Quanti di solito si trovano in ospedale con la polmonite dei polmoni?

La polmonite è un'infiammazione del tessuto polmonare con lo sviluppo di un quadro clinico caratteristico. In assenza di una terapia competente, il processo porta all'interruzione delle funzioni vitali del corpo e alla morte del paziente. Pertanto, i moderni standard di trattamento di tali condizioni in molti casi implicano che il paziente è in ospedale. Solo in queste condizioni il medico può monitorare adeguatamente le condizioni della persona che ha presentato domanda di aiuto e l'efficacia dei farmaci prescritti.

La durata del trattamento della polmonite in ospedale

I termini dell'ospedalizzazione del paziente dipendono da una varietà di fattori, tra cui lo stato generale del corpo al momento della malattia, l'età, lo stato del sistema immunitario, il tipo di agente patogeno, la corretta selezione del trattamento antibatterico. È ovvio che una persona di età compresa tra 60 e 70 anni, con una diminuzione fisiologica correlata all'età del livello di protezione immunitaria e polmonite lobare causata da un ceppo resistente alla maggior parte degli antibiotici, rimarrà in ospedale per molto più tempo di un giovane uomo relativamente sano con una lesione focale.

La degenza ospedaliera media per i pazienti con polmonite è di 12 giorni. Dovrebbe essere inteso che questo indicatore è adatto solo per la valutazione statistica. È impossibile prevedere il decorso della malattia e i tempi della convalescenza.

Il tempo del trattamento ospedaliero dipende dallo schema antibatterico scelto. Il corso della terapia etiotropica può durare 5-15 giorni. Dipende dal farmaco scelto e dalla sua efficacia. Quindi, il tempo di trattamento con Ceftriaxone, Amoxicillina o Levofloxacina è rispettivamente di 10, 14 e 7 giorni. Il paziente viene dimesso non prima di 3 giorni dopo la normalizzazione della temperatura corporea e del quadro radiografico.

Il ricovero viene effettuato in presenza dei seguenti fattori di rischio che aumentano la probabilità di complicazioni o mettono in pericolo la sua vita:

  1. Età avanzata: i pazienti di età superiore ai 65-70 anni hanno un basso livello di protezione immunitaria. Ciò aumenta la probabilità di un processo di sintomo basso del processo, ma non riduce i rischi vitali. La situazione richiede l'osservazione ospedaliera di tutti, senza eccezione, i pazienti anziani con polmonite, indipendentemente dalla gravità della malattia.
  2. Mancanza di efficacia del trattamento ambulatoriale effettuato entro 3 giorni: la mancanza di un effetto visibile indica una terapia scelta in modo errato o scarsa aderenza al paziente ai farmaci prescritti. Entrambe le situazioni sono un motivo per rinviare ad un ospedale.
  3. Processi volumetrici: i pazienti con polmonite cronica sono soggetti a rapido deterioramento. Per rispondere rapidamente alle dinamiche negative è possibile solo con il monitoraggio costante della persona.
  4. La presenza di segni di insufficienza respiratoria - confusione, depressione, dispnea superiore a 30 movimenti respiratori al minuto, emodinamica instabile, cianosi indica la presenza di ipossia o lo sviluppo di shock tossico-infettivo. È necessario fermare tali condizioni nel reparto specializzato dell'ospedale.
  5. Malattie concomitanti (BPCO, bronchite cronica, epatite, pielonefrite, infezione da HIV nella fase di AIDS, diabete mellito) aumentano la probabilità di complicanze, che richiede monitoraggio e diagnosi 24 ore su 24.
  6. La presenza di complicanze (ascesso, insufficienza renale, sindrome tossica generale pronunciata) è un'indicazione inequivocabile per il ricovero in ospedale.
  7. Fattori sociali: la permanenza in ospedale viene mostrata a persone che non sono in grado di esercitare l'auto-cura o assumere farmaci (anziani, disabili, persone con scarsa aderenza al trattamento).

Criteri di recupero

La conclusione sul successo del trattamento del paziente viene effettuata sulla base di dati clinici, radiologici e di laboratorio. Clinicamente, il paziente ha notato la scomparsa dei sintomi del processo infiammatorio. La tosse scompare, l'espettorato si arresta, la temperatura della pelle ritorna normale. Una certa debolezza e affaticamento può persistere per 3-5 giorni e non è un motivo per continuare il ricovero in ospedale.

Le immagini radiografiche del blackout corrispondente al centro del processo infiammatorio sono assenti. È meglio se la valutazione sarà condotta rispetto agli studi precedenti. Nell'analisi clinica scompaiono i marcatori ematici di infiammazione (leucocitosi, uno spostamento a sinistra, un aumento di VES). La conservazione dei segni del processo infiammatorio in assenza di dati radiografici indica la presenza di patologie batteriche e virali in altri organi e sistemi. Piccole deviazioni dalla norma possono persistere per una settimana dopo il recupero.

La durata del trattamento della polmonite nei bambini e negli anziani

Nei pazienti anziani, l'infiammazione è prolungata, sullo sfondo dell'assenza di segni clinici luminosi. Ciò è dovuto a un complesso di malattie comorbili che riducono la capacità rigenerativa del corpo, la presenza di immunodeficienza legata all'età, una diminuzione della capacità vitale dei polmoni e la scarsa mobilità del paziente. C'è anche una carenza di capacità del medico di scegliere un farmaco antibatterico. Molti prodotti sono tossici, il che rende impossibile l'uso degli anziani.

Il tempo medio di ospedalizzazione di una persona in età è aumentato del 30-35% rispetto ai pazienti di giovani e di mezza età. Le persone anziane con polmonite grave a volte necessitano di un trattamento ancora più lungo, che può durare per diversi mesi. In caso di marcate alterazioni respiratorie, tale paziente può essere trasferito a un ventilatore, che richiederà una successiva riabilitazione nel reparto terapeutico.

Non meno difficile da trasportare polmonite e bambini di età inferiore ai 5 anni. La loro immunità non è ancora completamente formata e non è in grado di combattere completamente l'infezione. Ciò è dovuto a gravi processi infiammatori. La permanenza di un bambino in ospedale per polmonite richiede almeno 2 settimane, spesso a causa della necessità di monitorare il paziente anche dopo la completa eliminazione dei sintomi della malattia. All'età di 5 anni e fino alla maggiore età, il corpo del bambino ha un alto livello di protezione e affronta rapidamente l'infezione. Pertanto, il tempo di ospedalizzazione diventa più breve.

Negli ultimi anni, il tempo di trattamento ospedaliero nei pazienti pediatrici è diventato uguale a quello negli adulti. Il fenomeno è dovuto all'indebolimento generale dell'immunità dei bambini associato a una dieta scorretta e uno stile di vita sedentario.

Il tempo richiesto per l'ospedalizzazione può variare entro limiti molto ampi. Per ridurlo, dovresti cercare aiuto ai primi sintomi della malattia, seguire esattamente tutte le istruzioni del medico curante, seguire una dieta completa e seguire il delicato regime giornaliero.

La durata del trattamento ospedaliero di polmonite

La durata del trattamento ospedaliero dipende dalla gravità della malattia, dallo stato del sistema immunitario del paziente e dai farmaci che assume. Pertanto, in presenza di sintomi acuti della malattia, lo specialista deve prima determinare il corso del trattamento, in base al quale è prevista la durata della degenza del paziente nella clinica.

In quali casi è necessario il ricovero in ospedale?

Il processo infiammatorio nei polmoni è più spesso lieve e moderato. In questi casi, l'ospedalizzazione non è obbligatoria e la durata del trattamento non supera le tre settimane.

Il trattamento della polmonite dipende dai seguenti fattori:

  • tipo di agente patogeno;
  • la risposta dell'organismo all'assunzione di antibiotici;
  • benessere generale del paziente;
  • gravità della malattia.

A seconda dei fattori sopra descritti, viene determinato per quanto tempo sarà trattata la malattia. Se il paziente ha una fase grave della malattia, allora lo standard di trattamento presuppone la sua implementazione in ospedale. Per determinare la gravità della malattia utilizzata scala prognostica CURB65.

Si basa sui seguenti sintomi:

  • la coscienza del paziente è disturbata, che viene verificata mediante semplici domande che non causano difficoltà alle persone comuni;
  • la quantità di urea supera i livelli normali;
  • bassa pressione sanguigna (meno di 90 a 40 mm);
  • paziente di 65 anni e oltre.

In presenza di almeno uno dei suddetti fattori, il paziente viene necessariamente inviato all'ospedale.

Il trattamento della polmonite in ospedale viene effettuato nei casi in cui il paziente ha:

  • alte temperature e grave intossicazione;
  • la coscienza è confusa;
  • la disidratazione;
  • aumento della frequenza respiratoria, più di 30 respiri / respiri al minuto;
  • respirare è difficile;
  • un sacco di espettorato;
  • la presenza di patologie concomitanti;
  • c'è una polmonite di tipo bilaterale.

I più pericolosi per il ricovero sono i primi tre giorni. Durante questo periodo, al paziente viene mostrato un rigoroso riposo a letto.

Se il paziente è un giovane o un bambino, allora non abbassano la temperatura, se non supera il limite di 39 gradi. Per prevenire le piaghe da decubito e il ristagno nei polmoni, il paziente può alzarsi dal letto e camminare per il reparto per 20 minuti. Se la temperatura è diminuita, sono possibili brevi passeggiate.

I pazienti con polmonite dovrebbero bere molti liquidi. Oltre all'acqua minerale puoi bere bevande alla frutta, tè e succhi di frutta.

Dovresti anche seguire una dieta che include minestre leggere, frutta e verdura, nonché piatti a base di carne e pesce. Le inalazioni di ossigeno sono spesso utilizzate per pazienti gravemente malati. Se si osserva insufficienza respiratoria acuta, lo standard di trattamento presuppone la respirazione artificiale.

Caratteristiche del trattamento ospedaliero

Dopo che il medico decide di mettere il paziente in ospedale, quest'ultimo riceve un rinvio per una radiografia. In alcuni casi, la tomografia computerizzata o l'ecografia possono essere utilizzati come ulteriore diagnosi.

Durante i primi giorni di trattamento, il paziente deve superare tutti i test. Sangue e flemma sono dati.

Inoltre, considerando le condizioni del paziente, il medico può prescrivere i seguenti studi:

  1. PCR per determinare il DNA del patogeno.
  2. Esame del sangue fluorescente.
  3. Saturazione di ossigeno.
  4. Analisi delle urine per cercare antigeni, ecc.

Nella medicina moderna, il medico riceve solo quattro ore per elaborare un piano di trattamento. Poiché solo i pazienti con polmonite grave vengono inviati per il trattamento in ospedale, qualsiasi ritardo può essere irto di gravi conseguenze.

Il trattamento principale per la polmonite è la terapia antibiotica. Indipendentemente dal fatto che il paziente venga trattato a casa o in regime di ricovero, prima di tutto gli vengono prescritti antibiotici. Oltre a loro, il medico può prescrivere i seguenti farmaci:

  1. FANS
  2. Mucolitici.
  3. Espettoranti.
  4. Antidolorifici.

La terapia farmacologica non è l'unica in ambito ospedaliero. Oltre a lei, al paziente vengono prescritte le seguenti procedure:

  • massaggio alla schiena;
  • fisioterapia;
  • esercizi di respirazione

Il più delle volte, gli antibiotici vengono fermati circa una settimana dopo l'inizio del trattamento. La terapia antimicrobica può essere eseguita per circa 10 giorni nel caso di una moderata gravità della malattia. Il trattamento standard delle forme gravi fornisce più di 20 giorni di terapia.

La durata del trattamento ospedaliero dipende in gran parte dal tipo di agente patogeno. Il decorso terapeutico più breve è di 5-7 giorni di trattamento, che viene eseguito quando vengono rilevati pneumococchi in un paziente.

Se la causa della malattia diventa Pseudomonas bacillo o enterobatteri, la durata del trattamento può essere di circa un mese e mezzo. Nei casi più gravi, possono essere usati farmaci venosi o antigoccia.

La terapia con compresse viene applicata solo un giorno dopo che la temperatura si è stabilizzata. Dopo altri cinque giorni, gli antibiotici possono essere fermati.

Se la terapia antibiotica non porta i risultati attesi, allora il medico deve cambiare il corso del trattamento. A tale scopo, vengono analizzati questi fattori, a causa dei quali la terapia non ha portato il risultato atteso.

Nel processo di trattamento di questa malattia, sono possibili situazioni in cui il paziente può scomparire tutti i segni evidenti di polmonite. Allo stesso tempo, rimangono infiltrazioni di fuzzy sui raggi X e alti tassi di sedimentazione degli eritrociti. In tali situazioni, lo standard di trattamento di solito non implica il prolungamento del corso degli antibiotici, poiché i farmaci di questo spettro agiscono sull'agente causativo della malattia e non sui segni morfologici.

Durata del trattamento

La maggior parte delle persone è interessata a quanto stare in ospedale con la polmonite.

Il recupero si verifica quando vengono ripristinati i seguenti indicatori:

  • respirazione;
  • temperatura;
  • indicatori radiografici.

Nella maggior parte dei casi, la cura viene dopo tre settimane di terapia. In questo caso, il paziente deve sottoporsi all'osservazione di un medico per altri sei mesi.

Durante questo periodo vengono effettuati 3-4 esami. Inoltre, il paziente deve riprendere i test e passare attraverso i raggi x. Se il medico non rileva segni di ulteriore sviluppo della patologia dopo che tutti i test sono stati effettuati, il paziente viene rimosso dal registro.

Il processo di recupero può essere difficile a causa dei seguenti motivi:

  • la presenza di malattie croniche nel periodo di esacerbazione;
  • la concentrazione purulenta non era sufficientemente drenata;
  • presenza di malattie genetiche.

Caratteristiche della terapia nei bambini e nei pazienti anziani

Poiché le difese del corpo si indeboliscono con l'età, il decorso di qualsiasi malattia può diventare notevolmente più complicato. La polmonite in questo caso può causare complicazioni significative. I pazienti di età superiore ai 65 anni sono ricoverati in ospedale.

Tuttavia, a causa della rapida progressione di questa malattia e delle probabili complicazioni, molti pazienti dopo i 55 anni vengono anche sottoposti a trattamento ospedaliero.

I pazienti più anziani hanno un'alta probabilità di un decorso a lungo termine della malattia e della presenza di varie complicanze extrapolmonari. Inoltre, la polmonite in età avanzata ha spesso un vago quadro di sviluppo, e quindi complica in modo significativo la diagnosi e la fornitura di assistenza tempestiva.

In presenza di malattie concomitanti, che sono spesso presenti nei pazienti anziani, è necessario condurre un trattamento combinato finalizzato al rafforzamento generale del corpo.

Il trattamento ospedaliero può durare da due settimane a un mese. La durata del trattamento può essere estesa in caso di eventuali complicazioni. Dopo il trattamento, il paziente viene sottoposto a un'osservazione completa del dispensario.

Anche i bambini sono a rischio perché il loro sistema immunitario è debole. Di conseguenza, l'infezione da un'infezione batterica o virale è molto più facile, specialmente se il bambino è spesso in luoghi con grandi concentrazioni di persone.

Il trattamento ospedaliero dei bambini comporta le stesse condizioni dei pazienti adulti - cioè, solo nei casi più gravi. Tuttavia, gli esperti raccomandano di mettere il bambino in ospedale, anche se la forma identificata della malattia è lieve, perché sotto la costante supervisione dei medici il bambino si riprenderà più velocemente.

Nelle forme più lievi della malattia, lo standard di trattamento è di una settimana, nei casi più gravi, di due settimane o più. I pazienti giovani vengono raramente messi in quarantena.

La durata del trattamento della polmonite è determinata dal medico sulla base di una diagnosi approfondita. I fattori principali qui sono: il decorso della malattia, il tipo di agente patogeno e le condizioni del paziente. Anche l'età di questi ultimi ha un ruolo significativo, considerando l'indebolimento dell'immunità nei pazienti anziani e nei bambini.

I vantaggi del trattamento ospedaliero sono che consentono al paziente di essere sotto la costante supervisione del personale medico.

I casi più gravi di polmonite sono caratterizzati da un decorso imprevedibile e solo uno specialista sarà in grado di determinare come reagire ai cambiamenti nelle condizioni del paziente.

Come e quanta polmonite viene trattata in ospedale

Nessuno vuole giacere in ospedale, ma se stiamo parlando di una forma grave di polmonite, allora è meglio non rifiutare il ricovero in ospedale. Fortunatamente, più della metà dei casi sono trattati in regime ambulatoriale.

Indicazioni per il ricovero in ospedale

Nella pratica del trattamento della polmonite, i medici utilizzano le linee guida per la gestione dei pazienti adulti con infezioni del tratto respiratorio inferiore. Lo standard soddisfa gli standard internazionali e offre le tecniche terapeutiche più avanzate.


Secondo il documento, i pazienti ambulatoriali includono persone con polmonite da lieve a moderata. Sono trattati a casa per 1-3 settimane. Il periodo di tempo fino al completo recupero dipende da:

  • tipo di agente patogeno;
  • la gravità della malattia;
  • reazioni antibiotiche;
  • condizione generale del corpo.

I pazienti con polmonite grave entrano in ospedale per il trattamento. È determinato in punti su una scala di CURB65 e valutazione clinica. Ogni seguente fattore è stimato in un punto:

  • violazione della coscienza (determinata ponendo domande semplici che non richiedono conoscenze particolari);
  • il livello di urea nel sangue è superiore a 7 mmol / l;
  • una diminuzione della pressione arteriosa (sistolica inferiore a 90 mm Hg e / o diastolica inferiore a 60 mm Hg);
  • età oltre 65 anni.

Con CURB65 pari a 0, il paziente rimarrà su una base ambulatoriale, mentre i valori di 1, 2 e 3 indicano la necessità di ricovero in ospedale.

In pratica, le persone con:

  • polmonite bilaterale;
  • alta temperatura e grave intossicazione;
  • espettorato purulento;
  • tasso di alta frequenza respiratoria (oltre 30 al minuto);
  • insufficienza respiratoria acuta;
  • violazione della coscienza;
  • grave disidratazione;
  • gravi malattie concomitanti;
  • solitario.

Modalità ospedale

I parenti sono sempre preoccupati della domanda su quanto dura il periodo più pericoloso. I medici distinguono i primi 3-4 giorni dall'inizio del trattamento. Sullo sfondo di febbre e intossicazione, al paziente viene assegnato il riposo a letto. La temperatura corporea dei giovani inferiore a 39 ° C non batte.

Per prevenire il ristagno di polmoni e piaghe da decubito, si consiglia al paziente di alzarsi dal letto per almeno 20 minuti. Non appena la temperatura diminuisce, puoi salire e fare brevi passeggiate.

Il trattamento standard per la polmonite è bere in abbondanza. Sono particolarmente utili bevande alla frutta, succhi di frutta, tisane, acqua minerale non gassata. La dieta prevede minestre leggere, piatti a base di pesce e carne, verdure e frutta.

Per i pazienti pesanti in ospedale vengono preparate inalazioni di ossigeno. Nell'insufficienza respiratoria acuta, viene eseguita la respirazione artificiale.

Misure diagnostiche e terapeutiche in ospedale

L'ospedale offre la migliore opportunità per una diagnosi approfondita di polmonite. Anche nel pronto soccorso, il pneumologo condurrà un esame clinico e indirizzerà il paziente a una radiografia. L'immagine è presa in due proiezioni. In casi eccezionali, possono ordinare un'ecografia o una TAC.

Il primo giorno di ospedalizzazione, gli specialisti prenderanno sangue ed espettorato per l'analisi. Ulteriori informazioni sui risultati dei metodi di laboratorio e di radiazioni sono disponibili nel capitolo "Diagnostica". Nel corso del trattamento, per valutare le dinamiche del recupero o per chiarire la diagnosi, al paziente possono essere prescritti altri tipi di esami. Questi includono:

  • determinazione dell'urea, degli elettroliti e dei parametri ematici del sangue;
  • saturazione di ossigeno;
  • PCR al DNA pneumococcico;
  • rilevamento di antigeni di L. pneumophila nelle urine;
  • reazione di immunofluorescenza diretta (RPIF) su L. pneumophila;
  • test sierologici per micoplasma, ecc.

Prima di determinare il tipo di patogeno, la terapia antimicrobica viene scelta empiricamente. Nei casi più gravi, il conto va all'ora. Essere in ritardo può essere fatale. Il medico ha 4 ore per prendere una decisione e scrivere un corso terapeutico. Nelle sue attività, può essere guidato da un algoritmo speciale (Figura 2).

Oltre agli antibiotici, il corso terapeutico include:

  • antidolorifici;
  • FANS;
  • mucolitici;
  • droghe espettoranti.

Oltre ai farmaci mostrati:

  • massaggio alla schiena;
  • fisioterapia;
  • esercizi di respirazione

Durata del trattamento antibiotico

La questione della durata degli antibiotici è anche di grande preoccupazione per i pazienti e le loro famiglie. Di solito questi farmaci smettono di assumere dopo 7 giorni. Con una polmonite moderata, il periodo di terapia antimicrobica viene esteso a 10 giorni e, per quanto grave, può superare i 20 giorni. I regimi antibiotici sono elencati qui.

A seconda dell'agente patogeno, è consuetudine concentrarsi sui seguenti termini di trattamento:

La durata del trattamento della polmonite in ospedale

La polmonite inizia come una complicazione dopo l'infiammazione delle prime vie respiratorie e malattie: influenza, mal di gola, bronchite. Questa è una forma non ospedaliera di polmonite. Ma la polmonite colpisce molto spesso i polmoni di pazienti allettati nei reparti di terapia, chirurgia, oncologia (malattia di tipo ospedaliero). Entrambe le forme sono difficili da determinare senza analisi speciali. Pertanto, sospettando lo sviluppo di infiammazione degli alveoli dei polmoni, il medico offre sempre un esame e un trattamento ospedaliero. Quanta polmonite si trova in ospedale dipende esclusivamente dalla gravità del danno delle vie aeree.

Eziologia della polmonite

In accordo con il quadro clinico, ci sono diversi tipi di polmonite.

Polmonite lobare

Caratterizzato da una reazione acuta, procede rapidamente con grave essudazione.

I sintomi che richiedono un trattamento ospedaliero immediato:

  • Segni di compattazione del tessuto polmonare: respiro pronunciato, tremore della voce.
  • Tosse secca, sviluppo di insufficienza respiratoria.
  • Febbre, brividi, febbre (40 o più).
  • Dolore al torace dovuto all'infiammazione delle membrane pleuriche.
  • Svenimento.

Polmonite focale

Si verificano a causa di un'infezione batterica. È espresso dai seguenti sintomi:

  • Aumento della temperatura (38,5-39), dolore alle tempie, collo.
  • Alternanza di brividi, febbre.
  • Tipo improduttivo di tosse (o lieve espettorato).
  • Dolore al petto da infiammazione, sudorazione.
  • Respirazione frequente e superficiale.
  • Debolezza.
  • Tachicardia.

Lo sviluppo della polmonite è graduale, di solito dopo le malattie del sistema respiratorio superiore. La mancanza di trattamento porta alla pleurite (un pericoloso accumulo di essudato tra le membrane pleuriche).

Polmonite interstiziale

Il processo infiammatorio coinvolge i tessuti connettivi che circondano i vasi sanguigni, così come le pareti alveolari dei tessuti peribronchiali dei polmoni.

Molteplici forme di infiammazione hanno sintomi diversi:

  • La tosse inizialmente è secca, quindi inizia una piccola quantità di espettorato.
  • La febbre è di natura febbrile.
  • Dispnea sulla linea ascendente.
  • Il dolore severo al torace non si osserva all'inizio della malattia, poiché i tessuti pleurici non sono interessati.
  • La sconfitta delle vie respiratorie avviene lentamente, senza sintomi gravi, ma lo sviluppo della fibrosi polmonare è pericoloso.

La durata della polmonite acuta di tutti i tipi va da 1,5 settimane a quattro. Le malattie di un corso protratto possono svilupparsi più di un mese.

Indicazioni per il ricovero ospedaliero obbligatorio

Qualsiasi tipo di polmonite è letale: il muco si accumula negli alveoli, impedisce il normale scambio di gas, il paziente non può respirare. Inoltre, i veleni prodotti da agenti patogeni provocano l'avvelenamento dell'intero corpo.

L'intossicazione e l'ipossia delle cellule causano disfunzione degli organi ematopoietici e respiratori, lo sviluppo di edema polmonare, ascesso purulento e sepsi. Le tossine danneggiano il sistema nervoso.

Pertanto, si dovrebbe andare immediatamente in ospedale per il trattamento dei seguenti sintomi:

  • Non appena il paziente con polmonite appare delirio, confusione, coscienza alterata, svenimento.
  • In caso di segni di disidratazione (vomito o diarrea).
  • Con una forte diminuzione della pressione sanguigna al confine di 95:65 e meno.
  • La frequenza cardiaca è o sopra 125 per 1 min, temperatura elevata (più di 39 gradi.).
  • A condizione che la frequenza respiratoria sia superata 30 volte al minuto, così come altri segni di insufficienza respiratoria a causa di polmonite.
  • Se ci sono segni di rottura di alveoli e sepsi: espettorato con sangue, pus.
  • Se un paziente ha BPCO, asma, pleurite.
  • In una situazione di trasporto dell'infezione da HIV, così come altre forme di immunodeficienza.
  • Se non puoi prenderti cura del paziente a casa.
  • Se il trattamento ambulatoriale non aiuta.
  • Assicurati di ricoverare bambini, donne incinte e anziani.

Il trattamento della polmonite nell'ospedale garantisce la prevenzione di complicazioni pericolose.

Diagnosi e trattamento della polmonite in ospedale

Non appena il paziente entra nel reparto, il medico prescrive immediatamente uno studio, il cui scopo è quello di confermare (o smentire) lo sviluppo della polmonite.

Misure diagnostiche

Inizialmente, il medico bussa e ascolta i confini dei campi dei polmoni, notando i sigilli che si verificano nel processo di infiammazione (metodo a percussione). Controllare i cambiamenti nel sistema respiratorio sui raggi X (proiezione 2.3).

Inoltre, al paziente viene chiesto di superare i test:

  • Analisi del sangue generale (per determinare il numero di leucociti).
  • Biochimica del sangue (determinata dal livello di proteine ​​reattive C, AST, ALT e glucosio).
  • Test per la rilevazione di microrganismi patogeni nel sangue.
  • Analisi dello studio della composizione dell'espettorato.
  • Test delle urine

In caso di grave insufficienza polmonare, la funzione respiratoria viene controllata mediante spirografia, spirometria e vari test per determinare la capacità di diffusione dei polmoni.

Trattamento antibiotico

Quando si conferma la diagnosi di polmonite o si identifica il tipo di patogeno, vengono subito prescritti il ​​trattamento ospedaliero e la terapia antimicrobica. Per la distruzione di microrganismi patogeni nei polmoni, i medici usano antibiotici in pillole o iniezioni.

Terapia combinata

Per migliorare le funzioni di drenaggio degli organi respiratori, i mucolitici sono prescritti per la liquefazione, la separazione, la rimozione dell'espettorato: Lazolvan, Carbocisteina, Ambroxol, Bromhexin (terapia con nebulizzatore o compresse).

Caratteristiche del trattamento della polmonite in ospedale per adulti e bambini: schemi e termini

Le caratteristiche del trattamento della polmonite in ospedale (regimi di trattamento, regime, durata e altri parametri) sono determinate dal medico curante in base ai dati diagnostici del paziente. Nel processo di decisione sull'ospedalizzazione, non vengono prese in considerazione solo le condizioni del paziente, ma anche il suo stato sociale, stato psicologico e patologie concomitanti. Nonostante l'approccio individuale, esiste un algoritmo specifico per il trattamento della polmonite in ospedale, compresa la terapia etiotropica e patogenetica e i metodi fisici.

Quando è richiesto il ricovero per polmonite

Ad oggi, sono state sviluppate diverse varianti di scale, che consentono di valutare la gravità della malattia del paziente al fine di prendere una decisione sul ricovero in ospedale. Tuttavia, la questione se inviare una persona in ospedale o meno dipende dalla competenza e dall'esperienza del medico. Secondo i criteri russi standard, l'ospedalizzazione è indicata per le seguenti condizioni:

  • mancanza di effetto dalla terapia ambulatoriale per tre giorni;
  • il paziente ha più di 70 anni;
  • c'è una violazione della coscienza;
  • ci sono malattie associate, ad esempio insufficienza cardiaca, diabete, alcolismo;
  • bassi livelli di emoglobina (30 / min);
  • pleurite essudativa;
  • shock settico.

Dopo che la questione della determinazione del paziente in ospedale è stata risolta in una direzione positiva, gli è stato prescritto un esame diagnostico e sviluppato uno schema di terapia etiotropica e patogenetica.

Trattamento di Etiotropny di polmonite

La base del trattamento etiotropico (eliminando la causa) della polmonite in ospedale è l'uso di agenti antibatterici. Questi diagnostici batteriologici, di regola, sono pronti solo per 2-4 giorni, ma il ritardo può costare la vita del paziente. Pertanto, la scelta del farmaco antibatterico viene prodotta empiricamente prima della costituzione dell'agente infettivo. Se il farmaco è successivamente inefficace, il medico curante correggerà il regime di trattamento in base ai risultati di laboratorio ottenuti.

In conformità con gli standard di trattamento della polmonite in ospedale, i seguenti requisiti sono imposti sull'uso di antibiotici:

  • la terapia antibiotica deve essere iniziata il prima possibile, poiché il ritardo aumenta la probabilità di complicanze e morte;
  • il farmaco viene somministrato prevalentemente per via intramuscolare, nei casi gravi, per via endovenosa;
  • fino a quando l'agente eziologico non viene identificato, la scelta di un farmaco antibatterico si basa sulla divisione condizionale dei pazienti in due gruppi: lieve e grave (nel primo caso vengono mostrate cefalosporine 2-3 o preparati di penicillina, nel secondo gli stessi farmaci sono combinati con macrolidi);
  • La terapia con antibiotici viene eseguita in due fasi: prima si usano i farmaci iniettabili e poi (circa 3-4 giorni), vengono trasferiti in compresse (purché la temperatura corporea sia normale, i sintomi diminuiscono e non vi siano controindicazioni dagli organi gastrointestinali), questo riduce il tempo trattamento della polmonite in ospedale;
  • Per monitorare il trattamento, il paziente verifica periodicamente.

Trattamento patogenetico e sintomatico

La terapia patogenetica della polmonite in ospedale ha lo scopo di bloccare i meccanismi dello sviluppo della malattia e la terapia sintomatica è volta ad eliminare i sintomi. A seconda della gravità dell'infezione, il trattamento viene eseguito in più direzioni:

  • disintossicazione (implica infusione endovenosa di soluzione salina, soprattutto nei pazienti pesanti);
  • uso di farmaci corticosteroidi (nei casi più gravi);
  • l'introduzione di ossigeno usando una maschera o ventilazione dei polmoni;
  • terapia broncodilatatore (Bromhexine, Lasolvan, Althea, Euphyllinum e altri);
  • l'uso di inibitori enzimatici (ad alto rischio di ascesso);
  • albumina, retabolile, con ridotto contenuto proteico e sottopeso;
  • farmaci antiossidanti sono prescritti per proteggere le cellule, ad esempio la rutina, la vitamina C;
  • eparina o reopolyglucin è indicato per prevenire e correggere i disturbi vascolari;
  • in caso di immunodeficienza grave, l'immunoglobulina o il plasma vengono somministrati per via endovenosa.

Oltre a questi farmaci nel trattamento della polmonite negli adulti e nei bambini in un ospedale, se necessario, utilizzare farmaci antinfiammatori (FANS), analgesici antipiretici, non narcotici e altri.

fisioterapia

L'uso di metodi fisioterapeutici di trattamento della polmonite in ospedale è possibile sia nelle fasi iniziali (nel periodo acuto) sia dopo l'eliminazione dell'intossicazione e dei sintomi clinici. La terapia fisica ha i seguenti effetti:

  • elimina il processo infiammatorio;
  • ripristina l'immunità;
  • migliora la funzione respiratoria;
  • accelera il riassorbimento dell'infiammazione;
  • impedisce lo sviluppo della forma cronica della malattia;
  • normalizza la linfa e il flusso sanguigno nel tessuto polmonare.

A seconda delle prove, sono possibili i seguenti metodi di esposizione fisica.

Come curare la polmonite in ospedale

La polmonite è un'infiammazione acuta del tratto respiratorio inferiore e del tessuto polmonare di natura infettiva.

Per diversi decenni in Russia la diagnosi di "polmonite" è servita come motivo obbligatorio per l'ospedalizzazione del paziente in ospedale, ma ora tutto è cambiato: una serie di forme lievi della malattia può essere curata a casa sotto la supervisione quotidiana del medico curante.

Quando è necessario ospedalizzare un paziente con polmonite?

  • Se il paziente ha più di 70 anni;
  • Se l'esame del sangue mostrava tali anomalie come ridotta leucopenia o leucocitosi alta;
  • In caso di aspirazione delle vie respiratorie;
  • Se il paziente perde conoscenza, delirante;
  • Con respirazione rapida;
  • Se il paziente ha sintomi gravi di sepsi;
  • In presenza di metastasi infettive;
  • Se la polmonite è complicata da pleurite essudativa;
  • Se viene colpito molto polmone;
  • Con ascesso polmonare;
  • Per motivi sociali (senzatetto, vecchio solitario);
  • Se il trattamento ambulatoriale con agenti antibatterici era inefficace per 3 giorni;
  • Se la polmonite è combinata con broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO);
  • Con insufficienza cardiaca congestizia;
  • Quando la polmonite è combinata con malattie croniche (nefrite, epatite);
  • Con l'alcolismo;
  • Con abuso di sostanze;
  • Se il paziente ha uno stato di immunodeficienza.

È importante distinguere la polmonite da malattie con sintomi simili: tubercolosi, sepsi polmonare, tumori polmonari.

La polmonite non complicata negli adulti può essere curata a casa sotto la supervisione di un medico locale.

Polmonite congestizia e sua profilassi in ospedale

Polmonite congestizia - infiammazione del tessuto polmonare sullo sfondo di ventilazione insufficiente dei bronchi e dei polmoni, espettorato accumulato negli alveoli, sviluppato a causa di uno stile di vita sedentario

Chi è più suscettibile alla polmonite stagnante?

  • Persone di 60 anni e più;
  • Pazienti dopo lesioni complesse delle gambe e delle ossa pelviche;
  • Pazienti dopo un ictus o lesione cranica;
  • Pazienti con l'ultimo stadio del cancro;
  • Persone che hanno subito un intervento chirurgico severo.
  • La ginnastica terapeutica (paziente prima di coricarsi - respiratorio) allevia la stasi del sangue nelle vene, migliora la funzione di drenaggio;
  • Si raccomanda di girare i pazienti gravi più volte al giorno da un lato all'altro, per dare loro una posizione semi-seduta;
  • Riscaldare i polmoni;
  • Massaggio in scatola o percussione;
  • Terapia vitaminica;
  • Buon cibo

Trattamento della polmonite in ospedale

Prima che la nomina del trattamento deve essere correttamente diagnosticata. Per questo è necessario eseguire una radiografia dei polmoni (2 proiezioni) e donare il sangue per l'analisi. L'agente eziologico è determinato dall'esame dell'espettorato. Poiché la ricerca batteriologica (identificazione del tipo di microrganismi che ha causato la polmonite) sarà completata in 3-4 giorni, la scelta primaria di antibiotico viene effettuata empiricamente (empiricamente).

Nel caso in cui la terapia antibiotica primaria fosse inefficace, la selezione ripetuta dell'antibiotico viene effettuata sulla base dell'analisi biochimica già eseguita.

Tabella 1: probabili patogeni della polmonite in varie situazioni. Schema rilevamento empirico del patogeno.

Valutazione della condizione di una persona con polmoni malati e metodi per calcolare il tempo della terapia

Il trattamento della polmonite nell'ospedale dura non più di una settimana, ma in rari casi il periodo può essere esteso. In forme di infiammazione da moderate a moderate, la terapia domiciliare è prescritta per i pazienti con una durata da 7 a 20 giorni. Stadi gravi della malattia portano al ricovero in ospedale. Lo standard CURB65 viene utilizzato per determinare il periodo di follow-up del paziente.

Cosa determina la durata della terapia

La durata del trattamento della polmonite nell'ospedale è stimata secondo lo standard CURB65. Dipende dai seguenti criteri: lo stadio della malattia, la fonte, la condizione del corpo. Inoltre tiene conto dell'età. Con la formazione di deviazioni in salute, si raccomanda l'ospedalizzazione.

Il paziente viene inviato all'ospedale nei seguenti casi:

  • C'è una violazione della coscienza. Per determinare la deviazione utilizzata dal metodo di intervistare il paziente.
  • C'erano altre complicazioni per la salute acuta.
  • I reclami dei pazienti sono supportati da segni clinici di polmonite.
  • L'infanzia o la vecchiaia di una persona richiede un costante monitoraggio da parte dei medici.

Secondo le statistiche, le persone con condizioni corporee critiche vengono inviate all'ospedale quando l'infiammazione delle vie aeree crea i prerequisiti per la formazione di complicanze. La polmonite acuta è più spesso manifestata dai seguenti sintomi:

  • Insufficienza respiratoria - manifestata dal rapido movimento del torace, respiro superficiale.
  • Intossicazione del corpo o ascesso: si forma uno stato critico del corpo con la riproduzione attiva dell'ambiente batterico.
  • Secondo i risultati degli studi di laboratorio è emerso un forte eccesso di leucociti nell'analisi del sangue generale.
  • Con la formazione di aspirazione dei polmoni o sepsi.
  • Stati deliranti e manifestazioni febbrili quando il paziente perde il contatto con il mondo esterno.
  • Frequenti respirazione superficiale è accompagnata da disturbi nel sistema circolatorio.
  • Quando si formò la polmonite focale.
  • In assenza di cambiamenti positivi dopo il trattamento per 3 giorni.
  • Vengono inviati all'ospedale quando la polmonite ha portato ad una esacerbazione di malattie croniche. Tale può essere l'epatite, la nefrite.
  • Se il paziente ha uno stato di immunodeficienza, le aree del tumore sul corpo.

Inoltre, le persone sono ricoverate in ospedale con abbondante diffusione di pus, hanno iniziato la disidratazione e con una temperatura corporea elevata e stabile.

Come viene calcolata la durata della terapia?

Lo standard CURB65 include diversi criteri per la valutazione delle condizioni del paziente. Per richiedere il ricovero, ci sono 3 componenti:

  1. I livelli di urea nel sangue sono valutati. Dopo aver superato 7 mmol / l, l'analisi è positiva.
  2. Dopo aver superato i 65 anni, i medici cercano di fornire al paziente un'osservazione costante. Questo criterio è un'indicazione per il ricovero in caso di sintomi acuti di polmonite.
  3. Lo standard CURB65 include la domanda: sulla violazione o perdita di coscienza in una persona malata durante il periodo di infiammazione. Almeno un incidente dà al medico la ragione per mettere il paziente in ospedale.
  4. Lo standard CURB65 include la misurazione obbligatoria della pressione arteriosa sistolica e diastolica. I valori critici superiori, rispettivamente, sono: 90 e 60 mm Hg. Art.

Lo standard CURB65 stabilisce: se le risposte positive a 1,3,4 persone vengono inviate all'ospedale per il trattamento. Altrimenti, la terapia viene effettuata a casa. La durata del trattamento viene calcolata immediatamente. L'infiammazione dei polmoni si sviluppa rapidamente, una condizione grave può formarsi in poche ore. Il medico è responsabile della tempestività della decisione sul ricovero in ospedale.

I regimi di trattamento vengono selezionati individualmente per ciascun paziente in modo che il sollievo si verifichi nei primi giorni. Se la terapia non aiuta, è necessario rivedere i farmaci usati. La polmonite protratta può causare condizioni gravi:

  • ascessi;
  • intossicazione del corpo;
  • insufficienza respiratoria;
  • danno al cervello, al cuore, agli organi dell'apparato digerente;
  • nei bambini, i processi metabolici interni sono disturbati, che possono causare soffocamento, arresto cardiaco, incapacità del corpo di resistere alla riproduzione dei batteri.

Criteri per valutare il benessere del paziente

Ogni paziente è interessato a quanti sono in ospedale, si consiglia di prendersi il tempo per dimettere pazienti con minori, anziani e persone con immunodeficienza. Disturbi complicati richiedono un attento esame prima dei risultati che una persona è in buona salute. Il costo dell'errore può essere la disabilità, le malattie croniche e, in rari casi, la morte.

Quanto a mentire in ospedale, decide il medico curante. Un paziente adulto può valutare la propria salute secondo i seguenti criteri:

  • La salute generale è costantemente normale tutto il giorno.
  • Nessun disagio ai polmoni durante la respirazione.
  • Non c'è alta temperatura corporea, tosse.
  • Le immagini radiografiche sono classificate come normali.

Nella clinica, alleviare le condizioni acute. Quindi il paziente può essere trasferito al trattamento ospedaliero. Completamente la polmonite passa solo dopo 3 settimane. Dopodiché, sarà necessario osservare nella clinica per altri 6 mesi per prevenire la formazione di complicanze. Per valutare le condizioni di una persona condurre esami di laboratorio periodici di sangue e urina:

  1. Un mese dopo la fine del trattamento.
  2. Attraverso il trimestre.
  3. Alla fine di 6 mesi.

Inoltre, la radiografia viene eseguita in sei mesi e poi ogni anno.

Metodi per combattere la polmonite dopo l'ospedalizzazione

La polmonite dovrebbe iniziare immediatamente a essere trattata con farmaci. Il paziente è mostrato riposo a letto, cibo dietetico. Periodicamente si raccomanda di alzarsi e riscaldarsi in modo tale da non formare piaghe da decubito. La stagnazione nei polmoni al momento della riacutizzazione non farà che aggravare la situazione.

L'aumento della temperatura corporea porta alla disidratazione. Pertanto, al paziente viene prescritta una bevanda abbondante, procedure antipiretiche. Bevande adatte da frutta acida e bacche. Escluse cattive abitudini, specialmente il fumo. Causa la formazione di gravi malattie croniche dell'apparato respiratorio.

Dopo il ricovero, la condizione del paziente ricoverato viene valutata analizzando i risultati degli studi eseguiti:

  • Sangue e urina.
  • Il materiale dell'espettorato ottenuto dalla tosse.
  • Immagine a raggi X.
  • Ulteriori possono essere: tomografia computerizzata dello sterno, diagnosi di risonanza magnetica, ecografia dei polmoni.
  • Le analisi sono condotte per identificare il tipo di patogeno (pneumococchi, micoplasma) e la sua resistenza agli antibiotici. Se i farmaci già selezionati non sono efficaci, cambia i farmaci.

Ogni persona che soffre di malattie respiratorie è raccomandato un metodo di trattamento con ossigeno. Le inalazioni sono effettuate ogni giorno. Questa misura aiuta a ripristinare i processi metabolici nel corpo, che aiuta a mantenere l'immunità e ridurre la durata della terapia.

I rianimatori ricorrono alla respirazione artificiale nei casi più gravi. Il paziente richiede cura e osservazione costanti. Spesso attira parenti stretti per alleviare le condizioni del paziente. Quando la tosse secca viene prescritta, ulteriori sostanze espettoranti sono prescritte per iniziare il processo di rimozione dell'ambiente batterico in modo naturale. Se tale processo non è iniziato, l'accumulo di liquido nei polmoni viene rimosso con la forza con l'aiuto di speciali dispositivi di aspirazione.

Durata della terapia

La base del trattamento della polmonite è la sequenza delle azioni corrette del medico curante. I potenti farmaci sono prescritti per i primi giorni di malattia acuta. Più spesso bere antibiotici è raccomandato non più di 7 giorni. Un'ulteriore scadenza comporta effetti collaterali da farmaci.

Il danno dalle droghe e la mancanza di trattamento viene confrontato. Se il secondo aspetto supera il livello di rischio, prolungare il trattamento a 20 giorni. La complessità della terapia dipende dal tipo di agente patogeno. Il momento approssimativo della terapia è:

  • 5 giorni - polmonite classica da pneumococco;
  • 3 settimane - con la rilevazione di stafilococco, legionella;
  • La durata del trattamento può raggiungere un mese e mezzo all'origine della malattia del bacillo di Pseudomonas.

Con tipi misti di agenti patogeni, il trattamento è complicato ed è necessaria un'attenta diagnosi differenziale. Anche gravi sono le condizioni dopo l'insorgenza di complicanze: ascesso, intossicazione, polmonite bilaterale. Gocce e iniezioni sotto forma di iniezioni aiutano a ridurre gli stadi acuti della diffusione batterica.

Controllare le condizioni del paziente dopo la terapia

Per le conclusioni complete sullo stato di salute del paziente sono necessari test ripetuti, un'istantanea e un'indagine sul paziente. Vengono valutati i conteggi di salute, urine e urine. È importante esaminare la radiografia dello sterno. Piccoli infiltrati possono essere presenti nei polmoni, che è una condizione normale dopo una grave malattia nel sistema respiratorio.

Se le prestazioni attuali non sono migliorate, il medico curante tenta di rivedere la terapia e nominarne una nuova. Questa procedura è importante nel trattamento di bambini e persone con immunodeficienza. L'infarto polmonare può essere un risultato negativo di un approccio errato.

Sarà necessario un ulteriore trattamento in caso di problemi con i bronchi:

La terapia cambia anche per eliminare le gravi conseguenze:

È importante eliminare la fonte di batteri che periodicamente entrano nei polmoni. Tali possono essere portatori di infezione, inquinamento dell'ambiente, cibo e acqua. Rimuovere bisogno di fattori provocatori. L'organismo è influenzato negativamente dalla esacerbazione di malattie croniche: diabete mellito, attività di virus dormienti, infiammazione nel tratto digestivo.

I polmoni sono influenzati negativamente dalle cattive abitudini e dalla mancanza di uno stile di vita sano. Quindi l'immagine fissa del lavoro quotidiano porta alla formazione di edema tissutale. La postura lunga e sconveniente porta alla spremitura degli organi interni. I batteri penetrano facilmente nel corpo se non vengono utilizzati dispositivi di protezione quando si lavora con il terreno o in ambienti polverosi.

Quanto viene trattata la polmonite negli adulti?

Il processo infiammatorio di qualsiasi forma è difficile da tollerare, contribuisce allo sviluppo di molte malattie croniche. Polmonite particolarmente difficile ea lungo termine - polmonite. I pazienti non vedono l'ora che le condizioni migliorino, cercando di scoprire quanta polmonite viene curata negli adulti, il che comporta.

Le statistiche mediche mostrano che il 6% delle persone ammalate ogni anno muoiono di polmonite e l'infiammazione si verifica nel 4% dei casi di tutte le patologie polmonari. È impossibile trattare questo fenomeno come un comune raffreddore, la polmonite è difficile da trattare, la terapia deve essere accurata, corretta. Al momento del trattamento, il paziente deve essere ricoverato in ospedale, il lavoro, uno stile di vita normale sono sostituiti da riposo a letto e assunzione di farmaci.

Cosa influenza la velocità di trattamento della polmonite?

È impossibile rispondere inequivocabilmente alla domanda quanto tempo ci vuole per curare la polmonite dai medici. L'efficienza dipende da molti fattori:

  • diagnosi correttamente stabilita, determinazione del grado di patologia, gravità;
  • prescrivere le medicine giuste;
  • aderenza al trattamento farmacologico, riposo a letto;
  • l'ambiente del paziente, se al paziente viene assegnata una stanza privata, si sta riprendendo piuttosto che quando altri pazienti con polmonite sono tenuti nelle vicinanze;
  • l'età del paziente;
  • la presenza di altre gravi malattie incluso il piano cronico;
  • condizione generale del corpo.

Per accelerare il processo di recupero è necessario ascoltare il parere di uno specialista. Sebbene la polmonite dei polmoni sia una malattia che è più facile da prevenire che curare. Tuttavia, prima un paziente con sospetta polmonite deve cercare un aiuto medico professionale, prima si cura la malattia. Il processo diventerà meno doloroso e non comporterà alcuna conseguenza.

Cos'è la polmonite?

L'infiammazione più forte dei polmoni, che colpisce i tessuti molli dell'organo, distruggendoli, è innescata dalla presenza nel corpo di un certo numero di infezioni, che gradualmente penetrano nei polmoni, localizzandosi in una piccola area o interessando in modo estensivo la maggior parte dell'organo.

Manifestazione di polmonite

I primi segni che indicano la comparsa di polmonite sono mancanza di respiro, problemi respiratori, c'è sempre poca aria, si verifica la fame di ossigeno. Periodicamente c'è una forte tosse dolorosa, viene fuori catarro. La temperatura del corpo sale necessariamente, prima fino a 37 ° C, con un grado di gravità che aumenta fino a 40 ° C. Calore, debolezza provoca una sudorazione profusa. Tosse, bruschi giri del corpo, azioni fisiche causano forti dolori al petto. La sensazione di dolore aumenta se alzi le mani e fai un respiro profondo.

A seconda delle caratteristiche individuali del corpo, sulla risposta di stimoli patogeni, la temperatura in rari casi non aumenta, non ci sono sintomi di dolore al petto. A volte un tale decorso della malattia rende difficile la diagnosi di polmonite, il trattamento viene ritardato.

Peggio è la condizione generale del paziente, più debole è il sistema immunitario del corpo, le funzioni protettive si indeboliscono. Tutto ciò consente di esprimere i sintomi in modo più chiaro, causando alla persona un'incredibile agonia e sofferenza. Quanto a lungo la polmonite viene trattata negli adulti in questo caso è difficile da determinare, tutto dipende da quanto velocemente il corpo può diventare più forte per resistere all'infezione da solo.

Il periodo di trattamento della polmonite

Data la complessità, la gravità della polmonite, è sicuramente possibile indovinare la quantità di polmonite che viene trattata negli adulti: molto tempo, il periodo di trattamento richiede più o meno 20 giorni nei casi lievi, forme gravi di patologia possono essere trattati per un massimo di quaranta giorni o più. Tuttavia, il paziente già al quarto giorno di solito si sente un po 'meglio e, dopo circa una settimana, può assicurare a tutti che ha già recuperato. Questa condizione è errata, il sollievo, la riduzione dei sintomi si verifica a seguito dell'uso di determinati farmaci. Se il corso del trattamento in questa fase viene interrotto, la malattia si manifesterà nuovamente chiaramente, continuando a diffondersi nella maggior parte degli organi.

Nel caso delle persone anziane, la natura del decorso della polmonite è difficile da prevedere, a volte la terapia farmacologica dura fino a due mesi, più a lungo, soprattutto se altre malattie pericolose accompagnano l'infiammazione polmonare.

Trattamento della polmonite in ospedale

In ospedale deve essere eliminata una forma moderata e severa di polmonite, bronco. Il personale medico in tali casi sarà in grado di organizzare la cura adeguata, la supervisione. In condizioni stazionarie, vengono posizionati contagocce, vengono effettuate iniezioni, il che non è sempre possibile a casa. Il paziente rispetta rigorosamente il riposo a letto, mangia correttamente.

Allo stesso tempo, la procedura di trattamento principale, cioè l'ospedalizzazione, non viene posticipata per un lungo periodo di tempo, è consentita la cura a domicilio. Quanta polmonite viene trattata negli adulti in un ospedale dipende dalle condizioni del paziente nel suo complesso e da quanto la terapia scelta è diventata efficace per il suo corpo.

Quindi puoi stare in ospedale per 10-15 giorni, mentre in seguito, a casa, continueranno a essere trattati per un po 'di tempo. Inoltre, visitano il medico in modo che possa fare i test appropriati, verificare se il trattamento ha avuto successo, se il paziente è in via di guarigione. In caso di aggravamento, rinnovo della patologia, è possibile ricovero ripetuto. Le forme più gravi di patologia richiedono il ricovero ospedaliero obbligatorio, che può durare più di un mese.

Terapia domiciliare

Non è difficile continuare il trattamento del processo infiammatorio a casa, è solo necessario che qualcuno si occupi dei malati. Immediatamente si dovrebbe notare che i sintomi della malattia possono apparire di volta in volta, ad un livello residuo, che influenzerà i capricci, l'irascibilità, il cattivo umore, la durezza del paziente in relazione alle persone che lo circondano. Pertanto, è preferibile quando tale cura viene eseguita da persone vicine per non provocare una persona indebolita in tal modo.

Un paziente con polmonite viene posto in una stanza separata in cui è importante mantenere la sterilità assoluta e sterile. La stanza non deve essere calda, basta scaldarla fino a 18 ° C - 22 ° C, altrimenti la persona suderà molto, il che causerà disagio, insoddisfazione, problemi aggiuntivi. Ventilare la stanza preferibilmente fino a due volte al giorno, ma mentre il paziente sta dormendo, è possibile aprire leggermente la finestra, evitando correnti d'aria e uno scatto a freddo nella stanza.

Tuttavia, il più delle volte, anche dopo la completa guarigione, il periodo di riabilitazione viene significativamente ritardato. Circa due mesi dopo, molte persone rimangono in uno stato indebolito. L'attività fisica e lavorativa rimane impossibile. La malattia posticipata manifestava per qualche tempo sintomi residui: debolezza, letargia, scarso appetito, sbalzi di temperatura. Durante tali periodi, il corpo diventa il più instabile possibile al verificarsi di molte malattie respiratorie, patologie virali e infettive.

Il corso di riabilitazione deve necessariamente includere la fortificazione dei farmaci che consentono di normalizzare il funzionamento dei sistemi di attività vitale e, prima di tutto, aumentare l'immunità.

Se il trattamento della polmonite richiede più tempo, il paziente non si sta riprendendo, si sente male. I sintomi della patologia appaiono più spesso e più luminosi, è necessario rivedere l'elenco selezionato di farmaci. Molto probabilmente, i farmaci prescritti non sono abbastanza efficaci in questo caso particolare, è necessaria una revisione, una scelta di altri farmaci. Inoltre, viene prescritta la ginnastica respiratoria, molta attenzione è dedicata alla fisioterapia, al massaggio al torace e alla schiena.

previsioni

Quando ci sono sospetti sulla presenza di un processo infiammatorio nei polmoni, non c'è tempo per pensarci, è necessario essere trattati prima per prevenire complicazioni, non per iniziare una patologia in rapido sviluppo. La rapidità con cui puoi recuperare in ogni caso specifico dipende da molti fattori, ma devi ricordarti che è corretto, anche se un lungo trattamento ti consente di eliminare completamente il problema, e dopo un paio di mesi il paziente si ricorderà solo di questo.

Le forme di polmonite alimentate, la terapia impropria, comporterà la distruzione del tessuto polmonare, il verificarsi di malattie più terribili e pericolose, la cui conseguenza può già essere fatale.