosi è una conseguenza di varie malattie polmonari, in particolare:

  • malattie ostruttive croniche;
  • malattie invasive e infettive (polmonite, comprese quelle derivanti da sifilide, tubercolosi, micosi, ecc.);
  • malattie derivanti dall'esposizione al corpo di gas industriali e polveri aggressive, inalazione di varie sostanze tossiche;
  • malattia polmonare ereditaria.

Spesso la pneumofibrosi dei polmoni è una conseguenza dell'esposizione a droghe tossiche o radiazioni ionizzanti.

I sintomi della fibrosi polmonare

La pneumofibrosi locale può essere asintomatica.

Il sintomo principale della fibrosi polmonare diffusa è la mancanza di respiro, che tende a progredire nel tempo. Spesso, la mancanza di respiro è accompagnata da una forte tosse secca, aggravata dalla respirazione intensa. Altri sintomi di fibrosi polmonare comprendono debolezza generale del corpo, dolori dolorosi allo sterno, perdita di peso, una costante sensazione di affaticamento. Se un paziente ha un polmone basale danneggiato, ciò porta alla formazione delle cosiddette dita di Ippocrate.

Negli ultimi stadi della malattia nei pazienti, c'è un cosiddetto squittio nei polmoni, simile nel suono all'attrito di una spina. Ciò è particolarmente evidente sull'inalazione e sull'area della superficie anteriore del torace.

Diagnosi di fibrosi polmonare

Il principale metodo di diagnosi di questa malattia è l'esame a raggi X dei polmoni. Solo questo studio ci consente di ottenere il quadro più obiettivo dei cambiamenti nel tessuto polmonare di natura sclerotica e di differenziare la diagnosi di fibrosi polmonare dalle lesioni tumorali dei polmoni.

Per determinare la fibrosi polmonare, al paziente viene prescritta una radiografia del torace. La tomografia e la radiografia possono essere prescritte come studi correlati. Grande importanza recentemente nel determinare lo stato del tessuto polmonare diventa tomografia computerizzata.

Trattamento di pneumofibrosi

Ad oggi non esistono metodi efficaci di trattamento della fibrosi polmonare. In caso di pneumofibrosis locale senza la presenza di sintomi, di regola non viene applicato alcun effetto terapeutico. Se una pneumofibrosi locale si sviluppa a seguito di malattie distruttive-infiammatorie posticipate e procede con periodici focolai del processo infettivo, al paziente vengono prescritti farmaci antinfiammatori e antimicrobici, oltre a misure volte a migliorare il drenaggio bronchiale.

L'esame broncoscopico consente di determinare se l'intervento chirurgico è consigliabile per una malattia.

Se la malattia è estesa e dovuta a fattori esterni, il trattamento della fibrosi polmonare dovrebbe principalmente mirare all'eliminazione delle cause. Se necessario, viene effettuato anche il trattamento dell'insufficienza respiratoria.

La prognosi della fibrosi polmonare dipende da vari fattori, inclusa la complessità del decorso della malattia. La riduzione della dimensione polmonare appesantisce significativamente l'insufficienza respiratoria, in alcuni casi può causare un aumento della pressione nel sistema dell'arteria polmonare e lo sviluppo del cuore polmonare. L'esito fatale è possibile se la pneumofibrosi è complicata dall'infezione secondaria o dallo sviluppo della tubercolosi.

Prevenzione della fibrosi polmonare

Il principale metodo di prevenzione della fibrosi polmonare è la rilevazione tempestiva e il trattamento adeguato di quelle malattie che contribuiscono al suo sviluppo. Quando si lavora con sostanze pneumotossiche, è necessario attenersi rigorosamente alle regole di sicurezza, effettuare un monitoraggio regolare volto ad identificare l'effetto pneumotossico di vari farmaci. Se ci sono dei cambiamenti patologici nei polmoni, è necessario adottare con urgenza misure per eliminarli.

Cos'è la fibrosi polmonare: metodi di trattamento

La fibrosi polmonare dei polmoni è una patologia cronica in cui il parenchima viene sostituito dal tessuto connettivo. La cicatrice si verifica nell'organo interessato contro un processo infiammatorio lento. A poco a poco, la funzione di scambio respiratorio e gassoso si perde e si sviluppa insufficienza polmonare. La rinascita del tessuto sano è irreversibile e il compito della medicina è fermare la progressione della malattia, per mantenere la salute del paziente. È impossibile curare la pneumofibrosi e ripristinare i polmoni.

Le cause e il meccanismo di sviluppo della fibrosi polmonare

Le cause della malattia sono diverse:

  • malattie infettive e infiammatorie - micosi, tubercolosi, sifilide;
  • esposizione prolungata agli allergeni;
  • lesioni meccaniche;
  • alte dosi di radiazioni;
  • esposizione a composti chimici;
  • disordini ereditari in cui la proteina fibrillare - il collagene, la fibronectina è intensivamente prodotta;
  • grave danno al fegato con tossicodipendenza;
  • uso a lungo termine di farmaci che hanno un effetto tossico sul parenchima polmonare.

Il gruppo di rischio comprende persone con una storia di BPCO, asma bronchiale, bronchite cronica e polmonite. Più spesso gli uomini sono ammalati, la cui attività professionale è associata al rischio di impatto negativo dei processi produttivi sugli organi respiratori - minatori, minatori, metallurgisti.

Con la pneumofibrosi, l'infiammazione cronica è accompagnata da una violazione del drenaggio linfatico dall'organo colpito. Si accumula nei setti interalveolari e nei vasi sanguigni. Il movimento del sangue lungo il letto capillare viene disturbato, i vasi sono sclerosati e si sviluppa l'ipossia. Questo processo attiva la produzione di fibroblasti e collagene, che aggrava ulteriormente il processo di circolazione del sangue in un piccolo cerchio.

Sullo sfondo dell'aumento della pressione polmonare, i cambiamenti distrofici si verificano nella metà destra del cuore, aumenta di dimensioni. Il paziente sviluppa la sindrome del "cuore polmonare". Questa è una condizione estremamente grave che porta alla disabilità e alla fine alla morte.

Con la rapida progressione della pneumosclerosi (fibrosi polmonare, fibrosi polmonare), il parenchima sano viene rapidamente ricostruito. La struttura dello stesso acini sta cambiando: un'unità strutturale del polmone. Le pseudostrutture ghiandolari si formano, i capillari si indeboliscono, diminuiscono di volume, i bronchioli si sclerosano. La proliferazione del tessuto connettivo nei polmoni deforma gli alveoli, essi vengono distrutti, neoplasie fibrose e cistiche appaiono al loro posto.

Sullo sfondo della distruzione del polmone, la loro funzione principale è disturbata - fornendo all'organismo ossigeno tramite lo scambio di gas durante la respirazione.

I pazienti sviluppano insufficienza respiratoria con ipossia (privazione di ossigeno) e ipercapnia (un eccesso di anidride carbonica nel sangue).

A causa della compromissione della perfusione (volume) dei polmoni, il livello di ossigeno nel corpo diminuisce. L'equilibrio di diffusione della ventilazione è disturbato. A causa dell'ipoventilazione, aumenta il livello di anidride carbonica.

A seconda del sito di localizzazione e dell'entità del danno polmonare, la pneumosclerosi è di diversi tipi.

La pneumofibrosi diffusa dei polmoni è la proliferazione del tessuto connettivo in tutto il corpo. Con questa patologia non è possibile determinare i confini chiari delle aree modificate. Non solo il polmone è deformato, ma anche i bronchi e la rete vascolare.

La fibrosi polmonare locale dei polmoni si sviluppa molto lentamente e nelle fasi iniziali è asintomatica. È caratterizzato da danni a un'area di tessuto limitata. Sull'immagine a raggi X sono visibili sigilli con contorni chiari. Questa specie non influenza la funzionalità dell'organo e le sue proprietà meccaniche.

Anche la pneumofibrosi focale dei polmoni ha una posizione chiara e locale. Ma è caratterizzato dal fatto che i fuochi infiammatori sono di solito multipli. Possono colpire un polmone o entrambi. La forma focale si sviluppa sullo sfondo della tubercolosi, i processi purulento-infiammatori (ascesso).

Il quadro clinico della malattia

Il primo segno che dà motivo di pensare alla presenza di patologia nel corpo - mancanza di respiro. Ma dal momento che all'inizio non provoca alcun disagio, i pazienti non prestano attenzione a lei.

Nella fase iniziale della malattia, questo sintomo si manifesta sotto forma di lieve dispnea durante l'esercizio, che in precedenza era ben tollerato dall'uomo. I pazienti attribuiscono questo fatto all'affaticamento, al malessere e al povero sonno. A poco a poco la mancanza di respiro aumenta con il camminare per strada, salire le scale. Non è facile per una persona camminare per lunghe distanze, parlare a lungo. Nei casi più gravi, la mancanza di respiro si manifesta sotto forma di trattenimento del respiro, mancanza di aria. Questa condizione è sempre accompagnata dalla paura del panico.

La natura della respirazione nella pneumosclerosi è determinata dal grado di danno polmonare. È superficiale, frequente, a volte intermittente. Il paziente non può fare un respiro profondo. È così che si sviluppa l'insufficienza respiratoria cronica. È compensato per molto tempo, ma porta inevitabilmente all'ipossia.

Sintomi di insufficienza respiratoria in pneumosclerosi:

  • cianosi della pelle (pelle pallida con una sfumatura blu);
  • tachicardia - palpitazioni;
  • mancanza di respiro;
  • l'atto del respiro è possibile con la partecipazione di gruppi muscolari ausiliari;
  • vertigini e mal di testa;
  • disturbo del sonno - insonnia notturna, sonnolenza diurna;
  • perdita di forza, stanchezza cronica, riduzione delle prestazioni;
  • perdita di coscienza;
  • termini tardivi - insufficienza cardiaca, gonfiore delle diverse parti del corpo.

Sullo sfondo dell'ostruzione delle vie aeree, la pneumosclerosi è sempre accompagnata da tosse. È di intensità variabile. Aumenta al mattino dopo il sonno, quando una persona inizia a muoversi attivamente e verso la metà della giornata si calma. La tosse porta un sollievo temporaneo. Con gravi attacchi, provoca dolore al petto, di solito dietro lo sterno e dalla schiena lungo il bordo inferiore delle scapole.

Il "cuore polmonare", che si sviluppa più intensamente con la pneumofibrosi del lobo medio del polmone destro, si manifesta con i seguenti segni clinici:

  • grave mancanza di respiro in posizione orizzontale (disteso);
  • pulsazione nella parte superiore dell'addome, nella regione dell'arco del diaframma;
  • dolori cardiaci provocati da alta pressione sanguigna nella circolazione polmonare e stiramento del tronco arterioso polmonare;
  • gonfiore delle vene del collo, che aumenta con l'ispirazione;
  • la pressione del sangue può essere leggermente ridotta;
  • ipotermia;
  • gonfiore.

Le conseguenze di tali processi irreversibili sono avverse.

Diagnosi della malattia

La ricerca del paziente è complessa. Comprende la raccolta di dati, tecniche di laboratorio e strumentali.

Al fine di determinare la direzione passo-passo nell'esame del paziente, viene raccolta l'anamnesi. Il paziente ha accertato il luogo di lavoro, tutti i sintomi, la durata del decorso della malattia, il tempo stimato di comparsa dei primi segni.

Secondo i dati di laboratorio dell'analisi generale del sangue, non ci sono cambiamenti evidenti. ESR leggermente aumentata, aumento della conta dei globuli bianchi e coagulabilità.

Auscultazione - rantoli secchi sparsi o finemente ribollenti, respirando forte. Con le percussioni - i suoni sono brevi, la mobilità della regione polmonare è limitata.

Metodi di indagine strumentale

Il metodo diagnostico chiave è la radiografia dei polmoni. È accurato determinare la presenza, la posizione e il grado delle lesioni. La luce a destra è sempre leggermente inferiore a sinistra. La figura ricostruita, ha la forma di cellule o celle.

L'interpretazione dei risultati dei raggi X:

  • La pneumofibrosi basale dei polmoni è una lesione fibrosa dei segmenti del lobo inferiore del polmone, una conseguenza dei processi infiammatori trasferiti. È anche chiamata fibrosi postpneumonica. Nell'area della lesione sulla radiografia è visibile una maggiore luminosità e un'immagine chiara.
  • Fibrosi polmonare radicale dei polmoni - la proliferazione del tessuto connettivo nella zona della radice del polmone, dove c'è una connessione con gli organi mediastino (cuore, aorta). Nelle radiografie sono visibili aree chiare e compresse.
  • Pneumofibrosi lineare dei polmoni - la sconfitta di uno o più segmenti del polmone, l'immagine mostra ombre lineari.
  • La fibrosi polmonare post-radiazione è una complicazione dopo l'irradiazione (durante il trattamento o in seguito a un incidente). Sulla radiografia non ci sono confini chiari del tessuto interessato, i contorni sono sfocati.

La tomografia computerizzata è prescritta per la diagnosi di cambiamenti strutturali nella pneumofibrosi delle divisioni basali e basali, poiché queste aree non sono sufficientemente visibili e la sostituzione del processo distrofico può diffondersi agli organi vicini. TC light ti permette di stratificare per livello e in dettaglio per valutare il grado di danno tissutale, per identificarne la natura e le dinamiche di sviluppo.

Per valutare le funzioni della respirazione esterna, ai pazienti viene prescritta la spirometria, un test che determina le anomalie della funzione respiratoria dei polmoni. Durante lo studio, vengono valutati i seguenti indicatori:

  • capacità polmonare (quantità di aria inalata alla volta);
  • frequenza respiratoria;
  • tassi di ventilazione massimi;
  • capacità polmonare;
  • respirazione forzata;
  • portata d'aria espiratoria.

I pazienti prescrivono anche la broncoscopia. Valuta le condizioni dei bronchi nel polmone colpito. In caso di pneumosclerosi diffusa, non si osservano cambiamenti, mentre nel caso di uno locale, sono possibili trasformazioni distruttive dell'albero bronchiale.

Durante la broncoscopia, un campione di liquido di lavaggio viene prelevato dal polmone. L'esame citologico del biomateriale consente di determinare l'eziologia della malattia.

Trattamento di pneumofibrosi

Il trattamento della pneumofibrosi polmonare è palliativo, finalizzato a mantenere le condizioni generali del paziente e a fermare o rallentare i processi distrofici nell'organo.

Il trattamento farmacologico prevede la lotta contro i fattori infettivi - funghi, batteri, virus:

  • Per migliorare la funzione di drenaggio dell'albero bronchiale, vengono prescritti farmaci antispasmodici - Noradrenalina, Teofedrina, Izadrina, Fenoterolo.
  • Nei casi più gravi, la pneumofibrosi polmonare può essere trattata con agenti ormonali del gruppo dei corticosteroidi - Cortisone, Prednisone. Riducono la gravità dell'infiammazione, riducono la risposta immunitaria.
  • Per eliminare l'ostruzione delle vie aeree, alleviare la tosse e lo scarico dell'espettorato, vengono mostrati farmaci mucolitici (espettoranti) - Lasolvan, Erespal, Ascoril.
  • Per ridurre il dolore severo nell'area del torace, i farmaci antinfiammatori non steroidei sono raccomandati per i pazienti - Nimesil, Diclofenac, Ibuprofen.
  • Per mantenere il lavoro del muscolo cardiaco e ossigenarlo, vengono mostrati glicosidi cardiaci - Adonizide, Strofantina, Digossina. Per la nutrizione del miocardio, i pazienti assumono preparati di potassio - Panangin, Asparkam.
  • Angioprotettori prescritti obbligatoriamente: Actovegin, Cardioksipin, Vazonit, Bilobil. Migliorano la microcircolazione rilassando la muscolatura liscia dei vasi sanguigni, aumentando la permeabilità, alleviando il gonfiore.

Le lesioni strutturali dei polmoni sono accompagnate da intossicazione del corpo. Per eliminarlo, uso un agente di disintossicazione universale - Penicillamina. Il farmaco colpisce il sistema immunitario, inibisce la produzione di alcuni tipi di globuli bianchi, viola anche la sintesi del collagene, che è estremamente importante per il pneumovirus. Il farmaco è disponibile in capsule per somministrazione orale.

La fibrosi polmonare è una grave patologia cronica che indebolisce il corpo. I pazienti perdono peso. Pertanto, come parte di un trattamento farmacologico completo prescritto preparazioni vitaminiche dei gruppi B ed E.

Per il trattamento di pneumofibrosi dei polmoni rimedi popolari impraticabili. Le erbe medicinali possono essere utilizzate come terapia tonica generale per supportare il sistema immunitario.

I pazienti devono ricevere un trattamento ospedaliero due volte all'anno.

fisioterapia

Per combattere l'ipossia di tessuti e organi, è indicata l'ossigenoterapia - ossigenazione del sangue.

Il paziente è collegato ad un apparecchio speciale, attraverso il quale viene fornita la miscela di gas nelle proporzioni richieste. Quindi la carenza di ossigeno viene temporaneamente eliminata.

  • attraverso una maschera se la persona respira in modo indipendente;
  • attraverso un catetere nasale (se vi è la necessità di una fornitura costante di ossigeno);
  • attraverso il tubo endotrache se il paziente è incosciente;
  • posizionando il paziente nella camera di pressione.

Altre procedure fisioterapeutiche (UHF, elettroforesi, l'uso di correnti) con cambiamenti di pneumofibrosi sono inefficaci.

Per combattere la dispnea, rafforzare i muscoli respiratori e migliorare la qualità della vita, i pazienti sottoposti a un corso di riabilitazione di terapia fisica. Le lezioni si svolgono sotto la supervisione di personale medico con un'attività fisica chiaramente dosata.

Indipendentemente dallo sport è severamente controindicato. Il calcolo errato dei carichi sul cuore e sui polmoni può portare a conseguenze fatali.

Misure preventive

La prevenzione della fibrosi polmonare include misure che riducono il rischio di sviluppare la malattia.

Nelle industrie con un maggiore rischio di esposizione a composti chimici sul corpo, le norme di sicurezza, salute e sicurezza devono essere rigorosamente osservate. Alle persone le cui attività professionali sono associate a rischi si consiglia di sottoporsi a un trattamento annuale in un ambulatorio, in una zona montuosa o vicino al mare.

Altrettanto importante è l'esclusione di fattori domestici - fumo, inalazione di vapori di liquidi chimici (cloro). Una volta all'anno è necessario sottoporsi a fluorografia e visita medica (esame preventivo dei medici).

Se una persona conduce uno stile di vita sano e attivo, i rischi della malattia sono ridotti molte volte.

La fibrosi polmonare è una grave malattia polmonare con esito sfavorevole. È pericoloso per la vita di una persona e non può essere completamente curato. Se la patologia non viene identificata in modo tempestivo, la durata massima della vita non supererà i 5 anni. In una condizione estremamente grave del paziente, la terapia di mantenimento ritarderà la morte per 3-5 mesi.

Pneumofibrosi diffusa dei polmoni: che cos'è, cause, sintomi, come trattare, prevenzione e prognosi

La pneumofibrosi diffusa dei polmoni è un processo patologico caratterizzato dalla proliferazione del tessuto connettivo su tutta la superficie dei polmoni. La malattia è accompagnata da una diminuzione del volume dei principali organi respiratori e, di conseguenza, da una diminuzione della capacità di ventilazione totale di diverse volte. La fibrosi è una cicatrice del tessuto connettivo, che si forma sul sito del tessuto polmonare sano funzionante a seguito dell'esposizione a determinati fattori.

Il meccanismo della malattia si basa sull'insufficiente afflusso di sangue al tessuto polmonare e, di conseguenza, sull'ipossia cronica (mancanza di ossigeno). In tale ambiente vengono attivati ​​i fibroblasti, cellule che producono attivamente collagene, che è la base del tessuto connettivo.

Di seguito parleremo di cosa è e come trattare questa condizione.

Cause di fibrosi polmonare diffusa

Le cause della fibrosi polmonare sono molto estese e diversificate. Tra i fattori che contribuiscono alla crescita del tessuto connettivo al posto di un polmone normale, emettono:

  • malattie infiammatorie dei polmoni di varie eziologie. Un posto speciale in questo grande gruppo è occupato da polmonite fungina e batterica;
  • tubercolosi polmonare;
  • malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO);
  • lesione parassitaria del sistema broncopolmonare;
  • avvelenamento con tossine e veleni che hanno un alto trofismo per i tessuti delle vie respiratorie;
  • patologia del tessuto connettivo di qualsiasi origine e localizzazione;
  • carico di storia ereditaria (uno dei genitori ha sofferto di fibrosi polmonare focale).

Fattori provocatori per lo sviluppo della malattia

I fattori che creano condizioni favorevoli per lo sviluppo della malattia includono:

  • lesioni traumatiche del torace e degli organi che si trovano in esso;
  • varie malattie del sistema cardiovascolare, una delle manifestazioni di cui è la stasi del sangue nel piccolo cerchio;
  • radioterapia a lungo termine;
  • condizioni di lavoro dannose - inalazione costante di particelle di polvere, gas nocivi e tossici.

Sintomi di pneumofibrosi polmonare diffusa

Nelle prime fasi dello sviluppo di questa patologia polmonare, i sintomi della fibrosi polmonare potrebbero essere assenti. Appaiono quando il tessuto connettivo cresce nei polmoni e diminuisce la loro capacità funzionale. Il quadro clinico della malattia è costituito da segni quali:

  • mancanza di respiro, che progredisce anche con il progredire della malattia. All'inizio, praticamente non infastidisce il paziente. Più tardi, la mancanza di respiro si verifica con lo sforzo fisico abituale, e poi completamente - in uno stato di completo riposo;
  • tosse, con espettorato viscoso spesso, spesso con impurità purulente. Quando viene sostituito il normale tessuto connettivo, si nota emottisi (comparsa di tracce di sangue nell'espettorato);
  • dolore associato a tosse. Dolore al petto può anche apparire al di fuori degli attacchi di tosse;
  • decolorazione della pelle - diventano tonalità pallide e talvolta cianotiche (cianotiche);
  • fluttuazioni della temperatura corporea;
  • tachicardia;
  • sensazione di debolezza senza precedente stress fisico ed emotivo;
  • perdita di peso senza riguardo per l'assunzione di cibo, e non associata a malattie del tubo digerente.

In un esame dettagliato del paziente, il medico osserva:

  • l'apparenza di un caratteristico respiro sibilante, acquisendo un fischio nell'inalazione. Il respiro sibilante è ben sentito nella proiezione dei lobi polmonari inferiori;
  • rigonfiamento delle vene nel collo;
  • il suono auscultatorio si sente sopra la superficie dei polmoni, simile al suono di una presa d'attrito;
  • aspetto doloroso - eccessivo pallore della pelle;
  • "Le dita di Ippocrate" - un ispessimento delle falangi distali delle dita.

Classificazione della fibrosi polmonare diffusa

palcoscenico

La pneumofibrosi diffusa dei polmoni ha 2 fasi principali:

  • progressivo - è caratterizzato dal rapido sviluppo della malattia e dal verificarsi di varie complicanze: ascesso, ecc.;
  • non progressivo - ha cancellato il quadro clinico, quasi non infastidisce il paziente.

Sapendo quale pneumosclerosi diffusa è, è necessario prestare attenzione alle sue varietà. Secondo l'eziologia, può essere:

A seconda di quali strutture polmonari sono colpite, la pneumofibrosi viene rilasciata:

  • alveolari;
  • interstiziale;
  • peribronchiali;
  • perilobulyarny.

diagnostica

Il metodo di base per esaminare un paziente con sospetta malattia del sistema broncopolmonare è la radiografia del torace. Questo metodo consente di valutare lo stato del pattern polmonare (in questo caso esiste un pattern del tipo di "nido d'ape"), la rete capillare, la presenza o l'assenza di anastomosi (in questa malattia, compaiono).

Ai fini della diagnosi differenziale e della diagnosi possono essere assegnati:

  • broncoscopia;
  • BAK-espettorato per identificare l'agente patogeno;
  • la broncografia è un metodo in cui una sostanza radiopaca viene iniettata nei bronchi, che consente di identificare le anomalie dello sviluppo dell'albero bronchiale, nonché la presenza di fistole o bronchiectasie;
  • valutazione della funzione respiratoria - questi test aiutano a valutare la funzionalità del tessuto polmonare - il grado di capacità di ventilazione. La fibrosi polmonare è accompagnata da una diminuzione di tutti gli indicatori;
  • imaging a risonanza magnetica o computato;
  • biopsia - prendere parte del polmone per identificare la profondità di penetrazione della fibrosi;
  • analisi di laboratorio generale (emocromo completo).

Nel complesso, tutti questi metodi consentono non solo di diagnosticare la malattia più accuratamente, di valutare il grado di gravità, ma anche di identificare le cause che lo hanno causato.

Trattamento della fibrosi polmonare diffusa

La base del trattamento della malattia è principalmente l'eliminazione delle sue cause. Quindi, se la pneumofibrosi è stata scatenata da qualsiasi fattore dannoso, è necessario eliminarli il prima possibile. Se un agente infettivo ha agito come fattore eziologico, viene prescritta una terapia antibatterica o antivirale, a seconda dell'agente patogeno specifico.

Con una forma trascurata della malattia, che non è suscettibile di effetti medici, è indicato un trattamento chirurgico.

Anche il trattamento con i rimedi popolari ha il diritto di esistere nella complessa terapia della fibrosi polmonare diffusa.

Trattamento farmacologico

Poiché la pneumofibrosi è considerata una sindrome piuttosto che una malattia indipendente, i farmaci devono essere selezionati in base alla malattia di base, che è la causa principale.

Se una malattia infettiva-infiammatoria causata da un agente batterico, virale o fungino agisce come un fattore eziologico, quindi l'uso di antibiotici, farmaci antivirali e antifungini, rispettivamente, è la base della terapia etiotropica. La preparazione farmaceutica è prescritta rigorosamente individualmente in una dose terapeutica chiara.

Se stiamo parlando di microrganismi patogeni (batteri), allora la terapia antibiotica razionale può essere prescritta solo dopo aver condotto un test per la sensibilità di un microrganismo a un particolare gruppo di agenti antibatterici. Quando il trattamento non richiede ritardi, l'antibiotico viene prescritto in modo empirico - più spesso vengono utilizzati farmaci ad ampio spettro.

Altrettanto importante è la terapia sintomatica, che include l'uso di tali gruppi di farmaci come:

  • farmaci anti-infiammatori non steroidei (Ketorolac, Ibuprofen);
  • ormoni glucocorticosteroidi (prednisolone, desametasone);
  • mucolitici (ACC, Mukaltin, Bronholitin, Lasolvan);
  • multivitaminici (Vitrum);
  • analgesici (Analgin);
  • glicosidi cardiaci (Digossina, Strofantina, Korglikon, ecc.).

chirurgia

Il trattamento chirurgico della pneumofibrosi deve essere ricondotto a quando è complicato da un ascesso o da un altro processo purulento che ha portato alla distruzione del tessuto polmonare. Molto spesso, il trattamento radicale viene effettuato in due modi:

  • rimuovendo una parte dell'organo interessato;
  • trapiantando un organo in caso di lesione totale.

Un'altra indicazione per il trattamento radicale della fibrosi polmonare è il "polmone a nido d'ape". È caratterizzato dall'apparizione di cisti diffuse in entrambi i polmoni, il cui diametro può variare da 0,5 a 2 cm. Questo fenomeno prende il nome dal fatto che sulla diffrazione dei raggi X è rappresentato da ombre ad anello ravvicinate simili a cellule.

Trattamenti complementari e alternativi

Come ulteriore metodo di influenza sul tessuto polmonare danneggiato, l'ossigenoterapia è ampiamente utilizzata, che satura il corpo con la quantità necessaria di ossigeno e un complesso speciale di ginnastica respiratoria. Tra la fisioterapia, un'attenzione particolare è rivolta all'ecografia e alla ionoforesi, che aiutano a ripristinare l'elasticità degli alveoli danneggiati.

Terapia di rimedi popolari

Il trattamento con i rimedi popolari ha un effetto se esposto alla pneumosclerosi solo se usato in parallelo con i metodi tradizionali di esposizione (medica o chirurgica). Attualmente strumenti ampiamente utilizzati come:

  • decotto di boccioli di pino. Per prepararlo, hai bisogno di 10 grammi di boccioli di pino, versa 200 ml di acqua, metti un piccolo fuoco e fai bollire a bagnomaria per circa mezz'ora. Dopo aver tolto dal fuoco, lasciare il terreno in infusione per circa 15 minuti. Filtrare bene il brodo e scaldarlo 1 cucchiaio. cucchiaio tre volte al giorno;
  • decotto di Oman e rosa selvatica. Grind Oman e rosa selvatica in quantità tale che ognuno di loro si è rivelato essere 1 cucchiaio. un cucchiaio Versare la miscela di ingredienti in un contenitore di smalto e versare 400 ml di acqua. Portare a ebollizione e lasciare in umido a bagnomaria per un quarto d'ora. Dopo aver rimosso dal fuoco, versare il brodo in un thermos e lasciare fermentare per circa 3 ore. Utilizzare al posto del tè 150 ml tre volte al giorno per 2 mesi. Nella bevanda, è possibile aggiungere una piccola quantità di miele naturale;
  • zenzero fresco tritato, che può essere usato come additivo per il tè con il tè quotidiano;
  • infusione di semi di lino. 1 cucchiaio. un cucchiaio di semi di lino versare 200 ml di acqua bollente e lasciare fermentare. Filtrare e bere con cura durante la notte;
  • brodo di farina d'avena. 1 tazza di chicchi d'avena intera versare 1 litro di acqua fredda e lasciare riposare per una notte. Il giorno seguente, fai bollire i semi fino a che la quantità d'acqua diminuisce di 2 volte. Brodo filtrare accuratamente e versare in tre contenitori uguali. Bere tutto il giorno prima di ogni pasto.

Curare la malattia non è completamente possibile a causa dell'irreversibilità del processo patologico che si verifica nei polmoni. Ma la terapia razionale aiuterà a rallentare significativamente la progressione della malattia e ad alleviare le condizioni della vita della persona malata.

Prevenzione della fibrosi polmonare

La principale misura preventiva per prevenire lo sviluppo della fibrosi polmonare, come qualsiasi altra malattia polmonare, è smettere di fumare. Sono sostanze tossiche contenute nel fumo di tabacco che hanno un effetto aggressivo primario sui tessuti respiratori.

Le misure generali per rafforzare il corpo e in particolare i sistemi respiratorio e cardiovascolare sono anche un'eccellente prevenzione della malattia. Al fine di aumentare la capacità vitale dei polmoni, vengono mostrati carichi cardiaci moderati ed esercizi di respirazione speciali.

Previsione di vita per i malati

La prognosi della fibrosi polmonare è molto ambigua. Il trattamento tempestivo aiuta a rallentare significativamente lo sviluppo del processo patologico. Se la malattia viene trascurata e si verifica una complicazione come ascesso polmonare (fusione purulenta di tessuto), l'aspettativa di vita del paziente peggiora significativamente. La qualità della vita si riduce progressivamente nella pneumofibrosi, provocata dalla tubercolosi.

La morte è osservata più spesso nel caso dell'adesione di un'infezione secondaria, lo sviluppo di una forma grave di sepsi o tubercolosi polmonare.