Polmonite nei bambini: come identificare e curare la polmonite a casa e in ospedale

La polmonite, la polmonite, è sempre stata considerata una malattia pericolosa anche per gli adulti. Cosa possiamo dire del bambino. Anche ora, nonostante lo sviluppo dell'industria farmaceutica, l'invenzione di farmaci antimicrobici di nuova generazione, ha un'alta percentuale di complicazioni ed è al 4 ° posto tra le altre cause di mortalità della popolazione dopo malattie cardiache, oncologia e avvelenamento.

Sintomi e segni

I sintomi della polmonite nei bambini non appaiono sempre immediatamente. La malattia è insidiosa, può nascondersi per qualche tempo, quindi dichiararsi improvvisamente. A volte è mascherato da un comune raffreddore.

Ma molto peggio quando non ci sono segni respiratori (polmonite latente). La perdita di tempo può causare gravi conseguenze, complicazioni e morte. Questo è il motivo per cui i genitori devono sapere come riconoscere la polmonite in un bambino, per avere un'idea di segni luminosi e ovattati a cui devi prestare attenzione.

  1. Temperatura. Sintomo troppo sfocato, come spesso si manifesta in altri problemi di salute. Il sospetto dovrebbe insorgere se supera i 38 ° C per più di tre giorni consecutivi. In alcune forme, la temperatura sale a 40-41 ° C.
  2. Tosse. Di solito è profondo, pesante, si intensifica di notte.
  3. Edema degli arti inferiori, triangolo nasolabiale blu. Sono il risultato di disturbi circolatori.
  4. Ansia, nervosismo, stati d'animo o letargia irragionevole, sonnolenza. Si verificano con la sconfitta del sistema nervoso centrale. In questo caso, per affrontare i capricci di trucchi o altri approcci psicologici non avrà successo.
  5. Mancanza di respiro Un sospetto di polmonite dovrebbe sorgere se il bambino geme, respira spesso, allo stesso tempo ceppi, i muscoli facciali sono coinvolti. Respirare con una frequenza di oltre 60 respiri al minuto è considerato frequente nei bambini al di sotto di un anno. La respirazione polmonare di età superiore a 1,5 anni è di circa 50 volte in 60 secondi.
  6. Diminuzione del peso corporeo, mancanza di appetito. Rifiuto regolare del cibo A volte il peso diminuisce rapidamente.
  7. Brividi, aumento della sudorazione

Raramente, solo uno dei sintomi compare con la malattia. Un'attenta osservazione può rivelare fino a 4-5 segni diversi, ma sono tutti individuali. Se sorge il minimo sospetto, dovresti consultare immediatamente un medico.

Può un bambino avere la polmonite senza febbre?

L'aumento della temperatura corporea non è sempre il caso, il che complica la diagnosi della malattia. In questo caso, viene spesso confuso con il comune raffreddore. Successivamente, questo si trasforma in gravi complicazioni dagli organi interni. Inoltre, la mancanza di temperatura indica la debolezza del corpo, l'incapacità di resistere alla malattia.

Segni di polmonite in un bambino senza febbre:

  • tosse prolungata;
  • mancanza di respiro;
  • faccia blu e pallida;
  • cambiamento di comportamento;
  • rifiuto del cibo.

A volte con la polmonite, la temperatura appare dopo alcuni giorni o addirittura settimane. La ragione di questa reazione nel corpo nella maggior parte dei casi è l'uso irrazionale di farmaci antibatterici.

Infiammazione dei polmoni o bronchite?

I sintomi delle malattie dell'apparato respiratorio sono simili. Questo è principalmente tosse, respiro pesante, perdita di appetito e un cambiamento nel comportamento. Pertanto, spesso sorge la domanda su come distinguere la bronchite dalla polmonite.

In effetti, a casa è estremamente difficile, quasi impossibile. Gli esperti anche durante l'ispezione non saranno in grado di fare immediatamente una diagnosi accurata, solo fare le loro ipotesi, e inviati all'ospedale o per l'esame.

Cosa devi prestare attenzione a:

  • che temperatura, quante conservazioni, fluttuazioni;
  • la natura della tosse (superficiale, profonda, secca, bagnata, tempo di recupero);
  • respiro (profondo, superficiale, con un fischio);
  • feci (colore, consistenza, regolarità);
  • la presenza e il colore dell'espettorato, se evidenziato.

È opportuno fissare tutti i dati su carta, in modo da non confondere nulla. Sulla base di questi record, sarà più conveniente per il medico monitorare le dinamiche, fare una diagnosi preliminare, che in seguito farà risparmiare tempo, aiuterà a iniziare il trattamento più velocemente.

Quante volte è nei bambini prematuri?

Secondo le statistiche dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la polmonite congenita si riscontra nei bambini prematuri nel 10% dei casi. Inoltre, questo indicatore non dipende dal grado di sviluppo dei paesi, dalla situazione ambientale. Prima di tutto, i numeri catastrofici sono spiegati dal fallimento dei sistemi interni del corpo. Particolarmente vulnerabili sono i bambini nati a 32-36 settimane di gestazione.

I sintomi della polmonite congenita nei neonati prematuri dipendono dal tipo di infezione: intrauterina, prenatale o postnatale, nonché caratteristiche anatomiche e fisiologiche. L'infezione intrauterina diventa spesso causa di ritardo dello sviluppo, patologie e disabilità.

diagnostica

Il metodo più comune per diagnosticare la polmonite è la radiografia. Mostra le aree di oscuramento, la natura delle lesioni e le aree colpite, la gravità della malattia, se presente. Ma l'esame a raggi X non è perfetto. Il suo uso è limitato dall'elevato carico di radiazioni sul corpo dei bambini.

Per determinare la polmonite in un bambino usare anche:

  • analisi del sangue biochimiche che rilevano il livello di glucosio, enzimi epatici;
  • emocromo completo;
  • esame del sangue microbiologico;
  • broncoscopia dell'espettorato.

I metodi di diagnosi sono selezionati individualmente, a seconda dell'età del paziente, dei sintomi, della durata e della gravità della condizione. Se la malattia procede senza febbre con la tosse, le condizioni del bambino non migliorano, il corpo è indebolito e possono essere prescritti esami addizionali per l'espettorato.

classificazione

Riconoscere la polmonite è difficile, ma è ancora più difficile determinarne l'aspetto. Si distingue per diverse caratteristiche: il luogo di origine, la localizzazione, la forma, l'eziologia e il decorso. A seconda della forma identificata, viene prescritto un trattamento farmacologico.

Secondo il luogo di origine

  • Acquisita in comunità

C'è polmonite acquisita in comunità, chiamata anche ambulatorio, a casa. Cioè, la malattia non compariva nei muri dell'istituzione medica.

E distinguere tra polmonite ospedaliera (ospedale). Compare nei bambini in ospedale dopo 2-3 giorni dopo il ricovero in ospedale.

Ciò include anche la forma di aspirazione, che è una conseguenza dell'ingestione di sostanze estranee nei polmoni con agenti patogeni. Ad esempio, il vomito può verificarsi durante un intervento chirurgico o perdita di conoscenza.

Secondo la forma della malattia

  • Polmonite focale

Nella maggior parte dei casi è una complicazione di malattie acute o croniche delle vie respiratorie, caratterizzata da oscuramento delle aree dei polmoni (fuochi). Può verificarsi nel periodo postoperatorio quando il corpo è esaurito. Inizia con brividi, la temperatura sale a 38-38,5 ° C. L'espettorato per la tosse, a volte purulento, appare dopo pochi giorni. Possibile dolore al petto.

  • Polmonite segmentale

Dai segni, praticamente non differisce dalle specie focali, ma ha una grande scala. In questa forma, un polmone o un segmento è interessato.

  • Polmonite cistosa

Molto spesso, questo tipo di malattia colpisce i bambini in età prescolare e in età scolare. In 2-3 anni, si verifica molto raramente. Questa specie è caratterizzata da: alta temperatura 39-40 ° C, flusso ciclico, brividi, dolore alla testa, vomito. La tosse è breve e provoca dolore al petto.

  • interstiziale

Una delle forme più difficili e gravi della malattia. È caratterizzato da alterazioni infiammatorie progressive nei polmoni. Può avere varie cause: virus e funghi, avvelenamento da sostanze tossiche, intolleranza alle droghe, effetti radioattivi.

Lungo il corso della malattia

È determinato dalla durata e dalla luminosità dei sintomi. Ci sono solo due forme:

  • Polmonite acuta

Il processo infiammatorio con manifestazioni e sintomi vividi, nella maggior parte dei casi ha un'origine infettiva. I principali patogeni sono gli pneumococchi, il micoplasma, lo streptococco. Meno spesso ha altre ragioni. Durata fino a 4-6 settimane.

Forma lenta, che può svilupparsi con polmonite focale o segmentaria. Durata superiore a 4-6 settimane.

Secondo l'eziologia

I tipi di polmonite sono anche divisi per l'eziologia di origine. Che ha una grande influenza sulla scelta del trattamento farmacologico. Puoi suggerire un agente patogeno in base al quale la polmonite inizia nei bambini. Ma il risultato esatto sarà noto solo dopo esami del sangue di laboratorio.

  • Polmonite atipica

Questi includono la polmonite da clamidia, il micoplasma, la legionella. I sintomi dipendono dall'agente patogeno.

La malattia da Chlamydia è spesso mascherata da otite, laringite, bronchite. È caratterizzato da una temperatura bassa di 37-38 ° C, dolore muscolare, sonnolenza e debolezza generale.
Per l'infiammazione da micoplasma, i sintomi principali sono mal di gola, debolezza, tosse secca e mal di testa.
La legionella non viene trasmessa da persona a persona. I primi 10 giorni sono considerati incubazione. Se l'immunità è indebolita, il periodo si riduce a 2 giorni. A questo punto, inizialmente la polmonite asintomatica acquisisce i primi segni: mal di testa, debolezza. Quindi la temperatura sale bruscamente a 40-41 ° C.

Causato da agenti patogeni. I sacchi alveolari si infiammano, accumulano muco, pus e fluido, che impediscono il pieno scambio di anidride carbonica e ossigeno.

  • Klebsiella;
  • Staphylococcus aureus (polmonite distruttiva);
  • Streptococcus pneumoniae;
  • Pseudomonas aeruginosa.

I sintomi e la gravità della malattia dipendono direttamente dall'agente patogeno.

  • Polmonite virale

La malattia è causata da: virus parainfluenzale, citomegalovirus, rotavirus, virus del morbillo, varicella, influenza A, B. I primi tre giorni di una lesione virale si sviluppano, quindi si unisce un'infezione batterica. La complessità di questa forma è che i primi sintomi sono mascherati da un raffreddore: brividi, febbre, tosse e naso che cola, mal di testa. Il trattamento improprio e la diagnosi prolungata spesso portano a deterioramento, complicanze.

Per posizione

  • Lato destro

Questo tipo è più comune a causa della vicinanza del bronco principale. L'infezione si abbassa rapidamente, i sintomi sono pronunciati, luminosi, c'è una forte mancanza di respiro, tosse, respiro sibilante, il paziente non ha abbastanza aria. La polmonite bronchiale può avere aree con diversi stadi della malattia.

Questa forma è caratterizzata da sintomi levigati, intossicazione moderata. La diagnosi e lo studio delle lesioni nella zona inferiore e posteriore del polmone sono complicate dalla vicinanza del cuore. Pertanto, se si sospetta questa specie, le scansioni TC vengono spesso utilizzate per l'esame.

Una forma complessa della malattia, che spesso indica una diminuzione della difesa immunitaria del corpo. Spesso il risultato della ventilazione meccanica. Questa forma è caratterizzata da una grave mancanza di respiro, respiro sibilante, intossicazione. La malattia richiede un ricovero immediato, un trattamento urgente, in quanto parte del tessuto polmonare sano è ridotto.

  • Polmonite radicale

Il punto focale dell'infiammazione è nella regione basale del polmone. Nella maggior parte dei casi, la polmonite nei bambini di questa forma causa pneumococchi. Può essere di destra e di sinistra, i sintomi in questo caso variano. Sintomi comuni: tosse con espettorazione abbondante, sudorazione, febbre, debolezza.

Trattamento stazionario

Nella maggior parte dei casi, il trattamento della polmonite nei bambini viene eseguito in ospedale, in quanto richiede un approccio integrato, modalità, monitoraggio costante.

Le principali indicazioni per il ricovero in ospedale:

  • età fino a 3 anni;
  • insufficienza respiratoria;
  • insufficienza di sangue;
  • polmonite cronica;
  • disabilità dello sviluppo;
  • complicazioni della malattia.

Questo può anche includere lo stato di famiglia disfunzionale. Se il pediatra distrettuale (o un altro medico che è venuto alla chiamata) dubita della capacità della famiglia di curare il bambino, allora è più saggio andare all'ospedale. Quanto è in ospedale con la polmonite, dipende principalmente dal tipo di malattia, decorso, presenza o assenza di complicanze.

Terapia antibatterica

Gli antibiotici per la polmonite nei bambini sono sempre prescritti e in primo luogo. Non appena il paziente viene ricoverato in ospedale, e mentre non ci sono risultati di test, il medico, per non perdere tempo, può prescrivere un farmaco antibatterico ad ampio spettro (Sumamed, Ceftriaxone, Supraks).

Successivamente, l'antibiotico viene selezionato individualmente, tenendo conto delle analisi ottenute. Nelle condizioni di un ospedale, preferiscono le iniezioni. I farmaci moderni e più efficaci contro un agente patogeno specifico sono selezionati con effetti collaterali minimi. Ma è importante capire che dopo la terapia farmacologica di una nuova generazione, il corpo dei bambini diventa meno sensibile agli antimicrobici delle versioni precedenti.

Attenzione! Una reazione allergica agli antibiotici è molto comune, specialmente nei pazienti giovani. Pertanto, gli antistaminici sono inclusi nella terapia.

Terapia sintomatica

La terapia sintomatica è progettata per eliminare le manifestazioni della malattia, alleviare la condizione e accelerare il recupero.

  • farmaci antipiretici;
  • antistaminici;
  • espettoranti, farmaci mucolitici;
  • broncodilatatori;
  • anestetici.

I bambini indeboliti possono aver bisogno di multivitaminici, immunomodulatori e altri agenti restitutivi.

fisioterapia

Ogni medico, oltre alla terapia antibatterica, prescrive la fisioterapia. Hanno lo scopo di accelerare il recupero, mantenere il sistema immunitario, ridurre il rischio di complicanze.

Quali procedure sono assegnate:

  1. L'inalazione. Nelle condizioni delle istituzioni mediche utilizzare nebulizzatori ad ultrasuoni. Per eliminare la mancanza di respiro e il respiro affannoso nominato Berodual, Pulmicort. Per l'espettorazione dell'espettorato usando farmaci espettoranti, acqua minerale.
  2. Elettroforesi con antibiotici e farmaci di altri gruppi. Nominato per eliminare il respiro sibilante, liberarsi dell'espettorato.
  3. Terapia UHF impulsiva. È prescritto per stimolare l'apporto di sangue, ridurre l'infiammazione, ridurre l'edema.
  4. Massaggio del petto. Nominato per il drenaggio dei bronchi.
  5. Esercizio terapeutico, esercizi di respirazione.

La fisioterapia presenta una serie di controindicazioni: presenza di tumori maligni, febbre, scarsa coagulazione del sangue, neurotossicosi. Pertanto, il complesso è sempre selezionato individualmente.

Quanto dura la polmonite?

Quanta polmonite viene trattata nei bambini dipende dalla gravità della malattia, dall'agente causale e dall'adeguatezza della terapia. I primi miglioramenti nella condizione sono solitamente evidenti al terzo giorno di antibiotici: la temperatura scende, la respirazione viene attenuata.

Il recupero completo in forma lieve è possibile dopo 3 settimane. In forme gravi, la durata della terapia può essere di 48-60 giorni. La riabilitazione dopo polmonite varia da 2 a 3 mesi.

Trattamento domiciliare

Se sia possibile curare la polmonite a casa dipende direttamente dall'età del paziente e dal decorso della malattia. La forma focale in molti casi non richiede il ricovero in ospedale, può essere gestita da sola, ma sono richieste consultazioni regolari e visite mediche. Se la malattia si verifica in un bambino di 3 anni, l'ospedalizzazione è obbligatoria.

Gli antibiotici, nel trattamento della polmonite, devono essere assunti con prebiotici per sostenere l'equilibrio della microflora intestinale

A casa, il trattamento dei bambini consiste anche di terapia antibatterica e sintomatica. In caso di forma focale, i preparati dei gruppi di penicillina sono spesso sufficienti (ad esempio, Flemoxin Soluteb). Inoltre, vengono introdotti preparati espettoranti, antipiretici, antistaminici. Come trattare un bambino in ogni singolo caso determinerà il pediatra.

È importante! Quando si trattano i bambini con antibiotici, vengono introdotti anche i prebiotici. Aiuteranno a prevenire la disbiosi, la violazione della microflora intestinale. Farmaci popolari: Bifidumbakterin, Lactobacterin, Linex, Acipol, Beefilis.

Attenzione! Non fare danni

Il desiderio di aiutare il corpo del bambino a far fronte alla malattia, il consiglio degli altri e le informazioni non verificate spesso diventano la causa del comportamento inappropriato dei genitori. Alcune azioni possono causare gravi complicazioni.

Cosa è assolutamente impossibile da fare:

  1. Riscaldare Stiamo parlando di metodi domestici comuni: banche, intonaci di senape, ora sono apparsi patch speciali. Questo include anche compresse, la necessità per cui è necessario consultare il proprio medico.
  2. Indipendentemente prescrivere o modificare il gruppo di farmaci antibatterici, utilizzare analoghi.
  3. Medicina della tosse auto prescritta. Pertusin innocuo a prima vista, qualsiasi altro sciroppo o pillole può causare conseguenze spiacevoli.

Non è auspicabile condurre uno stile di vita attivo, visitare luoghi pubblici, giardini, parchi giochi fino al completo recupero. Il paziente ha bisogno di riposo a letto. Per il tempo libero vengono utilizzati giochi tranquilli. Un'aumentata attività può causare mancanza di respiro, respiro sibilante, tosse forte.

La polmonite è contagiosa?

La malattia viene trasmessa, ma in forme molto rare. Più spesso, puoi contrarre un'infezione respiratoria, che si trasformerà in una complicazione. L'infiammazione dei polmoni raramente passa da persona a persona, più spesso è una malattia secondaria.

Come viene trasmessa la polmonite:

  • goccioline trasportate per via aerea;
  • attraverso articoli per l'igiene personale, giocattoli, altre cose.

Il periodo di incubazione nei bambini più grandi dura diversi giorni. Un neonato può richiedere diverse settimane.

recupero

Per ripristinare il bambino dopo la polmonite in breve tempo non funzionerà. Malattie gravi e antibiotici lasceranno il segno. È molto importante nei prossimi mesi evitare l'ipotermia, evitare luoghi affollati. Qualsiasi infezione può portare a un ri-focolaio o complicanza.

Le principali direzioni della riabilitazione:

  • allenare e mantenere il ritmo della respirazione;
  • rafforzare il sistema immunitario di gente e droghe;
  • riassorbimento accelerato dell'essudato.

Una tosse dopo polmonite può continuare per diverse settimane anche dopo il completo recupero. Ma non dovrebbe causare dolore. Una tosse secca, che abbaia con espettorazione difficile da scaricare deve essere avvertita. In questo caso, è necessario consultare un medico.

Misure preventive

I modi di polmonite nei bambini sono enormi. È impossibile salvare una persona dal contatto con altri, altri oggetti, suolo, acqua. Ma tutti possono prendere una serie di misure che aiuteranno a ridurre la probabilità di malattia.

  1. Ricezione di vitamine e mezzi tonici per migliorare l'immunità.
  2. Ogni giorno passeggiate all'aria aperta, arieggiando la stanza.
  3. Isolamento delle persone malate, il loro spazio in casa, mantenendo il microclima.
  4. Esercizi di respirazione Consiste in respiri profondi ed esalazioni, ballooning. Questo tipo di profilassi è adatto a bambini di età superiore a tre anni.
  5. Massaggi. Adatto a qualsiasi età. Consiste nel battere sul petto, sfregandosi.
  6. Igiene personale Assicurati di lavarti le mani con sapone. Dopo aver visitato le istituzioni pubbliche, si raccomanda di risciacquare o irrigare il naso con acqua salata, mezzi speciali (Aquamaris, Aqualor).
  7. La vaccinazione. È indicato per i bambini che sono soggetti a frequenti malattie broncopolmonari.

È ugualmente importante scegliere i posti giusti per camminare e giocare. È necessario proteggere i bambini dal fumo di tabacco, che influisce negativamente sui polmoni e sul corpo nel suo complesso. Se l'area è inquinata, è consigliabile il più spesso possibile andare in natura, camminare all'aria aperta.

Quanto dura la polmonite nei neonati? Trattamento dei bambini prematuri: durata e principi

La polmonite è una delle patologie più pericolose nei neonati. A causa delle peculiarità del corpo del bambino, la malattia ha altri meccanismi di sviluppo e, di conseguenza, richiede altri approcci al trattamento.

Nonostante l'introduzione di moderni metodi di diagnosi e terapia, la polmonite rimane una causa abbastanza comune di mortalità infantile. Pertanto, il trattamento viene eseguito secondo protocolli medici speciali che tengono conto delle caratteristiche legate all'età.

Come trattare la polmonite in un neonato

Il trattamento dell'infiammazione nei pazienti più piccoli ha le sue caratteristiche. Tutti i neonati con sospetta polmonite, indipendentemente dalla gravità della condizione, sono ospedalizzati in ospedale perché a casa, ad es. con trattamento ambulatoriale, è più difficile fornire il microclima desiderato e proteggere contro gli allergeni che sono pericolosi per un organismo indebolito.

Il personale medico dell'ospedale conduce il monitoraggio neonato tutto il giorno per evitare complicazioni. Il bambino viene spesso rigirato da un lato all'altro per prevenire il ristagno di liquido nei polmoni e l'aggravamento della patologia.

Le medicine sono somministrate ai bambini per via endovenosa o intramuscolare, poiché è difficile per un bambino ingerire una pillola o bere un sapore sgradevole della soluzione medicinale.

Il trattamento dei neonati comprende i seguenti tipi di terapia:

  1. Terapia eziologica Gli antibiotici sono usati per combattere la polmonite, più spesso dal gruppo dei fluorochinoloni. Il corso, la molteplicità dell'accoglienza e la dose individuale prescritta dal medico. Se la malattia progredisce, utilizzare una combinazione di due o più antibiotici di gruppi diversi.
  2. Terapia patogenetica È l'appuntamento delle soluzioni saline per ripristinare l'equilibrio idrico ed elettrolitico.
  3. Terapia sintomatica Esso, come elemento aggiuntivo, migliora il benessere dei neonati (ad esempio, antipiretici o espettoranti).

Dopo la polmonite, il corpo del bambino è molto emaciato e qualsiasi infezione virale respiratoria acuta può dare origine a un nuovo episodio (recidiva) di polmonite. Pertanto, il medico ospedaliero fornisce ai genitori raccomandazioni sulla prevenzione di questa malattia e un piano per ulteriori azioni a casa.

È certamente più comodo essere trattati in un ambiente familiare e familiare, quindi, di regola, i bambini migliorano rapidamente dopo essere stati dimessi.

Il bambino viene anche osservato presso il pediatra distrettuale durante il periodo raccomandato dal medico ospedaliero. Questo termine dipende da quanto tempo il bambino trascorre in ospedale e qual è il rischio di ricorrenza di polmonite.

Sulle cause e le conseguenze della polmonite congenita in un neonato: leggi qui.

Quanto ci vuole?

Lo stadio acuto della polmonite lieve senza complicazioni e con la terapia corretta dura circa 2 settimane. I prossimi 14 giorni mostreranno se la terapia è stata adeguata e l'efficacia del trattamento. Nei neonati, il sistema immunitario non è completamente formato, quindi molto spesso il processo di trattamento è in ritardo.

La durata del recupero dopo una malattia è influenzata da diversi fattori:

  • forma di polmonite;
  • patogeno;
  • salute generale;
  • ricerca tempestiva di cure mediche;
  • la presenza di patologie concomitanti;
  • qualità del trattamento;
  • durata del soggiorno in ospedale.

Non tutti i batteri muoiono rapidamente sotto l'influenza di antibiotici. Pseudomonas aeruginosa, legionella o pneumocistista hanno una maggiore resistenza ai farmaci, quindi questa polmonite è difficile e di lunga durata. Una visita successiva al medico minaccia di gravi complicazioni, che ritarda anche il processo di guarigione.

Quanta polmonite viene trattata nei neonati è influenzata dalla gravità della malattia e dal tipo di polmonite diagnosticata.

Pertanto, una tipica polmonite acquisita in comunità viene trattata per 5-7 giorni (lieve), 5-15 giorni (moderata), 10-21 giorni (grave). Polmonite nosocomiale e atipica di grado lieve - 7-15 giorni, grado moderato - 10-21 giorni, grave - 14-56 giorni. La polmonite in bambini con immunità debole di gravità da lieve a moderata dura, di regola, da 2 a 3 settimane, grave - 21 giorni.

Più a lungo dura la malattia, più è debole il corpo. La microflora ospedaliera dei batteri è presente nell'ospedale. Sono molto resistenti ai farmaci a causa dell'influenza costante dei disinfettanti. Se tali patogeni persistenti cadono nel corpo indebolito del neonato, il trattamento può essere ritardato per un lungo periodo.

Trattamento della polmonite nei bambini prematuri

Prima di tutto, questi bambini forniscono la giusta modalità. Sono collocati nell'incubatrice del dipartimento di patologia neonatale. La temperatura ottimale nel vano varia da 34 a 36 ° C e l'umidità nell'intervallo del 60-70%. Avvolgete liberamente i bambini, in modo da non interferire con l'attività fisica.

Un fattore molto importante sulla strada del recupero è l'ossigenoterapia adeguata. L'ossigeno è usato nell'insufficienza respiratoria e nei disturbi dell'omeostasi gassosa.

Gli antibiotici sono prescritti per un ampio spettro di azione insieme a soluzioni cristalloidi. Inoltre, le immunoglobuline vengono somministrate ai bambini prematuri per aumentare l'immunità e il plasma.

Sullo sfondo del trattamento della polmonite, vengono prese le misure necessarie per prendersi cura del neonato prematuro (processo gemello).

Video utile

Il professor N.A. Ilyina - Polmonite nei bambini e nei neonati:

conclusione

I corpi dei neonati e dei bambini più grandi differiscono l'uno dall'altro, quindi lo sviluppo e il decorso della polmonite sono diversi. La durata del trattamento di solito dipende dalle condizioni generali e dalla gravità della patologia. Tuttavia, il regime corretto, il trattamento corretto e le procedure di riabilitazione della riabilitazione forniranno al bambino una pronta guarigione.

Polmonite nei bambini: terapia antibatterica e sintomatica

Nonostante il miglioramento dei farmaci, dei metodi diagnostici e dei metodi di trattamento, la polmonite da bambini è inclusa in 10 malattie mortali. Nei bambini, la malattia si verifica più spesso come complicanza rispetto ad altre malattie infettive.

Trattamento domiciliare e indicazioni per l'ospedalizzazione

Negli ultimi 5 anni, la mortalità dei bambini da polmonite, grazie agli sforzi dei medici, è diminuita notevolmente. Oggi i medici sono più selettivi nella scelta dei farmaci antibatterici, senza i quali la polmonite non può essere curata.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento della polmonite nei bambini è permesso a casa. Seguendo le regole mediche, il medico è obbligato a visitare tale paziente ogni giorno per osservare i cambiamenti dello stato di salute e, se necessario, regolare il dosaggio dei farmaci antibatterici.

Sulla base di test di laboratorio e una radiografia di un polmone, è permesso trattare la polmonite di un bambino a casa:

  • se non ci sono segni di intossicazione e patologia della funzione respiratoria;
  • pur garantendo tutte le condizioni sanitarie per il trattamento domiciliare;
  • bambini dopo 3 anni;
  • in forme non gravi della malattia;
  • se il medico è sicuro della consapevolezza dei genitori e della loro stretta osservanza delle istruzioni.

A volte il trattamento della polmonite inizia nel reparto di malattie infettive, ma il bambino recupera rapidamente e alla fine del ciclo degli antibiotici, può essere dimesso a casa per completare la terapia. Le indicazioni univoche per il ricovero in ospedale per la polmonite sono:

  1. Polmonite cistosa In contrasto con la polmonite focale, la forma lobare della malattia colpisce diversi lobi polmonari, con conseguente aumento del rischio di complicanze.
  2. Grave corso della malattia e complicazioni correlate. Se un bambino ha un calo della pressione sanguigna, segni di insufficienza respiratoria, disturbi della coscienza, ascesso polmonare, sviluppo di pleurite, dovrebbe essere sotto la supervisione di specialisti tutto il giorno.
  3. Età. La polmonite nei neonati è considerata una seria minaccia per la vita. A causa delle peculiarità della struttura anatomica, nei neonati al di sotto dei 3 anni, le complicanze della polmonite possono causare l'arresto respiratorio.
  4. Condizioni di trattamento avverse a casa. In condizioni di vita precarie (mancanza di acqua calda, sporcizia della stanza, ecc.), Il trattamento della polmonite nei bambini è impossibile.
  5. l'immunità di Stato. Indipendentemente dall'età del paziente, se ci sono gravi malattie croniche che richiedono un controllo medico, il medico ha il diritto di insistere sul ricovero in ospedale.

Se viene diagnosticata una forma grave della malattia, la madre viene anche ricoverata. A volte il bambino viene messo in una scatola separata per evitare di infettare altri bambini.

Principio di selezione della droga

La scelta dell'antibiotico di partenza dipende dall'agente causativo atteso della malattia e dall'età del piccolo paziente. I bacilli emofilici, il micoplasma, i pneumococchi, la legionella e altri agenti patogeni possono causare infiammazioni ai polmoni.

Come curare la polmonite nei bambini di età diverse? Sulla base delle statistiche mediche e dell'esperienza medica, i seguenti farmaci sono usati più spesso:

  1. Bambini da 1 a 6 mesi. Nella maggior parte dei casi, lo Staphylococcus aureus, l'E. coli e la clamidia diventano l'agente eziologico della polmonite. Gli antibiotici della penicillina sono più efficaci contro questi microrganismi. Quando viene rilevato E. coli, è necessario indicare anche la gentamicina.
  2. Bambini da sei mesi a 6 anni. Tra gli agenti causali della polmonite, il piombo di pneumococchi, meno comunemente il micoplasma. In assenza di complicazioni, gli antibiotici del gruppo della penicillina o dei macrolidi diventano il farmaco di scelta. Se è presente allergia alla penicillina, vengono utilizzate cefalosporine di 1a, 2a o 3a generazione.
  3. Bambini da 6 a 15 anni. Il probabile agente causale della malattia è costituito da pneumococchi, micoplasma e clamidia. La versione classica dell'antibiotico: penicillina con acido clavulanico, cefalosporine di prima generazione.

Particolare attenzione è rivolta alla malattia nei neonati. A questa età, il colpevole di polmonite è più spesso Klebsiella, streptococco di gruppo B, Listeria. A causa della minaccia alla vita, è possibile prescrivere 2 o 3 farmaci antibatterici allo stesso tempo.

In caso di polmonite atipica, i macrolidi sono generalmente prescritti (Josamycin, Clarithromycin, Azithromycin), poiché i patogeni patogeni sono più sensibili a questo tipo di antibiotici.

Con la giusta scelta del farmaco, si osserva un miglioramento della salute 2-3 giorni dopo l'inizio del ciclo di trattamento.

La dinamica positiva nella forma complicata di polmonite si nota dopo 72 ore:

  • gli indicatori di temperatura corporea sono normalizzati o ridotti a segno subfebrillare;
  • la condizione generale si stabilizza: l'appetito migliora, l'apatia, la debolezza scompare;
  • la frequenza delle pulsazioni e la diminuzione della respirazione.

Nonostante l'efficacia degli antibiotici della serie delle tetracicline e dei fluorochinoloni, sono controindicati nei bambini sotto i 12 anni nel trattamento della polmonite.

Regimi di trattamento di base

Per capire come trattare la polmonite nei bambini, i dati di riferimento del paziente devono essere analizzati: età, peso, comorbidità e gravità della malattia.

In un ambiente ospedaliero, vengono somministrati antibiotici ai bambini sotto forma di iniezioni intramuscolari. Le iniezioni vengono effettuate ogni 6 ore. Per la diluizione dei farmaci che usano novocaina, soluzione fisiologica, acqua per preparazioni iniettabili. Per accelerare il riassorbimento degli ematomi dopo le iniezioni, è consentito applicare il reticolo di iodio.

Regimi di trattamento tradizionali:

Amoxicillina in combinazione con acido clavulanico in bambini sotto i 12 anni, 40 mg per libbra di peso, suddivisa in 3 dosi.

Da assumere ogni 8 ore sotto forma di sospensione o flebo IV.

  • Ceftriaxone in un dosaggio di 50 mg, 2 volte al giorno, deve essere diluito con Novocaina o Lidocaina.
  • Amoxicillina e sulbactam attraverso iniezione intramuscolare nella quantità di 40-60 mg per kg di peso corporeo, 3 volte al giorno.
  • L'azitromicina è usata in sospensione, il corso è progettato per 5 giorni, usato una volta ogni 24 ore.
  • Il trattamento della polmonite in ospedale richiede almeno 10 giorni. Se il trattamento avviene a casa, ai bambini vengono prescritti farmaci in sospensione o compresse. La durata del trattamento per le forme non complicate della malattia va dai 7 ai 10 giorni.

    Il classico trio di droghe Amoxiclav, Flemoklav e Augmentin. Il farmaco, oltre all'antibiotico, è acido clavulanico, che protegge il principio attivo dalla distruzione.

    Se la polmonite è grave, si raccomanda di usare Ceftriaxone. Ha un ampio spettro di azione ed elimina l'essudazione alveolare.

    Oltre a Ceftriaxone, il leader tra le cefalosporine, nel trattamento della polmonite pediatrica può essere utilizzato:

    Dal gruppo di macrolidi, i fondi sulla base di Azithromycin differiscono nella massima efficienza. Sono ben tollerati dai pazienti, hanno un minimo di effetti collaterali. Il leader di questo gruppo è Sumamed.

    Durante il corso degli antibiotici, possono verificarsi effetti collaterali:

    • nausea;
    • vertigini;
    • un'eruzione cutanea sulla pelle o sulle mucose;
    • diarrea.

    Gli antibiotici sono la base per il trattamento della polmonite. La ginnastica terapeutica, l'elettroforesi e la fisioterapia possono essere utilizzate come metodi di trattamento aggiuntivi.

    Medicina per la tosse

    Nella fase iniziale della polmonite, una tosse secca e debilitante appare nei bambini. In un bambino sano, la tosse diventa produttiva dopo 2-3 giorni. La tosse disturberà fino a quando l'intera infiltrazione polmonare non lascerà i lumi alveolari.

    Non è consigliabile silenziare gli episodi di tosse, perché sono un modo naturale di autopulizia dei polmoni. Come coadiuvanti per il trattamento della polmonite vengono utilizzati:

    1. Ambrobene: assumere 2-3 volte al giorno secondo il dosaggio dell'età, il corso del trattamento non deve superare i 5 giorni.
    2. Lasolvan - è fatto sotto forma di sciroppo e soluzione per inalazione, i bambini fino a 2 anni vengono aggiunti gocce di Lasolvan a latte o succo di frutta mentre si mangia, l'effetto mucolitico del farmaco dura da 6 a 12 ore. I bambini sotto i 2 anni ricevono 25 gocce, 2 volte al giorno, i bambini più grandi, 50 gocce 2 o 3 volte al giorno.
    3. Bromhexine - i bambini sotto i 6 anni somministrano medicine sciroppate. Dosaggio: da 0,5 a 2 cucchiaini al giorno. La bromexina ha un importante vantaggio: aumenta l'effetto dell'antibiotico, quindi è spesso prescritto per la polmonite, la bronchite acuta. Lo svantaggio è l'effetto del trattamento - l'effetto terapeutico è evidente dopo 2-3 giorni dall'inizio del trattamento.

    Va notato che l'ACC popolare non è prescritto per la polmonite, dal momento che il suo principio attivo acetilcisteina è incompatibile con penicilline e cefalosporine. Per facilitare il rilascio di liquidi in eccesso dai polmoni, vengono utilizzati medicinali a base di radice di Althea, anice (Dr. Mom, Alteyka, Bronhikum).

    Per facilitare lo scarico di espettorato può essere provato attraverso ricette popolari:

    • Ravanello nero con miele - un buco viene tagliato al centro della radice, dove viene versato un cucchiaio di miele, il succo risultante viene bevuto 1 cucchiaino 3 volte al giorno;
    • Un decotto di ortica - la pianta viene versata acqua bollita (1 cucchiaio per 200 ml di acqua) e dare ai bambini mezzo bicchiere 3 volte al giorno.

    I farmaci antitosse per la polmonite non sono autorizzati a dare ai bambini. La tosse da polmonite può persistere per circa 3 settimane. Se viene diagnosticata una polmonite atipica, gli effetti residui sotto forma di tosse e debolezza saranno osservati poco più di un mese.

    La decisione sulla nomina di qualsiasi espettorante, i farmaci mucolitici prende un medico sulla base della diagnosi di un determinato bambino.

    Regime e terapia sintomatica

    Con l'osservanza del riposo a letto, l'assunzione accurata di farmaci antibatterici, la terapia sintomatica competente, il bambino recupera dopo 7 giorni. In polmonite lieve, il bambino è autorizzato a camminare il 7-10 giorno dopo l'inizio del trattamento.

    Vitamine, farmaci per l'allergia e farmaci immunostimolanti non vengono utilizzati perché possono aggravare lo stato di salute provocando effetti collaterali.

    Oltre agli antibiotici e alla tosse, i medici possono prescrivere:

    1. Con lo sviluppo di complicazioni di polmonite (pleurite), la prescrizione di corticosteroidi è probabile che sia un breve corso.
    2. Probiotici. Per prevenire la disbiosi, i bambini di tutte le età vengono mostrati prendendo farmaci biologici mentre assumono antibiotici o dopo aver completato il corso (Bifiform, Yogurt, Hilak Forte, Bifidumbacterin).
    3. Inalazione con soluzione di soda, acqua alcalina. Sono utilizzati per attivare lo scarico dell'espettorato con tosse persistente nei bambini più grandi.
    4. Farmaci antipiretici Assegnato a bambini di età superiore ai 3 anni ad una temperatura superiore a 39 °, i neonati ad una temperatura superiore a 38 °. Tuttavia, se è stato registrato il caso di convulsioni febbrili, è necessario abbassare la temperatura già a circa 37,5 °.

    I genitori dovrebbero monitorare la temperatura nella stanza in cui si trova il bambino malato. Ogni giorno la stanza deve essere ventilata e mantenuta ad una temperatura di 18-19 °. Prerequisito è la pulizia quotidiana del pavimento.

    Il rifiuto di mangiare all'inizio della malattia è una reazione naturale del corpo a un'infezione, quindi non è necessario alimentare forzatamente un bambino. Il compito dei genitori di garantire la modalità di bere: i bambini devono costantemente bere acqua, infuso di rosa canina, tè con lamponi, bevande alla frutta, composta di frutta secca.

    La dieta è delicata: zuppe di verdure leggere, carne magra, frutta, prodotti caseari, puree vegetali. Nella fase di esacerbazione della polmonite, sono consigliati pasti frazionari: in piccole porzioni 6 volte al giorno. Per i bambini allattati al seno, è imperativo che riceva regolarmente il latte materno. Contiene anticorpi che aiuteranno a trattare rapidamente l'infezione.

    Dopo il recupero, i bambini devono essere regolarmente monitorati da uno specialista otorinolaringoiatra, pneumologo e somministrati periodicamente un esame del sangue. Se sospetti polmonite cronica, il medico scriverà un referral per una radiografia.

    L'infiammazione dei polmoni è una patologia grave che si sviluppa a qualsiasi età. Se un bambino ha segni di polmonite, deve essere immediatamente mostrato a un medico. L'accesso tardivo a un medico porta spesso a terribili complicazioni dal cuore e dall'apparato respiratorio.

    Dr. Komarovsky sulla polmonite nei bambini

    La frase "polmonite" è molto spaventosa per i genitori. Non importa quanti anni o mesi sia il bambino, questa malattia tra mamme e papà è considerata una delle più pericolose. E 'davvero, come riconoscere la polmonite e come trattarla correttamente, dice Yevgeny Komarovsky, un noto medico per bambini, autore di libri e articoli sulla salute dei bambini.

    A proposito della malattia

    La polmonite (è ciò che i medici chiamano ciò che la gente chiama polmonite) è una malattia molto comune, un'infiammazione del tessuto polmonare. Sotto lo stesso concetto i medici significano diversi disturbi. Se l'infiammazione non è contagiosa, il medico scriverà una polmonite sulla carta. Se gli alveoli sono colpiti, la diagnosi suonerà in modo diverso - "alveolite", se la membrana mucosa dei polmoni è colpita - "pleurite".

    Il processo infiammatorio nel tessuto polmonare è causato da funghi, virus e batteri. Ci sono infiammazioni miste - virali-batteriche, per esempio.

    Le malattie incluse nel concetto di "polmonite" sono tutte classificate come piuttosto pericolose, a causa dei 450 milioni di persone da tutto il mondo che si ammalano con loro un anno, circa 7 milioni muoiono a causa di diagnosi errate, trattamento scorretto o ritardato e anche sulla velocità e gravità del decorso della malattia. Tra i morti, circa il 30% sono bambini sotto i 3 anni.

    Secondo la posizione della fonte di infiammazione, tutta la polmonite è divisa in:

    Inoltre, l'infiammazione può essere bilaterale o unilaterale, se è interessata solo un polmone o parte di esso. Raramente, la polmonite è una malattia indipendente, più spesso è una complicanza di un'altra malattia - virale o batterica.

    La polmonite più pericolosa è considerata per i bambini al di sotto dei 5 anni e gli anziani, tra questi casi le conseguenze sono imprevedibili. Secondo le statistiche, hanno il più alto tasso di mortalità.

    Yevgeny Komarovsky sostiene che il sistema respiratorio in generale è il più vulnerabile a varie infezioni. È attraverso il tratto respiratorio superiore (naso, orofaringe, laringe) che la maggior parte dei germi e dei virus entra nel corpo di un bambino.

    Se l'immunità del bambino è indebolita, se le condizioni ambientali nella zona in cui vive sono sfavorevoli, se il microbo o il virus è molto aggressivo, l'infiammazione non si attarda solo nel naso o nella laringe, ma scende al di sotto - nei bronchi. Questa malattia è chiamata bronchite. Se non può essere fermato, l'infezione si diffonde ancora più in basso nei polmoni. La polmonite si verifica

    Tuttavia, l'infezione nell'aria non è l'unico modo. Se consideriamo che i polmoni, oltre allo scambio di gas, svolgono molte altre importanti funzioni, diventa chiaro il motivo per cui a volte la malattia appare in assenza di un'infezione virale. La natura ha messo nei polmoni dell'uomo la missione di idratare e riscaldare l'aria inalata, pulirla da varie impurità nocive (i polmoni fungono da filtro), e filtrare allo stesso modo il sangue circolante, estraendone molte sostanze nocive e neutralizzandole.

    Se il bambino ha subito un'operazione, si è fratturato una gamba, non ha mangiato nulla e ha ricevuto avvelenamento da cibo grave, si è bruciato, si è tagliato, questa o quella quantità di tossine, coaguli di sangue ecc. Entra nel sangue in varie concentrazioni. usando un meccanismo protettivo - tosse. Tuttavia, a differenza dei filtri domestici che possono essere puliti, lavati o gettati via, i polmoni non possono essere né lavati né sostituiti. E se un giorno una parte di questo "filtro" fallisce, diventa intasato, inizia la stessa malattia che i genitori chiamano polmonite.

    Gli agenti causali della polmonite possono essere una varietà di batteri e virus. Se un bambino è malato mentre è in ospedale con un'altra malattia, allora con molta probabilità avrà una polmonite batterica, che viene anche chiamata ospedale o ospedale. Questa è la più difficile di polmonite, come nelle condizioni di sterilità ospedaliera, l'uso di antisettici e antibiotici, sopravvivono solo i microbi più forti e più aggressivi, che non sono così facili da distruggere.

    Il più comune nei bambini è la polmonite, che ha avuto origine come complicazione di un'infezione virale (ARVI, influenza, ecc.). Per tali casi di infiammazione dei polmoni rappresenta circa il 90% delle diagnosi dei rispettivi bambini. Questo non è nemmeno dovuto al fatto che le infezioni virali sono "terribili", ma a causa del fatto che sono estremamente diffuse e alcuni bambini ne soffrono fino a 10 volte l'anno o anche di più.

    sintomi

    Per capire come la polmonite inizia a svilupparsi, è necessario essere ben consapevoli di come il sistema respiratorio funziona in generale. I bronchi secernono permanentemente il muco, il cui compito è bloccare le particelle di polvere, i microbi, i virus e altri oggetti indesiderati che entrano nel sistema respiratorio. Il muco bronchiale ha alcune caratteristiche, come la viscosità, per esempio. Se perde alcune delle sue proprietà, invece di combattere l'invasione di particelle aliene, esso stesso inizia a causare un sacco di "seccature".

    Ad esempio, muco troppo denso, se il bambino respira aria secca, intasa i bronchi, interferisce con la normale ventilazione. Questo, a sua volta, porta alla stagnazione in alcune parti dei polmoni: si sviluppa una polmonite.

    Spesso, la polmonite si verifica quando il corpo del bambino perde rapidamente le sue riserve di liquido e il muco bronchiale si ispessisce. La disidratazione di grado variabile può verificarsi con diarrea prolungata in un bambino, con vomito ripetuto, calore elevato, febbre, con insufficiente assunzione di liquidi, specialmente sullo sfondo dei problemi precedentemente menzionati.

    I genitori possono essere sospettati di avere polmonite in diversi modi:

    • La tosse è diventata un sintomo principale della malattia. Il resto, presente prima, gradualmente passa, e la tosse si intensifica solo.
    • Il bambino è peggiorato dopo il miglioramento. Se la malattia si è già ritirata, e improvvisamente il bambino si è sentito di nuovo male, potrebbe ben parlare dello sviluppo delle complicanze.
    • Il bambino non può fare un respiro profondo. Ogni tentativo di farlo porta a un forte attacco di tosse. La respirazione è accompagnata da respiro sibilante.
    • La polmonite può manifestarsi attraverso il pallore della pelle sullo sfondo dei sintomi di cui sopra.
    • Il bambino ha avuto fiato corto e le droghe antipiretiche, che hanno sempre sempre rapidamente aiutato, hanno cessato di avere un effetto.

    JMedic.ru

    L'infiammazione dei polmoni (polmonite) è una malattia mortale che si manifesta come sindrome ipertermica, sintomi catarrali, espettorato espettorato e insufficienza respiratoria. Particolarmente pericolosa è la polmonite nell'infanzia. Prima dell'avvento degli antibiotici, la mortalità infantile da polmonite superava tutti i valori immaginabili, tuttavia, nel mondo moderno, le morti infantili sono registrate periodicamente (di norma, sotto l'età di 1 anno).

    È molto problematico per un bambino diagnosticare la polmonite per le ragioni per cui i bambini non sempre valutano adeguatamente le loro condizioni, possono caratterizzare i reclami. Ci sono anche casi in cui un bambino piange e urla, non risponde alle domande sulla sua condizione, non risponde al contatto. Inoltre, i bambini hanno spesso forme atipiche che non si prestano ad algoritmi diagnostici generalmente accettati, e questo si riflette nel trattamento della polmonite nei bambini. La situazione è complicata dal fatto che molti antibiotici sufficientemente efficaci in un bambino non possono essere prescritti. Quale dovrebbe essere la tattica dei genitori, del pediatra distrettuale e del medico dell'ospedale pediatrico per curare il bambino la polmonite il prima possibile? E perché il trattamento della polmonite nei bambini non dovrebbe essere effettuato a casa? Le risposte a queste domande saranno fornite di seguito.

    Tattica di mantenere un paziente con l'infiammazione del polmone di un bambino

    Naturalmente, prima di discutere la tattica di avere un bambino con polmonite, è necessario stabilirlo (o almeno solo sospettare). Naturalmente, i genitori (altri parenti adulti) noteranno le prime manifestazioni di questa malattia. Se il bambino è piccolo, non dirà nulla (fino a due o tre anni), il bambino più grande sarà già in grado di formulare più o meno chiaramente le sue lamentele. Prima di tutto, il collasso e la letargia generale del bambino saranno evidenti. Sarà apatico, non correrà, salterà, mostrerà qualsiasi attività. L'appetito sarà significativamente ridotto, molti dormiranno. Con tali sintomi, è necessario misurare la temperatura corporea. Con la polmonite, nella maggior parte dei casi sarà alto (raggiungerà valori febbrili, salirà a 38 gradi Celsius e più in alto). È necessario ascoltare la respirazione - con polmonite, sarà indebolito.

    Come trattare la polmonite nei bambini? In ogni caso, senza cure mediche non è sufficiente, soprattutto se il bambino ha meno di due anni, i genitori devono capirlo molto accuratamente. Quando vengono rilevati sintomi di questo tipo in un bambino, è necessario chiamare il pediatra distrettuale o l'equipe medica di emergenza. In nessun caso non può lasciare il bambino a casa, sperando in aiuto di rimedi popolari, automedicazione.

    In linea di principio, se il bambino non mostra sintomi eccessivamente gravi (espressi in ipertermia persistente, insufficienza respiratoria grave), può essere limitato a chiamare il pediatra distrettuale. In effetti, con questo medico, di regola, la fiducia si è sviluppata durante tutto il periodo di cooperazione. Inoltre, conosce il bambino sin dalla nascita, è consapevole della storia della vita, delle condizioni sociali, delle relazioni familiari e così via. In un altro caso, quando si osserva una condizione grave di un bambino, è imperativo chiamare una squadra di ambulanze (con un medico, non solo con un assistente medico) - nel pediatra distrettuale nella maggior parte dei casi non ci sono forniture mediche di emergenza con loro.

    Dopo l'arrivo degli operatori sanitari, saranno stabilite ulteriori azioni. Prima di tutto, il dottore parlerà con i genitori, cercherà di scoprire lamentele e anamnesi. Molto probabilmente, i genitori del bambino indicheranno che è già stato ammalato da diversi giorni, e recentemente è peggiorato: la temperatura è aumentata, è diventato ancora più pigro, è costantemente addormentato, respira pesantemente. Di norma, il bambino non riceve un trattamento adeguato (terapia antibatterica). Oppure ottiene la terapia, ma non quella giusta (non l'antibiotico giusto, il dosaggio sbagliato). Il trattamento è limitato all'assunzione di sciroppi antipiretici e per la tosse (principalmente di origine vegetale). È anche importante menzionare i genitori sulla comunicazione con un bambino malato il giorno prima, o che soffrono di ipotermia (sarà possibile escludere la probabilità di avvelenamento da sostanze tossiche o alimentari).

    La prossima sarà una valutazione dello stato oggettivo del bambino. I segni caratteristici della polmonite, come ogni altro processo infettivo, saranno il pallore della pelle, una grave debolezza generale, un aumento della temperatura corporea a valori febbrili. Un bambino può lamentarsi del dolore toracico. Molto probabilmente, ci sarà una iperemia dell'orofaringe (senza placca - se ci sono film, quindi è difterite o angina), un aumento dei linfonodi cervicali sottomandibolari e posteriori. Auscultazione - la respirazione sarà dura (cioè, l'espirazione sarà più lunga di quella dell'inalazione), si sentirà un'abbondanza di rantoli umidi a gorgogliamento nell'area dell'infiammazione del parenchima polmonare.

    Con percussione - pronunciata ottusità del suono della percussione sulla zona interessata. Lo stomaco sarà morbido, indolore, la sedia non si spezzerà, il fegato e la milza non saranno ingranditi. È molto importante valutare i segni meningei: prima il torcicollo. Mettendo insieme tutti questi segni (supponendo che tutti i cambiamenti patologici patognomonici siano rilevati nella parte inferiore del polmone sinistro), si può fare la seguente diagnosi: infezione virale respiratoria acuta, polmonite acuta inferiore sinistra del lobo inferiore sinistro è discutibile. Perché la domanda - la diagnosi finale di "polmonite" può essere impostata solo in presenza di dati radiografici. Tuttavia, escludendo uno stomaco acuto e avvelenamento, sarà possibile determinare la tattica di un bambino malato. Anche se in questo caso la diagnosi di "polmonite" non è confermata radiograficamente (sebbene questa non sia ancora una garanzia che non sia presente, nessuno ha ancora annullato la radice e la forma atipica della polmonite), la tattica di gestione del paziente sarà approssimativamente la stessa.

    Assistenza medica di emergenza

    In caso di sindrome da ipertermia grave, sarà necessaria l'iniezione di una miscela litica (analgin, difenidramina, papaverina nel rapporto 1: 1: 1). Anche se prima di pungere, devi determinare il tipo di febbre - se le gambe e le mani sono fredde, significa "bianco", è necessaria la papaverina, se le estremità sono calde - significa febbre "rossa", non puoi papaverina (questo farmaco è un vasodilatatore, effetto di espansione sui vasi sanguigni; equivalente estero - ma-shpa). In linea di principio, la terapia antibatterica (empirica) con un antibiotico ad ampio spettro è possibile nella fase preospedaliera.

    Lasciare un bambino a casa in tale stato è molto, molto pericoloso. Questo è permesso (e quindi, con il permesso scritto dei genitori) solo se il bambino non è più piccolo - almeno dieci o dodici anni, ha sintomi lievi, non ci sono manifestazioni di insufficienza respiratoria e c'è un accordo con il medico sul monitoraggio costante delle condizioni del paziente. E in tutti gli altri casi - ricovero ospedaliero obbligatorio in urgenza.

    Fase di trasporto

    È necessario trasportare un bambino con polmonite solo nel trasporto sanitario, sotto la supervisione di un medico e paramedico. I genitori devono anche andare con loro. È severamente vietato trasportare un bambino malato in un'auto normale.

    Durante il trasporto, la saturazione deve essere monitorata senza problemi, un indicatore che mostra la saturazione di ossigeno nel sangue. Se è inferiore al 95%, questo indica lo sviluppo di insufficienza respiratoria (cioè, i polmoni non compensano il fabbisogno di ossigeno dell'organismo) e il bambino deve ricevere ossigeno attraverso una maschera (da un pallone portatile che si trova in ogni auto dell'ambulanza). Inoltre, è necessario monitorare costantemente la frequenza cardiaca, la frequenza respiratoria e la temperatura. Inoltre, il team dell'ambulanza dovrebbe fornire l'accesso venoso (un catetere periferico è installato nella vena radiale o ulnare) ed è auspicabile iniziare la terapia infusionale con soluzioni di cristalloidi (sodio cloruro fisiologico fisiologico 0,9%, soluzione di glucosio 5%, riosorbilattato, ksilat).

    Riguardo a dove ricoverare un tale paziente. Questo problema verrà risolto in base ai seguenti fattori:

    1. La condizione del bambino Se ha febbre alta, insufficienza respiratoria grave (questo sintomo è fondamentale nel determinare le tattiche), è sicuramente necessario essere ricoverato in ospedale in unità di terapia intensiva o in terapia intensiva di un ospedale per bambini infettivo o regionale. Nonostante tutto, poiché potrebbe essere necessario eseguire l'intubazione e la connessione al ventilatore. Se il bambino è di gravità moderata e le sue condizioni sono più o meno stabili, ha genitori sani di cui ci si può fidare, quindi in questo caso è lecito metterlo nel solito reparto infettivo somatico (emergenza).
    2. Disponibilità. Comprensibilmente, con un dipartimento a tempo pieno non c'è posto dove metterlo, sarà necessario con l'aiuto di un'ambulanza aerea per trasportarli in un istituto medico nell'insediamento dove è possibile fornire assistenza medica qualificata. Questo è particolarmente vero nell'epidemia di influenza suina o aviaria.
    3. L'attrezzatura materiale e tecnica dell'istituto medico.
    4. La massima vicinanza dell'ospedale al luogo di residenza del paziente (questo è abbastanza in una situazione difficile).
    5. Età del paziente - i bambini al di sotto di 1 mese sono ricoverati in ospedale nel reparto neonatale.

    Trattamento stazionario

    Dopo aver ospedalizzato il bambino, il trattamento pianificato inizia immediatamente. La questione della necessità di ventilazione artificiale dei polmoni è decisa prima. Se non vi è alcuna necessità di tale procedura (nella maggior parte dei casi questo è il caso), il medico del pronto soccorso esamina il bambino, acquisisce familiarità con la quantità di assistenza medica prestata nella fase preospedaliera - questo è il caso dell'ospedalizzazione notturna. Questo fenomeno si osserva molto spesso, perché di notte c'è un rilascio di glucocorticoidi - ormoni che riducono le forze immunitarie del corpo. Se hanno portato il bambino all'ospedale durante l'orario di lavoro del turno diurno, allora lo sistemano semplicemente al pronto soccorso (ricevono una storia della malattia, lo scrivono in tutti i documenti burocratici) e lo spediscono al dipartimento somatico per i pazienti con malattie infettive.

    La terapia di infusione è effettuata, ma molto attentamente - il volume delle soluzioni infuse deve essere rigorosamente calcolato dalla formula, a partire dal bisogno funzionale di liquido più perdite patologiche, questo è il principio che lo sottende. La terapia antibatterica della polmonite nei bambini è prescritta empiricamente, poiché la coltura dell'espettorato con la determinazione della sensibilità ai farmaci antibatterici non è ancora pronta. È razionale usare lo stesso antibiotico della fase preospedaliera. Di regola, è uno dei seguenti farmaci:

    1. Ceftriaxone, cefoperazone alla dose di 50 - 80 mg / kg (in base al peso corporeo e a quanti anni ha un bambino).
    2. Sulbactomax in dosaggio da 1,5 ga 3 g (in base al peso corporeo e a quanti anni ha un bambino).
    3. Zinatsef, cefuroxime alla dose di 30-100 mg per 1 kg di peso corporeo di un bambino in 2-3 dosi (in base al peso corporeo e quanti anni ha un bambino).
    4. Amikacin alla dose di 5 mg / kg ogni 8 ore (in base al peso corporeo e a quanti anni ha un bambino).
    5. Cefepime alla dose di 1 g IV (in base al peso corporeo e a quanti anni ha un bambino).

    Tutti gli antibiotici somministrati per 14 giorni.

    Nei sintomi gravi, è possibile una combinazione di due antibiotici, ad esempio, unendo un antibiotico macrolide, claritromicina, rovamicina o azitromicina, al regime di trattamento (se si sospetta una forma atipica di polmonite causata da clamidia e micoplasma). Può succedere che gli antibiotici di cui sopra non siano di aiuto. Allora è necessario collegare gli antibiotici più forti che sono attualmente disponibili a thienam e vancomicina (già nella forma di infusioni). Lo schema - thienam, amikacin, vancomicina più qualsiasi targa di macrolide - il più potente oggi e copre qualsiasi microflora patologica. I fluorochinoloni (levofloxacina, ciprofloxacina) non sono prescritti ai bambini di età inferiore ai quattordici anni a causa della loro ototossicità.

    Ecco una tale terapia antibatterica nei bambini da un anno a 14 anni, i principi di base che si trovano in esso.
    Dopo che il bambino è stato ricoverato in ospedale, vengono effettuati ulteriori esami: emocromo completo, analisi delle urine, coltura dell'espettorato per determinare la sensibilità della flora agli antibiotici e, soprattutto, una radiografia del torace, che confermerà la diagnosi. Dopo tutti i test eseguiti, l'antibiotico deve essere cambiato solo se è inefficace per quello a cui è stata determinata la sensibilità.

    In questo caso, è obbligatoria anche una potente terapia con probiotici - 1-2 tipi di probiotici e prebiotici (enterohermine), per proteggere la microflora intestinale da una potente terapia antibatterica.

    È necessario prescrivere farmaci espettoranti e antitosse. La combinazione ottimale è l'ambroxolo e l'eraspale nel dosaggio dell'età, sotto forma di sciroppo.

    Con una risposta immunitaria fortemente pronunciata, è indicata una singola iniezione di desametasone, l'inalazione con la ventolina.

    Non puoi fare in ospedale e senza fisioterapia:

    • inalazione con acqua minerale Borjomi (fisioterapia antitosse) per 5 minuti tre inalazioni al giorno, 14 giorni, può essere fatto per i bambini fino a un anno;
    • fare l'inalazione con idrocortisone (anti-infiammatorio) fisioterapia) per 5 minuti, due inalazioni al giorno, 10 giorni, possono bambini fino a un anno;
    • inalazione con diossidina (fisioterapia antisettica), per 5 minuti due inalazioni al giorno, 10 giorni, sconsigliato per i bambini al di sotto di un anno, solo dai 2 anni;
    • fare inalazioni con ambrobene (fisioterapia antitosse) (soluzione) 5 minuti tre inalazioni al giorno, 14 giorni, può essere fatto per i bambini fino a un anno;

    Già nel periodo di riabilitazione, il massaggio è indicato per i bambini con polmonite e gli esercizi di respirazione dovrebbero essere fatti, l'inalazione dovrebbe continuare. Questi tipi di fisioterapia nel periodo acuto (in particolare la ginnastica) sono controindicati.

    Per quanto riguarda quanti giorni è possibile curare questa malattia - in media, cioè, se senza complicazioni, fino a 14 giorni. Gli esercizi di respirazione durano un altro mese.

    risultati

    La polmonite è una malattia grave e non devi cercare di curarla da sola, senza cure mediche in ospedale, il risultato può essere deplorevole.