Broncospasmo: cos'è e come è pericoloso?

La broncospasmo o la sindrome broncospastica è un complesso di sintomi caratterizzati dalla contrazione dei muscoli dei bronchi. Il paziente ha difficoltà con l'espirazione dovuta al restringimento dei bronchi. È importante fornire tempestivamente al paziente assistenza medica, altrimenti può essere fatale.

Cause e sintomi

Il broncospasmo si presenta come complicazione di altre malattie dell'apparato respiratorio

Nel broncospasmo, i muscoli bronchiali si contraggono involontariamente, risultando in un piccolo lume tra i bronchioli e i bronchi. Questa condizione rende difficile l'ingresso dell'ossigeno nei polmoni. In questo contesto, l'ossigeno in quantità insufficiente entra nel sangue, e quindi a tutti gli organi umani.

All'inizio dello sviluppo di un processo allergico o infiammatorio, il broncospasmo è una reazione protettiva. I bronchi non si rilassano e aumenta il gonfiore, che causa l'ipossia.

Spesso il broncospasmo si osserva nei bambini, ma può verificarsi anche negli adulti. I principali fattori che contribuiscono allo sviluppo del broncospasmo:

  • La presenza di un corpo estraneo nel tratto respiratorio.
  • Asma bronchiale.
  • Grande sforzo fisico.
  • Infezioni del tratto respiratorio.

Inoltre, lo sviluppo del broncospasmo può essere dovuto ad altri motivi: assunzione di alcuni farmaci, avvelenamento da sostanze chimiche, bruciature delle vie respiratorie, fumo passivo, condizioni avverse. Il broncospasmo può svilupparsi sullo sfondo di bronchite, asma bronchiale ed enfisema.

Abbastanza spesso, lo spasmo bronchiale è osservato nelle persone soggette a reazioni allergiche.

Le manifestazioni cliniche dello spasmo bronchiale sono più pronunciate nei bambini che negli adulti. I segni di un attacco di broncospasmo sono:

  • Respirazione rumorosa.
  • Mancanza di respiro
  • Forte tosse secca.
  • Disturbo del ritmo cardiaco
  • Espansione del torace.

Maggiori informazioni sulla bronchite possono essere trovate nel video:

Quando una grande quantità di anidride carbonica si accumula negli alveoli, la pelle può cambiare colore. Di solito c'è il triangolo nasolabiale blu. Gli attacchi spesso iniziano di notte. Questi sono sintomi allarmanti, in cui si dovrebbe assolutamente consultare un medico.

Possibili complicazioni

Con broncospasmo prolungato, si sviluppano processi irreversibili nei polmoni. La flemma si accumula nei bronchioli, che possono portare allo sviluppo di un'infezione secondaria.

In assenza di un trattamento adeguato e tempestivo, è possibile lo sviluppo di bronchite deformante.

Questa patologia porta inoltre allo sviluppo dell'insufficienza respiratoria.

Nei casi più gravi, la sindrome broncospastica può causare broncosclerosi, broncopneumopatia cronica ostruttiva e altre patologie polmonari. È importante trattare il broncospasmo in una fase precoce per prevenire lo sviluppo di possibili complicanze.

Pronto soccorso per un attacco

Una bevanda calda aiuterà ad alleviare lo spasmo

In caso di un attacco, dovresti provare ad eliminarlo a casa. Nella stanza in cui si trova il paziente, è necessario aprire una finestra per l'accesso all'aria aperta. A questo punto, devi chiamare la squadra di ambulanze.

In attesa di un'ambulanza, si consiglia di inalare con l'uso di Berodual o Pulmicort. È necessario calmare il bambino o l'adulto, piantare, sbottonare i suoi vestiti.

Se i sintomi del broncospasmo non si ripetono per la prima volta, allora nel gabinetto di medicina domestica dovrebbero esserci farmaci per il sollievo delle convulsioni:

  • Tali farmaci sono farmaci per inalazione: Berotek, Salbutamol, Berodual, ecc.
  • Dai glucocorticoidi si consiglia l'uso di Pulmicort, Beclavone, ecc.

Alleviare la condizione dando al paziente una bevanda alcalina. È possibile riscaldare l'acqua minerale o bere latte con l'aggiunta di soda.

È severamente vietato gli spasmi di farmaci antitosse contenenti codeina.

Inoltre, non è possibile strofinare il paziente con pomate odorose, oli aromatici, ecc. L'assunzione di farmaci antiallergici è controindicata anche senza consultare il medico.

Trattamento farmacologico

Ulteriore trattamento è prescritto da un pneumologo o allergologo, a seconda della causa del broncospasmo.

Nel caso di diagnosi di spasmo bronchiale, il trattamento consiste nell'eliminare ed eliminare la causa del sintomo. È importante identificare la patologia nel tempo, quindi è possibile evitare lo sviluppo di molte complicazioni.

Quando il broncospasmo è prescritto un trattamento completo, tenendo conto della determinazione delle cause dello sviluppo di questa patologia:

  • Tra le medicine, il medico prescrive i broncodilatatori (Salbutamolo, Ventolin), i broncodilatatori (Singlon, Clenbuterol, Bronholitin, ecc.).
  • Per migliorare lo scarico dell'espettorato, applicare i mucolitici e i farmaci espettoranti. I farmaci in questo gruppo sono Ambrobene, Fluimucil e altri.
  • Inoltre, i glucocorticoidi sono prescritti per eliminare gli spasmi.
  • In un ambiente ospedaliero, una soluzione di Eufillin viene somministrata per via endovenosa a un paziente. Espande i bronchi con spasmo e contribuisce ad una diminuzione della pressione nel tronco polmonare. Questo strumento ha molte reazioni avverse da parte del sistema cardiovascolare, quindi il farmaco viene prescritto con cautela.
  • Se la causa dei muscoli spasmi delle vie respiratorie sono allergeni, è importante eliminare il contatto con gli allergeni e rafforzare il sistema immunitario. Forse l'uso di antistaminici, farmaci antivirali, antibiotici.
  • È efficace da fare con l'inalazione di broncospasmo. Queste procedure idratano la mucosa, prevengono lo sviluppo di edemi, promuovono la rigenerazione rapida dei tessuti e il miglioramento della microcircolazione.

Tutti i farmaci sono prescritti esclusivamente da un medico, tenendo conto della gravità della malattia.

Metodi popolari

Va ricordato che i metodi tradizionali non possono sostituire la terapia farmacologica.

Se ci sono stati precedentemente osservati attacchi di broncospasmo, quindi a casa per ridurre la frequenza degli attacchi, è possibile utilizzare metodi tradizionali.

Prescrizioni comuni per il trattamento del broncospasmo:

  1. Foglie di brodo di rosmarino selvatico e ortica. Versare nel contenitore in pari quantità di 20 g di foglie essiccate di rosmarino selvatico e ortica. Miscela versare litro di acqua bollente e lasciare per un'ora. Quindi, filtrare e prendere piccole porzioni.
  2. Radice di liquirizia 10 g di radice di liquirizia versare 1 litro di acqua bollente. Quindi cuocere per 20 minuti. Nel brodo raffreddato finito sciogli la mummia. Prendi un mese per un bicchiere.
  3. Cipolle con miele Grattugiare una cipolla piccola e aggiungere un cucchiaino di miele. Mescolare la miscela e utilizzare in piccole porzioni.
  4. È utile eseguire il riscaldamento e l'inalazione. Questi metodi sono usati in assenza di temperatura. Metti le patate bollite sulla zona del petto, precedentemente avvolto in un asciugamano.
  5. Beh, aiuta l'inalazione per lo scarico dell'espettorato. In una piccola casseruola aggiungere una miscela curativa di camomilla, assenzio, elecampane e portare a ebollizione. Se non vi è alcuna allergia allo iodio, è possibile aggiungere alcune gocce. Dopo che il brodo si è leggermente raffreddato, è necessario inclinare la testa sopra la padella e sopra con un asciugamano. L'inalazione deve essere effettuata entro 15-20 minuti.

Va ricordato che il trattamento dei metodi broncospasmo solo popolari è proibito. Questa è solo una terapia ausiliaria, che mira a ridurre la manifestazione dei sintomi, ma non elimina la causa del broncospasmo.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di broncospasmo dovrebbe seguire alcune raccomandazioni, vale a dire:

  1. Trattare tempestivamente le malattie che provocano lo sviluppo di spasmi della muscolatura liscia delle vie respiratorie (bronchiti, bronchioliti, ecc.).
  2. Evitare sforzi fisici eccessivi, situazioni stressanti, sovraccarico emotivo.
  3. È importante abbandonare le cattive abitudini.
  4. Se possibile, evitare effetti negativi sul corpo: inalazione di vapori nocivi, ecc.
  5. È necessario trattare tempestivamente infezioni croniche e malattie delle vie respiratorie.
  6. È anche importante eliminare il contatto con gli allergeni e, se necessario, prendere antistaminici.
  7. Non dimenticare di eseguire la pulizia a umido, non usare cuscini e coperte di piume, se in precedenza ti è stata diagnosticata l'asma.
  8. Affinché il corpo possa combattere le malattie, è necessario indurirlo. È possibile mantenere l'immunità al livello appropriato con l'aiuto di una dieta equilibrata, indurimento, sforzo fisico moderato, riposo adeguato, prendendo un complesso vitaminico-minerale.
  9. Con il bel tempo dovrebbe essere più spesso all'aria aperta. Si raccomanda la vaccinazione antinfluenzale.

Le raccomandazioni di cui sopra dovrebbero essere seguite per prevenire lo sviluppo della sindrome bronchospastica.

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Istruzioni per cure di emergenza per l'asma bronchiale

L'asma bronchiale è una malattia allergica cronica che colpisce il tratto respiratorio superiore.

Questa malattia è abbastanza comune: secondo varie fonti, colpisce il 3-10% della popolazione mondiale.

Il segno principale e molto terribile di questa malattia è l'asfissia. Pertanto, ogni persona dovrebbe conoscere le tecniche di primo soccorso per gli attacchi di asma bronchiale.

Cause e fattori scatenanti di un attacco

  1. Fumo (incluso passivo). L'inalazione frequente di sostanze cancerogene dal fumo del tabacco danneggia direttamente la mucosa del rivestimento, causando cambiamenti patologici in esse. Pertanto, questi organi diventano molto sensibili a vari allergeni.
  2. Cattiva ecologia (aria inquinata). Secondo le statistiche mediche, malattie come l'asma bronchiale e la bronchite sono più comuni nella popolazione delle aree industriali e delle grandi città.
  3. Attività professionale I lavoratori di alcune professioni (edilizia, miniere, produzione chimica, lavanderia) sono costretti ad affrontare quotidianamente allergeni aggressivi (polvere, fuliggine, gesso, fumi chimici, ecc.). A questo proposito, in questa categoria di persone la percentuale di asma è superiore a quella dei lavoratori di altre professioni.
  4. Prodotti chimici domestici La composizione di molti detergenti e detergenti comprende sostanze chimiche che possono causare tosse e soffocamento.
  5. Prodotti per la cura personale (in particolare aerosol!). Eau de toilette, spray per capelli, deodoranti per ambienti consistono in goccioline sottili che penetrano facilmente nei polmoni e possono causare una reazione allergica dal sistema respiratorio sotto forma di un attacco d'asma.
  6. Alcuni farmaci (beta-bloccanti non selettivi, FANS, sostanze radiopachi, ecc.) Possono interrompere l'adeguata attività dell'albero bronchiale, che porta allo sviluppo dell'asma.
  7. Allergeni alimentari Una dieta razionale completa normalizza il metabolismo nel corpo, sopprime il rischio dello sviluppo di prerequisiti per l'iperreattività del sistema respiratorio e immunitario. Alimenti nocivi (fast food, cibi ricchi di proteine ​​e grassi, dolci, cibi in scatola) contengono supplementi nutrizionali che aggravano la reattività del sistema immunitario, che può portare all'asma bronchiale (può anche causare eruzioni cutanee e prurito).

  • Le infezioni respiratorie (batteri, virus, funghi) alterano la sensibilità e la normale funzione dei bronchi, inoltre, i microrganismi stessi possono agire da allergeni, il che porta allo sviluppo dell'asma.
  • Lo stress. L'incapacità di far fronte e adeguatamente rispondere ai problemi della vita porta spesso a stress. Il sovracolore del sistema nervoso si esaurisce, il sistema immunitario, a sua volta, è anche indebolito. La barriera protettiva del corpo diventa più sottile e questo facilita la penetrazione degli allergeni nel corpo.
  • Le varie lesioni del sistema nervoso autonomo, il sistema endocrino e il sistema immunitario sono una potente base per l'iper-reattività del sistema respiratorio, che spesso determina l'insorgere dell'asfissia.
  • Eredità. La proporzione del fattore ereditario nei casi di asma bronchiale è compresa tra il 30% e il 40%. In questo caso, lo sviluppo di questa malattia in un bambino è possibile a qualsiasi età.
  • Precursori e sintomi

    Prima o durante l'insorgenza di un attacco, si può notare un aggravamento dei seguenti segni caratteristici della crisi imminente:

    • Affaticamento, condizione stanca del paziente;
    • Rash (orticaria);
    • starnuti;
    • Mucosa prurito agli occhi;
    • Possibile mal di testa, nausea;
    • affanno;
    • Tosse (spesso secca, asmatica);
    • Possibile scarico di espettorato (viscoso);
    • Respiro superficiale difficile (specialmente quando si espira);
    • Insorgenza di mancanza di respiro (aggravata dopo l'attività fisica);
    • Pesantezza al petto, sensazione di congestione;
    • Dopo il contatto con l'allergene, le condizioni del paziente peggiorano;
    • Palpitazioni cardiache (tachicardia). L'impulso aumenta a 130 battiti / min;
    • Dolore al petto (principalmente nella parte inferiore).

    Vediamo cosa fare per prevenire l'ulteriore sviluppo di uno stato pericoloso.

    Algoritmo di azioni per il primo soccorso

    Se una persona si ammala a casa o ovunque sulla strada, è imperativo alleviare rapidamente le sue condizioni fornendo il primo soccorso.

    Quindi, cosa fare:

    1. Per prima cosa dovresti chiamare immediatamente il medico (ambulanza).
    2. Dare al paziente una posizione seduta o semi-seduta in modo che possa allargare i gomiti.
    3. Cerca di calmarlo e non farti prendere dal panico.
    4. Seno libero di asma dai vestiti (togliere una cravatta, sbottonare una camicia).
    5. Fornire aria fresca (aprire la finestra, portarla all'esterno).
    6. Scopri se una persona ha l'asma.
    7. La possibilità di rimuovere un attacco senza farmaci è piccola. Pertanto vale la pena chiedere se ha un inalatore tascabile o farmaci. assegnato a lui dal medico.

    Cosa include l'assistenza infermieristica?

    Un'infermiera in un'auto dell'ambulanza o in un ospedale è obbligata a fornire il primo soccorso mentre il paziente è in attesa di un medico:

    1. Innanzitutto è necessario chiamare un medico (fornirà assistenza medica competente e competente per intero);
    2. Non fatevi prendere dal panico e calmate il paziente, sciogliete (o togliete) gli indumenti esterni, ventilate la stanza, aiutate il paziente a prendere una posizione comoda in modo che possa tenere le mani (questo ridurrà la mancanza di ossigeno, rilasserà gli asmatici);
    3. Monitorare la pressione sanguigna, la frequenza respiratoria e il polso (per monitorare la condizione);
    4. Dare al paziente ossigeno idratato al 30-40% (questo ridurrà l'ipossia);

  • Applicare l'aerosol di salbutamolo (un paio di respiri rimuoveranno il broncospasmo);
  • Prima dell'esame da parte di un medico, proibire al paziente di usare l'inalatore tascabile (prevenzione dell'inizio della resistenza ai farmaci per il sollievo di un attacco);
  • Fornire una bevanda calda all'asma, organizzare bagni caldi per braccia e gambe (ridurre in modo riflessivo il broncospasmo);
  • Se queste misure sono inefficaci, allora deve essere somministrato per via endovenosa sotto la supervisione di un medico: 10 ml di una soluzione al 2,4% di aminofillina; Da 60 a 90 mg di prednisolone;
  • Prima dell'arrivo del medico per preparare: sacchetto Ambu, respirazione artificiale (ALV) (per fornire rianimazione cardiopolmonare).
  • Cos'è lo stato asmatico?

    Lo stato di asma è una condizione critica causata dalla progressione dell'asma bronchiale.

    Come risultato del suo sviluppo, c'è un fallimento del sistema respiratorio, la cui formazione è associata al rigonfiamento della mucosa dei bronchi e una forte contrazione dei muscoli.

    Cause dello sviluppo

    • Il ricevimento di dosi eccessivamente grandi di simpaticomimetici (al giorno deve esser preso non più di 6 volte);
    • Interruzione brusca dei glucocorticosteroidi ("sindrome da astinenza");
    • Contatto con una dose massiccia di allergeni;
    • Esacerbazione di malattie respiratorie;
    • Overstrain (sia la struttura muscolare che il sistema nervoso);
    • Clima (elevata umidità o contenuto di polvere, bruschi cambiamenti nella pressione barometrica);
    • Trattamento farmacologico improprio

    Stadio e sintomi

    Fase I (iniziale, compensazione relativa). Questi cambiamenti patologici sono reversibili. È necessario fornire immediatamente il primo soccorso per alleviare le condizioni del malato. Coscienza salvata.

    • sudorazione;
    • Il paziente è ansioso e spaventato;
    • Aumento della frequenza cardiaca (tachicardia);
    • Esalge il paziente con difficoltà;
    • Triangolo nasolabiale tinta bluastra;
    • L'ortopnea è una posizione forzata: il paziente, seduto o in piedi, si sporge in avanti e si appoggia a un oggetto con le mani. Quindi è più facile per il paziente respirare;
    • Una forte tosse senza espettorato;
    • Quando inspiri, gli spazi intercostali si ritirano;
    • Nel petto si sentono rantoli piuttosto rumorosi.

    Fase II (fase di scompenso). Il broncospasmo è più pronunciato, alcune aree polmonari non sono coinvolte nell'atto respiratorio.

    Di conseguenza, il corpo soffre di una mancanza di ossigeno e un eccesso di anidride carbonica.

    • I sintomi della prima fase sono aggravati;
    • La dispnea è più pronunciata;
    • Il paziente inibito reagisce a stimoli esterni, occasionalmente si verifica eccitazione;
    • Labbra e pelle diventano blu;
    • Il torace è ingrandito (come se al culmine dell'ispirazione);
    • Impulso frequente, ma debole;
    • La pressione sanguigna diminuisce;
    • Supra e fossa succlavia affondate.

    Stadio III (stadio di coma ipercapnico). Il più pericoloso e in rapido sviluppo. È necessario chiamare immediatamente un'ambulanza o consegnare il paziente al pronto soccorso dell'istituzione medica.

    • Il ritmo del polso è rotto, il polso stesso è debole;
    • convulsioni;
    • Il paziente non è in contatto con gli altri;
    • La respirazione è rara, può essere assente;
    • La coscienza non lo è.

    Primo soccorso

    L'algoritmo è lo stesso degli attacchi di asma bronchiale. Per alleviare la condizione o rimuovere completamente l'attacco senza farmaci, è necessario seguire queste istruzioni:

    1. Chiama un'auto ambulanza.
    2. Rilasciare le vie aeree del paziente, aerare la stanza o trasportare il paziente all'esterno (in assenza di allergeni!).
    3. Dare la posizione più comoda per gli asmatici (ortopnea): il paziente si siede con le mani sulle ginocchia e si protende in avanti.
    4. Prevenire il contatto del paziente con potenziali allergeni.
    5. Bevi il malato con acqua tiepida (se è cosciente!).

    Sollievo dallo stato asmatico

    • Ossigenoterapia (ossigenoterapia).
    • Somministrazione endovenosa di farmaci con effetto broncodilatatore e antistaminico.
    • Infusioni endovenose.
    • Se è necessario, collegare il paziente al ventilatore medico (ALV).

    Trattamento farmacologico

    Adrenaline. Il farmaco viene somministrato per via sottocutanea. L'adrenalina è un adrenorecettori simpaticomimetici alfa, beta1 e beta2. Rilassa i muscoli dei bronchi e si espandono, il che facilita lo stato asmatico.

    Eufillin (soluzione al 2,4%) viene somministrato per via endovenosa. Attiva i recettori beta-adrenergici, che allevia il broncospasmo.

    I corticosteroidi aumentano indirettamente la sensibilità dei recettori beta-adrenergici. Il gruppo di questi ormoni ha effetto anti-infiammatorio, anti-edema e antistaminico, di conseguenza, viene eliminato un attacco di soffocamento.

    Inalazioni di ossi-vapore diluire la flemma.

    Antibiotici. Sono prescritti in presenza di infiltrati di alveoli o espettorato di natura purulenta, che spesso si verifica durante l'esacerbazione della bronchite cronica.

    La penicillina non viene utilizzata - provoca il broncospasmo!

    Possibili complicazioni

    • Il pneumotorace si verifica a causa della violazione dell'integrità degli alveoli, che porta all'ingresso di aria nella cavità pleurica.

    Caratteristica è la comparsa di dolore sordo e acuto, localizzato nel punto in cui si è verificata la lesione, grave mancanza di respiro. Con la progressione del processo possibile shock pleuropolmonare.

  • L'enfisema viene rilevato dall'esame a raggi X.

    Una tosse estenuante e agonizzante può ferire le articolazioni delle costole e della cartilagine. Sono anche probabili la rottura del sistema endobronchiale vascolare e lo scarico di espettorato mescolato con sangue.

  • Morte possibile
  • conclusione

    L'asma bronchiale, come la maggior parte delle malattie croniche, "non è una malattia, ma uno stile di vita". Il paziente dovrebbe collaborare con il medico e svolgere onestamente le sue raccomandazioni.

    La prima cosa è limitare il contatto con gli allergeni, smettere di fumare, iniziare a mangiare bene e meno nervoso. Nei periodi di esacerbazione dell'asma, è necessario assumere medicinali prescritti da un medico.

    Anche gli asmatici dovrebbero sempre avere un inalatore tascabile a portata di mano.

    Video correlati

    Istruzioni video visive per il primo soccorso:

    Pronto soccorso: cosa fare quando compaiono i sintomi del broncospasmo?

    Il broncospasmo può essere pericoloso per la vita. Questa condizione è reversibile ed è importante rimuovere l'attacco il più presto possibile, normalizzare lo scambio di gas, ripristinare la respirazione.

    L'assistenza con broncospasmo dovrebbe essere completa. La componente più importante è il trattamento farmacologico. Con una tendenza allo spasmo dei bronchi, il paziente deve sempre tenere a portata di mano il farmaco appropriato.

    Meccanismo di sviluppo e sintomi

    Il broncospasmo è una reazione protettiva riflessa dei bronchi. Si restringono in risposta all'azione dell'irritante (allergene, chimico), impedendole di penetrare più in basso nei polmoni del paziente. In caso di spasmo, questa reazione acquisisce una natura protratta, i muscoli bronchiali, involontariamente contratti, non si rilassano, ma spremono i bronchi.

    Sotto l'influenza di una crescente pressione dall'esterno e come risultato dell'aumento del flusso sanguigno, le pareti interne dei bronchi del paziente si gonfiano. Il broncospasmo restringe il lume e l'aria non passa normalmente attraverso il tratto respiratorio. Se non aiuti il ​​paziente in modo tempestivo, può svilupparsi una carenza di ossigeno, pericolosa per il corpo.

    Per compensare la mancanza di aria causata dalla compromissione della pervietà bronchiale, il paziente inizia a prendere respiri convulsi. Ma il restringimento del lume rende difficile l'espirazione, di conseguenza l'aria si accumula nel tratto respiratorio inferiore, diffonde i polmoni, previene l'ingestione di nuove porzioni di ossigeno.

    Lo sviluppo del broncospasmo è segnalato dai seguenti sintomi:

    • sensazione soggettiva di mancanza d'aria, pesantezza al petto, che può causare una sensazione di paura, panico;
    • mancanza di respiro progressiva con una breve inspirazione e difficoltà nell'espirazione, respiro affannoso rumoroso in un paziente;
    • tosse con broncospasmo dolorosa, spesso improduttiva o accompagnata dallo scarico di una piccola quantità di espettorato viscoso;
    • pallore della pelle, blu intorno alla bocca, lividi sotto gli occhi, sudorazione eccessiva;
    • tachicardia con toni ovattati;
    • tensioni visivamente notevoli della respirazione e del movimento dei muscoli respiratori - gli spazi intercostali nel paziente cadono, le ali del naso sono attratte, i vasi nel gonfiore del collo;
    • postura forzata (spalle sollevate, la testa tirata, il corpo proteso in avanti, le mani appoggiate) e la paura sul viso;
    • nei polmoni durante l'espirazione, si sente il respiro affannoso.

    Se ti accorgi di avere sintomi simili, consulta immediatamente un medico. È più facile prevenire una malattia che affrontarne le conseguenze.

    Se il broncospasmo è grave, il volume corrente viene significativamente ridotto e il flusso di gas può interrompersi del tutto. Gli studi sull'hardware rivelano l'assenza o la minima concentrazione di anidride carbonica nell'aria espirata e la sua concentrazione nel sangue aumenta. Alcuni sintomi possono avvisare di un broncospasmo che si avvicina a pochi minuti o persino ore prima dell'inizio di un attacco.

    • starnuti, prurito della pelle, irritazione oculare, secrezione nasale, fluido, chiaro e abbondante;
    • forte tosse parossistica;
    • mancanza di respiro;
    • mal di testa;
    • minzione frequente in aumento dei volumi;
    • il paziente ha affaticamento, depressione o irritabilità.

    Cause e fattori di rischio

    In alcuni casi, il broncospasmo è più facile da prevenire che da rimuovere. Pertanto, è importante sapere quali situazioni possono scatenare lo spasmo.

    I principali fattori che causano broncospasmo:

    • allergeni, famiglia, cibo, medicinali e altro;
    • sostanze irritanti chimiche, fumo, polvere di calce, sostanze con un forte odore;
    • irritazione meccanica del tratto respiratorio da parte di un corpo estraneo, anche nel processo di manipolazioni mediche;

    Un aumentato rischio di broncospasmo è associato a:

    • predisposizione genetica;
    • l'inclinazione del paziente alle allergie, atopia;
    • iperreattività bronchiale insita nei bambini piccoli e nelle persone che spesso soffrono di malattie respiratorie infiammatorie;
    • fumare, incluso passivo;
    • lavorare in condizioni pericolose.

    Il trattamento delle persone che hanno spesso broncospasmo può essere effettuato, dati gli effetti collaterali dei farmaci, per prendere ulteriori precauzioni, se necessario, anestesia.

    Trattamento di spasmi bronchiali

    Prima viene fornito il primo soccorso, le conseguenze meno gravi avranno il broncospasmo. Il trattamento farmacologico deve essere preceduto da una serie di misure urgenti volte ad alleviare la condizione, l'eliminazione di fattori che possono aggravare gli spasmi:

    • eliminare gli effetti dell'allergene, irritante (arieggiare la stanza o, al contrario, chiudere la finestra, lavare il naso, sciacquare la gola);
    • il paziente deve assumere una posizione semi-seduta;
    • sbarazzarsi di spremitura di vestiti, cintura, cravatta.

    Quando il broncospasmo è indicato nel trattamento con farmaci, il loro uso è consentito solo dopo aver consultato il medico curante, che gli ha prescritto di ricevere:

    • broncodilatatore orale, rilassante dei muscoli dei bronchi (Bronholitin, clenbuterolo in sciroppo, salbutamolo, compresse Singlelon);
    • l'uso di broncodilatatori sotto forma di un inalatore tascabile aerosol a dose controllata (Salbutamol, Ventolin);
    • inalazioni ultrasoniche con soluzioni di preparati ormonali broncodilatatori, antispasmodici, antinfiammatori (Berodual, Atrovent, Beclomethasone, Fluticasone);
    • GCS, cioè glucocorticosteroidi (desametasone, prednisolone in pillole e iniezioni) contribuirà ad alleviare il gonfiore nel broncospasmo;
    • trattamento aggiuntivo - abbondante bevanda calda, mucolitici e farmaci espettoranti per via orale o inalatoria (Fluimucil, Ambrobene). È possibile assumere farmaci per l'assottigliamento e l'escrezione attiva dell'espettorato un quarto d'ora dopo il broncodilatatore.

    Ricorda che solo un pneumologo prescriverà un farmaco sicuro per te. Per ogni singolo paziente richiede preparazioni individuali basate su indicazioni mediche di diagnosi.

    Se il primo soccorso non ha effetto per un'ora, è necessario consultare un medico, perché il broncospasmo locale può trasformarsi in diffuso o totale. Il trattamento di questa condizione deve esser effettuato in un ospedale, sotto la supervisione di esperti, l'ossigenoterapia è mostrata.

    Se i sintomi di broncospasmo in un paziente si manifestano per la prima volta, non c'è esperienza nel trattare con lui, non ci sono farmaci, bisogna chiamare immediatamente un'ambulanza.

    Dopo che l'attacco è stato interrotto, è necessario consultarsi con un pneumologo, allergologo nel prossimo futuro per scoprire e stabilire le cause del broncospasmo, prendere misure per prevenire la recidiva e prendere in considerazione un regime di trattamento.

    Il broncospasmo è una condizione che in alcuni casi rappresenta una minaccia per la vita. È estremamente importante eseguire misure preventive per ridurre il rischio di spasmi, sapere quale trattamento dovrebbe essere in caso di broncospasmo, possedere attrezzature di pronto soccorso.

    Scopri perché i bronchi sono dolorosi in caso di broncospasmo e cosa fare in una situazione del genere.

    Autore: dottore in malattie infettive, Memeshev Shaban Yusufovich

    ALGORITMO PER RENDERE LA DIFESA DELL'ARIA NELL'ATTRAZIONE DELL'ASMA BRONCHIALI.

    L'asma bronchiale è una malattia basata sull'infiammazione allergica cronica e sull'iperreattività bronchiale. Manifestato da periodi di difficoltà di respirazione o soffocamento.

    Un attacco d'asma è un episodio acuto di soffocamento espiratorio, difficoltà e / o respiro sibilante e tosse spastica.

    Quadro clinico:

    Attacco facile:

    · Attività fisica e discorso conversazionale salvati;

    · Lieve retrazione della fossa giugulare durante la respirazione;

    · Respiro sibilante, difficoltà a espirare;

    · Tosse parossistica secca.

    Attacco moderato:

    · L'attività fisica è limitata, il discorso conversazionale - dice frasi separate;

    · Dispnea espiratoria espressa;

    · Partecipazione dei muscoli ausiliari e della fossa giugulare durante la respirazione.

    Grave crisi

    · Attività fisica drammaticamente ridotta, posizione forzata;

    · Eccitazione, paura, "panico respiratorio";

    · Pronunciato mancanza di respiro;

    · Tachicardia pronunciata;

    · Partecipazione dei muscoli ausiliari e della fossa giugulare durante la respirazione.

    Condizione asmatica:

    · Attività fisica drammaticamente ridotta o assente;

    · Nessuna lingua parlata;

    · Confusione, coma;

    · Tachipnea o bradipnea;

    · Respirazione toraco-addominale paradossa;

    Equipaggiamento:

    a) attrezzature e strumenti: attrezzature per iniezioni e infusioni parenterali; bevanda calda; nebulizzatore, sistema di alimentazione dell'ossigeno;

    b) farmaci: salbutamolo, berotek, bekotid, aminofillina 2,4% -10,0; prednisolone.

    ALGORITMO DELL'AIUTO ALLA SOGGIORNO DELLA SINDROME IPERTERMALE.

    La sindrome ipertermale è uno stato di profonda violazione della termoregolazione nei bambini con febbre fino a 39 o più a causa dell'eccessiva produzione di calore e della limitazione del trasferimento di calore.

    L'ipertermia è il sintomo più comune della malattia nei bambini. L'ipertermia è una reazione compensatoria protettiva, che migliora la risposta immunitaria del corpo alla malattia.

    motivi:

    1. natura infettiva: SARS, malattie infettive infantili, infezioni intestinali, pielonefrite, febbre reumatica acuta, ecc.

    2. natura non infettiva: trauma alla nascita, ipossia, surriscaldamento, disidratazione, reazioni allergiche, ipervitaminosi D, ecc.

    Tipo di ipertermia.

    A seconda delle dimensioni dell'aumento, la temperatura è suddivisa in:

    1. basso grado - 37 - 38 С

    2. moderato (febbrile) - 38 - 39 С

    3. alto (piretico) - 39 - 41 (piretro - calore)

    4. iperpiretico - superiore a 41 C.

    Tipi di ipertermia:

    § Febbre "rosa" ("rosso", "caldo"). La condizione generale soffre leggermente. La pelle è moderatamente iperemica, calda, umida. Il bambino beve avidamente l'acqua. La produzione di calore è uguale al trasferimento di calore.

    § Febbre "bianca" ("pallida", "fredda"). Il bambino è rallentato, lento. Sensazione di freddo, brividi, pallore della pelle, marezzatura, sfumatura cianotica delle unghie, labbra, arti freddi. La produzione di calore supera il trasferimento di calore, in quanto vi è uno spasmo di vasi periferici.

    La terapia antipiretica è indicata:

    Ø in tutti i casi di ipertermia "pallida";

    Ø a febbre alta (sopra 39.0 0 С) - indipendentemente dall'età del bambino;

    Ø con febbre moderata (38.0 0 С) - nei bambini sotto i 3 anni;

    Ø con informazioni anamnestiche sulle convulsioni febbrili o con malattie concomitanti del cuore, dei polmoni, del sistema nervoso centrale.

    Broncospasmo: primo soccorso

    Il broncospasmo è una condizione acuta che si verifica quando i muscoli dei bronchi si riducono e il lume si restringe. Durante il broncospasmo, è difficile per l'ossigeno entrare nel corpo e l'anidride carbonica non viene praticamente escreta. Se questa condizione è prolungata, i tessuti degli organi subiscono una carenza di ossigeno. Pertanto, al fine di far fronte con successo al broncospasmo, è importante fornire urgentemente assistenza medica al paziente.

    Quando si verifica broncospasmo

    Il broncospasmo può svilupparsi con:

    • asma bronchiale;
    • bronchite acuta (particolarmente spesso broncospasmo si verifica nei bambini sotto i 7 anni);
    • esacerbazioni di BPCO (malattia polmonare ostruttiva cronica) in fumatori e rappresentanti di occupazioni dannose;
    • grave reazione allergica all'inalazione di sostanze irritanti (possono essere polvere, fumo di tabacco e vapori di benzina, fumi di ammoniaca, emissioni industriali nell'aria);
    • shock anafilattico;
    • effetti collaterali di alcuni farmaci, come l'aspirina (si verifica raramente, in media, in 1 paziente su 10.000);
    • esercizio eccessivo nei pazienti asmatici;
    • contatto con un corpo estraneo nel lume dei bronchi, che si trova spesso anche nei bambini fino a 3 anni.

    Come riconoscere il broncospasmo:

    • la persona sente la mancanza d'aria, sente pesantezza e congestione al petto.
    • il paziente fa un respiro veloce e poi espira a lungo e dolorosamente, fischi e fischi.
    • appare una dolorosa tosse, spesso improduttiva, un piccolo espettorato viscoso potrebbe staccarsi.
    • gli occhi azzurri appaiono sotto gli occhi e intorno alla bocca, la pelle è pallida, le vene si gonfiano nel collo, il petto è molto dilatato.
    • il paziente è teso, cerca di prendere una posizione per facilitare la respirazione: il corpo è inclinato in avanti, le braccia poggiano su una superficie dura, la testa viene tirata dentro, le spalle si sollevano.

    Pronto soccorso per il broncospasmo:

    1. Chiamare un'ambulanza se si soffre di broncospasmo per la prima volta e anche se la persona (in particolare il bambino) non è asmatica e l'attacco si è verificato sullo sfondo della salute completa.
    2. Eliminare l'allergene se è noto che è la causa del broncospasmo. Fornire aria pulita (aprire la finestra se non c'è allergia ai pollini), sciacquare la gola e sciacquare il naso con acqua.
    3. Non fatevi prendere dal panico, calmate il paziente, mettetelo a sedere e allentate gli abiti stretti sul petto, toglietevi la cravatta, la cintura.
    4. Applicare uno dei mezzi che allevia lo spasmo dei muscoli dei bronchi e espande il loro lume (sono di solito disponibili in pazienti con asma e sono stati precedentemente prescritti da un medico):

    - inalazione attraverso un inalatore tascabile o nebulizzatore con broncospasmioliti - mimetici beta2-adrenergici e / o m-holinoblokatorami - nella dose di età - Ventolin, Berotek, Berodual, Seretid, Atrovent;

    - inalazione con glucocorticosteroidi con bassa efficacia di broncospasmo- tici - Pulmicort, Beclasone;

    - iniezione endovenosa di prednisolone in caso di broncospasmo grave e paziente "blu";

    - iniezione di epinefrina (si applica solo se il broncospasma risulta da uno shock anafilattico).

  • Dare al paziente una bevanda calda. Si consiglia di dare una calda acqua minerale alcalina, che aggiunge un po 'di soda. In 15-20 minuti dopo l'uso di farmaci broncodilatatori, sono consentiti farmaci espettoranti (Ambrobene, Fluimucil).
  • Attenzione! Se hai già incontrato broncospasmo, hai cercato di eliminarlo da solo, ma il sollievo completo non è arrivato entro 1 ora, chiama un'ambulanza.

    Il broncospasmo è una condizione che è stata eliminata con successo dall'inalazione di speciali farmaci broncodilatatori, che è preferibile all'iniezione di ormoni e, soprattutto, di adrenalina. Ma, ovviamente, non tutti hanno questi medicinali nel kit di pronto soccorso e non ti consiglierò di correre in farmacia per comprarli. Pertanto, se ti trovi di fronte al broncospasmo per la prima volta, il tuo migliore amico è calmo. Chiama un'ambulanza e cerca di non andare nel panico.

    Cosa non si può assolutamente fare con il broncospasmo:

    1. Dare farmaci protivokashlevye.
    2. Strofina il paziente con vari balsami, oli, miele, infusi di erbe
    3. Prendi sedativi.

    È importante! La comparsa di broncospasmo in un adulto o in un bambino indica la presenza di una malattia o di una condizione predisponente, contro la quale è apparso un forte restringimento del lume bronchiale. Pertanto, dopo l'eliminazione del broncospasmo deve essere esaminato e per identificare la sua causa.

    Pronto soccorso per il broncospasmo

    Informazioni che consentono a un infermiere di sospettare un'emergenza:

    - Una storia di asma bronchiale, bronchite asmatica.

    - Posizione seduta forzata.

    - Dispnea con difficoltà, espirazione prolungata.

    - Gonfiore, faccia cianotica.

    - Rumore sibilante.

    Tattica infermiera:

    1. Chiamata di emergenza per calmare il bambino ei genitori.

    2. Se possibile, dissociazione con l'allergene.

    3. Accesso di aria fresca, umidificata (non fredda!), Inalazione con ossigeno al 40-50%.

    4. Bevanda alcalina calda frazionata.

    5. Inalazione B2-agonisti - salbutamolo o berotek 1-2 respiri.

    6. Dentro eufillin 4 mg / kg, espettoranti - mukaltin, bromhexin.

    Per disturbi del linguaggio e dispnea pronunciata:

    ingoiare in2- agonisti ogni 20'-1 ora attraverso uno spaziatore o un nebulizzatore, quindi anticolinergici per inalazione - atrovent o berodual 1 inalazione, se non vi è alcun miglioramento entro un'ora - corticosteroidi per inalazione: bekotid, bekomet 1-2 respiri! Preparare per l'on / nell'introduzione di aminofillina 4 mg / kg, prednisone 1 mg / kg.

    NB! Euphyllinum su fiz.r-re non meno di 1: 3, lentamente!

    Atropina, diazepam, difenidramina, calcio - controindicato!

    In assenza di cure per inalazione, preparare un farmaco antispasmodico e antistaminico al proprio medico. Il medico prescrive la dose e il metodo di somministrazione e qualsiasi broncodilatatore contenente efedrina (teopek, teotard, clenbuterolo).

    !Ad oggi, l'aiuto più efficace è l'inalazione attraverso un nebulizzatore. Combina la spruzzatura ultrasonica con la pressione fino agli alveoli.

    Data di inserimento: 2015-02-06 | Visualizzazioni: 1252 | Violazione del copyright

    Pronto soccorso per il broncospasmo.

    Le informazioni consentono all'infermiere di sospettare un'emergenza:

    1. Una storia di asma bronchiale, bronchite asmatica.
    2. Posizione seduta forzata
    3. Mancanza di respiro con difficoltà, espirazione prolungata.
    4. Gonfiore, faccia cianotica.
    5. Rumoroso respiro affannoso.
    1. Chiamata d'emergenza, rassicurare il bambino e i genitori.
    2. Se possibile, dissociazione con l'allergene.
    3. Accesso di aria fresca, umidificata (non fredda!), Inalazioni del 40-50% O2 al 60%!
    4. Bevanda alcalina calda frazionata.
    5. Inalazione B2-agonisti - salbutamolo o berotek 1-2 respiri.
    6. Dentro eufillin 4mg kg, espettorante - mukaltin, bromhexin.

    Per disturbi del linguaggio e dispnea pronunciata:

    Inalazione B2 agonisti ogni 20 minuti - 1 ora attraverso un distanziatore o nebulizzatore, quindi inalazione anticolinergici - atrovent o berodual 1 respiro, se non vi è alcun miglioramento entro un'ora - corticosteroidi per inalazione: becotide, beckomet 1-2 respiri!

    Preparare per l'introduzione di aminofillina 4 mg / kg, prednisone 1 mg / kg.

    Euphyllina su fiz.r-re non è inferiore a 1: 3 lentamente!

    Atropina, diazepam, difenidramina, calcio - sono controindicati! Non applicare!

    In assenza di cure per inalazione, preparare un farmaco antispasmodico e antistaminico al proprio medico. Il medico prescriverà la dose e il metodo di somministrazione (per esempio, no-shpa + claritin) e qualsiasi broncodilatatore contenente efedrina (teopek, teotard, clenbuterolo).

    -34-

    Reidratazione orale

    - eliminare l'esicosi e prevenirne il ri-sviluppo.

    - la quantità di soluzione di glucosio-salina (rehydron, glucosolan, citroglucosolan, eccetera);

    - 1 litro di acqua bollita a temperatura ambiente;

    - una tazza e un cucchiaino;

    - carta, penna per fissare la perdita di liquido.

    - effettuare la reidratazione orale solo con exsiccosi di 1-2 gradi;

    - effettuare in due fasi:

    1 FASE - idratazione primaria, il cui scopo è quello di compensare le perdite di liquidi del bambino;

    FASE 2 - supporto alla reidratazione. L'obiettivo è prevenire il ri-sviluppo dell'exicosi;

    - dopo la diluizione delle soluzioni di sale glucosio non bollire la soluzione preparata, conservare non più di 1 giorno;

    - spiegare alla madre (bambino) lo scopo e il corso della procedura, per ottenere il consenso;

    - preparare l'attrezzatura necessaria;

    - insegnare alla madre (bambino) a registrare e registrare la perdita di liquidi;

    - calcolare la quantità richiesta di soluzione glucosio-salina per la reidratazione primaria, 80-100 ml / kg nelle prime 6 ore.

    Preparazione per la procedura:

    - determinare la quantità richiesta di preparazione a secco;

    - sciogliere il campione nella quantità necessaria di acqua bollita;

    - misurare con un misurino la quantità precedentemente calcolata della soluzione preparata:

    - versare la quantità misurata nel contenitore preparato;

    - trasferimento alla madre (bambino) per aver bevuto.

    - bere soluzione in cucchiaini per 4 o 6 ore, a seconda del grado di essicosi;

    - registrare e registrare perdite di liquidi in corso;

    - dopo 4 (o 6) ore, controllare i segni di exsicosi in un bambino (condizione di fontanella grande, pelle, mucose, ecc.);

    - Sono possibili 3 varianti di stato:

    A) aumenti di exsiccosis - vai a v nell'introduzione di soluzioni;

    B) l'esiccosi è diminuita, ma persiste ancora - ripetere la prima fase;

    C) non c'è esasiccosi - andare a sostenere la reidratazione, cioè le successive 4 (o 6) ore per inserire per via enterale la maggior parte della soluzione che ha perso nelle precedenti 4 (o 6) ore + per registrare la perdita continua di fluido.

    - la reidratazione di supporto viene effettuata prima di arrestare le feci liquide e il vomito.

    Aiuto con il vomito.

    - è conveniente sistemare il bambino inclinando leggermente la testa in avanti;

    - coprire gli indumenti con un pannolino, una tela cerata, un asciugamano;

    - porta un vassoio pulito alla bocca o metti una bacinella sui piedi del bambino;

    - indebolito dai pazienti in posizione supina, i neonati girano la testa da un lato, sostituiscono il bacino;

    - dopo aver vomitato, il bambino deve sciacquarsi la bocca con acqua, ai bambini vengono dati alcuni cucchiai di acqua bollita da bere;

    - nei bambini indeboliti, la cavità orale viene pulita con un panno inumidito con acqua calda o soluzione di bicarbonato di sodio al 2%;

    - per fermare il vomito, al bambino viene data acqua fredda da bere, ingoiare cubetti di ghiaccio, all'interno di 2-3 ml di soluzione di novocaina all'1%;

    - in caso di avvelenamento, il vomito deve essere raccolto in un barattolo pulito, chiuso ermeticamente con un coperchio e inviato al laboratorio.

    Sintomi, trattamento e prevenzione di broncospasmo nei bambini

    Spesso nei bambini c'è una condizione in cui i muscoli bronchiali si contraggono involontariamente, risultando in un lume tra i bronchioli e i piccoli bronchi.

    Questa condizione è chiamata broncospasmo. Nella fase iniziale, la stessa patologia non si manifesta, tuttavia, nel tempo, possono verificarsi complicazioni a causa della difficoltà di respirazione.

    Inoltre, il broncospasmo è spesso la causa dello sviluppo di asma, asfissia. Circa i sintomi e il trattamento del broncospasmo nei bambini parlano nell'articolo.

    Le raccomandazioni cliniche per il trattamento dell'ostruzione bronchiale nei bambini possono essere trovate sul nostro sito web.

    Il concetto e le caratteristiche

    Il broncospasmo è una condizione in cui vi è una riduzione dei muscoli bronchiali e, di conseguenza, un restringimento del lume dei bronchi.

    Ciò complica in modo significativo il flusso di aria nei polmoni, gli alveoli, dove avviene il processo di scambio di gas.

    Di conseguenza, il processo di fornitura di ossigeno al sangue e attraverso di esso agli organi interni di una persona viene disturbato. Il broncospasmo è accompagnato da attacchi di dispnea, quando il bambino non riesce a respirare normalmente, durante la respirazione si verifica una tosse secca, fischi e sibili.

    riflesso

    Qual è il broncospasmo riflesso in un bambino? Il broncospasmo riflesso si manifesta nei neonati. Lo sviluppo della patologia è dovuto al fatto che il sistema respiratorio di un bambino piccolo non è ancora completamente sviluppato.

    Ciò porta alla contrazione involontaria dei muscoli bronchiali durante la respirazione.

    Anche i fattori negativi minori, come i cambiamenti delle condizioni dell'habitat (temperatura, umidità, qualità dell'aria dell'ambiente), possono scatenare un attacco.

    Cause e fattori di sviluppo

    Il broncospasmo può verificarsi in qualsiasi persona, indipendentemente dal sesso o dall'età.

    Tuttavia, questa patologia è più comune nei pazienti pediatrici.

    Ciò è dovuto all'imperfezione del sistema respiratorio. Per lo sviluppo della patologia nei bambini può portare tali fattori avversi come:

    1. Corpo estraneo nel tratto respiratorio. È noto che un bambino di età inferiore ai 5 anni, attivamente esplorare il mondo che ci circonda, provandolo e "assaggiare". L'ingresso di ogni sorta di piccoli oggetti nel tratto respiratorio di un piccolo ricercatore non è un evento raro. Un corpo estraneo blocca il lume dei bronchi, provocando una reazione protettiva del corpo - una riduzione dei muscoli bronchiali. Sfortunatamente, una tale reazione aggrava la situazione, rendendo la respirazione ancora più difficile. Questo può portare ad asfissia e morte.
    2. Spesso la causa del broncospasmo è un attacco di asma bronchiale. Questo fenomeno è accompagnato da una forte tosse secca, che si verifica parossistica. Durante un tale attacco, il bambino non può respirare l'aria, il che porta allo sviluppo di asfissia.
    3. Eccessivo sforzo fisico. Questo fattore può portare allo sviluppo di broncospasmo non solo nei bambini, ma anche nella vecchia generazione. Tuttavia, durante l'infanzia sono più frequenti le convulsioni dopo l'attività fisica. Con un carico eccessivo nel corpo del bambino, vengono rilasciati speciali elementi biologicamente attivi, la cui presenza porta ad un restringimento del lume nei bronchi. C'è un attacco di broncospasmo.

    Di norma, l'attacco si interrompe da solo, pochi minuti dopo che il corpo si è trasferito in uno stato di riposo, tuttavia, in alcuni casi, si verifica un attacco persistente.

  • Malattie infettive delle vie respiratorie, in particolare, bronchite acuta. Infezioni che si sviluppano nel tratto respiratorio inferiore, provocano la comparsa del processo infiammatorio in quest'area. Ciò porta all'edema della mucosa bronchiale e, di conseguenza, al restringimento del lume bronchiale.
  • Esistono altri fattori di rischio meno comuni, come i farmaci, lo sviluppo di una reazione allergica, l'avvelenamento chimico da parte dell'aria contaminata da sostanze tossiche e le ustioni delle vie respiratorie.

    Come distinguere la bronchite infettiva in un bambino da allergici? Scopri la risposta adesso.

    Sintomi e manifestazioni cliniche

    Nei bambini, lo sviluppo dello spasmo bronchiale si presenta molto più intensamente che negli adulti, il quadro clinico è sempre brillante, in rapido sviluppo.

    I segni di un attacco di broncospasmo sono i seguenti:

    • espansione graduale della cavità toracica;
    • respiro rumoroso, accompagnato da un fischio, un respiro affannoso. In questo caso, l'espirazione è molto più lunga nel tempo rispetto all'inalazione;
    • pesantezza nello sterno;
    • sensazione di mancanza di respiro, mancanza di respiro, soffocamento;
    • un aumento del lume delle vene del collo, a seguito del quale si gonfiano, si alzano sopra la superficie della pelle;
    • starnuti, durante i quali i contenuti trasparenti sono scaricati dal naso;
    • grave tosse, il più delle volte secca, con una piccola quantità di muco viscoso;
    • sbiancamento della pelle nel triangolo nasolabiale;
    • con una certa posizione del corpo, la situazione migliora leggermente, la respirazione diventa più facile;
    • il bambino è ansioso, paura della morte;
    • disturbo del ritmo cardiaco;
    • rash cutaneo;
    • gonfiore intorno agli occhi.

    Perché il broncospasmo si verifica più spesso durante la notte? È noto che gli attacchi più frequenti di patologia si verificano durante la notte.

    Ciò è dovuto al fatto che durante il sonno, anche in un bambino sano, che non ha riscontrato problemi nell'apparato respiratorio, ci sono spesso problemi respiratori minori.

    Se il bambino ha la tendenza a sviluppare broncospasmo, questa situazione è aggravata.

    Attacco dei precursori

    I genitori di un bambino che soffre di broncospasmo, è importante sapere quali sintomi presagiscono lo sviluppo di un attacco.

    Ciò fornirà l'assistenza necessaria al bambino prima che inizi. Questi segni preliminari includono:

    • tosse e starnuti;
    • sensazione di pesantezza al petto;
    • ansia del bambino, risveglio nel cuore della notte;
    • difficoltà a respirare.
    al contenuto ↑

    Pronto soccorso

    Come rimuovere un attacco? È molto importante durante l'attacco dare al bambino un pronto soccorso tempestivo, che consiste nella normalizzazione dei processi di respirazione e delle condizioni generali del bambino. Per questo è necessario:

    1. Se la causa dello sviluppo di un attacco è una reazione allergica, al bambino dovrebbe essere somministrato un farmaco antistaminico, se possibile, eliminare la causa dell'allergia. Dopodiché, devi lavare il naso e la bocca del bambino.
    2. Liberare il bambino da vestiti stretti, fornire aria fresca nella stanza in cui si trova il bambino.
    3. Utilizzare inalatori speciali con farmaci che contribuiscono all'espansione del lume bronchiale.
    4. È inoltre possibile utilizzare farmaci che diluiscono l'espettorato, contribuendo al suo scarico (se necessario).
    5. Con lo sviluppo di un attacco è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza.

    Come trattare la bronchite ostruttiva nei bambini? Scopri questo dal nostro articolo.

    Azioni proibite

    Cosa non fare:

    1. Non è possibile utilizzare farmaci e altri farmaci che possono provocare lo sviluppo di una reazione allergica. Tali metodi di trattamento vietati comprendono tutti i tipi di balsami e unguenti per la macinatura, con un forte odore, l'intonaco di senape, alcuni mezzi di medicina tradizionale (ad esempio la trementina).
    2. Non puoi dare al bambino le tinture di erbe, il tè con il miele, che è un forte allergene.
    3. Non è possibile utilizzare farmaci che sopprimono attacchi di tosse, in quanto ciò potrebbe provocare un aumento della quantità di espettorato e il suo ristagno.
    4. Non è raccomandato somministrare sedativi ai bambini.
    al contenuto ↑

    diagnostica

    Per fare una diagnosi accurata, il medico valuta la storia del paziente, cioè determina quali possibili malattie potrebbero portare allo sviluppo della patologia.

    Di grande importanza per la diagnosi è il quadro clinico del broncospasmo. La sintomatologia della malattia è molto specifica, non può essere confusa con le manifestazioni di altri disturbi.

    Metodi di trattamento

    Il trattamento del broncospasmo è complesso, comporta l'uso di numerosi metodi terapeutici volti a normalizzare l'attività dell'apparato respiratorio del bambino.

    medicazione

    Per eliminare le manifestazioni della malattia utilizzando i seguenti gruppi di farmaci:

  • Gli agenti ormonali hanno un effetto antinfiammatorio pronunciato.
  • L'adrenomimetica rifiuta l'azione diretta sui muscoli bronchiali, contribuendo al loro rilassamento, prevenendo le contrazioni involontarie.
  • Il m-holinoblokatory contribuisce all'espansione del lume dei bronchi, facilita il flusso di ossigeno.
  • Gli antibiotici non sono sempre prescritti, solo se è necessario eliminare la malattia primaria causata da una natura infettiva. In alcuni casi, l'assunzione di antibiotici è controindicata, poiché ciò può provocare lo sviluppo o l'intensificazione di una reazione allergica e, di conseguenza, aggravare ulteriormente la situazione.
  • al contenuto ↑

    fisioterapia

    L'uso della fisioterapia è mostrato solo dopo che le manifestazioni di un attacco acuto della patologia sono state eliminate.

    Tali metodi come l'irradiazione UHF, la laserterapia, l'elettroforesi con l'uso di farmaci appositamente progettati sono usati come trattamento fisioterapico.

    I metodi di fisioterapia contribuiscono all'eliminazione del processo infiammatorio, alla normalizzazione della circolazione sanguigna e alla nutrizione a livello cellulare nella zona interessata.

    Rimedi popolari

    Il paziente è raccomandato bevanda calda abbondante. È importante ricordare che le bevande consumate non devono contenere elementi allergenici.

    Pertanto, è vietato dare al bambino latte e tè con miele, lamponi, tintura di propoli.

    Si consiglia di optare per l'acqua minerale ordinaria, riscaldata a una temperatura confortevole.

    Esercizi utili e di respirazione. Il bambino adorerà spegnere le candeline, soffiando palloncini. Non è solo interessante, ma anche molto utile per normalizzare il lavoro del sistema respiratorio.

    Leggi i sintomi e il trattamento della displasia broncopolmonare nei bambini prematuri qui.

    prevenzione

    Al fine di prevenire lo sviluppo di un attacco di broncospasmo è raccomandato:

    1. Proteggere il bambino dal contatto con sostanze allergeniche. Nella stanza del bambino, è necessario fare la pulizia a umido il più spesso possibile, per arieggiare la stanza, per eliminare le cose che accumulano polvere domestica.
    2. Consultare periodicamente un allergologo e un pneumologo, sottoporsi a controlli preventivi con specialisti nel tempo.
    3. Trattare tempestivamente le malattie infettive.
    4. Rafforzare le difese naturali del corpo.
    5. I genitori devono smettere di fumare in una stanza dove può trovarsi un bambino.

    Il fumo passivo influenza nel modo più negativo lo stato dell'apparato respiratorio delle briciole.

    Suggerimenti del Dr. Komarovsky

    Il dott. Komarovsky dice che molti genitori, se sospettati di avere broncospasmo, iniziano a curare autonomamente i loro figli a casa, usando quegli strumenti che sono controindicati in questa situazione.

    Questo porta allo sviluppo di malattie croniche dell'apparato respiratorio.

    E. O. Komarovsky ritiene che solo un medico può prescrivere un trattamento, dopo aver esaminato il paziente e aver fatto una diagnosi accurata.

    Il trattamento senza l'uso di droghe speciali e tecniche terapeutiche non solo non darà l'effetto desiderato, ma potrebbe complicare ulteriormente la situazione.

    Un attacco di broncospasmo è una condizione pericolosa che può portare a numerosi problemi, anche alla morte. Pertanto, è importante per i genitori di bambini che sono inclini a sviluppare patologia per sapere qual è la malattia, come si manifesta e, soprattutto, come aiutare il bambino nei momenti di convulsioni.

    Puoi scoprire come aiutare un bambino asmatico con un attacco di broncospasmo dal video:

    Vi chiediamo gentilmente di non auto-medicare. Iscriviti con un medico!