Crepitio nei polmoni

Il crepitio è un suono che si verifica in caso di scissione durante l'inalazione di un numero enorme di alveoli che si bloccano insieme durante l'espirazione. L'adesione delle pareti degli alveoli può essere impregnata di essudato, trasudato, sangue. Il suono crepitante assomiglia al crepitio che si verifica quando si sfrega un mazzo di capelli sopra l'orecchio. Si ode in caso di polmonite lobare negli stadi I e III (le pareti degli alveoli sono impregnate di essudato), in caso di infarto polmonare (le pareti degli alveoli sono impregnate di sangue) e in caso di congestione polmonare (gli alveoli sono impregnati di trasudato).

Ci sono crepiti stagnanti e infiammatori. Il crepitio stagnante si sente di solito in aree simmetriche nelle parti inferiori dei polmoni. È meno sonoro di quello infiammatorio, perché quando quest'ultimo è intorno agli alveoli, le cui pareti sono saturate dall'essudato, c'è un tessuto polmonare compatto che conduce meglio il suono.

A volte il crepitio del suono è difficile da distinguere dal respiro affannoso del gorgoglio che si verifica nei bronchioli (i bronchi più piccoli) dai cosiddetti sub-rinforzi del respiro affannoso umido. Va ricordato che il crepitio si sente solo durante l'inalazione (si sentono i rantoli umidi durante l'inspirazione e l'espirazione). Dopo aver tossito, si sente meglio (dopo aver tossito, l'inalazione aumenta, a causa della quale più alveoli vengono raddrizzati). I rantoli umidi dopo la tosse aumentano, scompaiono o cambiano localizzazione (a causa del movimento del contenuto di liquido nel flusso d'aria).

Crepitus (late inspiratory rales):

Wheezing bagnato e crepitio:

Traduzione di termini dall'inglese al russo (leggi di più sulla terminologia occidentale qui):

  • crepitii è un nome comune per il respiro affannoso e le crepitazioni,
  • respiro affannoso - rantoli ad alto secco,
  • rhonchi - rantoli secchi bassi,
  • crepitii grossolani - sibilo di grandi bolle (sonaglio) [grossolano = ruvido],
  • crepitii fini - ansimante gorgoglio (bagnato) sibilante,
  • crepitii inspiratori tardivi - crepitio (rantoli inspiratori tardivi),
  • sfregamento pleurico - rumore di attrito pleurico,
  • pectroliocy wispering (correttamente pectoriloquy sussurrato) - pectorialloquia, broncofonia bruscamente aumentata.

Con l'auscultazione del crepitio

CREARE (crepitare, lat crepitare squittio, scricchiolio) è un fenomeno patologico, rivelato dall'ascolto o dal sentimento, molto simile al crepitio o al piccolo crunch.

Ci sono K. alveolari, sottocutanei e ossei.

Alveolare K. appartiene alla patol ad alta frequenza, al rumore respiratorio (vedi). Assomiglia al suono che si verifica quando le dita impastano un fascio di capelli vicino all'orecchio.

Per ascoltare alveolare K. (vedi Auscultazione), è necessario premere fermamente il fonendoscopio sulla pelle, che riduce l'udibilità dei suoni a bassa frequenza e impedisce la comparsa di rumori estranei dall'interazione della pelle con la membrana del dispositivo. I peli del torace nei punti di ascolto si inumidiscono con acqua o grasso, poiché l'attrito dei capelli asciutti può imitare K.

K. è sentito meglio o esclusivamente all'altezza dell'inalazione (spesso solo all'altezza della profonda inspirazione); è formato dalla scissione o levigazione delle pareti degli alveoli idratati più del solito e si manifesta come un breve suono "flash" o "esplosione".

Ha una composizione costante e un calibro uniforme di suoni, immutati durante la respirazione o dopo la tosse. A volte è difficile distinguere K. da rantoli umidi finemente frizzanti (vedi) che si verificano nei bronchioli e nei bronchi più piccoli. A differenza di K., i rantoli sono spesso eterogenei nel calibro (si verificano in bronchi di diverso diametro), si sentono fin dall'inizio dell'inalazione, a volte nella fase espiratoria, più prolungati nel suono e spesso variano in numero e calibro dopo la tosse. Il rumore di attrito pleurico spesso assomiglia a K., ma di solito è più ruvido nel timbro, differisce in una maggiore durata, udibilità in entrambe le fasi della respirazione e, per così dire, suono vicino (il rumore si sente come se direttamente sotto la membrana del fonendoscopio).

Il più delle volte la K. alveolare è un segno di polmonite acuta, che accompagna le fasi dell'apparenza e il riassorbimento dell'essudato. Nella polmonite acuta con infiammazione multi-temporale delle singole sezioni del parenchima polmonare, K. può essere sentito per diversi giorni. In caso di polmonite lobare, si sente solo all'inizio della malattia - crepitatio indux, scompare nella fase di epatite del lobo affetto e di nuovo (non sempre) appare nella fase di risoluzione della polmonite quando l'essudato si risolve - crepitatio redux (vedi polmonite). K. può essere sentito per lungo tempo in pazienti con alveolite protratta (ad es. Con collagenosi). L'apparizione di K. nei pazienti con tromboembolia dei rami dell'arteria polmonare di solito indica l'inizio della polmonite da "infarto". Occasionalmente, K. può essere sentito all'inizio dello sviluppo dell'edema polmonare (vedi), a livello di segni auscultanti dominati da rogo umido-rogo.

Simile a K. sul meccanismo educativo sono il respiro sibilante, udito con respiro profondo sulle aree atelettizzate dei polmoni nelle persone indebolite, a lunga distanza, specialmente gli anziani. A differenza del vero To., Le rantilgie da raddrizzamento di aree atelettizzate di polmoni scompaiono dopo parecchi respiri profondi.

Il crepitio sottocutaneo è un fenomeno palpatorio o palpatorio-auscultatorio: una sensazione di crunch e scoppiettio sulla palpazione (o quando l'endoscopio della testa viene premuto da) le aree del corpo contenenti bolle di gas libero nel tessuto sottocutaneo. Osservato con infezione anaerobica (vedi), enfisema sottocutaneo (vedi) a causa di lesioni, rotture spontanee di organi cavi, nonché l'introduzione di aria in varie aree del corpo con una cura. lo scopo.

Crepitio osseo - la sensazione o il suono di uno scricchiolio dovuto al mutuo attrito dei frammenti ossei nell'area di una frattura (vedi) viene rilevato dalla palpazione e dall'auscultazione.

K. è anche osservato in caso di tendovaginite crepitante (vedi).

Auscultazione dei polmoni: normale, suoni, respirazione, respiro sibilante

Poiché i suoni nei polmoni si verificano a grandi profondità, sono molto più silenziosi che con l'auscultazione del cuore.

La condizione di condurre il suono dalla sua fonte, situata in profondità nel polmone, all'orecchio del medico dipende dalle caratteristiche dei tessuti valutati auscultativamente. I tessuti spessi conducono un suono migliore rispetto a quelli morbidi, mentre i tessuti ariosi non hanno un buon suono.

L'auscultazione dei polmoni viene eseguita su tutte le linee e sugli spazi intercostali simili alle percussioni. Si svolge in due fasi:

  1. auscultazione approssimativa, quando si ascolta l'intera superficie dei polmoni;
  2. auscultazione mirata, quando ascoltano attentamente i luoghi sospetti.

La respirazione nasale viene utilizzata per valutare la natura della respirazione e la respirazione con la bocca aperta viene utilizzata per valutare il rumore respiratorio avverso. Quando l'auscultazione mirata dovrebbe chiedere al paziente di tossire. Si tenga presente che a causa del getto d'aria forzato potrebbe apparire sibilante o la loro intensità potrebbe cambiare. La broncofonia viene anche usata in modo simile alle percussioni.

Le cause più comuni di artefatti ed errori durante l'auscultazione dei polmoni sono: peli pronunciati, tremore (tremore)
corpi per vari motivi (bassa temperatura interna, brividi, parkinsonismo, ecc.), mentre si ascolta il rumore muscolare, il rumore dei vestiti e della biancheria da letto.

Normale immagine auscultatoria

La respirazione vescicolare si verifica a causa dei movimenti oscillatori delle pareti elastiche degli alveoli con la loro tensione all'altezza dell'inalazione. Si sente una gran parte dell'inalazione e l'inizio dell'espirazione (quest'ultima è dovuta alla fluttuazione dei bronchioli che ne risultano). Il suono è delicato, setoso, ricorda la lettera "f". Ascoltato sul retro e sul lato, in misura minore, sopra le sezioni superiori.

Le fonti di respirazione bronchiale sono bloccate da enormi masse di tessuto alveolare. La principale fonte di respirazione bronchiale è la glottide, che è in grado di cambiare la sua configurazione e il suo lume e causare turbolenze d'aria. Questo suono risuona alla biforcazione della trachea, dei bronchi principali e dei lobari. I biofisici credono che la fonte del suono non possa che essere una tale biforcazione, in cui la sezione di goccia tra il bronco e le biforcazioni è uguale o superiore a 4 cm. Si sente un forte inalazione e un'aspirazione aspra e tagliente simile alla lettera "x". Normalmente sentito sopra la tacca giugulare.

Le cause della respirazione bronchiale in patologia sono:

  • compattazione frazionale o quasi frazionale del tessuto polmonare, quando il suono non è prodotto dalla compattazione, ma viene effettuato attraverso di esso;
  • grande, superiore a 4 cm di diametro, la cavità nei polmoni con un'apertura relativamente stretta attraverso la quale comunica con i bronchi. Il meccanismo della respirazione bronchiale in questo caso è associato alla turbolenza dell'aria nella cavità e alla rotta che la collega al bronco. La presenza di respirazione anfora (estremamente rara) è possibile nel caso di una cavità di grandi dimensioni e con pareti lisce e dense.

La respirazione difficile - un tipo speciale di respirazione vescicolare - è caratterizzata da inspirazione ed espirazione altrettanto udibili.

Cause di respiro affannoso:

  • sentito su una zona limitata del polmone con un tessuto polmonare focale focale;
  • su tutta la superficie dei polmoni si sente più spesso in caso di bronchite, quando, a causa dell'infiammazione, le pareti dei bronchi si condensano e appare la loro ruvidità della mucosa. L'espirazione negli stati di cui sopra è allungata e intensificata.

Abbastanza spesso nella pratica clinica, c'è una variante della respirazione difficile con un'espirazione prolungata durante uno spasmo o sintomi di ostruzione bronchiale.

In alternativa alla respirazione intensa, si può prendere in considerazione la respirazione bronchovesicolare, che si sente proprio sopra la clavicola. La causa di questo fenomeno sono le caratteristiche anatomiche del bronco principale destro, che è più corto e più largo di quello sinistro.

A volte viene rilevato uno stridore - un suono respiratorio derivante dall'ostruzione o dalla compressione della trachea o dei grandi bronchi al momento dell'inalazione. Si verifica con tumori del tratto respiratorio.

crepitio

Il fenomeno del crepitio è inteso come il suono dello srotolamento delle pareti degli alveoli con la perdita di tensioattivo e la comparsa dell'essudato liquido, che è ricco di fibrina, che aumenta nettamente l'adesione, cioè l'adesione delle pareti degli alveoli. Quindi, il crepitio è un fenomeno puramente alveolare. La disintegrazione degli alveoli avviene all'altezza dell'inalazione, quindi il crepitio si sente solo all'altezza dell'inalazione. Il suono della crepitazione è prolungato, multiplo, uniforme, reminiscente del suono prodotto dallo sfregamento dei capelli sull'orecchio. Il più spesso, il crepitio è osservato all'inizio della polmonite lobare (il cosiddetto indice crepitacio) e alla sua fine (crepitacio redux). I pazienti anziani a lungo termine possono avere un crepitio fisiologico.

Crepitio deve essere differenziato dal respiro sibilante bagnato:

  • il respiro sibilante può essere mescolato, il crepitio è sempre omogeneo;
  • i rantoli vengono ascoltati più a lungo del crepitio, che avviene per circa un giorno, e poi scompare;
  • respiro sibilante, di regola, più localizzato, crepitio è abbondante e occupa una vasta area;
  • il respiro sibilante è più prolungato del crepitio rispetto all'atto del respiro (in senso figurato, il crepitio è come un'esplosione);
  • la tosse non influenza il timbro e la durata della crepitazione e le stesse caratteristiche del cambiamento sibilante.

La broncofonia è la conduzione delle vibrazioni create parlando o sussurrando nella glottide, che sono condotte lungo l'albero bronchiale e le strutture polmonari fino al luogo dell'auscultazione. Cioè, il meccanismo della broncofonia è simile al meccanismo del tremore vocale, il metodo della broncofonia ripete la tecnica dell'auscultazione dei polmoni.

Se per lo studio della bronchofonia si usano discorsi colloquiali, si deve tenere presente che normalmente si sente sotto forma di un oscuro ronzio sull'area di distribuzione della respirazione bronchiale. Nello studio della broncofonia mediante sussurro in condizioni normali si ottiene lo stesso risultato di quando si usa il linguaggio colloquiale. Tuttavia, in presenza di una foca, le parole di tessuto polmonare pronunciate sopra di lui in un sussurro, non sono chiaramente distinguibili. Si ritiene che l'ascolto di un sussurro sia più sensibile dell'ascolto della voce. Nei pazienti gravi che non sono in grado di parlare a voce alta la frase necessaria per lo studio del tremore della voce, la broncofonia può essere facilmente eseguita.

crepitio

Crepitio è un termine che in medicina denota un caratteristico suono nitido che viene rilevato durante l'auscultazione (ascolto) o la palpazione.

contenuto

Crepitus è di diversi tipi:

  • Alveolare. È determinato dall'auscultazione dei polmoni e assomiglia al suono che si verifica quando si sfregano i capelli tra le dita. Questo specifico sintomo di polmonite acuta accompagna le fasi di formazione e riassorbimento negli alveoli dell'essudato ed è sentito come una combinazione di una serie di "clic" all'altezza dell'inalazione.
  • Sottocutanea. Si verifica con la palpazione o nel processo di ascolto al momento della pressione della testa con una membrana su quelle parti del corpo in cui ci sono gruppi di bolle di gas nel tessuto sottocutaneo. È un sintomo di un'infezione anaerobica o enfisema sottocutaneo.
  • Bone. Un suono croccante nasce dallo sfregamento di frammenti ossei che si toccano. Rilevato dalla palpazione e dall'ascolto e come sintomo specifico di una frattura ossea viene utilizzato per diagnosticare le fratture al primo esame della vittima.

Esiste anche un particolare crepitio tendinous, che si verifica durante il gonfiore della palpazione nell'area della tendinaginite affetta da tendovaginite.

Un suono croccante può anche verificarsi nelle articolazioni durante il movimento. Il crepitio nelle articolazioni è un sintomo caratteristico dell'osteoartrosi (artrosi).

motivi

La causa principale del sintomo è l'attrito dei tessuti corporei, che va oltre lo scopo della norma.

La causa della crepitazione alveolare è lo "sblocco" durante l'inalazione delle pareti alveolari, bloccate insieme durante l'espirazione a causa della presenza di essudato, trasudato o sangue negli alveoli. Questo tipo di crepitio è ascoltato:

  • allo stadio I e III della polmonite cronica, poiché in questi stadi della malattia le pareti alveolari sono saturate dall'essudato;
  • in presenza di infarto polmonare, poiché le pareti degli alveoli sono intrise di sangue;
  • in presenza di leggero ristagno, poiché le pareti alveolari sono sature di trasudato.

Il crepito nei polmoni può anche essere sentito se gli alveoli sono danneggiati a causa di malattie sistemiche (lupus eritematoso sistemico, ecc.).

Il crepitio sottocutaneo si trova quando:

  • la presenza di patogeni anaerobici (batteri del genere clostridi, compreso il bacillo del tetano, ecc.);
  • enfisema sottocutaneo derivante da rotture spontanee di organi cavi contenenti aria e lesioni.

Il crepitio sottocutaneo viene rilevato anche nei casi in cui il gas viene introdotto in varie parti del corpo a scopo terapeutico o diagnostico. La causa di questo tipo di sintomo sono le bolle di gas libero accumulate nel tessuto sottocutaneo.

La causa del sintomo simile all'osso è l'attrito dei frammenti ossei nel primo periodo dopo la lesione. Il crepitio osseo per lesioni complesse può essere combinato con il sottocutaneo (frattura delle costole e rottura del polmone).

Il crepitio, che si verifica nelle articolazioni, viene notato quando:

  • artrosi, derivante dalla distruzione meccanica della normale struttura dell'articolazione e accompagnata da cambiamenti nella capsula e danni alla cartilagine;
  • artrite reumatoide;
  • disfunzione della rotula, ecc.

sintomi

Il crepitio attuale può essere un sintomo di una malattia potenzialmente letale, ma è difficile da identificare da solo. Accompagnare i sintomi di crepitio dipendono dalla posizione della sua posizione e dalla causa.

Il crepitio nei polmoni è accompagnato da:

  • tonalità bluastra delle labbra e della pelle;
  • dolore al torace o sensazione di pressione;
  • tosse, mancanza di respiro, mancanza di respiro;
  • vomito o nausea.

A seconda della malattia specifica, sono possibili emottisi, diarrea, mancanza di respiro, sudorazione, perdita di coscienza.

Il sintomo del crepitio sottocutaneo è il gonfiore del tessuto sottocutaneo.

Il crepitio dei frammenti ossei è accompagnato da:

  • dolore nell'area del trauma, aumentando con l'imitazione del carico assiale;
  • violazione delle funzioni;
  • gonfiore ed ematoma che non appaiono immediatamente.

Possibile mobilità patologica o posizione innaturale.

Il crepitio che si verifica nelle articolazioni è accompagnato da:

  • dolore alle articolazioni colpite, aggravato dall'esercizio;
  • rigidità (scarsa mobilità) delle articolazioni, che si aggrava dopo uno stato di riposo;
  • gonfiore delle articolazioni.

Forse un aumento della temperatura locale, accompagnato da arrossamento della pelle.

diagnostica

Il crepito nei polmoni si sente con un fonendoscopio all'altezza dell'inalazione (a volte il crepitio si sente solo con un respiro profondo). Il suono nitido è simile a un breve suono "flash", è costante nella composizione e non cambia durante la respirazione.

Il crepitio può assomigliare a rantoli umidi e spumeggianti, che sorgono a causa della presenza di espettorato nei piccoli bronchi, ma i rantoli quando vengono uditi si sentono all'inizio dell'inalazione e talvolta durante l'espirazione. Inoltre, il respiro sibilante può cambiare il calibro e la composizione dopo la tosse e la tosse non influisce sul suono durante il crepitare.

Il suono può anche assomigliare al rumore che si verifica quando si sfrega la pleura infiammata. Nella pleurite, la differenza di rumore risiede nella sua maggiore durata, suono più vicino e udibilità, sia durante l'inspirazione che l'espirazione.

Simile al crepitio e al respiro sibilante che si verificano nell'area delle aree dei polmoni cadute in persone indebolite con respiro profondo, ma scompaiono dopo una serie di respiri profondi.

Il crepitio sottocutaneo viene diagnosticato con la palpazione.

Il tipo di osso del sintomo viene rivelato sentendo il sito della frattura (spesso il suono viene udito da una certa distanza).

Il crepitio delle articolazioni viene diagnosticato sentendo l'articolazione e tenendo conto delle lamentele del paziente, e la sua causa è determinata dall'esame a raggi X.

trattamento

Dal momento che il crepitio non è una malattia, ma un sintomo di una malattia, non può essere trattato. Questo sintomo può essere eliminato solo trattando la patologia che lo ha causato. Trattamento prescritto dal medico a seconda del tipo di malattia.

Lezioni frontali dall'accademia medica di Ural / conferenze (doctor spirin) / Lezione sulla propedeutica - auscultazione dei polmoni 2

AUSCOLAZIONE DEI POLMONI. RUMORI RESPIRATORI AVVERSI, IL MECCANISMO DELLE LORO DISPOSIZIONI. MODERNE METODI FUNZIONALI DI RICERCA POLMONARE.

I rumori di rotazione includono FRANTUMATORI, MECCANISMI e RUMORE DI FRIZIONE DI PELURSA.

rantolo (ronchi): la presenza di respiro sibilante nelle vie aeree è associata alla secrezione e all'accumulo di secrezioni (espettorato) durante i cambiamenti infiammatori nella mucosa bronchiale e nel parenchima polmonare stesso. Oltre alla presenza di secrezioni nel tratto respiratorio, l'origine del respiro sibilante gioca anche un ruolo nel gonfiore delle mucose e nella costrizione dovuta a questo lume dei bronchi. A seconda della natura del segreto, esistono due tipi di respiro sibilante: DRY e WET.

DRY KhRYPY si è formato in seguito a due motivi:

1. Il segreto viscosa mucoso aderisce saldamente al muro dei bronchi, restringe il loro lume in diversi punti. L'origine di una corrente d'aria in questo modo durante l'inalazione, e specialmente durante l'espirazione, causa fenomeni sonori - rumori stenotici.

2. La comparsa di rantoli secchi può essere dovuta al fatto che la secrezione viscosa della mucosa bronchiale, grazie alla sua fluidità, forma facilmente fili forti, ponticelli che possono facilmente diffondersi da una parete del bronco all'altro e che entrano in vibrazioni dal movimento dell'aria danno origine a vari suoni.

A seconda del luogo di origine delle ranture a secco - in bronchi più larghi o più stretti e in base a un maggiore o minore grado di restringimento, ci sono suoni bassi - bassi, ronzii ronzanti, quindi suoni alti - acuti, sibilanti e sibili.

Pertanto, l'altezza o musicalità del respiro sibilante secco dipende dal grado e dalla dimensione del bronco nel sito di formazione del respiro sibilante. L'intensità delle ranture a secco è curvata dal potere della respirazione e varia da sottile a chiaramente percepita a distanza dal paziente (ad esempio, durante un attacco di asma bronchiale).

Il loro numero può anche essere diverso: da singolo a un numero enorme, disseminato nei polmoni (bronchite versata, asma bronchiale).

Le ranture a secco sono molto volatili e volatili. Il loro numero può aumentare e diminuire, scomparire e riapparire. Le ranture a secco sono una caratteristica della bronchite secca e un restringimento acuto dei bronchi.

I FRANTUMI BAGNATI si formano come risultato dell'accumulo di secrezioni liquide nei bronchi e del passaggio di aria attraverso questo segreto con la formazione di bolle di diverso diametro, causando un rumore a scatti con un arresto caratteristico e scoppio di queste bolle. Questi rumori sono anche chiamati frantumatori di bolle. La loro natura può assomigliare allo scoppio di bolle quando un liquido bolle, e possono essere riprodotte soffiando aria attraverso un tubo di vetro in un liquido o lanciando un po 'di sale su una padella calda.

A seconda del calibro dei bronchi, in cui si formano rantoli umidi, essi sono suddivisi in BUBBLED PICCOLI, MEDI E GRANDI.

Si sentono rantoli bagnati sia durante l'inspirazione che l'espirazione, ma quando si inspira si sentono meglio che durante l'espirazione (NB!)

Il respiro affannoso finemente si verifica nei bronchi piccoli e più piccoli durante l'infiammazione delle loro membrane mucose (bronchite, bronchiolite), così come nella broncopolmonite, poiché questo coinvolge piccoli bronchi nel processo.

Rantoli Srednepuzyrchatye si verificano nei bronchi di medio calibro e sono un segno di bronchite.

Grandi bolle si formano nei grandi bronchi, mentre nella trachea si formano rantoli ancora più grandi - si tratta di ragnatele tracheali. Di solito compaiono in una condizione molto grave del paziente, con sintomi di edema polmonare avanzato, in uno stato di incoscienza (quando l'espettorazione dell'espettorato è difficile), in agonia (respiro affannoso). Oltre ai bronchi, le cavità umide possono ancora verificarsi nelle caverne e, a seconda delle dimensioni della cavità, le ralle saranno di diversi calibri. Se nei punti del polmone si sentono rantoli umidi a bolle larghe in cui non vi è una corrispondente dimensione di grandi bronchi, ciò indica la presenza di una cavità in quest'area. È molto importante caratterizzare il suono del respiro sibilante. rantoli umidi che si verificano durante la compattazione dei polmoni, e quindi con un aumento della loro conduttività del suono, così come in presenza di risonanza (cavità), sono particolarmente chiari, sonori e anche taglienti, producono l'impressione che si manifesta all'orecchio. Tali rantoli umidi sono chiamati SOUND, SPELL o CONSERVATIVE. Poiché le condizioni per il verificarsi di queste ranture e della respirazione bronchiale sono le stesse, esse (rantoli umidi sonori e respirazione bronchiale) vengono ascoltate simultaneamente. Sopra le grandi cavità con pareti lisce, si sente la respirazione bronchiale con una sfumatura metallica e il sibilo sonoro umido formato in tali cavità o adiacente ad esse ha anche una sfumatura metallica. I CICLISCELLI SONO udibili nei casi in cui i bronchi in cui si manifestano si trovano nel tessuto polmonare immodificato (con bronchite, stasi del sangue).

Crepitio (scoppiettio) - il rumore generato dalla separazione e dalla disintegrazione al momento dell'inalazione degli alveoli, le cui pareti sono inumidite più del solito. La natura di questi suoni può essere riprodotta sfregando una ciocca di capelli davanti all'orecchio con le dita.

Quindi, il crepitio, a differenza delle rantoli bagnati, non si verifica nei bronchi ma negli alveoli. Il crepitare può talvolta verificarsi in condizioni fisiologiche: crepitio transitorio nelle parti inferiori dei polmoni periodicamente, soprattutto dopo aver dormito al mattino, può essere sentito nei pazienti anziani, deboli e costretti a letto, durante i primi respiri profondi (a causa della levigatura dei margini inferiori dei polmoni dovuta alla respirazione superficiale nello stato collassato - atelettasia fisiologica). L'umidità aumentata nelle pareti degli alveoli si verifica a causa di un certo ristagno nelle parti inferiori dei polmoni. In tutti gli altri casi, il crepitio indica la localizzazione dei cambiamenti negli alveoli polmonari, vale a dire per sconfiggere il tessuto polmonare.

Per qualsiasi infiammazione dei polmoni, il crepitio focale, influenzale, crampo, tubercolare, soprattutto all'inizio della malattia, è il segno diagnostico più importante.

Molto naturalmente, il crepitio è sentito nell'infiammazione cistica all'inizio della malattia e durante il periodo di risoluzione. Con l'edema polmonare si sente un crepitio molto abbondante nelle fasi iniziali, e quando gli alveoli si riempiono di fluido edematoso cominciano ad apparire rantoli umidi. Con prolungate condizioni atelettasiche dei polmoni (schiacciamento dei polmoni, blocco dei bronchi, ecc.), Il crepito si verifica quando l'aria entra nel polmone collassato. Un segno caratteristico del crepitio è che si sente solo quando si inspira, più precisamente alla fine o all'uscita del respiro.

Il crepitio assomiglia a rantoli umidi finemente ribollenti, e poiché il loro significato è completamente diverso (il primo parla di danno polmonare, e il secondo di lesioni bronchiali), è necessario differenziarli l'uno dall'altro.

1. Il crepito si sente solo all'altezza dell'inalazione; Piccole ragnette ribollenti - sia per inalazione che per espirazione.

2. Il crepitio, che si presenta in alveoli di dimensioni omogenee, è di un calibro; Piccolo respiro ansimante che si manifesta nei bronchi di diverso calibro - variegato.

3. La crepitazione è sempre più abbondante di rantoli spumeggianti, perché il numero di alveoli nella zona che viene ascoltata è sempre maggiore dei bronchi.

4. Il crepito appare simultaneamente, sotto forma di esplosione; Un affanno leggero ha sempre una grande durata nel tempo.

5. Il crepitio dopo la tosse non cambia, mentre le minuscole ragnatele cambiano, aumentano di numero, diminuiscono e scompaiono.

Il rumore dello sfregamento pleurico è il rumore che si verifica quando le foglie della pleura (viscerale e parietale) vengono strofinate insieme, che a causa di vari processi patologici sono diventate irregolari, ruvide o secche. Questi cambiamenti di una pleura si verificano alla sua infiammazione quando la fibrina viene posta sulla pleura. La causa del rumore di attrito pleurico può essere il gonfiore, le lesioni tossiche (ad esempio con l'uremia), la disidratazione del corpo (con il colera). Per sua natura, il rumore dell'attrito pleurico è molto diverso: ricorda lo scricchiolio della neve, il cigolio di una nuova pelle, mentre lo impasta, poi il fruscio della carta, poi si gratta. Può essere giocato strofinando le dita vicino all'orecchio. Il rumore dell'attrito pleurico è spesso determinato nella parte inferiore del torace, dove l'escursione respiratoria dei polmoni è piccola. Spesso il rumore dell'attrito pleurico suona come un ansimare bagnato.

Puoi distinguerli gli uni dagli altri usando le seguenti tecniche:

1. Premendo con uno stetoscopio si aumenta il rumore dell'attrito pleurico, mentre il respiro sibilante non cambia.

2. La tosse e i successivi respiri profondi non alterano il rumore dell'attrito pleurico, mentre il respiro sibilante dopo la tosse cambia o scompare del tutto.

3. Una tecnica speciale per separare i movimenti respiratori dei polmoni e della pleura l'uno dall'altro è la seguente: il paziente dopo l'espirazione, avendo chiuso la bocca e tenendosi il naso, attira e attacca l'addome, come nella respirazione addominale; I movimenti del diaframma che si verificano in questo caso fanno sì che la pleura viscerale e parietale scivoli insieme, e, quindi, se i fenomeni del suono oscuro sono l'attrito pleurico, sono eccitati da questa tecnica; se erano rantoli umidi, allora cessano, poiché in queste condizioni non c'è movimento d'aria e, quindi, non ci sono condizioni per il verificarsi di suoni respiratori.

Il rumore dell'attrito pleurico, sentito vicino al cuore quando coinvolto nel processo del pericardio (rumore di attrito pleuropericardico) differisce in quanto coincide con i movimenti respiratori e i battiti del cuore, è meglio ascoltato nella circonferenza del cuore. Il rumore di attrito pericardico si sente durante la frequenza cardiaca e nella regione di ottusità cardiaca assoluta e sullo sterno.

BRONCHOFONIA - ascoltando una voce. L'espressione palpatoria di questo fenomeno è il tremore della voce.

Metodo per la determinazione della bronchofonia.

Mettendo lo stetoscopio sui punti simmetrici del torace, chiedono al paziente di pronunciare le parole con un gran numero della lettera "P": trentatré, trentaquattro, ecc.

La voce è formata nella parte superiore del tratto respiratorio e, come la respirazione bronchiale, viene effettuata sul torace. E proprio come il respiro bronchiale, passando attraverso l'aria contenitiva, e quindi un polmone poco conduttore, quasi non raggiunge il nostro orecchio, le parole durante l'auscultazione della voce raggiungono le nostre orecchie distorte, mancano suoni distinti. E proprio come la respirazione bronchiale raggiunge il nostro orecchio quando attraversa un tessuto denso e infiltrato, così la bronchofonia diventa chiara e chiara quando i suoni vengono fatti attraverso il polmone compatto. Pertanto, le condizioni per l'insorgenza della broncofonia sono le stesse della respirazione bronchiale. Sono basati sullo stesso principio di conduttività. Una condizione necessaria per la bronchofonia e la respirazione bronchiale è il libero passaggio del sistema bronchiale. La broncofonia aumentata si osserva anche sopra le cavità nei polmoni. Inoltre, in questi casi, la broncofonia e la respirazione bronchiale possono assumere una sfumatura anfora e metallica.

Una tale broncofonia potenziata, in cui sembra che una voce si sia formata sul luogo dell'ascolto, Laennek chiamò pectoriilloquia o una voce cavernosa. A volte con una broncofonia, si osserva la natura nasale e cigolante del suono, simile alla battitura della capra. Tale broncofonia è chiamata 3 egofonia di 0. Spesso si verifica con versamenti pleuritici di dimensioni medie, solitamente sopra il loro limite superiore, e scompare quando l'essudato raggiunge grandi dimensioni. Con la pleurite (sopra il fluido) e il pneumotorace, il tremore della voce e la broncofonia sono nettamente indeboliti.

ASCOLTANDO I BACI. Normalmente, i sussurri si sentono solo dove si sente la respirazione bronchiale. Ascoltare un sussurro è un modo più sensibile di esplorare che ascoltare le conversazioni. Allo stesso tempo è possibile rilevare focolai compatti di dimensioni più piccole di quanto sia possibile quando si ascolta una voce alta.

THE SPUTTER NOISE SYMPTOM può essere ottenuto agitando qualsiasi cavità contenente sia aria che liquido. Questo sintomo si verifica quando hydropneumothorax (tecnica).

IL SUONO DI CADUTA CADENTE è anche un sintomo di idro- o piopneumotorace e talvolta una grande caverna. È spiegato dalla caduta di una goccia di liquido dalla cupola superiore della cavità alla superficie del contenuto liquido sul fondo. Questo può accadere quando un paziente si sposta da una posizione sdraiata a una posizione eretta.

Cos'è il crepitio, per quale malattia è questa caratteristica caratteristica?

Il crepitio è un suono patologico sottile e silenzioso, ma risonante, proveniente dalle profondità dei tessuti. Sembra un crepitio, che si verifica quando le tue dita strofinano un mazzo di capelli secchi all'orecchio. Sembra anche uno scroscio di neve sotto i piedi, ma a volte più tranquillo. È un raro sintomo di patologia tissutale, con la quale è possibile diagnosticare facilmente alcune malattie.

Tipi e caratteristiche

Il cracking è un sintomo caratteristico di alcune condizioni patologiche:

Si verifica negli alveoli se riempiti con essudato liquido o transudato. Il crackle più comune si trova in polmonite, tubercolosi e altre malattie infiammatorie dei polmoni. L'insufficienza cardiaca può essere identificata come causa separata. Il crepito nei polmoni viene rilevato ascoltando (auscultazione) con un respiro profondo.

  • Crepitio articolare o osseo.

Osservato in fratture di ossa, quando un frammento di un'osso si sfrega contro un altro. Di solito non è udibile in alcun modo, dal momento che una storia, un esame e una radiografia sono sufficienti per una diagnosi. Ma scoppiettare nelle articolazioni è un importante segno diagnostico nell'artrosi di 2 gradi. Si differenzia dal solito scricchiolio sonoro delle articolazioni sane, poiché il crepitio nell'artrosi è silenzioso, sibilante.

Il tipo più raro di sintomo, altrimenti chiamato enfisema sottocutaneo. Si verifica quando bolle d'aria nel tessuto sottocutaneo. Questo può essere sentito con pneumotorace, frattura delle costole, rottura della trachea, bronchi, qualsiasi altro danno alle vie aeree con una violazione della loro integrità. La causa più rara di scoppiettio è la presenza di infezioni della pelle anaerobiche.

Crepitio nei polmoni

Il più spesso, il crepitio è sentito nei polmoni.

Appare negli alveoli all'ultimo momento di massima inspirazione. Una tale origine è causata dall'accumulo di liquido negli alveoli, motivo per cui le vescicole polmonari "aderiscono".

Con un respiro forte, al momento del massimo livellamento del tessuto polmonare, gli alveoli si disintegrano, creando un suono caratteristico. Quindi, il crepitio si sente solo al culmine di un respiro profondo, al momento dell'elevata pressione nei bronchi e del livellamento degli alveoli. Allo stesso tempo, il crepitio d'ascolto ha spesso un suono esplosivo, che consiste in una massa di suoni di clic. La forza dipende dal numero di alveoli attaccati insieme, che vengono raddrizzati al momento dell'inalazione.

Caratteristiche distintive

È importante distinguere questo fenomeno dai dispnea sibilante, poiché suonano molto simili nel loro suono. Puoi distinguerli su diversi motivi:

  1. Il crepitio si verifica negli alveoli e nelle reni umidi e frizzanti nei bronchi.
  2. Il crepito si sente solo al momento della massima inspirazione, si sentono rantoli bagnati durante l'inspirazione e l'espirazione.
  3. Il crepitio è monotono, ha l'aspetto di un breve scoppio, i rantoli umidi sono vari, sono più lunghi.
  4. Il crepito dopo la tosse non scompare e non cambia, i rantoli bagnati dopo la tosse cambiano il loro suono, la loro posizione e possono persino scomparire del tutto.

Inoltre, il crepitio deve essere distinto dal rumore dell'attrito pleurico:

  1. La crepitazione è più breve nel tempo, il rumore dell'attrito pleurico è di lunga durata.
  2. Il crepito si sente solo al culmine dell'inalazione, l'attrito pleurico si sente durante l'inspirazione e l'espirazione.
  3. All'inizio della malattia, il rumore dell'attrito pleurico ricorda lo sfregamento delle dita nell'orecchio. Nei casi avanzati, diventa ruvido, come lo scricchiolio di una cintura di pelle. Al contrario, il crepitio è sempre sonoro, tenero, cambia solo il suo volume.
  4. Se lo stetoscopio preme di più sul petto, il rumore pleurico aumenterà, ma il crepitio no.
  5. Quando si trattiene il respiro e si estrae la sporgenza dell'addome, il rumore dell'attrito pleurico viene udito a causa del movimento del diaframma e il crepitio non viene osservato, poiché non vi è movimento d'aria attraverso i polmoni.

Patologie correlate

Poiché la condizione più importante per il cracking è l'accumulo di liquido all'interno degli alveoli, questo fenomeno diventa un segno caratteristico di tubercolosi polmonare, infarto, polmonite cronica e congestione. Nella tubercolosi, il crepitio è sentito nella parte superiore del polmone nelle regioni succlaviane. Il crepitio stesso è chiaro.

Con la polmonite lobare, il crepitio si sente più forte. Tuttavia, si verifica solo nelle fasi iniziali o tardive della malattia, nel bel mezzo della malattia non lo è, perché gli alveoli sono completamente pieni di essudato infiammatorio e non si rompono durante l'inalazione. Allo stesso tempo, nelle prime fasi, è più sonoro e rumoroso.

Ciò è dovuto alla compattazione dei polmoni dovuta all'infiammazione. Il tessuto compattato conduce meglio, ed è per questo che le crepitie vengono ascoltate più chiaramente. Nella fase di ripresa, non si sente molto bene. Con la polmonite lobare, il crepitio si sente più a lungo - entro pochi giorni. Diventa particolarmente lungo nella fase di recupero.

Il crepitio più silenzioso e non-sonoro si sente in caso di congestione nei polmoni. Ciò è dovuto alla mancanza di un processo infiammatorio che potrebbe migliorare il suono. La congestione si verifica nell'insufficienza cardiaca, nell'attività fisica, negli anziani. In questo caso, il fluido negli alveoli non è essudato infiammatorio, ma un trasudato di effusione.

Un altro aspetto caratteristico della crepitazione stagnante è una zona di ascolto insolita: la parte inferiore del polmone, quasi nella parte inferiore. Mentre nei processi infiammatori, si sente il crepitio sull'area dell'infiammazione. Allo stesso tempo, con la stagnazione, il crepitio scompare dopo diversi respiri profondi, mentre durante l'infiammazione viene costantemente sentito.

Poiché il crepuscolo congestizio è associato a una circolazione sanguigna più lenta nei polmoni, è più spesso sentito immediatamente dopo un lungo sonno. Dopo respiri profondi, scompare a causa del fatto che viene ripristinata la ventilazione della parte posteriore dei polmoni. Il cracking può scomparire dopo uno sforzo fisico moderato. Naturalmente, questo accadrà solo se la causa non è l'insufficienza cardiaca, ma l'ipodynamia.

Crepitio sottocutaneo

Il cracking sotto la pelle si verifica durante l'iniezione di gas nel tessuto sottocutaneo - enfisema sottocutaneo. Questo fenomeno è osservato abbastanza raramente, poiché ciò richiede una lesione speciale dei polmoni, in cui l'integrità delle vie aeree è danneggiata. A causa di quali bolle di gas entrano nel sangue o nei tessuti circostanti.

Le cause dell'enfisema sottocutaneo possono essere le seguenti:

  • pneumotorace con rottura del lembo pleurico esterno;
  • frattura costale con lesione di un frammento di osso leggero;
  • ferita penetrante al polmone;
  • rottura delle vie respiratorie nella parte centrale o inferiore;
  • rottura dell'esofago;
  • infezioni anaerobiche.

La violazione dell'integrità delle vie respiratorie porta al fatto che le bolle d'aria entrano nei tessuti o nel sangue circostante. La penetrazione del gas è facilitata dal fatto che la pressione nel tratto polmonare cambia costantemente a causa del processo respiratorio. Molto spesso, l'aria penetra nel tessuto circostante, ma può diffondersi in tutto il corpo con il sangue. In questo caso, l'edema del tessuto sottocutaneo con crepitio può essere trovato in varie parti del corpo.

Più spesso, l'enfisema ha un leggero margine attorno al sito di lesioni o danni ai polmoni. Ma con lesioni estese, i sintomi si diffondono su tutto il petto, schiena, collo, testa, addome, spalle, ascelle e cosce. Sebbene non causi danni, l'ampia distribuzione di bolle di gas è pericolosa perché può causare attacchi cardiaci di organi interni. Inoltre, l'alta prevalenza suggerisce gravi danni ai polmoni.

Manifestazioni ossee

È spesso osservato in caso di artrosi del 2 ° grado. Il rumore è causato dal fatto che il liquido dell'articolazione scompare nel giunto, che lubrifica la superficie, eliminando l'attrito. Per questo motivo, le ossa iniziano a sfregarsi l'una contro l'altra, di conseguenza, la cartilagine articolare viene ferita e cancellata. Come reazione protettiva, sulla testa delle articolazioni compaiono escrescenze ossee.

Il crepitio è causato dall'attrito della cartilagine articolare e dalla crescita ossea. Non c'è crepitio nella prima fase di artrosi, dal momento che questo stadio è compensatorio, il paziente è solo preoccupato per il dolore. Nella terza fase, il crepitio non viene infestato, poiché altri segni sono sufficienti per una diagnosi. Inoltre non conducono l'auscultazione in merito al crepitio in caso di fratture, perché la storia e i raggi X sono sufficienti per la diagnosi.

Il cracking nei tessuti è un sintomo raro e piuttosto caratteristico, ma deve essere distinto dal rumore dell'attrito pleurico e dalla tosse a bolle fini. Si sente attraverso l'auscultazione con uno stetoscopio. Lo stesso crepitio non è trattato, in quanto è un sintomo, la terapia è completamente dipendente dalla malattia.

62. Classificazione del rumore respiratorio avverso. Crepitus. Il meccanismo di formazione del crepitio. Significato clinico La differenza di crepitii da altri suoni respiratori avversi.

Classificazione del rumore respiratorio avverso. I fenomeni sonori derivanti dall'atto di respirare sono chiamati rumori respiratori. Ci sono rumori respiratori di base e aggiuntivi o laterali. I principali suoni respiratori sono la respirazione vescicolare, bronchiale e aspra. Per il rumore aggiuntivo (laterale) sono inclusi il respiro sibilante, il crepito e il rumore dell'attrito pleurico. a causa del loro spasmo e gonfiore delle mucose. Sono i più caratteristici per un attacco di asma bronchiale.

Crepitare (crepitare - creak, crunch) è un rumore di respirazione laterale che si verifica quando gli alveoli sono idratati più del solito e hanno perso elasticità, che si sente solo all'altezza del respiro come un breve "lampo" o "esplosione". Assomiglia al suono che si verifica quando le dita impastano un fascio di capelli vicino all'orecchio. Di solito il crepitio è un segno di polmonite lobare, che accompagna le fasi di comparsa e riassorbimento dell'essudato; può essere occasionalmente sentito all'inizio dello sviluppo dell'edema polmonare. Diversamente dal respiro sibilante, il crepitio non si verifica nei bronchi, ma negli alveoli, quando vi è essudato in essi. È un segno diagnostico molto importante che indica la sconfitta del parenchima polmonare. Crepitio (crepitio - crepitio). In contrasto con il respiro sibilante, il crepitio non si verifica nei bronchi, ma negli alveoli, quando vi è essudato in essi. È un segno diagnostico molto importante che indica la sconfitta del parenchima polmonare. Questo suono può essere paragonato a quello che si sente quando si sfregano le ciocche di capelli sull'orecchio.

Il meccanismo di insorgenza di crepitazione seguente: la presenza di liquido negli alveoli della parete durante l'espirazione stare insieme durante la successiva inspirazione danno razlipayutsya e all'altezza del fenomeno sonoro inalazione, che si chiama crepitii, che è il suono di razlipaniya pareti alveolari aderenti. La differenza di crepitii da altri suoni respiratori avversi. Il crepito a volte viene erroneamente chiamato crepitio o sibilo subcreativo. Ciò non è corretto, poiché questi fenomeni auscultatori sono diversi sia dal meccanismo della loro origine che dalle caratteristiche auscultatorie. Quindi, il crepitio si sente solo all'altezza dell'inalazione, mentre i rantoli bagnati - in entrambe le fasi. Dopo la tosse, i cambiamenti sibilanti possono scomparire e il crepitio non cambia. Il crepitio si verifica in alveoli di dimensioni uniformi ed è lo stesso nel suo calibro (di un calibro), più monotono, mentre il respiro sibilante si forma nei bronchi di diverso calibro e quindi di dimensioni diverse. Il crepito appare sotto forma di un'esplosione, simultaneamente, mentre il respiro sibilante è più lungo nel tempo. Nell'area di ascolto, la crepitazione è sempre più grande del respiro sibilante, poiché gli alveoli sono più grandi di un respiro sibilante in un dato campo acustico.

Significato clinico L'aspetto del crepitio è molto caratteristico della polmonite lobare. Talvolta il crepitio è udito negli anziani senza patologia polmonare, se si trovavano in posizione orizzontale o con respirazione molto superficiale e si verifica atelettasia fisiologica. Durante i primi respiri profondi, gli alveoli, che sono in uno stato collassato, sono raddrizzati e si sente il crepitio transitorio. Questo è un evento molto comune negli anziani, nei pazienti deboli e costretti a letto.

auscultazione

Il fonendoscopio è posto sopra i punti simmetrici della metà destra e sinistra del torace. Nel determinare il tipo di base della respirazione, il paziente respira attraverso il naso, la bocca è chiusa. Quando si ascolta il rumore respiratorio negativo, il paziente è invitato a respirare profondamente attraverso la bocca.

1. Determinazione del tipo principale di respirazione:

· Difficile con espirazione prolungata

· Amorfico (sinonimo-bronchiale risonante)

2. Determinazione del rumore respiratorio avverso:

· Respiro affannoso (secco, umido)

· Crepitus (vero, falso)

· Rumore da attrito pleurico

Il soffio vescicale si sente quando l'auscultazione dei polmoni è normale (è un tipo normale di respirazione) e si verifica a causa dell'oscillazione delle pareti elastiche degli alveoli immodificati al momento del loro riempimento con l'aria durante la fase inspiratoria. Le oscillazioni delle pareti degli alveoli continuano all'inizio dell'espirazione, occupando circa 1/3 di esso (figura 3). Nelle persone sane, tale respirazione viene udita su gran parte della superficie dei polmoni e viene percepita come un rumore uniforme, continuo, morbido, che assomiglia al suono "f" - si sente durante l'intera inspirazione e nel terzo iniziale dell'espirazione.

Fig. 3. Respirazione vescicolare

Un altro tipo di normale rumore respiratorio viene udito attraverso la laringe e la trachea, il respiro BRONCHIAL o la respirazione laringo tracheale, che si verifica a seguito della vibrazione delle corde vocali mentre l'aria passa attraverso la glottide. La respirazione bronchiale si sente durante l'inspirazione e durante l'intera espirazione (Fig. 4). Il rumore di esalazione è più grossolano, rumoroso e prolungato a causa di un restringimento della glottide nell'espirazione. Va ricordato che la respirazione bronchiale si sente anche a destra sopra il lobo superiore a causa del bronco principale destro più corto e più largo, così come il bronco apicale destro più superficiale e orizzontale.

Figura 4. Respirazione bronchiale

Normalmente, le persone con fisico astenico, con muscoli sottosviluppati e un sottile strato di grasso sottocutaneo, aumentano la respirazione vescicolare. L'indebolimento fisiologico della respirazione vescicolare è osservato con un aumento della deposizione di grasso nel tessuto adiposo sottocutaneo ed è sentito su tutta la superficie dei polmoni.

Il BREVETTO VESICOLARE patologico e indebolito è sentito localmente o diffusamente nella patologia del tessuto alveolare (Figura 5).

Fig. 5. Respirazione vescicolare indebolita

Le ragioni per l'indebolimento della respirazione vescicolare sono le seguenti:

● diminuzione del numero totale di alveoli (pneumosclerosi);

● riduzione delle proprietà elastiche degli alveoli, come risultato dell'atrofia dei setti interalveolari osservati durante l'enfisema;

● gonfiore infiammatorio delle pareti alveolari di una parte del polmone (stadio iniziale della polmonite cronica);

● insufficiente flusso d'aria negli alveoli lungo l'albero tracheobronchiale a causa della formazione di un'ostruzione meccanica (tumore del bronco, corpo estraneo bronchiale), infiammazione dei muscoli respiratori (miosite) e fratture costali, grave debolezza e adynamia, limitando la profondità della respirazione della metà malata del torace ( per esempio, con pleurite secca);

● accumulo di liquido o aria nella cavità pleurica;

● la respirazione può essere completamente assente con atelettasia ostruttiva.

Il BREVETTO BRONCHIALI patologico compare quando il tessuto polmonare viene compattato. In questo caso, l'oscillazione delle pareti alveolari del polmone è assente e il tessuto polmonare senz'aria diventa un buon conduttore di onde sonore di respirazione laringo tracheale sulla superficie del torace. Può essere ascoltato nella seconda fase della polmonite lobare a causa del riempimento degli alveoli con essudato infiammatorio, nonché con atelettasia da compressione, quando gli alveoli vengono compressi con fluido o aria accumulati nella cavità pleurica.

L'ALIMENTO DURO, in cui le fasi di inspirazione ed espirazione sono intensificate (Fig. 6), è causato da un restringimento del lume dei bronchi a causa del rigonfiamento infiammatorio della mucosa, che causa un aumento della velocità del movimento dell'aria. In questo caso, gli alveoli con maggiore forza fanno fluttuazioni. La respirazione dura si verifica con la bronchite non ostruttiva e si sente su tutta la superficie del torace, poiché la bronchite è un processo diffuso.

Figura 6. Respirazione intensa

IL RESPIRO DURO CON SCARICO ALLUNGATO (Fig. 7) si presenta come conseguenza di una grave ostruzione bronchiale, che è accompagnata da un aumento della velocità del movimento dell'aria prevalentemente all'espirazione. La respirazione prolungata con respiro affannoso si sente nei pazienti con bronchite cronica ostruttiva.

Fig. 7. Respirazione intensa con espirazione prolungata.

La respirazione SACCATA o intermittente sta respirando, quando la fase inspiratoria consiste in brevi respiri intermittenti con piccole pause, mentre l'espirazione non viene alterata. La respirazione di Sacard è causata dal processo infiammatorio nei piccoli bronchi e anche nell'apice dei polmoni con infiltrazione tubercolare. Sopra l'intera superficie dei polmoni, la respirazione saccata si sente quando il paziente viene auscultato in una stanza fredda, o quando i muscoli sono malati, il tremore nervoso e così via.

La respirazione ANFORICA si sente quando viene rilevata nella cavità a pareti lisce del polmone con un diametro di 5-6 cm, che comunica con il grande bronco (Fig. 8).

Figura 8. Respiro anfora

Rumore respiratorio rotante comprende rantoli secchi e umidi, crepitii, rumore di attrito pleurico.

CRYPES SECCO si formano nei bronchi quando hanno una secrezione viscosa o restringimento del loro lume a seguito di spasmo o gonfiore della mucosa. L'aria, passando attraverso il lume ristretto del bronco, dà un fenomeno sonoro, che si chiama secca rales (Fig. 9). I rantoli secchi possono variare in natura a seconda della loro presenza nei bronchi grandi o piccoli. I sonagli formati in piccoli bronchi sono solitamente alti o alti. Assomigliano a un fischio speciale (respiro affannoso), in grandi bronchi, al contrario, si manifesta un sibilo basso.

Fig. 9. Rantoli secchi

Il respiro sibilante può essere sentito in entrambe le fasi del ciclo respiratorio - durante l'inspirazione e l'espirazione. Durante un attacco di asma bronchiale (con sindrome bronchospastica), quando c'è uno spasmo di muscoli lisci dei bronchi e accumulo di una secrezione viscosa in loro (discrinia), le ranture a secco si sentono meglio durante un'espirazione prolungata. Spesso possono essere ascoltati anche a distanza dal paziente. Tale respiro è chiamato distante.

Nella sindrome da bronchite, le ranture a secco sono diffuse in tutto il polmone. L'ascolto di rantoli secchi in un posto, specialmente nell'apice del polmone, può essere un sintomo precoce del processo di tubercolosi.

BAGNATO UMIDO può formarsi nella trachea, nei bronchi, inclusi i bronchi, drenando la cavità polmonare, contenente liquido. L'aria, passando attraverso i bronchi che contengono le secrezioni liquide, provoca la formazione di bolle, che esplodono. Il suono che si alza nello stesso momento è chiamato rantoli umidi (Fig. 10 a, b, c).

Secondo il calibro dei bronchi, che sono il sito della formazione di rantoli umidi, è consuetudine dividerli in bolle fini, bolle medie e bolle grandi.

Di grande importanza pratica è l'ascolto di rantoli spumeggianti (Fig. 10 a), che si formano nei piccoli bronchi. Nonostante il fatto che il luogo di origine di rantoli di bubbling umidi sia i piccoli bronchi, la causa della loro comparsa è, di regola, edema infiammatorio del tessuto alveolare dei polmoni. Ascoltarli in un'area limitata indica spesso lo sviluppo della broncopolmonite.

Fig. 10a. Buon respiro affannoso

Le bolle di medie dimensioni (figura 10b) si presentano nei bronchi di medio calibro quando vi sono condizioni per l'accumulo di contenuto liquido, per esempio, in presenza di bronchiectasie. La causa del respiro sibilante moderato può anche essere un'infiammazione purulenta in caso di bronchite purulenta.

Fig. 10b. Rantoli medio ribollenti

Grandi bolle (fig. 10c) si formano nella trachea o nei grandi bronchi. Stanno ribollendo, di solito si sentono da lontano. Krupnopuzyrchatye rales, localizzati simmetricamente nelle parti posteriori inferiori dei polmoni o sulla sua superficie respiratoria, caratteristica dell'edema polmonare. A livello locale, possono essere uditi sopra la cavità con un livello di fluido che si collega al bronco. In questo caso, il respiro sibilante sarà grande bolla e doppiato, poiché si formano nella cavità di risonanza. La capsula della cavità densa e l'infiammazione ri-focale contribuiscono anche a una buona prestazione sonora.

Fig. 10c. Grande respiro affannoso

È anche importante distinguere i rantoli bagnati dalla loro sonorità. Le reni umide in una sindrome ostrobronchitica isolata senza diminuire l'ariosità del tessuto polmonare circostante sono non risonanti. Ciò è dovuto al fatto che il tessuto aereo situato intorno al bronco, sopprime i suoni che si sono formati nei bronchi. Nel caso della presenza di concomitante sindrome di consolidamento del tessuto focale intorno al bronco, che si osserva nella broncopolmonite, il suono che si verifica nel bronco è ben condotto sulla superficie del torace. I rantoli bagnati che si verificano nelle cavità con pareti dense (cavità risonanti) acquisiscono un carattere sonoro.

CREAZIONE (crepitatio - crepitio) - rumore respiratorio collaterale risultante dalla contemporanea scissione di un gran numero di alveoli contenenti una piccola quantità di essudato. In presenza di essudato negli alveoli durante l'espirazione, le pareti di quest'ultimo si incastrano tra loro e durante la successiva inalazione, aderendo insieme, danno alla sua altezza quel fenomeno sonico, che è chiamato crepitio (Figura 11). Il più spesso è rilevato con polmonite lobare. Il crepitio si sente all'altezza dell'inalazione e non scompare dopo la tosse, a differenza delle rantoli di gorgogliamento sottili che si sentono durante l'inspirazione e l'espirazione e spesso scompaiono dopo la tosse.

Fig. 11. Crepitio

Lo sfregamento ad attrito della pleurite (Fig. 12) si verifica quando la pleurite secca è causata dall'attrito delle foglie mutate della pleura l'una con l'altra durante la respirazione e assomiglia a graffi o graffi. La caratteristica del rumore dell'attrito pleurico è ascoltarla durante entrambe le fasi della respirazione - durante l'inspirazione e l'espirazione. A volte questo rumore è così grossolano che può essere sentito con la palpazione della mano.

Il rumore di attrito pleurico in alcuni casi deve essere distinto dalla crepitazione dalle seguenti caratteristiche: 1) di solito si sente in due fasi della respirazione e le crepature sono solo durante l'inspirazione e alla sua altezza; 2) quando si preme con uno stetoscopio sul torace, questo rumore aumenta e il crepitio rimane invariato.

Fig. 12. Rumore da attrito pleurico

Quando si differenzia il rumore di attrito pleurico da rantoli bagnati, si dovrebbe chiedere al paziente di tossire. Il rumore dell'attrito pleurico non cambia, mentre i ratti bagnati possono scomparire. Oppure, dopo aver espirato, chiudendo la bocca e il naso, il paziente sporge il suo stomaco, provocando la discesa del diaframma (rende falso il respiro). La pleura viscerale e parietale entrano in contatto e se il paziente ha una pleurite secca, allora c'è un rumore di attrito pleurico. I rantoli bagnati quando si esegue questo test non saranno ascoltati, poiché l'aria non fluisce attraverso i bronchi.

bronhofoniya - ascoltando il discorso sussurrato - dà un'idea della diffusione dei suoni dalle corde vocali attraverso la colonna d'aria dei bronchi alla superficie del torace. Quando si esamina la bronchofonia di un paziente, viene loro chiesto di pronunciare parole che contengono lettere pizzicanti: "tazza di tè". Normalmente, la voce viene condotta sulla superficie del torace molto debolmente e allo stesso modo su entrambi i lati in punti simmetrici. Con la compattazione infiammatoria del tessuto polmonare, la presenza di una cavità nel polmone, collegata al bronco, l'atelettasia della compressione, i suoni diventano più forti, in questi casi indicano un aumento della bronchofonia. Con pleurite essudativa, idrotorace, pneumotorace e atelettasia ostruttiva, viene determinato un significativo indebolimento unilaterale della bronchofonia. Quando l'enfisema polmonare ha rivelato un indebolimento bilaterale della bronchofonia.

Data di inserimento: 2015-02-10; Visualizzazioni: 1408; LAVORO DI SCRITTURA DELL'ORDINE